Ricordatevi che l'atroce mercato del rubato di Centocelle e tutti gli altri mercati del rubato a Roma esistono perché qualcuno (italiano) compra

25 ottobre 2013






14 commenti | dì la tua:

Tieche ha detto...

quelli sono i vestiti e le scarpe usate che vengono lasciati nei cassonetti gialli. ci scommetto

Anonimo ha detto...

Ma questo non è niente. Siete stati in un momento di poco conto. Su quel marciapiede non ci si cammina ci saranno 40 o 50 "banchetti" con le persone costrette a camminare in mezzo alla strada che in quel punto è pure stretta (una corsia) e vendono di tutto dai pc portatili alle autoradio e amplificatori rubati nelle auto dei quartieri vicini a tutta una serie di merda presa nei secchioni. Provo a fare foto!! Siete gli unici che ne parlano grazie!!!
Andrea

Mauro ha detto...

@Tieche
E' probabile. D'altra parte è vero che se gli oggetti lasciati nei cassonetti gialli finiscono alla Caritas, scommetto che gli zingari fanno la fila per accaparrarseli (d'altronde sono poveri, no?) per poi rivenderli, alimentando un commercio illegale (ed esentasse) e facendo un danno meschino ai veri poveri che hanno realmente bisogno di vestiti o scarpe riutilizzabili.

La soluzione è o distruggere gli oggetti (così questi zingari rivenditori s'attaccano al c***o) o donare di persona gli oggetti alle persone bisognose, evitando gli intermediari che a quanto pare hanno a cuore anche gli zingari.

Anonimo ha detto...

Manco da Roma da 6 mesi e questa me l'ero persa, stiamo andando sempre peggio, che schifo...

Anonimo ha detto...

eh, si in effetti e' sempre colpa degli italiani.
chiedo scusa ai rom per lo stress che gli causo quando entro in stazione metro oppure, quando faccio lo slalom fra le loro pittoresche bancarelle.
perdonatemi, vedro' di rendervi Roma piu' accolgliente per la vostra ricca cultura.

PUPONE

Anonimo ha detto...

Che città squallida.

Anonimo ha detto...

Lo scandalo è vedere gli italiani comprare merce da queste persone,senza rendersi conto che così facendo incitano gli zingari a rubare sempre di più.Alla fine la stragrande maggioranza di quella merce proviene da furti.E a rimetterci siamo sempre noi italiani!!!

Antonio ha detto...

E' sempre la stessa storia. Certo che dove c'è un mercato è perchè c'è qualcuno che compra e qualcuno che vende. Ma c'è dell'altro. Su questo sito ho denunciato un annetto fa che PROPRIO IN QUELLO STESSO POSTO italianissimi venditori ambulanti occupassero una corsia delle due disponibili per parcheggiare i loro mezzi dove è tuttora in bella mostra il segnale di divieto di sosta e fermata.
In un anno, DICO UN ANNO, sono passato di li ho SEMPRE visto i vigili e SEMPRE visto i camioncini parcheggiati. Ora, mi dovete spiegare, con che faccia andiamo dagli ZINGARI a dire che quella cosa li NON la possono fare. Ma come, ANCORA, gli italiani sono gli unici a poter delinquere?
Va da se che darei fuoco a coloro che si permettono di comprare roba in quel posto. Ma, a mio parere, questa è la conseguenza AUTOMATICA di non voler applicare un minimo di regole: troverete sempre qualcuno più bravo di voi a delinquere.

Anonimo ha detto...

Attenzione ehhh che ora ci saranno schiere di italiani che si sentiranno offesi dal titolo… sono i loro acquirenti.

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 11:16
Ma quali italiani, le bancarelle dono tutte dei bangladesh e i furgoni sono i loro!! Non dire cose false io abito li sopra e di italiani che hanno bancarelle nemmeno uno!!!

Antonio ha detto...

@Anonimo 4:47

Mi sono firmato. Mi spiace contraddirti perchè ho girato una segnalazione a questo sito, prontamente pubblicata qui:
http://www.romafaschifo.com/2013/02/centocelle-nightmare-lincubo-bancarelle.html

In più di una occasione mi sono fermato a litigare. Nella maggior parte dei casi SONO miei conterranei (sono meridionale) e spesso assoldano cittadini extracomunitari per il carico e scarico. I due con cui ho litigato io, di sicuro, erano italiani.
Ma, a prescindere da questo dettaglio, io facevo notare che non perseguendo un illecito i vigili (italianissimi, credo che su questo non ci siano dubbi, vero?) ne commettevano uno più grave e, di fatto, permettevano qualsiasi malefatta nella stessa area.

Anonimo ha detto...

zingari e immigrati. Di italiani neanche l'ombra.

Ma qualcuno continua a dirci che dobbiamo "accogliere".

cacciamoli via. Tutti.

Massimo D'ascenzi ha detto...

Amici di Salvini prima l'hanno portata roma alla rovina e poi si lamentano adesso ti ette quello che ce gli zingari la prostituzione furti trans droga non voglio andare oltre non riuscira nessuno allevare questo inferno bya

Massimo D'ascenzi ha detto...

i zingari pure devono magna il ladro deve ruba e la prostuzione deve campa con lo spaccio basta cosi

ShareThis