Il bus Atac arriva dopo mezz'ora, il cittadino protesta, l'autista per ricatto si ferma 15 minuti. E' successo stamattina a Via Cesare Baronio, ecco il video

7 ottobre 2013
Sono le 8.45 del mattino, lunedì 7 Ottobre 2013, a Via Cesare Baronio il 628, tratta Baronio-Maresciallo Giardino (dall’Appio-Latino allo Stadio Olimpico, per intenderci) parte – a detta di alcuni passeggeri – dopo “mezz’ora di far nulla”. In prossimità di Porta Metronia un passeggero, all’arrivo della vettura, protesta animatamente nei confronti dell’autista per il ritardo appunto di mezz'ora. Il dipendente ATAC perde subito la pazienza, ed oltre a discolparsi (dopo pochi minuti di proteste) sceglie di sospendere il servizio. L’autobus, ricolmo di passeggeri, è fermo. Non si può né scendere né salire: i viaggiatori sono in trappola. Solo dopo un po' la porta centrale è riaperta. Come documentato nel video la vettura “sciopera” per oltre un quarto d’ora, scatenando – come è ovvio – l’ira di studenti e lavoratori a bordo, bloccati nell’ora di punta ("devo attaccà a lavoro tra 10 minuti!!!").
L’autista sceglierà di ripartire solo alle 9.20, sotto pesante pressione della folla. Trattasi di vero e proprio capriccio, quello dell’autista, che ha peggiorato la già grave situazione di un servizio disastroso, inefficiente, distrutto da un vertice corrotto e mal funzionante. Che l’ATAC dia risposte serie. Ricatti del genere, ad oggi, sono a dir poco inaccettabili.
Riccardo Cotumaccio

*Caro Riccardo,
c'è il numero della linea, c'è il codice dell'autobus, c'è la data, c'è l'orario. Il dipendente Atac che si è comportato in questa maniera può essere individuato in pochi secondi. Lo faranno? E se lo faranno i sindacati saranno d'accordo con una punizione esemplare o continueranno a giustificare, a scusare, a tollerare?
-RFS

158 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Magari un bell'esposto in Procura depositando copia del filmato ?

valeria ha detto...

questo video va fatto girare il più possibile questa è follia ne deve parlare anche il tg... strano che l'autista ne è uscito illeso possibile che nessuno faceva niente... 50 persone in balia di un deficente!!!!!!

Anonimo ha detto...

Licenziamento immediato. Facciamo una denuncia collettiva!!! Non e' accettabile, non esiste che l'autista prende in ostaggio la vettura in questa maniera. Il numero dell'autobus?? Cosi mando pure io una lettera a ATAC.

Anonimo ha detto...

Interruzione di pubblico servizio: l'autista va denunciato e licenziato in tronco.
In un paese minimamente normale ... a Roma invece scommettiamo che sarà come se non fosse mai successo?
E comunque sempre in un paese normale l'autista se la sarebbe dovuta dare a gambe per le proteste dei passeggeri; a Roma invece sono ormai quasi tutti lobotomizzati.

Anonimo ha detto...

Non sono un avvocato, ma credo si configuri anche il reato di sequestro di persona. Questo soggetto merita come minimo il licenziamento in tronco (oltre al pubblico linciaggio, of course!)

alessio colangelo ha detto...

Io ero sull'autobus e vi assicuro che ci sarebbero fiocchi di denunce contro quel cattivo esempio di lavoratore..... Sequestro di persona per essersi rifiutato di aprire la vettura stracolma ed interruzione di pubblico servizio senza giustificata ragione....

alessio colangelo ha detto...

vettura 5004...

Anonimo ha detto...

Se è vero, l'autista ha commesso un sequestro di persona. Inviterei tutti a fare una denuncia.

Franganghi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Franganghi ha detto...

ha perfettamente ragione l'autista. conosco la linea e la situazione e so come vengono trattati questi ragazzi. l'azienda se ne frega ed è l'azienda a decidere il numero delle corse e l'orario di partenza.

le corse sono insufficienti e le pause tra una corsa e l'altra sono garantite all'autista per evitare incidenti. il 628 attraversa roma, il centro, in mezzo al traffico e senza pause.

quando arriva al capolinea sull'appia la gente presente vuole subito ripartire. l'autista vuole solo riposare. scattano insulti, proteste, veleno contro il povero malcapitato. è sistematico perché i romani sono STRONZI.

il vecchietto che non ha niente da fare, invece che prendersela con l'autista dovrebbe scrivere al sindaco e per conoscenza all'atac.

fossi io l'autista ad ogni protesta farei esattamente lo stesso. mi fermerei, chiamerei il mio responsabile e direi che sono stato insultato. chiederei anche i danni ad atac.

disgrazia cada su chi si lamenta senza ma prendere carta e penna e rendere ufficiali le proprie lamentele. ogni volta che IO l'ho fatto sono sistematicamente stato ascoltato.

(chiaramente le corse sono insufficienti per una tratta così lunga. 5 ogni ora dalle 16 alle 20 con unica eccezione di 6 alle ore 18 su una tratta di 14 km. che c'entra l'autista? significa, cari i miei vecchietti dannati, un autobus ogni 3 km, al centro, nell'ora di punta. tempo di transito? ahahahahahah 35 fermate, circa 1:20. io me ne sarei proprio andato...)

Anonimo ha detto...

"ha perfettamente ragione l'autista" un corno!
In caso di qualsiasi lamentela l'autista deve solo invitare la persona a presentarla direttamente all'ATAC, eventualmente fornendo indirizzo, email e/o numero di telefono; il tutto con professionalita' e calma, altrimenti cambia lavoro e si mette a fare qualcosa che non preveda il contatto diretto con il pubblico.
Se poi qualche utente del servizio pubblico trascende oltre una normale rimostranza, l'autista chiama la forza pubblica a tutela sua e degli altri passeggeri.
Ma che davvero vogliamo legittimare il "famo un po' tutti come cazzo ci pare"?!?

Anonimo ha detto...

Sono un assiduo frequentatore della linea 628, che nell'ultimo periodo secondo me ha avuto un sensibile peggioramento, non so bene a cosa dovuto.
Aggiungo una cosa su cui ho spesso riflettuto e che più o meno solleva anche il commento delle 3 14 pm: c'è davvero bisogno di queste linee che attraversano la città da parte a parte andandosi a congestionare in centro o peggio in più centri? Il sistema del tpl romano prevede numerose linee che per forza di cose necessitano ore di percorrenza ma la cui intera tratta è comoda solo per pochissimi spostamenti. Mi chiedo se non sarebbero più idonee linee più brevi e agili, con più nodi di scambio così da ridurre il carico di traffico per la linea e per gli autisti, che il più delle volte, probabilmente non è questo il caso, sono anche loro vittime di un sistema quasi del tutto sbagliato.
Vale

Anonimo ha detto...

Sig. Fraranghi, il vecchietto che lei sostiene non abbia niente da fare, probabilmente ha già lavorato una vita, a differenza dei tanti giovani PARASSITI raccomandati che purtroppo riempiono le fila delle varie aziende municipalizzate e che sono pronti a scaricare tutte le colpe ed inefficienze sulla società che dà loro ogni mese lo stipendio per vivere. Di questi - ed ovviamente anche di chi difende il loro comportamento sconsiderato - qui a roma ne abbiamo abbastanza.

Franganghi ha detto...

vale, sono perfettamente d'accordo con te.

anonimo1, penso che tu non ti sia accorto che già fanno tutti ciò che cazzo pare loro. se tu vuoi legettimare l'usanza di punire lo schiavo per gli errori del padrone, allora stai bene così. non ti voglio come vicino di casa.

anonimo2, lei non mi conosce e non sa ciò che ho fatto e che so fare. sono 14 anni che lavoro e non per atac. non ho nessun interesse a difendere gli interessi dell'autista in questione, proprio nessuno. ma se lei sta qui a perdere tempo a far flaming usando me come scusa è cooresponsabile insieme ad atac del disastro imminente. prenda la sua tastiera e scriva ad atac se ci tiene tanto. per quanto abbia scelto di darmi del lei io non la conosco quindi dal mio punto di vista lei non esiste.

per chi giustamente non accetta il fatto che io voglia dire la mia costituendomi come voce fuori dal coro, mi chiamo giovanni recchia.

se volete tirare merda almeno scrivete il vostro nome.

Anonimo ha detto...

Non sono in vena di venire qui a scrivere stronzate, ma ho conosciuto un ex-autista Atac che ha dovuto congedarsi dall'azienda per un fatto molto simile...
si è beccato una denuncia per "sequestro di persona(/e)". Quindi adesso sono cazzi suoi.

Caterpillar ha detto...

Se fossi stato sull'autobus sarei andato alla stazione di polizia lì vicina a denunciare per interruzione di pubblico servizio e sequestro di persona, le giustificazioni che leggo nei commenti stanno a zero.

Anonimo ha detto...

L'autista a sbagliato a "sequestrare" i passeggeri tenendo chiuse le porte ma vorrei solo ricordare agli utenti che usufruiscono del servizio pubblico romano che l'autista si chiama autista perchè deve guidare e rimanere concentrato sulla guida, se ogni 5 secondi viene, reclamato, insultato(su colpe che al 95% non dipendono da lui) è anche lecito fermarsi per riprendere un pò di calma e mandare giù l'ennesimo affronto fatto dai passeggeri...se siete stressati non prendetevela con chi in quel momento sta lavorando, ma come al solito per capire in che situazione vivono gli autisti invito tutti gli utenti a passare una giornata al loro fianco e vedere in che jungla viviamo..GRAZIE!!

Anonimo ha detto...

Sig. Franganghi, a me non interessa da quanti anni Lei abbia la fortuna di lavorare ed ancor meno mi interessa quello che ha fatto finora. A differenza di quello che lei crede, Lei non sta costituendosi fuori dal coro, ma sta di fatto comportandosi come fa implicitamente la maggior parte di quelli che Lei definisce con toni alquanto offensivi "romani stronzi", ovvero sta sostenendo che il povero autista, viste le ben note inefficienze mostruose dell'ATAC (che ovviamente non dipendono da lui), bene ha fatto ad indignarsi per le rimostranze subite facendo una sorta di mini sciopero bianco. Addirittura aggiunge che Lei se ne sarebbe andato.... Complimenti ! E' un modo di intendere il senso del dovere decisamente teutonico o britannico il suo.... P.S. Ma davvero pensa di essere l'unico che ha scritto all'ATAC ? ma mi faccia il piacere !

Anonimo ha detto...

Tramvinicyus ha detto:

"Ma diamo i numeri????? Allora
facciamo la storia del 628"

Il collegamento gestito al giorno d'oggi dalla linea 628 è un itinerario antichissimo.
La prima tratta, Piazzale Flaminio / Monte Savello risale infatti alla riforma della rete del 1930, sotto forma di linea "FR" (Flaminio-Ripa). Nell'Ottobre 1948 la linea venne prolungata da Monte Savello a Piazza Epiro, garantendo un altro efficace collegamento col centro dell'intero quartiere Appio-Latino (oltre le linee tramviarie 4, 9, e 18 attuali 360, 649 e parte della 673).
E' del Dicembre 1950 il prolungamento da Piazzale Flaminio a Piazza del fante (Lungotevere della Vittoria) e da Piazza Epiro a Piazza Zama, in tale occasione la linea "FR" venne, col nuovo criterio di nomenclatura delle linee, ridenominata linea 90.
(1952 prolungamento a Piazza Bainsizza, 1960 a Piazzale M.llo Giardino)
Nel Gennaio 1958 segue l'istituzione di un collegamento di sussidio da Piazza Venezia a Via Macedonia denominato 89. Quest'ultimo collegamento verrà soppresso nel Maggio del 1983 sostituito dalla linea 90 barrata, che oltre a seguire il 90 fino in Piazza Venezia, proseguiva per Via del Corso - Piazza Berberini - Villa Borghese, sull'itinerario in centro (esclusa Villa Borghese) che la 90 aveva perso con la pedonalizzazione del tridente e con la relativa deviazione per Corso Rinascimento.
Un'ulteriore deviazione della 90 barrata per Corso Rinascimento, nel Giugno 1990, rese inutile l'esercizio di entrambe le linee, di cui una era in realtà la corsa limitata a Piazza Zama dell'altra. Nel Marzo 1996 la decisione di fondere entrambe le linee nella 628, secondo i criteri di nomenclatura delle linee in vigore dal 1976 e oggi praticamente abbandonato. (Capolinea di V. Baronio nel settore "6", capolinea di Maresciallo Giardino nel settore "2", "8" come terza cifra di distinzione da un'eventuale altra linea collegante medesimi settori; criterio che aveva già fatto eccezione con l'istuzione della 90 barrata).
In tale occasione il prolungamento da Via Platina (continuamente spostato da lì a Piazza Diacono e viceversa) a Piazza Baronio.
Nel 1992 la linea 90 barrata (V. Platina / M.llo Giardino) risultava essere lunga 11 km e 650 metri, ad essi vanni aggiunti i metri di percorrenza da V. Platina a P.zza Baronio.

