Video. Guerra civile sotto la metro. Più ladre che viaggiatori, corrono come pazze e cercano di spaccarci il telefono: la fermata Termini è di loro proprietà

30 giugno 2015
Tra i tantissimi video che abbiamo pubblicato riguardo agli scippi sotto la metro, questo più di altri dà il senso di una guerra civile in corso. Ormai le ladre (immancabile quella con la felpa arrotolata sotto la maglia a simulare una gravidanza) sono in numero pazzesco. Circondano viaggiatori e ignari turisti come cavallette. Corrono all'impazzata da tutte le parti della stazione alla ricerca della preda come dei piranha. Appena si accorgono di essere riprese provano a spaccare il telefono del lettore che ci ha mandato il firmato. E poi ancora di corsa a tutto gas lungo la banchina. 
La banchina di Termini dovrebbe essere uno dei posti più controllati e presidiati della città. Tra telecamere e presenza fisica di agenti. E invece è di proprietà di una banda di ladruncole da quattro soldi che giorno dopo giorno, treno dopo treno, si sono rese conto che nessuno gli avrebbe fatto nulla, nessuno avrebbe loro detto nulla e si sono appropriate di uno dei luoghi più delicati della città trasformandolo nel loro bancomat. 
E le guardie? C'erano, in gran numero: una dozzina. Erano tutte intente a chiacchierare all'ingresso. Questa situazione è in gran parte dovuta al fatto che loro non hanno voglia di lavorare. Questo è, senza tanto girarci attorno. Si tratta di ladruncole che scappano appena vedono uno smartphone che le filma, figurarsi se le banchine fossero presidiate da un paio di agenti di sicurezza...

Una scena raccapricciante che fa vergognare. Questo e gli altri nostri filmati sono documentari sulla città da far girare il più possibile. Affinché i turisti si rendano conto cosa li aspetta.

62 commenti | dì la tua:

Moralizzatore ha detto...

Commentare non ha piu' senso...solo un grazie atutti i politici che ci governano....risorgesse una certa persona allora si, la situazione si potrebbe risolvere...

Anonimo ha detto...

@ 11:14

Come darti torto, ma -in fondo- basterebbe che risorgessimo NOI!

Pecora rimasta senza parole ha detto...

Datemi una ragione, una sola ragione, per cui questo schifo multiculturale voluto dalla sinistra sia meglio dell'ordine e disciplina che l'ESTREMA DESTRA di Putin o di Orban potrebbe garantire a suon di legnate.

Anonimo ha detto...

Questa è la prova che il terrorismo non esiste: è solo propaganda. Se esistesse, quella fermata sarebbe controllatissima, no? Gli Stati ormai sono il peggior nemico dei cittadini: vergogna. Ciao

Pecora che invoca la soluzione finale a questo problema ha detto...

O tu Santo Manganello
tu patrono saggio e austero,
più che bomba e che coltello
coi nemici sei severo.

O tu Santo Manganello
Di nodosa quercia figlio
se nell'ora del periglio
batti i vili e gli impostor.

Manganello, Manganello,
che rischiari ogni cervello,
sempre tu sarai sol quello
che la Metro ripulirà

Anonimo ha detto...

Prima o poi purtroppo succederà qualcosa di grave, mi auguro di no ovviamente! L'immensa mole di denunce, sia attraverso gli organi competenti, sia attraverso il web farà gridare al solito "lo sapevano tutti e non si è fatto niente", " sono anni che la situazione è così ma nessuno ha mai fatto qualcosa" etc etc etc.
Il problema è che nessun in questo paese fa applicare le leggi, non è una questine di destra o sinistra, di buoni e cattivi, di razzismo o buonismo... il problema è sempre lo stesso, le leggi ci sono (anche troppe) ma non vengono applicate, semplicemente ci si gira dall'altra parte. Ovviamente i delinquenti conoscono molto bene la situazione e pian piano hanno conquistato la metropolitana, i cassonetti, alcuni autobus ecc. Stiamo parlando di personaggi arcinoti alle forze dell'ordine che continuano a fare i loro porci comodi.
Quello che mi domando è, ma se tutti ci mettessimo a rubare sotto la metro cosa succederebbe? se tutti rovistassimo nei cassonetti? se tutti rubassimo il rame? insomma forse l'unico modo è quello della sana concorrenza? Gli freghiamo il lavoro? che ne dite?

Pecora che potrebbe provare a cambiare qualcosa ha detto...

Abbiamo visto tutti che la situazione è fuori controllo, su questo siamo d'accordo?

Tutti i politici, di destra e di sinistra, finora avvicendatisi al potere non hanno risolto nulla, quindi perchè NON PROVARE CON SALVINI?

Magari SALVINI con le sue RUSPE riesce a fare qualcosa.

Se poi anche lui è un parolaio, non ci si perde nulla, resterà lo stesso schifo che c'è ora. Ma se per caso riuscisse a realizzare anche solo 1/10 di quello che ha promesso su sicurezza, zingari, immigrati e ordine pubblico la situazione cambierebbe radicalmente e ci avvicineremmo a essere un paese civile ed europeo e non la kasbah a cui ci ha ridotto il buonismo della sinistra.

