Atac assumerà 400 nuovi autisti per i bus. Cosa positiva? No, sciocchezza galattica. Vi spieghiamo perché

22 giugno 2015
Tra i vari annunci che il sindaco Ignazio Marino (tra l'imbarazzato, l'impacciato e il patetico) ha effettuato in questi giorni per cercare di venir fuori dai pasticci di Mafia Capitale c'è quello dell'assunzione, peraltro a tempo determinato, di alcune centinaia di nuovi autisti all'Atac (peraltro a tempo determinato). Dimostreremo, molto facilmente, che tra le mille misure che avrebbero potuto essere necessarie all'azienda municipalizzata del trasporto pubblico, questa è la più inutile, se non dannosa.

Atac è piena di personale. Basta spostarlo dagli uffici alla strada riqualificandolo e impedendogli di imbucarsi. Atac ha già oggi più dipendenti di Alitalia-Ethiad, che senso ha assumere?

Ciò che serve ad Atac sono semmai mezzi in più, non personale in più. Capita di frequente, ai depositi, che il personale non possa uscire per mancanza di mezzi. Ma senza mezzi a cosa servono autisti in più? Ad aspettare nei depositi qualche bus libero girandosi i pollici?

La velocità commerciale dei mezzi Atac e dunque il loro appeal presso la clientela potenziale dei cittadini non dipende dalla quantità di mezzi in circolazione, bensì dalla loro efficacia. Se una linea è massacrata dall'inizio alla fine da sosta selvaggia, fermate occupate da auto, carenza totale di corsie preferenziali protette, evasione del ticket questo non cambierà se su quella linea ci saranno 10 o 12 o 14 veicoli, sempre un servizio scadente verrà offerto.

Le priorità, insomma, sono totalmente altre mentre si è deciso, a quanto pare, di dar seguito alle solite insulse richieste sindacali di aumento della forza lavoro. Ma inserire risorse in una macchina che non funziona è uno spreco, è come, stando nel deserto, continuare a mettere preziosa acqua potabile in una tinozza bucata: andrà tutto perso, anche se si faranno arrivare litri e litri di buona e limpida acqua in più. Non sarebbe prima opportuno tappare la falla?

I mezzi Atac non funzionano perché si muovono nel traffico, non hanno corsie preferenziali (sono solo 100 km e il risibile Piano Generale del Traffico Urbano che questa amministrazione ha approvato le punta a portare – quando? - a 140 km. Insomma è come se tu hai un malato di cancro in stato grave che sta prendendo una aspirina al giorno: cosa fai, provi a dargli delle belle dosi di chemioterapico per capire se si riesce a salvare la pelle oppure passi da un'aspirina a un'aspirina e mezza?) e l'assenza di corsie preferenziali li rende totalmente inappetibili alla cittadinanza; sono vittima di una evasione feroce perché a Roma quando sali sul bus lo puoi fare senza pagare mentre altrove (Londra, New York) si sale solo da davanti e si entra solo dopo (dopo!) aver pagato; le fermate sono tutte ingombre di auto in sosta abusiva che rendono umiliante l'attesa; in molti punti mancano delle infrastrutture di attesa civili che permettano ad esempio di attendere seduti; la manutenzione (e la pulizia) dei mezzi di proprietà dell'azienda è imbarazzante; le condizioni del manto stradale dei percorsi fanno sì che ogni mezzo venga prontamente devastato e cada a pezzi; l'efficienza del personale e il livello di sindacalizzazione è di guardia; la percentuale di personale amministrativo assolutamente ridicola.


In questo quadro aggiungere personale alla guida (e anche aggiungere nuovi mezzi, diciamolo) è semplicemente ridicolo. Si mettono risorse in un sistema inefficiente. Questo significa generare nuove inefficienze, non certo risolvere le inefficienze attuali, quando invece bisognerebbe iniziare a dare servizi dignitosi alla città.

PS. per gli stessi motivi di cui sopra (evasione, mancanza di corsie preferenziali) è altrettanto inutile, comunque, comprare anche nuovi bus come pure ha promesso di fare l'amministrazione. Si continua a mettere legna in un caminetto che fa fumo e non riscalda la casa. 

39 commenti | dì la tua:

bat21 ha detto...

E anche Marino si e' messo a fare clientelismo di bassa lega.
Esiste solo una riforma per atac, farla fallire eliminare tutta la forza lavoro e dare il servizio a valle di gara internazionale.

Anonimo ha detto...

