Atac. Il dirigente in prima linea contro l'evasione viene sospeso. Il misterioso caso di Carlo Scoppola

15 marzo 2015







Non tuitta più, Carlo Scoppola, ma alcuni dei cinguetti che avevano conquistato una parte del popolo dei social network a Roma li abbiamo presi e riportati qui per riguardarli. Vi pare possibile che un dirigente così, apprezzato da tutte le associazioni di pendolari per il suo lavoro contro l'evasione tariffaria e il suo impegno per modernizzare l'azienda, sia stato sospeso dopo un quindicennio di onorata carriera? Nel misterioso mondo di Atac succede anche questo. Ovviamente senza che l'azienda si senta in dovere di dare nessuna spiegazione agli utenti che ogni mese pagano l'abbonamento. Qualche settimana fa sono usciti dati deludenti sulla bigliettazione e immediatamente è partita la sospensione per Scoppola, il dirigente che in Atac si occupa - o meglio si occupava - di ticketing. 
E' vero, i dati di sbigliettazione erano stati molto deludenti in Gennaio e anche in Febbraio. Ma non certo sulle linee su ferro, sulle quali Scoppola lavorava, a dimostrazione che, anzi, i suoi metodi stavano facendo reggere gli incassi. E a riprova che il problema dell'azienda sono le linee di superficie e la necessità assoluta di far entrare sugli autobus solo chi paga, come si fa in tutto il resto del mondo.
Sulla sua onestà molti dei viaggiatori a capo di associazioni, forum e gruppi Facebook sono pronti a metter le mani sul fuoco. E allora cosa è successo? A qualcuno ha dato fastidio la visibilità che Scoppola stava accumulando grazie al suo attivismo su Facebook? A qualcuno non piace che finalmente si cerchi con metodi internazionali di far pagare il biglietto a tutti? Oppure la modernizzazione (Scoppola in queste settimane stava sperimentando il pagamento con smartphone) era eccessiva e poteva mettere in crisi i progetti di Atac di integrazione con altre realtà o di privatizzazione e vendita? 

Non lo sappiamo e probabilmente non lo sapremo mai. Quello che sappiamo, da cittadini impegnati in questo ambito, è che non abbiamo più un interlocutore credibile e che l'azienda del trasporto pubblico romano non ha più il dirigente che in questi mesi stava portando avanti, per una volta, progetti in linea con le migliori esperienze occidentali. Una mossa davvero bizzarra per un capoazienda serio e preparato come Danilo Broggi.

57 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Scherziamo, vogliamo far pagare il biglietto come avviene ovunque nel Mondo ?
E' giusto che Scoppola vada via, qui si rischia la deriva autoritaria.......

Anonimo ha detto...

tutti segnali che MafiaCapitale è ancora viva e vegeta

Francis Drake ha detto...

Non mi va di leggere tutto l'articolo (non ho tempo da perdere) però una cosa la dico: quelle foto sembrano tratte dal capolavoro di Stuart Gordon "2013 La fortezza". Io, ringraziando il cielo, ho il suv, ma se dovessi prendere i mezzi pubblici non vorrei mai passare per tutti quei tornelli e quelle gabbie d'acciaio. Non siamo mica prigionieri ebrei in un lager nazista!

Anonimo ha detto...

povero troll, non fai neanche più tenerezza

Anonimo ha detto...

Quoto l'anonimo delle 11.09. Mafia Capitale da un lato sta subendo un attacco senza precedenti - non è ancora finita - dall'altro sta scalciando in ogni settore.

Posso dirvi per esperienza diretta che anche in altri comparti di Comune e municipalizzate quadri e dirigenti onesti che provano a fare il loro lavoro vengono ogni giorno minacciati e colpiti con sanzioni e altro. Ovviamente fanno meno notizia rispetto a Scoppola ma è quello che accade oggi.

A queste persone va un grande in bocca al lupo e un invito a non arrendersi, se non ci fermiamo le cose cambieranno.

Anonimo ha detto...

e che cosa vorresti dire ? all'interno dell'atac qualcuno spinge per non far pagare il biglietto ?

anonimo delle 11:17
comincio a pensare che il povero troll sei proprio tu. Fai il tuo intervento giornaliero accusando sempre qualcuno di essere un troll.
Non ti viene in mente che l'anonimo delle 11:15 faccia una una semplice provocazione ?

Anonimo ha detto...

Quoto i signori delle 11:09 e 11:42. Prima che la città possa liberarsi di questa piovra sanguisuga dovranno passare generazioni.

Il problema è che molti cittadini (e ci metto pure i dipendenti comunali) si sono abituati a questo modo di soprav-vivere: dalla macchina in doppia fila allo scavalco dei tornelli alla pubblicità illegale sui pali ecc.

