Via Guglielmo degli Umbertini. Uno dei cento giardini di Roma in mano a sbandati e ubriaconi così come niente fosse

21 ottobre 2013







foto Daniele

20 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Comunque il nome della via è sbagliato, è via Guglielmo degli Ubertini, controllate bene prima di scrivere fregnacce! :)

Anonimo ha detto...

tossici, writers, vandali, zingari... tutti in miniera, palla al piede, 18 ore al giorno. Se poi ci lasciano le penne, tanto meglio.

Anonimo ha detto...

Non rimane che sperare che un giorno si materializzi un Charles Bronson. Un giustiziere della notte che ci liberasse da questa feccia sarebbe auspicabile vista la latitanza di politici, amministratori, forze dell'ordine e giudici.

Anonimo ha detto...

In parecchi scatti fotografici noto ormai una somiglianza raccapricciante tra Roma e Bucarest.

Anonimo ha detto...

forse perché la feccia rumena s'è trasferita in blocco a Roma. Ma, come dice la kienge, noi DOBBIAMO accogliere...

Anonimo ha detto...

Zingari, vandali, drogati, stranieri....per la mia mentalità pacifista vanno compresi, bisogna capire il come e il perché. C'è veramente tanta gente superficiale che guarda le apparenze ed è più grave la chiusura ai problemi piuttosto che il menefreghismo dei cittadini.

Fortuna che di froci non se ne vedono ad inchiappettarsi. Quelli sì fanno schifo peggio di quello quell'africano che ha ucciso con piccone quattro uomini.
Per il modo di essere cercherei di capire cosa nasconde quel gesto folle e distruttivo, non lo vedo un pazzo ma una prsona che probabilmente ha avuto un passato infelice.
I froci sono lo schifo! Non c'è niente da giustificarli sono la spazzatura, la cosa peggiore molto peggio di un pedofilo lo schifo che si riproduce e che estingue l'umanità.

Anonimo ha detto...

Che fortuna vivere in una città fantastica come Roma. Che belle sorprese cela nei sui parchi, ad esempio.
Gli odori, i suoni, le sensazioni che fa scaturire al viaggiatore attento, sono impagabili ed irripetibili per qualunque altro luogo al mondo.

Anonimo ha detto...

qua ci vorrebbero scene quotidiane tipo ACAB-il film! devono pulì tutto! e poi al paese loro!

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=YRJiqcdSQUs

Anonimo ha detto...

Mi scusi l'Off Topic, ma non ha scritto dell'argomento che su Twitter, e non ho un account per commentare lì.

Sono molto deluso dai toni che lei ha usato per descrivere la manifestazione del 19 ottobre. Io ci sono stato, partecipando attivamente e con solidarietà alle rivendicazioni. Concentrarsi sui disordini e sulle inciviltà (inaccettabili, sia chiaro) è parziale, se non pretestuoso.

Dire che non c'era un'idea o uno slogan condivisibile è semplicemente falso: bastava parlare con qualcuno per convincersi del contrario. Le politiche di austerità degli ultimi governi sono state legittimamente contestate. Inoltre ho trovato bello e promettente che vari movimenti di protesta si siano ritrovati pacificamente e abbiano collaborato.

Consiglio la lettura di questo breve articolo http://www.vice.com/it/read/manifestazione-roma-19-ottobre-antagonisti
convinto che la poca informazione sui fatti (oltre a un odio condivisibile per qualsiasi azione incivile) abbiano portato al suo giudizio.

Un saluto
Gabriele

Anonimo ha detto...

Io ,come rumeno vedo in questi scatti fotografici la realta dei parchi romani,e dico all`anonimo di prima, di vedere un parco rumeno,prima di fare paragoni.Che a dire la verita non sono perfetti ma neanche cosi mal ridotti come quelli di Roma.Ma come sempre e facile rifuggiarsi nei paragoni e dare la colpa ai immigranti rumeni ubbriaconi.Che bella potrebbe esserr Roma...

Anonimo ha detto...