Concordo con il commento di bat21. Fatela fallire....come ogni cosa che non funziona nel pubblico. Gli impiegati statali devono capire che i privilegi non ci possono essere per aziende oltre che pubbliche oltretutto in perdita.
Ci sono 1000 dipenti ATAC negli uffici? Se si vogliono mantenere il posto possono andare nelle vetture come controllori o conducenti.....e provare a rimettere in sesto un servizio scadente e vergognoso.
Poi ovviamente il comune deve fare il suo....Doppie file e linee preferenziali in primis.

Anonimo ha detto...

infatti ieri, con tutti i romani fuori città, i mezzi funzionavano alla grande. C'era zero traffico per strada e si riusciva ad arrivare ovunque con gli autobus in tempi normali. Sembrava un sogno.

Anonimo ha detto...

si continua a generare futuri disoccupati. bene.

Anonimo ha detto...

Sicuro che la gente in eccedenza negli uffici, possa guidare un autobus?
Questi dipendenti hanno tutti la patente D o E?
Tempo fa ho letto che in Atac c'era parecchio malumore tra gli autisti perché avevano ferie arretrate che non riuscivano a smaltire.
Qualche autista che segue RFS potrebbe chiarire.

Anonimo ha detto...

Il 90% della gente che e' in ATAC deve pagare perche non e' capitato li per caso o perche bravoa condurre un bus, ma perche ci entrato con le raccomandazioni di alemanno e prima di lui con quelle del PD e sempre e cmq con quelle dei sindacati. Ma perche devo pagare lo stipendio a una baldracca di cubista buona a un cazzo assunta in atac?

Nessuno si e' guadagnato quel posto e nessuno nobilita la botta di culo di aver quel lavoro non meritato con un servizio di qualita. Anzi, scortesi, non puntuali, pericolosi.

Chiaramente ci sara anche qualcuno onesto/bravo/professionale, ma non nascondiamoci dietro a queste eccezioni. La regola intanto la conosciamo tutti.

Allora tutti licenziati e ricominciare da zero. Hanno fatto il porco comodo loro per 30 anni mentre noi marcivamo alle fermate. Se marciranno un po anche loro a me non dispiacera affatto.

Anonimo ha detto...

Bene continua la Lobby del Sindacato Mafioso, tutti sanno anche le formiche che la gestione delle assunzioni in Atac è a discrezione del Sindacato che decide chi mettere dentro, comprare solo Autobus non frutta come la gestione delle assunzioni.
E poi fanno finta di fare sciopero ogni 2 o 3 Venerdì facendo risparmiare Gasolio per i mezzi fermi e giornate di stipendio non pagate di quelli che scioperano.
Per chi non lo sa sono state chiuse officine meccaniche dell'Atac perché non c'èra più posto per i dirigenti assunti (raccomandati) responsabili di ......... un servizio di merda!

Non c'è soluzione se non raderla al suolo!!

Stefano ha detto...

"Ciò che serve ad Atac sono semmai mezzi in più, non personale in più."
"[...]per gli stessi motivi di cui sopra (evasione, mancanza di corsie preferenziali) è altrettanto inutile, comunque, comprare anche nuovi bus."
Eh?

Anonimo ha detto...

SI! chiudiamo ATAC! leviamo tutti gli autobus e tutti i servizi e diamoli a buzzi e carminati! (o chi per loro)
oppure diamolo al privato, così risolviamo tutto!
abiti in periferia? si cazzi! prendi la maghina e vieni a roma, al privato non conviene pagare mezzi e personale per arrivare in periferia, preferisce stare al centro di roma dove c'è sempre ggggente!
dai, diamo tutto al privato, così invece di 1,50€ pagheremo 5€ e si avrà sempre lo stesso servizio! (le doppie file resteranno e le preferenziali latiteranno comunque)

facciamo il gioco dell'uva! ognuno a casa sua!!!

Anonimo ha detto...

11,31 AM sei un idiota

le gare di servizio pubblico si fanno in sovvenzione per definizione, proprio per compensare il concessionario per la copertura di aree economicamente non vantaggiose. Il servizio e' pubblico. Non chi lo esercita. Chi lo esercita puo essere un soggetto sotto controllo privato o pubblico.

Non se ne puo piu! Dopo 50 anni di disastri del pubblico con ferrovie, alitalia, atac e praticamente ogni azienda di stato/parastato coinvolta in qualunque tipo di scandalo, malversazione e servizi scadenti, ancora vi ostinate a difendere la gestione pubblica per paura di cosa possa fare il privato. Ma perche invece non chiedete che il pubblico faccia cio che il pubblico solo deve fare: il controllo vero ed effettivo degli standard di qualita?

Non sara mica mala fede per far contenti politici trombati, raccomandati, sindacalisti e tutto il sottobosco venuto a galla in tutte le gestioni pubbliche di roma? Ama, Atac, Acea, Eur SpA tutte a controllo pubblico non mostrano nulla?

