Pomeriggio di sole a Ostia. Un orripilante delirio di commercio abusivo e ti si rimpone la domenica

24 febbraio 2014







48 commenti | dì la tua:

sam ha detto...

Gentile RomaFaSchifo
una spiegazione, scusate ma ancora non ho capito come fanno tutti questi indiani a restare in Italia se il nostro regolamento prevede il lavoro in regola per il rinnovo del visto

grazie

Manolo ha detto...

@sam, molti infatti non hanno il permesso di soggiorno, o non lo rinnovano.

Anonimo ha detto...

è così ogni domenica....

Anonimo ha detto...

...ma la polizia municipale, n'do sta? forse fermi al pontile vicino alla macchina di servizio dentro l'area pedonale a guardare l'orizzonte verso roma (cosi i venditori abusivi sul pontile si spartiscono gli spazi....)aspettando che qualcosa gli succeda davanti agli occhi???
è veramente una Cambigia!!!

Anonimo ha detto...

RAZZISMO ALLA ROVESCIA: Italia è il Paese del Bengodi per tutti meno che per gli italiani.

La disoccupazione giovanile è sempre più alta anche perché commercio abusivo e furbo rendono antieconomico aprire attività in regola con leggi e regolamenti.
Un esempio di commercio furbo lo possiamo trarre dal doloroso episodio del suicidio del pizzaiolo di Salerno: Il pizzaiolo suicida (più o meno consapevolmente) di fatto faceva CONCORRENZA SLEALE a "Mario" pizzaiolo divorziato che paga tasse e contributi per chi lo aiuta a fare le pizze.

Se le leggi ci sono vanno rispettate, se sono assurde vanno abolite.

DottorPav

Anonimo ha detto...

Roba che manco a Ouagadougu in Burkina Fasu. Ma sì, PAGHIAMO LE TASSE A QUESTI "vigili urbani", PAGHIAMO LE TASSE A CHI DEVE SORVEGLIARE E Impedire tutto questo schifo.

Ah, casomai non fosse ancora chiaro, le tasse che paghiamo, le paghiamo anche a costoro che "vendono" e rendono sto lugomare e la nostra città un luogo da quarto mondo.

Mi chiederete, come? Le paghiamo anche a loro? Eh sì, non ci vuole un economista per capirlo. Per non parlare della cronica assenza della polizia municipale...

Anonimo ha detto...

vorrei postare un piccolo episodio successo la settimana scorsa:
ero in centro, uno degli indiani che vendeva: " i soliti pupazzi di gomma che si schiantano al suolo e si ricompongono", apre un gioco dalla confezione e getta la carta per terra, io la raccolto e la porto al petto dell'indiano che la riafferra in mano, alla mia reazione:
io :"ue e allora che famo?"
tutti intorno a me, intendo i clienti, mi hanno accusato di inveire contro l'indiano, INUTILE dico INUTILE ogni dimostrazione PALESE che stavo difendendo la mia città, anche con domande su quanto ognuno paga di immondizia e di tasse, tutti mi hanno accusato,

in pratica me ne sono dovuto andare a gambe levate che ci mancava poco che qualche idiota altruista chiamasse la polizia!!
no dico...!!! non ci sono commenti

Anonimo ha detto...

Totale e incondizionata stima e vicinanza al commentatore precedente (11:23).

Quando, QUANDO cambieranno le cose in questa martoriata città??

Anonimo ha detto...

ho trovato questo video
http://www.youtube.com/watch?v=Xl192nk1Lz0

di un giovanotto che dice di dipingere treni, e spara a zero su roma fa schifo

beh, lo dichiara che fa illeciti

Anonimo ha detto...

Confermo. Ieri sono stato anch'io ad Ostia sul pontile, ed ho avuto le stesse impressioni dell'autore del presente post. Aggiungo poi che, in tre ore che sono stato là, non ho visto passare l'ombra di un controllo. E' una situazione allucinante, per non dire scandalosa.

Anonimo ha detto...

A me successe di peggio, anni fa. Mi trovavo a Termini, alla fermata della metro B direzione Laurentina, quando ho visto una madre maltrattare pesantemente ed ingiustamente la sua bambina. Al che sono intervenuto mettendomi ad urlare: "come ti permetti di trattare così una bambina piccola?! Io chiamo i Carabinieri!" e lei, di rimando: "...è mia figlia e latratto come mi pare. Fatti gli affari tuoi". A quel punto alcuni viaggiatori sono intervenuti contro di me, dicendo: "..ehi, che fai? Importuni una donna?". Per fortuna una signora ivi presente è intervenuta in mia difesa, dicendo che il mio intervento era giusto; nonostante questo, continuavano ad inveire contro di me, questi imbecilli, ed alla fine ho dovuto lasciar perdere, per non rischiare di passare dalla parte del torto. Purtroppo, questo dimostra che la massa, qui a Roma, non ragiona o ragiona con parametri parziali e distorti.

