Malaga, Granada, Cordoba, Siviglia. Era la Spagna povera, ora ci fa semplicemente paura fare il confronto. Un eccezionale reportage ragionato

20 settembre 2013














Cara RFS, 
ti mando un po' di foto della mia settimana in Andalusia, tra Siviglia, Cordoba, Granada e Malaga. 
Ovviamente queste poche foto non possono testimoniare in pieno quanto vissuto, ma dovrebbero essere sufficienti per dare l'idea che queste città sono su di un altro pianeta rispetto a Roma, partendo dalla pulizia fino all'attenzione per il turista. 

CARTELLONISTICA 
In tutte queste città ci sono pochissimi cartelloni in centro (di più in periferia) ma sempre molto ordinati, belli da vedere e di 2-3 ditte. L'impatto ambientale è pressochè nullo. Ovviamente non esistono 1x1... 

PULIZIA 
Impeccabile. I centri storici sono tenuti benissimo. Cestini per i rifiuti ovunque, strade pulite e zero macchine. Infatti tutte le vie principali sono pedonali (ma pedonali per davvero, non come i fori imperiali). La sensazione di potere camminare in tranquillità senza schivare macchine, motorini, bus è impagabile... 

BIKESHARING E CICLABILI 
A Siviglia è pazzesco. Arriva ovunque e praticamente quasi tutte le strade sono percorribili da biciclette. 

TRASPORTI 
Per quel poco che ho potuto vedere, gi autobus e i tram sono puliti, nuovi e puntuali. Le fermate sono dotate di pensiline coperte e di indicazione elettronica dei tempi di arrivo.

TAVOLINI 
Pienissimo. Agli spagnoli (ma non solo a loro) piace vivere la città, per cui nel centro è strapieno di tavolini di bar, ristoranti e altro. Questo genera posti di lavoro e soprattutto toglie le macchine dalle strade.

ARREDO URBANO 
Impeccabile. Tutti i marciapiedi sono protetti da parapedonali o da fioriere, le strade del centro sono realizzate in materiali di grande qualità e soprattutto sono larghe il giusto. Inutile dire che in una settimana avrò visto 3-4 macchine in doppia fila.

TAGS E AFFISSIONI 
Qui non sono messi molto meglio di Roma... ma poiché sul resto sono avanti anni luce, si nota meno... 

INDICAZIONI TURISTICHE 
Lasciamo perdere... anche qui non c'è partita. 

Insomma, sarà vero che la Spagna è in crisi, e sicuramente Siviglia fa un centesimo dei turisti di Roma, ma se non altro qui si sforzano di valorizzare al massimo quello che hanno, a differenza dei romani che danno per scontato che il turista venga a Roma visto che è la città più bella del mondo. Poi magari il turista ci viene comunque, ma se ne va pensando che Roma potrebbe essere ancora molto ma molto più bella. 
Spero che Marino, dopo i 5 anni di disastro alemanniano, riesca quanto meno a porre le basi per un rilancio vero di questa città, sempre più abbandonata a se stessa... 
Domenico 

42 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

La cosa che più salta agli occhi è che non si vedono le "maghine" ...sarà per via della crisi:) battuta a parte la Spagna sarà anche in crisi ma i soldi li hanno spesi per la collettività, e si vede, e non per papparseli o sprecarli in opere inutili.

Anonimo ha detto...

boni che se le vedono Belviso e Alemanno organizzano subito una manifestazione a favore dei commercianti contro le pedonalizzazioni

Sandro D'Agostino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sandro D'Agostino ha detto...

Io ho vissuto 11 anni a Madrid dal 2001 al 2011...rientrato a Roma per lavoro (e non vi sono nato ne ho mai vissuto) mi sembra a parita' di capitale di vivere in una citta' di uno stato in via di sviluppo. Meno male che qualcun altro ha potuto apprezzare e divulgare attraverso questo blog la realta' Spagnola..!

Domenico ha detto...

Sono l'autore del reportage...la cosa che più mi fa rabbia è che sono sicuro che, in pochi mesi, si riuscirebbe per davvero a dare un volto nuovo a roma.
E' chiaro che per fare grandi opere (come la metro C) ci vogliono anni, ma per proteggere strade e piazze dalle macchine, o per creare ciclabili leggere, o per iniziare a fare pagare i bus e le metro a tutti, basterebbero pochi mesi.
Ma il problema è che non c'è questa volontà politica...Marino sembra andare verso quella strada, ma ancora troppo timidamente...

Anonimo ha detto...