Anonimo ha detto...

A Londra negli autobus a due piani si entra da dietro e hanno il bigliettaio.
A Roma per far funzionare il sistema con entrata solo da davanti ogni autobus dovrebbe avere un paio di cristoni pronti a massacrare di botte quelli che oggi aggrediscono controllori e autisti.

Anonimo ha detto...

Opinione personale:
a) gli economisti dicono che "l'offerta crea la propria domanda". Bene, compriamo bus e creiamo nuove linee. Qualcuno li userà, e quel qualcuno non prenderà l'auto o lo scooter, ad esempio.
b) Concordo con chi vuole il bigliettaio sul bus. In una settimana, lo stipendio se lo è praticamente ripagato ed il resto è tutto guadagno per ATAC.
c) I "maneschi" che non vogliono pagare li si potrebbe sistemare applicando le regole che già ci sono: basterebbe non rimetterli fuori in giorno dopo e processarli per direttissima per oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale. Se poi politica e magistratura volgiono essere dalla loro parte, cambiare le leggi è inutile.

Tanto per dire tre banali punti......

Anonimo ha detto...

I maneschi però intanto li devi fermare. Nel frattempo che arrivano polizia o carabinieri questi possono menare l'autista o qualche passeggero, sfasciare l'autobus e andarsene. Se invece a bordo, almeno nelle linee più problematiche, ci fossero un paio di persone belle grosse* in divisa, che sappiano difendersi con le mani e che abbiano opportuni mezzi di dissuasione (manganelli, spray al peperoncino, taser o magari un bel cane) fungerebbero da deterrente con molti. Poi i delinquenti che girano col machete li trovi ogni tanto (e li troverai sempre più spesso mi sa) ma nel 95% dei casi basterebbero loro. Non è solo un discorso di evasione fiscale ma anche di minori spese per carburante e manutenzione, di minori vandalismi a bordo e di maggiore sicurezza percepita da chi usa i mezzi pubblici. Senza contare l'effetto sugli scippatori.

*in Inghilterra da sempre si guarda alla prestanza fisica di chi viene assunto nelle forze dell'ordine o comunque in situazioni in cui essere grossi è necessario. Ad aggredire un poliziotto ben piazzato alto almeno 1,80 ci pensano due volte, se si trovano di fronte un mingherlino o magari una ragazza l'impressione di poter farla franca è maggiore.

Anonimo ha detto...

Ma chi ha scritto questo articolo ma si è accorto di quello che dice? Aumentando i veicoli in circolazione si aumenta l inefficienza del servizio? Penso che sia tutto l opposto... se si aumentano i mezzi il trasporto sarà piu frequente e riuscire a trovare un autobus un po meno pieno sarà più facile no? Se prendiamo per esempio il 105 che ha una frequenza di circa 15 minuti con più vetture passerà ogni 7/8 minuti no? Poi i commenti di chi dice che tutti questi nuovi assunti hanno pagato per entrare in atac... beh certo io pago per atac avere un posto a tempo determinato fino a dicembre? Ma leggi cosa scrivi? Ahahahahah
la questione sull evasione a bordo su quella l articolo ha pienamente ragione... servono più controlli quotidianamente in tutti l orari... ma basterebbe che anche i passeggeri onesti che pagano si rivoltassero contro chi non paga... tirate fuori le palle e incazzatevi contro questi furbetti che nn fanno il biglietto... pretendete il servizio che volete visto che pagate

Anonimo ha detto...

