Andare, di domenica, a fare un umile pic nic al Laghetto dell'Eur. Andarci coi mezzi pubblici. E venire umiliati in quanto cittadini. Un racconto

3 aprile 2014






Giuro che la mia è una storia che vale la pena leggere fino in fondo e pubblicare. Vorrei raccontarvi cosa incontra sul suo cammino una cittadina  per andare a fare un pic nic al laghetto dell'Eur, usando i mezzi pubblici. 
Oggi, domenica 30 Marzo 2014, ho deciso di recarmi al Laghetto dell'Eur per ammirare i ciliegi in fiore, qui di seguito elenco le situazioni in cui mi sono imbattuta:

1) Ponte Mammolo è sommerso più del solito da bancarelle. Inoltre ho visto per la prima volta una zingara con il telo pieno di robaccia in vendita (stanno ampliando il territorio? Deve essere redditizio...) indicata nella foto  con una freccia. 

2) Le scalette che dalla metro arrivano al laghetto puzzano di urina, due diverse percorse, entrambe maleodoranti.

3) Incivili parcheggiati in maniera imbarazzante lungo le strade limitrofe al laghetto, compreso soggetto che ha i soldi per comprarsi una certa macchina che non so quanta benzina consumi, ma che non ha i soldi per metterla in un garage o sulle strisce blu (oggi anche gratuite credo) e la parcheggia beatamente sullo stop (una macchina gli si era pure fermata dietro, credendo che stesse rispettando lo stop... e invece!).

4) Dopo il pic nic, mi reco a prendere la metro alla fermata Eur Palasport direzione Termini. Passo l'abbonamento e una tizia dietro di me tenta di fare il trenino. Io mi blocco e non la faccio passare. La tizia non retrocede, le porte quindi non si chiudono, mi giro per capire cosa volesse, e lei mi dici " Grazie". Le rispondo " Grazie un corno", alché finalmente capisce e retrocede.

5) Torno a Ponte Mammolo per prendere l'autobus che mi riporterà a casa. Salgo sul bus, partito puntuale, un ragazzetto imbecille, italiano, prende e scrive con un pennarello sul vetro del bus. Io rimango allibita. Il tizio scende, non so che dirgli, è pure grosso, io sono una nanna, non voglio finire ammazzata. Stomacata, provo a vedere se la scritta si pulisce con un fazzoletto. I suoi amici rimasti sul bus mi guardano, e uno dice ad un altro, non so se per ironia o meno, di darmi una mano. Io gli rispondo che se avessero voluto avrebbero dovuto fermare l'amico, e che di viaggiare nella merda non mi piace. Fortunatamente  la scritta va via. Loro rimangono zitti. L'unica persona a dirmi qualcosa è una signora non italiana, che mi dice di essere una brava ragazza. Grazie signora, fa piacere sapere che qualcuno che apprezza c'è. Allego testimonianza fotografica della pulitura. 
Aiutatemi vi prego, io non ne posso più di vivere così, facciamo qualcosa per questa città.
Lucilla

40 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Quando leggo queste storie non so se ridere o piangere. Uno va a fare un pic nic e si sente umiliato da una decina di abusivi e qualche divieto di sosta? Ma come si fa? Dov'e' il messo?

Ludovico De Vico ha detto...

Non stanchiamoci di farci notare mentre diamo esempi di civiltà, spesso nelle mie personali solitarie missioni antidegrado la gente mi guarda piacevolmente stupita e si avvicina per chiacchierare e stringermi la mano. Una buona massa di romani non è poi così cialtrona, è solo passiva e rassegnata. I rivoluzionari son sempre pochi, all'inizio...

Anonimo ha detto...

Il messo non c'è perché nessuno la ha mandato. Io per esempio mi sento umiliato dall'ignoranza, che poi è la madre di tutto il resto.

Anonimo ha detto...

Non ci arriva...

Energybambi ha detto...

Lucilla, sai che mi prendono per matta che tolgo gli adesivi da ogni dove, che raccolgo le cartacce che non sono mie e che addirittura pulisco il giardino condominiale? Sai che anche io sono una persona civile come te che odia il degrado, la sporcizia, la delinquenza...anzi mi da profondamente fastidio. Non scoraggiamoci, sapere che intorno a me non ci sono solo incivili mi fa stare meglio. Anzi grazie di esistere. Roberta

Anonimo ha detto...

