"Aho a Roma nun funzionano iii mezzi. Semo obbligati a pija a maghina". Riflessioni attorno ad un tic vero a metà

19 marzo 2015

Problema. Ho il braccio rotto e devo arrivare alla Stazione Termini per un Frecciarossa che parte alle 13 pur dovendo parlare ad un convegno in zona Parlamento verso le 12. I tempi sono stretti. Disperazione e preoccupazione: non posso usare la bici, non posso affittare un car sharing in quanto impossibilitato a guidare. E poi come tutti ripetono a Roma "i mezzi non funzionano". Tuttavia decido di provare. Come si vede bene dal biglietto alle 12.31 alla fermata di Largo Chigi, all'inizio di Via del Tritone, mi compro un biglietto. L'orario fa fede. 

Il secondo o il terzo autobus che passa è un 80X, leggo che va a Piazza Barberini e opto per andare li e poi scambiare con la metro A per raggiungere Termini. L'autobus è nuovo, pulito e profumato. Sarà un caso.

L'80X è una linea espressa. Non fa fermate "alla romana" (una ogni 300 mt), ma va da Via del Corso a Piazza Baberini senza fermare mai. Trova un paio di bei verdi ai semafori e arriva rapido alla fermata Barberini che è esattamente a fianco della rampa che immette nella Metro A. Mi fiondo sottoterra, vidimo il mio biglietto che mi consente, con un euro e mezzo, di fare anche una corsa in metro. Arrivo presto a Termini, salgo le scale e mi dirigo verso la parte ferroviaria della stazione.

Mentre salgo guardo l'orologio. Sono le 12.43. Sono passati dodici minuti non da quando ho timbrato, attenzione, bensì da quando mi sono comprato il biglietto. Aspettare il bus, andare fino a Barberini, scendere sotto la metro, risalire a Termini ha richiesto 12 minuti.

Sono in buon anticipo e c'è tempo per una buona spremuta e biscotti dal buono Vyta. Come testimonia lo scontrino sono le 12.46. Tutto il tempo per raggiungere la carrozza del mio Frecciarossa per Milano.

Il TAR, per impallinare la sacrosanta delibera che adeguava i costi della sosta tariffata, ha spiegato in una lunga filippica che bisogna tener conto delle "abitudini dei romani", non propensi ad usare i mezzi pubblici. I mezzi pubblici funzionano male, beninteso, ma funzionano un filo meglio del senso civico e dell'attitudine europea dei cittadini di questa città. La cui forma mentis indubitabilmente e diffusamente malata (non riguarda tutti, ma riguarda troppi) rimane il problema della città per antonomasia. 

98 commenti | dì la tua:

bat21 ha detto...

Veramente il tar ha giustificato il provvedimento così? Speriamo che Renzi li ridimensioni pesantemente (se ne parlava) non se ne può più di questi strumenti di immobilismo e inerzie.

Anonimo ha detto...

In verità il TAR tirava in ballo anche la qualità dei servizi in periferia, asserendo che non tutte le zone della città sono equamente fornite in relazione alla densità abitativa e di affluenza. Il che è vero, ma ciò non toglie la mia condivisione per il provvedimento di Improta in quanto fondato sulla certezza di un percorso deciso al miglioramento dei trasporti e al cambio della cultura del romano medio, convinto che chi prende i mezzi pubblici debba essere un poveraccio.

A

Anonimo ha detto...

Vabbè ma che esempio è? Io prendo sempre e solo i mezzi e non ho la "maghina"... e quel tratto descritto nell'articolo con il bus lo faccio sempre a piedi... e ci metto pure meno tempo.
Sono d'accordo che per i Romani i mezzi non funzionano a priori ma se proprio si deve fare un test facciamolo serio...

Anonimo ha detto...

Si è arrivato un altro uomo della provvidenza .... anche il parlamento non funziona bene , quale sarà il pretesto che tirerete fuori per fare di quell'aula sorda e grigia un bivacco di manipoli ?
Riuscite a tirare fuori bassa propaganda pure su un articolo così....
Tornando all'articolo , è vero che i mezzi molte volte sono veloci ( ehi incredibile oggi hanno lavato i pavimenti alla stazione metro laurentina). Ma il problema è che i continui guasti e disservizi ,e la mancanza di orari certi per i bus, rendono un azzardo andare in stazione con i mezzi.
Ho l'abbonamento annuale, utilizzo i mezzi tutti i giorni, ma se devo prendere un freccia rossa o esco tanto tempo prima o mi faccio accompagnare.

Anonimo ha detto...

bè...allora visto che i romani hanno l'abitudine secolare di risolvere le questioni a coltellate il TAR potrebbe sospendere il reato di omicidio, così si tiene conto delle "abitudini dei romani"

Anonimo ha detto...

son buoni tutti a trovare servizi in centro... esempio del cavolo.