Considerazioni:

A) La 628 è tutt'ora un collegamento tra i più efficaci e a forte traffico passeggeri dell'intera rete ATAC e non è molto più lungo della media delle altre linee (se si mette da parte la precisa volontà dell'ATAC di frantumare la rete in 7 miliardi di micronavette, perché con i "Contratti di servizio", l'inizio della fine del TPL in Italia, tanti più chilometri faccio all'anno, tanti più soldi intasco...)

B) L'abbandono economico totale dell'Azienda e il totale menefreghismo nei confronti del TPL non farà altro che far precipitare sempre più la situazione (vedi articoli di Tramvinicyus sulla divisione in classi sociali della mobilità a Roma)

C) Il comportamento di un lavoratore che lascia volontariamente il suo posto di lavoro o non esegue le sue manzioni come da CCNL, è inadempienza contrattuale. Essa è uno dei 13 motivi di licenziamento per giusta causa.

D) Nel paese del bengodi e del faccio quello che..... "628" mi pare, nessuno verrà più licenziato, ma questo non dipende dalla storia della linea, né dalla sua lunghezza

E) Contratto o non contratto resta la grettezza di un simile comportamento (grettezza uguale: meschinità, povertà d'animo, avidità...)

F) Buon 628, 90 o FR che sia, fino a quando arriveremo a sperare che un autobus possa ancora passare...


Tramvinicyus
Studioso e appassionato di TPL dal 1982. Trasporto Pubblico come primo Social Network della storia.

Anonimo ha detto...

Tramvinicyus ha detto:
Fai tanto il dottore poi scrivi "manzioni" co' lazzèta!!!
L'intero Forum è AUTORIZZATOOOOOOO!!!! A DIREEE!!!!
CHE SONO UNA ZAPPAAA!!!!!!

SCUSATE!!!!!!!!
"Mansioni" Vinicio, si dice "mansioni", vai allo specchio....ripeti "mansssssssioni"..

aehm aehem....::::(((((!!!

Voster Semper Voster
Tram

Franganghi ha detto...

avessi visto un gesto propositivo.
roma fa schifo. chi l'ha ridotta così?

Anonimo ha detto...

L'unico atto illegale che vedo nel video è aver chiuso i passegeri all'interno dell'autobus senza possibilità di scendere o salire,se non sbaglio è sequestro di persona.Trovo ingiusto sospendere il servizio certo,ma bisogna anche capire le motivazioni dell'autista.Era in ritardo per quale motivo?Per colpa sua o per colpa del traffico?E in questo secondo caso,l'autista cosa ci poteva fare?Nella città in cui vivo gli autisti parlano al cellulare,dimenticano di fermarsi per far scendere le persone ecc ecc ma ci sono anche quelli che si fermano e bloccano le corse perchè dei ragazzi pretendono di salire senza biglietto mancando di rispetto a chi invece il biglietto lo ha pagato,ci sono autisti che scendono personalmente per aiutare le mamme con passeggini o le vecchiette con le buste della spesa.Non sono tutti uguali gli autisti.Perchè chi ha filmato la sosta di 15 minuti non ha ripreso anche il modo in cui l'autista è stato attaccato e offeso dal passeggero che si lamentava del ritardo???Se al lavoro qualcuno mi offende e mi urla contro anche io smetterei di lavorare per 15 minuti come segno di protesta!

Anonimo ha detto...

Ha fatto bene BASTA con ste violenze verbali e non verso di NOI.se il servizio è scadente nn è colpa NOSTRA.CMQ SI POTEVA FERMARE NON GLI POSSONO FARE NULLA SE SEI AGITATO NN PUOI GIIDARE

robot ha detto...

che bello avere un capro da scannare.. forza! dateci dentro.
sfogateve!!!

Anonimo ha detto...

Il video non si può più vedere. Fantastico. Comunque io me la prenderei anche con quello che protestava per l'arrivo in ritardo: come si permette di pretendere mezzo pubblici in orario nella città più bella del mondo?!?

Si godesse piuttosto il panorama nell'attesa. E ringrazi il cielo di non essere nato in una città di autistici tipo Parigi.

Anonimo ha detto...

sono un autista dell'atac e ribadisco che il mio lavoro è quello di giudare se possibile senza causare danni a cose e persone e non quello di essere insultato o aggredito verbalmente x colpe non a me imputate in quanto non credo sia gradevole effettuare una corsa con relative 20 fermate con un buco avanti di 30 minuti anche xche mi dovrei subire ingiurie ogni fermata x quanto concerne gli avvocati dove sono coloro quando le aggressioni non sono solo verbali,invece di prendervela con noi reclamate con i responsabili di questo servizio che fa SCHIFO MA NON PER NOSTRA COLPA tanti auguri a tutti x un futuro migliore magari con un costo del biglietto raddoppiato e determinate linee eliminate xche non produttive e x lamentarsi un numero verde al quale non risponde nessuno.

Anonimo ha detto...

Il centralino del número verde magari delocalizzato in Romania, che ne dici?

Questi non capiscono proprio niente, vero? In ATAC ci sono solo geandissimi professionisti, gente che lavora sodo, mica stanno lì a pettinà le bambole o a parlà de caRcio, figa e maGhine tutto er giorno! E soprattutto è tutta gente che è entrata per merito, mica perché so paraculati da quarcheduno.

Anonimo ha detto...

L'utenza che inveisce contro il personale (specie quando non può conoscere eventuali motivazioni, traffico - guasto - eccetera, di un disservizio) sbaglia. Ma è anche vero che leggere di sporgere un reclamo ad Atac fa ridere i polli. Il reclamo può essere presentato via fax, attraverso il sito, presso lo sportello al pubblico (previa compilazione di un modulo: ergo non viene offerta certo la possibilità di parlare con qualcuno) oppure per posta raccomandata con ricevuta di ritorno.
Per esperienza vi garantisco che le risposte (ammesso che giungano: per legge dovrebbero, entro 30 giorni) sono perlopiù frasi modello, del tutto circostanziali, tipo "abbiamo raccolto la sua segnalazione, la ringraziamo e ci scusiamo per il disagio, assumiamo l'impegno per un servizio più efficace..." e via discorrendo.
Precisato questo, il comportamento dell'autista è e resta comunque INDIFENDIBILE, a prescindere dal fatto che sia stato, a sproposito, attaccato verbalmente dall'utenza.
Avrebbe dovuto invitare gli utenti all'inutile procedura di reclamo illustrata sopra. È triste, ma purtroppo è l'amara realtà di un servizio da sempre allo sbando, ed anzi ulteriormente peggiorato, causa la pessima amministrazione comunale che vige ("sinistra" o destra che sia) da sempre a Roma. Ergo: magna-magna.
Il dipendente Atac rischia davvero il licenziamento in tronco per giusta causa. Se non è un recidivo, forse basterà una bella lavata di capo, e la strizza per il rischio corso. Perdere un lavoro di questi tempi, specie se ha famiglia, è tragedia pura.

Anonimo ha detto...

LE PERSONE (PASSEGGERI) NON RIESCONO A VEDERE OLTRE IL PROPRIO NASO.IL PROBLEMA NON SONO LORO.A ROMA CI SONO POCHISSIME CORSIE PREFERENZIALI, LA MAGGIOR PARTE DEGLI AUTOBUS SONO USURATI, I VIGILI ESISTONO? STRADE RIDOTTE E 1 CORSIA PERCHE' VA DI MODA PARCHEGGIARE IN DOPPIA E TERZA FILA. ALL' ATAC AZIENDA DI TRASPORTO CI SONO PIU'IMPIEGATI CHE AUTISTI CHE SCARSEGGIANO. PRIMA DI PARLARE A VUOTO PROVIAMO A VEDERE LA CAUSA PROBLEMA. ps. Lo sapete a quanto deve andare un autobus in un centro abitato????? 30 Km/ ORARI

Anonimo ha detto...

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/bus_ritardo_roma_atac_autista_spegna_motori_video/notizie/336342.shtml

Anonimo ha detto...

Sicuramente i problemi sono molti. Non mi sembra ci sia lo sforzo comune di risolverli o quantomeno di attenuarli. Puoi allargare il discorso quanto vuoi ed arrivare a mirabolanti altezze vertiginose —tipo il big bang, il caos cosmico, Dio la Madonna e tutti i santi in paradiso.

Ma qui nello specifico diverse persone hanno pagato un diverbio tra sole due.

Anonimo ha detto...

Buona sera Signori/e sono un conducente di bus che lavora per Atac....ho appena visionato il video...non voglio giudicare il comportamento di nessuno ma se l'autista è stato mezz'ora senza far nulla, quello sarà compito della centrale operativa a giudicare, le vett.sono monitorate da quando escono a quando rientrano in rimessa.
Non trovo giusto (mio punto di vista)prendersela con chi lavora soprattutto perchè tutti e dico tutti sono informati sul fatto che MANCA PERSONALE VIAGGIANTE-le vetture sono obsolete e si guastano in continuazione..io vi giuro capisco che ormai si è esasperati per i continui disservizi(sono pendolare della tratta roma p.le flaminio-c.castellana) ma noi nn possiamo farci nulla abbiamo una tab.la di marcia non possiamo di nostra iniziativa anticipare una corsa dobbiamo essere autorizzati.Per quanto riguarda il video il mio collega era al tel. con le forze dell'ordine?con la centrale?Bene è il regolamento che lo richiede, per quanto riguarda il sequestro di persona mi sono fatto una risata!!!Stiamo vaneggiando!!!Da dove è uscito il collega? E gli altri passeggeri che erano a terra? Dalla botola sono usciti?vi pongo una domanda...invece di prendervela con il conducente Perché NESSUNO Và SOTTO LA SEDE IN VIA PRENESTINA?

Anonimo ha detto...

ATAT FA ASSOLUTAMENTE SCHIFO, non esistono mezzi di trasporto così disorganizzati, inefficienti, inattendibili, sopratutto mezzi zozzi tutto l'anno! Disgusting!!!!!!!

Anonimo ha detto...

http://www.romatoday.it/cronaca/atac-replica-autista-bus-628.html

Anonimo ha detto...

Egregio sig. Autista, tutta questa buonafede attribuita ai suoi colleghi come spiega la vergogna frequente sulla linea 60 di attese lunghissime per poi vedere arrivare due bus uno dietro l'altro? Anche questo non dipende dai conducenti? Lei sicuramente conosce la ragione di questa assurdità, la prego ci faccia capire

Anonimo ha detto...

Vogliamo parlare di come marciano al centro della strada,di come si fermano fuori dalle fermate per creare intralcio ed in generale di come guidano?

diego ha detto...

ai vari anonimi che hanno sostenuto l'inopportunità di rivolgere critiche direttamente agli autisti per i vari disservizi dell'ATAC dico che vi sbagliate di grosso.
I cittadini utenti dell'Atac (che pagando il biglietto sono i CLIENTI dei dipendenti Atac, autisti inclusi) hanno il SACROSANTO DIRITTO DI PROTESTARE CON CHIUNQUE RAPPRESENTI l'AZIENDA, autisti inclusi!!! L'Italia è il paese in cui la colpa è sempre di qualcun'altro, troppo comodo, troppo furbo. Naturalmente è possibile che in alcuni casi l'autista sia solo il primo bersaglio disponibile e non il reale responsabile ma deve farsene una ragione e magari a sua volta protestare e farsi sentire con i veri responsabili. Un società dove si rinuncia a protestare perché tanto la colpa è sempre di qualcun altro è una società destinata al declino e alla rovina. Onore al merito del cittadino che ha GIUSTAMENTE fatto notare il disservizio.

