Ti rubano il portafoglio in metro e te lo riportano intonso. Una nuova misteriosa truffa? Ecco una testimonianza

26 maggio 2014
A seguito di uno strano borseggio subito in metropolitana, giovedì 22 maggio scorso, nella stazione RE DI ROMA, mi sono messo a cercare blog o siti dove si segnalano borseggi o altre cose che accadono sui mezzi pubblici, ed ho scoperto il vostro.  Ed eccomi qui a raccontarvelo. Non so se sia già successo ad altri, se sia un fatto frequente o più unico che raro, ma ve lo devo raccontare. Non si sa mai, perché potrebbe entrare in un nuovo tipo di casistica:

"Mentre cammino nel corridoio che porta fuori dalla metropolitana subisco un borseggio. Non mi accorgo di nulla. Ignaro del fatto appena accaduto  continuo per la mia strada. Di lì a pochi istanti succede il fatto - diciamo aberrante - che intendo segnalare.  Mi interpella una ragazza (che da un rapido sguardo mi sembra essere di etnia rom) che mi stava rincorrendo. Ha  in mano un oggetto che riconosco essere il mio portafoglio!  Devo dire che rimango basito ma anche perplesso... oltretutto si rivolge a me in spagnolo e mi dice che bisogna fare attenzione ai furti... si proprio così.... Mi dà il portafoglio e scappa via.  Alla mia domanda: "Ma chi te lo ha dato?" risponde: "un niño!"  E sparisce."
Una storiella banale che risulta però anche un tantino strana. 
Infatti, dopo un quarto d'ora circa scendo nuovamente in metropolitana e incrocio la stessa ragazza che, stavolta insieme ad un'altra,  segue da molto vicino una coppia di turisti (sono cattivo a dire queste cose ?). Che strano, tutto questo dopo avermi restituito il portafoglio. Davvero mi domando se non sia tutto assurdo. 

Ecco, mi premeva raccontarvi il fatto per darvi un nuovo elemento di "analisi" del fenomeno borseggi. Anche perché, come avrete capito, nel portafoglio, misteriosamente, non mancava nulla! A voi i commenti a questo punto.
Lettera Firmata

46 commenti | dì la tua:

Marco ha detto...

Ti hanno clonato la carta di credito, visto che hai ripreso il borsellino sicuramente non avrai bloccato la carta.Ti conviene farlo.Ciao

Unknown ha detto...

e metterei anche l'antifurto a casa, visto che ora hanno anche il tuo indirizzo...

Anonimo ha detto...

Beh, penso che Marco abbia ragione. Se tutto è andato come racconti, mi sembra assai probabile che ti abbiano copiato le informazioni delle carte di credito e dei documenti, temo che ti aspetterà qualche brutta sorpresa, non solo con il tuo conto bancario. Se è andato così, mi sembra una truffa piuttosto ben ideata: la vittima non denuncia il furto e i mascalzoni hanno a disposizione i 24 ore necessari. Bisogna essere proprio furbi per ideare una cosa del genere, non ho sentito niente di simile neanche a Napoli, per dire.

Fracatz ha detto...

ma nooo
Si tratta di animatori pagati dai caporioni per tenere accorta l'attenzione dell'immaginifico bobbolo thajjano.
Ma come vai in giro con la metro ed ancora di fai fregare il portafoglio?
Soldi benedetti questi spesi per ingaggiare 'sti animatori

Anonimo ha detto...

...per caso quella ragazza aveva un compact disc in mano? Se si, allora era una cd-rom!!!

Giorgio ha detto...

1.Ti hanno copiato tutti i dati di bancomat e carta di credito, controlla i tuoi movimenti, blocca subito le carte e se hai movimenti non autorizzati effettua subito la denuncia.
2.Sanno dove abiti, adesso aspettati un periodo di "pedinamento" nel quale cureranno movimenti,orari,familiari per essere sicuri di colpire in maniera pulita. Quando esci di casa,prova a vedere se vedi qualche faccia sconosciuta,ma stai attento:le vedette utilizzate dagli zingari per monitorare i movimenti sono sempre ragazze generalmente ben vestite ed in ordine, per non destare sospetti,le classiche zingare ripulite.
3.Magari al bel gesto si accompagna anche una piccola ricompensa monetaria da parte del proprietario del portafoglio,qualche soldo che non fa mai male.

