E ce la pigliamo coi campi rom? I venditori di ricambi della Portuense peggio che in una favela: fanno le barricate contro la Polizia. Ecco il video di quando ci urlarono contro

18 giugno 2015



Qui sopra l'aggressione ai Vigili, qui sotto le condizioni dei marciapiedi fino ad una decina di giorni fa






Forse non avete capito bene cosa è successo ieri e la relativa gravità. A Via Portuense da una vita una serie di commercianti (alcuni di dubbia etica e moralità) occupano gli spazi pubblici per esporre la propria merce. Evidentemente secondo loro i commercianti che per allagarsi pagano affitti, tasse e locali più ampi sono degli emeriti imbecilli.
Invece di multarli in passato venivano tollerati. Evidentemente avevano avuto modo di comprare del prezioso prosciutto per foderare gli occhi di qualche vigile. Per fortuna con il Comandante Raffaele Clemente il prosciutto è sempre meno efficace e i santi in paradiso hanno smesso di essere efficaci. Così sono stati avvisati di togliere la merce (e non è solo quello il problema: taciamo su tasse, fiscalità, contributi ai lavoratori). Non lo hanno fatto. L'hanno lasciata lì. La città ha costruito una ciclabile e loro, ciò nonostante, l'hanno occupata con merce abusivamente esposta. 

Quando siamo andati a riprendere la ciclabile per documentarne la realizzazione ci siamo trovati di fronte ad uno schifo inenarrabile. Mentre riprendevamo col telefonino, uno dei venditori ci ha urlato dietro ("riprendite sto caxxo", lo si sente chiaramente nel video e nel video si può osservare come era messa) pensando che invece di documentare la ciclabile stessimo riprendendo i loro abusi.

Il punto comunque non è impedire a questi trogloditi di invadere gli spazi comuni, il punto è bonificare tutta questa enorme baraccopoli indegna di un paese non solo civile, ma anche indegna di un paese incivile. Contesti commerciali di questa natura non esistono neppure nel quarto mondo e non si capisce perché debbano essere tollerati a ridosso delle Mura Aureliane, del Tevere, degli Arsenali Pontifici. Solo in una città mafiosa, sciatta e corrotta fino al midollo situazioni simili hanno potuto resistere per decenni: perché bastava ungere un minimo per comprarsi il funzionario, il vigile, il politico. Gente che si è venduta per mille euro al mese consentendo a lobby, consorterie, mafiosi e traffichini di divorarsi la città. E ora ci troviamo una bidonville fetente e vomitevole addosso alla città. E se provi a portare un briciolo - non tanta eh! - di legalità gli abitanti della favela si ribellano, fanno la barricate coi cassonetti e con gli pneumatici, si buttano a terra, aggrediscono le forze dell'ordine. Come un campo rom? No, peggio! Come in uno slum di caracas, come in una bidonville di Rio, come in una favela di San Paolo del Brasile. Esattamente come nei contesti (dis)umani e antropologici più inauduti del mondo. Questo abbiamo creato a furia di lassismo e corruzione. 

E' qui che ci vorrebbe la ruspa oltre che nei campi rom. E subito anche. Altro che prendersela con gli immigrati: ma quale immigrato arriva ai livelli di violenza e prepotenza di questi personaggi?
Sarebbe anche ora di risolvere: quest'area vive una sistemazione "provvisoria". Già, provvisoria dal 1951: quando quest'area era di gran lunga fuori città. Sono passati 64 anni e ancora non c'è un progetto (l'area è incredibilmente fuori dal Plus Lazio), un'idea, una data per sgomberare queste baracche per lo più abusive contenenti commercianti privi di licenza che, come tali, fanno concorrenza sleale a chi per vendere caschi o bici paga fior di affitti.

49 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Sono la persona piu' tollerante del Mondo ma sono arrivato ad un punto che nn ho piu' pieta' per nessuno: se ne vadano !!!
Con la filosofia del "dovemo tutti campa'", abbiamo ammazzato una citta', cronicizzato situazioni che potevano essere facilmente risolvibili all'inizio della loro apparizione, reso normale l'assurdo in qualsiasi contesto civile.
Chi comandera' Roma o sara' un coraggioso visionario capace di dire di no a tutti o la melma ci portera' direttamante dalla parti di Calcultta....

bat21 ha detto...

