Follia Strisce Blu a Roma. Il Tar ripristina le ignobili tariffazioni dell'epoca Alemanno. Il Comune non si pieghi

17 marzo 2015

Voi non lo sapete, ma il vostro sindaco non è Ignazio Marino, l'uomo che la maggioranza di voi ha votato. E la vostra Giunta non è quella composta da Improta, Caudo, Leonori e gli altri collaboratori che Marino si è scelto. No. Il vostro sindaco si chiama Carlo Rienzi, ed è il capo del Codacons. La sua Giunta è il TAR del Lazio. Queste ultime due sono le entità che governano Roma.

Chi ha vinto le elezioni in città non è in questo momento nelle condizioni di amministrare. Non può fare scelte (più o meno scomode, più o meno giuste, salvo poi pagarla alle prossime elezioni), perché le scelte vengono strumentalmente impugnate dal vero sindaco di Roma e modificate dalla vera Giunta di Roma. Questa autentica sospensione della democrazia, peraltro perfettamente legale fintanto che rimarranno legali organismi allucinanti come i TAR, sta affondando la città ancor più di quanto non sia.

La decisione del TAR del Lazio sulle strisce blu è semplicemente clamorosa. Il Codacons, nella sua azione di massacro della città, è peraltro recidivo: all'inizio dell'era Alemanno un ricorso fece saltare il sistema delle strisce blu. Quella Giunta di banditi decise non di contrastare l'assurda sentenza ricorrendo al Consiglio di Stato, bensì di cavalcarla annullando i parcheggi a pagamento. Fu il caos. L'associazione che dovrebbe difendere i consumato aveva provocato aumento dell'inquinamento, aumento dello stress, aumento dell'incidentalità, aumento del traffico, aumento della sosta selvaggia. Interi quartieri finirono nei casini. Successivamente la Giunta Alemanno modificò ancora la norma riducendo le strisce blu, ripristinando le strisce bianche (parcheggi in superficie gratuiti non esistono in nessuna città occidentale!) e inserendo la follia degli abbonamenti: suolo pubblico regalato per 4 euro al giorno. Una pazzia che portò decine di migliaia di cittadini a prendere l'auto massacrando quelle poche buone abitudini europee che qualche cittadino aveva acquisito negli anni precedenti.

Giustamente la Giunta Marino eliminò subito queste ridicolezze inesistenti sul pianeta terra (qui spiegammo perché fece bene). Aumentando il prezzo di un servizio che costava meno che negli anni novanta. Le strisce blu nacquero vent'anni fa e costavano 2000 lire all'ora. Poi nel 2001 arrivò l'euro e si passò a 1 euro (1936 lire) e dopo oltre un decennio ancora a 1 euro stavano. Semplicemente folle pensare che l'aumento a 1,5 euro rappresenti un salasso. Semplicemente folle affermare che prima di aumentare una tariffa serva una istruttoria, serva un aumento dei servizi alternativi, serva una analisi. Ma chi è il TAR per dire che aumentare una tariffa ferma da vent'anni deve essere subordinato a queste azioni? Come si permette un organismo come il TAR di affermare una cosa di questo genere? 

La verità è che qualsiasi delibera, anche la più corretta come quella che appunto annullava il ridicolo e fallimentare sistema delle strisce blu impostato da Alemanno, è passibile di impugnativa. In Italia ci sono dieci volte più leggi che nel Regno Unito, questo significa che una legge che ne sconfessa un'altra si trova sempre. E che è impossibile scrivere dispositivi amministrativamente inattaccabili al 100%. L'anomalia dunque non è la delibera, ma chi si picca di impallinarla per farla saltare. A svantaggio di tutti.

Durante la precedente giunta i biglietti dell'autobus passarono, come le strisce blu, da 1 a 1,50 euro. Secondo voi le associazioni dei consumatori insorsero? Fecero ricorsi? Eppure la cosa guadagna moltissima più gente. Ma con la lobby della maghina non si scherza.