Anonimo ha detto...

Che bello tutti a puntare il dito...vorrei vedere tutti sti giustizieri, quando li insultano a loro sul posto di lavoro da uno sconosciuto quando fai bene il tuo lavoro, e magari a rotazione ogni 5 minuti, io me sarei fatto venir a prendere dal 118, (per i tecnici dell'insulto o del ammazzamo il primo che capita)la porta aperta mi sembra che è la stessa dove è sceso il vecchietto, cioè quella avanti. Io agitato non guido neanche la macchina, figurati un autobus di 12 mt. in citta con 50 persone in piedi, immagino che gli "sputa sentenze" sano fare anche questo.

Roberto ha detto...

Come ogni post in cui si critica qualcuno, eccoli che sono arrivati i "difensori della categoria".
Qui nessuno critica il mestiere di autista in sé, chi ha fatto il video sicuramente stava criticando Tizio Caio che guidava in quel momento, non ogni autista ATAC, quindi non avete nulla da giustificarvi.

Piuttosto, quando qualche cittadino si lamenta che l'autobus non passa, sensibilizzateli sul problema della doppia fila che uccide la velocità commerciale degli autobus, magari fateli accomodare davanti e fategli ammirare gli slalom che siete costretti a fare e le maghine parcheggiate nelle fermate che vi impediscono di accostare.
Magari a quel punto il popolino capirà che non c'è alcun gomblotto degli autisti che non vogliono partire (beh oddio, qualcuno che non rispetta le tabelle c'è, specie nei tram) ma c'è solo l'ingombro delle auto del popolino maghinaro.

Roberto

diego ha detto...

Caro Roberto,
L'ingombro maghinaro provoca il rallenatmento delle corse ma non provoca il ritardo tra una corsa e l'altra tranne nel caso ci fosse un coglione che con la sua automobile impedisce fisicamente il passaggio del Bus costringendolo a stare fermo per molti minuti. Ammetto che quest'ultima situazione è purtroppo assai frequente.Il ritardo del bus puo' essere dovuto a:
1) incidenti stradali o percorsi improvvisamente deviati per manifestazioni
2) vetture che impediscono il passaggio
3) guasti tecnici
4) cattiva organizzazione
5) l'autista che si fa i cazzi suoi.
L'Atac è da assolvere solo nel primi 2 casi, per i guasti tecnici, la cattiva organizzazione e per le chiacchierate al capolinea no. In ogni caso ritengo che gli utenti hanno non solo il diritto bensi' il DOVERE CIVICO di protestare, protestare SEMPRE con civiltà, senza insulti ma con fermezza.
Le situazioni di degrado del servizio pubblico vanno sempre denunciate, indipendentemente dai responsabili e gli autisti ATAC devono farsene una ragione e protestare a loro volta con chi di dovere, altrimenti finisce che ognuno si fa i cazzi suoi e continuiamo a vivere in una città di merda dalla quale i migliori scapperanno via e i peggiori resteranno...

Ugo ha detto...

Mai visto uno disposto ad ascoltare in quei frangenti, io c'ho provato con tutta la calma del mondo, ti dice che " avete sempre ragione voi" oppure "ci avete sempre la scusa pronta", qualche volta mi ci metto pure d'impegno, ripetendolo tutte le volte per ogni fermata(in media 30 fermate), e magari qualcuno che ha fretta più degli altri, ti dice "quanto c'ha da chiacchierà sto autista, (e garantito) magari ha pure ragione. Quando ti manca l'autobus in linea che ti precede, magari per guasto, o per mancanza personale(vuol dire più di 30 minuti di attesa)è difficile parlare con qualcuno, spiegargli qualcosa che non gli interessa, sa solamente che ha atteso ingiustamente più di 30 minuti, ed ha sicuramente ragione, la maggior parte delle volte vengo a conoscenza della mancanza della vettura che mi precede solamente dalle persone che mi insultano ad ogni fermata, e non è gradevole quando fai tutto il tuo dovere, da quel momento so che manca la precedente vettura, senza sapere neanche il motivo.

Roberto ha detto...

Se l'autobus parte in ritardo io consiglio di segnalarlo all'ATAC, c'è il sito Muovi Roma che ha le tabelle con gli orari di partenza ed ormai quasi tutti gli autobus hanno il GPS, se qualcuno sgarra partendo prima o dopo è il caso di segnalarlo (bisognerebbe stabilire però un margine d'errore tra l'orologio dell'autista e quello del sito, facciamo 2 minuti?), poi spero sia compito dell'ATAC redarguire l'autista, magari se qualcuno è recidivo l'azienda farà qualcosa, chissà.
Io, da abbonato ATAC quale sono, controllo spesso con lo smartphone gli orari e devo dire che spesso gli autobus partono puntuali, insomma nel range +- 2 minuti, il buco nero vero e proprio sono i tram che, non essendo monitorati col GPS, a volte partono in netto ritardo.
Se invece parliamo dei ritardi, a volte questi (soprattutto per le linee con oltre 30 fermate) sono la somma di piccoli "imprevisti", ad esempio le macchine in doppia fila o chi nel traffico passa con l'arancione nonostante non potrà sgomberare l'incrocio (è una violazione del CDS). Ad esempio dai un'occhiata alla Prenestina dopo Piazzale Prenestino, la strada si restringe a 2 corsie per colpa della doppia fila e gli autobus di conseguenza ritardano, quindi a mio parere il motivo principale dei ritardi rimangono la doppia fila e il fancazzismo di alcuni autisti.
Entrambi i problemi si potrebbero risolvere con delle dashcam, sarebbe un progetto a costo zero visto che si potrebbe collaborare coi vigili urbani e ripagarsele con una percentuale sugli introiti delle multe a chi sta in doppia fila.

Roberto

Anonimo ha detto...

x tutte le persone che insultano chi sta lavorando, sperano nel suo licenziamento,spero con tutto il cuore che vi trattino alla stessa maniera mentre state lavorando voi, per una colpa, per un disagio che non è causato da voi..nessuno ha il diritto di trattare una persona in quel modo che sta lavorando! I commenti scritti da alcune persone qui sopra sono vergognosi..ricordate il PESCE PUZZA SEMPRE DALLA TESTA.

Anonimo ha detto...

parliamo anche di macchine e camion in doppia fila ,macchine parcheggiate sulle fermate oppure di corsie preferenziali usate per carico e scarico merci.se un autista rispettasse il codice stradale senza superare le strisce continue della carreggiata dovrebbe fermarsi ogni 10 secondi ed attendere lo spostamento del veicolo...................ma perche sto perdendo tempo su questa ridicola contestazione generale,tanto non capirete mai a cosa siamo sottoposti ogni giorno, ogni domenica ogni festivita,senza nemmeno poter scegliere ,di lavorare o stare con i nostri figli,con la nostra famiglia,rifiutandogli molte volte cose semplici che loro non riescono nemmeno a capire il perche. ma questo e' il mio lavoro e lo accetto cosi com'e'.

Anonimo ha detto...

Si ma in parole povere quale sarebbe la testa del pesce? I dirigenti Atac ladri e raccomandati? Il comune o lo stato che non investono nel trasporto pubblico? Abberlusconi o Peppecrillo o RenziLaStrega?
Giusto per sapere con chi dobbiamo prendercela eh.

Anonimo ha detto...

Dopo i vari commenti che ho esaminato qui sopra posso dedurre che di sbagliato in questo video c'è solo una cosa: l'autista oltre a chiamare la centrale operativa doveva chiamare il 118 e riferire di non riuscire a proseguire il servizio e lasciarvi tutti quanti a sfogare le vostre ansie e repressioni,insultando il posto di guida vuoto!!!!Vorrei vedere voi a cercar di guidare un bus di 12 mt con persone a bordo subendo insulti ad ogni fermata...Forti coi deboli e deboli coi forti...

cate@ ha detto...

trasferitevi in Svizzera se pretendete vetture efficienti e sopratutto puntuali alle fermate . . . . i Romani a volte pensano di svegliarsi in un paesino sperduto di poche anime . . . STIAMO A ROMA !!! ROMA !!! così complicato da comprendere ???
e quando salite in vettura sarebbe bello sentire BUONGIORNO . . BUONASERA . . ARRIVEDERCI . . . ah. . . scusate . . cose dell' altro mondo . . .

Anonimo ha detto...

Sotto la direzione in via prenestina a protestare per il servizio scadente, per le vetture in gran numero inadeguate, tempi di percorrenza improponibili che generano solo disservizi, ecc. ho visto solo gli autisti, se proprio vuoi vedere la testa del pesce, basta guardaCi nello specchio ogni mattino.

cate@ ha detto...

ottimo commento !!!
GRAZIE :-)

Anonimo ha detto...

quasi tutti continuate ad accanirvi verso l'autista,ma quasi nessuno a provato a capire nemmeno per un secondo che quell'autista e' comunque una persona ,proprio come tutti noi,e come tutti noi in una situazione psicofisica complicata possa essersi preso 15 minuti per capire cosa doveva fare.non penso sia andato a lavorare con l'intento di perdere il lavoro,e nemmeno per fare un dispetto alla gente.e' un momento difficile per tutti,a volte bisogna cercare di capire la situazione ,senza andare oltre ,cercando di capire che quello che sta succedendo nel nostro paese non e' colpa dell'autista dell'ATAC

Anonimo ha detto...

L'autista ha fatto bene....dovrebbero fermarsi tutti gli autisti che vengono presi a parolacce alle fermate ogni volta che arrivano in ritardo....visto che il ritardo dipende A:dall'esiguo numero di vetture disponibili (molte delle quali spesso costrette a fermarsi o a tornare al deposito a causa di guasti spesso riparati alla buona) B: dal traffico assurdo e indisciplinato di Roma! Come al solito i dirigenti ATAC e i SINDACI di Roma mangiano soldi a tutto spiano e le parolacce e le bestemmie alle fermate se le deve prendere l'autista di turno! Gli studenti e i lavoratori che fanno tardi a lavoro a causa dei disservizi ATAC prendessero a parolacce i veri responsabili!!

Anonimo ha detto...

Giusto!

Ilaria ha detto...

Se l'autista non ce la fa più a fare questo lavoro la colpa non è degli utenti. Potrebbe fare le valige e andare a vivere e a laorare in una qualche provincia del nord italia dove chi sale in vettura saluta, le tabelle sprevedono corse 1 ogni ora, e dove nessuno si incavola.
Poi organizziamo un abbraccio di gruppo per gli autisti che rimangono a roma,ogni passeggero si impegna a portare un dolcino quando sale, a pranzo li si ospitano a turno e tutti li difenderanno contro gli omacci cattivi che li trattano male!

Anonimo ha detto...

Io me la prendo con l'ignoranza di questo paese grazie alla quale i nostri politici hanno bivaccato!! una persona colta civile intelligente si domanderebbe prima il perché di quella inefficienza e poi muoversi contro chi la causata... ma in Italia è fantascienza altrimenti politici come Berlusconi non avrebbero governato per tanti anni!!!

Anonimo ha detto...

Sarei curioso di sapere quanti di quei passeggeri avevano il biglietto o l'abbonamento. Ogni volta che salgo su un autobus strapieno di gente e senza controllori sarà 1 su 100 a timbrare il biglietto se ce la fa ad arrivare alla macchinetta, se però per miracolo becco un autobus con controllori c'è molta meno gente e molti di più timbrano.

Sergio ha detto...

Basterebbe che anche negli autobus, come accade nei treni regionali, di tanto in tanto una voce elettronica si scusasse con i viaggiatori per l'eventuale ritardo.
Almeno le scuse...

Anonimo ha detto...

