Vedi le ragazzine in metro che fanno razzia di portafogli, le segui, le denunci, tutti in questura, loro ti accusano di violenza sessuale. Ogni giorno la guerra civile sotto la metro

17 gennaio 2014

Ultimamente non uso molto la metropolitana ma ieri (16/01/2013) verso le 15:45 circa mi sono trovato a fare il cambio dalla A alla B a Termini e visto che seguo con assiduità questa pagina e leggo un po' di stampa locale mi ricordo di stare attento alle ormai famigerate baby gang di borseggiatori di cui tanto si parla.
Mi ero raccomandato appunto di fare attenzione, ma non pensavo che sarebbe successo ciò che tra poco racconterò, insomma non pensavo che sarebbe stato così facile incontrarle.

Appena esco dal vagone mi passano davanti due ragazzine che corrispondono più o meno ai tanti identikit pubblicati qui: origini rom, tracolla e poi soprattutto noto dei lunghi teli con i quali si coprivano le spalle. Tipo un pareo di cui sinceramente mi sfuggiva l'utilità considerato che lo avevano sopra la giacca. Mentre ci avviciniamo alle scale mobili, io ero dietro di loro, se ne aggiungono altre due. Anche loro tracolla e stesso aspetto. Ora sono quattro e si fermano alla base delle scale mobili creando anche un po' di intralcio. Io sono a distanza e mi appresto a salire quando due di loro salgono, fanno salire quella che poi sarà la preda e dietro salgono anche le altre due. Tipo una tattica di accerchiamento. Due davanti e due dietro.

Io a questo punto sono ad un metro da loro e vedo che una delle due che stava dietro infila con nonchalance la mano dentro la borsa della signora che la precedeva. Non faccio in tempo a dire "a" che dalla parte superiore della scala mobile arrivano delle urla: "attenti alle borse e ai portafogli".
Appena sente le urla la ragazzina ritira la mano e scende dalle scale mobili contromano. Io, che mi trovavo sempre dietro, scendo allo stesso tempo. La vittima del borseggio non si è accorta di nulla causa la ressa e la velocità in cui si è svolto il tutto.
Le due si rifermano alla base delle scale mobili e vengono raggiunte dalle due che nel frattempo avevano risalito la rampa di scale. Mi fermo anche io a breve distanza per vedere cosa fanno e comincio a guardarmi intorno alla ricerca di un agente di stazione per denunciare l'accaduto.
Lungi da me fare il giustiziere, ho ritenuto solo in quel momento di non far finta di nulla e di denunciare quello a cui ho assistito. Come sono convinto sia normale.

Purtroppo non vedo in vicinanza agenti di stazione, ma vedo come si muovono le quattro ed è chiaro che stanno cercando un'altra vittima. Risalgono le scale e cominciano a girare per le banchine guardandosi intorno e accelerando il passo ogniqualvolta sta per ripartire un treno avvicinandosi ai convogli, senza però mai prenderli. Non si accorgono di me perché riesco sempre a mantenermi a distanza.
Gli vado dietro e mentre le tengo d'occhio cerco sempre un agente di stazione. Nel frattempo per tutelarmi cerco di scattare una foto, se ne accorgono, e usano quei teli che avevano dietro per coprirsi il viso. Ecco a cosa servono!

So benissimo che non si possono fare foto nelle stazioni, ma ritengo che se assisto ad un tentativo di furto questo divieto può e deve venir meno essendovi in corso un reato ben più grave. Le seguo ancora mentre adesso vanno in giro con quei teli messi a mo' di burqa, così:


Mi guardano e allungano il passo stavolta verso l'uscita interna alla Stazione Termini. Finisce così il via vai tra banchina metro A e banchina metro B. Lo puntualizzo perchè sia chiaro che non stavano lì per prendere il treno...
Finalmente incrocio un agente con la sigla ITALPOL, ha lo smartphone in mano e quindi gli chiedo se è in servizio. Mi risponde di no, che ha staccato e mi dice che nel gabbiotto di sopra sicuramente trovo qualcuno. Arriviamo ai tornelli con le quattro che ormai avevano capito che stavo cercando di segnalarle, una mi urla "ma che sei uno in borghese?" e con l'aiuto dell'agente che aveva finito il servizio chiamiamo altre due guardie poco distanti che ci raggiungono. Nel frattempo le quattro escono dai tornelli ma gli agenti riescono a fermarle. Loro e non io, sottolineo che io in tutta la storia non le ho mai toccate con mezzo dito. Dopo capirete il motivo di questa puntualizzazione.

Il primo agente, quello fuori servizio, si allontana e rimaniamo quindi io, le quattro e le due guardie giurate.
La prima cosa che dice una delle due guardie giurate è un "ancora tu" rivolto ad una delle quattro, lei di conseguenza si fa una grossa risata. Inizia un coro di "noi fatto niente" ed una mi dice guardandomi "noi abbiamo i pidocchi". Mi rimane ignoto il motivo. Mentre io racconto alle due guardie giurate come sono andate le cose, continuano a ridere e scherzare parlando nella loro lingua. Una delle guardie gli dice di fare silenzio.

Finito di spiegare sempre la stessa ragazzina riconosciuta dalla guardia dice testualmente rivolto a me: "lui ci stava seguendo perché ci voleva violentare". Nei post pubbliccati su questo blog avevo letto di accuse del genere, ma rivolto direttamente alla mia persona mi ha fatto davvero un brutto effetto.
Gli ho risposto che non sono stupido e non lo sono nemmeno i due agenti e di stare attenta a quello che dice. Sempre la stessa si allontana di un paio di metri, mi fa cenno di avvicinarmi e mi dice di andare in disparte con lei che mi deve dire qualcosa. Io, naturalmente, non lo faccio. Torna e dice testualmente: "noi rubiamo, ma adesso non abbiamo rubato niente".
Io chiedo ai due agenti come procedere e loro mi dicono che si può fare la denuncia, ma che non serve a nulla e dopo due ore le ragazzine sono di nuovo al loro posto. Ne fermano decine al giorno mi dicono.
Io ritengo fuor di dubbio effettuare la denuncia perché ho assistito con i miei occhi al tentativo di borseggio ed insisto per chiamare la Polizia. E così viene chiamata.

Ci avviciniamo al box di stazione e le ragazze si siedono a terra sempre con la massima tranquillità e senza lasciar trasparire alcuna preoccupazione. Passa del tempo prima che arrivi la Polizia e mentre sono fermo lì vedo moltissimi agenti di stazione passare, nonostante poco prima sotto non è stato così facile trovarli, segno che comunque la stazione è presidiata. Ci parlo un po' e tutti mi dicono che è una battaglia persa e che è tutto inutile. Tutti mi confermano che la situazione negli ultimi tempi è degenerata. Dunque non è Roma fa Schifo che esagera... Io credo che vista la loro presenza massiccia, almeno in superficie, avendo un comportamento più attivo rendergli la vita difficile non credo sia impossibile. Non capisco questo "è tutto inutile" ripetuto continuamente. È chiaro che lavorano tra mille difficoltà, ma ritengo si possa fare di più, e questo spirito disfattista, che sicuramente deriva da una situazione che non si riesce ad arginare, non giova a nessuno. Opinione mia.

