Sversano impunemente rifiuti nel Tevere all'altezza del Ponte di Ferro. Ma ne Carabinieri ne Polizia Municipale sono contattabili

18 febbraio 2014
Cara RSF, vorrei fare una segnalazione.
Sabato pomeriggio stavo passeggiando in compagnia sul nuovo ponte pedonale sotto al gazometro; c'erano diverse persone, coppie con bambini, turisti che scattavano foto. Passando dietro all'istituto superiore antincendi, la nostra attenzione è stata attirata da un furgone che è arrivato là con musica molto alta e 3 persone a bordo, 2 uomini e una donna. Ebbene questo furgone ha fatto manovra, ha ingranato la marcia indietro e si è calato un po' in discesa, tra le canne di bambù che in quella zona costeggiano il Tevere. Dopo di che, gli uomini sono scesi, hanno aperto il furgone e si sono messi a scaricare rifiuti di ogni tipo là, a bordo fiume.
Affatto contenta della scena, ho preso la targa del furgone e ho chiamato i carabinieri; l'operatore del 112, però, mi ha detto che non potevano intervenire, perchè la questione era di competenza dei vigili urbani, dei quali mi hanno lasciato il numero.
Così ho provato a chiamare loro, ma inutilmente: dopo il primo squillo entrava il messaggio di attesa ("stiamo rispondendo ad altri cittadini" ecc..) con la colonna sonora di Morricone; dopo diversi minuti di attesa, la linea cadeva da sola.
Abbiamo fatto più tentativi (per un tot. di circa 20 min di attesa), in seguito ai quali, amareggiati, siamo dovuti andare via...
Allego foto del furgone (purtroppo di qualità non buona, ma fa capire la situazione) fatta dal ponte pedonale... quando siamo andati via, i gentiluomini stavano ancora scaricando.
Bea

31 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

STA GENTE VA ELIMINATA DALLA FACCIA DELLA TERRA!

E CIO' CHE RACCONTA LA LETTERA E' IL CHIARO EMBLEMA DEL PERCHE' ROMA OGGI SIA RIDOTTA DA FARE SCHIFO!

Anonimo ha detto...

inaccettabile che i carabineri abbiano rifiutato la chiamata. il reato segnalato è molto grave.

Anonimo ha detto...

Io sporgerei denuncia contro le autorità competenti per omissione d'atti d'ufficio.

Anonimo ha detto...

Poi si continua sempre con la solita tiritera: è sempre competenza di qualcun altro, mai la propria.

Anonimo ha detto...

Pure una colonna sonora di Morricone ci sprecano...pensa un po'.

Anonimo ha detto...

Forse si poteva provare a chiamare la Polizia di Stato? Boh.

Anonimo ha detto...

Fortuna che siamo il paese con più forze dell'ordine in rapporto al numero degli abitanti...dove stanno?

Anonimo ha detto...

Che poi non si capisce perchè, in questi casi, non possano loro stessi girare la chiamata all'autorità di competenza...

Anonimo ha detto...

Con il senno del poi, sarebbe stato il caso di provare a bluffare. Ommioddio, credo che stiano gettando un cadavere sul greto. Avrebbe sortito un effetto diverso?

Anonimo ha detto...

Buona idea, quest'ultima! Forse conveniva proprio dire così...

Guido Costantini ha detto...

Come no, e poi farsi denunciare per procurato allarme (quello si, ch elo fanno)

Anonimo ha detto...

Sì, ma uno deve specificare che "crede di vedere" una certa cosa, non che la "vede". In fondo, da lontano uno può anche sbagliarsi, no?

Anonimo ha detto...

Denuncia per procurato allarme? Bene: controdenuncia per omissione d'atti d'ufficio. Vediamo chi la spunta, poi...

Anonimo ha detto...

Qualche mese fa mi e' capitata una cosa simile: volevo denunciare una specie di discoteca allestita in piena strada da un negozio ed ho provato a chiamare i vigili. Dopo un paio di tentativi andati a vuoto (durati decine di minuti), ho chiamato i carabinieri che hanno provato a passarmi i vigili, ma niente da fare. Allora ho chiamato la Polizia che mi ha passato ancora una volta i vigili, ma senza risultato.
Quindi ho richiamato i carabinieri dicendogli che con i vigili non c'erano evidentemente possibilita' ma mi hanno risposto che non vi erano alternative ed alla mia insistenza hanno risposto girandomi di nuovo al numero dei vigili(!?!), ancora una volta inutilmente. Ho infine richiamato la Polizia, lamentandomi del fatto che c'era un reato in corso e nessuno in grado di intervenire ed alla mia insistenza hanno risposto attaccandomi il telefono in faccia.

A Roma da mesi, da quando i vigili si sono messi contro il Sindaco, vi e' la pratica impossibilita' di denunciare una lista lunghissima di reati. Se il comandante Clemente non mette velocemente mano al problema (che non si puo' risolvere con i social network ma facendo semplicemente funzioanre il centralino dei vigili) i cittadini non potranno che cominciare a farsi giustizia da se'.

Chi lo sa che l'indiano omicida dell'altro giorno non abbia provato a chiamare i vigili, per lamentarsi della musica 'a palla', prima di commettere il suo sconsiderato e assurdo gesto.

Anonimo ha detto...

Amico caro, i Carabinieri e la Polizia ti hanno preso in giro. Il disturbo della pubblica quiete e' " anche" loro competenza, ma e' molto piu' facile girare la segnalazione ad altri corpi.

Anonimo ha detto...

Tutto il lato Tevere Marconi é occupato da nomadi o altri che vivono in condizioni di sporcizia e degrado ma non frega niente a nessuno .