Se non si fa un grande sforzo offrendo soluzioni valide per cambiare le abitudini "mafiose" dei cittadini, quei poveri dipendenti che sputano sangue per mantenere un po' di onestà nel settore pubblico, come in questo caso Scoppola, potranno portare ben pochi risultati.

Ad oggi Mafia Capitale è il modo di vivere del 90% dei romani, è lì che bisogna agire, sulla civiltà e il rispetto delle regole.

Francis Drake ha detto...

Anonimo delle 11:15 sarai tu, io almeno ho il coraggio di firmare i miei interventi, da sempre, così da essere un minimo riconoscibile, ci metto la faccia e la offro alle vostre stupide risposte. E comunque la mia non era affatto una provocazione, ma un grido di libertà; la libertà di entrare ed uscire dalle stazioni della mia città senza sentirmi un prigioniero di un gulag.

Francis Drake ha detto...

Anonimo 11:17 altri non è che RFS, accusa tutti gli autori di post "scomodi" di essere dei troll. Probabilmente è anche quello che si firma Pecora ecc.

Anonimo ha detto...

All'interno di ATAC serviva o serve che ci sia una sacca di evasione in modo tale da poter continuare il business dei biglietti falsi.
Se io produco 100 BIT regolari e 100BIT falsi, che in teoria non esistono, non posso certo permettere di ritrovarmi con 200 obliterazioni se no qualcuno inizia a farsi delle domande sul perché ci sono state il dubbio delle obliterazioni rispetto ai biglietti venduti(regolari). Riducendo i controlli, anche chi ha acquistato un BIT evita di usarlo perché tanto può passare gratis e le obliterazioni diminuiscono.
Chi in ATAC, perché erano i loro dirigenti che usavano le stampanti ufficiali per i falsi BIT, ancora gestisce questo racket ha interesse che ci sia ancora evasione per non essere beccato.

Franco ha detto...

Scoppola interlocutore serio e affidabile? Non scherziamo per favore, per qualche tempo si è confrontato (a modo suo) con gli utenti del trenino Roma lido. Dico a modo suo perché invece di rispondere alle domande, evidentemente troppo scomode per lui, si limitava a proporre operazioni di imbellettamento della linea. Quando ha capito che non abboccavamo al suo amo ha finito per lamentarsi con noi che erano tre anni che non prendeva bonus stipendiali. Gli ho scritto se non si vergognava di aver ricevuto, oltre a un generosissimo stipendio, anche bonus stipendiali da una azienda allo sfascio che ricava un servizio vergognoso. Risultato? Sparito dal blog! E nessuno ne sente la mancanza.

Anonimo ha detto...

Burtone di nuovo al gabbio! Speriamo che stavolta tengano quella merda dentro per più dei 20 minuti della volta scorsa.

Anonimo ha detto...

Mi fanno ridere i cancelletti sulle stazioncine della RM-VT. In quella linea basterebbe far timbrare in uscita al Flaminio, piazzare 2 o 3 controllori per turno in quella stazione e si ridurrebbe il 95% dell'evasione tariffaria. Una soluzione semplicissima che renderebbe milioni in biglietti e in mancati vandalismi delle carrozze.

Anonimo ha detto...

Scusate ma se le cose funzionano e tutti pagano il biglietto, i mafiosi come mangiano?

Anonimo ha detto...

Di sicuro non rimpiangeremo per niente l'allontanamento di questo pagliaccio che ci spaccia come misure antievasione l'installazione dei tornelli girevoli in USCITA (invece che in ingresso) alla stazione di Lido Nord e presso altre stazioni. Altro spreco di denaro pubblico finito in tasca ai soliti amici...

PXT ha detto...

Volendo essere maliziosi, si potrebbe pensare che qualcuno prenda soldi da qualcun altro affinché zingari e quant'altro possano operare indisturbati sulla metro. Ne consegue che chi si adopera per impedire l'accesso ai non paganti viene fatto fuori.
Forse lavoro troppo di fantasia?

Anonimo ha detto...

Se... La faccia di Francis Drake... Ah cojone...

Firmato
Jim Morrison

Anonimo ha detto...

12.00 pm, condivido le tue supposizioni che ho piu' volte evidenziato!

bat21 ha detto...

Solo con una privatizzazione dei servizi atac con contestuale licenziamento del 100% della forza lavoro di atac se ne esce. Il giorno in cui vedremo una roba del genere sarà il giorno in cui per Roma esisterà un barlume di speranza

Anonimo ha detto...

Il troll che condivide le supposizioni di se stesso è fenomenale!

mariamaddalena ha detto...