Di sicuro così non può andare avanti, siamo ostaggio della delinquenza difesa dalla sinistra al governo che ha liberato 36mila criminali con sette indulti in tre anni, continua a riempire l'Italia con 1000 africani nullafacenti al giorno e considera gli italiani che lavorano solo come somari da caricare di tasse.

Serve un cambiamento, e oggi quello che pensa e vuole la gente comune verso questi zingaracci delinquenti LO PUO' GARANTIRE SOLO SALVINI!

Pecora tassata anche da morta mentre gli zingari rubano impuniti ha detto...

Questi zingari delinquenti lasciati liberi di rubare, intanto il PD al governo a noi italiani onesti ci tassa anche da morti.

Approvata IVA al 10% sui funerali (fino a oggi ne erano esenti) + 30 euro di tassa fissa per ogni operazione cimiteriali.

Continuate a votare la sinistra, mi raccomando!

A calci nel culo a fare avanti e indietreo sulla metro tutto il giorno ci manderei tutti quei radical chic benpensanti di sinistra che difendono questi zingari in televisione accusando Salvini di essere razzista, senza mai muoversi dai Parioli dove abitano se non con l'auto blu e la scorta (pagata dalle nostre tasse anche quella, come le bollette dei campi dove questi zingari vivono)

Anonimo ha detto...

Du' bei sganassoni a mano piena appena provano a salire e vedrai che scendono....

Pecora che vota chi fa sette indulti in tre anni e poi si lamenta se è pieno di delinquenti liberi ha detto...

Ma scusate...

PD, SEL e M5S hanno appena approvato una legge che condanna fino a 10 anni di carcere per TORTURA PSICOLOGICA poliziotti e carabinieri se mai quando fermano questi zingari gli dovessero dire "se vi rivedo qui dentro la Metro vi riempo di mazzate"-

Mentre grazie a uno dei setti decreti svuotacarceri approvati da PD, SEL e M5S negli ultimi anni, questi stessi zingari sebbene presi in flagrante a rubare con 100 precedenti specifici vengono rilasciati a piede libero dopo un'ora.

Mi dite come potete anche solo pensare che siano PD, SEL e M5S a risolvere il problema?

Qui ci vuole qualcuno che sull'ordine pubblico non fa sconti, qualcuno che questa gente ha saputo rimetterla in riga a dovere, come chiunque visiti uno dei paesi governati dall' ESTREMA DESTRA, come la Russia di Putin, l'Ungheria di Orban e la Polonia di Duda, potrà confermare.

Eppure almeno i laziali lo dovrebbero sapere bene cosa succede in Polonia solo a fare due cori in piazza con una birra in mano quando c'è la partita.

SERVONO QUEI METODI LI' per ripulire la Metro e la città da criminali, parassiti e balordi.

SERVE UN GOVERNO CON SALVINI PREMIER!

Walter ha detto...

Secondo me il problema è che in questo paese NESSUNO rispetta pienamente la legge e NESSUNO la fa rispettare.
Io abito in provincia e la situazione con le giuste proporzioni non cambia.
Gli Zingari ci sono anche qua, si mettono in uno spiazzo e lo fanno loro. Il problema non sono loro! Dove stanno ci passeranno 100 pattuglie tra polizia, vigili e carabinieri al giorno, possibile che nessuno vada li a dirgli di andare via? Devo per forza pensare che sono collusi?
Il grosso problema p che se non sei una persona onesta e pulita poi non puoi pretendere onesta da chi ti sta sotto!

Anonimo ha detto...

la vigilanza dovrebbe pure spiegare come fanno i vari accattoni e musicanti ad entrare regolarmente nei vagoni con tanto di enormi fisarmoniche o enormi pianole attaccate al collo magari con tanto di amplificatori.
settimane fa sulla stampa si erano vantati di aver fatto parecchi sequestri di strumenti e amplificatori, e da un po' invece rieccoli di nuovo in giro impunemente.
l'intervento spot e l'articoletto sul giornale però almeno è stato garantito.

Anonimo ha detto...

Ringraziamo per tutto questo i nostri bei politici di merda e tutte quelle assurde associazioni che continuano a proteggere questa feccia umana cercando una integrazione che non ci potrà mai essere perché non esiste integrazione con gli scarafaggi...roma ormai è persa e questo sembra non interessare a nessuno.se ancora fischiasse il sasso.....

Anonimo ha detto...

Una cosa è evidente che appena vengono filmate scappano.
Ma ci vuole tanto a far girare guardie "armate" di telecamere e riprenderle? Eh no, c'è la "praivacy" non si può fare. E così si continua a rendere questa città sempre più insicura. Ma deve essere un privato cittadino a rischiare di rimetterci il suo telefonino perché c'è gente che non fa il suo lavoro per rendere sicura la metropolitana.

Anonimo ha detto...

Se le guardie fanno il gruppetto del baretto per prendere 18 caffè al giorno questo problema non si risolverà mai. Queste guardie vanno LICENZIATE.

Anonimo ha detto...