Anonimo ha detto...

prova a impiegare lo stesso tempo nelle ore di punta della mattina o della sera..o peggio ancora dopo le 23 (perchè non tutti hanno il rpivilegio di uscire da lavoro alle 18) e poi magari ne riparliamo

Anonimo ha detto...

Ma che caspita di servizio è? Perché non provate ad andare da Tor Sapienza a via Guido Reni, per esempio, come devo fare io spesso? Ve lo faccio io il report: minimo quattro mezzi nei giorni feriali, e un'ora e mezza se va bene. Con la "maghina" basta un terzo del tempo. Allora?
Ma per favore...

Anonimo ha detto...

Anche in quel tratto, straservito per gli standard romani, il problema è che non poi contare sui mezzi. Se devo stare in ufficio alle 8.30, devo contare non 12 ma 45 minuti per essere sicuro e talvolta mi frega

luna ha detto...

I mezzi pubblici funzionano male. Gli utilizzatori abituali lo sperimentano ogni giorno sulla propria pelle. In più devono sopportare l umiliazione di viaggiare accanto a chi sfacciatamente non fa il biglietto. Il tutto tollerato da Atac che si ostina a sostenere di avere intrapreso valide iniziative per contrastare l evasione tariffaria. ... siamo un popolo di selvaggi da chi governa al singolo cittadino. Pensiamo solo al proprio tornaconto personale (e come faccio? E allora sono autorizzato a intasare roma con la mia macchina e a parcheggiare selvaggiamente. L Atac dal canto suo se ne vede bene di rendere efficiente il servizio tanto ci sono i fessi che pagano per viaggiare in mezzi che potrebbero far concorrenza alle corrette del mare)... per sognare andatevi a vedere la mappa metropolitana di roma i av a drim della tic edizioni ☺

Anonimo ha detto...

Prova a prendere la Metro a Barberini direzione Termini alle 18:00 (ora di punta per i rientri da lavoro) ormai nè passa costantemente una ogni 5 minuti.... metro poi.... carri bestiame!!

Anonimo ha detto...

Del tutto d’accordo, “i mezzi funzionano male” lo senti dire soprattutto da chi non li prende (e quindi parla per pregiudizio). Gli autobus in particolare in centro e semi-centro funzionano (quasi) al livello di altre grandi citta’. Ovvero le linee principali sono frequenti. Poi certo spesso restano bloccati nel traffico, come del resto le macchine.

Le periferie sono un altro discorso, e pure la metro che e’ gestita malissimo e con i noti problemi di sicurezza.

Comunque c’e’ fondamentalmente un problema di status, il romano con appena un po’ di soldi si vergogna a farsi vedere sui mezzi pubblici. E questo danneggia il servizio, perche’ diventa un servizio per i poveracci con conseguente disattenzione dell’opinione pubblica e degli amministratori. La relazione di causa-effetto tra “i mezzi funzionano male” e il fatto che i romani non li usano va in entrambe le direzioni.

Anonimo ha detto...

Non è vero che "i mezzi funzionano male" lo senti soprattutto da chi NON prende i mezzi, semmai il contrario. Io uso sia il mezzo pubblico, sia il privato, sia combinazioni tra i due. Non semplifichiamo un problema realmente complesso dicendo "è principalmente colpa delle abitudini dei romani". Abbiamo ANCHE questo problema, ma ANCHE il problema di una rete di trasporto pubblico mal concepita, mal gestita e inefficiente. Interi quartieri sono schiavi del pendolarismo via macchina non per libera scelta (un esempio su tutti: ponte di nona).

Anonimo ha detto...

gli orari e la zona non sono i migliori per questo tipo di esperimenti.
le considerazioni sono sicuramente condivisibili.
però per quanto mi riguarda, sono già tornato alla macchina, e ho un mese di abbonamento atac residuo.
spendo un pò di più, ma tanto tenerla a marcire in garage era comunque uno spreco, considerando che le varie normative sull'inquinamento me la faranno buttare prima del tempo.
mi stresso lo stesso, ma molto meno rispetto a quando prendo i mezzi pubblici. Però ho guadagnato un'ora al giorno da passare in famiglia o per andare al parco a fare attività fisica.
mi dispiace ma è la terza volta che mi illudo e faccio l'abbonamento annuale. d'ora in poi solo qualche biglietto in tasca x le emergenze e la bicicletta per rompere la monotonia del solito tragitto.

Anonimo ha detto...

Scusate, un refuso: intendevo scrivere "Non è vero che "i mezzi funzionano male" lo senti soprattutto non da chi NON prende i mezzi, semmai il contrario.

Anonimo ha detto...

Intanto cominciamo col dire che l'inefficienza e la lentezza dei mezzi pubblici di superficie è dovuta principalmente al traffico di auto e mezzi privati, le vs amate "maghine" che sono dappertutto. Quello che non'è riuscito a fare l'amministrazione comunale ci è riuscito in parte il caro benzina, convincendo molti romani a soluzioni alternative. Un certo aiuto potrebbero darlo anche i Taxi, un servizio che se migliorato fornirebbe una valida alternativa e soluzione ai piccoli spostamenti urbani, come da articolo. Non ho capito perchè quando ci rechiamo in qualche capitale europea usiamo il taxi, come fa il sottoscritto, e a Roma no.

