Rifiuti. Una attenta disamina sulla situazione di Colle del Sole

16 maggio 2014





Da diversi mesi la situazione della raccolta rifiuti a Colle del Sole (Magliana Vecchia) è in piena emergenza. Non passa settimana che non si vedano cumuli di immondizia e di rifiuti di ogni genere ammucchiati nelle strade del quartiere come documentano le fotografie allegate per ognuna delle quali si indica il luogo dove è stata scattata (mercoledì 14 maggio). 

01: via Bosco degli Arvali
02: largo Casale degli Inglesi
03: via di Generosa
04: via di Generosa
05: via San Rufo (rampa pedonale che molti percorrono per raggiungere l'Ospedale Israelitico)
06: via di Generosa 1, angolo via della Magliana.

Come si può vedere, si tratta di un problema generale diffuso  in tutta la zona. Di chi sono le responsabilità? Sicuramente di chi dovrebbe occuparsi di pulire e monitorare l'igiene pubblica ma anche della grande maleducazione di molti cittadini che non esitano a scaricare qualsiasi cosa in prossimità dei cassonetti fino ad arrivare al "capolavoro" della foto n. 06. Siamo in via di Generosa, angolo via della Magliana. Da mesi è scomparso l'unico cassonetto utilizzato da ben quattro palazzine residenziali e altri caseggiati minori. Ebbene, in molti ritengono che il luogo dove era collocato il cassonetto sia ugualmente adatto per gettare i propri rifiuti. Ecco il risultato. Per i curiosi: il blocco di marmo che si vede e una delle antiche pietre miliari della Magliana. Indica la distanza dalla via Portuense. E' in pieno degrado, distrutta e dimenticata lì a terra, ora anche in mezzo a cumuli di monnezza.
Lettera Firmata

10 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Ma di che vi lamentate? All'aurelio stiamo messi così ormai da anni ed i cumuli di monnezza sono pure più alti.

Anonimo ha detto...

mah, considerata la situazione di roma mi pare anche meglio della media. Ormai sono tutti abituati, c'è poco da fare, dobbiamo capire anche noi che questa è la normalità. Anzi, questa sembra pure una zona elegante!

Anonimo ha detto...

Il sottoscritto ha già segnalato all'AMA la situazione dell'incrocio tra Via di Generosa e Via della Magliana (Foto 6 del vostro intervento).
Questa la comunicazione inviata:
**************************
Gent.mo responsabile
da circa un mese il cassonetto per la raccolta immondizia con la scritta Materiali non riciclabili e materiali organici è stato rimosso nell'incrocio tra Via della Magliana (poco oltre P.za Madonna di Pompei) e Via di Generosa (inizio).
Nelle vicinanze sono presenti 5 palazzine, alcune con attività econ. nel piano terra e altre villette (mono o plurifamiliari). I cassonetti più vicini stanzionano almeno a 250 metri di distanza. Non si capisce perchè, visto che c'erano sul posto cassonetti sin dagli anni 80 (da quando almeno io risiedo in zona), non dobbiamo più averne da oggi in poi. Almeno quello del non riciclabile riportatecelo.
Nella stessa via di Generosa, per es. di fronte al civico 69, c'è tutta la batteria di cassonetti (solo per un condominio, se pur grandicello), nemmeno 100 metri più avanti (civico 44) una seconda batteria completa, nemmeno 80 metri dopo una terza batteria, poi più niente (noi abitiamo ad oltre 300 metri dal punto più vicino e tra l'altro sono in salita). Vedi mappa allegata.

Pazienza per il fatto che dobbiamo portare carta e plastica più lontano di altri (non dobbiamo farlo tutti i giorni), ma non lasciarci il cassonetto del materiale non riciclabile (e quello eventualmente dei materiali organici), mi sembra un po' troppo. Cavolo paghiamo come gli altri oppure no? Ci sono persone anziane che non possono permettersi di buttare più lontano la loro immondizia. Infatti ora come ora viene buttata per strada.

Nelle vicinanze (primissimi metri in salita di Via di Generosa) avete collocato il bidone del vetro, a fianco (o di fronte, come prima) potreste tranquillamente posizionare almeno i due cassonetti di cui sopra. Viceversa decideremo tutti di buttare per strada la nostra immondizia, dove prima c'era un cassonetto, spazzatura che forse andrebbe buttata proprio sotto la casa del funzionario che arbitrariamente ha optato per l'infelice soluzione di oggi.

Nella mappa in allegato la situazione e la nostra proposta di soluzione.

Anticipiamo per posta elettronica questa comunicazione, ma abbiamo già avviato una raccolta di firme per il regolare invio di questo appello tramite posta ordinaria.

Un cordiale saluto

Gli abitanti dei numeri civici 628, 630, 632, 636 di Via della Magliana e
dei numeri 1, 3, 5, 4, 6 di Via di Generosa.
*****************

Per quanto riguarda la pietra miliare (decapitata da un mezzo in manovra diversi anni fa) ho personalmente segnalato più volte al Municipio di intervenire, ma senza risultati. Dire che siamo abbandonati è dire poco.

Segnalo infine di far parte del Comitato di Quartiere Magliana-Arvalia che si riunisce ogni primo martedì del mese presso il Casale di Via delle Catacombe di Generosa, 45. Venite e discutiamo meglio sul da farsi.
Ciao
Piero

Anonimo ha detto...

La cosa sconcertante è che ci hanno abituato a questa "normalità".
Ormai gran parte delle zone di Roma sono in questa condizione.
Grazie a tutti coloro che ci stanno amministrando ed a quelli passati che non sono neanche loro esenti da colpe.
Anche se in campagna elettorale sono tutti, ma proprio tutti, bravi.
Ed adesso dopo le comunali si sono presentati anche per le Europee!
Proprio perché sono bravi.

Fracatz ha detto...

il problema è sato programmato a tavolino ed hanno approfittato dell'entrata in vigore della cosìddetta raccolta differenziata.
Praticamente ladddove erano presenti 10 cassonetti ora ce ne sono 5, ma la munnezza pur se differenziata quantitativamente sempre quella è, mica è diminuita.
Purtroppo eravamo abituati troppo bene con Malagrotta, ma la festa è finita e presto si passerà alla terra dei fuochi.
Io preferirei gli inceneritori alla terra dei fuochi

Anonimo ha detto...

Che dire? Boccea Montespaccato stessa scena

Anonimo ha detto...

Acilia, Axa e zone limitrofe stesso schifo... più lo zingaraccio di turno che rovista nei cassonetti spargendo tutta la monnezza "che non gli interessa" in giro...e tutto nel menefreghismo totale di ama e vigili!
Ma quale grande bellezza, questa città è una grande FREGATURA!!!

Anonimo ha detto...

Da "un'attenta" disamina del titolo direi che manca qualcosa...

Anonimo ha detto...

gia dalle foto si vedono bottiglie di plastica che non stanno al posto loro...aivoglia a riempire discariche se la gente non fa differenziata..

Anonimo ha detto...

Ma la mondezza chi la produce?
Noi...
e di cosa ci lamentiamo se non facciamo niente per farne di meno
e manco viene differenziata?

ShareThis