Se per ogni zingaro mandato via dalle banchine si offrisse credito telefonico, download gratis di videogiochi per smartphones, caffè pagato, e magari anche i contatti FB di qualche bella fighetta... dite che i vigilantes inizierebbero a fare qualcosa?

Si potrebbe tentare così!

alessio campolo ha detto...

Le Guardie giurate non possono fare nulla !lo sanno pure i sassi non siate faziosi !!! Se avete le palle andate sotto il parlamento buonisti !!! Se tutti i cittadini facessero un minimo sicuramente lo stato prenderebbe una posizione !!! Il giorno dopo "EPISODIO DI BATTISTINI" LA METRO ERA GIÀ INVASA DA ROM !!!! SE fosse successo in QUALSIASI ALTRO PAESE SAI CHE FUGGI FUGGI....MA NOI SIAMO PECORE CHE CI NASCONDIAMO DIETRO UNA TASTIERA! ! L'Italia è il peggior paese europeo !!! Tutto questo grazie anche a noi !!!

Anonimo ha detto...

Ha tentato di rubarti lo smartphone, potevi denunciare

Pecora che quando serve la Polizia non c'è mai perchè deve difendere gli zingari ha detto...

In compenso, dopo la strage di Battistini, per una settimana ci sono stati DECINE di poliziotti a difesa dei campi degli zingari contro il pericolo fasssssssista.

Quelli che non vedete mai a difendere noi italiani perbene dalla delinquenza di clandestini e zingari. Quelli che i comunisti vi dicono che non hanno soldi nè personale sufficiente per mandarli fuori di pattuglia la sera nei nostri quartieri assediati dalla delinquenza.

(e sia chiaro, non è colpa dei poliziotti, ma dei comunisti al governo che li comandano così)

CONTINUATE A VOTARE LA SINISTRA!

Anonimo ha detto...

Il camerata che invoca Salvini, Putin e Orban forse non sa, o finge di non sapere, che la situazione criminogena dei rom si è moltiplicata a Roma sotto l'amministrazione Alemanno, sostenuta dall'estrema destra che gli piace tanto. Per quanto riguarda i due statisti esteri citati, francamente preferisco un paese dove i giornalisti non vengono uccisi e non viene messo il bavaglio governativo a televisione, stampa e giustizia

Anonimo ha detto...

Io so soltanto che mi sono quasi stancato di fare il "poliziotto" a Barberini. Tutti i santi pomeriggi cerco di avvisare quanti più incauti turisti possibile... Però ad un certo punto uno non je l fa più... Vi garantisco che a Barberini, dove ai turisti si mischiano i pendolari (tipo me) stiamo all'esasperazione. Una mezza rissa tutti i giorni... Finchè non ci scappa il morto. Poi dopo tutti a correre ai ripari.. Dopo.

Maurizio ha detto...

...se l'attività di sorveglianza non viene fatta che ci stanno a fare?.....se i Rom hanno avuto un'autostrada preferenziale è perchè c'erano dei fondi europei che venivano elargiti con la loro presenza e non dimenticate che fu Maroni (Lega x chi non lo sa) a stanziare 30 milioni x i campi...fu Veltroni a Roma ad affidare alle coop( che di cooperativo non hanno nulla) la gestione dei soldi che ogni anno l'Unione Europea elargisce come x gli extracomunitari; quindi stimatori del manganello di cui però non sai chi impugna il manico e vedete nella ruspa di Salvini la risoluzione forse solo x distruggere gli attuali e ricostruirne altri sempre con fondi europei magari non da una coop ma da una snc di amici e parenti cercate di essere cooerenti: informati xchè se tu provi a rubare un telefono ti denunciano e a loro no, oppure se tuo figlio non va a scuola cosa succede a te e a lui...

Anonimo ha detto...

Ancora con questa storia che le guardie poverine non possono fare niente?

Le guardie sono contentissime della situazione! Ne beneficiano quanto gli zingari… passare le giornate a ridere sguaiatamente in gruppo e prendere a male parole i pochi che gli chiedono di intervenire.

Una persona perbene anche nel quadro legale che sappiamo, almeno cercherebbe di guadagnarsi lo stipendio facendo attivita’ di dissuasione. Piazzandosi sulla piattaforma, avvertendo i passeggeri, presidiando le machine dei biglietti.

Chi dovesse provare a riformare la situazione si scontrerebbe con la resistenza delle guardie per prime.

Anonimo ha detto...

In effetti i vigilantes che cosa "vigilano?", se non fanno il lavoro per cui sono pagati perchè non vengono licenziati? (domanda retorica visto che sono tutti "parenti" dei vari Alemanno, Rutelli e compagnia...), non possono arrestarli? va bene ma almeno si piazzassero davanti ai punti cruciali poi se viene commesso un reato sotto i loro occhi possono intervenire in doppia veste sia come cittadini che come addetti alla vigilanza.
Certo se poi prendono la stecca......

Anonimo ha detto...

Invece di chiacchierare invano, visto che ora c'è la legge delle Class Action, perché non orgnaizzarne una contro questa merda di situazione? contro il Comune o comunque contro queste organizzazioni di vigilanza privata, i soldi li prenderanno per questo servizio inesistente o no??