Anonimo ha detto...

Il test è privo di senso. se fosse partito da talenti con 20 minuti di anticipo non sarebba mai arrivato in tempo, come nemmeno da tante altre parti di Roma. Il caro signore fa i test probabilmente finanziato da qualcuno ed la sua prova ha la stessa valenza di chi scriveva che in Italia lo stipendio medio era di 4 000 euro al mese sommando tutti gli stipendi e dividendolo per numero di abitanti. Come si fa a scrivere queste panzane?

darkside 1 ha detto...

Quindi il resoconto di una singola esperienza dovrebbe essere preso come modello per rappresentare la situazione del trasporto pubblico...non mi sembra molto logico. Io uso i mezzi tutti i giorni per andare all' università, e nel complesso non mi posso lamentare, tuttavia ad esempio la domenica rimango tagliato fuori dal mondo. Inoltre ci sono molte zone di Roma (soprattutto in periferia) dove i collegamenti fanno schifo. Inoltre non si parla solo di frequenza, ma anche di qualità:l'80 che hai preso diventerà presto sporco e imbrattato perchè NON esiste un deposito chiuso e controllato, per non parlare dei controlli inesistenti a bordo durante la circolazione.

Anonimo ha detto...

E' come dire che Roma è una città bellissima e si prende il giorno che venne Obama come rpova provata. Patetici, provate da Torre Angela, o da una di tutte le altre "Tor".

Anonimo ha detto...

E Intanto http://montesacro.romatoday.it/rimessa-atac-montesacro-sopralluogo-ncd.html

Anonimo ha detto...

Parte del problema e’ anche che la gente ha pretese sproporzionate. Da Tor Sapienza a via Guido Reni sono 12 km con in mezzo il centro – e certo che ci vuole tempo. A Londra per andare da East Dulwich a Victoria Park, che e’ una distanza simile, e zone senza una stazione della metro attaccata, ci vuole piu’ di un’ora. Provate su google maps.

La differenza casomai e’ che a Londra lo stesso percorso in macchina ci metterebbe un tempo paragonabile, perche’ il traffico privato e’ penalizzato con corsie preferenziali. E dovresti pagare 15 euro di congestion charge piu’ probabilmente il parcheggio.

Quindi non lamentiamoci piu’ del necessario. I problemi ci sono, e grossi. Parliamo di quelli e non di cose irrealizzabili.

Anonimo ha detto...

La decisione del TAR è allucinante nella forma e nella sostanza. il parcheggio costava 2000 lire 230 anni fa non vedo perchè non sia logico aumentarlo come è avvenuto per il biglietto dell'autobus. La tariffazione della sosta è l'unico modo ragionevole, in tutto il mondo, per razionalizzare l'uso dell'automobile privato. Che deve fare l'ausiliario? Intervistare ogni automobilista la mattina per sapere da dove viene, valutare se ha un'alternativa accettabile e poi decidere quanto fargli pagare il parcheggio? Paghiamo pure l'aria non c'è motivo per cui un posto auto in centro debba essere regalato, con tutto quello che comporta in termini di traffico e inquinamento

Anonimo ha detto...

Il problema non è la tariffa, ma la cancellazione delle tariffe agevolatre, la drasdica diminuzione di strisce bianche e per finire l'ingiustificata presenza di strisce blu in zone che centro non sono davvero.

Anonimo ha detto...

ahò a chicco...
- punto 1 quel tratto di strada se è bel tempo è anche piacevole da fare a piedi per i romani;
- punto 2 per una volta che t'ha detto culo non vuol dire che sia sempre così;
- punto 3 se ci lamentiamo un fondo di verità c'è...fatte 'na settimana da pendolare con noi dalla periferia o dalla provincia di roma per arrivare al centro, solo poi potrai trarre delle adeguate riflessioni.

Anonimo ha detto...

Da Largo Chigi a Termini, secondo il calcolatore di percorsi Atac sono 2048 metri. Usando l'85, che passa ogni 8 minuti ci si mettono 11 minuti.
Ottimo. Peccato che se il calcolo tiene conto di orari ottimali. A piedi ci si mettono neanche 20 minuti.
Ma pochi di quelli che usano l'auto a Roma fanno SOLO 2 km. Non fosse altro per non perdere un prezioso parcheggio (se non ne hai di privato).

luna ha detto...

Per caso usi i mezzi pubblici tutti i giorni?

Rrose Sélavy ha detto...