Con i nuovi lavori da dove è posizionato il box è possibile vedere le banchine sottostanti tramite una grossa vetrata e mentre aspettiamo la Polizia assistiamo dall'alto ad un paio di tentati scippi con conseguente fuga. Le quattro si godono lo spettacolo ridendo e scherzando mentre io rimango sbalordito dalla semplicità e normalità in cui si svolge il tutto. Come detto all'inizio avevo letto dei continui borseggi ma mai avrei creduto di assistere a scene simili con tanta facilità. Noto poi che le ragazze si scambiano le scarpe non so se per nascondere refurtiva di furti precedenti.

Arriva la Polizia con due agenti e mentre spiego l'accaduto ne arrivano altri due. Mi dicono che per perquisirle c'è bisogno di una denuncia. Gli dico che non c'è nessun problema per me ad effettuare la denuncia. Perché dovrebbero esserci poi? Devo andare però al Commissariato perché sul posto non si può fare. Le ragazze sono quattro e quindi per andare tutti al commissariato c'è bisogno di ben tre volanti. Dico che io posso anche andare con i mezzi pubblici per risparmiare una volante, ma insistono perché vada con loro. Nell'attesa delle volanti ci scambio quattro chiacchiere e mi dicono che scene del genere si verificano circa cinque volte al giorno ed anche loro mi confermano che negli ultimi tempi la situazione è totalmente fuori controllo. Un piccolo messaggio a chi considera 'razzismo' l'attenzione che questo e altri blog prestano al fenomeno. 

Arrivano le volanti e ci dirigiamo tutti al Commissariato dove giungiamo alle 17 circa. Nella stanza di fianco alla mia dove aspetto di fare la denuncia sento le ragazze che continuano a ridere mentre vengono identificate. Capisco dalle voci che due hanno più di quattordici anni.

Un agente, molto gentile, prende la mia denuncia e mi spiega che ho fatto bene e che non è assolutamente vero che non servono a nulla.


Ora verranno chiamati i genitori e dovranno rispondere anche loro di quello che fanno le loro figlie. Esco dal commissariato alle 17:30 e raggiungo la stazione Termini con un autobus.

Vado a prendere il treno verso Laurentina e mentre salgo vedo due agenti di stazione che allontano due ragazzine che allora corrono verso la metro A. Le lasciano andare a far piangere altri turisti e altri pendolari.
Arrivo a casa e leggo questo articolo.

Denunciate tutti, è l'unico modo che ci rimane per mettere fine a questa situazione. Se Atac, la vigilanza, la Città di Roma continuerà a non far niente anche in presenza di centinaia di denunce almeno avremo dei reali colpevoli. Anche per risarcire le tantissime vittime.
Lettera Firmata

108 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

un sentito grazie all'autore dell'articolo

la situazione sta precipitando,
bsta leggere qui
rapimento neonato assolta rom

ZINGARI: 7, ROMANI: 0

muoriremo tutti, stanno conquistando la città, non riusciremo a fermarli, scappate finchè siete in tempo , è una guerra persa

Anonimo ha detto...

:( non ce la faremo mai
non abbiamo scampo
siamo condannati, io non vedo via di uscita, sono troppi, sono troppo forti, non si può fare niente contro di loro, ogni azione è condannata a fallire :(
io ho perso le speranze

Anonimo ha detto...

Dimostra che non è vero che non si può fare niente. In realtà è un problema che si risolve con l'esercizio della legalità. Certo che è una cosa che richiede tempo, impegno e dedizione e sono pochi quelli disposti ad andare persino al commissariato! massima stima per te che hai deniciato tutto.

mnz ha detto...

Mi auguro, anzi vado a pregare, che le vittime saranno magistrati, diritti sociali, amministratori comunali e NON i semplicissimi cittadini e turisti. Come sempre, in Italia, il popolo sono le pecore mentre quelli sopra menzionati vivono le torre di avorio, e sono completamente intoccabili, e per questo NON CAMBIA NULLA!

fracatz ha detto...

commovente come ancora c'è chi nega la funzione sociale svolta dal rom nella comunità thajiana. Se non ci fossero i rom finiremmo per rammollirci del tutto, come accadde agli antichi romani.
Il rom è indispensabile per tenere sveglio il bobbolo, tant'è vero che tra 200 anni quando questa palla di merda sarà popolata solo da cinesi ed indiani, ci saranno ancora le comunità rom e saranno tenute anche con più riguardo, però in caso di aumenti democrafici spropositati verrebbero persino riciclati come cibo per i lavoratori.

Francesco ha detto...

Non è vero che non si può fare niente. In latino c'è un detto, "la goccia buca la roccia, non con la forza, ma cadendo spesso". Se tutti ci comportassimo come la brava persona che ha pubblicato questo post, gli zingari sarebbero messi in seria difficoltà. Purtroppo bisogna armarsi di coraggio, e anche di parole forti contro la sorveglianza, perché quando succede questo, bisogna andare da loro e smerdarli pubblicamente come gli inutili parassiti che sono. Ricordo un mio amico che a Piazza di Spagna una volta sventò un tentativo di borseggio. Fatto questo, andò da due della sorveglianza per chiedere perché non stavano sulle banchine ma a chiacchierare in un angolo, e alla solita risposta molto sgarbata di uno dei due del genere "Non è di nostra competenza", lui gli rispose urlando davanti a tutti "Ah, e cos'è di tua competenza, guardare il culo delle turiste? Lo devo fare io il lavoro tuo?". I due non ebbero coraggio di rispondere.

Anonimo ha detto...

hai fatto una cosa giustissima hai esercitato il tuo potere legalmente.. Purtroppo la giustizia italiana è ridicola ma bisogna perseverare!

Anonimo ha detto...

hai fatto bene denunciare ma hai toccato con mano che non c'è stata soluzione...ovvero uno denuncia,la polizia interviene,e avviene la soluzione della storia.....ma cio non avvienne ....è inutile dire che il personale non fa nulla...se alla fine le leggi sono troppo garantiste verso questi soggetti è tutta una presa in giro verso il cittadino...le forze dell'ordine se non stabiliscono l'ordine sono inutili...le denunce se non vengono risolte seguendo leggi serie sono inutili....è inutile provare a denunciare ingenuamente come se tante denunce facessero cambiare idea a qualche pezzo grosso....ma che è? una follia....io devo insistere per far cambiare idea a qualche colletto bianco che la metro manco la piglia? la presa per il cul0 massima è quando le ragazzine tranquille vengono senza opporre resistenza al commissariato..tanto sanno che non gli succederà nulla prendendosi gioco di te,delle leggi,degli agenti,dell'italia...

Anonimo ha detto...

COMPLIMENTI PER LA TUA TENACIA E VOGLIA DI RISCATTO!

Sei stato davvero di esempio per tutti, bravo!

Mc Daemon

DOPODICHE' ORMAI NA COSA E? CETA: A ROMA SI E' PERSO IL CONTROLLO DEL TERRITORIO!

NON SI RIESCE PIU' AD ARGINARE UN SOLO FENOMENO DI ILLEGALITA' DIFFUSA: MERCATI DEL RUBATO, FURTI NELLE STAZIONI, CAMPI ABUSIVI NEI GIARDINI PUBBLICI, ASSALTO DI CARTELLONI ABUSIVI, PARCHEGGIATORI ABUSIVI, CHI PIU' NE HA PIU' NE METTA...QUESTA E' LA SITUAZIONE OGGI.

Anonimo ha detto...

w marino e chi lo ha votato!!!

Anonimo ha detto...