Giovanni ha detto...

Salvini premier non serve a nulla.
Neppure Terminator in persona servirebbe.

Gli zingari sono impuniti perché qualcuno dà una MAZZETTA a qualcun altro (o lo ricatta, o simili) per farli rimanere impuniti. Tutto qua. Una cosa a livello locale con qualche sottufficiale o qualche impiegatucolo o qualche burocrate di cui nessuno neppure sa il nome.

Chiunque sta alla Presidenza del Consiglio ne sa un emerito caxxo e può farci un caxxo.

Anonimo ha detto...

I Zingari non li tocca nessuno ...... sono collusi

Anonimo ha detto...

Vi diffido dal denigrare un'intera etnia solo perchè il 99 % di noi viene appositamente in Italia per rubare, spacciare, sfruttare i bambini, storpiare adolescenti per destinarli all'elemosina, accordarsi con la mafia per coprirne i traffici speculando sugli infiniti finanziamenti che si ottengono facendo leva sulla nostra finta indigenza, invocando un'integrazione che non ha senso visto che caso mai ci dovremmo integrare coi nostri paesi d'origine e invece veniamo da voi proprio per fare il * che ci pare.
Prendere qualche milione di singoli casi per attaccare tutti gli zingari, quando su duecentomila che ce ne stanno in Italia - ufficialmente - solo 199999 creano qualche problemuccio, è un atteggiamento di bieco razzismo che qualora continuasse ci porterà a perseguire penalmente questo blog e il suo detentore.

Anonimo ha detto...

Eppure è così chiaro che il paese è stato VOLUTAMENTE organizzato in modo che i delinquenti, se sono minimamente accorti, non vengano puniti.
Questo vale per zingari, extracomunitari, italiani, romani e romanari.
Le zingarelle della metro, sempre minorenni perché chi le manda sa che così si rischia di meno, quando vengono beccate si prendono una denuncia, il giudice dei minori le manda in una casa famiglia, da dove loro scappano subito e da dove le fanno anche scappare, perché le zingarelle rompono i coglioni ed è meglio non averci a che fare ed il giorno dopo, sono lì e tutto ricomincia da capo, come se ci fosse un incantesimo e tutte le mattine ci svegliamo nello stesso giorno e già sappiamo che accadranno le stesse cose di ieri e dell'altro ieri.
Tutti i fatti oggetto degli articoli di RFS, non sono le CAUSE ma gli EFFETTI, per cui questa città fa veramente schifo.
I problemi non li risolveremo, con Salvini, con rambo e meno che mai immaginando di resuscitare Mussolini.
I problemi non li risolveremo dando la colpa al buonismo della sinistra o al menefreghismo della destra.
Finché ognuno di noi penserà di individuare un obiettivo, causa di tutti i mali, non verremo a capo di nulla.
Il vero problema è che ognuno fa quel che ca..zo gli pare: i bravi cittadini romani parcheggiano in tripla fila e buttano la monnezza per terra, gli zingari che, tendenzialmente sono un po' peggio, fanno queste cosette qui.
Naturalmente ognuno di noi nota e stigmatizza le sole malefatte, commesse da altri, che a lui danno fastidio, e quando viene beccato "col sorcio in bocca", cerca di giustificare il suo comportamento, con FALSE GIUSTIFICAZIONI.
Faccio un po' di esempi e provate a riconoscervi:
andavo di fretta
dovevo comprare le sigarette e poi ci sto poco
anche quegli altri so' parcheggiati in doppia fila
il cassonetto era pieno
non c'avevo soldi spicci
l'ho preso solo pe' due fermate

Le zingarelle so' solo un po' peggio di noi, certo capisco che il loro comportamento è irritante e ti viene una voglia matta di fiondarle sotto al treno, o almeno di tirarle giù i pantaloni e farle il culetto rosso a forza di cinghiate, la strada non è questa, ma piuttosto il recupero della legalità, strada difficile che passa per l'accettazione da parte di tutti delle proprie responsabilità, l'accettazione del rispetto delle leggi e, soprattutto, non far scrivere le leggi ai delinquenti, come avviene spesso nel nostro parlamento.

Anonimo ha detto...

Per Anonimo delle 4:16 PM. TI AMO!!! :-*

Anonimo ha detto...



I VIBRATORI ALLA CONSIGLIERA REGIONALE DEL PD? LI PAGHIAMO NOI! PER BEN DUE VOLTE!


Il rimborso per il sex toy (un vibratore) che risulta tra le richieste del consigliere regionale Pd Rita Moriconi, è avvenuto per due volte ed è stato giustificato con la voce "per pranzo o cene di lavoro e hotel con amministratori locali su politiche regionali". E' quanto emerge dalla relazione della Guardia di Finanza di Bologna.

A quanto risulta dagli atti, infatti, il vibratore è stato acquistato il 29 novembre del 2010 da Bis srl di Reggio Emilia. L'oggetto è stato rimborsato per due volte (167 euro totali) con la medesima spesa di 83,50 euro: una prima volta è stata allegata alla spesa la ricevuta del pagamento bancomat, senza però il documento fiscale; la seconda volta è stato allegato solo il documento fiscale.

