L'oceano di immondizie attorno allo stabilimento Ama di Rocca Cencia.Se ne accorgono anche i ragazzini (che ci scrivono), ma non l'amministrazione

1 marzo 2015












Salve RFS, apprezzo molto il lavoro che fate per cercare di far vedere a tutti come va in rovina questa città.
Nonostante sia un ragazzo di soli ** anni (decisamente minorenne, ndr) posso affermare e vedere con i miei occhi che questa città va sempre più a rotoli e volevo segnalarvi la situazione nella zona in cui abito. 
Mi trovo in Via di Sant'Alessio in Aspromonte, traversa di Via Rocca Cencia, zona Finocchio. E questo è ciò che devo vedere tutti i giorni mentre torno a casa, da quando il Comune ha deciso di fare questa raccolta differenziata. È uno schifo,una vergogna: ehssì sullo sfondo è proprio uno stabilimento Ama (capolinea 501), e non ho parole nel descrivere questo disagio di cui mi vergogno. 
Questa spazzatura viene molto spesso bruciata e tutto questo cumulo di sporcizia si trova in tutta la via sopra citata. Grazie per aver letto il mio messaggio... e se dovete condividerlo vi prego fatelo in forma anonima e senza dire l'età.
Lettera Firmata

*E' sempre un po' un'emozione quando ci accorgiamo di essere seguiti anche da ragazzi così giovani. Grazie. Continua così. Ma soprattutto contagia, con la tua attenzione agli spazi comuni, decisamente poco frequenta nella tua generazione, i tuoi coetanei.
-RFS

26 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Io in Italia, (ex) Paese piu' bello del Mondo, non faccio piu' venire alcuno dei miei amici dall'estero: mi vergogno come un verme !!!

Anonimo ha detto...

e anche la raccolta differenziata (che funziona in tutto il mondo civile) è boicottata e sabotata per favorire interessi della criminalità organizzata. Aspettiamo che ci arrivi Pignatone e la Procura, altrimenti il problema non verrà mai risolto. Neanche da Salvini.

Rolando ha detto...

Ennesima dimostrazione che gli automezzi dell'AMA hanno il pilota automatico (come d'altronde quelli della municipale, della polizia, dei carabinieri etc.) Infatti i loro conducenti guidano bendati senza vedere lo sconcio che li circonda...

Rolando ha detto...

Non volevo dire che tutte le categorie da me citate NON FANNO IL LORO LAVORO.
NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!

Anonimo ha detto...

Il problema documentato dalle foto inviate è purtroppo generale in tutto il VI Municipio.. Io abito a Fosso San Giuliano ed anche il mio quartiere è pieno di tante piccole discariche abusive ai margini delle strade con rifiuti di ogni specie, a partire dalle semplici buste dell'immondizia fino a rifiuti speciali come elettrodomestici, vecchi mobili, pneumatici, materassi, calcinacci, guaine ecc.. Il problema è anche l'Ama che non rispetta alla lettera la raccolta "porta a porta" ma la soluzione non è lasciare i rifiuti per strada ma chiamare Ama e segnalare che la raccolta non è regolare ! Contattare l'ufficio Tutela Ambientale del Municipio di pertinenza per segnalare dove si sono create discariche abusive! Io lo faccio da diverso tempo ma purtroppo il problema ancora non si è risolto ! MANCA IN PRIMIS L'EDUCAZIONE DEI CITTADINI E LA CAPACITA' PROFESSIONALE ( O FORSE ADDIRITTURA LA VOLONTA' DELLE ISTITUZIONI ) ED ECONOMICA visto che alle mie telefonate sia Ama che Ufficio Tutela Ambientale nin hanno le risorse necessarie per monitorare un territorio così vasto come il Municipio VI ( e aggiungerei dove vivono circa 400 mila persone che dovrebbero pagare tutte la tassa sui rifiuti se residenti o domiciliati ) !! A breve invierò un bel book fotografico di questa triste realtà.. Provate a percorrere via Cavuccio, via Arischia, ad entrare nel quartiere di Osa oppure Lunghezza, alcuni tratti di via sono vere e proprie discariche a cielo aperto simili a quelle documentate dal ragazzo della realtà delle tante traverse su Via Rocca Cencia, nei pressi del deposito Ama

Anonimo ha detto...

Perchè la Municipale non si apposta eventualmente in borghese vicino a quei punti dove si creano sempre queste discariche abusive e sanziona pesantemente chi commette questo reato visto che così è prescritto dalla legge ? Si risolverebbero 2 problemi con una sola azione : 1) diminuirebbero i rifiuti per strada 2) con le risorse incassate attraverso le multe si potrebbe monitorare meglio il territorio e prevedere una raccolta di questi rifiuti no ogni settimana ma con maggiore frequenza.. Tanto questo fenomeno non si può completamente debellare ! Tra chi getta per strada tutti questi rifiuti c'è chi ( rom e non rom ) che se anche sanzionati non pagherebbero mai le multe perchè si accerterebbe che "poverini" non avrebbero le capacità economiche !!