Anonimo ha detto...

Bisogna tornare alla legge del taglione per questi reati, ti becco? E ti taglio entrambe le mani, stupri? Ti taglio pene e testicoli, tutto questo senza anestesia es a prescindere dall'etnia del malvivente, BISOGNA FARCI GIUSTIZIA DA SOLI!

Anonimo ha detto...

Ma perche' dovrebbero rubare un portafoglio per sapere dove abita e svaligiargli casa o pedinarlo? basta appostarsi sotto un condominio elegante e si capisce in fretta chi ci abita.

Anonimo ha detto...

Ma Roma fa Schifo non parla mai chiaramente della sua linea politica, come mai? meglio non schierarsi chiaramente verso nessuno, potrebbe essere pericoloso?

Anonimo ha detto...

Che c'entra la linea politica? Senza le magliette colorate non sapete per chi fare il tifo?

Giuseppe Savo ha detto...

infatti, che c'entra la politica? tanto hanno fatto schifo tutti gli schieramenti da 20 anni a questa parte!

Anonimo ha detto...

Non credo che gli interessi dove abiti, è questione di un furto di identità, porta più soldi che svaligiare una casa e in Italia rimane di solito impunito. Comunque, prossima volta che trovo un portafoglio per terra, lo lascio stare, se non il giustiziere qui mi taglia i testicoli senza anestesia...

Stefano ha detto...

Hanno clonato la carta di credito, non è nemmeno una truffa così nuova.
Sul tuo indirizzo puoi stare tranquillo: la città è piena di abitanti e non si metteranno a seguire te che magari non abiti neanche nella loro zona.

Anonimo ha detto...

Forse può essere utile: un giorno hanno provato ad affiancarmi due rom ben vestite e con una cartina stradale in mano. Ricevuta occhiataccia di avvertimento hanno capito che era meglio cambiare vittima. A quel punto hanno puntato una coppia di turisti e gli hanno fregato il portafoglio; accortomi di ciò ho chiamato ad alta voce i turisti e le due ragazzotte hanno subito restitito il portafoglio dicendomi "glielo ridò, non chiamare nessuno" e si sono dileguate.
Forse a te successa la stessa cosa.
ps i turisti le hanno anche ringraziate!!

Alessandra ha detto...

Però c'è da dire una cosa: sono geniali!
io opto per "glielo ridò così mi dà la mancia" (magari non avevi contanti...)
Mi è capitato al cairo parecchi anni fa. Mi fregano il copri obiettivo della macchina reflex, non me accorgo chiaramente nel caos totale, e dopo un po' sbuca un piccoletto che mi tocca e mi dice - non so in che lingua - è caduto. Grazie, faccio io, e lui money money money
In Egitto la sapevano lunga già anni fa, ah ah, mica bruscolini, hanno le piramidi...

Anonimo ha detto...

Comunque tienici aggiornati, è un episodio molto interessante! Tipo "Borseggio 2.0".

Quanto all'identità politica di Romafaschifo, non credo ne abbia una e non mi interessa, riesco a valutare i fatti e quello che vedo con la mia testa, non c'è bisogno di bollini "Approvato da tizio" "Approvato da caio" se si ha un cervello.

Anonimo ha detto...

Penso che sia opportuno tenere aggiornato il sito sull'evolversi della vicenda magari raccogliendo altre testimonianze in merito.
La clonazione della carta di credito o del bancomat, soprattutto quest'ultimo, nell'utilizzo, potrebbe essere un'ipotesi interessante.
La verifica si potrà avere a breve.

Anonimo ha detto...

Pensavo che il portafoglio l'avessero messo nel secchio della spazzatura, standard di pulizia delle stazioni metro, della foto.
Invece l'hanno riportato. Però che bravi che sono. Sempre a parlarne male ....

Anonimo ha detto...

Primo: controllare che ci sia davvero tutto: soldi, carte, documenti. Secondo: l'ipotesi di restituzione su comando di qualcuno, tipo un testimone o qualche sorvegliante, è plausibile. Terzo: la clanozione della carta/carte di credito è un rischio reale e avere anche altri dati dell'intestatario a disposizione come nome/cognome/indirizzo ecc. penso sia utile per "fare spese" più comodamente... Consiglio di continuare a tenere gli occhi ben aperti.