dire che sei ottuso e che non ragioni e' poco,ed evito altri commenti,forse ti sfugge una cosa che tanto non riuscirai a capire visto che non hai un cervello per ragionare,gli autisti atac sono stati assunti tramite concorso e per fare il concorso bisogna avere molti requisiti,di cui una patente kde che difficilmente riesci a comprare,non devi portare occhiali al momento del concorso,sana e robusta costituzione,italiano,non avere carichi pendenti,non devi aver nessuna penale in corso,non devi usare sostanze stupefacente,titolo di studio,e tante altre cose e queste devono essere portate certificate prima del concorso,una volta portate devi fare un giorno di test di prontenza,visita medica all'ospedale con persone esterne all'azienda,e una prova di guida,e se tutto e' in regola ti firmano un contratto,ma lo stipendio ti permette di campare e se hai una famiglia a fine mese non ci arrivi,quindi prima di sparare a 0 ragiona con quei pochi neuroni che ti rimangono,noi lavoriamo in condizioni pessime potrei scriverti un libro per come lavoriamo,per i turni che ci danno e le difficolta' che abbiamo,considerando che lavoriamo sabati,domeniche e festivi,e quando un figlio ti chiede ma anche oggi lavori che e' festa,ti si stringe il cuore ma tu queste cose da ottuso non le capirai mai,non siamo miracolati ma gente che prima di entrare ha fatto sacrifici,informati di quanto costano le patenti quanto devi studiare e le cose che devi sapere nell'ambito lavorativo,il lavoro non si limita solo nel girare la ciambella e spingere i pulsanti,ricordati che oltre ad essere autisti siamo anche noi passeggeri,perche' per andare a lavoro o ritornare anche noi prendiamo i mezzi pubblici e come aspetti tu aspettiamo anche noi che ci lavoriamo.ma forse tu non sai manco come e' fatto un mezzo pubblico sei uno che gli piace solo screditare tutto e tutti senza conoscere le realta' delle cose,potrei scriverti che per via dei turni,e degli orari perdi tanti amici perché devi dire spesso e volentieri di no perché devi lavorare o ti devi alzare presto a tuo figlio gli devi dire oggi non posso perché devo lavorare.e se per caso ti viene in mente di dire o rispondere ma all'ora licenziati se non ti sta bene,ho la risposta per te,io il mio lavoro lo faccio perché di meglio non ho trovato,perche' come lavoro mi piace se non fosse per voi che non sapete prendere un mezzo pubblico e scaricate le vostre frustrazioni su di noi,se vi limitasse a prendere gli autobus come si dovrebbe,eviterste molte rotture di palle,dovete andare in un posto?:semplice vai su internet vedi che mezzi ci vanno,ti metti in fermata quando passa il tuo alzi il ditino io mi fermo sali ,suoni il campanello alla fermata scendi,tu non rompi a me e io non ho motivo di risponderti male a te.mi sembra facile anche una scimmia riuscirebbe a fare questo,ma voi no,non ci riuscite,sempre con le solite domande stupide,a che ora parte?dove va?ma quando arriva il mio autobus?io devo andare li' ?che mi dici quando devo scendere?e tante altre domande che vi potete risparmiare se usaste di piu' il cervello.e poi se pensi che facciamo una vita da nababbi e siamo miracolati perché non ti prendi le patenti e fai la domanda all'atac?perche' non l'hai fatta prima?invece di lagnarti e sparlare male di cose che non conosci?

Anonimo ha detto...

BRAVOOOOOOOOOOOO!!!! so boni solo a rompe li cojoni... tutti cor cellulare da 500€ e nn sanno mai che linea devo usa pe torna casa... poi dici che un autista te risponde male... giusto uno ieri me fa "ma la fermata metro Manzoni dista tanto da viale manzoni?" Eh si devi prende almeno 3 autobus pe arrivacce

Anonimo ha detto...

pensieri personali:
a) quello che scrive "che bello ieri (domenica) senza il traffico delle macchine si girava che era una bellezza" ah perché di domenica gli autobus "girano"""?
b) le auto in sosta sulla fermata e sulle strisce a zig zag degli autobus vanno certamente eliminate, basta che poi gli autisti imparino ad accostare per fare la fermata e a togliersi dai coglioni per far defluire le auto dietro (sono mezzi lumaca)
c) ho sentito una dipendente atac lamentarsi perché quando assente le è stata tolta l'indennità di presenza, cosa che prima percepiva anche quando assente, ho sentito lamentarsi anche dello stipendio...solo 1000 euro (certo per staccare alle 14.00 però più i buoni pasto...)
d) gli autobus che girano di notte non sono fruibili perché la città non è sicura e perché servono solo come ricovero per i barboni..gli autobus di notte sono una spesa inutile..
e) bene che ti va prendi la scabbia....
per me sono inesistenti da 15 anni... inutili, infruibili, creano traffico e basta...

Anonimo ha detto...

mettiamo un bel buttafuori (o butta dentro) negli autobus come bigliettaio!!!
così tutti pagherebbero e nessuno protesterebbe.
e il servizio volerebbe!!!!

Anonimo ha detto...

MARINO STERCO!!!

Anonimo ha detto...

3,16

troppo lungo da leggere.