Intanto un uomo, Rosario Genovese (ex Psi, candidato alle precedenti elezioni regionali e primo dei non eletti), si è presentato in Procura a Bologna per una spontanea testimonianza in relazione all'acquisto del vibratore. Genovese, secondo voci non confermate, avrebbe voluto assumersi la paternità dell'acquisto.

"Effettivamente questa mattina - ha detto il procuratore aggiunto e portavoce della Procura, Valter Giovannini - si è presentato un uomo che ha chiesto di essere sentito come testimone dai Pm Morena Plazzi e Antonella Scandellari. Essendo i magistrati impegnati, ha lasciato un recapito e verrà ricontattato dalla Procura".



Dagli atti dell'inchiesta risulta che Genovese avrebbe beneficiato tra l'agosto 2010 e l'ottobre 2011 di una cifra vicina ai 70.000 euro di consulenze per il gruppo Pd. La somma farebbe parte del totale delle consulenze per cui la Procura - a causa dei poco chiari appoggi giustificativi - chiede conto all'allora capogruppo in Regione del partito, Marco Monari. Una delle ipotesi al vaglio dei magistrati è che le consulenze in generale possano essere state una sorta di 'compensazione' per chi non riuscì ad essere eletto.

Anonimo ha detto...

Dopo le finte foto della panda di Marino RFS sta battendo tutti:

Questo è un vecchio video di un pervertito che si divertiva a filmare le ragazze a Termini. La ragazza con la felpa grigia non è una zingara ma romana di roma ed è una sua vecchia conoscenza. A detta sua puntalmente ogni giorno, quando doveva andare a lavorare, si ritrovava il pervertito in questione che con la fotocamera la riprendeva cercando anche di palpeggiarla.

Per questo scappava in quel modo. Le guardie (come dite voi) non hanno mai fatto niente nonostante le sue lamentele e risulta essere indenunciabile per non so quale motivo.

Anonimo ha detto...

MA CHE RAPPORTO C'è TRA LE LADRE INDISTURBATE E IMPORTATE DALL'ESTERO, E LA DOPPIA FILA?
CONTINUATE A PARLARE DI EDUCAZIONE CIVICA, QUESTA E' CRIMINALITA' ORGANIZZATA.
SECONDO VOI CHI E' CHE "ORGANIZZA" L'IMPUNITA', RENATO IL MALEDUCATO, E CHE BASTI LA SCUOLA DI GALATEO PER RISOLVERE LA MAFIA?
MADDAI, SU, IL NEMICO ESISTE ECCOME, POI CHE LA CONNIVENZA TRASFORMI GLI AFFILIATI IN TANTI MICROBOSS ARROGANTI, E' SOLO LA CONSEGUENZA.

Anonimo ha detto...

io leggendo certi commenti mi vergogno di vivere in un paese di minus habens

Anonimo ha detto...

E pensare che c'è chi vorrebbe le Olimpiadi a Roma nel 2024...sai che manna per tutta 'sta feccia che popola la metro?

Anonimo ha detto...

Che città orribile.
E il bello è che i fasci romani invitano a votare Salvini, uno che non affiderebbe a un romano neanche la pulizia di un cesso alla stazione di Carugate.
Ma ve lo vedete Salvini presidente del consiglio che firma un ennesimo "Salva Roma" (o un "Salva Catania")?
Ma ai fascisti gli fanno il quiz d'ammissione al contrario? Se non sono fessi non li vogliamo?
Ah già... questi ancora idolatrano il ciccione imbecille che ha dichiarato guerra a USA, URSS e Impero Britannico contemporaneamente e si pensava pure di vincere.
Gente così ovvio che produce un povero psicopatico frustrato come "pecora" e un bulletto incapace come Aledanno, no?

Tonelli, lo sai che esistono i referendum e le iniziative di legge popolare, vero? Allora se la non punibilità dei minori ti dà tanto fastidio smetti di cazzeggiare alla tastiera e
F-A-I P-O-L-I-T-I-C-A. !

Anonimo ha detto...

Annuncio 6 posti disponibili a tempo indeterminato, per sopperire la mancanza di personale nelle relative 2 nuove stazioni inaugurate oggi presso la linea C si cercano 3+3 Z.......ri volenterosi e dinamici con tanta voglia di crescere professionalmente.
La mansione principale è furto dalla borsetta per un periodo di 3 mesi dopodichè c'è il passaggio alle valigie.
Visto l'afflusso turistico previsto per quest'anno le assunzioni saranno previste per la prima settimana di Luglio.

Nel contratto sarà compresa assicurazione sanitaria, più luce e gas pagati dal Comune di Roma, l'alloggio a scelta se in casa Popolare o campo aperto con vista Tevere.

Mandare il proprio Curriculum direttamente al Comune

Anonimo ha detto...

Va bene, saltiamo questi poveretti che sarebbe bello contraddire se facessero dichiarazioni minimamente dotate di un senso che travalichi il grido disperato che segue: "Te preka pd - sel continuate a vincere e a ribare per tutti noi sennò ci tocca andare a lavorare sul serio e pagare l'affitto".
Vi prego ora di prepararvi alla esilarante "informazione" fornita oggi dalla rediviva Unità - il quotidiano, e che vi fa capire tutto, ma proprio tutto di come funziona la sinistra.
Prontiiiiii?