In città i risultati della nuova politica erano evidenti. Il traffico era un po' diminuito e, soprattutto, finalmente si trovava posto sulle strisce blu perché non erano più cedute "in abbonamento" in cambio di un pugno di mosche. Il sistema degli abbonamenti, che ora il TAR vuole ripristinare, è infatti semplicemente criminale. Porta gli abbonati a prendere comunque l'auto, anche quando potrebbero farne a meno, perché "tanto ormai ho pagato". E se ho pagato "parcheggio anche se non trovo posto regolare, perché ho messo mano al portafoglio e ora anche se non c'è un buco la metto sulle strisce, sul marciapiede, in doppia fila, in curva". Chi è abbonato è forzato a utilizzare il servizio che ha pre-pagato e una volta partito con la macchina, è obbligato a posteggiarla pur in assenza di posteggi regolari. Un delirio che ci riporta indietro di anni e peggiora la qualità della vita di tutti noi, anche di chi pagherà meno! 

Speriamo che l'amministrazione abbia la lucidità di ricorrere contro questa sentenza incresciosa. Speriamo che Marino non copi Alemanno e non si pieghi, strumentalizzandole, a sentenze patetiche. Speriamo che Governo si decida ad abolire o a riformare una istituzione imbarazzante come il TAR. Non speriamo, invece, che le associazioni dei consumatori rinsaviscano. Su questo aspetto non c'è davvero alcuna speranza. 

54 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Grande Rienzi, se ti candidi il mio voto e' assicurato.

Anonimo ha detto...

si potrebbe fare come a Barcellona: http://www.barcelona-tourist-guide.com/it/trasporti/parcheggio-auto-barcellona.html

Luca ha detto...

oppure come a Parigi: http://www.vivaparigi.com/auto-il-parcheggio-a-parigi/

bat21 ha detto...

Fra mezz'ora stacco e vi rompo il culo.

Anonimo ha detto...

Peccato che a Roma non abbiamo neanche un decimo delle linee metro di Parigi o Barcellona.

Secutor ha detto...

La metro di Roma non ha nulla da invidiare a quella di Parigi, ma vogliamo scherzare? Se non ci siete mai stati non parlate a vanvera, prima informatevi per esperienza diretta. O credete a tutto quello che vi dice google?

Anonimo ha detto...

Quindi secondo l'articolista è giusto far pagare le strisce blu. Il comune di Roma non è il padrone di Roma. Però si inventato le strisce blu. Le strisce blu sono la cosa più ingiusta del mondo. Come l'addizionale Irpef sullo stipendio. di questo passo ci faranno pagare l'aria che respiriamo con la scusa che sta nel territorio di Roma.
Articolista, il TAR invece è l'ultimo baluardo contro le angherie che subisce quotidianamente il cittadino dalle istituzioni.
se Marino vuole fare il sindaco cominci a tagliare gli sprechi, a cacciare i corrotti e a dare a roma un servizio autobus all'altezza. Poi potrà anche aumentare le strisce blu, che ripeto sono ingiuste.

Anonimo ha detto...

Tonelli, leggi la sentenza invece di fare la stampella dell'amministrazione.

1 - il tar dice che gli aumenti sono giusti
2- il tar dice che la delibera non è stata scritta bene e non è stata fatta un'istruttoria adeguata
3 - il tar dice che ad essere contraddetto è il piano del traffico voluto da Marino stesso.

Perdi di ogni credibilità da quando ha messo la benda del politicante.

ps: lo stesso tar ha più volte dato ragione a Marino. Marino allora ha applaudito. Se era corretto in quei casi, non è da abolire adesso.

Anonimo ha detto...

che palle la solita diatriba l'auto è il demonio usate i mezzi pubblici...mavvaffanculo piuttosto mi faccio 40 km a piedi..salire su metro o autobus di Roma, saliteci voi se vi piace tanto....IO no....qundi la sosta la possono portare anche a 4€/h l'ora...continuerò ad usare l'auto o i piedi.

odisseo ha detto...

gli abbonamenti a 4 euro al giorno e 70 euro al mese sono la più grande stronzata da quando l'uomo ha inventato il cavallo. solo alemanno poteva introdurli e il tar ripristinarli.

bat21 ha detto...