Ma magari se mi metto ad aspettare un autobus riesco a finire di leggerlo

Anonimo ha detto...

caro 3:16 ho letto tutto.
1) sono cresciuta con un padre turnista e quindi? non si muore...quini i bimbi capiranno...
2) per i turni notturni siete pagati di più
3) tu sarai uno dei pochi che lavora, ma allora spiegaci perché spesso viaggiate a coppie (coppie proprio di numero) tipo due 490 attaccati...), dimmi perché state sempre con il fonino in mano a messaggiare, dimmi perché molti vengono sospesi perché gli trovano qualcosa nelle urine (da un privato un autista viene licenziato, NON SOSPESO)
dimmi perché la persona amministrativa atac si lamentava dei mille euro al mese per un PART TIME (6 ore!!) (io lavoro 9 ore e ne prendo meno...)...guarda che tanti vostri colleghi di altre città lavorano e non si lamentano.
E ancora dimmi perché quando fate le fermate che sono liberissime non accostate per far defluire il traffico invece di intoppare le strade andando piano per affermare la vostra "supremazia"...dimmi dimmi...

Anonimo ha detto...

hai ragione da vendere.
Stesso paese, autisti a Milano di un altro livello e con ben altra produttivita.
Pero l'autista romano non riesce ad arrivare alla fine del mese lavorando di merda, mentre il collega milanese ci riesce e lavora meglio.
La festa e' finita e se ancora non e' finita, deve finire quanto prima

bat21 ha detto...

Purtroppo la festa non e' ancora finita....tutta questa gente vota e la politica di dx come di sx non se la vuole inimicare.

Anonimo ha detto...

LA DICESSERO TUTTA.

L'ATAC funziona male soprattutto perché non c'è il minimo controllo.

1) il controllore non esiste. In mesi e mesi di abbonamento pagato regolarmente, avessi avuto il piacere di esibirlo

2) di conseguenza il servizio non incassa soldi. Voi pensate che, abituati a nessun controllo, siano in tanti a pagare un servizio? Giusto i turisti lo pagano, ma perché loro vengono in visita da paesi dove il pagamento del biglietto è un'abitudine quotidiana.
E i mezzi notturni, frequentati dall'80% di stranieri, pensate che incassino denaro? Io sono convintissimo che girano non solo gratis portando migliaia di persone, ma senza neanche ammortizzare il costo del carburante.

3) A parte il traffico lento, le macchine in doppia fila e le vetture lente per colpa della poca manutenzione al motore, ci sono diversi autisti CHE VANNO LENTI PERCHE' STANNO CON LO SMARTPHONE IN MANO. Questo causa rallentamento anche se la strada è libera, visto che devono dimezzare l'attenzione alla guida. Non solo, ma offrono anche un servizio più pericoloso: se mentre abbassano gli occhi dal volante al telefonino succede un imprevisto?

4) c'è poi la discriminazione: le linee tipo il 64, il 40 e quelle che vanno al vaticano, passano regolarmente: perché portano milioni di poveri illusi al vaticano per dare offerte e sentire omelie. E' un discorso di diktat religioso e di business. Le linee periferiche possono essere lasciate alla rovina. Io abito a Centocelle e molte sere l'81, che passerebbe ogni 20-25 minuti, mi fa attendere anche 1 ora alla fermata.

E' giusto quello che dite voi: bisognerebbe prendere buona percentuale di chi è negli uffici ATAC a scaldare la sedia, cioè gente laureata che ha difficoltà anche a pianificare percorsi e orari, e piazzarla al volante. O a fare i controllori. O meglio, i bigliettai.
Io non ci credo che un bigliettaio non possa essere bustapagato.
E preferibile un servizio funzionante dla 50%, pagato ancor meno, o un servizio pagato da tutti e che funziona un po' meglio?
Se in molte città del nord Italia questo già avviene, vuol dire una sola cosa:

a Roma il menefreghismo globalizzato si è sposato alla perfezione con la mafiosità globalizzata che dal singolo è diventata di massa.
Dove non gliene frega niente di niente a nessuno, tranne che per il proprio tornaconto, le cose NON POTRANNO MAI FUNZIONARE BENE.

Anonimo ha detto...