Senza contare punti nevralgici del turismo trasformati perennemente in disgustosi SUK abusivi dove ognuno fa come gli pare...ormai da anni. NESSUNO PUO' RIPRENDERE IL CONTROLLO di luoghi come Fontana di Trevi, Pantheon, Ponte S. Angelo, Mura Vaticane...

Anonimo ha detto...

Nel 1989 lavoravo in una scuola di lingue vicino alla stazione. Raccomandavo a tutti i miei studenti stranieri di stare attenti agli zingari che, distraendo i turisti con un giornale, li scippavano. Eppure non passava giorno che qualcuno di loro non tornasse a scuola in lacrime per essere stato derubato. Sono passati 25 anni, un quarto di secolo, e non è cambiato niente. Roma faceva e fa schifo.

Anonimo ha detto...

w la sinistra che difende e apre le porte a questa gentaglia. Se prima gli danno la possibilità di venire qui e fare razzia
inutile poi corrergli dietro.
LA SINISTRA ITALIANA SI ASSUMA LE RESPONSABILITA

Anonimo ha detto...

Un giorno che tornavo dall'aeroporto e avevo una copia di Der Spiegel in mano, scambiandomi per un turista, cercarono di derubare anche me col solito trucco del giornale. Lasciai avvicinare la ragazzina e le detti uno schiaffo che quasi cadde a terra. È una cosa della quale non mi sono mai pentito. Anzi mi auguro che di schiaffi e calci in culo ne prendano sempre di più.

Anonimo ha detto...



A CHI CERCA DI BUTTARLA IN CACIARA POLITICA FACCIO PRESENTE CHE ALEMANNO ED I SUOI 5 ANNI E LA VERGOGNOSA DESTRA ROMANA HANNO COMPLETATO ED AMPLIFICATO UN DISASTRO DI CUI STIAMO PAGANDO LE CONSEGUENZE.

MA NON INTERSSA NESSUNO FARNE uNA QUESTIONE (STUPIDAMENTE) DI DESTRA O DI SINISTRA.

Anonimo ha detto...

GRAZIE DI CUORE all'autore dell'articolo.
Se ci fossero più persone come te, questa città si risolleverebbe dall'abisso in cui è precipitata.
Grazie. Se mi capiterà, farò altrettanto, ignorando le voci disfattiste del "tanto non serve a niente".
Se tutti noi lo facessimo, servirebbe eccome, il problema è che non serve a niente finchè lo fanno in poche, pochissime persone... ma se lo facessimo almeno tutti noi che ancora ci indigniamo per queste cose, servirebbe eccome... vedrete...

Anonimo ha detto...

Ma se uno si mette una tagliola nella borsa e quelle infilando la mano si fanno TANTO male poi cominciano a pensarci o rubano anche senza dita?

Anonimo ha detto...

Provo enorme disgusto per la situazione in cui versa la nostra città! purtroppo credo che l'unico modo di arrestare la piaga dei topi zingari sia lo sterminio di massa! Non ne faccio una questione di DESTRA o SINISTRA, è una semplice constatazione dei fatti da 300 anni a questa parte! La parola sterminio ovviamente mi fa rabbrividire anche a me... non vedo alternative però!

Anonimo ha detto...

Bravo hai detto bene. È l'assenza totale di speranza nel ripristino della legalità il problema. Ci vorrebbero più cittadini attivi come te, magari organizzati in ronde, a ristabilire la legalità ed a far lavorare i fannulloni ed i parassiti.

Per curiosità, quanto tempo ti è costato tutto questo inseguimento etc.? Immagino avrai dovuto disdire altri impegni ben più importanti per fare questo inseguimento. Dovrebbero risarcirti per il tuo impegno sociale.

Anonimo ha detto...

@12:14pm bravo hai finalmente capito. Non farti rabbrividire da un vocabolo. Piuttosto comincia ad agire. Puoi unirti ad esempio ad un bel circolo nazista e cominciare con lo studiare come si usano i gas nervini. A breve ne transiteranno diverse tonnellate provenienti dalla Siria al porto di Gioia Tauro. Si potrebbe requisirlo ed iniziare ad usarlo.

alessio ha detto...

Grazie per questo racconto. Non perdiamo la speranza e la fiducia, il "tanto non serve a nulla!" non ci deve appartenere. E complimenti a te.

Anonimo ha detto...

@ 12:21 PM hai proprio ragione ;)
ma non sono per le sofferenze... il gas nervino ti fa soffrire...
Comunque a parte gli scherzi non scherzo! vanno sterminati come gli scarafaggi!

Anonimo ha detto...

Sei un grande! fossimo tutti integerrimi come te Roma sarebbe un posto migliore!

Anonimo ha detto...

grazie all'autore!

Anonimo ha detto...

Grazie per quello che hai scritto n modo così chiaro e completo.

Anonimo ha detto...

Questo dimostra che non è vero che "Roma fa schifo" sia solo un inutile sfogatoio. Bisogna agire, non lamentarsi. Ma davvero volete continuare a subire? Ormai la Città Eterna è un treno impazzito che corre a 200 all'ora verso il baratro. Se continuiamo a voltarci dall'altra parte, tra 20-50 anni Roma sarà quello che oggi è Napoli nei fatti e nell'immaginario collettivo, e il prossimo "Benvenuti al Sud" lo gireranno nella Capitale.

Roma per l'Italia è come la Fiat, (turismo, mondiali di nuoto, universitari, ecc.) non riguarda solo 4 gatti!!! Al Nord non sanno NULLA della monnezza per le strade o degli zingari nella metropolitana. Mandate questo post ai giornali nazionali, mobilitate partiti, movimenti, volontari.

Se per il momento non arrestano le scippatrici, almeno rendiamo loro la vita difficile. Inondiamo di denunce i commissariati e di lettere i giornali, facciamo delle ronde, fino a che non si decidano almeno a mettere dei veri "buttafuori" anziché i vigilanti fannulloni. Anche il sindaco Marino ha dovuto muoversi quando RfS ha pubblicato la foto del maiale tra i rifiuti.

Ricordo che Milena Gabanelli e il suo "Report" all'inizio erano sistematicamente ignorati da tutti i giornali nazionali, adesso ogni sua inchiesta finisce sul "Corriere". Lo stesso dicasi per le manifestazioni in piazza di Beppe Grillo, che all'inizio erano (volutamente) ignorate da tutta la stampa nazionale.

Con lo scandaloso "decreto svuotacarceri" della sciagurata Cancellieri, votato da tutti i ladroni che stanno in parlamento, l'Italia diventerà il paradiso della delinquenza straniera. Bisogna mettere questi politici con le spalle al muro, fare fiaccolate, scrivere sui lenzuoli, fare comitati di quartiere. Anche le "passeggiate antidegrado" di Riprendiamoci Roma vanno potenziate. Cerchiamo almeno di limitare i danni, disfattismo e rassegnazione servono solo ad aggravare la situazione.

Anonimo ha detto...

Questo dimostra che non è vero che "Roma fa schifo" sia solo un inutile sfogatoio. Bisogna agire, non lamentarsi. Ma davvero volete continuare a subire? Ormai la Città Eterna è un treno impazzito che corre a 200 all'ora verso il baratro. Se continuiamo a voltarci dall'altra parte, tra 20-50 anni Roma sarà quello che oggi è Napoli nei fatti e nell'immaginario collettivo, e il prossimo "Benvenuti al Sud" lo gireranno nella Capitale.