Anonimo ha detto...

Marino con la sua stupiditá (per cui non fa un cazzo e se la ride) lascerá Roma in un tal degrado che sará difficile risalire. Ho letto che vuole invitare Sindaci di altri paesi a vedere cosa? Il degrado e il pericolo o come ha ridotto Roma dopo quasi un anno di mandato. Non pensate che bisogna toglierselo dalle palle e restituirlo al mittente Bettini?

Anonimo ha detto...

Non c'è più salvezza. Checchè se ne dica le forze dell'ordine tutte non fanno il loro lavoro, per cui tutta stà gentaglia ha ridotto la nostra vita un inferno, e la città più bella del ondo ad un impero della monnezza...

Anonimo ha detto...

forze del disordine, solito mucchio di parassiti meridionali buoni solo a prendere lo stipendio per non fare un cazzo

Anonimo ha detto...

Qualche anno fa ebbi un incontro con il questore di Roma il quale durante il colloquio volle dimostrarmi quanto da lui fatto per rendere efficace il 113: chiamò un paio di volte tale numero dall'esterno dimostrandomi che riuscivano a rispondere entro il terzo squillo.
Ecco, sarebbe bello che il comandante Clemente si rendesse lui stesso conto di quanto impossibile sia riuscire a parlare con il numero della centrale operativa dei vigili (0667691). E di come ciò costituisca un problema gravissimo per tutti i cittadini.

Anonimo ha detto...

La polizia, amico mio, riceve un dodicesimo delle chiamate che giornalmente ricevono i vigili, ci credo che rispondono al terzo squillo se poi, si ricordassero che il codice della strada, le violazioni amministrative e quelle si danni dell'ambiente competono anche a loro invece di scaricare il cittadino alla polizia municipale, il centralino dei vigili sarebbe decisamente piu' snello.

bat21 ha detto...

Vi ricordo che esiste una App che ti consente di contattare l'unione europea per sversamenti abusivi e roghi. Denunciate queste cose a loro e denunciate l'inerzia delle istituzioni. Magari gliela facciamo a fare aprire una procedura di infrazione dell UE per danni ambientali a Roma.

Anonimo ha detto...

A me personalmente, aprire questo blog di prima mattina mette una tristezza infinita.. Questa città ormai senza padroni, questa città dove lo schifo e l'anarchia regnano sovrani.. Sono stanco, amareggiato, adirato e pure un po' incazzato. Lo schifo da cui siamo circondati ormai è palese.. Perché nessuno fa qualcosa? Perdonate la mia ignoranza, ma ci sono organizzazioni APOLITICHE per poter fronteggiare sto schifo? Se io, da ROMANO, volessi restituire un po' di dignità a Mamma Roma.. cosa dovrei fare?

Anonimo ha detto...

Qualche organizzazione apolitica esiste: Associazioni diritti degli Utenti o dei diritti del pedone, ad esempio, ma da quello che vedo fanno poco o niente, purtroppo. Forse sono scoraggiate anche loro...

Anonimo ha detto...

Potrebbe essere buona l'idea di Bat21.

Anonimo ha detto...

Perché in questo paese l'abusivismo e la delinquenza ce li cresciamo come in un bel vivaio?
Perché siamo nella patria degli imboscati.
Ovviamente con le sue eccezioni, ma fondamentalmente, quando vuoi far valere il dovere civico, ti passa subito la voglia.

Bat21 ha detto...

Ecco di cosa parlo:

http://www.ambientemagazine.esiasrl.it/schede.cfm?id=399&La_sentinella_un_app_che_mappa_i_siti_inquinati_in_Europa

" Il funzionamento è simile a quello di applicazioni come InstaWeather – spiega ad Ambiente Magazine Andrea Mazzanti, a capo del team di developer – La sentinella (così si chiamano i volontari per la tutela dell’ambiente nell’ambito di Coheirs, ndr) fotografa il sito dove è avvenuto uno sversamento illegale o un rogo tossico; si possono aggiungere una descrizione del luogo e altre informazioni, come ad esempio se si tratta di inquinamento di suolo, acqua o aria. Attraverso un sistema di georeferenziazione immediata l’immagine viene infine associata a una mappa geografica”. Oltre ad essere catalogate, le foto saranno anche rielaborate in grafici e tabelle, accessibili a tutti sia dal portale dell’iniziativa Coheirs che da smartphone. "

Sapete che sputtanamento quando viene fuori che sono nellarea urbana di Roma e che si commenta che le autorità competenti non hanno fatto nulla? Poi se queste segnalazioni diventassero decine e oltre diverrebbe palese il problema anche in Europa.

Ecco un sito

https://sites.google.com/site/coheirsalda/resources/recommendations

Per contattarli

https://sites.google.com/site/coheirsalda/contact-us

Il referente italiano

aldavicenza@aldaintranet.org

Chiedo alla redazione di Roma fa schifo di fare una indagine su come fare le segnalazioni a questo ufficio e vedere se l'app è effettivamente operativa.



Anonimo ha detto...

Ottima iniziativa la tua, Bat21.

Bat21 ha detto...

Grazie ma ci deve suppportare Roma fa schifo con un articolo ad hoc di approfondimento.

Anonimo ha detto...

Per chi non lo sapesse, esiste il Comando Carabinieri per la Tutela dell'Ambiente, contattabile al Numero Verde 800253608, che si occupa proprio di tutti i reati ambientali descritti nell'articolo.

Bat21 ha detto...

Il problema però è che i carabinieri non rispondono.
Spero che RFS ci faccia sapere qualcosa sul COHEIRS...

ShareThis