Censimento dei senza fissa dimora a Roma. La Fondazione Debenedetti cerca volontari: affrettatevi

11 febbraio 2014
“racCONTAMI 2014” propone una rilevazione statistica tesa ad analizzare il fenomeno della povertà
estrema e dell’esclusione sociale nell’area di Roma.
In particolare, realizzerà il primo censimento completo della popolazione senza dimora di Roma Capitale
(sia in strada sia nei dormitori) raccogliendo informazioni che consentano non solo di quantificare il
fenomeno ma anche di capirne le caratteristiche, le dinamiche e che permettano di provare a ridefinire
interventi e servizi mirati ed adeguati rispetto alle caratteristiche del fenomeno.
Per realizzare questo progetto in una città grande come Roma sarà fondamentale la partecipazione di realtà
diverse e soprattutto il contributo di un gran numero di volontari. Per essere volontario di “racCONTAMI”
non è necessario avere competenze particolari: sono sufficienti un po' di predisposizione al contatto con le
persone e una buona dose di elasticità e disponibilità.
La rilevazione e quindi l’impegno dei volontari si articola in tre sere:
- lunedì 17 marzo 2014 (dalle 22.00 alle 2.00 circa): squadre di tre volontari, si muoveranno per le
strade all'interno di un perimetro assegnato contando tutte le persone senza fissa dimora nei
dormitori e in strada, senza entrare in contatto con loro. Il conteggio può essere effettuato a piedi, in
macchina, in scooter o in bicicletta, a seconda delle disponibilità dei volontari e dalle zone da
censire. E’ previsto che i volontari esprimano una preferenza per quanto riguarda l’area da censire e
si cercherà di tenere conto il più possibile di queste preferenze.
- martedì 18 marzo 2014, dalle 19.00 alle 22.00 circa; squadre di due/tre volontari intervisteranno le
persone accolte dai dormitori. Il questionario è di tipo strutturato, analogo a quelli somministrati
nelle indagini campionarie sulla popolazione generale, con raccolta dati connessi a: caratteristiche
demografiche, eventi connessi con l’assenza di dimora, situazione lavorativa passata e attuale takeup
rate degli strumenti di welfare, consumi…
- mercoledì 19 marzo 2014, dalle 19.00 alle 23.00 circa; squadre di due/tre volontari intervisteranno
le persone che dormono per strada, in base ai risultati del conteggio ed alla mappatura della città.
Ai volontari è richiesto di partecipare ad un incontro formativo della durata di circa due ore la settimana
precedente la rilevazione (8 o 9 marzo) .
Chiunque sia interessato a prendere parte all’iniziativa può iscriversi a partire da lunedì 27 gennaio tramite il
form online disponibile sul nostro sito www.frdb.org e la pagina facebook “racCONTAMI 2014”. E’
possibile registrare la propria adesione fino a venerdì 28 febbraio.

Per informazioni sul progetto: raccontami2014@gmail.com
Diffondete l'evento Facebook (http://goo.gl/jw2R2w) e, soprattutto, convincete un po' gente a registrarsi entro il 28 febbraio sulla pagina della Fondazione Debenedetti (http://goo.gl/eSCLoj). 

8 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Gratis?
Ma voi siete matti.

Anonimo ha detto...

iscritto!
(ebbene sì, il volontariato è gratis, ma se serve a creare una comunità migliore, si fa!!)

Anonimo ha detto...

Belllo! bellissimo progetto. iscritta anche io. passiamo parola...

Anonimo ha detto...

Ma di questa situazione non si occupa già da anni la croce rossa con il servizio di assistenza alle persone senza fissa dimora con il proprio personale volontario (ex volontari del soccorso, pionieri ecc...) ?

Anonimo ha detto...

Ma se non andate anche nei parchi e campi non li censite tutti. Poi sicuramente ci saranno clandestini che non si faranno trovare per paura di essere fermati.

Anonimo ha detto...

provate a leggere questo argomento di ROMA FA SCHIFO, che orrore! " Perché il furgone che vende materiale contraffatto di fronte a La Sapienza ha vigili urbani come clienti fissi?"

Anonimo ha detto...

Il volontariato è sempre GRATIS
E' grazie ai volontari delle onlus che molti malati oncologici hanno aiuto in casa, è grazie ai VOLONTARI GRATIS che nei canili/gattili c'è chi cura gli animali, è grazie ai VOLONTARI GRATIS che molte persone hanno sostegno in ospedale. E' grazie ai VOLONTARI che alcuni ragazzi malati possono studiare e le donne avere centri antiviolenza
DOVREBBERO RENDERE OBBLIGATORIO IL VOLONTARIATO almeno 3 ore a settimana per tutti.

ALFREDO PIACENTINI SYZ GENEVE ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.

ShareThis