Signora Lucilla, ora non ce la fa più a vivere così...

ma in passato, quante volte ha votato il PDS perchè Fini (a quei tempi) era fascista, poi i DS perchè Silvio rubava, poi l'Ulivo perchè bisognava entrare in Europa e magari oggi il M5S (quelli che hanno presentato per primi l'emendamento che abolisce la clandestinità, approvato ieri dal PD) perchè tutti gli altri sono Kasta?

Se non ha mai fatto questo, complimenti, e alle prossime elezioni votiamo insieme ESTREMA DESTRA per portare un po' di futuro anche in Italia, come stanno facendo in Francia, in Austria, in Ungheria e in tutta l'Europa civile.

Altrimenti...

CONTINUI A VOTARE IL PD, E SI GODA I FRUTTI!

Anonimo ha detto...


Per non parlare delle ex torri delle finanze che ricordano Sarajevo, del laghetto sventrato , del Luneur abbandonato e delle mignotte ovunque.

Quello che era uno dei migliori di Roma ridotto a letamaio grazie a questi politici di merda di destra e di sinistra.

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

Il nipotino di predappiofesso impazza.

Anonimo ha detto...

cara signora Lucilla lei ha tutta la mia solidarietà e comprensione.
E glielo dice uno che non è di Roma ma E'COSTRETTO A VIVERCI,spero per poco ancora, per lavoro.
Non avevo mai vissuto,fin'ora,in una città più sporca menefreghista maleducata e pullulante di zingari venditori e parcheggiatori abusivi vigili menefreghisti e maleducati(quando ci sono)di questa. E' uno schifo da qualsiasi punto di vista la si guardi. E non entro nel merito della situazione del trasporto pubblico perché è sinceramente umiliante il confronto con qualsiasi altra capitale Europea.
E per il prossimo futuro non vedo segni di miglioramento...e il mio non è pessimismo ma pragmatico realismo.

Anonimo ha detto...

L'Eur era un bel posto (con archittetura all'avanguardia per quei tempi) quando in Italia comandava chi l'ha costruito... oggi è diventato questo.

GODETEVI LA DEMOCRAZIA E CONTINUATE A VOTARE IL PD!

Anonimo ha detto...

ROMANI LORDONI VERGOGNATEVI vi hanno ridotto questa città un colabrodo!!!
Pensate solo al calcio ed avere tutto gratisse ...siete diventati una massa di parassiti !!!!

Anonimo ha detto...

Ma davvero. Quando c'era lui, caro lei. I treni arrivavano in orario, ha fatto tante cose buone, se non si fosse alleato con quell'altro. Le stagioni non sono più quelle di una volta.

Anonimo ha detto...

BENITO dove sei????

Anonimo ha detto...

Non ha costruito quasi un cazzo visto che 3/4 l'han dovuto finire con i soldi delle olimpiadi del '60... Perché "quando comondava lui" decise di entrare in guerra, astutamente, e finirono gli sghei

Anonimo ha detto...

"ROMANI LORDONI VERGOGNATEVI vi hanno ridotto questa città un colabrodo!!!
Pensate solo al calcio ed avere tutto gratisse ...siete diventati una massa di parassiti !!!!"

E tu scommetto che sei stato uno dei primi ad adattarti senza grossi problemi a queste riprovevoli abitudini, vero ?
non sarai forse anche tu uno dei tanti parassiti non romani che succhiano il latte dalla mammella romana e poi sputano nel piatto dove mangiano ?

Anonimo ha detto...

è inutile buttarla in politica con destra e sinistra dal momento che tutt'e due hanno ampiamente dimostrato di non essere in grado di risolvere il problema, la spartizione militare del territorio è evidentemente organizzata da un racket molto potente che può mettersi sotto i tacchi politici, giudici e comandanti delle forze dell'ordine. a casa mia si chiama camorra, non so come vogliono definirla i nostri amministratori e quando qualcuno deciderà di fermare questo cancro prima che distrugga completamente l'organismo ospite

Anonimo ha detto...

5:22 PM
Infatti è stato massacrato come il resto di Roma dall'architettura della democrazia. Basta guardare com'è ridotto.

Anonimo ha detto...

Pds. Pd. Invece di fini? forse ricordo male ma fini non è stato vice presidente dwl consiglio? E ministro e peesidente della camera e segretario di un partito al governo? Non ricordo bene...

