La maggioranza di centro sinistra amica del racket degli attacchini abusivi. Riccardo Magi si dissocia. Solo lui però...

6 ottobre 2013
Bel risultato, ieri, riguardo alla nostra denuncia sui manifesti abusivi della maggioranza di centro-sinistra in Campidoglio. I fatti: è stata effettivamente deliberata, in maniera meno eterea che in passato, la chiusura della famigerata discarica di Malagrotta. La maggioranza di governo della città, o qualche ciarlatano che la rappresenta, ha pensato bene di vantarsi del fatto assoldando qualcuna delle ditte del racket delle affissioni romane, al fine di incartare la città.
Un assurdo: la maggioranza che sporca la stessa città che deve governare; la maggioranza che copre le affissioni di chi effettivamente ha pagato le tasse; la maggioranza che per festeggiare la chiusura di una discarica genera monnezza. 

Non poteva passare liscia. Siamo usciti, abbiamo fatto le foto, le abbiamo pubblicate e abbiamo iniziato a provocare qualche Consigliere Comunale più sensibile all'argomento. I simpaticoni del Centro Democratico (cos'è?) ci hanno risposto male, alla maniera para-cula dei politici romani ("e chi lo ha detto che sono abusivi? Controlleremo..."), mentre il radicale Riccardo Magi, eletto nella Civica di Marino, sfruculiato da noi via Twitter, è giustamente saltato sulla sedia sul suo blog: "ma come, facciamo esattamente quello per cui dovremmo combattere? Nell'unica città al mondo in cui le pubbliche affissioni sono una spesa e non un introito per il Comune". Bravissimo Magi, con il quale dovremmo iniziare a ragionare anche in termini di cartelloni (non solo di affissioni) per raccontargli, video alla mano, cosa sta succedendo in Commissione Commercio in questi giorni e cosa i suoi compagni di lista (vedi alla voce Franco Marino) sono riusciti a dire collocandosi su posizioni ancora peggiori di quelle di Alemanno e di Bordoni.

Ora tre osservazioni: 1. come mai solo Magi si è dissociato dallo schifo della maggioranza? 2. chi è stato il colpevole di questo ennesimo giro di affissioni in abusiva? 3. cosa ne pensa il sindaco Ignazio Marino di tutto questo? 

11 commenti | dì la tua:

Colosseo ha detto...

Si è dissociato perché è un Radicale, e non è uguale agli altri, è semplice. (e lo dico da votante Radicale che è in continua polemica con loro, per tanti altri motivi...)

Anonimo ha detto...

State freschi. Questa è una tradizione ormai. Una delle tante —pessime— che ci si porta avanti da decenni.

Va dato atto che solo il Mov5stelle è stato sensibile su tale tematica e non ha fatto affissioni. Nemmeno quelle legali pur avendo già stampato qualche manifesto prima delle passate elezioni. Bisogna dargliene atto.

Colosseo ha detto...

no, caro anonimo , i Radicali hanno avviato questa campagna ben prima dei 5*, anche nel corso delle varie elezioni precedenti, tramite il sito "Fai Notizia" che invitava a pubblicare gli abusi.

Matteo Mainardi ha detto...

Solo il Movimento 5 Stelle un corno :) Dimmi se hai visto un solo manifesto di Magi o di un qualsiasi altro radicale in giro per tutta Roma!

Anonimo ha detto...

Complimenti a Magi per la presa di posizione, la posizione della netta maggioranza piddina purtroppo la sappiamo già, sbaglio o fu "dimissionata" una dirigente che si batteva contro le affissioni dei compagni di partito?

Anonimo ha detto...

Se poi I radicali fanno coalizione con chi imbratta, credo sia solo un gesto narcisistico quello di non fare affissioni.

Un po' come il nobile decaduto che usa posate d'argento e servizio in porcellana per mangiare due fagioli di numero.

Non so, rende come metafora?

Colosseo ha detto...

eh già, Anonomo... i Radicali danno comunque e sempre un po' fastidio vero? sia che si presentino come alleati con gli uni sia che si alleino con altri...No, direi che non condivido il tuo punto di vista, malgrado i loro molti difetti penso che abbiano sempre fatto, e facciano, uno sforzo per perseguire le idee che ritengono giuste (il no alle affissioni, in questo caso), e lo fanno a prescidere dall'alleanza eventuale.

Anonimo ha detto...

Maledetti farabutti, sempre a dire che mancano i soldi per le scuole, per le manutenzioni ed i servizi però per riempire della loro mondezza la nostra città i soldi li trovano sempre. Purtroppo anche quelli sono nostri.

Anonimo ha detto...

Ma di cosa vi lamentate? Una popolazione ignorante, becera e sottocivilizzata, come lo è la gran parte dei romani, non può che esprimere una classe dirigente di pari levatura. Io l'avevo già capito anni fa e sono emigrato in una città del nord, dove la parola "cittadino" ha ancora un significato. Mi dispiace per i pochi romani sensibili e intelligenti rimasti, che sono costretti a (soprav)vivere tra la mondezza, il traffico allucinante, il caos, il rumore, l'estetica violentata, la maleducazione e la rozzezza, ma questo è.

Er Rumenista ha detto...

Dimme 'ndo te sei trasferito che 'a prossima trasferta daaa mmmagggica te vengo a'sfartà!! A traditoreeee!!

Anonimo ha detto...

cartelloni da tutte le parti che crescono come funghi pagati con i nostri soldi. bisogna boicottare chi si fa pubblicita'

ShareThis