Settimana scorsa 45 minuti sotto al temporale aspettando al capolinea di baronio.autobus vuoto e chiuso autista volatilizzato(premetto che poco prima l'ho visto che era poco lontano dalla fermata ) alla fine sono dovuta salire sulla vettura che è arrivata da maresciallo giardino ed è subito dovuta ripartire.intanto l'autobus che era parcheggiato è sempre rimasto la fermo spento.so bene che spesso ci vuole anche un ora anche un ora e mezza da un capolinea ad un altro , quasi sempre prendo la prima corsa da cesare baronio e non sempre arriva in orario a causa non tanto imputabile agli autisti quanto alla disorganizzazione aziendale e quello vale molto di piu delle colpe imputabili agli autisti,le dita della mano non sono tutte uguali,nel caso che ho rappresentato poc' anzi si vede un autista che si da alla fuga abbandonando la vettura e passeggeri in balia del diluvio e un altro poveraccio che è stato costretto a scaricare e caricare passeggeri senza sosta.ci vuole piu responsabilita da parte di tutti !se una cosa è pubblica non è detto che deve essere per forza deturpata o abbandonata a se stessi.Pubblico vuole dire DI TUTTI!

Anonimo ha detto...

A volte si accumula ritardo anche per colpa di chi tenta di salire a tutti i costi su mezzi strapieni impedendo la chiusura delle porte. E c'è gente che sale anche con grosse valige o carellini di quelli che portano la spesa. Il Cotral ha un regolamento tale per cui se il bagaglio supera certe misure paga il biglietto, anche se non l'ho mai visto applicare. Non so l'Atac cosa prevede ma scommetto che qualsiasi c'è scritta nel regolamento resta lettera muta.

Anonimo ha detto...

Chi ha fatto il video si dovrebbe vergognare perchè sicuramente ci saranno delle ragioni per cui l'autista ha preso quella decisione.e' facile coalizzarsi tutti contro una persona che fa semplicemente il suo lavoro e che non è responsabile dei disservizi del tpl.
Invece di rompere il cazzo all'autista e di accanirsi con lui andate a protestare con chi è veramente responsabile di tutto ciò.Questo non lo fa nessuno però. Invece di pensare tutti alle conseguenze dell'autista pensate a non rompere più il cazzo alla gente che lavora regolarmente e una volta tanto vergognatevi tutti quanti perchè siete dei pecoroni ignoranti che vi fate forza con il gruppo.
una volta che avranno preso dei provvedimenti con l'autista sarete tutti contenti, ma i problemi del tpl non resteranno sempre gli stessi.

Anonimo ha detto...

Cari autisti ATAC stanchi di essere presi di mira dai cittadini inferociti, rivolgetevi ai vostri dirigenti chiedendo un servizio DECENTE e un'organizzazione più efficace di turni e orari... immagino sia in cima ai vostri pensieri vero? O forse vi interessa sempre e solo il vostro stipendio e mai il livello di servizio che offrite?
Se cominciaste a capire che a guardare sempre e solo il proprio orticello sì, si rischia poi di essere presi di mira anche quando non c'entrate direttamente voi ma la vostra azienda, magari iniziereste voi per primi a non accettare l'indecenza del trasporto pubblico a Roma e cominciare a prendervela con i vostri dirigenti invece che con i passeggeri esasperati.

A chi si chiede poi quanti abbiano pagato il biglietto su quell'autobus, ricordo che se gli autisti avessero accettato di svolgere anche il ruolo di controllori come in tante altre città del mondo, il problema sarebbe risolto. Ma ovviamente gli autisti ATAC non vogliono nemmeno sentirne parlare.

E non venitemi a dire che a Roma non sarebbe possibile farlo a causa del traffico e del numero di passeggeri, visto che Chicago o Londra non sono certo città meno trafficate e con meno gente alle fermate o più sicure rispetto a possibili vandali o delinquenti! Ma ovviamente noi siamo ormai assuefatti al "a Roma funziona così"...

Ultima considerazione: pensate che se invece di un vecchietto, si fosse trattato di un energumeno di 90 chili l'autista avrebbe reagito così? E poi sarebbero i cittadini che protestano con l'autista quelli "forti coi deboli"... mai visto autisti prendere di petto vandali pericolosi per gli stessi passeggeri sull'autobus, ma sempre e solo reagire a proteste spesso civilissime di cittadini normali e indifesi...

Anonimo ha detto...

Questo e' gionalismo da due soldi ... Contumaccio, vai a studiare che e' meglio.

Gli utenti in attesa alla fermata esagerano sempre circa i tempi di attesa. 10 minuti diventano 30 minuti se non 1 ora. Esattamente come la sosta che il solerte giornalaio d LaRepubblica stigmatizza in 20 minuti. Un tempo impossibile anche in quelle circostanze.

I bus sono tutti monitorati con GPS e da ogni palina e' possibile controllare tempi di arrivo dei bus via telefono...io faccio cosi e mi regolo di conseguenza in modo da ottimizzare i tempi di attesa ed evitarli.

Un bus non e' un taxi, ma un mezzo con corse pianificate. he poi siano poche o tante e' un altro discorso, ma pendersela con l'autista e' tipico dei vecchi e degli ignoranti o fasce povere della popolazione.

A londra, dove i mezzi funzionano (ma l'abbonamento mensile non costa 36euro, bensi minimo 250euro, dite anche questo pennaioli di LaRepubblica o sbarbatelli improvvisati giornalisti), gli autisti bloccano tutto se anche solo un passeggero non ha obliterato il titolo di viaggio oppure crea trambusto nel mezzo. Se un autista viene aggredito, anche verbalmente, sono cazzi amari per il passeggero...reato penale immediato.

I mezzi di Roma hanno bisogno di molti miglioramenti, ma una buona parte di gente che ci viaggia e' piu' consona ad n carro bestiame per come si comporta o pone verso i servizi pubblici in generale.

saluti

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 10:50, ci vivo a Londra per buona parte dell'anno e ti assicuro che gli autisti dei mezzi pubblici sono di tutt'altra pasta rispetto alla maggior parte dei nostri, pronti a piangersi addosso ed a sputtanare l'azienda per cui lavorano in ogni momento. Nel carro bestiame dovrebbe finirci la gente come Lei, non la gente anziana, i giovani e chiunque non può permettersi il lusso di spostarsi sempre in macchina. Tanto di cappello al ragazzo che ha girato il video.

Anonimo ha detto...

"A chi si chiede poi quanti abbiano pagato il biglietto su quell'autobus, ricordo che se gli autisti avessero accettato di svolgere anche il ruolo di controllori come in tante altre città del mondo, il problema sarebbe risolto. Ma ovviamente gli autisti ATAC non vogliono nemmeno sentirne parlare"

Quindi se il romano medio non paga il biglietto la colpa è degli autisti. Bella questa. Non ti rendi conto che fai la stessa cosa degli autisti, lamentarsi dicendo che il male è tutto dall'altra parte? Sei uguale a loro anche se dici il contrario.

Anonimo ha detto...

Quante belle parole da uno che nn ha le palle x mettere il proprio nome e cognome. Sei un grande!!

emanuele ha detto...

cara ilaria,tu che lavoro fai?allora ora veniamo tutti sul tuo posto di lavoro e ti insultiamo a piu non posso a te la tua famiglia a ripetizione fino a quando non ti sanguinano le orecchie e voglio proprio vedere la tua reazione..all estero ce vai te a lavora questo è il mio paese la mia citta e se non te sta bene il servizio pubblico di roma ti consiglio londra che li funziona benissimo..e basta co sta storia che col biglietto ce pagate lo stipendio perche al massimo col biglietto ce pagate il litro di gasolio che l azieda mette nelle vetture per farle camminare.i mezzi pubblici non vanno ad acqua o a aria come pensate voi e lo stipendio ce lo paghiamo da soli coi km che ogni giorno facciamo NOI che il comune paga all azienda..e mo basta con le leggende.

Anonimo ha detto...

A Roma ormai c'è un'ignoranza dilagante, la gente si comporta senza la minima edicazione. Se l'autista ha fatto una cosa così grave, vuol dire che pensava di poterlo fare e che i responsabili non si comportano da tali. E' uno schifo tutto, è un paese marcio ormai dal quale me ne vorrei andare se potessi.

Anonimo ha detto...

Veramente il mensile a Londra costa quasi la metà di quello che dici (ossia 140€) e se lo paragoni al costo della vita londinese (e agli stipendi locali, 1350 € al mese per un cameriere mancie escluse) non è poi così alto.

Anonimo ha detto...

Incredibile ciò che mi tocca leggere, c'è ancora tanta gente che giustifica il comportamento dell'autista, "poverino non è colpa sua ...." . Se l'autista è insoddisfatto del proprio lavoro se ne cerchi un altro, c'è tanta gente disoccupata che sarebbe felice di avere un lavoro. Quel comportamento da dilettante e bambino indispettito per una lamentela di un cliente è intollerabile e da punire severamente come succede in Germania. Il cliente che paga per il servizio non solo ha il diritto di pretendere che sia efficace (puntuale, comodo, pulito ecc.), ma deve rischiare il suo posto di lavoro per un atteggiamento inadatto dell'autista che decide da menefreghista di sospendere la corsa e di boicottare il servizio che é obbligato ad offrire ai clienti.

Anonimo ha detto...

Sei stato un grande!!!! Roma fa schifo perchè esiste questa gente stupida....anzi stupidissima, al punto da non capire che a Roma c'è giusto un pò di traffico; al punto di non capire che gli autisti si ammalano; al punto da non capire che gli autisti devono anche loro fare pipì; al punto da non capire che gli autisti stanno lavorando esattamente come loro; al punto da non capire che i motivi possono esse 1000. La prossima volta fermati mezz'ora e mandali a piedi!!!!

Una pendolare lavoratrice!!!

Anonimo ha detto...

"Quante belle parole da uno che nn ha le palle x mettere il proprio nome e cognome. Sei un grande!!"

Tu invece ti chiami anonimo?

"Il cliente che paga per il servizio"

Come dimostra il fatto che quando sale un controllore il pullman si svuota il cliente che paga il servizio è una mosca bianca ormai.

Anonimo ha detto...

Mah!
Qui c'è la fiera delle aspettative disattese. Gli utenti che vorrebbero un servizio come a Parigi o Londra, gli autisti che vorrebbero essere trattati come piloti di linee aeree.

Mi sa che dovete tutti ridimensionarvi un pochino.

L'Italia è come l'India. Datevi allo Yoga e tutto passa.

Anonimo ha detto...

Sti stai comportando allo stesso modo di coloro di cui ti lamenti. Insulti e offendi e questo dimostra che: Stupida anzi stupidissima ci sei tu!!!! Roma non è l'unica metropoli in europa, ma è l'unica (aggiungendo tutte le altre grandi città del meridione) a non essere in grado di offrire servizi efficienti, esistono città ben più grandi di roma, ma lì nessun autista si azzarderebbe di comportarsi così. Mi posso immaginare il lavoro che fai per cui non ti devi preoccupare di perdere il lavoro: venditrice di chiacchiere. Noti la differenza tra te e me, io rimango educato tu invece sei e rimarrai una persona maleducata.

Anonimo ha detto...

Io a quell'autista e tutti coloro che lo difendono li avrei presi a calci in culo.

Franganghi ha detto...

Ad oslo se l'autobus tarda di più di trenta minuti puoi prendere un taxi che viene rimborsato fino a 500euro. Un biglietto costa 4,5 euro.

Siete provincialotti ridicoli, galletti capaci di alzare quelle quattro penne che vi soni rimaste giusto se siete in trenta su un autobus contro un singolo autista che prende uno sipendio che è metà di un poliziotto panzone.

Vorrei vedervi a rivolgervi con gli stessi toni ad uno sbirro.

È la viltà che mi disgusta.

Atac è uno schifi ma credete che un autista possa risolvere un problema di schedulazione delle corse? Pensate che insultare un uomo che guida un autobus tenendo tra le mani l'incolumità di ottanta persine possa essere d'aiuto? Vigliacchi.

Al posto del l'autista sarei andato proprio a casa. A casa signori miei.

Siete italiani. Non dimenticatelo

Se volete la civiltà siate civili in primis. Sctivete a atac, a metro, al messaggero e sopratutto ricordatevi di chi sono le colpe.

