Dovevano aprire a Roma, son dovuti scappare a Barcellona a creare ricchezza, riqualificazione e posti di lavoro. Tante foto dal Mazda Space che poteva essere all'Ostiense e invece è al Born

3 novembre 2014














Uno spazio espositivo di 2000mq. Mostre, presentazioni, eventi, conferenze, convention aziendali. Mazda ha impiantato qui, in uno spazio sfitto del Born, il suo Mazda Space, ovvero quello che da settembre, quando ha inaugurato, è l'hub dell'eventistica su base europea della casa automobilistica giapponese. I giapponesi per la verità volevano fare tutto questo a Roma, ma dopo aver avuto a che fare con la nostra amministrazione - come biasimarli? - sono scappati via. Tra le foto si vede, felice, il sindaco di Barcellona presente a settembre all'inaugurazione dello spazio. Di questo tempi un brand così importante, 12 posti di lavoro fissi e investimenti di riqualificazione sono oro anche per sistemi urbani grandi come Roma e Barcellona. Già, solo che Barcellona lo ha capito, Roma no. Ne abbiamo parlato già oggi qui, in un articolo con un video dove si spiega tutto.
Chissà che spazio prezioso e intoccabile Mazda aveva richiesto all'Ostiense tanto dall'irrigidire a tal punto il Comune di Roma. Sarebbe stato interessante saperlo.
Questo è solo uno degli episodi. Un episodio che è uscito sulla stampa (nella trasmissione L'Aria Che Tira) e che dunque ha visibilità. Ma tutto questo è all'ordine del giorno. Aziende che, venute in contatto con la qualità della nostra burocrazia ed il livello del nostro personale pubblico, scappano a gambe levate. Levate!

29 commenti | dì la tua:

bat21 ha detto...

Certo che scappano a gambe levate. La PA e' totalmente inadeguata a cogliere le opportunità di crescita che vengono da mondi diversi da quelli dello stesso stato finanziatore. E' un moloch mangiarisorse che, purtroppo, condiziona la mentalità ed il modo do ragionare di tanti troppo romani per cui l unico modo per crescere e' far parte di questo immenso moloch. Non capiscono che il cibo e' finito ed il moloch morirà di fame prima o poi. Fate bene a fare due post di questa vicenda, i romani devono interrogarsi su questa vergogna: quanti possibili investitori sono stati allontanati prima di mazda e quanti se ne allontaneranno ancora? Come puo una economia basata sul lavoro pubblico essere sostenibile? Qui ci vuole un bel crac di Roma per riportare tutti alla realtà. Il problema però e' che società come la mazda probabilmente penseranno che tutta Italia fa schifo come la capitale e si guarderanno due volte dal riprovarci nella piu evoluta Milano ad esempio. Ecco come l'arretratezza scandalosa di Roma puo' colpire tutta l'economia italiana. E non mi capacito di come nella capitale non si parli di questa cosa tanto importante. Non riesco a capacitarmi di come nemmeno in questo blog sorgano discussioni a non finire su una cosa assolutamente vergognosa. Evidentemente non e' solo il romano quadratico medio ad essere anestetizzato....veramente preoccupante.

Anonimo ha detto...

Ma state schrzando, vero?
Una città con un tasso d'abusivismo sesquipedale in ogni campo, con mezzi pubblici carenti e sovraffollati di ladri e "portoghesi".

L'unica città sul globo terraqueo ad avere un suo algerino davanti a Tiffany e al megastore COIN, l'unico posto dell'emisfero dove i monumenti sono assediati da centinaia di ambulanti "leciti"(e qui parte il colpo di rivoltella alla tempia) e illeciti.

La metropoli che ha autorizzato dei campi per lo smaltimento illegale di rifiuti tossici e dato il via libera alla filiera rom-italico-ecomafiosa della neo terra dei fuochi italica

E voi? Evoi ancora pensate che qui possa aprire qualcosa??????

Ma manco il tabacchi ci aprirei, sarei sommerso di adesivi di serrando-traslocatores in 2 giorni.

Io mi stupisco che ancora vengano i turisti e che le aziende già qui non scappano, altro che Mazda.

Anonimo ha detto...

Per altro unica città al mondo che non riesce a contrastare gli onnipresenti adesivi pubblicitari a causa dei "Maggistraty".

E' il paese che è al capolinea, Roma ne rappresenta l'essenza.

Anonimo ha detto...

Quelli della Mazda mica sono stupidi, gli investimenti si fanno nelle città che offrono un minimo di garanzie...

Anonimo ha detto...

in un cesso amministrato da merde non ci viene nessuno. Roma non è arretrata: è peggio

Anonimo ha detto...

Secondo me i Giapponesi avevano paura di avere lo stabile occupato da quelli del movimento della casa se avessero aperto a Roma...

Anonimo ha detto...

Ma non avete visto a quali ricatti sono sottoposti gli imprenditori stranieri?... Vedi stadio della roma strano che non siano scappati ancora

Anonimo ha detto...

Certo, avranno visitato entrambe le città e le avranno confrontate. La scelta è stata obbligata.

Anonimo ha detto...

Paese di disonesti di evasori di magistrati incompetenti e raccomandati che tutelano i delinquenti. Un paese dove chi è innocente deve temere le sentenze.
Roma culla dell'abusivismo

Anonimo ha detto...

Il bello è che Barcellona non è che sia proprio rose e fiori, anche loro hanno i loro problemi economici e sociali.
Rivela che noi siamo polo nel letame fino ai capelli.