Una situazione in linea con la città. Se non si è duri con Roma e con i suoi dip pubblici tra cui i vigili tutte queste schifezze degne di El Salvador non verranno mai risolte. La città non ha le forze morali per risollevarsi, bisogna costringerla a evolvere

Anonimo ha detto...

E io che so' un vero urtrà da maggica poi ndo i compro i fumogeni? E er casco a forma de elmetto da ss? Che mi regalate voi? A fenomeni!

Anonimo ha detto...

è colpa di Marino tra 3...2...1...

Anonimo ha detto...

Il genio che ha pensato sta pagliacciata delle strisce parcheggi-ciclabile, che se credeva di stare in un paese civile? Era assolutamente prevedibbile! Stai sicuro che è amico dei biciclettai de portaportese! BUFFONI!

Anonimo ha detto...

Per la serie la societa’ civile a roma e’ sana, la colpa e’ degli immigrati/dei politici/di Marino. Pecora dove sei?

Anonimo ha detto...

Comunque non cambiera’. Avete visto in grecia. Default e uscita dall’euro, ma ancora stanno li’ a dare la colpa alla germania e agli immigrati. Mai un’assunzione di responsabilita’ per la corruzione di milioni di impiegati pubblici. Un paese che da sempre campa di spesa pubblica e appena ha avuto la possibilita’ di votare, ha costantemente scelto questo sistema. Vedrai che dopo il collasso cercheranno di ricostruirlo uguale, certo senza soldi sara’ difficile ma ci proveranno. Nel giro di qualche anno Roma seguira’ lo stesso percorso.

Anonimo ha detto...

ce sarebbe da sentì er bacherozzo genovese de come se po' risolve sto probblema, hai visto mai er genio daalampada...lui sicuro cell'ha la soluzzione #marinodimettiti

Anonimo ha detto...

mi spiace ma ultimamente state sbagliando. Non è che se c'è un problema non può essercene un altro. I rom sono un problema. Anche i rivenditori di ricambi da come dite. Ma questo non giustifica quanto succede con i rom....perchè mischiare le cose? perchè questo continuo senso di "bastian contrario"?

Anonimo ha detto...

Invece è un articolo che non fa una piega ... Roma non è Europa e Porta Portese è uno schifo

Anonimo ha detto...

Anonimo giugno 18, 2015 9:07 AM hai pienamente ragione !

Anonimo ha detto...

10:11

Ma secondo te una citta’ che funziona cosi’ come puo’ gestire i rom?

Non sono due problemi separati. E quello dei rom non e’ quello da cui cominciare, perche’ e’ una conseguenza dell’altro (l’inefficienza e corruzone della citta’ in generale).

Anonimo ha detto...

carina la storia del prosciutto
copre gli occhi di qualche vigile ma ieri in quanti sono andati a fare questa operazione?
se nessuno prima aveva mai organizzato un blitz del genere, la colpa è chiaramente di quel povero cristo lavoratore che magari lo sbattono ad un semaforo li vicino e roma fa schifo gli addossa tutte le colpe di questo mondo

bbono sto prosciutto crudo san marino

Anonimo ha detto...

Semplice, si costruisce un muro alto 8 metri dove sta il GRA chi può abbandona subito la città, poi si chiude tutto e si crea una sorta di enorme carcere-ghetto, tipo "1997 Fuga da New York"!!!

Anonimo ha detto...

Non mi sembra particolarmente astuto uno che per campare vende le biciclette ma non vuole le piste ciclabili...

Anonimo ha detto...

Ho abitato per 40 anni al Portuense perciò conosco bene la situazione, il mercato di Porta Portese oramai non ha più un valore storico e artistico i banchi sono invasi dalla mondezza, per quanto riguarda i famosi autoricambi sono li da una vita in modo disordinato e senza alcuna limitazione per quanto riguarda il suolo pubblicoquello che è stato fatto ieri doveva essere fatto già da anni, e a tutti coloro che occupano strade con cassonetti e cose varie ci vogliono le ruspe oppure belle manganellate dalla celere, Roma è dei romani e di tutti coloro che pagano le tasse

Anonimo ha detto...

Mi piace che ora Tonelli, avendo la coda di paglia, fa di tutto per sembrare simpatizzante verso gli immigrati e gli zingari, quando RFS è uno dei primi siti colpevoli di diffondere odio e razzismo verso stranieri e rom.

Anonimo ha detto...

Ohhhhh, finalmente! Ora si può sfruttare una pista ciclabile non segnalata che inizia nel nulla e finisce nel nulla. Bene, avanti così.

