Dieci minuti di video lungo Via Tuscolana. Il disastro, semplicemente il disastro

8 gennaio 2014
Vi mando un video perché ho notato che pochi giorni fa avete postato delle immagini di via Appia Nuova. Qui siamo in via Tuscolana, stesso municipio, il nuovo settimo ex decimo. La via del cinema, il luogo che porta alla vecchia Hollywood sul Tevere.
 Non facevo due passi su questa via consolare da un paio d'anni, dato che non vivo a Roma 12 mesi all'anno. Sono rimasto a bocca aperta. Non potevo crederci. Un contesto che in nessuna città europea dove ho vissuto ho mai visto. Una cosa simile posso ricordarla a Marrakech, ma diciamo che i bazar arabi sono molto più affascinanti e folkloristici di quelli romani.
Credo che per questa situazione un Presidente di Municipio dovrebbe semplicemente dimettersi. É troppo raccapricciante. Non riesco a capire come gli abitanti e i commercianti possano accettare tutto questo. Non mi sembra che 10 anni fa esistesse una situazione del genere.
Spero che divulghiate questo piccolo reportage possa far smuovere qualche coscienza.
Riccardo

38 commenti | dì la tua:

Ludovico De vico ha detto...

Finché si continua a comprare da quei bancarellari... anche la Tiburtina non è diversa.
Qualcuno sa esporre in modo ben circostanziato come è organizzato esattamente questo ributtante commercio, quali sono le mafie che lo gestiscono, cinesi, asiatiche, italiche? Vorrei poter argomentare con fatti reali e convincenti a chi ancora (consapevolmente o no) continua a rendersi complice di questo immondo schifo.
Grazie.

Bruno Marcelli ha detto...

Lo schifo dello schifo alberga solo a Roma. Sono stato a Firenze e ho visto anche li qualche ambulante abusivo, ma non c'è la concentrazione di Roma ed è solo su un paio di vie del centro. Una domanda che faccio spesso (senza risposta) sulla mail dei vv uu: ma perchè tutto questo viene tollerato?" In fin dei conti lo stipendio è pagato da noi e la città dovrebbe essere anche la loro. Ma niente, nessun provvedimaneto se non, ogni tanto, il passaggio di qualche auto che al solo lampeggiare di blu provoca il fuggi-fuggi. E dopo...tutto come prima. Che tristezza, e pensare che siamo la capitale...ma de che?

Anonimo ha detto...

I "commercianti" romani con il loro nero hanno spalancato le porte di Roma ad un commercio 100nero e quindi tutto illegale ed quindi totale evasori di IVA, Irpef, contributi, IMU....nel disprezzo più assoluto di norme e regole di convivenza civile-

Questo ignorante comportamento di troppi "commercianti" romani è stato così cieco che non si sono resi conto che il loro richiedere il nero ha portato il mercato a rispondere con Strutture totalmente illegali che forniscono merce e prodotti al 100% a nero e che nulla hanno a che vedere con la libera concorrenza.

"Commercianti" romani Voi siete responsabili del degrado in cui si trova il commercio romano e siete responsabili delle migliaia di commessi licenziati e di aver compromesso il futuro anche dei vs figli.

DottorPav

Anonimo ha detto...

Ci vivo, ci sono nato e cresciuto. Questa situazione l'ho vista nascere, giorno dopo giorno, anno dopo anno. Il X° municipio è stato violentato dal suo stesso presidente Sandro Medici per decenni, ed ha avuto il gruppo di vigili urbani più corrotto di Roma. Sono riusciti a legalizzare un mercato in via del Quadraro, vicino al mercato rionale vero. 6 giorni su 7 dalle sette di mattina fino alle 14,30 è impossibile camminare, si mettono quasi dentro i portoni. Ho visto far uscire bare di defunti dalle abitazioni, portate in giro tra le bancarelle prima di riuscire ad arrivare al carro funebre. Se deve arrivare un'ambulanza è un problema, idem per vigili del fuoco. Se devi fare un trasloco o ti devono portare mobili devi metterti d'accordo per il tardo pomeriggio, oppure la domenica. Tutti i giorni quando vanno via lasciano buste ed immondizia varia sul marciapiede, l'AMA passa ogni giorno, ci mettono quasi due ore a ripulire, anche male, ed è un disturbo continuo perchè i loro mezzi sono rumorosi e fatiscenti. Io comprendo che alcuni sono autorizzati, ma perchè non limitare il tutto ad uno o due giorni a settimana? Ditemi se questa è vita...