E, di grazia, se il mezzo pubblico è inefficiente, qual è l'alternativa? La macchina, da parcheggiare poi in doppia fila sul marciapiede sulle strisce pedonali, casomai dopo aver perforato la Ztl contromano? Profeti del un buco per la macchina lo trovo? (A margine di ciò: stamani i soliti scherani di piazza San Bernardo, sempre loro, ancora lì: auto su passaggio pedonale e - cosa vergognosa - su tracciato per non vedenti. Probabilmente adepti del "nun ce stanno li mezzi". Più o meno).

Anonimo ha detto...

Da Sesto Miglio a Roma Termini, alle 8.00, con i mezzi circa 1h.15 min. tutto zozzo e puzzolente mentre con la mia auto 0.40 min. arrivo pulito e profumato.
Da Roma Termini a Sesto Miglio alle 19.00, con i mezzi circa 2 h.00 tutto zozzo e puzzolente mentre con la mia auto 0.40 min. arrivo pulito e profumato.
Un grazie al TAR che si è veramente compenetrato nei problemi dei cittadini romani.
Marino a casa subito prima che faccia danni irreparabili oltre a quelli già fatti!

Francis Drake ha detto...

 Rrose Sélavy sei la solita facilona (spero per te che tu non lo sia anche da un punto di vista...sessuale...eh eh scherzo) non puoi attaccare chi usa la macchina se il mezzo pubblico è gravemente inefficiente. Oltre questo devi calcolare le comodità (se non sei un pulciaro e/o un morto di fame) che ti offre un bel viaggio in auto: stereo potente e cazzuto, spazio per le gambe, portabibite e...la mia buona compagnia! :)

Anonimo ha detto...

Bravo, complimenti. Bell'articolo. Adesso però rifai tutto da capo ma partendo dalla periferia, tipo Centocelle o zona Rebibbia, e ripeti il tutto per 365 gg l'anno. Magari a quel punto ne riparliamo con più calma, eh?

Anonimo ha detto...

Rrose Sélavy, lascia perdere Francis Drake ti scarrozzo io in giro, dimmi orario e indirizzo e ti vengo a prendere a qualsiasi ora.
Fammi sapere e non te ne pentirai.
Ciao Rrose

Video Divertenti ha detto...

L'esempio riportato diciamo che è chiaramente uno dei migliori possibili.. zona centrale, servita dalla metro e dagli autobus express e in più in orario non di punta.
La mia esperienza è leggermente diversa, ma forse un pochino più significativa.
Sono tre anni che ho praticamente smesso di utilizzare la macchina durante la settimana. Tutte le mattine prendo il treno da stazione tuscolana a stazione ostiense, poi prendo la metro da piramide fino all'eur e viceversa la sera (con qualche variante a seconda dell'orario in cui esco da lavoro). Prendere i mezzi, se si vuole, si può.

Romolo Luciani ha detto...

Tutto giusto, per carità, però tra Largo Chigi e Piazza Barberini sono 900 metri...a piedi si fanno in dieci minuti. Magari è meglio fare qualche esempio più significativo, no?

Anonimo ha detto...

L'articolo è stato fatto da un che abita al centro e la macchina non gli serve pertanto non è da prendere come riferimento, poi se consideriamo che dei problemi dei cittadini romani non se ne frega è altro motivo per non prenderlo in considerazione, poi se consideriamo che è un mezzo finto borghese ( gli piacerebbe esserlo ma per esserlo deve ancora fare molta strada ) e che snobba i cittadini del ceto medio romano è altro motivo per non prendere in considerazione questo articolo populistico/borghesiano.

Massimo Trabucchi ha detto...

Secondo me dite un sacco di velleità per il semplice motivo che gli autobus fanno le stesse strade delle auto quindi non possono metterci ne più ne meno. Il grosso del problema per quanto riguarda le linee non dotate di preferenziale lo fanno la quantità impossibile di auto sia in modo che sopratutto parcheggiate, in seconde e terze file oppure di traverso anche quando lo spazio c'é, dentro le preferenziali stesse, agli incroci, etc. etc.
Ci sono sicuramente un sacco di problemi nel trasporto pubblico ma è fin troppo facile puntare il dito contro qualcun altro.
Prima realizzare maree di parcheggi sotterranei od a silo, poi far sparire TUTTE le auto parcheggiate a raso, infine linee tram e piste ciclabili, poi vediamo come filano i mezzi pubblici.

Anonimo ha detto...

Per arrivare a prendere la metro a Piramide dalla Portuense con il 719 ci puoi mettere una ventina di minuti o anche un'ora, in condizioni da carro bestiame. Non sai mai quanto tempo prima dovrai uscire di casa, a volte arriverai con più di mezz'ora di anticipo, a volte dovrai correre perché in grave ritardo. Non puoi mai organizzarti. Poi arrivi a quel capolavoro noto come metro b e lasciamo perdere...

Anonimo ha detto...

Fate solo demagogia. Ovvio che in centro i mezzi ci sono, sono capaci tutti ad esempio a farsi corso vittorio emanuele-piazza venezia con i mezzi, ci vuole un attimo e passano di continuo.
Provate a farvi ad esempio portuense-via giulia, oppure via newton-piramide, voglio vedere con i mezzi quanto ci mettete.