A Francis Drake, sei un poveretto ! Anch'io prendo poco, anzi, quasi mai, la metro,ma stupidaggini come quelle che hai detto tu fanno capire chi c'è alla guida dei suv, un poveretto, solo un poveretto. Questi accorgimenti,purtroppo, sono necessari perché c'è un mucchio di gente priva di senso civico come il tuo (girare per Roma con il suv è da stupidi esibizionisti del NULLA) che viaggia gratis sui mezzi pubblici pagati da tutti noi che paghiamo le tasse (da te non sò).

Anonimo ha detto...

Anche il troll che si firma Francis Drake e si risponde da solo firmandosi mariamaddalena è fenomenale!

Francis Drake ha detto...

Da te non so si scrive così, senza accento, coglione.

Nuna ha detto...

Con tutto il rispetto del dirigente che, pur prendendo decisioni per il buon funzionamento dei mezzi pubblici, sicuramente si sposta solo con mezzi privati. Chi usa quotidianamente solo mezzi pubblici conosce a fondo tutti i loro problemi e può assaporare l umiliazione di viaggiare accanto a chi sfacciatamente non fa il biglietto. I tornelloni in uscita come quelli di lido centro? Avrebbero avuto un senso se fossero stati messi anche in entrata. Ora gli evasori o continuano ad accodarsi oppure uno di loro apre il tornello degli disabili per far passare i loro compari. La soluzione per estirpare il fastidioso fenomeno Dell evasione? Controllori fissi e inflessibili accanto ai tornelli. È così ovvio ma perché nessuno ci pensa a farlo?

E' GIA' MATTINA SVEGLIATEVI BAMBINE ... ha detto...


quando un panino ci costa come l'aragosta .... comunque il panino di per se non è cattivo .

Anonimo ha detto...

Nella gestione demokratika della Capitale, l'idea che si possa impedire ai "poveri", ai graditi ospiti e ai camminanti vari di usufruire gratuitamente del servizio pubblico(pagato dai fessi con le tasse e i biglietti) disturba. E va impedita.
Se poi ci aggiungiamo che l'Atac è un'azienda su cui aleggia l'aura della precedente gestione capitolina, se va male o fallisce è comunque un vantaggio politiko

Rolado ha detto...

Ma che ci sta a fare in ATAC un dirigente che vuole far pagare il biglietto a tutti?

@ Francis Drake
Lo sai cosa ci devi fare con il tuo bel SUV, vero?

bat21 ha detto...

Questo blog ha perso quel minimo di dignità che gli restava.

Anonimo ha detto...

Blog scaduto in tutti i sensi ( non so proprio da dove iniziare l'elenco delle infinite sciatterie di questo blog )!
Questo blog se non fosse per le amicizie del Tonelli che lo reggono, sponsorizzandolo "solo per amicizia e non per valore" fuori dal blog, avrebbe gia' chiuso i battenti.

Anonimo ha detto...

Ultimo refrain del TROLL: firmarsi con i nick degli altri. Strano non ci avesse pensato prima. E' proprio un TROLL scarso, speriamo muoia prestissimo!

E comunque è molto peggio chi abbocca al troll del troll stesso.

Secutor ha detto...

Concordo in pieno, sarà un tossicomane.

Anonimo ha detto...

Coglioni 6.33 pm e 6.26 pm sono 5.58 pm e non c' entro nulla con i commentatori precedenti.
Siete solo dei cojoni!

Anonimo ha detto...

9:58 PM Cojone, non parlavo di te cojone. Parlavo del TROLL che si firma coi nomi degli altri. Lui è TROLL tu sei cojone. Ciao cojone!

Anonimo ha detto...

Bada a come parli, giovanotto!

Anonimo ha detto...

10:14 PM
Crepa troll

bat21 ha detto...

marzo 15, 2015 5:25 PM Rolando e mariamaddalena state rispondendo ad un finto Drake. Adesso il mentecatto ha iniziato anche ad utilzzare il mio pseudonimo.
RFS a questo punto dovrebbe iniziare ad eliminare i commenti come aveva giustamente fatto in estate.

Alessandro Romani ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Romani ha detto...

L'atac deve essere venduta, ed un'azienda in crisi costa meno di una sana...

Francis Drake ha detto...

Adesso m'incazzo sul serio.

Anonimo ha detto...

l’inchiesta
Ambulante multato per il no
alle tangenti, 10 i vigili indagati

Migliaia di euro in sanzioni poi annullate dal Tar. Così volevano piegarlo alla legge delle mazzette

Secutor ha detto...

L'inchiesta sui vigili corrotti ed estorsori è ancora più disgustosa del troll che adesso utilizza anche i nomi degli altri utenti.

Anonimo ha detto...