Anonimo ha detto...

sig Raffele Clemente, Comandante Vigili Roma. Questa situazione di degrado del commercio ambulante criminoso è diventata un grave problema di ordine pubblico di cui Lei e le altre forze dell'ordine siete a conoscenza già da molto tempo
Per favore ci rassicuri che state prendendo provvedimenti strutturali per eliminare questo mostro prima che ci divori tutti.
I❤️Roma

Anonimo ha detto...

In tutti questi anni cosa facevano le Associazioni Commercianti Romani e i Sindacati Lavoratori commercio romano??

Ciechi&Sordi? Distratti? Inefficienti? ignoranti? Ignavi?e/o anche... ...

Anonimo ha detto...

A ROMA ORMAI SI E' COMPLETAMENTE PERSO IL CONTROLLO DEL TERRITORIO.

NESSUNO SEMBRA IN GRADO DI RIPRENDERLO O VOLERLO FARE.

Anonimo ha detto...

Paese allo sbando, capitale ingovernabile, anche il "primo cittadino" se ne è accorto, in cuor suo credo che mediti "ma chi me lo ha fatto fare...". Roma è ingovernabile perchè è marcia e corrotta, sin dall'antichità. Forse l'unica soluzione sarebbe quella di commissariarla e farla amministrare da un pool Franco/Svizzero/Tedesco e i cialtroni mandarli in esilio forzato. Il "romano" va educato, con un paio di generazioni forse è possibile.

Anonimo ha detto...

città invivibile. fa vomitare ogni singolo centimetro quadrato di territorio, dalla periferia a qualsiasi via del centro storico.
una vergogna assoluta avere ospiti di fuori roma e stranieri ed essere in totale imbarazzo volendo fargli fare un giro per la città.
presi per il culo, a ragione, da persone provenienti da quello che noi consideriamo secondo o terzo mondo.

Anonimo ha detto...

Concordo in tutto e per tutto con Anonimo delle 9:31.
Solo chi è nato o vive in quel municipio può comprendere appieno il degrado che vi regna e l'assoluta inadeguatezza dei servizi a cominciare da quelli allo sportello del municipio.
tra l'altro l'ex presidente alle ultime comunali non dimentichiamolo si è candidato per il Partito Pirata.
Di cosa vogliamo stupirci.

Anonimo ha detto...

E' una tristezza ed uno squallore passeggiare per via Tuscolana. I marciapiedi e le panchine ormai sono completamente di loro proprietà nonostante siano larghi e potrebbero far circolare liberamente pedoni e persone in carrozzella.
Ormai è complicato camminare.
Adesso si stanno prendendo anche la parte opposta quella che va dal cinema Bristol a Lucio Sestio senza che vi sia l'intervento di qualcuno.
L'indecenza citata sopra di Via del Quadraro e del suo mercato parallelo che tiene in ostaggio un intero quartiere fino alle 14.30 è sotto gli occhi di tutti.
Per un periodo era presidiato anche dai vigili urbani che regolavano il quotidiano parcheggio selvaggio. E' durata poco ed i motivi sfuggono.
Durante la mattinata è una assalto di macchine in parcheggi creativi e spesso in doppia fila con clacson che suonano spesso per gente con l'auto incastrata nell'indifferenza generale.
A questo si aggiunga l'autorizzazione per il giorno di sabato di un altro mercatino nelì'area PEDONALE di Largo Spartaco dove per tutta la settimana lo spazio è a disposizione dei bambini e di chiunque voglia stare tranquillo senza auto intorno mentre il sabato è un assalto di furgoni che parcheggiano dappertutto comprese le aree verdi ed i marciapiedi mattonati.
Ringraziamo quindi di tutto questo coloro che hanno concesso licenze per poter generare questo schifo quotidiano.




Anonimo ha detto...

Caro Comandante Clemente su quella strada non può immaginare, o forse già lo sa, quanto lavoro c'è da fare

Anonimo ha detto...

E' sufficiente trovare (o costruire) appositi spazi dove impiegare E TASSARE qualsiasi tipo di vendita e VIETARE CON L'IMPIEGO DELLE FORZE DELL'ORDINE l'esercizio abusivo sui marciapiedi.
Ma no dopo arriva Fata Boldrina dell'UNHCR o quello che è, e allora "sei un fascista" e allora blablablabblà etc.... e allora lo sappiamo no?

Tramvinicyus

Anonimo ha detto...

Porco zio che schifo immondo, ho fatto proprio bene ad andarmene da quella città de merda....andatevene pure voi, non si puo' campare cosi!!