Anonimo ha detto...

concordo con quanto già detto sopra: Ti hanno clonato la carta e controllato il tuo indirizzo. OCCHIO!!

Anonimo ha detto...

Ricordo di un furto dentro una casa, diversi anni fa, in cui avevano rubato l'ultimo assegno lasciando intatti gli altri.
Il derubato pensava che il libretto era salvo non controllando l'ultimo assegno mentre poi...
Adesso i tempi sono cambiati e potrebbero essersi evoluti.

Anonimo ha detto...

In effetti, come paventato da molti, potrebbero aver fatto un bel furto di informazioni...
Tipicamente in un portafogli ci sono documenti come la carta di identità e il codice fiscale, informazioni molto ghiotte perchè permettono di firmare contratti e deleghe. Poi ci sono le carte di credito (più a rischio del bancomat, che ha il pin): la composizione "intestatario"+"scadenza"+"numero"+"codice di sicurezza" di una carta è un dato vendibile a caro prezzo, soprattutto se la carta non è bloccata perchè il proprietario non sospetta nulla.

Ilavix ha detto...

Mi è successa la stessa cosa, proprio nella metro Re di Roma ma un mese fa. Non avevo carte di credito ma un bancomat, c'erano abbastanza soldi dentro il portafogli ma non mi è stato sottratto nulla. Il ragazzo che me l'ha riportato è scappato via subito! Non ho notato movimenti strani sul mio conto, l'indirizzo sulla mia carta d'identità non è di Roma quindi se ne fanno poco...ma non so cosa pensare ora leggendo questo post e gli altri commenti!

Anonimo ha detto...

a farci giustizia da soli siamo costretti: botte, mazzate, pugni e calci

Anonimo ha detto...

Mah, siamo arretrati qui a Roma, par rapporto al resto del mondo... Un furto d'identità vuol dire che i ladri mettono a disposizione dei criminali veri un nome, una data di nascita e un codice fiscale esistenti, il che permette di realizzare delle operazioni finanziarie, accedere ai siti pedoporno e un mucchio di altre cose. Vi ricordate dei due tizi che si sono imbarcati sul volo della Malaisian con identità rubate ? Altro che la carta di credito con i tuoi 2000 euretti, qui si parla di transazioni e affari grossi, anche di milioni di euro. Per un furto di identità, il ladro 'semplice' riceve qualcosa come 100 euro in cash, il suo capo ne ricava almeno 500 e il capo di tutti almeno il doppio. Come consolazione posso dire che probabilmente non ti toccano il conto (se i "ladri semplici" non sono proprio dei morti di fame e non vendono anche il numero della carta ai soliti bulgari geni di informatica da dietro l'angolo) e sicuramente non la casa. Potresti invece, ad esempio entrando negli Stati Uniti, trovarti ammanettato, taserato e buttato per terra perché un tizio con il tuo nome ha sparato a qualche politico...

Anonimo ha detto...

Aho a regà io morto de fame come so' (disoccupato da Febbraio 2013 e ciò pure 46 anni...)quanno c'avevo quee 4 lire dentro ar bancomat le piavo subbito er primo giorno le mettevo sott'ar materazzo e uscivo chii contanti che me serviveno....
A di' aa verità mo 'nciò manco quelli...me sa che lo zingaro ammé me guarderà co' pietà e me darà quarche lira lui....
Vabè...ce saranno tempi miori...




Tramvinicyus

Anonimo ha detto...

ti avranno mollato banconote false in cambio delle tue vere?

Anonimo ha detto...

Se nel portafoglio avevi una carta di credito ti conviene bloccarla subito perchè basta copiarsi tutte le info che ci sono scritte scopra compreso il codice di tre cifre sul retro per effettuare qualsiasi acquisto online fino a prosciugarti il conto!!

lastrega ha detto...

In risposta all'Anonimo del 26.05 ore10:10
(Bisogna tornare alla legge del taglione .....)
E allora il pregiudicato nano dai capelli d'asfalto dovrebbe andare in giro senza pisello,senza mani,senza lingua,e senza Dudù.
E i politici nazionali,regionali,comunali ladri(di dx-sx- verdi, rossi, gialli,neri ex democristiani) con sentenze al 3°grado,
E i preti pedofili e stupratori?
E i mafiosi,i camorristi,gli spacciatori,e tutti i Fantozzi che abbandonano il posto di lavoro(strapagato) per cornificare mariti e mogli negli alberghi di infimo ordine,per non parlare dei rubagalline che si portano a casa persino la carta igienica,frutta,olio,e carne ai bambini delle scuole.E mi fermo quì,cosa gli vogliamo fare?

