Materassopoli (e non solo). L'intervista che spiega la presenza di rifiuti ingombranti dovunque in strada a Roma

30 gennaio 2014





Chi sei?
Sono un operatore dell'Ama. Ho notato ultimamente che pubblicate tante foto di materassi. 

Sì. E' un continuo. Ci sai spiegare cosa succede? 
Praticamente prima questa tipologia di rifiuti (ingombranti tipo materassi divani frigoriferi ecc) venivano raccolti da noi operatori che durante il nostro giro di raccolta intorno ai cassonetti toglievamo tutti i rifiuti lasciati fuori mischiandoli. Da circa un paio di settimane è stato istituito un nuovo servizio (sempre ama) che si occupa di raccogliere questi rifiuti grandi per poter far in modo di evitare che vengano buttati senza essere differenziati. Quindi ora noi operatori diciamo semplici dobbiamo solo segnalare se ci sono questi rifiuti e nn raccoglierli più col risultato che prima che passa questo servizio magari il materasso rimane li un giorno in più. Buono per il riciclo e perché nn ci ammazziamo la schiena ma con l'inconveniente che può rimanere un rifiuto un po più tempo in strada. 

Interessante. Dicci di più. 
Parlo per la nostra zona ma credo funzioni così ovunque. Hanno preso un operaio da noi ed un operaio da una zona vicino alla nostra che girano con un furgone e vanno a togliere questi rifiuti segnalati da noi. Tutto qui. Però nn so se questi due operai hanno dei sostituti o in caso di loro assenza salta il servizio. Non sono ancora ben informato. Per ora so solo che non spetta più a noi raccogliere i cosiddetti rifiuti ingombranti..

Stai dicendo che questi rifiuti ci sono sempre stati, solo che ora sono più visibili perché raccolti da Ama in maniera diversa cercando, per lo meno, di riciclarli e non di buttarli nel calderone?
Certo!!! Materassi e rifiuti di questo genere ci sono sempre stati. Allora vi spiego una cosa questi rifiuti ingombranti vengono buttati soprattutto la notte visto che sarebbe vietato lasciarli vicino ai cassonetti e gli operai che fanno spesso la notte lo sanno e io sono uno di quelli. Solo che prima li toglievamo noi e quindi non si vedevano. Ora restano in strada perché questo servizio che vi dicevo lavora di mattina. Tutto qui. Ma quella tipologia di rifiuto c è sempre stata. Questo pure a dimostrare che a differenza di quello che si dice noi ce lo spacchiamo il culo! 

Ci dai qualche numero? 
Solo in questa settimana ho lasciato già 3 materassi 1 frigo un divano una poltrona. Cose che avrei raccolto e che invece sono rimaste per terra...


Insomma, a quanto pare Ama invece di combattere (duramente) chi sversa rifiuti ingombranti in mezzo alla strada, ha costituito una unità apposita per gestire (non combattere, gestire) questa assurdità. Da qualche tempo i rifiuti ingombranti abusivi non vengono raccolti dai normali operatori che fanno il giro, ma si cerca di recuperarli a parte, per riciclarli. Un proposito positivo, iscritto all'interno di un quadro atroce che considera le violazioni, l'inciviltà e l'abusivismo come dati di fatto. Addosso ai quali cucire il servizio alla città. Una tristezza inaudita.

44 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Che i rifiuti rimangano "un giorno in piu'" mi pare una dichiarazione ottimista dell'operatore Ama. Qui, in Via Filarete, sono 11 giorni che ci sono 4 materassi e un frigo, e sono gia' stati segnalati all'Ama 3 volte. Ancora stanno li. A Torpignattra l'Ama e' come se non esistesse, in tutte le sue forme.
Alessio

Alex ha detto...

Basterebbe comunicare in maniera massiva la presenza del servizio di ritiro a domicilio gratuito.

Io non biasimo l'AMA se vuole riciclare questi oggetti, ma dovrebbe anche sanzionare duramente questi poveri cafoni (perché non possono che essere cafoni ignoranti).

Anonimo ha detto...

Il problema e' beccarli, questi cafoni, visto che agiscono di notte...