Che senso ha assumere nuovo personale se quello attualmente in servizio "... si occupa di altro....." invece di fare il proprio lavoro? (vorrei capire per altro qual'è?) Anzi meglio fare a meno anche di quelli attualmente in servizio almeno sulle linee metro, cosi si risparmiano i soldi degli stipendi!! Sono cattivo? Ve lo spiego subito il perche di questo ragionamento:
domenica 21 ore 18,00 fermata metro di Piazza di Spagna "striscio" il mio abbonamento al tornello e come di consuetudine mi fermo appena passato il varco per evitare che qualche furbo mi si attacchi alle spalle, ma una spinta mi butta in avanti e uno straniero si infila nel varco agitando un biglietto. Arrabbiato per la spinta e per l'arroganza dello straniero (peruviano) richiamo, in maniera alquanto veemente, l'attenzione del personale di stazione il quale alle mie rimostranze mi risponde indispettito per il disturbo"... non siamo qui per controllare i biglietti .... ma per fare altro!!". Intervengono anche i vigilantes in servizio i quali invece di controllare i nostri titoli di viaggio se la prendono con me perche ho urlato sollevando il problema!!. Ora mi chiedo cos'è "..l'altro ..." che deve fare il personale di stazione o il personale di vigilanza? Controllare l'integrità degli impianti? non lo fà! le stazioni sono devastate, sporche e fatiscenti. I treni completamente devastati!! Allora tanto vale fare a meno di tutti tanto alla fine il risultato finale non cambierebbe ma in compenso avremmo risparmiato qualche centinaia di migliaia di euro ogni mese!!!
Altro esempio?:
- venerdi ore 11,50 Stazione Termini, al varco di ingresso della metro davanti a me una ragazza di colore, chiede all'addetta di poter passare, l'addetta giustamente gli dice che deve "strisciare" il biglietto. La ragazza con una faccia ingenua gli risponde che il biglietto non c'è l'ha, allora vai alla macchinetta e fallo replica l'addetta. Risposta della ragazza di colore: non ho i soldi!! Morale della favola l'addetta gli apre il tornello e la ragazza contenta passa!! Faccio notare all'addetta che io pago l'abbonamento e che non è giusto far passare questa gente ... la risposta? " .... Tanto noi non gli possiamo fare nulla!! Ci vuole la "POLIZIA AMMINISTRATIVA" per fermarli quindi invece di fare discussioni tanto vale farli passare ..." e io come tanti altri poveri coj .... paghiamo l'abbonamento per mantenere questa gente che non fa assolutamente nulla per guadgnarsi lo stipendio!!
Tutto sbagliato???

bat21 ha detto...

Infatti cosi e' tutto sbagliato per il contribuente mentre e' giusto per chi gode del beneficio di un posto di lavoro senza esserselo meritato. Spero che prima o poi la troika costringerà Roma a correggere questo errore azzerando questa immonda macchina mangiasoldi e mettendo a gara internazionale il servizio

Anonimo ha detto...

9.24 La scoperta dell'acqua calda. I romani al mare o ai castelli e le strade libere per i bus per scorazzare agratis graditi ospiti e portoghesi vari.
Nel resto della settimana basta mandare tutti al mare invece che a scuola o lavorare e il problema del traffico è risolto.
All'autore dell'articolo: le ASL sono piene di impiegati e "non sanitari" nulla facenti. Che bisogno c'è di assumere medici o infermieri ? Si riciclano i primi e il problema è risolto.
Magari se poi finisce sotto un bus guidato da un centralinista poi lo cura un chirurgo che prima faceva l'amministrativo

Anonimo ha detto...

Eccoli i nuovi mezzi.

http://www.radiocolonna.it/top_news/20150429/20431/giubileo_marino_da_atac_bando_per_700_nuovi_mezzi/

Anonimo ha detto...

Caro autista "Se vi limitasse" delle 3,16 pm

Avevo il sospetto che a molti di voi la mestra fosse morta durante il primo ciclo di studi e che non vi fosse stata, per voi, l'opportunità di concluderli; fa nulla, siamo ancora vivi: non è mai troppo tardi.
Ricomimciamo:
Il soggetto, il verbo (che descive l'azione) e il complemento (facoltativo).

1) Mario canta (Mario = Soggetto, canta = verbo)
2) Mario canta una Romanza (Mario = Soggetto, canta = verbo, una Romanza = Complemento di Specificazione.


La punteggiatura.
Il Punto (coclude la frase, pausa, durante la lettura prima dell'inizio dell'eventuale frase successiva)

La Virgola, breve pausa, sullo stesso periodo, come per entrare in dettaglio.

"Se vi limitaste" corretto, "Se vi limitasse" errato.

Concludendo, nello spledndido dialetto della nostra città, ricco di tradizione e folklore:

Rifatte 'na vita fio mio, continua a girà aa ciambella che è meio, si parli come scrivi fai 'scì er sangue daa ee recchie.
"Quanno parti, quanno arivi ndo vai, lo chiedono in tutte le città civili e me lo devi dì, perché è er mestiere tuo, come io dico ar cliente che viè ar negozio quello che venno.
Manco la zappa te dovevano dà...artro che all'ATAC. Ce stai te tutto er giorno cor Padrone? Ce stai te a dì "Si, Signor Massimo, certo Signor Massimo, vado io Signor Massimo" a te che te frega? Nonno Benito t'ha messo cor culo sopra a quer sedile....bravo bravo...te ita bene a te e a tutta la gente tua che si se sforza ar massimo pò dì che tariffa je conviene....poi dice Alemanno o Marino...ma manco aa Madonna de Merjugoria!