Anonimo ha detto...

Comunque, tornado ad Ostia dopo diversi anni che non ci andavo, ieri ho visto un degrado pazzesco anche alla stazione Lido Centro. Brutte facce ovunque, nessun controllo di nessun genere, gente che come al solito provano a passarti dietro per non pagare il biglietto e quant'altro. Terra di nessuno, ormai. Almeno, alcuni anni fa, stazionava una pattuglia di Carabinieri sul piazzale; ieri, manco quella c'era.

Anonimo ha detto...

A Napoli un pizzaiolo con tanto di negozio si e' suicidato dopo che gli e' arrivata una multa di 2000 euro, la sua colpa ? Aver fatto lavorare sua moglie...

Capito come stiamo messi ? Lo Stato si accanisce contro gli italiani che hanno comunque un attivita' alla luce del sole e non fa un cazzo davanti a questa enorme e dilangante illegalita' che tutti i giorni e' davanti ai nostri occhi, e c'e' persino chi ancora difende questo stato di merda.

Non e' un razzismo alla rovesia , e' un odio prfondo per gli indigeni ovunque essi siano, in Italia gli indigeni siamo noi italiani ed il nostro genocidio si sta attuando anche attraverso un' immigrazione massiccia e sregolata.

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

Secondo me è colpa della Boldrini e della Kyenge.
Ah, no, spe... Quelle non ci sono più? Di chi è il turno ora?

Anonimo ha detto...

Quanto documentato rappresenta l'attuale commercio al dettaglio che si può trovare a Roma. Questo commercio al dettaglio sarà sempre più presente in tutti i territori del comune della capitale. A quando un po' di lenzuoli distesi con mercanzia in piazza del quirinale, fronte ingresso palazzi quirinalizio e suprema corte costituzionale italiana? :-)

Anonimo ha detto...

Vendono perché QUALCUNO acquista ...
Basta NON acquistare per farli scomparire

Anonimo ha detto...

Frase detta da un cancelliere di tribunale, riferita alla Bilancia simbolo della Giustizia: "Vede la Bilancia? Beh, si scordi che esiste". Credo che dica tutto...

Anonimo ha detto...

Ma infatti è quello il principale problema in Italia: le leggi sono applicate, di fatto, solo a certi cittadini e non a tutti.
Guardate ad esempio gli zingari che in metropolitana suonano e sfruttano bambini per raccogliere l'elemosina: provateci a farlo voi, cittadini "normali": dopo due minuti vi toglierebbero il bambino, come minimo.

Anonimo ha detto...

Queste storture andrebbero combattute con associazioni serie e con le palle quadrate, ma...dove stanno?!

Anonimo ha detto...

Purtroppo dipende dalla massa dei cittadini far cambiare le cose. Ad esempio, domenica scorsa ad Ostia ci fosse stato uno, di tanta gente che c'era, a chiamare ad esempio i Vigili Urbani o la Guardia di Finanza. Anzi, ho visto diverse persone acquitare da questi venditori abusivi. Quindi, come possiamo pretendere che le cose cambino?

Anonimo ha detto...

Quando poi vengono da noi e pretendono che paghiamo le tasse, bisognerebbe rispondergli in massa: "Licenza zingaro: abito in campo nomadi, no pago tasse".

Anonimo ha detto...

Ma... Scusate, se non li volete, non comprate.
Io credo che alla base della tolleranza delle forze dell'ordine, ci sia la prevenzione della delinquenza.
A noi italiani l'inferno burocratico e le tasse? Evidentemente facciamo meno paura di questi 'ospiti'.
Cmq non giriamoci attorno, se siete contro l'invasione delle bancarelle, dovete astenervi dagli acquisti. Vedrete con il primo sole sulla spiaggia. Ai Cancelli passava un venditore al minuto. Massaggi, tatuaggi, occhiali, bibite, costumi, cappelli, asciugamani... Perfino ombrelli. Da snervo.

Anonimo ha detto...