Anonimo ha detto...

chi commenta, purtroppo impossibile da verificare con identità anonime, dovrebbe indicare dove abita e le varie mete da raggiungere perchè solo così è possibile fare dei confronti veritieri.
questo blog per come è tutto impostato fa scaturire dati falsi e tendezioni pertanto non attendibili.
questo blog cerca di pilotare le conversazioni per dimostrare quello che più piace al blogger fondatore di rfs.

bat21 ha detto...

Max sei il solito cazzone; "gli autobus fanno le stesse strade delle auto quindi non possono metterci ne più ne meno", ma cosa sei, ritardato? O ti hanno picchiato da piccolo? In primo luogo, un autobus va più lento di un'automobile e fin qui ci arroviamo tutti, no? In secondo luogo vorrei portare alla tua attenzione l'esistenza delle cosiddette "fermate" che un autobus deve fare e che, come suggerisce il nome, costringono l'autobus a fermarsi diverse volte lungo il tragitto, rischiando così di perdere, magari, uno o più semafori verdi.
Io il dito lo punto contro i cerebrolesi romani come te.

Anonimo ha detto...

chi commenta, purtroppo impossibile da verificare con identità anonime, dovrebbe indicare dove abita e le varie mete da raggiungere perchè solo così è possibile fare dei confronti veritieri.
questo blog per come è tutto impostato per fa scaturire dati falsi e tendeziosi pertanto non attendibili.
questo blog cerca di pilotare le conversazioni per dimostrare quello che più piace al blogger fondatore di rfs.





Anonimo ha detto...

Se lo scrivi per la terza volta c'è un premio, sai?

Anonimo ha detto...

conversazione davvero frivola e falsa quando esiste l'anonimato dei vari commentatori.
questo blog per essere credibile dovrebbe far autenticare con dati veri tutti coloro che vogliono commentare, ma rfs probabilmente non lo fa perchè sparirebbero tutti i commentatori falsi e si dimostrerebbe che l'audience del blog è davvero scarsa.

Anonimo ha detto...

Francis Drake mi spieghi cosa cazzo centra il commento da tipico italiota "(spero per te che tu non lo sia anche da un punto di vista...sessuale...eh eh scherzo) ". Che cazzo centrava col discorso, e perchè "speri che non sia una facile"? se lei volesse prendere mille cazzi al giorno sarebbe liberissima di farlo (perchè no, aggiungere "eheheh scherzo" alla fine di un commento non cancella il significato della frase del cazzo) Scommetto che sei di quegli italioti che danno della troia se una la da e dicono "tiratela di meno" se uno non te la da.

Capisco che da bravo italiota la figa sia il tuo punto fisso 24 ore al giorno, ma non centrava davvero nulla col discorso della ragazza

Anonimo ha detto...

11:48 AM, tua sorella?

Anonimo ha detto...

11:51 AM, mejo la figa che andare a fotografare li cazzi di quelli che spompinano o di quelli che se masturbano.

bat21 ha detto...

La volgarità di questo blog mi lascia basito.

Anonimo ha detto...

Perché non fai un bel test per entrare a Roma dalla provincia e per prendere la metro B la mattina in orario di punta a Tiburtina? Senza bestemmiare, mi raccomando.

Anonimo ha detto...

12:00 PM, BAT21 hai ragione.
ti riferisci agli articoli che parlavano dell'uomo che si masturbava e di quello sulla coppia che si spompinavano?
anche io li ho trovati di cattivo gusto e addirittura inadatti anche ad un blog populista come questo.

Anonimo ha detto...

Ok ok avete ragione che l’esempio fatto in centro vale poco. Pero’ la divisione centro-periferia non e’ mica binaria, che appena esci dale mura aureliane gli autobus spariscono. Nei quartieri di prima fascia (per dire, dal Flaminio a Porta Pia) il discorso e’ simile. E in quei quartieri la gente ci vive, e anche li’ ti dice che “i mezzi non funzionano”.

Francis Drake ha detto...

@Anonimo 11:51
Neanche ti degno di risposta, sei chiaramente un provocatore, o magari il troll che si diverte ad usare il mio nome.

Anonimo ha detto...

12:26 PM, sembra che accusi tutti gli anonimi di usare il tuo nome, assurdo!
secondo me sei uno che fa il doppio gioco, sei volpino Francis sarebbe ora di finirla.

Anonimo ha detto...

Gran bel post!
Mc Daemon

Anonimo ha detto...

Che merda di post!
MacGyver

Anonimo ha detto...

Io è da un po' che ho constatato che "tagliare" Roma a piedi fa calare la panza, fa risparmiare tempo e ti rilassa. Un esempio ? Ci vuole lo stesso tempo da Spagna a Cornelia con la metro o facendo una bella passeggiata da Spagna a Piazza Risorgimento e poi prendendo il 49. Ma questo vale per qualunque punto della città, anche periferico.