Anonimo ha detto...

E meno male..
Grazie di esistere a tutti quelli che fanno notare che tutti i posti piu belli della citta' sono invasi da esseri schifosi.
Zingari in primis. La feccia del mondo.

Anonimo ha detto...

Oddiooooo! C'è anche una foto del 71. Quant'è bello.....aahahahahahahahahaha

Anonimo ha detto...

secondo voi questi qua voterebbero per Marino o per la Meloni?

Anonimo ha detto...

ma se un tutore dell'ordine assiste a due infrazioni una fatta da un rom e una fatta da un italiano il verbale fatto al rom non viene pagato anzi il costo dello stesso ricade sulla collettivita mentre all'italiano se non paga sono cazzi. come si dovrebbe sentire il tutore dell'ordine in relazione a questa ingiustizia , come si dovrebbe sentire il cittadino in merito a questa disparità ? è molto difficile redarguire il cittadino medio per comportamenti poco urbani di lieve entità che al massimo vengono amministrativamente sanzionati mentre nel frattempo se apre la finestra viene invaso dai fumi della plastica bruciata dagli impuniti di cui sopra.
per questo ogni intervento viene vissuto come una profonda ingiustizia.

Anonimo ha detto...

Che c'entrano i rom, siete fissati, l'articolo di RFS è su un'altra cosa, ovvero i buzzurri che vendono ricambi e ciarpame assortito in barba a ogni rispetto del vivere civile.

Moralizzatore ha detto...

Roma non cambiera' mai non c'e' nulla da fare...escludendo i creatori di questo sito e le poche persone che commentano qua che hanno a cuore la situazione romana, e' nella cultura del romano medio comportarsi in questo modo, credere di essere i piu' furbi, credere di incxxxx il prossimo....e' una citta' morta che non risorgera' mai piu'...

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 10:06 AM
Ma sei ritardato?
La colpa è di Marino che è l'unico che ha mandato i vigili? Nessuno prima di lui ha cercato di mettere mano all'illegalità e tu attacchi Marino?
Non sei proprio in grado di arrivarci?
Baqcarozzo ce sei te. E i bacarozzi ce l'hai nel cervello.
Il fatto che tu abbia diritto di voto mi fa vomitare.
Te meriti Alemanno che foraggiava Buzzi.
Altrochè.
Spero che ti bannino. Non sei degno di stare qui in questo blog.

Anonimo ha detto...

"Te meriti Alemanno che foraggiava Buzzi."

Che ha foraggiato Marino.

Pecora che non ha ben chiaro quali sono le reazioni degli immigrati ha detto...

ma quale immigrato arriva ai livelli di violenza e prepotenza di questi personaggi?

Guarda che gli immigrati quando non gli sta bene che li riprendi o gli chiedi di rispettare le regole ti tagliano il braccio con il machete come hanno fatto i Latrinos con il controllore al Milano...

Altro che urlarti contro!

Pecora che preferisce il cancro alla merce esposta sul marciapiede ha detto...

Gli zingari fanno il cancro a noi e la leucemia ai nostri figli con i loro incendi alla diossina, però secondo il blog buonista e ormai diventato cattocomunista (praticamente una succursale del PD) fanno più danno ai cittadini questi commercianti che non i campi rom.

Ah... e la merce che vendono, al massimo esposta in modo disordinato, se la sono comprata.

Non l'hanno raccolta dai cassonetti o peggio rubata!

Anonimo ha detto...

