L'incredibile mercatino del rubato di Viale Carlo Felice. Ecco il video di tutto lo schifo di fronte alla Cattedrale di San Giovanni in Laterano

7 maggio 2014

23 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Chi compra fa piu schifo dello zingaro che vende.
Io li darei tutti al fuoco

Cobalto ha detto...

Zingaro che vende?
poverino, ha la mia stima.
Italiano che compra? Mi fa vomitare.Lui è lo schifo.

sam ha detto...

non è tanto il fatto di chi vende o chi compra, io sono costretto a comprare in quanto (un esempio), un cavetto usb mi costa 3 euro al megozio ed 1 euro dall'indiano

è LO STATO che mi deve impedire di comprarlo dall'indiano,per impedire intendo: abbassare le tasse ai negozi, gestire questa ordata di immigrazione incontrollata e tanto altro

finchè lo stato farà gli interessi dell'indiano, io sarà costretto per motivi di budget ad andare da lui,visto che non ho soldi per comprarlo al negozio, e questo vale per tutti prodotti:dalle mutande al resto!


saveyOURplanet ha detto...

sam ma tu scherzi vero? ma lo sai che gli ambulanti vendono per lo più merce rubata, non a norma o di bassa qualità? ma lo sai che gli ambulanti non in regola non hanno tutele, non pagano tasse, non seguono alcuna legge?

Antonio Pedicini ha detto...

il problema è sam, forse non sa che mantenere un negozio costa, anche volendo abbassare le tasse un cavetto usb, magari rubato, costerà sempre di più di quello che si vende sul marciapedi

Anonimo ha detto...

tanto lo scontrino non lo fanno neanche i negozi.

Anonimo ha detto...

in svezia o in belgio o in inghilterra ci sono i negozi

a roma o in nigeria o nel bangladesh ci sono gli ambulanti in strada

grazie marino !

Anonimo ha detto...

ma che state farneticando...

marino ha detto che gli ambulanti non ci sono

e se lo dice lui, c'è da credergli

l'avete votato ? tenetevelo !

Anonimo ha detto...

di media in italia entra un immigrato ogni 15 secondi

altro che bancarelle... questo è solo l'inizio dell'invasione

siamo già a 10 milioni, e in asia, africa e medio oriente ce ne sono ancora 5 miliardi...

venite, venite, che noi ACCOGLIAMO

Anonimo ha detto...

solo di spese della marina l'immigrazione ci costa un milione al giorno

nel complesso, tra costi diretti e indiretti, l'immigrazione ci costa 10 miliardi l'anno (praticamente 3 volte l'IMU)

ma per i disoccupati e i pensionati italiani i soldi non si trovano mai...

questo naturalmente è razzismo, vero ?

si, è razzismo, ma contro gli italiani

grazie politici

Anonimo ha detto...

Sai quanti cavetti USB ci compri con 10 MILIONI DI EURO AL MESE che il PD spende per riempirci con Mare Nostrum di tutti questi clandestini ladri e venditori abusivi...

http://www.dieffegioielli.com ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Eccola la tiritera di fratelli d'italia. Intanto chissa' com'e' gli immigrati ci sono anche in svezia e in inghilterra, ma i suk no. Nemmeno in citta' inglesi tipo Bradford molto piu' povere di Roma e proporzionalmentt molto piu' piene di immigrati.

L'abusivismo non lo crea l'immigrato, lo crea il clima di impunita' che c'e' a Roma. Ma l'avete letto il post sui tassisti abusivi a fiumicino due giorni fa, tutti italiani? I carabinieri che non alzano un dito, e' il PD che glielo impedisce? la Boldrini? che dite?

Poi che l'immigrazione porti altri problemi siamo d'accordo. Ma Roma e' sfasciata di suo, gli immigrati ci si sono solo innestati sopra.

claudio ha detto...

italiani razzisti? ...non mi pare ci facciamo pure affari

sam ha detto...

gentile saveyOURplanet

so bene che gli ambulanti non pagano tasse,niente tutele e via dicendo!
Il discorso è di base! chiunque può risparmiare LO FA!, anche sapendo di acquistare un prodotto di bassa qualità, se riesce a risparmiare LO FA!
Alle persone (la stragrande maggioranza) interessa poco dell'ambiente, che non ci sono stati test sugli animali o che il processo produttivo non ha inquinato, LORO VOGLIONO RISPARMIARE! PUNTO E BASTA!
se ad un cavetto USB devo scegliere tra quello creato in una fabbrica in svizzera con massimo livello di tutela per l'operaio ed uno fatto in cina, in una fabbrica con lavoratori con turni a 24/ore, oVVIAMENTE compro quello meno costoso! e secondo te quale è???

sono l'unico ad essere realista in questo blog?

bat21 ha detto...

