Grande articolo sul degrado a Roma nel Der Spiegel di oggi in edicola. Il più grande settimanale d'Europa condanna la gestione della città

19 aprile 2014









35 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

qualche anima pia che possa tradurre l'articolo?

Anonimo ha detto...

traduzione please!

Caterpillar ha detto...

www.itranslate4.eu
cerchiamo di rimediare una versione elettronica dell'articolo, così da poter incollare le frasi nel traduttore

Bat21 ha detto...

Ma una versione in inglese esiste?

Anonimo ha detto...

Perché c'è bisogna sapere cosa c'è scritto. Le foto parlano chiare.

Anonimo ha detto...

non è una notizia che anche i tedeschi si sono accorti di quanto disastrata sia questa città. Credete forse che tutti i turisti che vengono da altre nazioni non si accorgano dei venditori abusivi o dello zingaro che cerca di rubarti in metro nell'assenza totale di controlli?
E' solo questione di tempo, poi la vergogna, o meglio le vergogne, che si compiono quotidianamente in questo schifo di città verranno sbattute in faccia a questi buffoni da strapazzo che noi chiamiamo erroneamente politici.

Valerio Maso ha detto...

La disamina dello Spiegel non aggiunge nulla di più di quanto già i romani non sappiano. Il solito polpettone in cui entrano i senzatetto e gli accampati dell'area della stazione, le difficoltà del sindaco, le municipalizzate alle prese con le solite assenze per malattia,il suk incontrollato e incontrollabile delle aree archeologiche, il tutto visto nella prospettiva dell'ondata di pellegrini che il 27 di questo mese accorreranno per la beatificazione (o santificazione, di questo non mi intendo molto)di papa Wojtyla. Tipico articolo Spiegel

Anonimo ha detto...

ok, molto interessante, peccato che non parlo tedesco...

Gaia ha detto...

...e non poteva mancare la fotografia di Marino in bicicletta, col suo collaudato e irrinunciabile sorriso ebete!

Francesco ha detto...

@ Valerio Maso: non mi sembra affatto il solito polpettone. A parte che le descrizioni sono molto potenti e compendiano efficacemente la situazione odierna di Roma (la quale -per fortuna- non tutti conoscono). Comunque, per chi non legge il Tedesco, prende abbondantemente per il culo Marino (dipinto come una figura ridicola: sorridente e rilassato con i suoi calzini a righe e la sua bicicletta mentre Roma va "vor die Hund", ossia "in malora")e organi quali Ama e Atac. E' un bel ritratto impietoso d'una città ridicola che merita solo prese per il culo.

Anonimo ha detto...

una copia omaggio al nostro sindaco

claudio ha detto...

tranquilli...tra qualche mese roma verrà commissariata e i tagli si faranno per forza...

Anonimo ha detto...

OTTIMO, OTTIMO, FINALMENTE. Era ora che settimanali di GRANDISSIMA tiratura rendessero noto LO SCHIFO IMMANE che viviamo nella nostra città, irriconoscibile, ridotta ad un vero e proprio vomitevole suk (ad essere buoni) senza alcun controllo e legalità.

Pensate che Der Spiegel ha una tiratura di 1.000.000 di copie a settimana (per non contare poi le visualizzazioni on-line, dove l'articolo sarà molto letto).

Ecco un estratto da Wikipedia alla voce "der Spiegel": Der Spiegel (in italiano Lo Specchio) è la rivista settimanale tedesca con la maggior tiratura in Germania. Viene pubblicato ad Amburgo con una media di un milione di copie alla settimana.

ERA ORA, bravissimo Massimiliano, e che finalmente questa cosiddetta classe politica sia messa di fronte allo SCHIFO IMMONDO che vediamo tutti i giorni. In un modo o nell'altro.

BENISSIMO, più la stampa internazionale ne parla, meglio è. Ah, vediamo poi se finalmente ci si darà una REGOLATA.

Io personalmente vomito al pensiero che le tasse che pago, che PAGATE anche voi, se onesti, vadano a foraggiare gente CHE NON FA NULLA. Basta che ti fai una semplice passeggiata in una qualsiasi via del centro o, che ne so, a Piramide? Ecco, poi vai in una qualsiasi capitale Europea. Torni a Roma: non puoi non vomitare.