Anonimo ha detto...

una città abitata e gestita da trogloditi

Anonimo ha detto...

roma è una città di cerebrolesi sfigati con una mentalià di merda che influenza anche i risultati sportivi, sfigate sono anche infatti le sue squadre di calcio;
vogliamo fare un confronto tra cosa ha vinto l'fc barcellona e la as roma?

Anonimo ha detto...

Aho, si te lo faccio apri' er centro Mazda ma devi da assume mi cognato e mi moje, i bancarellari amichi mia devono pote' piazzasse davanti all'ingresso e ce mettemo pure qualche caldarostaro, i lavori di conversione li devi da affida' all'amichetto mio costruttore ecc, ecc, ecc
hai capito giapponesi'?

Anonimo ha detto...

La Mazda ha chiesto e Roma ha proposto.
La Mazda ha chiesto a Barcellona che ha fatto la sua proposta.
La Mazda ha scelto Barcellona quella che soddisfaceva le sue richieste.
RfS pur di sparlare crei sempre drammi senza sapere la realta' che c'è dietro ogni situazione impostando discussioni da bar.

bat21 ha detto...

Infatti. E' il meccanismo meridionale che è ben funzionante anche a Roma. Alla fine deve esistere solo lavoro pubblico, lo vuole la gente lo preferisce il politico. L imprenditore se non fa parte di nessuna cricca e' solo un pollo da spennare...e Roma affonda come il mezzogiorno e affonda anche l Italia visto che e' ina zavorra.

bat21 ha detto...

Lavori in comune vero? Coda di paglia? Roma NON doveva perdere quell investimento. Dovrebbero essere cacciati i responsabili di quanto accaduto

bat21 ha detto...

Roma rappresenta l'essenza del paese che zavorra l 'Italia. Se l'Italia si fermasse alla linea provincia di Roma-provincia di Ascoli sarebbe tutta un altra cosa.

bat21 ha detto...

Già solo a Roma accade che un intero albergo finito in attesa della certificazione antincendio venga occupato con il disinteresse del comune nei confronti del povero imprenditore che deve pure pagare le bollette. Ma penso che questo i giapponesi non lo sapessero altrimenti sarebbero andati direttamente su Milano

bat21 ha detto...

Questa storia non la ricordo? Perché ricatti?

Anonimo ha detto...

Io sono Frocio l'importante è mucca assassina ed il gay village con Luxuria al Mazda mica c'è la dark room.

bat21 ha detto...

Debole come provocazione probabilmente un ambiente gay friendly attira capitali. Prendiamocela con l ignavia della PA e con la dannata visione ideologica anticapitale, antimprenditore ed antimultimazionali invece.

Anonimo ha detto...

povero omino il bat21

Anonimo ha detto...

per Marino e tutta la sinistra "di sinistra" (Cuperlo, Vendola, Fassina, Pisapia, De Magistris ecc. ecc.) gli imprenditori sono dei capitalisti da eliminare e il profitto è il diavolo da estirpare. Ha ragione Bat21 quando dice che questi soggetti vorrebbero per Roma solo i dipendenti pubblici. Secondo me questa cosa della Mazda è gravissima. Se ne dovrebbe parlare molto di più. Ma chissà le cose del genere che succedono e non si sanno. Comunque Marino sta facendo a Roma gli stessi danni che Monti ha fatto all'Italia. E se il PD non se lo leva di torno ricordiamocene quando riandremo a votare....

Anonimo ha detto...

La volete finire di commentare contro i gay?
Tra l'altro a cazzo, come ha detto bat21 un ambiente gay friendly attira capitali e turismo.

Io preferirei un "gay village" in ogni rione di Roma piuttosto che lo schifo che c'è in giro.

A Roma si fottono pure i tombini, i tombini e il problema sono i gay?

W i froci.

Giada ha detto...

Dovrebbero rispondere di questa incapacità manifesta: anziché provvedere ai bisogni di questa città si lasciano sfuggire ogni opportunità!

Anonimo ha detto...

Il problema dei Froci è sintomatico, non afferrate il problema. Con tutto quello che c'è da fare a Roma il Sindaco ricchione cosa fa gira in bici e sposa le lesbiche. Ma dove si crede di stare ad Amsterdam, qui c'è gente che aspetta 1 ora l'autobus e non per colpa del traffico, siamo sommersi dall'immondizia e dal degrado ancora aspettiamo la Metro C. Buffone!!

bat21 ha detto...

Purtroppo il problema piu grave e' che molto di quel pensiero deteriore di sinistra ha coinvolto ed inquinato le menti di gran parte della popolazione romana ed italiana. Temo che morto un Marino se ne rifarà un altro...

Anonimo ha detto...

Guarda che è il pensiero di sinistra tipo volemose tutti bene però appena posso te lo metto in quel posto perché sono zecca dentro
che aumenta le tasse all'asilo e rimborsa i ladri in carcere perché stanno stretti.

Roma e moribonda guardate l'eur e torbellamonaca ancora c'è chi dice
non mi piace è fredda....a ridicoli!!

Anonimo ha detto...

Ancora parlate di destra e sinistra? Alla frutta ci state voi. Qua si tratta d'una città fottuta, per prima cosa nella testa di tanti, ma tanti dei suoi abitanti. Mi dispiace per quei poveracci onesti che magari sono pure troppo vecchi per andarsene...a me tra poco mi scade il contratto di lavoro, e finalmente ADDIO A STA CITTA' DI MERDA!!!

ShareThis