Gli ultimi due sindaci hanno cowreuito un impero economico per cugini e fratelli sulle spalle dei poveracci come noi.

Ora fatevi un esame di coscienza, guarate in faccia l'autista e ditemi se lui c'entra qualcosa.

Se non ci sono più corse chuedetele.
Gli autisti sono esseri umani ed hanno bisogno di pause. E notizia del giorno: non cagano autobus.

Volete i robot che guidano 12 ore al giorno con un biglietto che costa 60cent? Andate a mosca dove gli autisti esasperati guidano ubriachi.

Volete un servizio migliore? Siate disposti ad insorgere con gli amministratori non con lo sfigato di turno. Siate disposti a pagare di più, col sangue se necessario.

Ogni conquista chiede un pegno.
Vili.

Giovanni Recchia

Anonimo ha detto...

1000 commenti per un autista fermo 10 min dopo che ha ricevuto insulti verbali.OK! Ha ragione o non ha ragione per me state a fa na caciara. Tolto tutto la cosa che piu mi fa ridere di noi Italiani è proprio questa.Per un video cosi hanno inviato commenti avvocati,cittadini,autisti,si è scatenato un inferno e tutti chiediamo la pena di morte all'autista perchè deve perdere il posto ,è un sequestratore,è un folle!ahahahahha!
L'altra settimana leggevo su roma today di un pestaggio gratuito avvenuto alla romanina da parte dei casamonica (NOTO CLAN MALAVITOSO ROMANO) contro un sergente dell'esercito scambiato per un altro.Allora che succede...anche lì iniziano i commenti (2 per l'esattezza) poi al terzo scrive un casamonica che sembrava urtato dai commenti, e tutti i paladini della giustizia cosa fanno?non scrivono piu un cazzo anzi quei due commenti iniziali vengono cancellati.E sapete perche?PERCHE' IN ITALIA SI RISPETTA SOLO CHI FA PAURA E PUO RICATTARCI.
PER QUELLO SIAMO UN BEL PAESE MAFIOSO E OMERTOSO CHE POI SI SCATENA SUL UN BLOG PER UN VIDEO DI UN BUS FERMO PARLANDO DI SEQUESTRI DI PERSONA DA PARTE DI ATAC ETC ETC!PAESE RIDICOLO E IPOCRITA CHE STA FACENDO LA FINE DI MERDA CHE MERITA! AUGURI A TUTTI!

Anonimo ha detto...

Questo autista è un vigliacco, quello che ha fatto è gravissimo. Se è stato aggredito dalla gente che aspettava l'autobus avrebbe dovuto mantenere la calma ben sapendo che la responsabilità di tale ritardo non è sua. Questo comportamento non è solo vigliacco ma segno di arroganza e ignoranza. In una capitale europea è assurdo, solo qui succedono queste cose perché ognuno pensa solo a sè e ai propri affari, non c'è senso di civiltà nè di solidarietà. Chi è responsabile faccia il suo dovere e smettiamola di minimizzare perché queste cose di cui vergognarsi avvengono solo da noi.

Anonimo ha detto...

Prendo tutti i giorni i mezzi ATAC a Roma, questo e' quello che penso. Non c'è dubbio che lo sfascio dell'azienda sia da imputare alla dirigenza, però anche alcuni autisti ci mettono del proprio! Dico subito che la stragrande maggioranza fa bene il suo lavoro....ma c'è una minoranza che a mio parere andrebbe licenziata in tronco. Ecco alcuni esempi: molti autisti neanche rispondono a chi chiede informazioni; molti autisti vanno a passo di lumaca, pur di far dispetto ai viaggiatori che devono andare a lavorare. Spero che il sindaco Marino mette fine a questo scempio....licenziando i nullafacenti e costruendo seriamente le corsie preferenziali.

Anonimo ha detto...

sono un autista dell'atac da più di 25 anni ,i problemi sono tanti in una citta come roma .vi invito ad un minuto di riflessione : siete voi alla guida del bus,in mezzo al traffico con auto e moto che ti mettono in difficolta' ogni secondo,e ti mandano al quel paese se lo fai notare , ad ogni fermata c'è qualche passeggero che ti offende in maniera più o meno grave per ritardi che tu in quel momento non sai pultroppo da che dipendono,questo moltiplicatelo per tutti i giorni e gli anni della vostra vita lavorativa; allora io faccio un augurio a tutti quelli che criticano noi autisti.SPERO CHE I VOSTRI FIGLI POSSANO UN GIORNO FARE LO STESSO LAVORO CHE STO FACENDO IO E SOPPORTANTO DA TANTI ANNI

Ilaria ha detto...

Emanuele io ho sempre lavorato a contatto con il pubblico e ho vissuto anche lontano da Roma. Quindi so di quello che parlo e non ho mai detto che ti pago lo stipendio. Io ti consiglio di farti un giro che so, a Milano, a vedere come lavorano gli autisti, quanto e come sono controllati e come reagiscono davanti ai passeggeri. Poi torni qui e insegni ai tuoi colleghi ad essere professionali. Altrimenti andate a scaricare le cassette di frutta e non rompete le scatole a chi prende i mezzi guidati da coatti menefreghisti.

Anonimo ha detto...

All'autista ATAC che ha scritto: comprendiamo tutti lo stress di un autista, ma non per questo siete autorizzati a sfogare la vostra frustrazione o rabbia nei confronti dei vostri passeggeri.
Se la protesta del cittadino in questione era così grave da configurare disturbo per l'autista, poteva denunciarlo, non certo decidere arbitrariamente di sequestrare un autobus per 15 minuti per sfogare la propria rabbia.
Questo comportamento è ingiustificabile e in qualunque altro Paese civile l'autista in questione verrebbe licenziato in tronco, e certo non giustificato da nessuno.

Anonimo ha detto...

ao ma nn lavora nessuno a sto cazzo de paese!tutti contro l'autista che non fa bene il proprio lavoro!Qui me pare che nn lo fa nessuno de voi! E annate a lavorààààààààààààààààààà!

Anonimo ha detto...

sicuri che la colpa sia dell'autista?
certo che gli insulti se prende lui visto che guida.
siamo tutti pronti ad inveire col soggetto di turno.....vorrei vedere quanto ognuno dei passeggeri è preciso e puntuale nel lavoro o nella vita.
comunque questo sito è orribile.

Anonimo ha detto...

ma qualcuno di quelli presenti in vettura ha fatto qualche cosa verso quella persona che offendeva l'autista ,o stavate ridendovela shignazzando come degli avvoltoi compiaciuti su una carcassa moribonda. mi fate solo schifo ad iniziare dagli avvocati!!!!

Anonimo ha detto...

A Recchia in teoria sarei d'accordo con te. Bisogna vede si sto' autiere è uno de quelli 'mboccati cor carcio 'nuculo. Si è uno de quelli che sta tutto er giorno a parlà de carcio, fregna, maghine at bar co li colleghi mentre è 'n servizio… ehhhh troppi cazzi so' diversi na' pratica quotidiana, Recchiè…

'N giorno che me rode er chiccherone li registro de nascosto, ce metto li sottotitoli 'n 'nglese e li metto online senza er consenso sur NY Times…

Poi se famo du risate… vedemo a differenza de chi lavora sue serio e de chi chiacchiera de lavoro.

Chi se loda se sbroda, aricordetelo.

Franganghi ha detto...

sono sono "a recchia" ma al limite giovanni. il tuo romanaccio fa ridere.

finché non ti firmi non sei nessuno, anche se chiaramente hai ragione da un certo punto di vista.

Anonimo ha detto...

Infatti non sono nessuno. Valgo 0 e ne vado fiero.

Scusa il cazzeggio, ma alle volte devi parlare la lingua che meglio viene compresa. ;)

Anonimo ha detto...

Per quello che ha fatto l'autista è indifendibile, e smettiamola per favore di fare le vittime perché se qualcuno ci aggredisce verbalmente non siamo assolutamente autorizzati ad atti come quello dell'articolo in questione. Abbiate più dignità e trattate con educazione il prossimo, anche chi educato non è, non c'è certo bisogno di fermare la vettura con decine di passeggeri a bordo, è un atto vergognoso, arrogante e incivile, siamo adulti e non possiamo comportarci così.
Laura

Anonimo ha detto...

e pensare che a questi debosciati lo stipendio glielo pagano i romani coi biglietti e con i trasferimenti di denaro che ogni anni si è costretti a fare per coprire i buchi di bilancio.
atac va chiusa tutti a casa

Anonimo ha detto...

Sarebbe bello se il prossimo sciopero dell'ATAC fosse per pretendere la realizzazione di corsie preferenziali protette in tutta la città. Oggi gli autisti devono lavorare in mezzo a una situazione allucinante. Bloccati in mezzo al traffico e alla sosta selvaggia. Io andrei fuori di testa dopo una settimana. Si stressano fino all'esurimento per offrire un servizio di merda e prendere insulti dai passeggeri. Perchè gli autisti non si incazzano veramente?! Lo stipendio a fine mese arriva lo stesso, ma veder riconosciuto il diritto a lavorare in un contesto dignitoso avrà pure un suo valore?

Anonimo ha detto...

tranquilli tra poco finisce tutto il tpl, le società private e comunali in in italia per il tpl stanno chiudendo, vedi ATP di genova libri in tribunale e fallimento, ed altre città, compresa la famigerata atac, stanno chiudendo, si chiede solo un pochino di pazienza, qualcuno sta risolvendo il problema alla radice, basta fidarci dello specchietto delle allodole chi ci hanno messo sotto al naso

Anonimo ha detto...

per ricordare qualche altra cosa ai lettori, in questo momento stanno cadendo le aziende più piccole in italia, a roma già abbiamo avuto dei segni del percorso ormai obbligato, a roma c'è un modello di Tpl misto, le linee gestite da privati, già in primavera sono saltati i stipendi di molti lavoratori del tpl, si è visto dalla mancata uscita dai depositi di molte linee, comprese le notturne, le aziende che operano nell'indotto del tpl non vengono erogati i trasferimenti di denaro, che riguardano ricambi, pulizie, vigilanza, ecc. negli ultimi anni si è visto un abbassamento medio degli stipendi (autisti operai). nei post. quà sopra si parla solo delle conseguenze di una certa politica del trasporto. il resto, compreso serve solo depistare le responsabilità, si vede da quello che c'è scritto per la maggior parte dei post.

Anonimo ha detto...

Fate caso a quanti si fermano dentro gli spazi e accostando, cosi da far superare macchine e motorini, senza considerare che se si cade per terra fuori dalla fermata si ha pure torto!

Anonimo ha detto...

...tra non molto quando verranno trasferiti quei pochi soldi al Comune/Tpl romano "forse", verranno rimodulate molte linee del Tpl, cioè toglieranno degli autobus, se prima passavano ogni 20 min. poi le stesse passeranno ogni 30 per fare un esempio, ma noi vedremo un solo responsabile ovviamente, a Milano vengono erogati per il Tpl 300 milioni anno, ed è una città un terzo di Roma, a Roma sapete quanto? 140 milioni, allora domani andiamo a discutere con l'autista

Anonimo ha detto...

alla signora laura : ha perfettamente ragione , l'autista in una citta' civile avrebbe aperto le porte del bus, fatto scendere le persone educatamente,chiamato le forze dell' ordine e farsi portare in ospedale x un controllo psicofisico avendo la responsabilita'x l'incolumita' dei passeggeri.Era questo che voleva? Invece l'autista ha ripreso il servizio......pensa che coglione.Vogliamo fare tutti le persone civili con il culo degli altri...immagini in germania...direttamente in galera x interruzione di pubblico servizio , e non parlo dell'autista ma di quel demente che lo ha aggredido ...distinti saluti

Anonimo ha detto...