E non aggiungo altro.

Anonimo ha detto...

Valerio Maso
Lo spiegel non serve a spiegare ai romani quello che i romani sanno, ma spiegare ai tedeschi quello che i tedeschi ancora non sanno. Poi falli venire a roma e lo scoprono coi loro occhi il tipico articolo spiegel

Francesco ha detto...

@ Valerio Maso: poi a quanto leggo sul tuo profilo sei di Torino e vivi in Germania. Forse non ti rendi conto a che livelli di schifo, inciviltà e arretratezza culturale è arrivata Roma (e l'Italia in generale). Io sto imparando il Tedesco proprio per andarmene. Ho 29 anni, un contratto all'Università e ogni giorno non finisco di stupirmi di come ci siamo ridotti. Se la tenessero i Riommani sta merda schifosa di città. Mi dispiace solo per quegli "unhappy few" che vorrebbero vivere in un posto civile e si ritrovano nel regno della monnezza e dell'illegalità.

eliogabalo ha detto...

https://magazin.spiegel.de/digital/index_SP.html#SP/2014/17/126589943

Anonimo ha detto...

http://www.formiche.net/2014/04/20/i-buchi-romani-ignazio-marino/

Anonimo ha detto...

noi tedeschi abiamo un immagine romantica dell' italia in generale e roma in particolare che non vogliamo perdere a nessuna condizione; finché san pietro non va chiuso perche hanno messo un mercato abusivo dentro non ci rendiamo conto di tutte le cose descritte; lo spiegel puo scrivere tanti articoli come vuole.

sono d'accordo con francesco ad esclusione della sua descrizione dell'immagine che resta del sindaco; è piuttosto positiva. si che l autore lo descrive come una persona un po ridicula negli occhi dei romani, ma al stesso tempo come una persona abbastanza impegnata, chi cerca delle soluzioni; e chi ha prospettive buone di riuscirci per la sua independenza dalle forze politiche residente/tradizionale: puo prendere delle misure poco aggradite ma necessarie

Anonimo ha detto...

Al caro amico tedesco, dico che è un bene che abbiano un'idea romantica di Roma, perché a conoscerla davvero, purtroppo quell'idea si perde inesorabilmente. Roma è una città stupenda, magnifica, e naturalmente quando si scrive "Roma fa schifo", non si intende la città in sé, oggettivamente una delle più belle al mondo, ma i suoi incivili abitanti (per fortuna non tutti...ma una buona fetta), i suoi incapaci amministratori, quelli di ogni razza, colore, nazionalità che ogni giorno la insozzano, la maltrattano, la rendono un posto invivibile, facendo desiderare a migliaia di giovani (e non solo) di andarsene al più presto per cercare una vita in posti migliori e con più possibilità di crescita personale. Ci si metta in più (e questo Der Spiegel non lo dice) che Roma a livello lavorativo non offre proprio un bel niente, che ci si muove solo a conoscenze, lentamente, senza mai un piano di azione o uno straccio di sguardo al futuro. Se tutto ciò sembrava sopportabile qualche anno fa, quando ancora c'erano soldi e speranze, oggi non lo è più. Entrate in un qualsiasi autobus, in una qualsiasi metropolitana a Roma e osservate gli occhi della gente, senza più una motivazione che sia una, intenti solo a compulsare ossessivamente le app del proprio Iphone. Quanti anni luce è lontana questa Roma umiliata dalla Roma di Goethe e di Schiller, ma anche solo dalla Roma felliniana o da quella descritta da Carlo Levi e altri grandi scrittori del 900, una Roma mediterranea, popolare, incasinata quanto si vuole, ma ancora sostanzialmente sana e piena di orgoglio e speranze per il suo futuro?

Matteo ha detto...

^ Zu der deutsche Anonym: leider dieses romantisches Bild ist unrealistisch fuer die heutige Zustand der Stadt, es ist einfach eine Luege erzaehlen dass Rom ist die schoenste Stadt der Welt, weil es ist einfach nicht. Eine der groesse Problem aktuell sind die Leute die ignorieren diese katastrophal Zustand, weil die wollen die Realitaet nicht angehen, oder weil die haben einfach die Interesse in dieses Chaos zu leben (organisierte Kriminalitaet).