Anonimo ha detto...

Perche' la municipale gia' si deve appostare ad ogni metro di strada per le multe, in ogni campo per gli insediamenti abusivi, in ogni piazza per i venditori abusivi, su ogni tombino per evitare che lo rubino, ad ogni semaforo per reprimere i comportamenti scorretti degli automibilisti, dietro ad ognuno che ha un cane per accertarsi che ne raccolga i bisogni, vicino ad ogni muro per arrestare i writers, vuoi che continui?

Anonimo ha detto...

Il problema ancor più di polizia e di senso civico del tutto inesistente, non mi stupirei che alcuni di quelli che scrivono non siano tra coloro che scambiano le strade per cassonetti. Municipale e altre polizie l'unica cosa che possono fare, se non trovano l'incivile in flagranza e dargli una sanzione è segnalare il degrado e lo schifo agli uffici competenti. E se questi non escono e fanno il loro dovere, l'unica cosa che puoi fare è ancora e ancora segnalare. Altra soluzione dotiamo la municipale di APECAR, con tanto di cassone, scopa, ramazza e paletta per la raccolta rifiuti. Visto che ci siamo dotiamo alcune squadre di di vigili di espurgo, spargisale, cassette per le manutenzioni. Cari vigili, male del mondo e cazziati e mazziati giornalieri, mi chiedo cosa aspettino ad abolirvi. Già dimenticavo, dopo tutta questa gente piena di odio e di livore con chi si sfogherà?

bat21 ha detto...

Non tutta Italia fa cosi schifo. Per Roma la vergogna e' ben riposta.

bat21 ha detto...

Ma quale livore e odio si pretende di avere servizi in linea con le tasse che si pagano. A proposito a Verona il fenomeno (ci sono gli incivili anche li) si contrasta tanto per fare un esempio. http://m.ilgazzettino.it/m/gazzettino/articolo/NORDEST/283200

Jointella ha detto...

Questa se non sbaglio è una delle zone dove insiste uno degli impianti dell' ama da sempre criticati e di cui i cittadini hanno richiesto la chiusura diverse volte .L'equazione più differenziata meno rifiuti che vanno nel TBC e meno disagi per me e i miei vicini dovrebbe essere semplice e veloce , eppure piuttosto che seguire i giorni di raccolta o tenersi il sacchetto sul balcone un giorno in più preferisco non differenziarlo e buttarlo ai margini di un fosso creando un degrado iniziale e un danno a me stesso dopo perché quel sacchetto che per il 50-60% poteva essere riciclato mentre andrà a finire in qualche TBC o inceneritore facendo del male a me e alla mia famiglia. Il cittadino medio è come un ubriacone a cui è stato diagnostica un ulcera ma che non riesce a far a meno di bere alcol

Anonimo ha detto...

@bat21 11:08

Altra estate con amici stranieri abbiamo preso il treno da Milano a Como; impossibile vedere fuori perche' tutti i finestrini erano ricoperti di graffiti, poi ha cominciato a piovere ed abbiamo dovuto aprire gli ombrelli dentro i vagoni, non le dico che vergogna, arrivati a Como nessuna indicazione turistica, al ritorno i miei amici hanno perso l'aereo dato che l'efficentissima trenord non e' riuscita far passare alcun treno tra quelli previsti; non commento, poi, la condizione di tutte le stazioni.

Magari fosse solo Roma .....

bat21 ha detto...

I treni sono pessimi in tutta Italia. In questo e' veramente unita. Per Como io con una buona guida turistica me la sono goduta con degli amici romani in maggio scorso Niente mondezza, niente schifezze tipiche di Roma....

Anonimo ha detto...

E' IMPOSSIBILE! Al nord queste cose non succedono, le tasse le vedi reinvestite, funziona tutto PA compresa.

bat21 ha detto...

Veramente le tasse (solo la Lombardia ha un residuo di quasi 60 mld il 20% del suo pil) vengono di forza reinvestite nei salvataggi inutili di Roma e nel Sud...in ogni caso la PA e' mediocre ma non pessima come quella romana.

Anonimo ha detto...

Ahahahahahahah 15mila!! Ben 15mila sfigati per quella merda di Salvini!! C'era più gente dei cessi sociali ahahahahahah oddio muoio ahahahah

bat21 ha detto...

No ti prego non chiamare qui le pecore... :(

Rolando ha detto...

@10:37 AM
Tranquillo, nell'imbarazzo della scelta tra tutte le mansioni da te elencate, i nostri vigili girano la testa dall'altra parte (e continuano a guidare bendati)

Anonimo ha detto...