"Anonimo ha detto...
alla signora laura : ha perfettamente ragione , l'autista in una citta' civile avrebbe aperto le porte del bus, fatto scendere le persone educatamente,chiamato le forze dell' ordine e farsi portare in ospedale x un controllo psicofisico avendo la responsabilita'x l'incolumita' dei passeggeri.Era questo che voleva? Invece l'autista ha ripreso il servizio......pensa che coglione.Vogliamo fare tutti le persone civili con il culo degli altri...immagini in germania...direttamente in galera x interruzione di pubblico servizio , e non parlo dell'autista ma di quel demente che lo ha aggredido ...distinti saluti"

Ma Anonimo, cosa dici ? Adesso il demente è diventato l'anziano che è stato mezz'ora in piedi ad aspettare quel cialtrone di autista e poi un'altro quarto d'ora per lo sciopero bianco dello stesso? Praticamente tre quarti d'ora persi per un parassita che percepisce lo stipendio a scapito di laureati e dottorandi di ricerca senza occupazione stabile ? Ma non prova un po' di vergogna ?

Anonimo ha detto...

Buona sera sono sempre il conducente atac per quanto riguarda la linea 60(la prendiamo come esempio perché non è una linea della mia rimessa)ricordo che le vett.che transitano con la scritta dep. o fs è perché sono stati autorizzati dietro disposizione di un superiore non è l'autista che decide di andare fs per essere reinquadrato in linea...A me dispiace molto e lo dico sinceramente perché nessuno parla-scrive o filma dei gesti gentili degli autisti ma solo i negativi....a me piace molto il mio lavoro ho iniziato a fare l'autista di turismo a 21 anni e posso dirvi che ricevere un buongiorno o ricevere un sorriso quando lo si dice(e io lo faccio sempre e sono sicuro che la maggior parte dei miei lo colleghi lo fa sempre) sia segno di educazione, invece la maggior parte delle volte la prima cosa che si chiede è un informazione senza buongiorno o la fatidica domanda A CHE ORA PARTE!!Provate a fare questa domanda mettendoci prima un bel buongiorno e poi vedrete.A me i miei hanno insegnato che salutare non è vergogna e saluto sempre ovunque vada alla posta-in un negozio. Non me ne vogliate ma non voglio fare il buon samaritano ma pensateci a quello che vi ho detto e provateci. Poi non metto in dubbio che tra noi ci sia qualche testa biricchina ma in tutti i lavori c'è quello che vuole fare come gli pare anche se qui da noi ripeto siamo controllati da quando esce la vett.dalla rim a quando rientra...Però mi dovete anche perdonare se faccio questa osservazione tutti dite che gli autisti non fanno niente perdono tempo al bar!Aloora se arrivo al capolinea alle 9a.m. e la partenza da tabella è prevista alle 9 15a.m. io in questi 15 minuti posso andare al bar (previo disp.ne scritta da un superiore) che la maggior parte delle volte ci si và per usare il bagno e per non recare disturbo al proprietario ci si prende un caffè...chiunque lavori in ufficio si puom alzare e va in bagno noi no...il pappagallo ancora non ce lo abbiamo in dotazione...tutto questo l'ho detto non per giustificare il nostro comportamento ma perché leggendo i commenti ho notato che sono stati scritti intorno alle 10 a.m. orario in cui tutti stanno lavorando o DOVREBBERO!!!

Anonimo ha detto...

Allora se voi avete preso una pausa per scrivere un commento perché il conducente non si puo prendere una pausa per fare plinplin? io vi capisco in tutto e per tutto(sn un pendolare anche io) avete super ragione quando dite che pagate ma no quando dite che mi pagate voi questo no nn siete voi con i biglietti o abbon.che sia il mio stipendio lo prendo perché faccio km e mi alzo a zolte alle 2 di notte per prendere servizio..poi sappiamo tutti non nascondiamolo che il vero raccomando no fa l'autista perdonatemi io si ho avuto una spinta ma ero in possesso tutte le patenti b/d/E/cqc ma chi di voi non l'ha avuta?un parente che vi ha raccomandato nessuno? tutti con un GRAN BUCIO DE CULO?il problema vero e proprio sta a monte sono state fatte assunzioni politiche in AMMINISTRAZIONE!!!in poche parole l'azienda di trasporto pubblico romana vanta personale in esubero in uffici a PRENESTINAA il personale viaggiante viene ogni anno dimezzato dalle pensioni e dagli inidonei temporanei... per questo abbiamo fatto lom sciopero per far si che queste benedette persone in esubero scendano-si rimbocchino le maniche l'azienda gli faccia prendere le patenti e venissero anche loro a guidare..MA QUESTO è UN SOGNO perché fino a quando continui ad esserci la guerra tra noi autisti e voi utenti(LA COSIDETTA GUERRA TRA POVERI) questo non avverrà mai perché a prenestina nessuno gliene frega..ok?decidiamom una data e quundo ci presentero in1000/2000 sotto prenestina sotto il campidoglio li si che son cazzi amari...Sappiate una cosa sale la destra toglie i capoccia de sinistra e gli devonbo dare la buona uscita(E CHE BUONA USCITA) sale la sinistra idem con patate.. io dico sempre che organizzare il trasporto pubblico romano non è facile e non si puo cristo santo paragonare roma a milano che è otto volte piuy grossa abbiate pazienza...ma finchè la guerra sarà tra noi e voi i BIG faranno sempre i comodi loro...Buona serata

Anonimo ha detto...

Non sono d'accordo con il gesto dell'autista anche se capisco l'esasperazione dei lavoratori insultati. Detto questo continuerò ad insultare anche gli autisti nella speranza che quegli insulti diventano atti contro la propria dirigenza.

Anonimo ha detto...

SCUSA VAI A VIA PRENESTINA 45 SEDE LEGALE ATAC E LI PUOI FAR VALERE TUTTI I TUOI DIRITTI.NO CHE INSULTI UN AUTISTA PERCHE HA UNA DIVISA.POI SE TI PIACE ROMPERE LE SCATOLE ALLORA E' DIVERSO.TI HO DATO L'INIDIRIZZO PRECISO.VAI LI' SE VUOI FAR VALERE I TUOI DIRITTI,ALTRIMENTI CONTINUEREMO A FARE LA GUERRA TRA POVERI!E RICORDA CHE ANCHE PER INSULTARE CI VUOLE CERVELLO!
GIANLUCA

Anonimo ha detto...

all'anonimo delle 5 47 quello che dici te dovrebbe farci capire quanta gente idiota và in giro se il tuo datore di lavoro ti fa lavorare male te rischieresti il posto di lavoro?ecco allora perché c'è un alto tasso di disoccupazione prendiamo esempio da Gianluca.....parliamo bene io in primis però prima di aprire la bocca ragiono e chiedo spiegazioni con educazione non ce la possiamo prendere con il primo che capita cazzoo che mondo di merda

Anonimo ha detto...

Guerra tra poveri un par di palle.

C'è gente paraculata anche tra il personale viaggiante. Che buciardi. PD e PDL v'hanno sistemato bene ehhhh…

Anonimo ha detto...

anonimo delle 6 31 te sicuramente sei uno de prenestina.....parassita non fate ncazzo dalla mattina alla sera...e non me veni a di che non è vero perché per certo so che non sapevano cosa farvi fare....ma la colpa non è neanche vostra non capi male ma de chi ve c ha messo tacci sua

Anonimo ha detto...

Ahoo m'hai beccato proprio eh!! So proprio der Preneste! Ma chi sei AGrissom?

Già che te ne 'ntendi: ce sta na fuoriuscita de blatte come a te che non se vó arestà… che dici je dó de DDT oppure passo direttamente ar foco?

Anonimo ha detto...

è lo so caro mio fa male piame pure per culo dovete sape che che 1 se l'azienda da fallimento chi produce km io...rimango te se sei de prenestina vai a casa visto ke lavori...se non lavori in atac informate sul REGOLAMENTO AZIENDALE te ne dico solo tre le fermate occupate dalle macchine non vanno effettuate per mancanza sicurezza, quindi a roma parti dal cap.e arrivi al cap senza fermarti prima, poi vojo ride io.... le macchine in doppia fila non possono essere sorpassate perché invadono la corsia opposta quindi me fermo e i limiti dentro roma se centro abitato 20km orari fuori 30 vuoi che venga rispettato con tutte queste aggrassioni state solo accorciando i tempi...prima o poi inizieremo se fino ad adesso non lo abbiamo fatto era solo per non recare altri problemi a voi coglionazzo

Anonimo ha detto...

Ammazza ahooio c'hai proprio er potere 'n mano eh? Te senti proprio 'nsostituibbbile eh? Me sa che tra 'n po' ce mettemo quarche rumeno ar posto vostro. Metà daaa paga tua e nun rompeno er cazzo. Ner caso fanno quarche specchietto e quarche fiancata de quarche stronzo che se parcheggia male. Poi te ce vojo vede 'nzieme a di che sete poveretti e a protesta, a te e allo stronzo che se parcheggia a cazzo.

Che dici, te piace come prospettiva? Comincia a 'mparatte a fa l'orto sur barcone de casa tua.

Stefano Rossi ha detto...

io spero vivamente che l'autista "che sicuramente ha il 100% della ragione" faccia una bella denuncia a sto stronzo de videoamatore...facendo uscire l'articolo sul giornale di roma attestando il fatto .....brutti coglioni de merda dovete capire che esiste la privacy...e nn ve fate belli davanti ad una folla tutti contro uno...perché coglione nn sei andato a riprenderlo in faccia il collega..avevi paura?????

Anonimo ha detto...

bravo mettece li rumeni , portaie pure na birra la mattina

Anonimo ha detto...

È regolare, sinnó nun me carbureno bbene de prima mmattina.
Ahoo hai visto mai che si je regali du verze dar barcone tuo te vengono pure a curà l'orto.

Anonimo ha detto...

Io se fossi l'autista di quel bus farei subito una bella denuncia a chi a fatto quel video e lo ha messo in internet. VIOLAZIONE DELLA PRIVACY. poi parliamoci chiaro, qui chi ci governa ci prende per il culo ogni giorno. SI E' LAMENTATO NESSUNO CON L'AUMENTO DELL'IVA AL 22%, OPPURE CHE HANNO TOLTO L'IMU ED HANNO MESSO LA SERVICE TAX, OPPURE CHE SI DICEVA CHE BERLUSCONI DOVESSE ANDARE IN CARCERE ED E ' ANCORA LIBERO, OPPURE CHE NEL NOSTRO PAESE IL 40% DEI GIOVANI NON HA LAVORO, OPPURE DI QUELLE POVERE PERSONE ANZIANE CHE VANNO A ROVISTARE NEI CASSONETTI PER CERCARE QUALCOSA PER MANGIARE. Posso solo dire che siamo tutti frustrati dalle cattive amministrazioni che ci mettono l'uno contro l altro,,,,,, ma loro vogliono questo. RIPRENDIAMOCI IL NOSTRO PAESE E IL NOSTRO FUTURO.

Anonimo ha detto...

intanto la nuova sede ATAC è in costruzione all'eur. coi soldi nostri. davanti all'euroma2. il prezzo dell'immobile non è ancora di pubblico dominio. anzi... se gli chiedete qualcosa ai dirigenti fanno pure i vaghi..
ancora che state a parlà di conducenti e passeggeri? non avete capito che non gliene frega un emerito cazzo a nessuno dei biglietti, dei pendolari, dei ritardi, degli scioperi e de tutto il resto? altro che guerra fra poveri... qua stamo come i cani randagi che se spolpano un osso.

andrea ha detto...

Ho letto alla fine del video che a Roma c'è un servizio pubblico da medio evo, forse perche ha dei cittadini da medio evo che da sempre brucia vivo l'autista come fosse un eretico e si inchina al potente di turno, che con i suoi amichetti spolpa l'atac. (Andrea)

Anonimo ha detto...

tietteli stretti i pori autisti che cosi forse ancora pe un po magni,ma com'e' stai in fissa co l'orti ma venissi dalla campagna io so der Quadraro e co l'orti cio' poco a che fa ,noi semo altri tipi non proprio ortolani

Roberto ha detto...

Vabbè dai, pure in questo genere di discussioni sbuca fuori la praivasi?

Cento e rotti commenti di cui la maggior parte sono di autisti coatti VS passeggeri coatti, che invece di coalizzarsi per il bene comune (corsie preferenziali, no doppia fila, ecc.) si stanno scannando peggio dei riommanisti e laziesi dopo un derby.