Anonimo ha detto...

Ha visto solo la banconota da 80 euro di Renzi e ha avuto pieta'....

Claudio Cerasi ha detto...

sicuramente è una truffa, purtroppo la vigilanza nelle metro è inesistente.

Anonimo ha detto...

Ti rubano il portafoglio in metro e te lo riportano intonso. Una truffa giá vecchia...
Clonano i documenti e le carte di credito. Il piú delle volte si tratta di furto di identitá . La polizia olandese pubblica degli avvertimenti utili che possono essere tradotti con https://translate.google.nl/?hl=nl#nl/it/
Vedi: http://www.politie.nl/onderwerpen/identiteitsfraude.html

Talvolta si “limitano” a pedinare la vittima per carpire il pin e poter usare le carte clonate.
http://www.politie.nl/onderwerpen/skimming.html

Ma non sono rari i casi in cui si presentano a casa della vittima per intrufolarsi con una scusa qualsiasi. Un malvivente distrae la vittima, un altro si nasconde in casa... Molto usato ai danni degli anziani. Spesso sono armati con pistole o coltelli, talvolta immobilizzano le vittime, qualche volta le pestano a sangue. Qualcuno non sopravvive ai maltrattamenti.
http://www.politie.nl/onderwerpen/babbeltruc.html

Altri avvertimenti utilissimi su http://www.sbs6.nl/programmas/oplichters-in-het-buitenland/
Uomo avvisato...

Anonimo ha detto...

quando tonelli&friends non sanno cosa inventarsi per risollevare l'audience del sito, ricorrono alle cazzate galattiche. perché non vi buttate sotto i binari della metro e ponete fine alla vostra triste esistenza

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Beh, penso che Marco abbia ragione. Se tutto è andato come racconti, mi sembra assai probabile che ti abbiano copiato le informazioni delle carte di credito e dei documenti, temo che ti aspetterà qualche brutta sorpresa, non solo con il tuo conto bancario. Se è andato così, mi sembra una truffa piuttosto ben ideata: la vittima non denuncia il furto e i mascalzoni hanno a disposizione i 24 ore necessari. Bisogna essere proprio furbi per ideare una cosa del genere, non ho sentito niente di simile neanche a Napoli, per dire.

maggio 26, 2014 9:29 AM



NEANCHE A NAPOLI???PORCA MISERIA, QUESTO E' DAVVERO TROPPO...

Anonimo ha detto...

@12.58 si potrebbero farlo a meno che il titolare non abbia attivato il security code per gli acquisti su Internet che viene richiesto oltre al codice presente sul retro.
E' buona norma attivarlo per evitare sorprese. Per quanto riguarda gil acquisti nei negozi la possibili tà di uso fraudolento da clonazione è più concreto.
@12.19 meno male che ci sei te così allegro e pieno di vita.

Anonimo ha detto...

Beh neanche a Napoli è un pò grossa. I furbi ed i truffatori non hanno confini o etichette.

Anonimo ha detto...

anonimo 12.19 ok per la tua prima parte di commento. questo blog mi sembra proprio scaduto, non che prima funzionasse ma ora addirittura non ha più argomenti che quando quei pochi vengono messi giù, se non fossero retti sempre dai soliti saputoni e admin nell'anonimato, non farebbero neanche più volume.

Anonimo ha detto...

già, nel portafoglio hanno trovato la banconota di Renzi http://agenziefiscali.usb.it/fileadmin/archivio/agenziefiscali/Documentazione/80_euro_Renzi.pdf e ce l'hanno lasciata...ahahahah! ;)

Anonimo ha detto...

Il furto d’identitá è un tipo di frode molto piú diffusa di quello che si possa pensare. Basta utilizzare i dati di un’altra persona per ordinare, ad esempio, dei prodotti a nome di questa.
Aprire un conto bancario, richiedere una carta di credito, chiedere un permesso di soggiorno, affittare alloggi, mezzi di trasporto, viaggi... Di solito si scopre di essere vittima di furto di identitá solo quando si ricevono fatture o multe che non corrispondono.

Anonimo ha detto...