Tramvinicyus

Studioso e appassionato di Trasporto Pubblico Urbano come primo Social Network della Storia (1845)

Ininterrottamente abbonato dal Settembre 1982

Anonimo ha detto...

Caro 11:36 io ar passeggero non je devo di proprio niente... ne l'orario in cui parto e ne manco e fermate che faccio... so cazzi tua de dove devi anná e a che ora ce devi da arriva... perché si c hai fretta ce stanno lì Tassinari che te ce portano prima senza fa altre fermate... e si sei abbonato dal 1982 te ricorderai sicuramente na bella scritta sopra a cabina de guida... NON PARLARE AL CONDUCENTE...

Anonimo ha detto...

L` esempio fatto tirando in ballo i chemioterapici e` inopportuno….

Tiziano Mancini ha detto...

Sì abbiamo una MEDIA di 60/70 giorni di ferie arretrati cad.
Ho letto il post ,è tutto vero ,in Atac c'è uno sbilanciamento delle mansioni ,un azienda di trasporto pubblico che ha una forza produttiva pari (o quasi ) al 50% del suo organico, non può essere un azienda sana , sono anni che lo gridiamo.
Il conducente è sempre in prima linea, il malfunzionamento del servizio ricade sempre sullo stesso , anche sui social ,oltre che nel proprio ambito lavorativo.
ma ricordo a tutti che si sta seguendo una politica di aumento dei carichi di lavoro, x chi sta già insultandomi x il mio dissenso a tutto questo dico solo che OGNI GIORNO un TRANVIERE copre un orario di guida pari ad un viaggio Roma-Genova , in turnazione h 24 cioè, mattina ; pomeriggio; sera e notte ed ancora mattina. ......trasportando PERSONE ,COME operai ,manager, impiegati, famiglie, studenti, figli. ........
è provato che lo stress psicofisico crea un delta (direttamente proporzionale al tempo di guida) tra percezione ed intervento , pauroso , aggravato da le non concesse ferie ,mezzi fatiscenti ,lavorando nel caos e temperature indicibili sia d estate che d inverno , NON SIAMO IN UFFICIO !!!!!! Con lo scalino sotto la scrivania ed il bagno a portata di bisogno fisiologico ......
altro punto sono gli scioperi. ......
NON SONO RETRIBUITI, il lavoratore perde soldi aderendo.....non è piacevole scioperare perché tutti abbiamo una famiglia a cui rendere conto a fine mese. ....
ma non abbiamo altre armi x avere un po di rispetto ,noi come autisti ,ma soprattutto noi come fruitori del servizio come cittadini. ......
poi sento parlare di privatizzazione ......come UNICEF SOLUZIONE. ....assurdo .
un privato DEVE , con ogni mezzo tirare fuori un profitto dalla sua azienda. .......questo è al primo posto tra gli obiettivi. ......
NO, il trasporto è x chiunque di qualunque ceto sociale ,accessibile , garantito ed efficiente .....
Questo è possibile solo rimanendo pubblico. .....ogni cittadino paga le tasse ,ogni cittadino RIPAGA IL TIKET. ....può bastare così ,ed ha il sacrosanto diritto al trasporto E SOPRATTUTTO UN TRASPORTO SICURO E EFFICIENTE .
Sicuramente ci sarà chi dissente con il mio punto di vista ,ma chiudo con una frase che spero faccia riflettere.......
I nostri figli devono andare a scuola con i mezzi pubblici, in sicurezza , e noi genitori o nonni o zii, abbiamo il diritto di sapere che il conducente di quel bus sia sano ,lucido e sereno perché a differenza di quel che si pensa del TRANVIERE. .....
se ad un impiegato accidentalmente gli si spunta una mina, la tempera ed il gioco è fatto. ....se ad un TRANVIERE (professionista) vengono meno le facoltà riflessive ed istintive(Xu mento dei carichi di lavoro, ferie non concesse politica sulla malattia totalmente errata ....piu giorni di malattia più soldi tolti in busta paga ) ...........le vite umane non si temperano.

Tiziano Mancini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Stefano ha detto...

"giusto uno ieri me fa "ma la fermata metro Manzoni dista tanto da viale manzoni?" Eh si devi prende almeno 3 autobus pe arrivacce"

Considerato che fino a qualche anno fa una stazione della metro B si chiamava Magliana ed era distante qualche km dall'omonimo quartiere e via, la domanda non era del tutto peregrina, soprattutto se a fartela è stata un non romano.

Anonimo ha detto...