Gli autisti proteggono a spada tratta il collega senza magari avere la sua testimonianza sulla vicenda, i passeggeri difendono i passeggeri del video insultando gli autisti in generale

Il motivo per cui non cambierà mai nulla è perché in Itaglia tutti proteggono il proprio "circolino" senza pensare che solo l'unione di più "circolini" fa la forza.

Per iniziare a migliorare la situazione alcune soluzioni ci sono (corsie preferenziali con cordolo ed eliminazione della doppia fila facendo appunto le preferenziali), basta applicarle e come spesso dice questo blog sono anche a costo zero (altro che non ci sono i soldi).

Roberto

Anonimo ha detto...

Aho a regà e bastaaaaa... state annà tutti ottì....fatela finita

tram

Anonimo ha detto...

A Quadrà allora nun se semo capiti… co l'orto ce dovrai da annà 'n fissa te si voi magnà… l'autieri rumeni te stanno cor fiato sur collo. È me sa che manco è tanto piacevole a cosa. Chissà che cazzo se so bevuti!!!

Fai poco 'o gnorri che hai capito bbbbene de che te sto a parlà… si a vonno provà a ritirà su come dicheno, li primi che sarteno so quelli che se ponno sostituì co chi se fa sfruttà a dovere… poi faje causa… chiudono a 'n modo e riapreno a n'antro… corrije 'mpo appresso.

Anonimo ha detto...

A Robbè, ma chi cazzo sei?! Er John Lennon de Corso Francia?! Sei pure juventino, facce capì?!

The Londoner ha detto...

Hi Tram,
Glad to read you again!!
It seems someone got a little pissed off by these guys using their power in a sociopathic way.
I think that since people like to waste their time and other people's time too in your country, it will never improve anything.

How's it going, by the way? Still anchored to your nostalgic thoughts?

Anonimo ha detto...

Scusate ma se uno vi chiede a che ora parte senza dire buongiorno capisco che vi da' fastidio, ma voi state lavorando, siete pagati (male, certo) per questo, non e' che potete prendervela come con un amico del bar che vi fa girare i coglioni. E' parte del lavoro interagire con il pubblico, con quello che comporta. E comunque spesso la maleducazione e' in senso contrario.

Incredibile poi che adesso la colpa e' di chi ha girato il filmato!! Ma lo sapete che in altri paesi si filma la polizia quando ha comportamenti scorretti? altro che gli autisti! provate a farla a londra una cosa del genere, dove gli autobus girano con gli annunci di ricerca di autisti stampati dietro. E vedete quanto durate.

Anonimo ha detto...

Solo chiacchiere.......gli autisti sono gli unici che pagano x tutto......in vettura c'é un sistema satellitare quindi sanno quando arriva e quando riparte........se l'autista come dicono in tanti che chiacchiera al capolinea o fa i fatti suoi subito viene beccato. Il problema viene da chi gestisce e ricordatevi che alla guida ci sono persone,spesso padri di famiglia,non animali. Gia lavorano in vetture scandalose in più devono subire anche insulti. La prima regola dell'autista è di garantire sicurezza ai passeggeri quindi in stato emotivo di agitazione non può proseguire il servizio. A differenza di quel che hanno detto in molti ha fatto il suo lavoro egreggiamente. Bruno

Anonimo ha detto...

Ahhh so pure padri de famija? Bene bene… mo mettemo un po' de resgistraziioni online… Cosi quarche moje chiede er divorzio… poi vedi quanti "buongiorno" dite… ce fate er rosario… e dovrete puavvela solo che co' voi stessi. Sti cazzari.

Famme capi n'antra cosa poi: siccome saresti 'n padre de famija (er che già denota er personaggio che vive nell'800 quanto a mentalità) che c'avresti 'n trattamento preferenziale rispetto all'antri?

Anonimo ha detto...

Guardate che fare l'autista a roma o ti piace o non lo fai. Noi autisti siamo fin troppo cordiali con i nostri passeggeri, delle volte facciamo + di quello che dovremmo fare. Certo non tutti. Cmq dai E' inutile FARE LA GUERRA TRA POVERI. QUI CE' BISOGNO di dare una bella sistema a questa italia e RIAVERE I NOSTRI DIRITTI

Anonimo ha detto...

…oppure nun poi fa antro na vita, t'ha paraculato quarcheduno perché te sei riprodotto e nun saresti 'n grado de fa 'n cazzo pe mette 'nzieme er pranzo co a cena pe' tre creature e na mojettina che voleva fa a velina… ma ha usato male 'a sua vagina.

Giusto 'n guercio o 'n cojone nun ve riconosce lontano a km de distanza.

Fate così: continuate a fa quello che avete sempre fatto nell'urtimi 20/30 anni e non rompete troppo er cazzo. Si volete parlà, prima annate a studià.

Anonimo ha detto...

Vedremo

Anonimo ha detto...

io non mi vergogno nel modo più assoluto! allora quando vado in banca oppure alla posta oppure in qualsiasi altro ufficio e staro' li ad aspettare ore mi sentiro' autorizzato a prendere a calci l'impioegato oppure a mandarlo a fare in culo a bestemmiargli tutti i suoi morti . Ma si rende conto di quello che dice ? ma è possibile che non riuscite a capire che il conducente del bus non è il responsabile dei ritardi .Poi lei usa un linguaggio che mi fa capire che ha un bel po' di problemi !!!! una persona che sta facendo il suo lavoro lo chiama parassita!..e sarei io che mi dovrei vergonare? COMPLIMENTI

Anonimo ha detto...

Autista aggredito

http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/autista_atac_aggressione_passeggero/notizie/336945.shtml

Prv ha detto...

Vedo che siamo di un passo più vicini alla guerra civile.
Bene, forse. Bisogna distruggere per ricostruire.
Ma stiamo facendo una guerra tra poveri.

E mentre autista e passeggero si scannano, la lotta ai poteri forti chi la fa?

Anonimo ha detto...

Guarda se vuoi tornare alla lingua italiana, ben volentieri ti accontento. Vuoi sapere qual'è il mio problema? Lo stesso di milioni di altre persone: vedere chi abusa del proprio poteruncolo in ogni settore della vita del Paese. A cominciare da quelli che sarebbero dei servizi pubblici. Ove, non so se tu hai vissuto su Marte negli ultimi 30 anni, sono stati assunti in maggioranza menit rubate all'agricoltura. Per raccomandazione politica. Non so, devo linkarti centinaia di migliaia di articoli di giornale, per esempio, attestanti tale verità?!

Quindi se oltretutto questi personaggi hanno anche la faccia come il culo di fare le vittime, di ritenersi anche dei cenerentoli del nuovo millennio, ti consiglierei di andare a vedere cosa cazzo facevano in tempi di cosiddette vacche grasse.

È molto istruttivo. Ciò detto rimane il fatto lampante che due prepotenti —utente incazzato ed autista— come sempre avviene in Italia, hanno creato un danno a molti altri.

Anonimo ha detto...

glielo spiego io....linteresse dell'azienda sta nel fare i km e non trasportare gente pertanto se due autobus arrivano al capolinea insieme per motivi di traffico o via dicendo, l'azienda vieta di darci la distanza per offrire un servizio decente e vuole che si parta a una distanza massima di tre minuti!!! Tre minuti che si trasformano in niente dopo un paio di fermate visto che al collega davanti lo stanno aspettando tanti gentili utenti....lui impiegherà più tempo per fare le fermate e io che sto dietro come per magia me lo ritrovo subito davanti! Chiaro ora di chi è la responsabilità? Speriamo......

Anonimo ha detto...

Basta con le municipalizzate che offrono un pessimo servizio a fronte di costi enormi.
L'ATAC deve essere abolita. Il comune deve tenere gli assets (bus, metro, rete, etc) e dare il servizio in gestione a privati. E ogni anno, al massimo due, si riemette la gara di assegnazione se il servizio non è all'altezza.
Questo è quanto accade in molti paesi dove i servizi di trasporto funzionano.
Personale e dirigenti ATAC devono sentire il pepe al culo del possibile licenziamento, altrimenti continueranno a fregarsene.

Anonimo ha detto...

per confermare le mie impressioni descritte 3:37 - 4:04 copio ed incollo un pezzo dell'articolo uscito oggi su corriere della sera: I conti, comunque, ancora non tornano. Se 450 milioni possono arrivare dalla legge di Stabilità, altri 140 milioni sarebbero quelli messi a disposizione dalla Regione per il trasporto pubblico locale: cifra della quale hanno discusso l’altra sera Marino e l’assessore al Bilancio di via Cristoforo Colombo, Alessandra Sartore. Il resto? Poi c’è la partita sui tagli. Marino ha scritto all’ad di Atac Danilo Broggi, per annunciargli la brutta notizia: riduzione di 50 milioni sul contratto di servizio, da qui a dicembre. A rischio, adesso, intere linee della città.
http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_ottobre_09/atac-marino-annuncia-taglio-50-milioni-rischio-cancellazione-intere-linee-bus-9a213ad8-30a8-11e3-b3e3-02ebe4aec272.shtml

Anonimo ha detto...

... e 4:28 sempre del giorno 8.

Anonimo ha detto...

....adesso andiamo a discutere con l'autista che più facile.

Anonimo ha detto...

I primi che saltano sono gli esuberi,e sappiamo benissimo che gli esuberi non sono autisti,tanto meno meccanici lascio a voi pensare a chi rimane in esubero ,l autista e'. La Produzione mo fatevi due conti

Anonimo ha detto...

"Anonimo ha detto...
io non mi vergogno nel modo più assoluto! allora quando vado in banca oppure alla posta oppure in qualsiasi altro ufficio e staro' li ad aspettare ore mi sentiro' autorizzato a prendere a calci l'impioegato oppure a mandarlo a fare in culo a bestemmiargli tutti i suoi morti . Ma si rende conto di quello che dice ? ma è possibile che non riuscite a capire che il conducente del bus non è il responsabile dei ritardi .Poi lei usa un linguaggio che mi fa capire che ha un bel po' di problemi !!!! una persona che sta facendo il suo lavoro lo chiama parassita!..e sarei io che mi dovrei vergonare? COMPLIMENTI

ottobre 09, 2013 11:50 AM"

Vedo che è Lei effettivamente ad avere grossi problemi. E' ovvio che se Lei andasse a fare la fila alle Poste (tanto per dire), e l'impiegata o l'impiegato bloccassero la cassa per mezz'ora perché offesi delle invettive lanciate da un anziano, Lei sarebbe eccome autorizzato ad essere più che indignato. Qui non si sta facendo una crociata contro gli autisti, ma contro gli autisti scorretti e parassiti.
Il conducente del bus, probabilmente, non sarà responsabile dei ritardi, ma non è di certo autorizzato a provocare un danno a decine e decine di passeggeri con un comportamento simile. Quindi sono io a farLe i complimenti per la sua accorata difesa di un indifendibile

Anonimo ha detto...

Mi associo ai complimenti fatti sarcasticamente dall'anonimo delle 4:41. Forza, difendiamo Caino ! Va di moda...

Anonimo ha detto...

Rispetto prima di tutto

Anonimo ha detto...

certo se ne dicono de stronzate,sto paese più va avanti più fa veni da vomita',per questo altri paesi non ci possono vedere,adesso il problema so i 15 minuti che e' stato fermo l autobus.Con tutti i problemi che ce stanno
.

Anonimo ha detto...

Confermo, i probblemi so artri!!!

Anonimo ha detto...

Ma come,la gente non aspetta ,15 minuti,e quindi per risolvere il tutto gli tolgono le linee,a me ,me pare na stronzata,poi se togli le linee ,con i videfonini che ce se fa,boo"

Anonimo ha detto...

Hai ragione. Ma perché non farli fermare anche un paio d'ore, no?! Come fanno in Svizzera, Germania, Feancia, Spagna, Inghilterra, etc.
Noi solo 15 minuti. Che vergogna! Pure precoci…

Anonimo ha detto...