Anonimo ha detto...


Va bene, saltiamo questi poveretti che sarebbe bello contraddire se facessero dichiarazioni minimamente dotate di un senso che travalichi il grido disperato che segue: "Te preka pd - sel continuate a vincere e a rubare per tutti noi sennò ci tocca andare a lavorare sul serio e pagare l'affitto".
Vi prego ora di prepararvi alla esilarante "informazione" fornita oggi dalla rediviva Unità - il quotidiano, e che vi fa capire tutto, ma proprio tutto di come funziona la sinistra.
Prontiiiiii?

Anonimo ha detto...

L'anti-mafia secondo l'Unità:

Secondo l'Unità Roma può risorgere grazie al "volontariato" e alle cooperative oneste.
Verbigratia, chiede il cittadino sfiduciato, da dove si dovrebbe dunque ripartire?
Ed ecco la risposta dell'unità: da...SCUP!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

ALLUCINANTE!!!

Anonimo ha detto...

ALLUCINANTE!!!

Anonimo ha detto...

E indovinate chi è che firma l'articolo?
Tatatatattaàààààààààà...
MATTEO ORFINI!!!!!!!!!!!!!
Che bella bonifica si sta facendo al pd!!!!!
Ma complimenti!!!!!!

Anonimo ha detto...

Non hanno proprio faccia, non c'è niente da fare.
Adesso vi trascrivo da quali altre nobili realtà di Roma la sinistra di renzi e Orfini è pronta a ripartire, oltre a quei delinquenti di scup.

Anonimo ha detto...


L'associazione "Ex Lavanderia Monte Mario" (nome giustamente evocativo visto che si parla di mafia...):

un'altra occupazione abusiva. E due.

L'Associazione Ex lavanderia nasce a gennaio 2005, 3 mesi dopo l'occupazione del Padiglione 31 da parte di associazioni e cittadini. l'occupazione del 15 ottobre 2004 è servita a mantenere la destinazione pubblica e culturale per la quale la Ex lavanderia fu ristrutturata, con fondi pubblici nel 2000, così come i 5 padiglioni destinati ad ostelli della gioventù che, purtroppo, sono stati smantellati dalla ASLRME.

L'esperienza della Ex Lavanderia nasce dalla vertenza che per oltre 13 anni ha visto impegnate associazioni del territorio e della città per garantire l'uso pubblico e culturale del S.Maria della Pietà. Questo impegno ha permesso di evitare che intorno al S.Maria atterrasse una gigantesca colata di cemento. Nel 2003 sono state raccolte 9.000 firme per chiedere l'acquisizione comunale del S.Maria della Pietà ed un progetto Partecipato di uso sociale e culturale. Purtroppo il Consiglio Comunale di Roma non ha mai discusso la Delibera nonostante il proprio Statuto. L'Associazione Ex Lavanderia rivendica la gestione del Padiglione 31 nel quadro di una battaglia culturale più ampia che chiede il rispetto della memoria dell'Ex Manicomio e rivendica i principi della Legge basaglia.

Per questo ci battiamo contro la reimmissione (illegale) di pazienti psichiatrici all'interno del S.Maria, per un uso non sanitario del Comprensorio, per il reinvestimento delle risorse prodotte dall'uso dei padiglioni nei progetti integrati della Salute Mentale, contro i progetti invasivi, in generale contro qualsiasi operazione non preveda una discussione trasparente e partecipativa. Il nostro sogno è lo stesso di Franco Basaglia : il luogo che ha rappresentato la chiusura e la negazione della dignità umana può diventare un luogo di socialità, arte e cultura, dove i cittadini possano incontrarsi, riconoscersi, riscoprire il senso della propria comunità.

Da aprile 2007 denunciamo lo spezzatino di funzioni e la grave riospedalizzazione del comprensorio promossa dal Protocollo di Intesa firmato dagli Enti Locali, dalla ASL e dall'Università.

In oltre 5 anni l'Associazione ha promosso centinaia di iniziative, da concerti a convegni, da spettacoli teatrali a mostre d'arte, ha ospitato decine di compagnie teatrali per le prove, famiglie per le feste dei bambini, collaborazioni con associazioni di solidarietà.

Sono attivi progetti: Tatawelo, Ciclofficina, Techné, Teatro pubblico ... e laboratori: Labortango, Criansa, OGMM ...

Le iniziative sono gestite con attività volontarie, l'entrata è a libera sottoscrizione e gli artisti che si sono esibiti lo hanno fatto gratuitamente per sostenere il progetto della Ex Lavanderia.

L'Associazione ha oggi più di 1200 iscritti. L'iscrizione è gratuita.

Anonimo ha detto...