Purtroppo la massa di cretini che comprava da questi domenica scorsa a Ostia era enorme...se la massa è beota che ci possiamo fare?

Anonimo ha detto...

Mi sono informato:la legge prevede di fare una MULTA ad un NULLATENENTE!
Ma scherziamo?
Usiamo la polizia e la finanza per altro.

Anonimo ha detto...

Ok, ma questa gente non credo abbia permesso di soggiorno, licenza per vendere e quant'altro. Cioè, in sostanza sta in Italia clandestinamente. E allora, nessuno può far niente? Mi pare strano.
Siamo sempre alle solite: le leggi o si applicano a tutti, o a nessuno.
Se lo fa un extracomunitario, allora anche io italiano lo debbo poter fare liberamente. Altrimenti è applicazione inequa della legge.

Anonimo ha detto...

Caro anonimo 10:31 PM, il problema è proprio questo:le leggi che ci sono su tutta la materia, dai clandestini alla vendita, sono debolissime e inutili!
Basta vedere i risultati in tutta Italia!

Anonimo ha detto...

Il problema è che talune situazioni illegali sono, di fatto, tollerate a monte, un po' per incuria, un po' per altri motivi.
Ieri ad Ostia che cazzo ci voleva a fare un controllo? Si manda una pattuglia e si comincia: "Tu, documenti. Permesso di soggiorno. Non ce l'hai? Vieni con me al commissariato": Ci vorrebbe tanto a farlo? Ma evidentemente non lo si vuole fare a livello di Ministero dell'Interno e quindi di Governo; il perchè non lo so.

Anonimo ha detto...

Bisogna però capire bene una cosa: sono deboli le leggi esistenti, o le stesse vengono poco applicate? O forse entrambe le cose?

Anonimo ha detto...

Ma infatti bisogna vedere anche le varie Forze dell'Ordine quali ordini hanno a monte. Se magari viene loro ordinato, ad esempio, di non essere rigidi su questi fenomeni, ecco che le pattuglie preposte ai vari controlli guardano e se ne vanno o, al limite, li allontanano e nulla più.

Anonimo ha detto...

Certo, solo che quello che trovo grave è che, in tre ore circa che sono rimasto sul pontile di Ostia domenica scorsa, non è passata neanche una pattuglia, anche solo a dare un'occhiata a fini preventivi.
Purtroppo da noi c'è troppo permissivismo e tolleranza che regna nella gestione dell'ordine pubblico, a mio parere.

Anonimo ha detto...

Mi hanno detto degli agenti che a Roma la polizia e carabinieri portano chi è senza documenti a Palmiro Togliatti:possibile?

Anonimo ha detto...

E poi, come ho già detto, quello che mi ha scandalizzato è stata la situazione della stazione Lido Centro: assoluta assenza di controlli sia sul piazzale che dentro la stazione stessa. Ed è grave, se si considera che quella zona è sempre stata un po' "calda" come ordine pubblico, tanto è vero che, diversi anni fa, stazionava permanentemente un camioncino dei Carabinieri a presidiare la zona, che ora non vedo più.
All'interno della stazione, poi, anora peggio: nè guardie giurate, nè forze dell'ordine, nè controllori ai varchi; niente di niente. E poi l'ATAC si lamenta che c'è evasione: e grazie al cazzo, se non controlla...

Anonimo ha detto...

E che li portano a fare a Palmiro Togliatti, a gustare le cosce delle zoccole ivi presenti?!

Anonimo ha detto...

Anni fa mi ricordo che pattuglie di Guardie Giurate scortavano letteralmente gli autobus della linea 01, che all'epoca era definita la più "calda"di Roma: pensate un po'...

Anonimo ha detto...

Togliete l'apostrofo al titolo.. È orripilante :D

Ormai nei posti di mare limitrofi , siamo una minoranza..

Anonimo ha detto...

Ormai sono i padroni di Roma e la cura Clemente è già terminata prima ancora di cominciare.
Tutto scorre come sempre o peggio di sempre.

Anonimo ha detto...

Ma infatti, in un sistema come questo, anche un buon comandante secondo me può fare ben poco.

Anonimo ha detto...

Che poi, molto probabilmente, se quel giorno fosse arrivata qualche pattuglia a fare dei controlli, buona parte della gente avrebbe dato addosso alla pattuglia, un po' come è successo ad Anonimo febbraio 24, 2014 11:23 AM

Anonimo ha detto...