Purtroppo tutte le città europee che ho avuto modo di visitare (e bene, per periodi settimanali...) sono completamente diverse da Roma: pulite, organizzate, servite da trasporti pubblici efficienti e puliti, centri storici esattamente come quelli delle foto del post, assenza quasi totale di schifezze cartellonistiche, scritte, sporcizia, cagate di cane e quantaltro. Perchè Roma non può essere così? Chi lo ha deciso?

Anonimo ha detto...

Marino non potrà che migliorare la situazione di Roma, sotto tutti i punti di vista. Se poi ognuno di noi romani, oltre ad indignarsi giustamente, cominciasse a dare il buon esempio agli altri concittadini e turisti comportandosi in maniera impeccabile, allora saremmo già a buon punto. Purtroppo servirebbe coerenza e costanza nei propositi e nelle conseguenti azioni, ma la "razza" italica (dal Trentino alla Sicilia, nessuna regione eslcusa, con buona pace delle fregnacce che racconta la Lega), o meglio, il meticciato italico, sembra non possedere queste qualità.

Anonimo ha detto...

anche io ho vissuto in spagna...se dobbiamo dirla tutta, anche la sanità è gratis, senza ticket e senza fronzoli.
A parte questo, ho girato mezza spagna in bicicletta, anche su strade provinciali e statali, tutti hanno sempre fatto molta attenzione a tenere le distanze di sicurezza e a sorpassarmi solo quando era sicuro, a costo di andare a 20km/h dietro di me (con me sul ciglio della strada, quindi tranquillamente sorpassabile)

fracatz ha detto...

el pueblo spagnolo è cattolico comme a noi, ma ha la fortuna di non dover mantenere i preti e tutto il vaticano come invece deve fare il valoroso, ma immaginifico, bobbolo tajano in virtù di accordi o patti lateranensi firmati dal duce.
Per qwuesto loro hanno a disposizione più soldi pe rle pulizie.
Ecco, ma perchè Voi vi limitate come sempre a mostrare il brutto senza ricercarne le cause?
Il bobbolo va erudito ed è per questo che i problemi vanno sviscerati

Anonimo ha detto...

Io ho vissuto a Granada e, abituata alla realtà romana, vedere autobus puntuali e la gente che faceva la fila ordinatamente per prenderli era qualcosa di sconvolgente...

Riccardo_C ha detto...

Non demordiamo, dobbiamo continuare a credere che anche a Roma si può migliorare la situazione.
Non tutta Italia è come Roma. Ci sono città nel bel paese che sono virtuali ai livelli di quelle di queste foto...Queste località riportate nelle foto, in un certo senso, non sono paragonabili con Roma..sono piccole città..ma è anche vero che se vai a Madrid o Barcellona la situazione è quella.
Il problema comunque a Roma è culturale...la gente non si rende conto, non sa.
Il comune deve non solo divenare più rigido e pretenzioso, ma anche fare un lavoro di educazione civica che oggi non esiste a Roma.
Comunque per la cronaca..andate a vedere quanto guadagnano i politici e i dirigenti spagnoli e fate la differenza con quelli italiani..allora capirete come le risorse vengono sprecate nel nostro paese, invece di essere investite a discapito della collettività...

Anonimo ha detto...

Ma de che? 'N Spagna ce stà a grisi perché se so messi a fa tutte 'ste sfrociate de de decoro rbano.

Li sordi l'hanno spesi pe fa 'e panchine nvece da dalli a gente.

Li probbbblemi so antri!!

Gazza87 ha detto...

il confronto, comunque interessante e illuminante, soffre di un problema: Siviglia a parte che è un po' più popolosa (niente a che vedere con Roma in ogni caso) si tratta di città alla stregua di Bologna o Firenze. Il confronto vero sappiamo va fatto con Madrid, Londra, Parigi, Berlino etc e non è bello constatare che è ancora più umiliante per la nostra città

massimodangeli ha detto...

Marino è da 5 mesi che sta NON-lavorando, la prova della sua politica l'ha già data; non servono anni.
Per mandare a l-a-v-o-r-a-r-e i vigili e i fancazzisti del Comune non servono soldi o Leggi o anni di chissà cosa: serve volerlo, serve CACCIARE via qualche decina di dirigenti poi vedi come cominciano a lavorare i cialtroni da 8000 euro al mese. Il prossimo vigile che fa lo stronzo o dice "abbiamo altre priorità" caccialo via insieme al capo: vedi che dopo 1/2 ora cominciano a lavorare.

Er Rumenista ha detto...