Anonimo ha detto...

Ma annate in quel post!
MacGruber

Anonimo ha detto...

1:54 PM, a me mi son calati gli zebedei a leggere sti articoli e commenti assurdi di chi ti vuole imporre le proprie idee.
Volete usare i mezzi fatelo;
volete andare a piedi fatelo;
volete usare le bici fatelo;
volemo usare l'auto, non rompeteci i cojoni.
Rispetto reciproco!

Anonimo ha detto...

Un'articolo assurdo.

Massimo Trabucchi ha detto...

Bat21 delle 11:42 prima di tutto non ti permettere mai più di offendere se no ti becchi una bella denuncia ed ovviamente mi aspetto le tue scuse pubbliche.
Poi riguardo alle frasi in argomento degne di risposta ovviamente mi riferivo ad autobus e macchina in condizioni di traffico pesante e con rispetto dei limiti di velocità precedenze e quant'altro, fate sparire le auto puttosto, poi ne riparliamo.
Aspetto che ti scusi.

PS: concordo con chi dice che questo blog è diventato assolutamente scadente e di poca attrattiva, lo credevo più costruttivo ma avrei dovuto capirlo dal fatto che saremo in 2 o 3 a mettere il nome, il resto, bè...

Anonimo ha detto...

Articolo assurdo. Quale, quello con l'apostrofo?

bat21 ha detto...

Ti chiedo umilmente scusa, sono stato proprio un vero cafone. È che ho avuto una pessima giornata andando al lavoro con l'autobus, per qualche ragione si fermava spesso anche se non c'era il semaforo.

Anonimo ha detto...

Massimo Trabucchi, non te la prendere perchè BAT21, a ruota, offende tutti ed è solo un provocatore.
Per quanto riguarda la tua nota, io non credo assolutamente in questo blog che cerca di pilotare le conversazioni solo verso i propri punti di vista senza valutare obbiettivamente le varie sfacettature e le vere esigenze dei cittadini romani.
Questo blog ha solo un punto di vista egoistico che è quello del blogger fondatore!

Anonimo ha detto...

2:39 PM, me stavo a gratta' i cojoni e col gomito ho pigiato il tasto dell'apostrofo.
Grazie che me l'hai detto e come se tu mi avessi aiutato a grattarme.

Anonimo ha detto...

Massimo Trabucchi ci sono solo due possibilità:

- o sei talmente cojone da non capire che stai rispondendo a un TROLL che usa i nomi degli altri
- o sei tu il TROLL

Massimo Trabucchi ha detto...

Cojone dillo a qualcun altro, tipo lo specchio, e la prossima volta firmati, se qualcuno si permette di offendermi io rispondo E FIRMO. SEMPRE.
Se un imbecille si diverte a venire a guastare oltremisura questo blog poveretto lui.
Alla prossima offesa troll o non troll scatta la denuncia.

Anonimo ha detto...

Ė la prima volta che scrivo su questo Blog ma lo seguo da molto... l esempio che si dà sul trasporto pubblico su questo articolo è alquanto falso da prendere in considerazione e da riflettere su tutto il territorio di Roma... la zona è centrale e fin troppo ben fornita di mezzi per andare a termini... su altri commenti mi trovo alquanto in disaccordo come sulla pulizia delle vetture e sul tempo di frequenza... se un passeggero prende un qualsiasi autobus in prima partenza alle 5.00 ovvio che lo trova pulito e profumato rispetto che alle 19.00 sono passate ben 14 ore e molta gente zozzona... ma a tutti ce rimedio... L italiano in se deve imparare a vivere il pubblico facendo rispettare le minime regole della civiltà... stessa cosa per i NON paganti del biglietto... ormai si riconoscono in faccia chi è la persona onesta che paga e chi no... perché nessun passeggero va a dire a questi furbi di scendere dal mezzo o fare il biglietto... non fate affidamento solo all atac che mette a disposizione solo 70 controllori... siate voi i primi a far rispettare le regole... poi altra cosa c'è chi dice che con la macchina arrivo prima.. certo infrangono ogni tipo di codice della strada sono tutti bravi... sorpassi a Zig zag, passaggi con semaforo giallo se non addirittura rosso, sorpasso di autobus in fermata che se poco poco attraversa qualcuno davanti diventa un autobus tra vittima della strada ecc ecc... bisogna rispettare le leggi tutti e farle rispettare...

Anonimo ha detto...

Massimo Trabucchi, era la prima allora, sei un cojone.
Adesso vai a denuncia'.

Anonimo ha detto...

Massimo che però ci puoi fare il video della denuncia per favore? Vorrei vedere la reazione del poliziotto/carabiniere quando gli dici: "Vorrei denunciare un anonimo che mi ha offeso su internet"

Anonimo ha detto...