Anonimo ha detto...

Tornata da Berlino...ho girato la città per qualche giorno e mi cadeva spesso l'occhio su quello che mancava: sudiciume, gentaglia, disordine, arroganza. Cercavo cartacce ma non c'erano. Ambulanti ma non c'erano. Macchine mal parcheggiate ma zero anche su quel fronte. Reperti storici (pezzi del Muro) senza protezione.... ma senza alcuno sfregio. Sono rimasta a bocca aperta. Qui avrebbero subito attaccato adesivo "SGOMBRO" ah ah!! Anche poca Polizei, perché forse lavorano veramente senza farsi notare. E il rientro a Roma è - come sempre - devastante. Che ben venga l'articolo del Der Spiegel: spero che i tedeschi rimangano nel loro bel paese, perché stanno sicuramente meglio! Alessandra

Anonimo ha detto...

@ Alessandra: Io vado ogni estate a Berlino a botte di due mesi...ma non proviamo nemmeno a fare un confronto! Roma al massimo con qualche città disastrata del Messico o Detroit, lì si che può vincere!

Massimo Trabucchi ha detto...

Io però non capisco come si possa dare tutta la colpa a Marino e non a chi lo ha preceduto. Ci vuole tempo (ammesso che ce ne sia la volontà) per recuperare decenni di crollo, non ultimi gli ultimi 20 con l'enorme ostruzionismo della Lega.
Comunque non è certo il sindaco che parcheggia a malomodo, o che graffita muri e metropolitaneo che devasta gli autobus, cominciamo noi stessi a fare qualcosa per la nostra città, poi pretendiamo il resto dalle istituzioni, non ultima la presenza di guardie sul territorio. A già, qui si fanno tagli alle forze dell'ordine. Sconcertante.

Lars ha detto...

Ho vissuto a Roma in 1997 (Piazza Fanti, vicino a Termini). Cerano i/le prostituiti /trasvestiti Brasiliani con le voci basse, i Cinesi, lo spazzio publico non era troppo pulito, ma abastanza…, talvolta c’era scioppero, i autobus venivano normalmente, benchè non neccesariamente puntuale… La mia impressione era, che la citá funzionava abastanza bene, forse piu o meno come Berlino.

L’articolo nello Spiegel era un po un choc. Spero veramente che la situazione diventa meglio, forse con il nuovo sindaco, che fa „bella figura“ nel‘ articolo. (Anche Walter Veltroni sembrava una grande speranza per Roma…?) Tantissimi auguri comunque!

Anonimo ha detto...

Veltroni e i suoi furono una grande speranza per i radical scioc. Infatti poi riuscì a vincere Alemanno, poi cacciato a pedate come il peggior sindaco della storia recente di roma. Marino era una speranza ed opera tra 1000 difficoltà, ma dopo 10 mesi si vede che gli manca il polso per reggere una città di accattoni affaristi. Io gli do 18 mesi, pazienterò altri 8 mesi ma altrimenti il giudizio si cristallizzerà su negativo

Matteo ha detto...

Lars, ich habe in beide Staedte in die letzte Jahren gelebt, und ich kann dir Vorsprechen dass Berlin (die vielleicht in die 90' aehlicher zu der damaliger Rom war) hat riesige Schritte gemacht, wir wissen seit gestern dass der Land keine Schulden mehr macht. Total in die andere richtung ist Rom gegangen, in eine total Verfall.

Secutor ha detto...

Giro inebetito a Budapest nella nuova metropolitana C un capolavoro artistico e tecnico che lascia stupiti.....torno alla condanna della sventurata metro A romana in preda alla violenza barbara dei taggers dei vandali dei devastatori non ci sono più speranze siamo condannati a subire le violenze di barbari vandali protetti da un sindaco imbelle e poveraccio fino a quando dovremo scendere negli inferi della vergogna rassegnata ?

maggie girotto ha detto...