Flavio178 ha detto...

fatevi un giro intorno a Piazza Fermi, e nelle vie limitrofe come Via Fermi e Via Francesco Grimaldi, come pure Viale Marconi fino al negozio della Feltrinelli.

Ci sono bancarelle che occupano un buon 60-70% del marciapiede.
Si cammina dandosi le spallate perchè non c'è spazio.
Per disabili o bambini in carrozzina il passaggio è veramente difficile.
Spesso i loro orrendi furgoni sono in divieto di sosta o in doppia fila.
Lasciano spesso sporcizia per terra senza pulire.
Non credo che paghino neanche un euro di tasse.

Domande: è lecito tutto questa occupazione di suolo pubblico??
Il marciapiede non dovrebbe essere di tutti???
Se volessi fare una mail di denuncia...qualcuno sa dirmi un indirizzo mail a cui inviare la mail?????
A chi occorre segnalare questa situazione per far cambiare le cose?? polizia municipale?? comune??...
Vi sarei grato se qualcuno mi indicasse 1-2 indirizzi mail.

grazie

saluti

Flavio

Anonimo ha detto...

A Flà, falla finita, ce le hanno le autorizzazioni e lo sai bene.
Le rotazioni degli ambulanti le stabilisce il comune, mò perchè a te nun te piacciono devono smette de lavorà?

Anonimo ha detto...

@1:44 ci piacciono che possano lavorare regolamentati e non, come al solito in questa città, in questa maniera deregolamentata e lesiva dei diritti di circolazione, a piedi e non, di tutti.
Ormai un marciapiede è diventato un centro commerciale invivibile da parte di chi soffre di handicap o per chi vuole passare con un passeggino.
Se poi sta bene che debbano andare in mezzo alla strada e rischiare di essere investiti da auto in transito allora è un altro discorso.
Insomma interessi di pochi che sopravanzano i diritti perché non c'è voglia o volonta di dislocarli in maniera adeguata.
Questo per quanto riguarda gli autorizzati come hai giustamente scritto. Per quanto riguarda i non autorizzati non si capisce perché stiano aumentando, ledendo la libertà dei cittadini, e nessuno fa niente per fermare questa invasione. Evidentemente ci sono motivi che a noi comuni mortali sfuggono.

Anonimo ha detto...

Quì non si tratta di piacere o non piacere. Nel mio post delle 9.31 ho elencato dettagliatamente i problemi che creano. Io pago le tasse e ho il diritto di poter uscire di casa senza trovarmi nel portone la bancarella del cingalese. Ho il diritto di poter crepare in casa mia e farmi venire a prendere nella cassa da morto senza subire l'umiliante "ultimo tragitto" tra la merda, invece che dritto per dritto nel carro funebre. Ho il diritto di non farmi 300 metri in più con un televisore sotto braccio che mi sono comprato per arrivare al portone, Ho il diritto di non essere svegliato il sabato alle 6.30 di mattina da chi monta le bancarelle senza rispetto per la cittadinanza, tra schiamazzi e rumori di ferraglia. A via Tuscolana non ci passo più, la evito accuratamente, anche se avrei il diritto di passeggiarci senza trovarmi nella calca causata da marciapiedi ristretti del 90%. La colpa non è dei venditori ambulanti e non ce l'ho con loro(quelli autorizzati) ma con l'amministrazione che ha dato permessi senza tenere conto delle ripercussioni sulla viabilità, sia stradale che pedonale. O meglio, sicuramente lo sapevano, ma evidentemente con una bella tangente si aggirava tutto. Ora, noi cittadini dobbiamo chiedere una revisione delle concessioni ed una riorganizzazione degli spazi dedicati, al fine di migliorare la qualità della vita. In più, sarebbe ora di fare la guerra agli abusivi che non hanno i permessi, non hanno il permesso di soggiorno e in più vendono merci contraffatte e non a norma.

Anonimo ha detto...

L'indecenza di via Tuscolana c'è sempre stata. Fatevi un giro a Trieste, con i suoi palazzi del Coppedè, ormai ridotta alla stregua. Il paesaggio conta, quando, però, davanti ad architetture di un certo pregio, ti ritrovi nomadi che bivaccano da un secchio all'altro e bancarelle di merda ad ogni incrocio, figurati altrove, dove ci stanno le caserme...

La bellezza va tutelata, il resto è cosa risaputa.

Anonimo ha detto...

Aggiungo, per chi come me è della zona. Avete fatto casa che nel tratto di via Tuscolana, difronte al cinema Atlantic, che va dall'incrocio con via del Quadraro fino alla fermata metro Lucio Sestio, non ci si mettono mai? Ne autorizzati e ne abusivi. Perchè? Semplice: non ci sono negozi. Paradossalmente, in quel tratto si cammina che è una meraviglia.