Roma per l'Italia è come la Fiat, (turismo, mondiali di nuoto, universitari, ecc.) non riguarda solo 4 gatti!!! Al Nord non sanno NULLA della monnezza per le strade o degli zingari nella metropolitana. Mandate questo post ai giornali nazionali, mobilitate partiti, movimenti, volontari.

Se per il momento non arrestano le scippatrici, almeno rendiamo loro la vita difficile. Inondiamo di denunce i commissariati e di lettere i giornali, facciamo delle ronde, fino a che non si decidano almeno a mettere dei veri "buttafuori" anziché i vigilanti fannulloni. Anche il sindaco Marino ha dovuto muoversi quando RfS ha pubblicato la foto del maiale tra i rifiuti.

Ricordo che Milena Gabanelli e il suo "Report" all'inizio erano sistematicamente ignorati da tutti i giornali nazionali, adesso ogni sua inchiesta finisce sul "Corriere". Lo stesso dicasi per le manifestazioni in piazza di Beppe Grillo, che all'inizio erano (volutamente) ignorate da tutta la stampa nazionale.

Con lo scandaloso "decreto svuotacarceri" della sciagurata Cancellieri, votato da tutti i ladroni che stanno in parlamento, l'Italia diventerà il paradiso della delinquenza straniera. Bisogna mettere questi politici con le spalle al muro, fare fiaccolate, scrivere sui lenzuoli, fare comitati di quartiere. Anche le "passeggiate antidegrado" di Riprendiamoci Roma vanno potenziate. Cerchiamo almeno di limitare i danni, disfattismo e rassegnazione servono solo ad aggravare la situazione.

Anonimo ha detto...

Io l'altro giorno ho pedinato uno che si era messo in doppia fila. Poi, una volta scovato dove abita, gli ho messo la merda di cane sulle maniglie. Mi ha beccato però. E con molta calma mi ha chiesto perché gli avevo messo la merda sulle maniglie dell'auto. Alche io sono sbottato: perché è quello che si meritano le merde incivili come te, gli ho strillato!! Di fronte a tutto il vicinato.

Il tipo, con estrema nonchalance, ha estratto in certificato medico dal borsello: era invalido civile. Solo. Aveva dovuto posteggiare due minuti in seconda fila per andare in farmacia a prendere le medicine. Poi mi ha invitato ad entrare nella sua auto (sporcandosi le mani di merda per aprire la portiera), e mi ha fatto vedere il bigliettino con il suo numero di cellulare che aveva lasciato sul cruscotto, appositamente onde evitare di creare un fastidio a qualcun'altro. Dopo di che mi ha fatto una carezza sul viso, e mi ha detto: io ti perdono perché non sapevi cosa stavi facendo.

Anonimo ha detto...

C'è una lobby politico-giuridica (a cominciare da quella banda di parassiti strapagati della corte europea dei diritti umani) che difende questa feccia ed impone alla popolazione la presenza dei rom e la loro impunità attraverso una serie di leggi a dir poco assurde. Il tutto ben condito da associazioni e intellettualoidi catto-comunisti ai quali dei diritti umani della gente normale importa ben poco.

Qui il problema principale è quello di smontare questo clima culturale e ideologico che vuole l'immigrato, lo zingaro, il tossico, il frocio, il vandalo, etc, nella parte della vittima e non del carnefice.

Ci vogliono imporre un modello di società che non può funzionare, e chi lo propugna se ne stà in genere ben pagato e protetto in qualche omodo salotto del potere (vero boldrini ?), mentre la gente normale che deve subire questo stato di cose ne paga tutte le conseguenze.

Questa situazione è inevitabilmente destinata ad esplodere perché ad un certo punto si va oltre il livello di sopportazione. Ma questa classe politica ed intellettuale sembra non accorgersene chiusa com'è nei propri privilegi e nel proprio mondo.

Quando poi si arriverà alla caccia allo zingaro (perché poi ci si arriva) allora sarà bene che anche chi ha voluto questo stato di cose inizi a preoccuparsi.

Questo non è un incitamento alla violenza, ma solo una previsione di quello che inevitabilmente accadrà se non si cambia rotta al più presto.

Anonimo ha detto...

sul mantra tanto è tutto inutile mi viene da pensare che ancora una volta c'è chi non c'ha voglia di lavorare e spera che nessuno denunci.
poi rilevo che non è assolutamente così difficile mettere un freno a questo fenomeno, queste ragazzine purtroppo per loro sono riconoscibilissime non ci vuole molto ad individuarle e perchè una volta individuate non si fanno accomodare fuori dalle stazioni????? basterebbe la regola che minori non accompagnati non possono entrare e queste qui le si buttano fuori senza bisogno di denunce pedinamenti ecc. ecc. appena uno le vede le butta fuori, tanto lo sappiamo perchè prendono la metro.

Anonimo ha detto...

ONORE, SOLO ONORE ALL'AUTORE DELL'ARTICOLO!
E, da cittadino romano e da italiano, ti ringrazio di ciò che hai fatto!

Anonimo ha detto...

Mamma mia, rileggete i post prima di pubblicarli! La grammatica non è un' opinione!

Anonimo ha detto...

Con politici come Marino, Boldrini, Kienge, etc, andremo sempre peggio e l'invasione continuerà fino alla scomparsa del nostro paese e dei valori che hanno contribuito a formarlo.

Questa è una guerra che stiamo perdendo ogni gorno di più, e quei politici che stanno contribuendo alla distruzione della nostra nazione sono da considerare come traditori e venduti al nemico.

Fortunatamente in tutta europa sono sempre più emergenti movimenti e partiti che propugnano la difesa del nostro territorio, delle nostre famiglie, delle nostre aziende, delle nostre tradizioni e della nostra cultura.

L'Italia e l'europa non possono e non devono diventare come la nigeria o il bangladesh. Ma la gente deve iniziare a non votare per quei partiti e quei politici che vanno contro i nostri interessi e che sono al soldo dell'invasione africana ed asiatica.

Anonimo ha detto...

E' tutto mollato, i corridoi metro di accesso a piazza di spagna sono perennemente invasi dagli stracciaroli con le loro merci. Sulle banchine le scippatrici sono fisse. Sempre. Ma che vuoi denunciare? una cosa che qualsiasi persona col dono della vista sa benissimo (istituzioni a parte naturalmente) NB per chi continua con la destra e la sinistra ed altre fregnacce può andare a rompere su altro blog che qui non gliene frega niente a nessuno

Anonimo ha detto...

via gli immigrati dall'italia

basta con l'invasione dei selvaggi

Anonimo ha detto...

Ragazzi, l'unica cosa che importa al politico italiano è la sua reputazione, fate girare questi articoli sulle riviste ufficiali, siamo tanti, cerchiamo di far esplodere un "caso" sicurezza metro Roma, vedrete come prende provvedimenti 'sta gente, ci mandano l'esercito nella metro!

Anonimo ha detto...

@1:09

t'ha fatto una carezza con la mono lorda? ahi ahi

Anonimo ha detto...

Lungi da me suggerire comportamenti illegali. Mi limito a osservare che se il fermo è di due ore è anche vero che con un braccio ingessato non si può rubare per un mese

Anonimo ha detto...

Strano che non abbiano mostrato a tutti il deretano... l'ultima volta, per sfregio, avevano fatto così...

Anonimo ha detto...