So che la mia sarà presa per una frase assurda, sicuramente è difficile da capire, ma Alemanno è stato per molti versi il miglior sindaco che Roma abbia mai avuto. I numeri parlano chiaro.

Anonimo ha detto...

Improta si dovrebbe dimettere questa giunta non ha fatto nulla solo danni...Marino insieme a lui.
Aumento della criminalità, aumento del degrado,sulla ciclabilità il nulla assoluto anzi è stato smantellato l'ufficio di coordinamento che c'era per poi annunciare un ripristino...Sulle strisce blu ho visto un operazione fatta per fare cassa, perchè all'aumento delle tariffe non è corrisposto un miglioramento del servizio pubblico che nel frattempo è peggiorato inesorabilmente...un disastro!!!!

bat21 ha detto...

Stasera non ho voglia di scrivere. Vai trolletto che usa il mio pseudonimo scatenati!

Anonimo ha detto...

Ho letto l'articolo e quelli citati dallo stesso blog e non ho trovato alcuna dimostrazione delle teorie esposte che restano, appunto, solo teorie. Lasciando da parte l'inutile e abusato "si fa così in tutto il mondo" che non è sempre vero (conosco realtà italiane ed europee dove così non è), alcune delle tesi esposte circa il giusto aumento della tariffa di sosta sono facilmente contestabili. Una per tutte: aumentando la tariffa si aumenta la rotazione delle auto parcheggiate. Quindi se in una zona ci possono parcheggiare n auto occupandola tutto il giorno, solo n auto potranno raggiungerla, se tutte dovranno abbandonare il posto entro x ore, allora avremo (12/x)*n auto che raggiungeranno la stessa zona, quindi più auto, più traffico, più inquinamento. L'uso poco ortodosso dell'auto si combatte, a mio parere, combattendo senza se e senza ma la sosta selvaggia. Se ogni giorno ti rechi al lavoro in macchina e non trovi parcheggio, prima o poi apprezzerai i parcheggi interrati, i box, o i mezzi di trasporto alternativi, perché altrimenti paghi la multa e se la macchina è parcheggiata veramente male devi pure andare a riprendertela dopo la rimozione forzata. Per avviare un circolo vizioso, non bisogna punire chi parcheggia regolarmente, ma chi lo fa in maniera indisciplinata, sono questi ultimi che creano il problema non i primi.
Per quanto riguarda il TAR, io sono felice che esista, altrimenti un qualsiasi sindaco, una qualsiasi amministrazione, potrebbe abusare della sua autorità penalizzando il singolo che, anche in una comunità, gode dei suoi diritti.

Anonimo ha detto...

Se il sindaco prende provvedimenti immotivati......perchè dare la colpa al TAR ? capisco che vuoi proteggere Marino , però diciamo le cose come stanno !

bat21 ha detto...

Ora il troll fa anche finta di parlare a se stesso, sconcertante. O forse stasera non ti va di imitare me e gli altri?

Anonimo ha detto...

Ahah paghi la multa ah ah

Spettacolo signori...

Se calcoli la possibilità di beccare una multa ti viene meno che l'abbonamento...

Vamos

bat21 ha detto...

Anonimo7:59 è proprio a causa di una mentalità come la tua (che poi è quella della maggior parte dei romani) che Roma è ridotta uno sfacelo. Complimenti.

Anonimo ha detto...

scommetto che questo giornalista non ha problemi a pagare un garage sotterraneo..

Pecora che sui segaioli parla solo di quelli inventati ha detto...

Avete messo il video finto di quello che si masturba dentro la metro, e poi quando succede davvero non scrivete nulla?

Si masturbava davanti a tutti con i pantaloni abbassati, fissando insistentemente una studentessa minorenne. Il mostro è un 54enne romeno nullafacente, ed è stato arrestato poco dopo le 20:00 di domenica 15 marzo dai carabinieri della Compagnia di Ostia con l’accusa di atti osceni in luogo pubblico.

E’ accaduto alla stazione Ostia Antica della linea Roma-Lido, quando il molestatore, dopo essere sceso dal treno, ha fornito lo spettacolo indecoroso davanti a decine di pendolari attoniti.

