Confronti azzardati. Ecco come si fanno i lavori pubblici a Pristina, la capitale del Kosovo

21 settembre 2013




Visto che i confronti con altri paesi sono un classico del periodo post-vacanze, mi permetto di inviarti qualche foto che ho scattato in un posto altamente civilizzato, ricco, all'avanguardia: il Kosovo. 
Premesso che il Kosovo ha 1000 problemi e che Pristina è una città di rara bruttezza, quando fanno i lavori questa è la qualità dell'arredo urbano:
1) lastre di pavimentazione come cristo comanda;
2) panchine di design (o almeno ci provano);
3) pedonalizzazione delle arterie centrali;
4) fioriere con i fiori;
4) semafori con il contasecondi.
Basterebbe poco...
Mauro

12 commenti | dì la tua:

Renato Pischedda ha detto...

Hai detto bene, basta poco.....ormai il terzo mondo siamo noi, che tristezza!

Anonimo ha detto...

....concordo.....la feccia dei paesi dell'est viene qui da noi trovando terreno fertile e li si ripulisce.....

Anonimo ha detto...

Beh cercano di fare nel miglior modo posiibile le cose. C'è da ammirarli, qui invece non abbiamo avuto i loro problemi, ma abbiamo solo messo in politica gente che per fare qualcosa ha rubato soldi, i nostri soldi e il risultato è che pure Pristina sta avanti anni luce a noi nonostante una guerra di qualche anno fa!
Meditiamo gente!!!!

Anonimo ha detto...

Non capisco il titolo: confronti azzardati?
Secondo me il confronto ormai bisogna farlo con questo tipo di realtà. Non certo con altre capitali europee o città occidentali.
Quindi lo riformulerei in: confronti adeguati.

Il brutto è che Roma inizia ad uscire perdente anche con queste realtà sotto alcuni punti di vista.

Anonimo ha detto...

Non è una novità.
Da alcuni anni, per esempio, moltissimi architetti e ingegneri italiani emigrano in Albania.
Il motivo è semplice: in Albania si fanno i concorsi pubblici di progettazione ma soprattutto
si hanno buone probabilità di veder realizzato il progetto vincitore.

A Roma invece non si fa un concorso aperto dai tempi di Veltroni e quelle poche opere pubbliche realizzate ai tempi di Alemanno sono state progettate su incarico diretto dato agli amici degli amici degli amici degli amici...




Anonimo ha detto...

a ROMa c'è una mentalità di merda per cui i ROMani si credono al centro del mondo, i ROMani pensano di vivere nella città più bella del mondo, si credono sto cazzo solo perchè 2 secoli fa i ROMANI erano molto più intelligenti e avevano fatto un impero. I ROMani di oggi invece sono gli esseri più stupidi d'europa con un quoziente di intelligenza inferiore alla media. per questo ROMa fa schifo.è chiaro che ci surclassano pure gli albanesi, ma ci vuole poco per la ROMa di oggi. pensano che i turisti tanto a ROMa ci vengono lo stesso

Anonimo ha detto...

Leggo "nonostante una guerra". Ma forse il problema nostro è proprio che non scoppia alcuna "guerra" per scacciare tutti i parassiti che ci succhiano la vita quotidianamente...

Anonimo ha detto...

I ladri e gli usurpatori —a tutti i livelli— sono il primo problema da risolvere.

Anonimo ha detto...

AHO MA LORO C'HANNO I SOLDI SO RICCHI NOI STAMNO COLLE PEZZE AL CULO

Rossella ha detto...

Il problema è che NOI ci siamo beccati la feccia rumena, così nel loro paese possono far funzionare le cose!

Anonimo ha detto...

per rossella:
la tua ignoranza viene fuori già dal commento, ma mischiare Pristina con la Romania la conferma

Anonimo ha detto...

"Se ti danno 4 in Geografia....
perché hai messo Londra in Ungheria...."

ShareThis