@2:04 ;) meno male che ancora esiste qualcuno che sa leggere tra le righe… mi auguro tu abbia anche capito il senso.

Anonimo ha detto...

Però c'hanno un bel culo. Bisogna ammetterlo.

Anonimo ha detto...

A tutti quelli che dicono che non serve a niente, chiedo:
QUAL E' LA VOSTRA SOLUZIONE AL PROBLEMA?
Ripeto: soluzione. Astenersi alzamani e simili.
Io credo che la via della legalità sia l'unica possibile, perchè l'unica basata su regole condivise secondo democrazia. E se le autoritò non fanno quello che dice la regola condiisa (Ciop la Legge), allora sì che bisogna incazzarsi.

Anonimo ha detto...

Il problema va risolto e se necessario vanno cambiate le leggi non se ne può più. Ben vengano le denunce ma ora occorre denunciare per omissione di atti di ufficio ed altro chi permette tutto ciò.

Anonimo ha detto...

Intanto faccio presente ai razzistelli ignoranti che queste soggette sono, ahimè, tutte italiane, o, al limite extracomunitarie.
All'autore del post va anche tutto il mio apprezzamento. Però, purtroppo devo aggiungere che l'unico risultato ottenuto in questa storia è quello di aver sventato un furto. Qualcuno dice che tutti dovrebbero denunciare. Io non credo che questo sia possibile. Dovremmo farlo tutti i giorni, e non abbiamo mezza giornata da perdere dietro a questa cosa. Che è pure inutile, tanto dopo un paio d'ore le tizie stanno di nuovo lì. L'unica cosa che sarebbe utile e che tutti potremmo fare (e che secondo me, se lo facessimo veramente tutti, funzionerebbe) è, ogni volta che le vediamo in azione, urlare e richiamare l'attenzione su di loro avvisando tutti del pericolo. Se tutti i giorni si facesse questo 4 o 5 volte, forse alla fine le tizie sparirebbero. Aggiungo, e un po' me ne vergogno pure, ma chissenefrega, che sarebbe anche utile quando si ha nel raggio di un metro una di loro, allungarle una bella pizza in faccia. Magari alla tizia cambia poco (saranno abituate alle bastonate dei genitori), ma sai la soddisfazione per noi...

Franz Biberkopf ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Dire e pensare che "tanto non serve a niente" è solo un modo per autoassolversi e non sentirsi complici passivi di questa situazione.
Se ognuno di noi invece di arrabbiarsi e sfogarsi solo qui, ogni volta che gira la testa dall'altra parte, che non interviene quando potrebbe, che non chiama vigili e polizia ("tanto non vengono!"), che non urla alla signora davanti "attenta al portafoglio!", che non denuncia, sentisse di aver dato anche lui col suo tirarsi indietro una piccola spinta ulteriore verso il degrado e l'illegalità, capirebbe che niente è "inutile" e tutti i nostri comportamenti hanno una conseguenza, piccola o grande che sia.
Complimenti all'autore della lettera: ti stringo la mano virtualmente.

Anonimo ha detto...

@ 1:09: con questa stronzata cosa avresti dimostrato secondo te? Me pari il prete strabico in "Un sacco bello" di Verdone..

Anonimo ha detto...

Va smossa l'opinione pubblica, va alzato un polverone mediatico: lo volete capire o no?

Anonimo ha detto...

@2:22 vecchio trapano!

Anonimo ha detto...

Chiunque tu sia,grazie per il tuo tempo la tua pazienza e la tua testardaggine.
A tutti:non indietreggiamo.

Anonimo ha detto...

Suggerimento: ora queste hanno una denuncia a piede libero. Siccome non verranno mai processate, in attesa del fantomatico giudizio, però, si potrebbe irrogare loro una misura cautelare giustificata dal pericolo di reiterazione. Senza mandare in galera nessuno, ordine di non accedere alla Metro. Se poi fossero ribeccate in metro vigente l'ordine, arresto immediato per violazione dell'ordinanza cautelare. Poi non sentiremmo più "ancora tu..."

Anonimo ha detto...

Ahahaha no vabbé, complimenti alla zingarella che ha compreso e attuato il metodo sboldrina: violenza sessuale, femminikidio, fassisti, scie kimike!!!111!!

Anonimo ha detto...

Lasciate stare la Boldrini che deve gia' occuparsi di Gaza

Lorenzo Vincenzo Nocerino ha detto...

Complimenti per l'articolo, sono d'accordo anch'io che bisogna sempre denunciare. Aggiungo però che non è compito del cittadino proteggersi, ma delle autorità, che esagerano nel lavarsene le mani.
Faccio un semplice ragionamento: se le ragazzine vengono prese in flagrante reato non serve nessuna denuncia, giusto? Forse la faccio troppo semplice, ma non basterebbe prendere l'abitudine di piazzare, solo per qualche ora al giorno, degli agenti in borghese con la borsa e il portafoglio in bella vista e attirarle in una trappola? Se è così facile venire derubati, sarà anche piuttosto semplice attirarle... a quel punto non servirebbe nessuna denuncia, basterebbe procedere.

lucia ha detto...

Io le vedo sempre e non sempre portano un velo sulle spalle e a volte ci sono anche dei giovani ragazzi che partecipano. Io anche vedo spesso questi furti e di solito sono I Turisti vittimi. Per questa ragione evito sempre la metro.

Anonimo ha detto...

Intanto un plauso a chi ha scritto l'articolo che ha avuto la perseveranza di insistere dopo che ognuno, di chi dovrebbe far rispettare l'ordine, gli ha detto che è tutto inutile.
La domanda che sorge spontanea è però questa: ma quello che ha fatto l'autore dell'articolo non potrebbero farlo chi è predisposto alla nostra sicurezza? E' mai possibile una situazione di questo genere?
Ma tutte le tasse che paghiamo devono andare a questo tipo di sicurezza che abbiamo ed a questa giustizia che porta questa gentaccia a prenderci continuamente per i fondelli irridendoci ogni giorno sempre di più?
E' una vergogna senza fine e dal Parlamento e dalle istituzioni non ci parlano altro che di tolleranza. Tolleranza che non hanno nei confronti del comune cittadino sempre più tartassato e maltrattato da questa gentaccia e dalle stesse istituzioni.

Anonimo ha detto...

Parliamo di minorenni. E credo di aver detto tutto. Ma per coloro con le fette di prosciutto davanti gli occhi, le mani alle orecchie mentre sbattono i piedi a terra, forse gioverebbe ricordare che c'è un meccanismo che dovrebbe mettersi in moto dopo la famosa "denunzia" a piede libero. O cambiate le leggi per determinati reati compiuti dai minori (poi però non difendete a spada tratta i vostri figli italiani quando compiono loro reati ben più gravi e contro la persona eh!), oppure chiedete anche conto dei servizi sociali e di come mai non funzionano e vengono svolti da tutti (e con i risultati che vediamo) tranne che dallo Stato. Oppure continuare a sbraitare con le mani alle orecchie sbattendo i piedi per terra, o in alternativa comprate i la divisa da SS e fidanzatevi col vostro camerata: tranquilli, nel 2014 non ci si scandalizza più di ciò che avviene nelle vostre alcove (malgrado qualcuno adori ancora fare il voyeur).

Anonimo ha detto...

Perché mai cambiare le leggi? Già ci sono.

Laura ha detto...