Ma de che, li probbbblemi so antri. Uno 'aavemo appena arisorto: er Pupone ha firmato.

So tutti laziali burini questi che sputeno su Riomma Caput Mundi.

Anonimo ha detto...

ciao dalla Germania!!

Io vivo a Monaco di Baviera da circa 15 anni!! La città è una meraviglia, pulita, organizzata e molto verde. Ho passato la mia gioventù a Roma e posso dire che a Roma manca quasi completamente il senso civile. Tutti sono interessati solamente ai loro affari, il bene comune viene completamente tralasciato. Inutile menzionare servizi pubblici, ospedali, mezzi....e via dicendo!!A quanto pare tutte le grandi città europee sono in grado di autogestirsi...solamente in Italia non vedo alcuna possibilità di miglioramento!Ergo preferisco rimanere in Germania che vivere in una città come Roma.

Anonimo ha detto...

In 100 giorni (so)marino è riuscito a bloccare i fondi per la metro, spendere un botto di soldi per la pedonalizzazione inutile dei fori, promettere case e soldi agli zingari (che gli hanno portato i voti) e nominare un cartellonaro (alla faccia del decoro), nonché ad elargire le solite prebende e consulenze ai soliti noti.
Nel frattempo ci è pure veunto a raccontare che i venditori abusivi al centro lui non li ha visti.
E ride. Ride sempre il cretino.

diego ha detto...

@ anonimo "tedesco"...
Noi invece preferiamo vivere a Roma.
Le nostre critiche alla città sono particolarmente dure proprio perché l'amiamo e ognuno di noi sente l'angosciante frustrazione nel vedere ogni giorno sprecate le enormi potenzialità di questa città.
Basterebbe raggiungere un livello minimo di decoro per fare di Roma la città di gran lunga più attrattiva al mondo ( anche più di Monaco...con tutto rispetto e senza offese...).
E invece siamo solo 8° nella graduatoria mondiale dei flussi turistici.Quanti posti di lavoro buttati? Quanta ricchezza perduta?

Anonimo ha detto...

@Diego: parla per te. Sono decenni che Roma è in una spirale di degrado, anche umano. E continua ad avvitarsi inesorabilmente e sempre più velocemente verso il basso.

Ci vorrà almeno un secolo, altro che pochi mesi, per riportarla ai livelli delle altre capitali europee.

Poi c'è sempre l'opzione Nerone…

Anonimo ha detto...

anonimo dalla Cermania...

ma chi sei l'amico mio Marco????

Anonimo ha detto...

No sono Mauro Aza…

Anonimo ha detto...

eeehh , ma volete mettere il tramonto col vociare di umanita' che si sente a Roma caput scottadito?

PUPONE

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Marino non potrà che migliorare la situazione di Roma, sotto tutti i punti di vista. Se poi ognuno di noi romani, oltre ad indignarsi giustamente, cominciasse a dare il buon esempio agli altri concittadini e turisti comportandosi in maniera impeccabile, allora saremmo già a buon punto. Purtroppo servirebbe coerenza e costanza nei propositi e nelle conseguenti azioni, ma la "razza" italica (dal Trentino alla Sicilia, nessuna regione eslcusa, con buona pace delle fregnacce che racconta la Lega), o meglio, il meticciato italico, sembra non possedere queste qualità.

settembre 20, 2013 10:42 AM


a proposito di fregnacce : ne leggo su questo post , un bel po'.
il lordume di Roma non si vede a Trento,Bolzano,Aosta,ecc. e sara' pure che Bolzano non ha un sindaco come il naiive sig. Marino.
meno disinformazione in mala fede (fregnacce) per cortesia.

PUPONE

diego ha detto...

@anonimo delle 3:20
infatti io parlo e ho sempre parlato per me.
E se invece di postare commenti da anonimo di dessi un nik name comicceresti a darci una mano, piccolissima ma utile.
Se invece, caro anonimo, non ti interessa contribuire in maniera costruttiva alla denuncia dei mali di Roma non si capisce perché lasci commenti su questo blog....togliti dalle scatole e basta.

diego ha detto...

francamente tutti questi stronzetti "deutschland uber alles" che girano su internet hanno un po' rotto le palle. All'estero ci siamo stati in tanti, io ci ho anche vissuto ( e non da cameriere tanto per intenderci...) quindi il tono ridicolo dei chi si "pavoneggia" perché vive nella "Crande Cermania" (magari facendo il camerire o giù di li...) oltre che patetico lo rinvio al mittente (detto educatamente), in altri termini se ne possono anche andare a fare in culo ( detto meno educatamente).
E dato che le banche tedesche creditrici della Grecia si sono beccate tanti soldini da parte dei contribuenti italiani tramite i piani di salvataggio alla Grecia finanziati pro quota, mi voglio pavoneggiare anche io:
RIDATECI I NOSTRI SOLDI! Mi sono stufato di pagare irpef imu ed iva per salvare il culo alle banche della "deutschland uber alles" che hanno incautamente prestato soldi a Grecia Portogallo Irlanda e banche spagnole e che ora rivogliono indietro i danari chiedendo il conto a noi...
Rivoglio indietro i miei soldi.