Ma loro vogliono portare comunque avanti il pensiero che il buon senso della gente possa riparare a tutto come il volontariato, le buone Cooperative solo in questo modo poi i soliti volponi si muovono all'interno di queste organizzazioni per poi farsi i beati CAZZI loro. è risaputo, tutto deve essere estremamente libero così chi organizza se mette in tasca il malloppo e questo lo chiamano PENSIERO COMUNISTA che moralisti buffoni!! bisogna lavorare affinché la gente si svegli dalle pipe della televisione, bisogna parlare con le persone e spiegare i fatti. Lo dobbiamo fare in massa.

Anonimo ha detto...

Quindi secondo il pd di Orfini - e di renzi, che firma l'editoriale in prima pagina - Roma dovrebbe ripartire da due occupazioni abusive, occupazioni abusive che hanno sfasciato i rispettivi quartieri, avviandoli al degrado, alle attività abusive e alla delinquenza organizzata. Senza contare le intercettazioni di mafia capitale sui movimenti per la casa.
NB queste sono le opinioni del primo quotidiano della sinistra, e del commissario per la bonifica morale del pd e della giunta marino. Poveri noi.
Ma andiamo avanti.
Quale altra encomiabile realtà ci si profila all'orizzonte come riferimento per la legalità, in vista di una gestione del comune ancora in mano alla sinistra?

Anonimo ha detto...

Torpignalab, che già dal nome è un "collettivo" strappoide che ricordo bene perché uno degli eccelsi frequentatori mi ha rovesciato un secchio di colla sul lunotto anteriore dell'auto al semaforo perché lo riprendevo mentre piazzava manifesti abusivi per tutta Via Prenestina.
Ripartiamo da torpignalab, Orfini!

Anonimo ha detto...

Quindi, abbiamo, come ripartenza etica della sinistra, allo stato, tre occupazioni abusive:
Scup
Ex lavanderia monte mario
torpignalab
Vediamo cosa altro ci attende.

Anonimo ha detto...

Officina culturale è un'altra proposta "etica" dell'unità, di renzi e di orfini.
Nel sito non è specificato apertamente che si tratti di un'occupazione abusiva ma, chissà perché, si capisce lo stesso.
Pregasi leggere la seguente autopresentazione di Officina culturale con la voce dell'hippie di Un sacco bello di Verdone.

Officina Culturale Via Libera è uno spazio di promozione sociale e di animazione territoriale, che parte dalla sede di Via dei Furi ma tende a espandersi nella strada e a disseminarsi nel territorio. Via Libera è un luogo di incontro, dove possono confluire esperienze di partecipazione e di cittadinanza attiva.

borgataribelle

Via Libera è un’Officina di idee, dove si favoriscono relazioni fra le generazioni, si producono azioni che ruotano intorno alle diverse arti del nostro tempo, un’Officina tesa a riparare il vuoto di senso che la distrazione produce anche in un quartiere con una storia importante come il Quadraro.

Ma Via Libera è anche un tempo, diversamente orientato rispetto a quello del lavoro e della mercificazione, in cui le persone possono prendere la parola e la comunità stessa aumentare la sua consapevolezza e la sua forza. La nostra ambizione è rappresentare un’opportunità e una risorsa per i bambini, per i ragazzi e per i cittadini del Quadraro che vogliono creare occasioni di socialità e produrre cultura.

Vogliamo facilitare pratiche di sostenibilità, per migliorare la qualità della vita senza perdere di vista la responsabilità che ognuno di noi ha verso la realtà in cui vive e opera.

Vogliamo promuovere pratiche di Resistenza Urbana, rifiutando il traino mass mediatico verso l’appiattimento culturale e sociale.

Il progetto Officina Culturale Via Libera è promosso dall’Associazione Diversamente e si propone di approfondire e ampliare il percorso che nella sede di Via dei Furi è stato portato avanti in questi anni, prima attraverso il centro aggregativo per pre-adolescenti, e negli ultimi anni attraverso numerose attività e iniziative che sono state proposte ai cittadini. Vorremmo, con la collaborazione di tutti, proseguire su questa strada e, al tempo stesso, innovarla, convinti che i percorsi educativi si sviluppino compiutamente soltanto se gli adulti ne sostengono il cammino e se la comunità locale acquista nuove consapevolezze, trasformandosi insieme ai bambini e ai ragazzi.

Officina Culturale Via Libera è dunque un luogo ma soprattutto un progetto:

•uno spazio dedicato alla musica, al cinema, al teatro, alla scrittura
•un laboratorio culturale, per misurarsi in prima persona con i linguaggi espressivi
•un momento di crescita e di formazione, dove i saperi e le competenze vengono socializzati anche attraverso corsi e laboratori aperti ai bambini, ai ragazzi e agli adulti.
•un punto di incontro per le associazioni e per i cittadini, per confrontarsi e proporre iniziative per il quartiere
•una stanza sulla strada, dove liberamente stare, dove socialità, curiosità, incontro, trovino attenzione e qualità.

La Diversamente mette a disposizione le sue professionalità e le sue competenze nel campo dell’educativa territoriale e del lavoro con i minori, per promuovere Officina Culturale Via Libera coerentemente con la sua storia e la sua vocazione, legata alla cultura della pace e della solidarietà, alla promozione della cittadinanza attiva e della progettazione partecipata.