Anch'io ho subito una situazione molto simile pochi giorni fa: ho denunciato e scritto al comune. Quelli dell'Italpol non si trovano da nessuna parte e quelli che ho visto chiacchieravano fra loro o erano al cellulare.
Denunciamo, e facciamoci sentire. Una pioggia di proteste a Marino potrebbe fargli ricordare chi è veramente da tutelare a Roma.

Anonimo ha detto...

le denunce non servono a nulla perchè VENGONO ARCHIVIATE. chi denuncia DEVE informarsi circa l'esito della sua querela e fare pressione affinchè non venga archiviata e opporsi.

Anonimo ha detto...

Razzisti! Sessisti! Fassisti! Trozkisti! Sandinisti! Battisti!

Anonimo ha detto...

Mah! Basterebbe informare i cittadini che sono soggetti a borseggi, e fornire loro informazioni su come scoraggiarli e tutelarsi; si risolverebbe un buon 50-60% di casi.

Un po' come per le crepe di merce venduta agli autogrill della Roma-Napoli.

Alla fine se vai in qualunque altro Paese del terzo mondo, o ci vivi e non sei nelle caste più povere della popolazione fai così, ti autotuteli per queste cose.

Fumettopoli Icomix ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Fabio Rugantino ha detto...

Le denunce servono, perché altrimenti queste persone resterebbero completamente impunite, ma parallelamente servirebbe applicare in maniera rigida la legge, senza benefici o sconti. Gran parte di queste ragazze in etá adolescenziale vantano giá decine e decine di arresti e denunce per furto, ma non vanno in galera, prima perchè hanno meno di 14 anni, dopo i 14 anni perchè sono continuamente incinte o hanno bambini piccoli da accudire (che poi, per inciso, è un pretesto perchè per potersi dedicare ai furti, i figli li fanno accudire alle madri o suocere, che restano nel campo nomadi) e cosí, sfruttando questi benefici che sono previsti dalle leggi vigenti e che i magistrati non gli possono negare, continuano ad agire indisturbate. I colleghi che le hanno detto che non si puó fare niente probabilmente facevano riferimento a questo. C'è scoramento perchè si ha la sensazione che, senza una riforma sostanziale delle normative, continueremo a fare battaglie contro i mulini a vento, anche quando c'è la collaborazione di cittadini onesti come lei.

Fabio Rugantino ha detto...

...la morale del tuo racconto quale dovrebbe essere?

Anonimo ha detto...

@Mario Rossi: bravo, ben detto! A te che cosa hanno fregato?

Francesco ha detto...

In Italia si passa troppo facilmente dalla totale anarchia al "nerbo di bue e all'olio di ricino". Basterebbe invece far rispettare le leggi che ci sono e che ognuno lavorasse per la collettività, e non per se stesso o per fregarsi la mesata.I magistrati, che oggi come oggi sono veramente una casta parassitaria (e lo dico da anti-berlusconiano di ferro), dovrebbero lavorare molto di più e snellire gli iter per i processi per direttissima e inasprire le pene. E' una vergogna che Cucchi sia stato incarcerato per un po' di fumo trovato nelle sue tasche e che queste sgallettate invece scorrazzino per la metro indisturbate rubando a destra e a manca. In Italia purtroppo manca sempre la volontà di far funzionare le cose. A mettere qualche poliziotto in borghese nei punti nevralgici dei furti non ci vorrebbe nulla. Evidentemente, gli zingari sotto la metro fanno comodo a qualcuno...

Anonimo ha detto...

tolleranza zero!!!! Mi dispiace ma credo sia tornato il momento di farsi giustizia da soli. Loro non hanno paura perchè sono tutelati in tutto e per tutto, se trovi uno zingaro che ti sta svaligiando casa, non puoi fargli niente altrimenti per te sono guai. Bene, è questa la nostra legge. E allora dobbiamo iniziare ad alzare le mani, devono aver paura, io non vado all'estero a fare il padrone, ma loro si e devi anche stare attento a ribellarti perchè ti menano. Beh iniziamo a menarli noi e poi magari ci pensano prima di venire a rompere in Italia.

Anonimo ha detto...

@Francesco c'è qualcosa che non mi torna nel tuo ragionamento. Prima dici che le leggi ci sono e vanno fatte rispettare, poi che è una vergogna (e sono d'accordo) il caso Cucchi.

Cucchi è stato arrestato per via della Giovanardi-Fini. Quindi in quel caso di stava applicando la legge esattamente come dici tu (legge che io non condivido ma che evidentemente a milioni di Italiani andava bene visto che avevano eletto a furor di popoli tali statisti).

Poi cos'è successo dopo l'arresto?

Vediamo forse ci si arriva eh… magari qualche testa di cazzo sul generis del commentatore delle 12:08 ha pensato bene di abusare del suo potere?

Prova ad applicare ora gli stessi concetti alle borseggiatrici minorenni in metropolitana. E ti renderesti conto da chi cazzo sei circondato in questo Paese e del perché non sia civile come altri.

Anonimo ha detto...

Un grande applauso al creatore di questo articolo protagonista diretto della storia! Se tutti fossero così oggi Roma, l'Italia sarebbe un posto migliore

Anonimo ha detto...

Anch'io mi complimento per la tenacia e il senso della giustizia, davvero ammirevoli. Grazie, anche se abito a Firenze

Francesco ha detto...

@ Anonimo 12:29 PM : Forse il mio post era un po' brachilogico, e me ne scuso. Nel processo di snellimento delle leggi intendo anche l'eliminazione di merdate come la Giovanardi-Fini, che non servono assolutamente a nulla se non a mandare in galera poveri disgraziati come Cucchi. Per quel che riguarda nello specifico questi ladruncoli zingari, l'unica cosa che si potrebbe fare è (e adesso mi prenderò gli insulti di qualche testa di cazzo fascistello di turno)reinserirli in un contesto di educazione e riabilitazione, strappandoli alle loro "famiglie" (o meglio, "tribù") se necessario. Se lo stato investisse anche solo un euro per un sistema scolastico degno di questo nome, sarebbe molto più semplice "assorbire" ragazzini lasciati allo sbando e in mano a gentaccia criminale. Ma vedo che non c'è proprio la volontà di perseguire seriamente chi si serve dei minorenni per derubare la gente. Ripeto: evidentemente questo stato di cose fa comodo a qualcuno.

Francesco ha detto...

@ Anonimo 12:29 PM : Forse il mio post era un po' brachilogico, e me ne scuso. Nel processo di snellimento delle leggi intendo anche l'eliminazione di merdate come la Giovanardi-Fini, che non servono assolutamente a nulla se non a mandare in galera poveri disgraziati come Cucchi. Per quel che riguarda nello specifico questi ladruncoli zingari, l'unica cosa che si potrebbe fare è (e adesso mi prenderò gli insulti di qualche testa di cazzo fascistello di turno)reinserirli in un contesto di educazione e riabilitazione, strappandoli alle loro "famiglie" (o meglio, "tribù") se necessario. Se lo stato investisse anche solo un euro per un sistema scolastico degno di questo nome, sarebbe molto più semplice "assorbire" ragazzini lasciati allo sbando e in mano a gentaccia criminale. Ma vedo che non c'è proprio la volontà di perseguire seriamente chi si serve dei minorenni per derubare la gente. Ripeto: evidentemente questo stato di cose fa comodo a qualcuno.

Anonimo ha detto...