Anonimo ha detto...

ricordo qualche tempo fa di aver letto un articolo, a Ciampino (non a Berlino) avevano beccato uno mentre buttava dei rifiuti ingombranti accanto ai cassonetti semplicemente installando delle telecamere collegate con la centrale, la polizia locale collegata con iPad in pochi minuti era sul posto ed ha potuto cogliere in flagranza il personaggio. scommettiamo che a Ciampino ci pensano 2 volte prima di fare queste porcherie?

Lorik ha detto...

al solito: la risposta è telecamere...ma tanto siamo a Roma per cui: privacy privacy privacy che per tutti significa: niente telecamere

Anonimo ha detto...

Vabbè dai, sono contenta che ci siano tutti questi materassi in giro per Sciat Town. Possono essere sicuramente utili e confortevoli per i più sfortunati... zingari, senzatetto, accattoni...

Anonimo ha detto...

sono andato all'isola ecologica di Ponte Mammolo per portare un materasso e mi hanno preso la targa dell'auto, dice che si tratta di una questione di tracciabilità...

Anonimo ha detto...

sono andato all'isola ecologica di Ponte Mammolo per portare un materasso e mi hanno preso la targa dell'auto, dice che si tratta di una questione di tracciabilità...

Anonimo ha detto...

Il compito dell'AMA è quello di pulire e in questo senso mi sembra che ce la metta tutta, nonostante i mezzi a disposizione, per "gestire" il problema. In quanto a "combattere" questa diffusa inciviltà esiste un'altra forza che si chiama POLIZIA MUNICIPALE; oppure anche voi siete convinti che i vigili servano unicamente ad elevare multe agli automobilisti?

tabita frollini ha detto...

Chiamate le iene o striscia

Anonimo ha detto...

Nei paesi "civili" c'è un servizio apposta per ritirare rifiuti speciali, chiami, prendi un appuntamento, li porti giù in strada loro passano e se li portano via, tutto gratis.
Non'è poi così difficile....

Anonimo ha detto...

Le dichiarazioni anonime non servono a nulla! Non ci credo che sia un operatore AMA quello intervistato, troppo facile camuffare tutto! Le provate tutte per rendere credibili le vs battaglie. No, non ci siamo!

Maurizio ha detto...

Anonimo delle 10:22,
questo servizio esiste anche qua

http://www.amaroma.it/raccolta-differenziata/2189-raccolta-a-domicilio-rifiuti-ingombranti-e-raee.html

E per Lorik: di telecamere ce be sono a Roma ma è semplicemente ridicolo pensare di sottoporre a telecamera ogni angolo della città. Anche strade periferiche, anche strade che si perdono nella campagna. Semplicemente non si può, non è possibile.

Quanto sopra per dire che bisogna partire dal presupposto che la colpa di un materasso per strada è di chi ce l'ha messo. Non di Ama che non passa. O dei vigili che non multano.
Mettiamoci l'anima in pace: non è pensabile di punire ogni tipo di infrazione. In Italia abbiamo un rapporto forze dell'ordine /cittadini che è già tra i più alti d'Europa e abbiamo (probabilmente) uno di più elevati numeri di infrazioni. Va benissimo la repressione, ma non facciamoci illusioni: o questi comportamenti cominciano a ricevere una censura sociale o non se ne esce. Se chi butta un materasso per strada comincia ad essere visto non come un furbo che ha agito in stato di necessità (?), ma come un appestato dai suoi familiari, dai suoi vicini e consocenti, allora ci sarà speranza.

Anonimo ha detto...

alla fine , come al solito , non si capisce di chi sia la responsabilita'.

siamo un Paese di paraculi (sarebbe interessante sapere la percentuale di assenze per malattia alle municipalizzate) e servi del potente di turno.

Anonimo ha detto...

il servizio per il ritiro gratuito degli ingombranti esiste ormai da tanto. non c'è nessun motivo, ormai, per buttare le cose per strada. E' il romano medio che ha problemi seri con l'utilizzo di qualsiasi tipo di servizio che possa migliorare l'uso condiviso di questa città.

Anonimo ha detto...

quoto maurizio

Anonimo ha detto...

E invece il motivo c'è: per usufruire del ritiro gratuito devi aver pagato la Tares, siamo sicuri che chi butta in strada il materasso l'abbia pagata?
Oltretutto i materassai spesso si prendono indietro il vecchio materasso proprio per smaltirlo, evidentemente questi tizi si sono rivolti a dei materassai "alternativi"... Dai ragazzi non serve la palla di vetro per capire il tipo medio che lascia il materasso o il frigorifero vicino al cassonetto, abbiamo abbastanza indizi eh...