Sam risparmiare non vuol dire che si senta in diritto di violare la legge (accettando acquisti senza scontrino) o di rifornirsi da gente che la legge la viola anche se regolare (bancarellari che lo scontrino magari lo fanno ma occupano in modo indecente spazio sulla strada e sul marciapiede).
Una curiosità tu sei stato in Australia: la gente acquisterebbe in massa quella monnezza se ci fosse la stessa offerta illegale che c'è da noi?

Anonimo ha detto...

andavo al mercato di via vasca navale.per me era un modo per trovare alcuni pezzi di collezionismo(scemenze,non roba antica)ad un giusto prezzo visto che porta portese,il mercato legale,è arrivato ad avere prezzi che chiamarlo mercato diventa ridicolo,tanto che ormai vengono attratti solo i turisti.Detto questo faccio presente che per me quel mercato era regolare(cosi credevo quando ci andavo).Ho visto diverse volte macchine della polizia passare ed era talmente alla luce del sole che per me era impensabile si trattasse di un mercato irregolare.La polizia passava come passano i vigili tra i banchi di porta portese e ogni tanto c era qualche banco con merce evidentemente rubata(cosi come a porta portese), la maggior parte della merce era palesemente recuperata dai cassonetti o dagli svuotacantine(e prima che qualcuno storca il naso a porta portese ci sono banchi simili ma si vede che la merce li viene profumata dal senso di regolarità, e a barcellona cè un mercato molto simile,per fare l'esempio di un'altra città).Volevo portare la mia testimonianza visto che leggo attacchi alle persone che vanno a questi mercati per far capire che molti non sanno di comprare merce rubata,perchè scusate ma se giro tra le bancarelle con tanto di polizia che passa e non fa nulla,io credo di agire nella legalità,e non di fare la furbetta che vuole spendere poco.Sbagliavo?Si,ma lo scopro da un blog,questo ha dell incredibile.

sam ha detto...

gentile bat21
In australia non si vende per strada con le bancarelle, ma esistono molti negozi cinesi (troppi per i miei gusti), e ti dico che le persone comprano!
Al contrario avendo avuto amici che sono venuti a trovarmi a Roma, non gli è piaciuta la situazione, ma sebbene erano contrariati un gadget lo avrebbero acquistato (sono stato io ad allontanarli)

le persone comprano, altrimenti non ci sarebbe offerta

Anonimo ha detto...

Infatti non compreró mai piú le robe di un qualsiasi abusivo, basta, non é che mi servano, si trovano cose a basso prezzo volendo in modo legale.La colpa non é certo degli abusivi, ma in primo luogo delle istituzioni che permettono tutta l'illegalitá e poi di chi compra. Robe del genere non si vedono in nessuna cittá europea, almeno nel centro, di questo sono sicura, eppure gli immigrati ci vivono.

Anonimo ha detto...

Quindi le hai comprate eh? Hai visto aPpadepio e ti sei redento diventando un crociato???

Anonimo ha detto...

Tonelli ammazzate.

Anonimo ha detto...

Essendo quasi del tutto impotente di fronte al dilagare di questa massa umana e mondezza oggettistica, mi sto dedicando a far cadere gli eleganti capi di lusso appesi ai bastoni delle bancarelle, a mettere i piedi sugli stracci in terra pieni di paccottiglia, a rovesciare qualsiasi cosa intralci il mio cammino sul suolo pubblico. E' poco lo so, ma dà soddisfazione, e finora nessuno mi ha detto nulla. Anche domani farò così.

Anonimo ha detto...

purtroppo ci abito in quella strada. Ciò che più mi dispiace è leggere i commenti di chi difende l'utilità di questi mercati, il ciclo del riciclo, i prezzi economici etc. Ma state scherzando? vi invito a passare dopo che questi "mercati" finiscono. L'immondizia che lasciano, bottiglie di birra, resti di pranzi, pisciate dappertutto. Vorrei vedere se lo facessero sotto la casa di questi radical chic che vanno a comprare. In ogni caso, non me la prendo nemmeno con i venditori, la colpa non è loro se vigili, sindaco e polizia se ne infischiano. Poi, vi farei vedere con che macchinoni arrivano, scaricano donne, bambini (che dovrebbero essere a scuola, diamine) e sacchi e tornano a riprenderli. Comprendo che per alcuni è un affare comprare una giacca a 2 euro, ma è uno spettacolo quotidiano che non augurerei a nessuno

ShareThis