Anonimo ha detto...

La situazione è indecente, da combattere con tutta l'energia possibile, ma…
una delle cause sta anche nel fatto che ci hanno "rubato" la metà dello stipendio con gli aumenti ingiustificati messi a segno dal momento in cui è stato introdotto l'euro. E se adesso un paio di scarpe in negozio costa 150 euro (300.000 lire) è chiaro che chi vende scarpe a 15-30 euro o "tutto ad un euro" avrà sempre dei clienti costretti a comprare da loro. Nei paesi dove lo stipendio è adeguato ai pezzi e viceversa la cianfrusaglia ad un euro al chilo non ha tanto "appeal"

Anonimo ha detto...

Cosa vi aspettate da un municipio che da oltre 10 anni è amministrato da presidenti filocomunisti e che costituisce una delle basi elettorali der bancarellaro?
Evidentemente ai residenti questa merda un po' piace...
Pensate che Uolter voleva farne la via del cinema, andate a vedere come è ridotta la Walk of Fame de noantri, le bestie non hanno avuto pietà nemmeno per Albertone...

Anonimo ha detto...

Usate il fuoco.

Anonimo ha detto...

Leggendo le risposte al mio intervento ho capito che il commercio ambulante:
- è assolutamente legittimo perchè hanno un permesso comunale;
- è funzionale al quartiere e offre un bel servizio perchè vende merce a basso costo.

Detto questo, deduco che non devo nè lametarmi, nè protesteare.

...Anzi quasi quasi quando ci passo davanti li ringrazio...

sono troppo belle queste bancarelle....e offrono un gran bel servizio alla comunità...

Mi è venuta anche una bella idea...
Voglio scrivere al comune per proporre di togliere tutte le poche panchine presenti sui marciapiedi.....e che vengano tagliati tutti i pochi alberi presenti...

Si creerebbe ancora più spazio per il commercio ambulante...

sarebbe fantastico!!


Gothic666 ha detto...

@Anonimo 2:58 PM
Nel quartiere è pieno di negozi che vendono abbigliamento a prezzi popolari. C'era Upim, ora c'è H&M, c'è Oviesse, c'è il Regno della Scarpa in via dei Salesiani che è un outlet dove con 40€ hai solo che da scegliere, più una miriade di altri piccoli negozi onesti, che vendono merce per tutte le tasche e sono in regola. Purtroppo ci sono gli idioti che vogliono le hogan taroccate o le borse firmate pur non potendosele permettere, e preferiscono rovinarsi i piedi e la pelle piuttosto che vestirsi in maniera dignitosa ma senza brand. Questo non giustifica lo schifo, chi è fuori legge va punito e chi compra da loro anche.

Anonimo ha detto...

Applauso per l'intervento di Gothic666. E' palese che (purtroppo) c'è la domanda e quindi l'offerta, ci sono gli ambulanti irregolari anche per colpa dei coatti che preferiscono comprare la borsa CK falsa piuttosto di una "unbranded".

Riccardo ha detto...

non smetterò mai di ringraziare questo blog per avermi aperto gli occhi

Riccardo_C ha detto...

Per me questo è solo uno schifo, una prepotenza e una speculazione. Il suolo pubblico è di tutti, quindi dovrebbero essere i cittadini a decidere se un certo numero di metri quadrati del suolo debba essere dato in concessione ad attività con scopo di lucro.
Ma perchè io devo svegliarmi la mattina e trovare delle bancarelle sui passaggi pedonali pubblici e nessuno mi ha detto nulla? Perchè nessuno in campagna elettorare ha mai menzionato una sola virgola su queste concessioni negli ultimi 10 anni? Chi è che stabilisce che tutto ciò debba avvenire senza consultare gli abitanti dei vari municipi?
Questi sono cambiamenti enormi per una via consolare...praticamente hanno creato un mercato senza che nessuno lo avesse richiesto, a parte quelli che hanno interesse a vendere questi prodotti ovviamente. Viene spuntaneo domandarsi se non sia la camorra a produrre gli articoli che vendono questi ambulanti.. magari così ci ricicla il denaro sporco. Forse è per questo che nessuno dice niente, che nessuno muove un dito e che i cittadini continuano a subire scelte che cadano dall'alto senza preavviso.
Questa schifezza distrugge anche il concetto di mercato rionale dato che ora è tutto un mercato in ogni angolo di strada...
Ne deduco che a Roma quindi non solo non si sa dare valore alle cose belle che la città potrebbe offrire(come i mercati rionali) ma addirittura si cerca di distruggerle. Ai cittadini per bene dico di svegliarsi, questa città è gestita dalle mafie che non fanno altro che speculare in modo abbastanza palese..

