Sotto, sui Fori, inizia la Pedonalizzazione. Sopra, sulla più bella terrazza che affaccia sul Colosseo, vere e proprie Forche Caudine

22 luglio 2013



E oltre alle foto sulle ormai celebri Forche Caudine dei turisti sopra al Colosseo (nella famosa Via Nicola Salvi, protagonista del progetto di rivoluzione della mobilità a margine della Pedonalizzazione dei Fori).
Foto e Video Lorenzo G.

19 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Li vedo, li vediamo, tutti I sacrosanti giorni, e lo sdegno, l'umiliazione e la vergogna che si prova è indescribile.

Anonimo ha detto...

Cari miei, qui si pensa solo all'apparenza, chiudere sti benedetti Fori, sarà pure un bene necessario, ma se poi i camion-bar, i nomadi e i venditori di borse attaccano i turisti durante tutto il percorso pedonalizzato mi chiedo a che cosa serve tutta questa rivoluzione?
E se poi aggiungo che le altre strade diventano un gigantesco ingorgo d'inquinamento come la mettiamo?
Non era meglio partire da qualcos'altro, che sò dal potenziamento degli autobus che non passano ormai più causa ferie del personale!

Anonimo ha detto...

CHE SCHIFO...Cartoline dalla mafia romana...

Anonimo ha detto...

ROMA = NAPOLI = MERDA

Anonimo ha detto...

Be' non esageriamo in certi punti (non in tutti ovvio) Roma è molto peggio

Anonimo ha detto...

Da napoletano vi dico che Roma è giusto un pelino sopra Napoli solo perché la capitale d'Italia.

Anonimo ha detto...

La pedonalizzazione deve essere il primo passo per il ripristino della legalità al Colosseo. Il secondo passo deve essere l'eliminazione dello schifo che lo circonda.

Anonimo ha detto...

Vabbè ma invece di ringraziare... se uno ha sete con soli quattro passi dal colosseo e con soli otto euri si può degustare dell'ottima acqua in plastica. Fresca fresca!

Irene ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Irene ha detto...

Ho eliminato per errore il commento. Lo riposto.
Io sinceramente non ho capito dove sta tutto questo schifo. Le macchine parcheggiate forse, quelle sì, ma un camion delle bibite e un gruppo di turisti non mi sembrano uno schifo. E neanche lo sono, a mio avviso, le persone che fanno i gladiatori o che vendono souvenir, dovrebbero semplicemente essere sistemati con ordine e resi un po' più belli con degli stand adatti al luogo. Roma è bella (e piace) perché è viva, ci sono i romani che urlano, i turisti dall'aria sperduta...se volete Paperopoli andate a Las Vegas e fate costruire una Roma senza viventi. Toglierei le auto parcheggiate, quelle sì, e potenzierei al massimo i mezzi pubblici cominciando a far lavorare i dipendenti Atac...quelli sì che stanno bene, no i gladiatori che passano la giornata sotto il sole...

Riccardo ha detto...

Ma poi smettiamola con questo stupido pregiudizio su Napoli.E' stato ampiamente dimostrato che i romani sono peggio dei napoletani e che Napoli,in parecchie zone, è tenuta molto meglio di Roma.Basta cercare pure qui sul blog.

Anonimo ha detto...

Mah non fosse che i gladiatori sono abusivi e non fosse che vessano e insultano i turisti...

Irene ha detto...

I gladiatori hanno le licenze e delle precise aree assegnate, non mi pare di aver mai sentito un gladiatore o venditore di souvenir insultare i turisti, sarebbe piuttosto stupido oltretutto, dato che sono proprio i turisti a mantenerli.
Io credo solo che ci sia tanto pregiudizio, che i turisti siano trattati con i guanti solo perché portano ricchezza.
Sinceramente, per me, ciò che più deturpa il paesaggio del centro sono proprio loro, masse informi di persone con la macchina fotografica, pullman enormi che invadono le strade e i parcheggi. Capisco che non si possano limitare i turisti, perché portano ricchezza, ma almeno non prendiamocela con i 4-5 gladiatori che li fanno pure divertire...

Anonimo ha detto...

Davvero hanno le license? Per curiosità, avresti una fonte?

Anonimo ha detto...

Aho anvedi sto pezzente... Solo neuro a morto de fame...

Ti cerco il video su YouTube...

Hanno le licenze, pagano le tasse, emettono ricevuta? Non mi pare...

Anonimo ha detto...

Irene, sei sicura sulle licenze?

a me risulta che la proposta del mafioso 13 che voleva allungare le mani anche su questo business sia stata, per fortuna, riggettata

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/12_marzo_12/centurioni-no-tessera-e-foto-10euro-2003641898799.shtml

Anonimo ha detto...

I gladiatori "rumeni" non hanno nessunissimo genere di licenza;anzi:come evidenziato sulla cronaca di Roma se un cittadino qualsiasi prova a travestirsi da gladiatore e fare la stessa cosa lo minacciano e provano a malmenarlo...proprio delle candide colombe!

Anonimo ha detto...

Irene stai travisando il problema o forse sei solo un' amica di qualche gladiatore?

Jian Zhuo ha detto...

canada goose coats
jordan retro
hermes bags
gucci outlet online
kate spade
moncler jackets
rolex replica watches for sale
hollister uk
north face outlet
michael kors bags
20161121

ShareThis