3:02 PM,la prima volta che scrivi ed è per rompere il cazzo!
hai fatto la morale del cazzo e poi hai anche accusato senza conoscore le persone "con la macchina arrivo prima.. certo infrangono ogni tipo di codice della strada sono tutti bravi... sorpassi a Zig zag, passaggi con semaforo giallo se non addirittura rosso, sorpasso di autobus in fermata che se poco poco attraversa qualcuno davanti diventa un autobus tra vittima della strada ecc ecc... bisogna rispettare le leggi tutti e farle rispettare..".
Ti assicuro che arrivo prima in auto al lavoro senza fare le stronzate che hai elencato, sono quello del commento 11.06 am.
Sono sicuro che sei il solito commentatore pro rfs che scrive per fomentare in modo da far aumentare i commenti su questo blog che va contro i cittadini di Roma.

Anonimo ha detto...

TROLL sei tu sia quello che scrive sgrammaticato 3.02 che quello che je risponde a 3.11.

Ma perché non ti fai aiutare?

O almeno perché non ti ammazzi?

Francis Drake ha detto...

Adesso mi incazzo sul serio.

Anonimo ha detto...

Io vi denunzio tutti!

Anonimo ha detto...

a Massimo te stai a fà venì l'infarto, me sa che tu sei di rfs che stai a fomentà, datte nà regolata!
mo ce manca Francis il drago e Bat21 il pecoraro e avemo fatto tombola.
sete i tre tenori di sto blog: Aldo Giovanni e Giacomo.

Anonimo ha detto...

Non sono assolutamente pro rts o contro i cittadini... sono io Stesso cittadino di Roma... che faccio mi contro da solo per te? Io descrivo solo quello che vedo ogni singolo giorno dalla periferia al centro... poi se tu ti reputi un guidatore onesto... buon per te...

Non sono un robot ha detto...

Ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che inserisce nel commentario. Questa bacheca non può essere moderata a monte.

Anonimo ha detto...

3:29 PM, oggi è la prima volta e hai scritto già due volte, semo in Italia non in Africa compà e l'anello ar naso nun l'avemo!
te sei già ambientato bene e in anonimato stai ad accusa' i romani e stai a fa finta che sbagli a scrive!
me sembri uno che conosce sto blog da nà vita, forse ce l'hai dentro al core deve essere qualcosa da DNA.

Anonimo ha detto...

3:38 PM, cosa vuol dire?

Anonimo ha detto...

quindi si puo' scrivere più volte facendo finta di essere commentatori diversi?
questo vuol dire che potrebbe essere tutto falsato!
volete dire che stiamo a perdere tempo?
Massimo Trabucchi scrive a Massimo Trabucchi; Francis scrive a Francis; Anonimo scrive riscrive e si risponde; ...........

Anonimo ha detto...

L ho detto che lo seguo da molto... nn hai fatto nessuna scoperta... ma se ti agiti così tanto per quello che ho scritto vordì che c ho preso per quanto ti riguarda... rimani qui su questo Blog a lamentarti su tutto... non ribellarti per i tuoi diritti...

Anonimo ha detto...

3:57 PM, te ce vole l'interprete per capì cosa vuoi dì.

bat21 ha detto...

Ragazzi calmiamoci tutti quanti, ora.

Anonimo ha detto...

@ 3:57, da molto che sei su questo blog e oggi hai deciso di scrivere la morale e le accuse?
io e te possiamo inventarci tutto tanto non esiste controprova, l'unica certezza è che possiamo inventarci e rinventarci tutto tanto con l'anonimato non se ne accorge nessuno.
potrei essere io che scrivo e mi rispondo, questa è l'unica cosa più certa.
riflettici!
addirittura potrei essere anche il blogger fondatore del blog.

Anonimo ha detto...

L'unica certezza è la morte.

Anonimo ha detto...

Se ciao core... state messi proprio male qua... malfidati all ennesima potenza

Anonimo ha detto...

4:25 PM, realistici!

Anonimo ha detto...

Occhio che entro stasera arriverà la pioggia di denunce de tiribocchi, bada.

Anonimo ha detto...

4:31 PM, tutta la famiglia farà una denuncia corale? speriamo che son pochi!
Certo se facesse la denuncia pure BAT21 con tutte le sue pecore diventa petizione non più denuncia.

Anonimo ha detto...

Class action!
Class action!
Class action!

Anonimo ha detto...

Io sono andato spesso a Roma e non ricordo una sola volta che i servizi pubblici fossero soddisfacenti e che il trasporto sia andato liscio.
Ogni esperienza provata con i mezzi pubblici di Roma e' stata catastrofica. Non mi metto ad elencare tutte le avventure una ad una. Comunque per farla breve, i casi si possono riassumere nelle seguenti aree: impossibilita' di farsi il biglietto, problemi tecnici e mezzi sostitutivi da terzo mondo, assalito da zingari, lentezza chesi faceva prima a piedi.
RFS stavolta hai proprio raccontanto balle

Anonimo ha detto...