Bat21, hai l'espressione di una femminuccia, mica sarai un trans o femminiello?

Massimo Trabucchi ha detto...

Anch'io recentemente sono stato tra Milano e Bergamo e la situazione ferroviaria è esattamente la stessa che qui, in questo caso però è inutile ed anche un po' qualunquista prendersela con l'Ama, sia al Nord, che al Centro, che al Sud l'inciviltà della gente è la prima causa del degrado. Punto.
Chiunque getti la propria immondizia in quella maniera è un ignorante incivile e meriterebbe la pubblica gogna, oltre naturalmente a multe a 4 zeri. Altrimenti purtroppo non cambierà mai niente.
PS: basta con 'sta storia che il Nord manda soldi a Roma ed al Sud. Produce più PIL e paga più tasse Roma che tutta la Lombardia. Se vogliono il federalismo lo facessero subito, così ognuno si tiene il suo, poi vediamo.

Patrizio ha detto...

Complimenti al ragazzo, io alla sua età non avevo questa sensibilità per le cose brutte della mia città. Forse è perchè ce ne erano un po di meno, forse perchè non cìera RfS a farmele notare...

bat21 ha detto...

marzo 01, 2015 11:36 PM Caro Massimo ti ricordo che nei conti del residuo si conta, giustamente,solo il PIL market.
Facendo così la situazione è quella che puoi vedere a questo link http://scenarieconomici.it/dati-regionali-2012-shock-residuo-fiscale-saldo-attivo-per-95-miliardi-al-nord/
Il Lazio ha un residuo di 1,5 mld di €. Ricolfi nel suo magistrale Sacco del nord disse che il Lazio era in realtà zavorrato da Roma, se non fosse per lei i fondamentali laziali sarebbero quelli della Toscana. Guardiamo in faccia alla realtà, se si facesse un federalismo duro e puro Roma ricadrebbe nell'età della pietra anche dal punto di vista economico visto che per il degrado è già a quei livelli...

bat21 ha detto...

Ti riporto a titolo di cronaca i dati della CGIA http://www.merateonline.it/articolo.php?idd=52843&origine=1&t=Cgia+Mestre%3A+dal+Nord+100miliardi+all%27anno+in+solidariet%26agrave%3B+al+Paese che sono più benevoli verso il Lazio ma il calcolo relativo al Lazio è messo in dubbio dai blogger di noisefroamerika. Personalmente do fiducia ai valori di conti territoriali.
Qui allego un interessante articolo sul perchè il federalismo non si farà mai http://noisefromamerika.org/articolo/federalismo-non-s-ha-fare

bat21 ha detto...

Poi quando vedi che in realtà come Roma accade quello che accade e la città NON viene lasciata fallire come dovrebbe ed invece per una regione che ha un residuo di oltre 50mld di euro, prima in tutto, viene riservato un trattamento simile http://gazzettadimodena.gelocal.it/modena/cronaca/2015/03/01/news/sisma-sospesi-i-fondi-ai-lombardi-1.10962807 bhe viene il sangue alla testa.

Grandepinna ha detto...

La verità è che hanno chiuso con grande cerimoniale al traffico la famosissima VIA NARDODIPACE. Questa è VIA SANT'ALESSIO IN ASPROMONTE, continuo della predetta. Ovvio che la gente che prima buttava l'immondizia a VIA NARDODIPACE chiusa al transito, ora la butta a VIA SANT'ALESSIO IN ASPROMONTE.
Era prevedibile, se non si punisce chi butta le cose ma si chiudono le strade al traffico... Come dire che devo pitturare una stanza e vado a comprare un panico. Una soluzione scorrelata al problema. L'ho detto anche RomaUno.tv in diretta televisiva ma le amministrazioni pare che non guardino la tv.

Anonimo ha detto...

Anche io passo regolarmenre su quella via, per recarmi presso delle attivita che ivi operano. Ho visto piu volte gente di apparenza olivastra e con lunghe gonne variopinte uscire dalle lussuose e "kitch" ville dall' altro lato della strada e lasciare i sacchi neri ammassati fuori il cancello. Per me (opinione personale) vi viene svolta un attivita di riciclo di cose utili e rivendibili, chiaramente smaltendo in modo inquinante (gettando e/o bruciando) il materiale di risulta. Guardando con google maps le suddette ville da sopra, si vedono all' interno mucchi di sacchi e cataste di ciarpame. Chissa cosa viene svolto realmente all' interno di quelle ville? Certo un o di sporco viene sicuramente da gente che non ha residenza e getta rifiuti perche non puo' piu buttare nei secchi pubblici, poi ci sono quelli che hanno materiali vietati da smaltire ecc. ma a mio avviso gran parte di quel materiale proviene da quelle ville. Magari mi sbaglio ma erano diversi metri cubi le buste nere che ho visto...

ShareThis