Anonimo ha detto...

Grazie a questo blog per portare a galla problemi a cui non viene data visibilità da tanti media sperando che tutto ciò solleciti i nostri amministratori a prendere gli opportuni provvedimenti per far riprendere a vivere questa città.
E questo non è pessimismo o piangersi addosso. Questa è voglia di cambiare e di sapere ed essere confortati che comunque a tanta gente questo schifo non va bene.

Anonimo ha detto...

E non è tutto. Nel quartiere sono presenti molti anziani in sedia a rotelle, e numerosi ciechi (in una via parallela alla Tuscolana c'è un intero palazzo di proprietà di una fondazione per non vedenti). A questi cittadini e ai loro accompagnatori è preclusa una passeggiata sulla Tuscolana, nonché l'accesso alla metro: non solo mancano gli ascensori, è proprio fisicamente impossibile avvicinarsi all'entrata della metro. Via Nobiliore, che taglia la Tuscolana all'altezza della metro Giulio Agricola, è un altro disgustoso suk di abusivi e bancarelle di mutande. Impossibile camminare. Impossibile.

Anonimo ha detto...

@7.29 E' necessario ringraziare chi concede tali autorizzazioni e non vigila sugli abusivi che quindi confina i cittadini ai margini permettendo a questa gente di fare i porci comodi loro.
Vogliamo parlare sempre in quella zona che nelle zone limitrofe di cosa combinano i negozi di frutta e verdura per i quali il suolo pubblico non ha limiti. Alcuni occupano pure lo spazio delle fermate degli autobus.
Insomma questo blog di argomenti ne sta fornendo tanti. Sarebbe ora però che chi di competenza prendesse atto di ciò che viene segnalato e iniziasse a darsi da fare. Altrimenti sono tutte chiacchiere da bar quelle che ci propinano in televisione e durante la campagna elettorale.

Anonimo ha detto...

@8:46 Esatto, vorrei proprio sapere chi concede queste licenze. Perché aldilà dell'inutile schifo dei venditori di cover di cellulari, che mettono i loro banchetti di cartone ovunque, la parte grossa dell'invasione è svolta dagli ambulanti coi furgoni. Ma con quale criterio si è ritenuto possibile far accampare decine e decine di banchi sul marciapiede della Tuscolana? Non c'è proprio fisicamente lo spazio!
Invito chi non fosse del quartiere a fare una prova: raggiungere la metro Giulio Agricola percorrendo via Nobiliore (lato numeri dispari). Fate sapere quanto tempo impiegate a svicolare tra cartoni, stand, manichini e bancarelle per raggiungere la metro. Su via Nobiliore si cammina uno per volta e a sensi alternati! Immaginate i ciechi degli stabili di via Flavio Stilicone 186, che con i loro accompagnatori vogliono fare una passeggiata e trovano i percorsi dedicati occupati dalle bancarelle abusive e non...

Anonimo ha detto...

qui a Milano di ambulanti per strada non ce ne sono se non durante i mercati rionali.. perche? come mai?

Anonimo ha detto...

Idea eccellente quella di proporre amministratori svizzeri in Roma. Posso vedere se il dott. Norman Gobbi, della Lega dei Ticinesi, fosse interessato ad avere nomina di commissario plenipotenziario in Roma e iniziare ad amministrare Roma allo stesso modo di Zurich. Magari anche doppia toponomastica italiano-tedesco :-)

Anonimo ha detto...

grazie per aver portato alla luce questo video

sampei78 ha detto...

cresciuto nel quartiere di cinecittà adesso a 35 anni frequento meno lo struscio della tuscolana e l'altro giorno passando in macchina con mio padre commentavamo che ormai gli ambulanti/abusivi hanno talmente tanta merce che non sono più pronti come una volta a prendere il "fugone" ogni tanto quando si presenta la volante... Segno che non hanno più nenache la remota paura del possibile sequestro!
E comunque dalla strada la situazione non sembrava così disastrosa: non c'è un centimetro di marciapiede libero!

Anonimo ha detto...

manganellate...forti!!!!! ma fortiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!

Anonimo ha detto...

oh ti volevo solo dire una cosa.... il semaforo quando è verde si attraversa... quando è rosso stai fermo sul marciapiede e passano le macchine..... èh le bancarelle incivili......

ShareThis