Ma perché..... vivete ancora in Italia per caso? E daje.. Che c'è vò per capire? Voi lavorimo é paghiamo le tasse.. per spremerci ancora di più.. mettono indiani e "mercati" abusivi per racimolare gli ultimi euro che ci restano in tasca. Chi sono questi spremitori? Governanti e camorristi. Mi sembrate deficienti... che ci vuole a capirlo? E questi indiani non hanno bisogno di alcun permesso di soggiorno perché sono la forza lavoro della camorra. Prendevo il notturno 1 da termini.. pieno di poveracci indiani che finivano alle 2 il turno nelle cucine dei locali di roma.. Locali della camorra.. Come si è visto sui giornali tempo fa. Non si paga il biglietto.. perché lo paghiamo noi contribuenti.. paghiamo il bus alla forza lavoro della camorra. Non c'è speranza. Guerra civile o fuori dall'Italia come abbiamo fatto in tanti. In bocca al lupo per i vostri figli.

Anonimo ha detto...

La cura Clemente non c'e' mai stata, a meno che per cura non intendiate dare una valvola di sfogo come twitter ai frustrati e a chi non ha niente da fare nella vita.

Anonimo ha detto...

Ad Anonimo febbraio 25, 2014 5:04 PM ed Anonimo febbraio 25, 2014 4:55 PM: potrei anche essere d'accordo con voi, ma allora, implicitamente, state dicendo che l'esistenza di questo sito è perfettamente inutile, o sbaglio?

Anonimo ha detto...

Cosa c'entra Clemente con questo sito?

Anonimo ha detto...

Se non erro è l'attuale comandante della Polizia di Roma Capitale, che in una intervista in tv mi pare abbia detto che intende fare il possibile per far rispettare maggiormente le regole a Roma...

Anonimo ha detto...

Ripeto: cosa c'entra, quindi, con questo sito? Ti dico come la vedo io: aveva bisogno di pubblicita' e, con la storia di twitter, c'e' riuscito. Sai quante delle segnalazioni che vengono fatte sono evase? Il 12%,. Ho due amici che lavorano in Polizia Municipale, mi hanno detto che riferire di avere sanzionato non significa averlo fatto, pero' Clemente ci campa su questi falsi dati, infatti sua in questo sito che su fb VIVA CLEMENTE e' la frase piu' pronunciata.

Anonimo ha detto...

Si fa così: richiami tutti quei bei poliziotti carabinieri finanzieri che fanno tutti i fighi sulle macchine blu tutti belli impomatati che si sentono i padroni della strada e del mondo, perché fanno la scorta a qualche condannato che invece di stare in carcere se ne va in giro a farsi gli affari suoi. Li convochi la mattina presto e gli dici che devono andare a "ripulire" ostia. Poi prendi un vecchio traghetto, pure in disuso, e gli fai portare sopra questi poveri disgraziati e li accompagni molto gentilmente a casa loro. Semmai fate un giretto pure sui Balcani e scaricate pure qualche(parecchi) zingaro. Stop. Facile facile

Anonimo ha detto...

Dai commenti emerge comunque la connivenza degli Italiani che sembrano accettare la merce venduta illegalmente dagli immigrati….. invece che NON COMPRARE almeno per esprimere dissenso. Gli Italiani non sono un popolo, non hanno consapevolezza nazionale e coscienza civica: per cui il destino sarà conseguenza di questo dato di fatto: lasceremo il posto a chi ha iniziativa di sostituirsi a noi.

Anonimo ha detto...

Dai commenti emerge comunque la connivenza degli Italiani che sembrano accettare la merce venduta illegalmente dagli immigrati….. invece che NON COMPRARE almeno per esprimere dissenso. Gli Italiani non sono un popolo, non hanno consapevolezza nazionale e coscienza civica: per cui il destino sarà conseguenza di questo dato di fatto: lasceremo il posto a chi ha iniziativa di sostituirsi a noi.

Anonimo ha detto...

la colpa è vostra che ancora comprate dagli ambulanti, che date gli spicci a chi vi lava il vetro, al parcheggiatore abusivo, a quello che vi mette la benzina. tolto il guadagno, estinta la loro ragion d'essere.

Invece tutti bravi a dire stronzate. I Romani so così, faccio qui, faccio là, mo a quello je faccio così, a quell'artro je dico cosà e poi quando lo prendono in culo dicono: " si però hai visto, io so stato piu furbo, mica me li so levati i pantaloni ho solo abbassato le mutande, cor cacchio che me ce freghi, " Non cambieremo mai, fanfaroni cacasotto

ShareThis