In particolare il ROMENO, si era già abbassato i pantaloni e stava dirigendo lo sguardo all’indirizzo di una giovane studentessa minorenne, quando poi ha cominciato a masturbarsi.

L’immediata segnalazione al 112 ha permesso ad una gazzella, che stava transitando nelle vicinanze, di intervenire sul momento e bloccare l’uomo ancora intento ad espletare il gesto sul bordo della banchina della stazione.



COME SI STANNO INTEGRANDO BENE!

Anonimo ha detto...

La vostra battaglia a favore dell'aumento è folle. Come è folle aumentare i prezzi delle strisce blu tagliando contemporaneamente le corse dei mezzi pubblici.
Peccato, un'altra occasione persa.

Paolo C ha detto...

Vuoi impedirmi di usare il mezzo privato anche se il pubblico è inservibile (maiali su tram, furti, etc...)?
Allora mi riduci il bollo e l'RC auto (almeno) causa mancato utilizzo.
E mi ingabbi i graffitari.

Pecora a cui piace pagare sempre più tasse ha detto...

10.32 PM

Sono sostenitori del PD e della sinistra.

Per loro le tasse sono bellissime.

Anonimo ha detto...

Ci penseranno Salvini e i suoi neanche 15mila (di cui circa 11.250 importati) manifestanti romani a risolvere i problemi di questa città. Basta aspettare.

Rolando ha detto...

@6:29 PM

Quoto in pieno le tue argomentazioni.
Primo: combattere i pitecantropi del parcheggio, poi si può fare tutto il resto.

Teresa Genova ha detto...

Articolista, mi sembri davvero fuori di testa!Una follia l'abbonamento per le strisce blu??? Secondo te i poveracci che lavorano dalle 8 di mattino alle 20 di sera DEVONO pagare 1,50€ all'ora??? Forse IGNORI che il TUO CARO SINDACO votato dal 60% del 40% che è andato a votare (quindi IL NULLA, ha eliminato parecchie corse. Soltanto a Piazzale dei Partigiani ne ha eliminate 3, lasciando un intero quartiere senza possibilità di aere mezzi pubblici. Sai che ti dico??? SPARATEEEEEEEEEEEEE!!!!!!

Marco Peverini ha detto...

Assurda da parte di chi ha scritto l'articolo,la difesa del sindaco + indifendibile della storia di Roma.Zero servizi,zero cose che funzionano,città allo sbando.Mi chiedo ,ma su quale pianeta vive?

Anonimo ha detto...

Ma sì, fatto bene il Tar pro tarpani ha bloccare tutto. Speriamo, ora, che che gli aumenti vengano riproposti a partire da 3 € l'ora. E non basta. Speriamo che la ZTL venga finalmente dotata di telecamere anche in uscita per inchiodare i profeti dell'accesso contromano; che i marciapiedi siano finalmente protetti da opportuni paletti; che lo Street Control funzioni a pieno regime senza gli intralci del causidico di turno. Toccherà ascoltare leggere qualche raglio in più, ma pazienza.

Anonimo ha detto...

io tifo per il TAR! quanto ci godo!

Anonimo ha detto...

@Secutor marzo 17, 2015 5:41 PM
ma stai scherzando? come cazzo fai a paragonare la metro di Parigi a quella di roma? 14 linee che incrociano la città come un asterisco (*) contro 1 linea e mezzo romana? ma sei mai stato a Parigi? bo...

ing.nic ha detto...

Sono quasi sempre d'accordo con RFS ma non condivido l'accanimento a favore delle strisce blu.
Parlo da automobilista coscenzioso, che passa 2 ore e mezza al giorno sui mezzi per non usare la macchina inquinando e generando traffico.
Per come sono trattati gli automobilisti in Italia e in special modo a Roma, vessati da tasse di ogni tipo, blocchi e balzelli, l'aumento delle strisce blu e la soppressione di quelle bianche e delle tariffe "lungo orario" era l'ennesima violenza.
Il traffico con Marino era diminuito non solo per i parcheggi ma anche perché la benzina costava quasi 2 euro al litro!