Anonimo ha detto...

[capro espiatorio mode on]
Basta! Questi delatori professionisti stanno li apposta a fare il male dell'Italia e degli Italiani. Sono ormai una piaga che va debellata.
Bisogna dargli una lezione di vita. È colpa loro se le cose vanno male in Italia. Non si impegnano, criticano e basta. Oltretutto "anonimamente", 'sti figli 'ndrocchia!! Bimbiminkia esterofili!!

[capro espiatorio mode off]

Ah Diego, stai sereno.

diego ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
diego ha detto...

vabbé voglio essere buono...puoi stare sereno! Me la prendo con gli anonimi solo per questioni tecniche.
Diciamo, caro anonimo, che con me caschi male: è da qualche anno che frequento questo blog e non mi sono mai risparmiato nel denunciare la catastrofica situazione romana che non ha eguali in nessuna parte del mondo (occidentale e non), dunque potevi risparmiarci la tua "brillante" ironia...

Anonimo ha detto...

@Diego eh ma il problema è che a volte scrivi in prima persona, altre al plurale.
Magari c'è chi non coltiva ne aspettative ne particolari speranze al riguardo. Non per negatività, ma perché vede concretamente non essere stata creata una minima prospettiva vera e seria di miglioramento.

Piuttosto di va alla 'ndo cojo cojo con toppe e rappezzi.

Anonimo ha detto...

molto belle queste foto.
purtoppo è una questione di mentalità
o forse del fatto che i romani sono masochisti e gli piace vivere nella merda

Anonimo ha detto...

Al tetesco dico: ho vissuto pure io a Monaco e pure a Londra. Da 2 anni sono rientrato a Roma e non vedo l'ora di fuggire per sempre.
Nnatevene a fanculo voi e sti cazzo de tramonti e cupole e piazze che non se vedono più tarmente tanta merda sta!!
I romani sono dei trogloditi . e basta, non sanno un caxxo di come si vive.
Romano feccia d'Europa

Anonimo ha detto...

Stiamo diventando peggio dei Romeni.....

Anonimo ha detto...

meno maleeee... ho letto i vari commenti e per fortuna non ho visto il classico commento da romano provinciale che sostiene "eh ma quelle città sono belle ordinate perché sono più piccole di roma e quindi più facili da amministrare".
eh si nessuno che abbia detto sta famosa ca@@ata. si vede che forse piano piano stiamo migliorando e sempre più stiamo capendo che viviamo in una città di merda (a causa ovviamente dei troppi romani che ci abitano).

Anonimo ha detto...

.. La verità e' che a Roma ci sono almeno 2 milioni di persone in più e che la mancanza assoluta di senso civico di noi italiani e sopratutto di chi ci ha invaso Roma stia facendo diventare la Capitale in una città del nord Africa...
Roma ai Romani !

Anonimo ha detto...

Ma perchè disdegnare così gli scorci che offre questa città fantastica.
E poi vuoi mettere essere sempre sicuri di arrivare dove si deve nei tempi prestabiliti con l'alea che caratterizza gli spostamenti nella città Eterna? Ci si concentra sul viaggio, non sulla destinazione.
Quante nuove e mirabolanti cose possono avvenire? Dove vuoi andare oggi?

Anonimo ha detto...

Al pupone di ieri. Le fregnacce e la mala fede sono le tue. Marino e' qui da solo tre mesi e ovviamente non ha colpa in merito al lordume di roma. Comincia tu a dare l'esempio di un comportamento corretto qui nella tua citta', invece di guardare magari con invidia e provincialismo alla presunta teutonicita' di altre citta' italiane del nord, che poi tanto teutoniche non mi sembrano....