Anonimo ha detto...

Anonimo nostalgico, faceva cagare negli anni 30 quando era in gran parte incompleto, fa cagare ora che è stato completato.

Insomma da mezza merda a merda completa, un bel risultato direi...

Anonimo ha detto...

Il camerata alemanno è stato sindaco e non mi pare che Roma fosse meglio di adesso. Dx e sx pari sono, anzi non sono nemmeno destra e sinistra sono una banda organizzata che si fa i fatti propri alle nostre spalle.

P.s. Quelli che parcheggiano a ceppa sono moooolto romani, espelliamo anche loro?

Anonimo ha detto...

e finchè leggerete commenti come questi ". Uno va a fare un pic nic e si sente umiliato da una decina di abusivi e qualche divieto di sosta? Ma come si fa? Dov'e' il messo?"

capite che non andremo da nessuna parte.....
per il signore sopracitato l'assedio STILE SUK di abusivi è una cosa PIù CHE NORMALE EVIDENTEMENTE!!!!!

così i parcheggi in divieto di sosta ecc ecc ecc

roma e i ROMANI QUELLI VERI sono purtroppo INVASI da una pletora di gente che questa città la usa, la sfrutta , la violenta e la saccheggia giorno per giorno davanti a quelli che non ci vedono niente di male perchè NON HANNO idea di cosa sia la civilità e l'educazione

Anonimo ha detto...

7:18 PM
Nostalgico si ma dell'architettura. Negli anni '30 non c'era quasi niente, doveva essere un quartiere espositivo pronto per il '42 e sappiamo com'è finita. Dopo la guerra l'hanno completato modificando in parte il progetto e trasformandolo pian piano in una copia di un qualsiasi quartiere di Roma del dopoguerra, ovvero in qualcosa che è fatta per costruire il più possibile. Si è salvato dalla devastazione totale perché l'impianto generale e gli edifici caratteristici sono quelli del progetto originale.
Non si tratta di Mussolini si o no, si tratta che a Roma le ultime grandi opere urbanistiche e architettoniche sono state fatte nel ventennio e negli anni immediatamente successivi alla guerra, poi a parte qualche sprazzo qua e la il vuoto con la totale assenza di pianificazione attuale.

Anonimo ha detto...

MENTRE NOI CI CHIEDIAMO COME SIA POSSIBILE TUTTO QUESTO, PD E PDL HANNO APPROVATO LA DEPENALIZZAZIONE DEL REATO DI VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO. ALTRO DA AGGIUNGERE?

Anonimo ha detto...

Ah beh se invece lo finivano come nei progetti, con le scritte Benito Mussolini alle finestre 6x9 di quella caricatura di cesso del Colosseo quadrato era proprio 'na figata...

Anonimo ha detto...

Guarda di cessi ne trovi quanti ne vuoi nel quartieri costruiti dagli anni '60 mentre la "caricatura" del Colosseo la conoscono in mezzo mondo ed è uno dei simboli di Roma.
Poi se riduci tutto a Mussolini sono problemi tuoi, l'architettura è un'altra cosa.

Anonimo ha detto...

il messo è in giro a recare notifiche a chi non sa che nesso si scrive con la n.

Anonimo ha detto...

Ahah mezzo mondo conosce il colosseo quadrato. E magari viene aposta a rom-a per vederlo. Si certo...

Anonimo ha detto...

No ovviamente, viene per vedere i condomini delle borgate e le splendide architetture dei palazzinari post fascisti.

Anonimo ha detto...

Ho riscontrato tutti gli stessi tuoi problemi andandoci lo scorso sabato, con tanto di fuga in massa degli abusivi (circa 30) inseguiti da un agente della finanza (UNO, che se lo accerchiano lo gonfiano). In mezzo alla gente che veniva travolta chiaramente.

Anonimo ha detto...

Ancora con queste stronzate del tipo camerati contro compagni ?

Non lo avete ancora capito che queste divisioni sono create ad arte per metterci gli uni contro gli altri ?

La realta' e' che in molti paesi comunisti ed anche in altri fascisti le leggi e le regole venivano giustamente fatte rispettare, mentre in questa Italietta colonizzata tutti fanno il cavolo del comodo loro.

Ai comunistelli imbrattatori romani consiglio un viaggio nella comunistissima Cuba dove forse si sorprenderanno nel vedere che li' le leggi sono fatte giustamente rispettare.