Anonimo ha detto...

Qualche giorno fa, via statilio ottato, cinese con grosso televisore, come se niente fosse scende di casa e lo appoggia vicino ai cassonetti, in pieno giorno. L'isola ecologica di via togliatti dista circa 500mt. Mi piacerebbe sapere in percentuale quanti sono i cafoni italiani e quanti quelli stranieri ad avere queste belle abitudini. Non conta niente? No no, conta e pure parecchio.

Anonimo ha detto...

Scusate, nella penultima foto, vedo un negozio MATERASSI e divani. Ma non è che, ritirano l'usato per poi buttarlo in mezzo alla strada? E magari per il ritiro si prendono anche qualche soldo in più?

Andrea Bocchini ha detto...

Esiste anche qui. Chiami l'ama loro vengono GRATIS e ti ritirano tutto quello che non puoi buttare nei cassonetti. Prima di parlare informati e firmati.

Andrea Bocchini ha detto...

Si però anche tu non ti firmi caro anonimo...magari quel dipendente ama non ha avuto esporsi per paura di ripercussioni sul suo lavoro...tu perché non ti firmi non ti ricordi il tuo nome?

Anonimo ha detto...

@lorik oppure si potrebbe usare dei droni.

Andrea ha detto...

Gli immigrati stanno imparando dai romani, quindi il problema, nei prossimi anni, raddoppierà!! Gli amministratori AMA, ed i vigili sono colpevoli di negligenza nei confronti di questa città che essi NON meritano!!!

Anonimo ha detto...

Non riesco ad accedere col mio account..mi chiamo Desi sono un operatore AMA che in 15 anni di servizio ha perso il conto dei rifiuti ingombranti dovuti caricare sui furgoni,sempre più alti e più scomodi. Vi assicuro che l'intervista è assolutamente veritiera, come vi assicuro che il servizio di ritiro gratuito o con un piccolo contributo ci sarà da più di 20anni, solo che la civiltà a Roma non è di casa. E' più comodo lasciare tutto vicino ai cassonetti, tanto c'è qualcuno che raccoglie. Pochi giorni fa mentre ero in borghese, ho avuto a che dire con un signore italiano distintissimo,il quale scende dal suo suv e scarica 2 materassi vicino ai cassonetti... beh alla mia richiesta di spiegazioni sapete cosa ha risposto?? che erano per i zingari!!!!!! si è sbrigato a salire in auto ed è scappato... i famosi zingari sono quelli che rovistano continuamente nei cassonetti aprendo buste di rifiuti e sporcando tutto anche dove trovano polito,tanto nessuno può dirgli nulla.noi puliamo e loro passano in continuazione! Ma tutto questo vi sembra normale??

Anonimo ha detto...

il servizio ama é gratuito tipo 20 volte all anno se gli porti la roba al piano terra. Massimo due volte al mese. Io per esempio ho una busta piena di roba elettrica ed elettronica (interruttori sostituiti, frullatore rotto ecc) e appena riempio la busta li chiamo.

Anonimo ha detto...

Non capisco perche' i vigili non li raccolgano.

Anonimo ha detto...

Non capisco perche' i vigili non li raccolgano.

Anonimo ha detto...

il servizio AMA è gratuito per le utenze domestiche con raccolta fino a 2mc. Per i prossimi 3 mesi la gratuità è prevista anche per il ritiro AL PIANO, mentre normalmente in questo caso si doveva versare qualche euro (sotto i 20). Il problema, come già detto, che i romani sono incivili

Anonimo ha detto...

Forse è ottimistica la previsione del solo giorno di parcheggio di questo tipo di rifiuti.
Comunque è dura per tanti motivi. Uno sicuramente l'inciviltà dei romani. L'altra per la mancata repressione di tali comportamenti.
Penso che l'intervista sia veritiera. Tanti particolari non possono essere inventati di sana pianta.

Bokassa risorgi ha detto...

