Ignazio Marino vuoi imparare cosa è una pedonalizzazione? Guarda al Lungomare di Napoli, altro che il flop dei Fori Imperiali

5 aprile 2014

Presidio fisso dei vigili
Auto gdf in pattuglia
No ncc, cd, pullman, camion bar, furbi e furbetti
No bancarelle
No ombrellari, pallettari, venditori di cover e di ciarpame vario (a onor del vero ne ho visti tre, su un tratto di diverse centinaia di metri, subito evaporati alla vista della finanza)
No bande di borseggiatrici
No centurioni, fachiri, papi
No racket dell'accattonaggio
Strada ordinata e pulita
Dehor di qualità

Proprio come ai Fori, vero?

Non voglio dire che Napoli sia perfetta, tutt'altro. Ma da romano che si trova di tanto in tanto a passeggiare da quelle parti non posso non notare che ci sono diverse zone in cui il degrado è quasi, se non del tutto, assente. E sembra veramente di stare in Europa. A Roma non non possiamo dire lo stesso: l'intera città è in balia del degrado, della sciatteria, del menefreghismo e dell'illegalità diffusa. Non c'è una zona che si salvi, nemmeno in pieno centro storico. Nemmeno sotto le finestre del sindaco, dove stazionano indisturbati i venditori abusivi. Cosa abbiamo fatto per meritare tutto questo?!
Rescog

24 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Carissimo hai ragione, spesso sono a Napoli anch'io e grazie agli amici di giù visito posti anche meno di passaggio. Il giudizio? Napoli è una città difficile sia per una parte delle persone che ci vivono, sia per come è strutturata, a picco sul mare con stradine vecchie e tortuose nel centro, ma è una città che ci prova ad essere migliore, e spesso ci riesce. Ha degli angoli spettacolari , piazze ripulite, decoro ripristinato, un sistema di trasporto pubblico efficiente, traffico diminuito di molto e una vivibilità migliorata negli ultimi anni. Se continua così nel giro di qualche anno sarà la Barcellona italiana. Roma? Secondo me è persa... Servirebbe un sindaco vero, ma tanto chi arriva a farlo è solo l'ennesimo fantoccio in mano al malaffare che in realtà gestisce questa città.

Anonimo ha detto...

Confermo. Napoli ha fatto passi da gigante considerando da dove è partita. Roma invece è ormai in via di "sottosviluppo" grazie ad una classe politica indegna e inconsapevole e ad una cittadinanza indolente e menefreghista. Per non parlare di Milano, un altro pianeta.... Roma è diventata la merda d'Italia e ai romani sta bene così. Abbiamo quello che ci meritiamo. Persino il entro storico è una fogna. Ma se tutti sporcano e l'Ama è allo sbando grazie a migliaia di assunzioni clientelari non c'è via d'uscita purtroppo. Il cancro di Roma sono la gran parte dei suoi cittadini zozzoni.

Anonimo ha detto...

Non oslo finte pedonalizzazioni ma servizio pubblico dei trasporti sempre più inefficiente.
Se lasci la macchina dovresti avere una contropartita.
Aspettare un autobus è diventato un martirio.
E non parliamo della periferia ma di zone centrali come Viale Angelico o Via Trionfale.
Insomma sempre peggio...

Anonimo ha detto...

La differenza caro mio la fanno le persone.
Fatevi un esame di coscienza romani...anche se dubito che la maggior parte di voi l'abbia visto le condizioni di Roma.
E' tutto un menefreghismo misto a maleducazione tracotanza e ignoranza...basta che vince aaaaroma o aaalazio poi di tutto il resto chemmmefregaa....ecco il romano medio

diego ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Mi spiegate perché a Napoli bastano un'auto dei vigili e una pattuglia della finanza per liberare un lungomare dai venditori abusivi, mentre a Roma "c'avemo le mani legate" e gli abusivi quando vedono le forze dell'ordine si fanno una risata?

Anonimo ha detto...

Aspetta che adesso arriva qualche vigile che ce lo spiega.

Anonimo ha detto...

Romani ! : ma da una popolazione che sa spiccicare solo tre parole: Aho ! A Roma, A Lazio. Ma che vi aspettate ???

claudio ha detto...

dunque fateme capì a voi de romafaschifo volete:
-le auto e traffico devono sparire
-non siete razzisti ma ve danno fastidio bancarelle e vucumprà
-volete spazi larghi per passeggiare SOTTOCASA magari

ma fateve na casetta in campagna no????
ve coltivate un po de insalata,4galline,na vacca e un paio de pecore e via...io ce metterei la firma :D

Anonimo ha detto...

strano il gestore del blog
ha pubblicato sto post,di solito oltre i venditori ambulanti, le macchine sulle strisce e i materassi per strada non va, non va oltre il suo naso

Marko ha detto...

Confermo con quanto detto. Napoli è una città difficile per struttura e conformazione e struttura sociale (basti pensare che i quartieri spagnoli sono in pieno centro, ma con De Magistris si sono fatti passi da gigante. Il lungomare è un gioiello, via Toledo è diventata il salotto della città, il borgo marinari è una bomboniera, le nuove stazioni della metropolitana sono pulite e ordinate nonchè vere opere d'arte. ci sono pochissimi abusivi, nessun camion bar. La gente appena può corre in queste oasi di bellezza. Se penso che devo andare a fare una passeggiata in via del corso, mi viene l'ansia...