Infatti l'accostamento con Bucarest non è molto pertinente.
A Bucarest ci sono dei parchi spettacolari, curati e puliti. La sera si può passeggiare senza paura di essere aggrediti.
La differenza la fanno le istituzioni. Mentre da noi sono assenti, e quindi regna l'anarchia e il degrado, in Romania c'è controllo, c'è vigilanza e chi non rispetta le regole...son botte, come del resto in ogni altro paese civile.
Provate ad andare su Google street e vedete i parchi di Bucarest, resterete sorpresi.

Anonimo ha detto...

Il ministro degli interni romeno ci ha più volte ricordato che gran parte della criminalità romena si è trasferita in Italia, perché qui delinquenti e sbandati sono liberi di fare ciò che vogliono, soprattutto se immigrati e/o minorenni, grazie alle politiche buoniste imposte alla popolazione da una classe politica inetta, ipocrita e corrotta.
Per decenni è stata fatta passare l'anarchia per tolleranza, l'applicazione delle leggi per repressione. Ed ecco il risultato.
Per mio conto voterò soltanto per chi promette di fare piazza pulita della feccia, senza ipocrisie buoniste e con ogni mezzo.
Pena di morte. Subito !

Stefano ha detto...

Ma ancora con questa storia che agli stranieri è permesso delinquere? Ma non ve ne rendete conto che in Italia a CHIUNQUE è permesso delinquere? Italiani e stranieri.
È chiaro che in una condizione del genere, l'immigrazione che si richiama è più quella di criminali che di lavoratori onesti; ma il problema siamo "noi", non "loro".

Anonimo ha detto...

avere i delinquenti nostrani non significa che ne dobbiamo importare altri.

E comunque gli immigrati (10% della popolazione) commettono il 75% dei reati.

Forse sarebbe il caso di cacciarne via un bel po e limitare (se non interrompere) altri arrivi...

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...

Zingari, vandali, drogati, stranieri....per la mia mentalità pacifista vanno compresi, bisogna capire il come e il perché. C'è veramente tanta gente superficiale che guarda le apparenze ed è più grave la chiusura ai problemi piuttosto che il menefreghismo dei cittadini.

Fortuna che di froci non se ne vedono ad inchiappettarsi. Quelli sì fanno schifo peggio di quello quell'africano che ha ucciso con piccone quattro uomini.
Per il modo di essere cercherei di capire cosa nasconde quel gesto folle e distruttivo, non lo vedo un pazzo ma una prsona che probabilmente ha avuto un passato infelice.
I froci sono lo schifo! Non c'è niente da giustificarli sono la spazzatura, la cosa peggiore molto peggio di un pedofilo lo schifo che si riproduce e che estingue l'umanità.

--------------------------------------------------------------------------------

Anonimo chiunque tu sia sappi che sei un EMERITO COJONE a nome di tutto il blog!!!!!!

SAVONAROLA

Stefano ha detto...

All'anonimo delle 12:09.

Premessa: dove hai trovato quelle percentuali? Io trovo fonti molto discordanti.

Comunque sia, il tasso di criminalità è legato alle condizioni sociali, non all'etnia.
Quindi semmai il problema sono le condizioni in cui gli immigrati vivono, non al fatto stesso che siano non-italiani.

Anonimo ha detto...

Ma sto daniele invece di fotografare perchè non pulisce???..troppo faticoso??

Anonimo ha detto...

"Quindi semmai il problema sono le condizioni in cui gli immigrati vivono"

Al che si arriva al punto: se il paese non è in grado di offrire condizioni migliori allora li deve mandare a casa proprio perché se no va a finire così. In quanto ai romeni, qualche anno fa lessi una intervista a una prostituta: questa era venuta in Italia e si era prostituita (si era prostituita, non era stata costretta). Alla madre a casa però diceva che rubava perché non voleva farle sapere la verità e la madre era tutta contenta.

Anonimo ha detto...

Ma quella specie di sarcofago giallo delle prime due foto, che cazzo sarebbe?!

ShareThis