E gli studenti si presentano a scuola col pennello. Sì, ma sta volta per pulirla. Evviva Retake Roma, iniziativa straordinaria perché questi ragazzi ci penseranno mille volte prima di offendere la loro città

16 febbraio 2014







Venerdì scorso alle ore 7.30 gli studenti del Liceo Dante Alighieri situato in Via Ennio Quirino Visconti, si sono presentati a scuola con pennelli e vernici per ripulire le mura esterne al perimetro scolastico.
La manifestazione volta a sensibilizzare i giovani al decoro della città contro le numerosissime scritte che la imbrattano, è stata organizzata dall'Associazione di Volontariato Retake Roma con il patrocinio del Gabinetto del Sindaco.
Presenti alle operazioni la Presidente di Retake Roma, dr.ssa Rebecca Spitzmiller e i Responsabili del P.I.C.S. Polizia Locale di Roma Capitale Decoro Urbano Anselmo Ricci e Claudio Delle Fratte.
Gli uomini del P.I.C.S. hanno informato gli studenti circa il Progetto del Decoro Partecipato promosso dal Sindaco di Roma Capitale relativamente alle modalità di informazioni per i fenomeni di degrado.
Sul posto sono intervenuti anche squadre dell'AMA Linea Decoro per il supporto degli studenti.
Comando Generale - Sezione P.I.C.S. c/o Gabinetto del Sindaco

12 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Bella iniziativa. Complimenti a chi l'ha organizzata e a tutti gli studenti che hanno partecipato!

Ludovico De Vico ha detto...

Che queste iniziative, ben pubblicizzate e portate a esempio alla popolazione tutta, facciano apparire al più presto - ai troppi gonzi che ancora li ammirano - come superati patetici e ridicoli i comportamenti distruttivi dei poveri decerebrati alla Lash Dirty Ink.

Anonimo ha detto...

Finalmente qualche buona notizia!!!
Inoltre è stato pure il mio liceo, speriamo che l'iniziativa si allarghi anche alle periferie e faccia da buon esempio anche se di scemi ce ne sono ancora tanti...

Anonimo ha detto...

L'iniziativa è buona, ma bisogna anche e sprtattutto punire severamente chi sporca.

Anonimo ha detto...

Occorre operare anche sui manifesti di partiti politici che imbrattano le SCUOLE

Anonimo ha detto...

La vigilessa non ho capito che cosa ci sta a fare...
Comunque, io obbligherei chi imbratta a ripulire tutto, ed a sue spese.

Anonimo ha detto...

la vigilessa ci ha informato sul come fare delle segnalzioni precise per avere una risposta immediata dalla sala operativa del decoro, inoltre ha fatto la multa a tutti i manifesti abusivi che erano li.
Fabio

Anonimo ha detto...

I miei complimenti a questi giovani che tra l'altro sono molto diversi da un branco di selvatici che ho dovuto affrontare alla fermata Castro Pretorio. Un enorme gruppo di ragazzini/oni che aspettava la metro sulla fermata si era organizzato in blocco aspettando che le porte della metro si aprissero. Appena le porte si sono aperte questo gruppo è entrato in modo prepotente e chi doveva scendere non riusciva ad uscire, a me che non me ne frega un tubo e che tra l'altro avevo un ombrello con la punta ho iniziato a colpire alla cieca chi non mi faceva uscire, inoltre li ho chiamati di branco di maleducati di m**da. Una signora di una certa età non è riuscita ad uscire.

Molto del degrado di Roma è colpa dei genitori permissivi che credono che i loro figli siano degli angeli innocenti e che le me**e che fanno loro siano solo ragazzate. Non è un caso che in Inghilterra gli italiano vengono visto come idioti perché hanno appunto la mania di non far scendere le persone ed è comune ascoltare alla metro di Londra la seguente frasi: Stupid Italians!!

Per non parlare della schifezza che questi mostriciattoli lasciano dentro alla metro: involucri, cartaccia e via dicendo.... altri che extracomunitari.

Quello che mi chiedo, oltre al perché degli incapaci mettono dei figli al mondo se non riescono a farli diventare essere umani civili è perché l'ATAC non multa questi qua?? Dovrebbero multare pesantemente chi impedisce il passaggio delle persone eppure chi sporca!!

Marika

Anonimo ha detto...

Ma la sala operativa del decoro che fa, esattamente? Vanno a vedere come sono ridotti i treni della metropolitana? E quando imbrattano, loro dove stanno? Nella stanza dei Sogni d'Oro a dormire?!

Anonimo ha detto...

Io imporrei a chi viene beccato ad imbrattare di ripulire tutto...con la lingua. E se non ci riesce, frustate sul culo con nervo di bue, previa aspersione di sale del culo stesso. E davanti a tutti, pubblicamente. A Singapore si fa così, più o meno: chi imbratta, si becca dai tre agli otto colpi di bastone. Troppo pochi però, secondo me...

Anonimo ha detto...

..e poi, i vandali andrebbero marchiati a fuoco sulla fronte, con la scritta "sono uno stronzo" o "sono una stronza", che deve essere indelebile.

Anonimo ha detto...

Adesso questi stronzi hanno iniziato ad imbrattare pure i treni della linea A, che fino ad adesso erano puliti. Treni quasi nuovi, costati milioni di Euro. Sempre meglio, proprio. Complimenti all'ATAC: tanto paghiamo noi...

ShareThis