Francesco chi se ne fotte degli insulti dei fascistelli. La vedo come te. Ora il problema, e grosso, è che per perseguire determinate politiche ci vuole qualche decennio. E non c'è garanzia ciò avvenga. Come puoi ben leggere dai commenti, ma anche parlando con gente comune, di sta riaffermando nuovamente lo stesso tipo di mentalità primi anni '90 su temi di immigrazione, sicurezza, decoro, lavoro. Mi sembra abbastanza evidente che in questi ultimi 20 anni non si sia ben compresa la direzione presa e si voglia continuare sulla stessa lunghezza d'onda.

Riguardo la Giovanardi-Fini: un popolo a maggioranza può anche decidere che chi fa usi di droghe (anche leggere) debba andare in carcere (molto poco intelligente come scelta, ma tant'è…). Il problema è quando una persona in stato di fermo viene pestata a morte con oltretutto l'insabbiamento da parte del personale medico. E questo per qualunque motivo una persona abbia subito un fermo. Oltretutto non parliamo nemmeno di un unico caso isolato, ma di una tendenza dal G8 di Genova, a riprova che a sdoganare e far leva su determinate sottoculture —evidentemente ancora ben radicate in Italia a differenza di Germania ed Austria— porti poi a conseguenze devastanti.

Anonimo ha detto...

magari succedesse a me che ci metterei davvero poco me frega cazzi de aana de denuncie ecc... ma le lascerei per terra

Anonimo ha detto...

Fargli capire chi è che comanda in questo Paese, pestarle selvaggiamente lasciandole per terra riverse nel loro stesso sangue. Facciamo tutti così e vedrete come spariscono dalla metro nel giro di poche settimane

Anonimo ha detto...

Te si che sei n'omo, no tu sorella.

Anonimo ha detto...

Vorrei far notare ai signori che hanno paura di "VEDERE ROMA FRA 20 ANNI COME NAPOLI NEI FATTI E NELL'IMMAGINARIO COLLETTIVO" che qui a Napoli(lungi da me negare che esistano fenomeni di borseggio come in una QUALSIASI città) prendo costantemente i mezzi pubblici, e di queste scene non sono solo non ne ho mai viste, ma non ne ho mai sentito nemmeno parlare. Quindi, popolo della capitale, pensate a voi e ai vostri problemi con la vostra immonda mentalità nazista (di cui date qui testimonianza), ma non stancateci con i vostri paragoni, che qui a Napoli probabilmente viviamo meglio nonostante lo Stato avveleni la nostra terra!

Anonimo ha detto...

La Kyenge oggi era a un incontro pro-rom a Roma. Non credo prenda la metropolitana.

Johnny

Anonimo ha detto...

ma fatemi il piacere....

DOVE STA SCRITTO CHE NON POSSIAMO FARE NIENTE ?

il primo che fa un reato, la prima volta che viene preso, indipendentemente dall'età

VIA DALL'ITALIA.

furto,rapimento ma vi rendete conto di quello che stanno facendo ? è una cosa incredibile, questo non è razzismo ! è semplicemente giustizia e difesa del nostro stato che già di suo ha dei problemi, ci mancano solo i ROM.

non è razzismo !

Anonimo ha detto...

Se la denuncia non serve, vedrai che quattro schiaffoni forti se li ricordano

Anonimo ha detto...

Se le denunce non funzionano, vedrai che quattro schiaffoni se li ricordano

Anonimo ha detto...

Ma come? Prima dici che gli schiaffoni glieli danno i genitori per andare a rubare e quindi sono abituate a prenderli, ora dici che se glieli dai tu perché rubano, la smettono.

Anonimo ha detto...

Che cazzo centrano gli Indiani in tutto questo??? Ma vai a cagare... razzista di merda... sempre la stessa storia. .. i ROM rubano e tutti dicono, "extracomunitari!!!!" Sono "communitari"! Merde ignoranti!!! Quelli vengono senzo permesso di soggiorno. Non ne hanno bisogno. Fanno parte del Europa. Trovate un modo x fermare questi. .. altro che Bossi-Fini.

Anonimo ha detto...

Magari funziona anche coi vigili..

Anonimo ha detto...

I rom bosniaci e serbi non sono comunitari e possono essere tranquillamente espulsi. I "communitari" possono essere allontanati coattivamente dall'Italia quando soggetti pericolosi la cui permanenza sul territorio è considerata incompatibile con la civile e sicura convivenza.
E' previsto dalle norme italiane ed europee.
Per tutti gli altri quando delinquono ci sono le leggi che valgono per tutti i cittadini.

Anonimo ha detto...

@6:57 vabbè non è che a Napoli ci siano borseggi come in qualsiasi altra città… li ne avete fatto un arte!! Pensa che ci è venuto un ex con-artist da Las Vegas, che ora fa spettacoli ed insegna anche come difendersi dai borseggi, a cercare quello che secondo lui è il più bravo al mondo. E lo ha trovato facendogli da esca!

Comunque il tuo commento è estremamente condivisibile in tutto.

F. ha detto...

E' una vergogna. Sabato scorso rientro a Roma, ero sul treno, Freccia che ferma prima a Tiburtina poi a Termini. A Tiburtina salgono due giovani e io subito le noto e mi chiedo "e queste?! che fanno qui salite a Tiburtina? cercano prede da borseggio?!" vedo che fanno su e giù per i vagoni e a Termini, fine corsa del treno, scendono con tutti noi passeggeri, diversi di noi le segnalano al personale di servizio che era sulla banchina, che le ferma e credo chieda loro biglietto etc.. Io ero un pò di fretta quindi mi avvio verso la metro, tempo 5 minuti e me le vedo passare a fianco che andavano verso la metro pure loro, si fermano alle macchinette dove dei turisti stavano facendo i biglietti e iniziano con la solita solfa del chiedere la moneta etc.. Poi le rivedo sotto nel passaggio per andare alle banchine metro. Poi alla fermata Circo Massimo (dove non c'è MAI una vigilanza, un adetto, niente di niente, fermata deserta, eppure è anche piuttosto frequentata) vengo quasi travolta da un gruppo di teppistelli che facevano un caos assurdo e che entrano urlando nel vagone tipo Hooligans. Ma insomma è possibile vivere questo schifo ogni giorno?!

Anonimo ha detto...

sono troppi e troppo forti.

ma di chi stiamo parlando, dell'invasione dei russi? o di qualche centinaio di analfabeti mal organizzati?

basta lagnarsi, attivatevi e denunciate. o prendeteli a calci quando ce li avete sotto tiro.

Anonimo ha detto...

purtroppo qui non si parla neanche di responsabilità perché al governo merdoide di sinistra non importa un cazzo della situazione degli italiani e infatti non sono loro ad essere coinvolti dallo schifo che viviamo noi ogni giorno e le responsabilità se le deve prendere chi li vota. ecco perché non mi vergogno di dire che spero che queste cose accadano a chi li manda al governo

Anonimo ha detto...

La soluzione è solo una... quando vedete un furto (e a me è successo 2 volte visto che prendo la metro tutti i giorni), gli date un bello spintone con annesso calcio o ceffone se vi riesce e poi vi dileguate. Tanto a queste ladre non gli fanno nulla, almeno ci pensiamo noi.

Anonimo ha detto...

una volta mi hanno derubato a stazione monte mario con coltello in mano.poi è venuta anche la polizia che anch'essa ridacchiava e diceva che era tempo perso. la denucnia l'ho fatta lo stesso.

Anonimo ha detto...