Anonimo ha detto...

Teresa leva la foto che e' meglio per tutti

Anonimo ha detto...

Che un sindaco "di sinistra" e il suo scherano di SEL potessero essere accecati dall'odio ideologico contro l'auto del popolo (bue che li ha eletti, ben gli sta) ha fatto si che i RICCHI che possono pagare garage o parcheggi privati adesso possono parcheggiare SPENDENDO MENO sulle strisce blu che al normale lavoratore prima costavano 4 euro al giorno diventate grazie a loro 12 ...
I cittadini normali vanno a piedi o sono costretti ai mezzi pubblici se NON possono spendere 240 euro al mese solo per parcheggiare sulla pubblica via. I ricchi ringraziano. Una volta tanto il TAR ha fatto una cosa giusta

Francis Drake ha detto...

ing.nic perché non dici la verità, tu la macchina non la prendi perché sei un pulciaro. E poi come fai a definirti un automobilista se prendi i mezzi? Non li sopporto quelli come te.

Francis Drake ha detto...

@Francis Drake
Sforzati di più, mancato onanista... I tuoi commenti con il mio pseudonimo o con quello di Bat sono troppo incolti per essere credibili...
Ciao Troll moscetto!

bat21 ha detto...

Sir non perdere tempo a rispondere al troll, lui non potrà mai capire il nostro amore.

Anonimo ha detto...

quanto siete falsi.
Vi ricordo che Marino non è il sindaco votato dalla maggioranza dei romani.
Alle comunali votò appena il 52% degli aventi diritto e Marino prese il 42% di quei voti.
Marino è il "degno" rappresentante di una piccolissima fetta di romani.

Anonimo ha detto...

visto queste difese da avvocato di ufficio quali interessi con questa amministrazione,non solo economici, ci sono dietro questo blog?

Anonimo ha detto...

Ma che scatole, ancora con la storia del sindaco non votato dalla maggioranza dei romani. E allora? Chi ha taciuto al momento del voto, che taccia anche ora. Almeno questo.

Pecora che dovrebbe farsi due conti ha detto...

Se vai a lavorare con la maghina, i comunisti ti rapinano con le tariffe dei parcheggi a pagamento.

Se vai a lavorare con i mezzi, ti rapinano gli zingari difesi dai comunisti.

E tra scippi e furti sulla metro, forse ti conviene affittare un garage.

Comunque sia, ovunque ci sono i comunisti, le nostre tasse restano vuote.

Anonimo ha detto...

Non siete andati a votare e mo ve lamentate? Ma piatevela n der culo.

ste ha detto...

non è vergognoso che il tar annulli in maniera legittima un delibera del comune...è vergogonoso che questa giunta continui a tagliare servizi e aumentare in maniera indiscriminata tasse locali e tariffe solo al fine di fare cassa (e non mi venite a dire che gli aumenti della ztl o delle striscie blu sono nate con l'intentno di limitare l'utilizzo del mezzo privato, che mi viene da piangere...)

ADOTTA UN ZINGARO BORSEGGIATORE A DISTANZA ha detto...

ADOTTA UN ZINGARO BORSEGGIATORE A DISTANZA ha detto...

Aiutali a distanza, mandagli un portafoglio al mese al suo paese e per natale una fornitura di rame, il zingaro non mangia da giorni perchè non va a lavorare, basta il tuo portafoglio per rendergli una vita migliore e senza sforzo . Contiamo sulla tua sensibiltà . Grazie .

Anonimo ha detto...

Secutor 5.41 sei veramente un coglione!! E tu saresti uno che viaggia, tu non sei mai uscito de casa!

Anonimo ha detto...

per fortuna c'è il tar, l'autore del blog provi ad andare con i mezzi di roma da una periferia ad un altra, o da una periferia a certe zone del centro. tutti i giorni per lavoro poi ne riparliamo .è rimasto soltanto questo blog a difendere il peggior sindaco di sempre

Pecora che fa tutto quello che gli ordina il Partito ha detto...

Non solo questo blog.

A difendere il PD e Marino ci sono anche tante PECORE!

Pecora che so ostina a votare PD ha detto...