F. ha detto...

Ho vissuto a Siviglia (che a dispetto di chi lo pensa, non è piccola al pari di Firenze, considerando che sta quasi raggiungendo negli ultimi anni il milione di abitanti), e confermo che quanto descritto nel post dalla persona che c'è stata in vacanza, è davvero così, e per tutto l'anno.
Alle fermate dei bus non c'è UNA, dico nemmeno UNA scritta che macchia i cartelloni, sono tutti puliti e privi di scritte e graffiti! Ci sono i tabelloni elettronici con aggiornamenti in tempo reale degli orari dei bus e tempi di attesa.
Le persone, quando arriva il bus, si dispongo in fila ordinata davanti alla porta vicino al conducente e salgono uno ad uno senza spintoni per pagare il biglietto al conducente o timbrare la tessera davanti a lui (perchè non si può fare anche da noi?! Non ci vuole mica tanto).
Il centro è pedonale, ma VERAMENTE pedonale, e passa la tramvia (su cui TUTTI pagano il biglietto e su cui le decine di volte che l'ho presa per spostarmi ho SEMPRE trovato il controllore).
Mi sono mossa in bici decine di volte, la pista ciclabile è estesa e comoda.
Le strade vengono pulite continuamente, e la polizia è onnipresente. Sono tornata a piedi dal centro a casa mia decine di volte la sera tardi e mai, dico mai, mi sono sentita in pericolo. Ho trovato pattuglie di polizia ogni 100 metri, e ronde continue di controllo.
E comunque, se proprio vogliamo parlare di differenze di numero di abitanti, a primavera sono stata ad Istanbul (15 milioni di abitanti, quindi un tantino di più che a Roma), e sono rimasta sconvolta dalla pulizia della metro (sia vagoni che stazioni) e dei bus! Non credevo ai miei occhi!

Tonio ha detto...

Hola! Io sono spagnolo, di Asturias. Volevo solo dire, che questi sono in Andalucía, regione tra le più "povere" della Spagna... per farvi capire. Cmq, mi spiace per voi che Roma sia cosí. Credo che sia una questione di gestione di soldi pubblici. Un saludo y un abrazo a todos.

Anonimo ha detto...

Belli tutti i commenti, tante polemiche per le macchine, ma scommetto che anche voi girate in macchina per il centro! il problema in Italia è che all'italiano pesa troppo il sedere ed è troppo comodino! famiglie con 3 e 4 macchine, ragazzi che per fare 1 chilometro prendono la macchina (c'è chi la prende anche per meno) tutti vanno al lavoro con la macchina anche se l'autobus te passa sotto casa e ti lascia sotto al lavoro!!! Non ho la patente a 29 anni, non credo di farla! 1 perché ormai i parcheggi sono pieni, 2 c'è sempre traffico e 3 perché ci sono troppi incivili al volante! IO SONO A FAVORE DEL DIVIETO DI MEZZI PRIVATI AL CENTRO, E AUMENTO DEI MEZZI DI TRASPORTI!

pierangelo meneghini ha detto...

il gentile signore del post si è scordato di aggiungere che gli autobús e la metro sono utilizzabili da tutti anche persone con hándicap e mamme con le carrozzine e sui mezzi ci sono i posti anche per loro.Altra cosa i semafori con i secondi ti tempo che ti rimancono per attraversare o segnali acustici,comunque la differenza la fanno le persone qui in spagna in generale sono molto piu corretti, voi parlate di roma ma Torino e milano sono nelle stesse condizioni di roma.per non parlare delle stazioni e degli aereoporti....
io personalmente ho visitato recentemente Madrid valencia malaga londra queste citta sono davvero anni luce avanti a noi italani.ci manca l'educazione civica ed il coraggio di spazzare via il marciume

Anonimo ha detto...

aooooooooooooo,
sono di Roma e vivo e lavoro a Malaga,
bisogna anche dire che è molto facile gestire una città che è grande come la tuscolana.
però è anche vero che il governo spagnolo ha invetito i soldi nelle infrastrutture per garantire il massimo al turista.
l'obiettivo degli spagnoli è facile strappare turisti all'italia, specialmente tedeschi, inglesi e nordeuropei.
una vacanza di una settimana da queste parti costa esattamente il 50% in meno di qualsiasi posto in italia, garantendo al turista un'organizzazione impeccabile, un lettino e ombrellone costa 4eur , mentre a roma in qualsiasi stabilmento almeno 15 e ho detto tutto

Ilaria Expo ha detto...

Buongiorno, siamo ad Agosto 2016 e vi confermo dopo 3 anni pulizia e ordine per l'Andalusia sporcizia topi e degrado per Roma e tante altre bellissime città italiane. Siamo davvero incapaci di reagire.

ShareThis