Anonimo ha detto...

ahahahahahahah

Anonimo ha detto...

Napoli in certe cose è più evoluta di Roma, checchè se ne dica...

Anonimo ha detto...

Stanno cominciando ad usare il casco e a passare col verde? No perche' se rompete i coglioni alle doppie come non vedo come potete fare i pompini a Napoli.

Anonimo ha detto...

Nel 2007 il Rom rumeno Romulus Mailat stuprò e uccise Giovanna Reggiani. Rai e Mediaset ne parlarono per MESI, scatenarono un'ondata di xenofobia in tutta Italia, sembrava quasi che dovessimo dichiarare guerra alla Romania intera, fu fatto in fretta e furia un "decreto sicurezza".

Grazie a quel "golpe mediatico" Veltroni fu fatto fuori da Alemanno. Ovviamente nulla migliorò, omicidi, zingari e immigrati c'erano prima e ci sono oggi...

Adesso la Casta ha archiviato l'emergenza sicurezza, la custodia cautelare è stata praticamente abolita nel silenzio dei media, con lo stesso "silenzio assordante" hanno fatto il decreto svuotacarceri.

ROMANI, VI STANNO PRENDENDO IN GIRO. Ribellatevi! Se al posto dei 18.000 vu-cumprà fossero venuti 18.000 juventini dal Nord a spaccare tutto, altrettanti tifosi della Roma e di Totti pronti a menare le mani li trovavate. Davvero volete continuare a subire, a farvi smontare dagli zingari perfino le piastrelle del bagno di casa?

Un patriota delle Alpi che piange a vedere la Città Eterna ridotta a un merdaio.

Anonimo ha detto...

Ma fatte li cazzi tua no? Continua a ingolla' polenta che te conviene.

Anonimo ha detto...

Oddio che Napoli sia tutto questo splendore rispetto a Roma NON mi sembra proprio.
Se leggete Il Mattino (online) e non le veline del sindaco il quadro che ne esce e' del tutto diverso
http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/cronaca/2014/5-aprile-2014/scacciati-lungomare-vu-cumpra-invadono-toledo-caos-traffico-via-caracciolo-22327309070.shtml
Questo e' solo un esempio, ma se fate qualche ricerca con Google troverete il vero pensiero dei napoletani (sostanzialmente preferirebbero avere Marino piuttosto che De Magistris ...)

Ludovico De Vico ha detto...

Per un vero patriota TUTTA l'Italia è "cazzi suoi". Sono romano fino all'ultima goccia di sangue, e sento mio dovere lottare per la difesa e la rinascita di Roma, ma con la stessa energia e determinazione mi batterei per Treviso Milano Napoli Palermo... Ringrazio il compatriota (delle Alpi) per l'interessamento mostrato e compatisco il poveretto delle 8:39 PM che evidentemente oltre il proprio nasetto non discerne alcunché.

Anonimo ha detto...

leggetevi questi due commenti presi sulla cronaca locale del mattino di napoli:

NON SI POSSONO FARE STE PAZIELLE SUL LUNGOMARE
MI fa molto piacere il caos si deve comprendere che via Caracciolo è una arteria fondamentale tutto il lungomare andrebbe rriaperto alle auto, almeno al transito senza sosta oppure sosta solo da un lato, basta di dire che si è dipendenti dalle automobili bisogna lasciare noi automobilisti liberi di poter arrivare sul lungomare, un contto è il centro storico un altro il lungomare, ma vi rendete conto che il corso vittorio emanuele è una strada strettissima e non si può per un capriccio di questo sindaco, obbligare gli automibilisti a fare giri su guri, perfino a roma hanno ridotto le zone a ZTL e gli orari, è tutto fatto con molto più senso, al contrario di qui, mo è arrivato il momento di dfire basta a queste pazzielle, la coppa davis si facesse in zone dove non reca fastidio al traffico.


cultura civica = a 0
Fin quando i napoletani o presunti tale (molto spesso sono quelli della provincia a voler venire al lungomare con la macchina fin sopra gli scogli..) saranno macchina-dipendenti la città non crescerà mai...

Anonimo ha detto...

Certo, le pedonalizzazioni vanno bene...se fatte sotto casa degli altri, e non sotto la propria.
Però le automobili che, oltre ad inquinare, occupano spazio (e non poco), quelle andranno sempre bene.

Anonimo ha detto...

In molte città francesi le auto sono totalmente bandite da certe zone, e ci si va soltanto a piedi o con il trasporto pubblico. Ma, ovviamente, qui non si può fare...

Anonimo ha detto...

Già, è vero questo...ma come fai a farlo capire all'italiota medio, che ancora vede nell'automobile un simbolo di status e quindi deve rigorosamente girare con la stessa attaccata al culo, se no si sente un fallito/a?!

Anonimo ha detto...

a napoli come in tutta italia è ancora pieno di gente col culo attaccato al sedile della macchina, ma lì almeno ci provano a fare qualche passo in avanti!

Legaboia ha detto...

La verità è che i romani se ne fregano di Roma. Non se la meritano la città più bella del mondo. E chi la amministra, oggi come ieri, non è all'altezza. Mala tempora currunt.

ShareThis