Cazzo e' sparito l'argomento del tizio che si masturbava.
RFS chiude!

bat21 ha detto...

Questo e' ancora piu interessante http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_marzo_14/vigili-assenteisti-ogni-giorno-12percento-agenti-resta-casa-b840ba76-ca16-11e4-8e70-9bb6c82f06ec.shtml?cmpid=SF020103COR un'altra dimostrazione che i ghisa sono ben meglio dei pizzardoni e che le tasse a Milano sono spese meglio rispetto a Roma. Redazione fate un articolo?

Anonimo ha detto...

10.13 pm, salutami tua sorella e dille che ieri sera e' stata fantastica.
Ti ho visto che ci spiavi ma non importa.

Antani Volante ha detto...

Vengono messi i tornelli a gabbia in uscita x evitare che si entri da li

Anonimo ha detto...

Il buon Scoppola non si occupava da oltre 10 anni della bigliettazione elettronica è stato allontanato per le vicende legate al caso dei biglietti falsi venduti.
E' stato sempre lui in prima linea a non voler implementare il servizio le Black list e White list dei biglietti venduti.
Certo che se poi vuoi vendere più biglietti falsi possibile cerchi di non far saltare i tornelli.

Anonimo ha detto...

Ahahah sei proprio un coglione

Anonimo ha detto...

E' tutta malvivenza ....
Se si vuole campare tranquilli meglio farsi i cazzi propri ....
E poi se qualcuno salta i tronelli ma che ci frega , rubano tutti vogliamo prendercela con quello che non paga un euro e mezzo ? ma pensiamo alle centinaia di assunti di alemanno a cui continueremo a pagare lo stipendio ( vitalizio ) fino alla pensione. A voglia a saltare tornelli per fare lo stesso danno

Anonimo ha detto...

bellissimo leggere il troll che prende per il culo quel perdi giorno che gli risponde continuamente ! !

Anonimo ha detto...

Er mejo sei te che nun c'azzecchi manco pe sbajo, sei il mio idolo

Anonimo ha detto...

L'obliterazione del biglietto servirebbe anche per gestire meglio il trasporto pubblico ottimizzandolo in base alla lettura dei dati rilevati.
Questo non avviene ed allora non si riesce a comprendere in base a quali dati ed a quale programmazione vengano organizzate le frequenze delle corse.
Un classico esempio di disorganizzazione costosa, visti gli stipendi dei dirigenti, all'italiana

Anonimo ha detto...

Stazione di Tor di Quinto. Nonostante ciò che è avvenuto, la morte di una giovane donna, nuovamente abbandonata con l'autobus che non riesce ad arrivare al capolinea perché il fondo stradale è completamente dissestato.

Anonimo ha detto...

La stazione di Tor di quinto non è sotto il controllo dello stato italiano, tutta quella zona a ridosso del tevere è terra di nessuno. Si sono installate delle popolazioni di disperati, e li semplicemente non ci sta legge, se non quella tribale del più forte.
E dire che i carabinieri hanno la Salvo d'Acquisto proprio li, ma saranno impegnati a fare altro o non sarà compito loro , perchè la loro presenza proprio non viene percepita

bECCHETE STA ..... ha detto...


MA MISTERIOSO DE CHE , MISTERIOSO PE TE HA HA !!!!

ADOTTA UN ZINGARO SUONATORE A DISTANZA , IN REGALO UN AMPLIFICATORE DA 200 w ha detto...

ADOTTA UN ZINGARO BORSEGGIATORE A DISTANZA ha detto...

Aiutali a distanza, mandagli un portafoglio al mese al suo paese e per natale una fornitura di rame, il zingaro non mangia da giorni perchè non va a lavorare, basta il tuo portafoglio per rendergli una vita migliore e senza sforzo . Contiamo sulla tua sensibiltà . Grazie .


vittorio crisci ha detto...

io ho conosciuto l'ing.Carlo Alberto Scoppola e ho lavorato con lui molto tempo fa, posso affermare che persone ONESTE e LABORIOSE come lui in Italia sono in via di estinzione.
Vittorio Crisci

xjd7410@gmail.com ha detto...

louis vuitton outlet
basketball shoes
kobe bryant shoes
fitflops
replica watches
coach outlet
uggs australia
supra sneakers
rolex submariner watches
air jordans
ray ban sunglasses
hollister clothing
rolex watches outlet
michael kors handbags
christian louboutin shoes
jordan 4
insanity workout
fitflops sale clearance
jordan retro
longchamp bags
lebron james shoes 13
polo ralph lauren
michael kors outlet
hermes birkin bag
canada goose coats
ugg boots
nike roshe run
michael kors uk
louis vuitton
chenyingying20160810

ShareThis