Io sono etero però a Salvini glielo ciuccerei volentieri.

Anonimo ha detto...

Il TAR ha deciso la cosa giusta. A parte il fatto che le strisce blu, secondo me, andrebbero abolite perché sono ingiuste considerando che gli automobilisti pagano già una tassa di circolazione e un costo della benzina astronomico. Gli introiti dei parcheggi andrebbero utilizzati per migliorare la viabilità e i servizi annessi ma finiscono tutti nelle tasche dei "magnoni" di turno. Chi è obbligato, per ragioni di tempo, e logistica ad utilizzare l'auto vi assicuro che la utilizzerà anche con i parcheggi a 5€ quindi è da idioti pensare che aumentando il costo dei parcheggi diminuisca il traffico. Gli aumenti servono solo a far "ingozzare" di più certi "soggetti". Invece di aumentare il costo dei parcheggi fategli aumentare, al caro Marino, il costi degli affitti degli immobili che affitta ai suoi amici a 50/100 euro al mese per un appartamento nel centro storico. Altro che TAR, per il nostro caro sindaco ci vorrebbe la corte marziale.

Anonimo ha detto...

Chi ha scritto l'articolo non tiene conto di alcune cose:

Si parla di un aumento a 1.50 euro all'ora, che per 8 ore lavorative fanno 12 euro. Che per 20 giorni lavorativi (più o meno un mese) fanno 240 euro.
Avendo abolito abbonamenti o sconti per 8 ore consecutive è questa la cifra che deve pagare la gente che va a lavorare.

La macchina non sempre si prende per piacere, ma per necessità stringente.
Necessità dovuta al fatto che arrivare sul posto di lavoro dal punto in cui si vive è proibitivo se non impossibile.

Aumentare ciecamente le tariffe, senza potenziare il servizio pubblico costituisce una scelta cieca.

L'obiettivo di diminuire il traffico non può essere raggiunto massacrando economicamente la gente, senza fornire una valida alternativa.

Anonimo ha detto...

Speriamo che il TAR abbassi il bilglietto del cinema a 4 euro che costa troppo. Poi secondo me al cinema ti devono far entrare pure quando è pieno perchè al limite ti puoi sedere in braccio a qualcuno.

Patrizio ha detto...

"Speriamo che il TAR abbassi il bilglietto del cinema a 4 euro che costa troppo. Poi secondo me al cinema ti devono far entrare pure quando è pieno perchè al limite ti puoi sedere in braccio a qualcuno."

Ma che scherzi? il cinema è un diritto e quindi andrebbe proprio abbbbbolito er biglietto! :D

Valerio ha detto...

Ricapitoliamo un po' cosa è successo:
Il comune (minuscolissimo) delibera illegittimamente un aumento delle strisce blu e l'annullamento degli abbonamenti, spendendo, tra l'altro, soldi nostri per adeguare segnaletica e colonnine, mettendo in difficoltà migliaia di lavoratori che hanno la grave colpa di lavorare lontano da casa.
Poi arriva il TAR, che giudica illegittima la delibera in quanto:

"Deve convenirsi con i ricorrenti che l'uso indifferenziato della leva finanziaria costituisca una scelta non conforme ai criteri di determinazione delle tariffe ivi delineati. Di immediata evidenza, appare, ad esempio, l'inesistenza di misure di incremento dell'offerta di trasporto pubblico o comunque di specifici studi circa l'attuale adeguatezza di esso nelle diverse zone tariffate"

E la vergogna secondo romafaschifo è il TAR, non il comune che delibera illegittimamente e lavora con pressapochismo buttando i nostri soldi dalla finestra.

Ora tra le altre cose bisognerà riadeguare segnaletica e colonnine, altri soldi NOSTRI buttati.

Anonimo ha detto...

http://www.iltempo.it/roma-capitale/2015/03/23/il-calvario-dei-romani-tra-strisce-blu-e-ricorsi-1.1394411

Marc76 ha detto...

W IL TAR
ha fatto una cosa buona e giusta mi sono rotto di pagare di tasca mia per arricchire politici dirigenti vergogna!!!

ShareThis