Su queste basi, vorremmo invitare tutti i cittadini del Quadraro e dei quartieri vicini a cercarci, a confrontarsi, a sostenerci, a proporre iniziative, a condividere con noi un percorso teso alla promozione di una comunità educante, una comunità che sappia riconoscere i percorsi culturali come momenti di crescita delle persone più che situazioni accessorie, orpelli, alla vita quotidiana.

Anonimo ha detto...

Ma non è finita qua: dopo scup, ex lavanderia tu sorella, torpignalab, e officina culturale libera noi dovremmo ripartire, sempre secondo Orfini, renzi e l'unità, da...popica!
La quale popica nasce contro "la realtà crudele degli sgomberi"!!!!
In difesa dei campi nomadi "spontanei"!
Evviva l'Italia! Evviva il pd!

Anonimo ha detto...


Dal sito di popica, preparate i fazzoletti:

"La Romania sta per entrare in Europa, dal 1 gennaio 2007 i cittadini romeni saranno comunitari e non potranno più essere espulsi. Il sindaco Veltroni, allora, decide di mettere in campo una serie devastante di sgomberi e rimpatri. Nella zona di Marconi, dietro l’ex-Cinodromo, viene addirittura allestito un luogo che verrà sarcasticamente definito “CPT just in time”, dove vengono “ammucchiati” rom sgomberati per essere caricati in tempi da record, con in mano il foglio di via, su pullman e aerei con destinazione Bucarest. Attivisti e attiviste di Popica Onlus sono lì con tantissimi altri a denunciare e fare resistenza. Un battesimo di fuoco!"

Sniff, che eroi.

Abbiamo quindi, quattro occupazioni abusive, una associazione sedicente solidale ma di fatto anti legalità, e poi...asinitas!!!!
I cui fini sociali vi invito leggere direttamente sul sito.
Evviva.
Per l'elenco completo ed edificante della Roma onesta da cui ripartire vi rinvio alla pagina 3 dell'unità.
Dunque.
Strapponi, ladri, intercettati coi mafiosi, rumeni accampati dove capita!
Porca miseria, mi raccomando ragazzi, alle prossime elezioni, votate tutti pd-sel, che Orfini sta facendo pulizia!

Anonimo ha detto...

4:16 assolutamente d’accordo, uno dei commenti migliori che ho mai letto sulla situazione a Roma.

Anonimo ha detto...

DUCE!! DUCE!! DUCE!! DUCE!! DUCE!! DUCE!! DUCE!! DUCE!! FUORI I ZINGARI ED EXTRA COMUNITARI!!! L'ITALIA AGLI ITALIANI!!!!

Anonimo ha detto...

A questo punto, e lo domando ai frequentatori del forum e RFS, la domanda sorge spontanea: ma il personale di stazione delle metro A/B (e da ieri anche C), con quali mansioni viene assunto? Per imboscarsi nei gabbiotti tappezzati di fogli, così da fuori non si vede nulla? C'è un responsabile della sicurezza a livello di STAZIONE? Si può chiedere all'ATAC una delucidazione, dal momento che il servizio (lo ricordo) è a pagamento??

Maurizio V. ha detto...

Io ho affrontato due rom che stavano rapinando un'anziana signora (che non conoscevo): uno era armato di coltello, dopo aver strappato la collanina volevano tagliarle il dito per prendere gli anelli ma, guarda caso, quel giorno avevo anche io un coltello da 50 cm.....è passato qualche tempo...ma stanno ancora correndo. Questo sta a dimostrare che se ti fai vedere armato, vigliacchi come sono li metti in fuga. Voi il coraggio ce l'avete? Sarebbe una soluzione. (Maurizio V.)

Anonimo ha detto...

C'è solo una cosa che mi fa piacere in tutto questo... il fatto che, dopo averle tentate tutte per viverla in maniera decente, da questa Roma ho finalmente sfanculato altrove. Tenetevela come l'avete voluta! (e resto anonimo, nel caso a qualcuno dovesse venire la stessa idea)

Anonimo ha detto...

Prima bisogna dare una bella lezione a tutti quei buonisti di merda e politicanti bastardi di (pseudo)sinistra che difendono ancora questi parassiti. Poi vedrete che il problema si risolvera' subito...

Anonimo ha detto...

Invece di usare il telefonino, potevi darle due schiaffoni e vedi come imparava.

Anonimo ha detto...

I conti non tornano ovvero, quando li intervistano in televisione dicono sempre :"non siamo tutti uguali, noi fare elemosina per mangiare vivere in campo e non rubare"
Ma a Termini non vedo uno zingaro che sta li a dire a queste bestie di smetterla di rubare ai turisti e alle persone anziane. I buonisti di merda non le vedono queste cose perché appunto sono merde loro innanzitutto.

Anonimo ha detto...

Prima o poi ci scappa il linciaggio ...

Anonimo ha detto...

ahahah, manco un aspirante suicida investirebbe in una città del genere.
Renzi sta fresco ad invitare il mondo ad investire in Italia: è il paese delle non-regole, del non fare il lavoro per il quale si prende lo stipendio, nella pubblica amministrazione un esercito di fancazzisti, a cominciare da Alfano Il Ridicolo

ShareThis