Quoto intervento sopra, da qualsiasi periferia entro il raccordo ci vuole se va bene un ora a termini, da estremo est ad ovedt si superano tranquillamente le due ore, due e trenta minuti. Trasporti pessimi, case a costi ridicoli e improponibili, lavoro solo su raccomandazione e conoscenza...roma terzo mondo invivibile. Scappate se potete.

Anonimo ha detto...

Che persona civile, che grande esempio per tutti, che grande voglia di prendere i mezzi pubblici! Il primo che mi contraddice o si offende oppure non è d'accordo con me si becca una denuncia!

Anonimo ha detto...

sta caxxata ve la potevate evitare, non è quanto ci mette l'autobus o la metro da un qualsiasi punto A a un qualsiasi punto B, è che è solo esclusivamente questione di CULO. Ci puoi mettere i tuoi 12 minuti dal parlamento (il bus pulito, i semafori verdi, la fermata accanto le scale, la metro che passa subito) come ci puoi mettere un'ora, con il bus che salta una corsa o è troppo pieno per salirci, una macchina in doppia fila al posto del semaforo verde e quella voce di merda nella metro che dice "prossimo treno: 9 minuti". E nessuno mai che ti avverte del ritardo.

Anonimo ha detto...

ROTFL, si a mezzoggiorno e mezza grazie al cavolo..
PRova a farlo all'orario in cui la gente va a lavorare o torna o poi viemmi a raccontare tutte ste favolette da paese delle meravigle.

Anonimo ha detto...

Beh, hai avuto solo "fortuna" (per non dirlo alla romana! Io ieri da piazza Buenos Aires a via Largo Monte S. Giusto (12 Km 12), ho impiegato 1h e 40 minuti: dalle 12:00 alle 13,40. Ne vogliamo parlare o quando ti allontani dal centro scattano altre regole?
Ma tanto che je frega, quelli dell'Atac vieggiano con le macchine pagate da noi....

Anonimo ha detto...

Mi correggo, sono 9 km e non 12... che è peggio!

Anonimo ha detto...

Ma non dite stronzate! Voi non siete gli stessi che pubblicano, ad esempio, le foto del tabellone con i tempi di attesa della metro B? Adesso, improvvisamente, funziona tutto?
Amico, come hai scritto tu stesso sarà stato un caso! E poi non avevi alternative! Magari hai effettuato un percorso ben servito dai mezzi, del resto, parli del centro. Prova ad andare in periferia!

Giada ha detto...

Che commenti volgari e perfettamente inutili, vi faccio presente che non siete tenuti a commentare se non avete argomenti al di fuori delle prestazioni dello stereo della vostra amata macchina; detto ciò sono d'accordo con chi dice che i mezzi di supeficie al centro sono ottimi, il problema è il collegamento centro città-periferia, imputabile, tra le altre cose, a percorsi tortuosi e inutilmente lunghi delle linee (per la geniale politica di Atac di allungare i tragitti di alcune per sopperire alla cancellazione di altre). La cosa più indecente è la metro B, io la prendo ogni mattina per cambiare con la A, leggermente migliore, spesso tempi di attesa di sette, otto muniti e non si scende mai al di sotto dei quattro, un'eternità per una "metro".

Anonimo ha detto...

Roma è organizzata malissimo.
Il centro storico è ben servito da metro, linee express e linee normali.
Considerando anche l'immenso afflusso turistico, se posso o prendo le linee express o vado a piedi, perché su bus come un 64 o il 175 mi manca il fiato.
Io però abito in estrema periferia, Montespaccato, e la tragedia è arrivare a Battistini. La frequenza del bus è anche migliorata ma quel quadrante è popolosissimo e si riversa tutto sull'unica fermata della metro vicina, ossia Battistini.
Hanno fatto i lavori su via di Boccea e non hanno progettato minimamente una ciclabile.
In dei punti dove le rotonde renderebbero il traffico più scorrevole (e ci sarebbe lo spazio per realizzarle) ci sono dei semafori stremanti.
Battistini non doveva essere il capolinea e si vede: sorge in mezzo alle case, non ha un parcheggio di scambio degno di tale nome.
Per arrivare al centro da casa impiego un'ora e mezza. Se Battistini avesse un vero parcheggio di scambio, andrei con la macchina fino alla metro.
Un problema è anche la gente che usa il bus in sostituzione della metro per non pagare il biglietto, perché ci sono persino meno controlli.
La mia preferenza, però, va sempre al mezzo pubblico.
Probabilmente perchè sono una pezzente pulciara, perché non sono nata a Roma e non posso accettare l'inciviltà e l'individualismo che sembrano i dazi inevitabili per viverci, ma credo che sia la scelta migliore in termini collettivi e per la mia coscienza.

Anonimo ha detto...

Perchè su sto blog il tizio che posta scrive sempre "maghine"? A Roma nessuno dice maghina al massimo si dice machina data la tendenza del romano a sistemare doppie laddove non ci sono e toglierle laddove esistono.

ShareThis