Ho tristezza nrl cuore per come roma è trattata da tutti. Da noi che ci viviamo e che buttiamo incondizionayamente i rifiuti senza fare la differenziata. Speravo che arrivasse la raccolta porta a porta ma niente. Odio chi imbratta continuamemte i muri di qualsiasi luogo sia in periferia cje al centro ma senza controlli e video camere continuerà lo stronzo certo di farla franca. Troppi extracomunitari che se ne fregano del decoro perchè poveri e affamati. Zingari che rovistano fra l'immondixis lasciando tutto per terra e i vosidetti operatori ecologici che si limitano solo a svuotare i cassonetti e a non spazzare piú lo sporco per terra. Se pensate che la mia via non ha marciapiedi e delimitatori da rendere noi pedoni bersagli di tutti quelli che passano incuranti a forte veloci. Ho scritto a marino e mi ha risposto il suo addetto scrivendomi che avrebbero analizzato il caso. So mesi e non si muove foglia. Lo sporco è ovunque perchè mancano i controlli e i vigili si limitano a fare le multe ai divieti di sosta. A roma il clientelismo è latente e sfacciato. La politica è retta da maledetti che hanno livote solo per i 5s e non verso chi ha ridotto questa città e questo stato uno scatafascio. Sono amareggiata. E sempre più incattivita. Vogliamo parlare dei parcheggiatori abusivi che stai von la paura se non gli paghi il pizzo? Maledetti tutti. Oggi ho fatto il bit sul tram e la macchinetta ha preso i soldi senza darmi il biglietto. Il sottopassaggio del trenino alla magliana è una latrina e imbrattato di stupide scritte. Xkè non mettono video camere e fanno ripagare a chi ha rovinato la cosa pubblica? Che tristezza ogni cosa. Davanti all'ascensore panoramico c'è un bGno pubblico con all'ingresso un tipo che smista chi è in attesa di entrare. Quando è ststo il mio turno la puzza di merda e piscio era talmente forte che mi sono incazzata col tipo per essere vagabomdo e non pulire quando doveva. E poi i turisti si sentivano in dovere di lasciargli anche dei soldi. Questo era un extracomunitario che se ne fregava del decoro e igiene verso quei turisto e l'immagine di roma. Mi sono vergognata anche di questo xkè non me lo aspettavo nel cuore pulsante del turismo e dell'arte antica. MI controlli di superiori che guardino se tutto procede secondo le regole e le mansioni. ... degrado totale di tanto traffico di autobus di metro di strade senza piste ciclabili di buche e strade divelte. Roma caput mundi di inciviltà senza regole e rispetto della cosa pubblica e antica. Troppi abusivi ovunque e di qualunque mestiere. Troppi stranieri lungo l'argine del tevere che lì trovano riparo.... roma è un suk di una terra abbandinata a se stessa.

Anonimo ha detto...

non a caso Roma in tedesco è Rom...

Anonimo ha detto...

Ma ancora che parlate di Alemanno, Il peggioramento con Marino è stato netto.
Chi non lo ammette è in malafede, vergognatevi

bat21 ha detto...

All'anonimo precedente: Chi è che ha fatto una parentopoli di dimensioni sontuose nel peggior stile meridionale e che adesso si chiede di finanziare con soldi di altre regioni più virtuose con il SalvaRoma?

(Ps è vero che ora Marino non vuole licenziare il frutto di tanta fatica Alemanniana ma il peccato originale non è suo).

Anonimo ha detto...

Buonasera a tutti, ho avuto il dis-piacere di leggere l'articolo sul Der Spiegel, non dice nulla che tutti non sappiamo già... Ho pensato di proporvi una traduzione dell'articolo, ma non so se corro il rischio di violare qualche diritto... Qualcuno può dirmi se posso farlo?

Bat21 ha detto...

Beh se l articolo si trova su internet non c'è problema. Ma a noi basta una sintesi ;)

bat21 ha detto...

http://www.spiegel.de/international/europe/new-mayor-in-rome-seeks-to-prevent-further-decline-in-city-a-965806.html

Ci hanno già pensato i crucchi

Anonimo ha detto...

Siete un sito di merda!! Der Spiegel era lo stesso giornale cidi anni fa ci chiamava a tutti (gli italiani) "Siete un popolo di mafiosi" con l'immagine degli spaghetti con la pistola e che siamo tutti come il comandante Schettino e voi invece date retta ad un giornale che ci prende in giro!PER ME FATE SCHIFO VOI!! Dovremmo fare la guerra alla Germania per quello che ci sta facendo e voi invece gli date ragione, informatevi prima di parlare!

ShareThis