Giusto bisogna farla fallire così gli sciacalli avranno ottenuto un bene pubblico al prezzo più conveniente e poi farà la fine delle Ferrovie dello Stato e di Alitalia per citarne alcune: Prezzi alle stelle per un servizio ridicolo basta vedere Puglia, Basilicata , Calabria, Sicilia, Abruzzo e se volete continuo.... Atac appartiene al comune di Roma ed ai cittadini e viene amministrata dal Comune quindi da coloro che abbiamo votato che ancora una volta dimostrano la loro incompetenza a fronte di compensi assurdi quindi invece di scrivere fesserie si deve agire per far dimettere le persone inutili..... fuori a calci

Anonimo ha detto...

MASTURBAZIONE DELL'OBBLIGO ALL'ASILO - MANCO MATRIX


Ecco a cosa incita uno psicotico invertebrato di nome Cruciani in un programma per pipparoli chiamato la zanzara.

Il nostro Stato vuole approvare la teoria del gender (che tradotto dall’inglese vuol dire genere). Sai cos’è?

Questa teoria sostiene, senza termini difficili ne ulteriori giri di parole, la non-esistenza di una differenza tra UOMINI E DONNE, che detto così potrebbe sembrare quasi una cosa bella e soprattutto giusta. Purtroppo non è così. L’Unione Europea ha evidenziato la necessità di insegnare la Teoria del Gender. Il ddl Fedeli si basa appunto sullo STANDARD dell’EDUCAZIONE SESSUALE, emanato dall’UE e dall’ORGANISMO MONDIALE della SANITA’ (2011). Cosa prevede un corso Gender? A seguire elenchiamo una estrapolazione (dal PDF pubblico) dello Standard sull’Educazione Sessuale emanato appunto da Unione Europea e dell’OMS:
“Da 0 a 4 anni:
-masturbazione infantile precoce
Da 4 a 6 anni:
-masturbazione
-il mio corpo appartiene a me
-la consapevolezza dei propri diritti sessuali
Da 6 a 9 anni:
-masturbazione e autostimolazione
-rapporti sessuali
-diversi metodi di contraccettivi
-scelte alternative per evitare la gravidanza
-l’abuso
Da 9 a 12 anni:
-masturbazione-eiaculazione (dimensione del pene-seno-vulva)
-utilizzo dei preservativi
-piacere, masturbazione, orgasmo
-la prima esperienza sessuale
-amore con il partner dello stesso sesso
-la sessualità come benessere e salute
Da 12 a 15 anni:
-riconoscere i segni della gravidanza;
-leggi per il consenso dei rapporti sessuali
-bambini su misura
Da 15 anni:
-diritto di aborto
-pornografia
Materiale didattico : opuscoli, giochi, video e tanto altro.”
Tu manderesti TUO FIGLIO in una scuola del genere? In Germania si è già diffusa questa ideologia. In Italia a Roma e Torino due scuole hanno iniziato questi corsi. Per esempio, a Trieste, un progetto sperimentale della Regione è iniziato in 45 asili. Il progetto vede una serie di giochi fra cui il cosiddetto “gioco del rispetto”.http://www.leggo.it/NEWS/ITALIA/trieste_asili_gioco_rispetto/notizie/1227364.shtml

Anonimo ha detto...

Solo una soluzione. Facciamo gestire l'ATAC ad un team di tecnici ed ingegneri del traffico NORVEGESE e non de TORBELLAMOCANA. con tanti belli controllori stabili negli incroci che controllano gli orari agli autobus e se tardi 10 minuti il cliente sale AGGRATISSE , si mi è capitato personalmente. Ovvio che le corsie preferenziali sono d'obbligo se no gli orari non li rispetti e se ci parcheggi sopra te danno L'ERGASTOLO!!!!!!

Anonimo ha detto...

Il privato lo conosciamo benissimo.
È il privato che ha impiegato 30 anni per costruire la metropolitana.
E' il privato della TPL che svuotava i serbatoi di gasolio dai bus per riempire i suoi pullman e farci gran turismo a spese del comune, che poi è lo stesso che non paga i dipendenti dopo essersi intascato i soldi dal comune.
È il privato che gestiva gli scuolabus di roma capitale ee gli ultimi 2 anni sapendo che nn gli avrebbero rinnovato l'appalto ha lasciato tutti a bocca asciutta è ha chiuso bottega.
Adesso fatevi una domanda :Perche il comune paga e finanzia l'acquisto dei bus di società private che svolgono il 25% delle linee di TPL a Roma, mentre ATAC deve girare con mezzi che hanno più di 20 anni ?

Anonimo ha detto...

La soluzione si chiama movimento 5 stelle....sveglia!!!!

ShareThis