Ma come al solito noi dagli altri prendiamo solo il peggio.

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

io sono scappato da Roma, oggi mi sento fortunato, vivo a Firenze e dico che non c'è paragone con la civiltà e la cura con cui tutti i cittadini coccolano la loro città rispetto a Roma che oramai è alla deriva.

Anonimo ha detto...

io sono scappato da Roma, oggi mi sento fortunato, vivo a Firenze e dico che non c'è paragone con la civiltà e la cura con cui tutti i cittadini coccolano la loro città rispetto a Roma che oramai è alla deriva.

Anonimo ha detto...

Chiudersi in casa no??? Oggi i supermercati ti portano la spesa a casa

Anonimo ha detto...

Gentile Sig.ra Lucilla, comprendo bene la sua frustrazione e la sua rabbia nel veder rovinata la gita al laghetto. Io - da parecchio tempo - ho rinunciato a fare queste cose. Tra puzze e immondizia e vociare di gente volgare e sporca, oltre che maleducata e menefreghista (vedi foto macchina in sosta), preferisco stare a casa se posso, peccato che il mio supermercato non mi porta la spesa. E quando mi dicono "tira a campà" divento una belva.... Alessandra

Anonimo ha detto...

Concordo totalmente con Lucilla, ma il problema di fondo è, sostanzialmente, così inquadrabile:
1) Venditori abusivi: dove stanno i controlli?
2) Macchina in sosta in doppia fila: dove stanno i controlli?
3) Tizia che tenta di passare a sbafo: dove stanno i controlli?
4) Imbecille che scarabocchia sul vetro: dove stanno i controlli?
A questo punto viene da chiedersi: i vari addetti a tutti questi controlli, che evidentemente non ci stanno mai, che li paghiamo a fare, loro ed i loro dirigenti?
C'è poi la mancanza della metalità di fondo del "controllo sociale". In molte città estere se fai qualcosa che non va è la stessa gente che ti richiama, e con severità. Qui non frega niente a nessuno, "basta che vince aa Roma...". Dunque, cosa pretendiamo che cambi?

Anonimo ha detto...

Hai ragione perfettamente, anonimo delle 2:43 Il guaio di questo paese che è manca la coscienza sociale del bene comune. Esiste solo il bene del singolo e questo porta allo stato di decadenza in cui ci troviamo, soprattutto a Roma. L'altro giorno ad un signore sono caduti dalle mani alcuni pezzi di carta mentre saliva in macchina, io gentilmente glielo ho detto e lui li ha spinti sotto la macchina senza problemi!!! ho sgranato gli occhi e mi ha guardato male, delle serie appunto "a te che importa"? ricordo nel 1988 ad Amburgo che nei parchi e nel centro giravano persone con un bastone a punta che raccoglievano da terra le cicche delle sigarette (poche tra l'altro... nel 1988!!!! e poi dicono che i tedeschi sono bifolchi. Vado in Germania (così come in Svizzera e Austria)almeno 3 o 4 volte all'anno da anni e vi assicuro che non ho provato mai il disagio che mi va venire questo Paese, se così vogliamo chiamarlo. E non parlo solo dell'Europa continentale. Possibile che qui non importa a nessuno? possibile che chi ha una coscienza sociale si debba sentire un cretino fuori posto?

Anonimo ha detto...

Ad Anonimo aprile 07, 2014 9:54 AM: ti ringrazio di avermi dato ragione.

Anonimo ha detto...

Concordo con quello che hai detto, però non tutta l'Italia è così. Io vado spesso in Trentino-Alto Adige, e pur essendo sempre Italia già esiste una mentalità più simile a quella austriaca, svizzera o tedesca.

Anonimo ha detto...

Sì, concordo con l'ultimo commento. Mi ricordo che, alcuni anni fa, andai in vacanza a Malè, vicino Trento, collegata con quest'ultima dalla ferrovia Trento-Malè-Marilleva, di proprietà della Provincia Autonoma di Trento. Allora: i treni sono pulitissimi, senza neanche l'ombra di uno scarabocchio; il capotreno gira continuamente a controllare i biglietti; il personale della ferrovia è gentilissimo, altro che quei quattro cafoni dell'ATAC di Roma. Quando sono tornato nella Capitale, mi veniva da piangere, crdetemi.

Francesco Peleggi ha detto...

si ma rilassate...

ShareThis