L'unica speranza per questa città è una feroce dittatura che ripristini durissime punizioni corporali e la gogna pubblica.
Non è una città per democratici.
Gente di merda.
Vi odio

ValeriaR30 ha detto...

mi spiace ma non tanto ci credo, anni fà abitavo in una strada in cui vedevo tutte le sere un camioncino che raccoglieva solo i rifiuti ingombranti come materassi divani sedie finestre ecc... e lasciava tutto il resto, quindi il servizio a parte esiste già da tempo, e comunque sono d'accordissimo sul fatto che i rovistatori hanno purtroppo il loro grosso ruolo sulla sporcizia, perché li vedo coi miei occhi passano continuamente tirano fuori aprono rovistano e lasciano tutto lì, finché ci sono loro Roma non sarà pulita nemmeno se l'Ama passerà ogni mezz'ora perché tanto risporcano subito. E non è razzismo perché spesso vedo anche italiani che buttano per terra qualsiasi tipo di rifiuto e a loro al contrario che agli stranieri di solito cerco di dire civilmente qualcosa, tranne ovviamente se non hanno sguardo minaccioso (il che càpita spesso)

Anonimo ha detto...

vedo che prima era tutto un Alemanno Aledanno
ora con il nuovo sindaco, peggiore del precedente peraltro, nessuna menzione in nessun post

complimenti per l'onestà intellettuale

nick ha detto...

Non entro nel merito della qualità del servizio, ma qui a Barcellona funziona in maniera simile: c'è un giorno fissato in cui si lascia il rifiuto ingombrante per strada e in serata passa un camion della nettezza urbana a raccoglierlo (sempre che non se lo sia preso qualcun altro nel frattempo)

Anonimo ha detto...

Anche a Roma, ma questi qua sopra non lo sanno.

Anonimo ha detto...

Il fatto di sapere o non sapere quali sono i servizi dell'Ama non giustifica a priori il fatto di poter trattare la città come una discarica. Il problema sono i servizi comunque inadeguati dell'Ama rispetto a quello che ognuno di noi paga di tasse. Si parla di raccolta rifiuti, la differenziata, discariche da terzo mondo ecc.

Anonimo ha detto...

Peefetto, quindi non sai come sono organizzate le raccolte, ma sai come organizzare il pianto. Questo non vi fa onore, sparate merda continuamente senza sapere un cazzo di nulla difendendovi dietro al fatto che non siete tenuti a saperli. Complimenti, non oso neanche pensare cosa scriverete quando vi toglieranno il ciuccio.

Anonimo ha detto...

Forse non mi sono spiegato bene, conosco bene i servizi ama di cui mi servo ed è per questo che ne parlo male. L'articolo che stiamo commentando mi sembra un bel esempio o devo postarvi le foto della situazione dei cassonetti di casa mia per capire come funziona? Vogliamo poi parlare dove vanno a finire e come vengono trattati i rifiuti per capire che sistema di merda c'è dietro?

Anonimo ha detto...

Comunque, tra ATAC e AMA possono darsi la mano nel competere a chi fa più schifo, sotto tutti i punti di vista.

Unknown ha detto...

il divano della seconda foto, a saperlo, me lo prendevo io!!!!

Diego ha detto...

Visto l'argomento e la volontà tramite questo spazio di civilizzare le persone, mi piacerebbe che in fondo all'articolo suggeriste quello che AMA non fa per niente: ovvero l'esistenza dei centri di raccolta. Posti meravigliosi in cui è possibile liberarsi in modo civile di qualunque cosa!
http://www.amaroma.it/raccolta-differenziata/centri-di-raccolta/

Adriano G. V. Esposito ha detto...

A quell'operatore AMA stringerei la mano e gli offrirei una pizza perché ha una grande dignità. Ma quanti miei conoscenti AMA sono degli stronzi? Ho perso il conto.

Anonimo ha detto...

Quoto Anonimo

Anonimo ha detto...

Ma il servizio per cui si pagano 16 euro e passavano a ritirare i rifuti ingombranti ad una data prestabilita esiste ancora? Io l'ho usato varie volte...

Anonimo ha detto...

Il problema non è AMA (o, perlomeno, non solo) ma è L'INCIVILTA' e L'IGNORANZA INSITE NEL PIU' PROFONDO DELL'ANIMA DI MOLTI CITTADINI DI ROMA. E' proibito abbandonare rifiuti ingombranti nei pressi dei cassonetti. COSA NON E' CHIARO IN QUESTA REGOLA? Pretendere poi che si AMA a controllare (e come? presidiando giorno e notte tutti i cassotetti?) è pura FOLLIA!!!

ShareThis