Biglietto pregooooo!!
http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/atac_biglietto_controllori_metro/notizie/333348.shtml

Anonimo ha detto...

le pietre vanno tirate a chi le merita ,nessuno sa che l'autista e' partito in anticipo rispetto alla sua tabella,e nonostante la sua buona volonta',la gente continuava ad inveire contro lui,senza che avesse la minima responsabilita' del ritardo anzi con comportamento esemplare effettuava servizio.il problema e ' che bisogna capire ,e rispettare chi lavora ,senza lasciarsi andare,con insulti verso autisti molto spesso non colpevoli della situazione

Anonimo ha detto...

Pugno a un controllore da un senza biglietto

http://www.romatoday.it/cronaca/aggressione-piazza-venezia-autista-atac.html

Anonimo ha detto...

Situazione simile l'ho vissuta sul 781 che da via oderisi da gubbio doveva portarmi a Testaccio; prenoto la fermata subito dopo quella di via Ettore Rolli, il pratica quella che ferma dietro al mattatoio. L'autista, che probabilmente doveva di lì a poco finire il turno perchè era sera, le strade libere e la curva di ponte testaccio l'ha fatta a 60 all'ora, ignora palesemente la mia richiesta, dice che la prenotazione l'ho effettuata dopo e si rifiuta di fermarsi prima della prossima (la prossima eraall'altezza di via Marmorata, per intenderci!) mi prende anche per il culo facendomi passare per cretina! Appena scesa ho preso tutti i dati, numero di mezzo, corsa, orario, ed ho immediatamente chiamato il servizio atac per i reclami... voi credete abbiano preso provvedimenti? Uno schifo!

Anonimo ha detto...

Se l'autista dell'atac linea 628 non ha niente di meglio che bloccare la vettura con la gente dentro senza motivo oltre alla relativa denuncia che si prenderà, prima dovrà prendere una bella serie di cazzotti in faccia e poi gli dite: lamentati ora!

Anonimo ha detto...

Ogniuno di noi puo' avere dei momenti che vanno oltre il buon senso ,sia per chi lavora sia per chi va a lavorare o per chi non lavora piu' siamo tutti esseri umani detto questo non voglio giustificare nessuno e ne tanto meno incolpare qualcuno........
visto che e' quasi natale ...auguri a tutti...

Anonimo ha detto...

MI CHIAMO CARLO, ED HO GUIDATO L'UTOBUS DELL'ATAC PER 25 ANNI. EGREGI SIG.RI UETENTI, MAVI RENDETE CONTO COSA SIGNIFICA GUIDARE UN BESTIONE LUNGO 12 METRI E LARGO 2,5?, 'INIZIO DEL LAVORO SPESSO AVVIENE IN PIAZZA, ED ANCHE NOI DOBBIAMO SERVIRCI DEI MEZZI PUBBLICI. TANTO PER DIRNE UNA, NON TUTTI I CAPOLINEA SONO FORNITI DI BAGNI, IN PARTICOLARE LA DOMENICA QUANDO I BAR DOVE SPESSO VANNO GLI AUTISTI AD ELEMOSINARE UN BAGNO. MA POI PENSATE CHE QUEL POVERO CRISTO FÀ UN LAVORO MASSACRANTE, LO STRSS SE LO DIVORA, LE AUTO PARCHEGGIATE IN MODO IPOSSIBBILE, CHE SOLTANTO CON LA LORO PERIZIA E PROFESSIONALITÀ RIESCONO A PASSARE ED A NON INTERROMPERE IL SERVIZIO. VE NE DICO UN'ALTRA: SPESSO VENGONO CONSEGNATI OGGETTI RINVENUTI IN VETTURA, L' UTISTA È TENUTO A RECZRSI PREZZO LA RIMESSA DI APPARTENENZA A PROPRIE SPESE, STILARE UN RAPPORTINO INFORMATIVO E POI ANDARSENE A CASA. QUESTO DOPO OLTRE 6 ORE DI MASSACRANTE LAVORO. CERTO 'UTISTA CNE HA FERMATO LA VETTURA NON MI SENTO DI GIUDICARLO, PROBABILMENTE AVEVA UN'ATTACCO DI NERVOSO, PERTANTO AVEVA BISOGNO DI CALMARSI, RICORDIAMOCI CHE SUGLI AUTOBUS SALGONO PERSONE E FARE UN'ERRORE PUÒ COSTARE CARO SECONDO ME POTEVA APRIRE LE PORTE DICENDO AI VIAGGIATORI CHE AVEVA BISOGNO DI QUALCHE MINUTO DI PAUSA, PERCHÈ NON SI SNTIVA BENE. MA PURTROPPO L'UTISTA È QUELLO CHE SI PRENDE GLI INSU, TI ANCHE SE LA VETTURA È IN RITARDO, MA IL RITARDO PUÓ ESSERE GIUSTIFICATO, CAUSA TRAFFICO, O SE GLI MANCA UNA VETTURA DAVANTI PERCNÈ SI È GUASTATA, O ALTRI MOTIVI. VI PROPONGO DI FARE UNA PROVA, PRENDETE LA VOSTRA MACCHINA GIRATE PER OLTRE 6 ORE NEL TRAFFICO ROMANO, E QUANDO SCENDETE DOPO VARIE PAUSE, MI DITE COME VI SENTITE. BZDA BENE HO DETTO LA VOSTRA MACCHIQN CHE NON È LUNGA 12 METRIX2,5 SIAMO PIÙ COMPRENSIVI NEI CONFRONTI DI CHI LAVORA. CIAO A TUTTI. CARLO

Anonimo ha detto...

Caro amico, non cercare scuse, diventi solo ridicolo, perchè la maleducazione e l'arroganza vostra non la vedo in nessuna altra azienda di trasporto italiana. Fatti un viaggio a Milano, Torino, Trento o Bolzano, e guarda come si comportano i tuoi colleghi; non parliamo poi dell'estero, dove chi guida controlla anche i titoli di viaggio. Statevi zitti, che fate più bella figura.

Anonimo ha detto...

Caro signor autista, mio zio era un tuo collega e guidava autobus come i Lancia 718 o i FIAT 410 che, a confronto, quelli che guidate voi oggi sono dei giocattoli, e non si è mai sognato di comportarsi come voi di adesso. Ma fatela finita, tanto io personalmente le conosco bene le reali magagne vostre e della vostra azienda: non mi far parlare che è meglio...In qualunque altra azienda di trasporto, verreste cacciati via dopo 10 minuti di lavoro, a calci in culo.

Anonimo ha detto...

Ma infatti, non a caso l'ATAC è risultata la peggiore azienda di trasporto pubbllico operante in Italia...non sarà, tra i vari motivi, anche per la selezione e formazione del personale effettuate con criteri discutibili?! Secondo me, è anche possibile...

Anonimo ha detto...

Un politico romano, su un libro alcuni anni fa, scrisse, a proposito delle aziende di trasporto locale romane: "...la missione primaria di queste aziende è assorbire disoccupazione, con un numero di dipendenti completamente slegato da obiettivi di efficacia del servizio...". Beh, credo che qualcosa voglia dire...

Anonimo ha detto...

Inoltre, caro sig. Carlo, quando scrive in questi blog non scriva maiuscolo, perchè equivale a gridare...e qui, se c'è da gridare, lo dovremmo fare noi utenti, che paghiamo tasse d abbonamenti per avere servizi che fanno schifo...ok?!
Lei dice di avere rispetto per chi lavora: d'accordo, ma il rispetto lo si deve avere anche per chi paga, e si ricordi che qui non lavorate solo voi, e se il lavoro vi pesa tanto potete sempre licenziarvi e cambiare mestiere, nessuno vi obbliga a restare.
La professionalità e la meritocrazia mancano qui a Roma, caro lei: ecco il vero problema.

Anonimo ha detto...

Ammettiamo pure che l'autista in oggetto abbia avuto le sue buone ragioni, lo si spiega al pubblico con cortesia e professionalità, non con arroganza e con modi di fare da coatto di borgata. Questo è, anche, il problema.

Anonimo ha detto...

Ma infatti, il punto del discorso è proprio questo: un incaricato di pubblico servizio deve avere l'obbligo di usare modi cortesi col pubblico e di tenere una condotta conforme ai civici doveri. Ed è proprio questo che, molto spesso, manca al personale romano.

Anonimo ha detto...

Certo che tra Vinicio Mittarelli, noto pipparolo dei bus che non perde occasione per ammorbare la gente con cose di cui non frega una mazza a nessuno (dopo che hai fatto sapere a tutti che conosci la storia del 628 te senti meglio? te senti realizzato? Vuoi pure un applauso? dai, ora però piantala e torna a chiuderti in bagno con le tue fotine) e i frequentatori di questa pattumiera non si sa chi stia messo peggio di testa. I gestori del sito andrebbero appesi per le palle ad una palina dell'atac per tutte le cazzate che scrivono su questo sito (speriamo piglino fuoco i server), l'autore del video prima o poi becca le botte da qualche autista....bravo, bravo, te senti realizzato ora che hai fatto il video e lo hai mandato a sti quattro fascistelli....hai avuto al tua gloria...dovrebbero sputarti in faccia..

Anonimo ha detto...

Frequento tutti i giorni la fermata di Termini, ho un ventaglio de circa 6 bus da poter prendere (223, 82, 310, 910, 38, 310). Ho scaricato l'app dell atac sul mio smartphone, e controllo l'orario di ognuno, per scegliere quale prendere...

In 1 anno che lo faccio, NON 1 GIORNO, sono partiti in orario questi, a volte passano anche 10 minuti prima che parte uno.

Gli autisti sono tutti con la sigaretta in mano tranquilli, i bus partono già pieni di gente e nelle fermate successive spesso le persone non riescono a salire...

Semplicemente... un diservizio vergognoso per la capitale.

Andrea Fregona ha detto...

Mi sono imbattuto per caso in questo vostro blog e mi sono ritrovato a rivivere 27 anni di inferno vissuti da autista all'ATAF di Firenze.Dopo 10 anni di pensione ancora non sono riuscito-e non lo voglio fare-a dimenticare le umiliazioni subite da una masnada di delinquenti ottusi e vigliacchi come gli utenti.Perchè delinquenti?Perchè in tutti questi commenti,anche quelli dei colleghi a cui ovviamente va tutta la mia solidarietà,non ne ho trovato uno che ricordasse che offendere un autista si chiama "oltraggio a incaricato di pubblico servizio"ed è un reato che purtroppo durante i miei anni di servizio(non ricordo esattamente quando)venne derubricato da reato procedibile d'ufficio(al pari di oltraggio a pubblico ufficiale)a reato procedibile su querela di parte,tanto per farci il favore di renderci ancora più deboli.Per non parlare del reato di minacce e lesioni.Ma in 27 anni di gente di merda come voi ne ho comunque fatta condannare tanta,ve lo posso garantire,anche se ovviamente l'avvocato me lo dovevo pagare perché l'azienda vende la tua pelle agli utenti non potendogli vendere un servizio efficiente ma poi ti abbandona al tuo destino.Perchè ottusi?Perchè è perfettamente inutile spiegare le vere ragioni di un disservizio(la situazione a Firenze è esattamente la stessa raccontata dai colleghi romani)a chi NON VUOLE capire,ma solo sfogare con un debole le proprie nevrosi e frustrazioni,a volte non solo di utente ma anche umane.Perchè vigliacchi?Perchè è ovvio che ve lo potete permettere solo perché l'autista in vettura E' SOLO e testimoni non ne trova quasi mai,visto che solidarizzate tra voi anche di fronte alla violenza fisica agita contro l'autista,e il più delle volte mentendo spudoratamente sia alle eventuali forze dell'ordine intervenute(raro)che poi nei reclami all'azienda.Chiamare la polizia?Mi fate ridere,non sapete di cosa state parlando.Mentre a voi,che ovviamente nel vostro lavoro non sarete soli,questo non può capitare,perchè chi vi dovesse aggredire,offendere o minacciare sarebbe subito perseguito e poi condannato sulla base delle testimonianze dei vostri colleghi.Vergognatevi.Andrea Fregona

Anonimo ha detto...

E' successa a me la stessa cosa il 23 settembre 2016, ho atteso il 30 express a Lepanto 45 minuti, ne passano due insieme e alla richiesta di spiegazioni all'autista, il tipo spegne il bus e dice che è rotto, inviata mail a pec atac, non ho ancora ricevuto risposta!

ShareThis