A regà ma che cazzo scrivete, "non si può fare niente sono troppi, sono troppo forti ecc.." loro stanno a casa nostra e fanno quello che vogliono e cosi non va bene..ogni volta che ne abbiamo la possibilità dobbiamo chiamare le guardie e denunciarle e se serve (praticamente sempre) menamoje a sti zozzi.. ROMA E' NOSTRA!!!

Anonimo ha detto...

Grazie per fare la denuncia. Secondo me dovremmo prenderle a calci, se la polizia non fa nulla almeno così capiscono che non possono fare quello che vogliono senza conseguenze

Anonimo ha detto...

Denunciate! Denunciate! Al massimo li mettono in galera e a mantenerli li dentro ci costano di più di quello che riescono a rubarci! Se non si vuol capire che una persona che non ha nulla deve rubare e si continua a ignorare la radice del problema non si risolverà mai nulla!

Marco ha detto...

complimenti! Dovremmo farlo tutti! per piacere diffondiamo questo articolo e cerchiamo di darci da fare noi in primis! basta con questa apatia! Agiamo!

Anonimo ha detto...

E NOI GLI DIAMO PURE LE PENSIONI DA NOMADE. FUORI DA ROMA.

Anonimo ha detto...

Io vivessi a Roma girarerei con in borsa delle trappole, tipo quelle dei topi, dopo che tante volte le loro mani ci finiscono incastrate avranno paura di provarci ancora...

Antonella Marchisella ha detto...

Scusate ma che agenti di pubblico servizio dicano che ''è una battaglia persa e che è tutto inutile'' denunciare questi criminali è davvero raccapricciante...Denunciamo tutti quanti, questa situazione è ormai insostenibile e vediamo anche di disciplinare i flussi migratori.

qui ci vuole lo scheriffo ha detto...

agente di pubblico servizio lo si è dopo una sanzione della comunità europea altrimenti .... comunque questo status è, diciamo assegnato ad situazionem , ovvero quando denunci, prendi le botte , gli insulti, le ingiurie , gli sputi, le minacce sei un privato cittadino , quando vieni querelato da chi dichiara il falso " e quando gli acchiappi lo fanno da prassi su condsiglio degli avvocati reclutati tra quelli che ci campicchiano con queste cose " , sei un cittadino privato e te la sbrighi da te , quando invece devi fare per gli altri , allora e solo in quel caso sei un incaricato di servizio pubblico e per i cittadini un pubblico ufficiale ( se gli chiedi i documenti però ti dicono che in base al tulps non lo puoi fare , mica fessi ) per altri sei un nocs un gis , uno della celere però a 6/7 euro l'ora, che se stiri a casa almeno sei l'angelo del focolare .
malgrado ciò , e per i compiti e doveri che lo "Stato" assegna a queste figure professionali , state tranquilli che è già molto sovradimensionato ed a costo zero o senza aggiunta di costi o in regime di aggravio minore e non è disfattismo ma rammarico .
Al di la delle parole di alcuni i dati sulla operatività della vigilanza la potete richiedere alle forze dell''ordine alle quali vengono consegnati i fermati e sono ben maggiori delle chiacchiere .

Anonimo ha detto...

Faccio un grande applauso all'autore dell'articolo e dell'azione concreta. Hai dimostrato coraggio, forza di volontà e senso civico. Grazie da parte di chi ancora crede in Roma

Anonimo ha detto...

A volte vado a Napoli e prendo la metropolitana linea 1, detta "la collinare", perchè da piazza Garibaldi ti porta fino allla collina del Vomero per finire a Piscinola-Scampia.
Ebbene, ecco cosa vedo: treni puliti e ben tenuti, stazioni vere e proprie opere d'arte, vigilanza stretta e nessuno che rompe le scatole. Hai capito?!

Anonimo ha detto...

25.000 morti ad Auschwitz-Birkenau, troppi pochi, bisognerebbe scioglierli nell'acido appena nati...

Anonimo ha detto...

COMPLIMENTI PER IL COMPORTAMENTO, LA TENACIA, IL TEMPO CHE GLI HAI DEDICATO. IO UN GIORNO SONO INTEVENUTO SALVANDO IL PORTAFOGLIO E TUTTI I DOCUMENTI DI UN TURISTA. HO MESSO LE MANI ADDOSSO AD UNA DI QUESTE RAGAZZINE (NON PICCHIANDOLA, INTENDO ALLONTANANDOLA). E' UNA COSA SBAGLIATA QUELLA CHE HO FATTO? OCCORRE UN DECRETO COMUNALE URGENTE.
IGNAZIO MARINO SONO I CITTADINI ROMANI E LAZIALI CHE VENGONO A ROMA OGNI GIORNO CHE TE LO CHIEDONO.
TU DEVI INTERVENIRE.
TIRA FUORI LE MANIERE FORTI, FERME E IRREMOVIBILI SU QUESTO PROBLEMA DI ROMA.
ALTRO CHE LO STADIO NUOVO.

Anonimo ha detto...

Ve lo dico io come fare, bisogna incominciare con il realizzare che in questa società non si aiutano i cittadini perbene ma i delinquenti che continuano e continuano senza che nessuno faccia nulla come in questo caso o in altri milioni di casi e cmq basta vedere come tutti veniamo derubati dalle nostre tasche sempre più strette tutti i giorni da questi politici di merda e secondo voi possano le leggi punire quelli come loro ma via...e detto questo la soluzione è farsi giustizia da soli e punendoli come è giusto che sia...x noi...vedrai che se ne prendi uno e gli tronchi una mano e poi ne prendi un altro e gli tronchi una mano e un altro e un altro ancora io credo che verso il terzo che punisci non ne vedrai più...detto questo vi saluto...ciao passo e chiudo da misterx��

Anonimo ha detto...

Tralasciate di dire sciocchezze.
Il problema c'e' ed è grave.
L'unica soluzione possibile è quella politica (difficilissimo con questi che abbiamo).
Basta copiare altre democrazie che considerano IMPUTABILI i ragazzini/e (sanno benissimo quello che fanno).
Ad esempio nel codice di San Marino del 1975 in considerazione della precocità dei giovani d'oggi, ha abbassato all'età di dodici anni l'imputabilità assoluta !!!!
QUESTA è L'UNICA STRADA !!!!
BISOGNA FARE PRESSIONE SUI POLITICI !!!!!

Anonimo ha detto...

Negli USA ad un ragazzo di 16 anni che ha ucciso di botte un bambino di 24 mesi hanno dato 25 anni di galera!!! (e là non ci sono condoni, semilibertà, sconti e vacanze premio come qui).Il rito abbreviato doveva essere una norma temporanea per smaltire i processi per crimini MINORI ed è diventata una REGOLA per tutti!!.

http://www.buffalonews.com/feed/teenager-sentenced-to-lengthy-prison-term-for-killing-girlfriends-23-month-old-son-20140110

Anonimo ha detto...

Ringraziate il sindaco della panda rossa e chi gestisce la linea di crociere che entrare centinaia di "migranti" (immigrati irregolari) ogni giorno. A me è capitato di essere oggetto di un tentativo di furto non a Roma (che fa oggettivamente schifo come città) ma da un'altra parte. Ho risolto per le vie brevi la questione... Ovviamente chi ha cercato di derubarmi era un immigrato.. dopo, però, non era troppo felice di averci tentato. Bisogna difendersi da soli perché ormai lo stato non ci difende più.

ShareThis