Ahah, scusate ma le vostre congetture sono uno spasso. Di quanti secondi utili stiamo parlando? La "vittima" parla di pochi istanti. Dunque, in pochi secondi queste due rom fancazziste avrebbero: clonato una carta di credito, fotocopiato documenti di identità, annotato il domicilio (informazione utilissima fra l'altro, ahah). Dunque hanno svolto in dieci secondi il lavoro che un impiegato statale romano svolge in una settimana!
Ma qualcosa non torna. La vittima sparisce e non dice se gli è stato clonato qualcosa. Ecco la mia ipotesi: nessuna clonazione, il tizio è morto, il portafoglio era stato avvelenato. Gli era stato restituito usando guanti, ma lui non ci aveva fatto caso! Ma queste due tizie non erano Rom, ma tifose della LAZIE travisate a tal guisa, e la vittima era ER POMATA, storico leader del Roma Club Mortacci Molesti. OCCHIO!

Ciao da Firenze
Ner One

Anonimo ha detto...

Certa gggente su questo blog legge troppi romanzi di fantascienza. racconto assolutamente non plausibile ed assurdo, a meno che non sia solo un trucco per farsi lasciare una manica per il ritrovamento. Sul furto d'identità mi sembra davvero una cretinata...ma chi è sta gente? In pochisismo tempo si fanno una copia dei documenti e clonano una carta di credito? hanno 14mila modi molto più sicuri per farlo...poi, basterebbe leggere i giornali per sapere che oltre che acquisire le informazioni della carta originale (pin incluso se è un bancomat..ma quello se non lo digiti non puoi scoprirlo) occorre poi riversarle su una nuova carta. Operazione che di certo non si fa in così poco tempo. poi, notoriamente, le bande specializzate in questo manomettono ad esempio gli sportelli bancomat, in maniera tale da avere più informazioni possibili . Quindi, una fake pazzesca.

bah... ha detto...

...ma la domanda è: "ma sarete poco buffoni??? certo che non avete un cazzo da fare che stare tutto il giorno a scrivere cazzate in rete? buon per voi..."

Anonimo ha detto...

Leggo solo ora, mi rendo conto delle paranoie che il tizio avrà dovuto affrontare in quel periodo. I borseggiatori Rom che operano in metro sono organizzati e hanno regole precise. Tra queste c'è quella di NON derubare italiani. La ragazzina probabilmente accortasi dell'errore dell'altro borseggiatore, ha rimediato all'errore. Naturalmente esiste sempre eccezione, qualche italiano viene derubato per errore. Motivo? L'italiano torna, riconosce le persone, ti viene a cercare. Conosco bene il fenomeno, così come le FFOO che credetemi non sono assenti anche se non le vedete...

Dallari Filippo ha detto...

Buongiorno ha voi, se volete un prestito serio senza alcuno problema contattare il sig. Boris Tommaso poiché ho ricevuto il mio prestito a vicino a lui di io non credevano poiché ho pensato che non andassi ricevuta il prestito ma ci se lo sono chiamato per informare che il mio denaro è disponibile ed io hanno ritirato il denaro senza alcuna preoccupazione, e da altre amiche anche sono passato per lui dunque non esitare a contattarlo poiché è grazie a lui che guadagno la mia vita che mantiene ecco la sua mail: boris.tommaso@hotmail.com

xjd7410@gmail.com ha detto...

louis vuitton outlet
basketball shoes
kobe bryant shoes
fitflops
replica watches
coach outlet
uggs australia
supra sneakers
rolex submariner watches
air jordans
ray ban sunglasses
hollister clothing
rolex watches outlet
michael kors handbags
christian louboutin shoes
jordan 4
insanity workout
fitflops sale clearance
jordan retro
longchamp bags
lebron james shoes 13
polo ralph lauren
michael kors outlet
hermes birkin bag
canada goose coats
ugg boots
nike roshe run
michael kors uk
louis vuitton
chenyingying20160810

Anonimo ha detto...

Siete schedati vietato bancario e non avete il favore delle banche, o meglio avete un progetto e necessità di finanziamento, una cattiva cartella di credito o necessità di denaro per pagare fatture, fondo da investire sulle imprese.
Allora se avete necessità di credito non esitate a contattarlo per ulteriori informazioni sulle mie condizioni. Volete contattarlo direttamente per posta elettronica: salvarevite@hotmail.com

ShareThis