Io però vorrei fare una riflessione, anche se ci sarà chi mi darà contro. In parte, la colpa è anche di chi da questa gente compra. Non voglio difendere loro, ma denunciare un certo modo di fare. Io stesso ho commesso degli errori in passato e ne ho pagato una parte di conseguenze. Ho avuto un'attività in cui dovevo fare regolare ricevuta. Non per vantarmi, ma ho sempre emesso ricevuta. Spessissimo, tuttavia, pur di ottenere prezzi più bassi, gli stessi clienti proponevano che non la facessi, 'tanto non c'è nessuno a controllare'. A volte diventavano vere e proprie lotte. Spesso finiva che, pur di potergli fare uno sconto maggiore, io abbia fatto ricevute più basse di quelle reali. Il paradosso, oltretutto, è che ai fini fiscali non è tanto l'importo, quanto la ricevuta in sé ad essere importante: l'importante è che il cliente esca con una ricevuta, anche indicante un 'omaggio'. Cioè, puoi scrivere che la prestazione era un omaggio e lo riporti tale e quale sulla ricevuta (ha una sua logica: non è che uno possa emettere 20 ricevute di omaggi al giorno, non sarebbe congruo). Questo porta la gente a credere che tutto sia a posto e si sia 'fregato' il sistema. Tanto, semmai, chi ci rimette o rischia è il gestore dell'attività. Niente di più sbagliato: una mancata ricevuta o una ricevuta con un importao ribassato rispetto al reale rende tutti evasori, sia il cliente, sia chi fornisce il bene/servizio. La parte in più, sono tasse che tutti paghiamo per contribuire al bene comune. Tuttavia, del bene comune non interessa a nessuno. Finisce così che chi vuole applicare i giusti prezzi non riesce a competere con le miriadi di attività più o meno abusive che -non pagando nulla- fanno prezzi eccessivamente bassi e passa per 'ladro'. Basti vedere quanti accusano magari i negozi di abbigliamento di fare 'prezzi assurdi per le cose che trovi identiche sulle bancarelle'. Nessuno si interroga su come e perché ci sia la stessa merce fuori dei canali legali e su come e quanto paghino i gestori dei canali irregolari. A tutti interessa solo il proprio portafoglio. Salvo poi lamentarsi quando il netto e il lordo della bista paga sono distanti anni luce. Quasi si sentono dei 'virtuosi', ma solo perché non possono farci nulla. Gliene fosse data la possibilità, farebbero lo stesso anche loro. Non considerando però la fortuna di avere uno stipendio regolare e legale, ancorché decurtato dalle tasse, che consente loro, magari, di poter acquistare a rate i mobili di casa o accedere a un mutuo. Cosa che, oggi come oggi, risulta pressoché impossibile a molti piccoli imprenditori il cui reddito, tolte le spese vitali, non basta nemmeno per acquistare un televisore.

Pecora che non avendo mai lavorato non sa neanche cosa significa essere commerciante sotto i comunisti ha detto...

Un commerciante italiano paga fino al 70% di tasse sul fatturato a uno Stato ladro e fallito che poi usa quei soldi per mettere i clandestini in Hotel 4 stelle, e ora grazie al PD e ad Alfano anche per pagare l'affitto agli zingari nelle case popolari una volta chiusi i campi.

Se occupano un po' di suolo pubblico senza pagare per riuscire a campare vendendo onestamente la loro merce, cercano solo di difendere qualche posto di lavoro. Non fanno niente di male, anzi si riprendono qualcosa che è un loro diritto, visto che nell'Italia della sinistra si rende impossibile la vita a chi lavora e poi si fanno sette indulti in tre anni per i delinquenti.

QUANDO GRAZIE A SALVINI CI SARA' LA FLAT TAX E NESSUNO PAGHERA' PIU' DEL 15% SU QUANTO GUADAGNA, ALLORA LI SANZIONEREMO DURAMENTE

MA CON IL SISTEMA FISCALE DEL PD QUELLA E' SOLO LEGITTIMA DIFESA!

Anonimo ha detto...

Oh pecora! che so tutti amici tuoi sti peracottari? Ma era ora che sta favelas di porta portese venisse razionalizzata. Sembra di stare ne primo dopoguerra. E come fai a lamentarti degli extracomunitari? Vedo lo lo schifo e si adeguano.

Anonimo ha detto...

E questi quando mai hanno pagato tasse?

Anonimo ha detto...

Questi trogloditi hanno rotto le palle devono sparire e se vogliono campare che campino come cristo comanda e paghino le tasse come tutti.
MANGANELLATE SEQUESTRI CONFISCHE MULTE E PER ULTIMO RUSPE PER BUTTARE GIU' QUELLE BARACCHE.

Anonimo ha detto...

Non voglio nemmeno immaginare che traffici ci siano dietro questi smerci (e dietro alcuni banchi di PortaPortese)

Anonimo ha detto...

Mo' abbiamo pure la Pecora buonista.

Gia' questi avanzi di galera sono padridifamiglia con postidilavoro, che male fanno in fondo? Chi di noi non ha mai fatto le barricate contro la polizia, su.

Anonimo ha detto...

Però poi tutti a far la spesa al Pewex.
Babbei.

Anonimo ha detto...

Visto che è degenerata sulla politica e sugli zingari la domanda che vi pongo è questa è bello vedere quello spettacolo indecente con bancarelle e robaccia in via Portuense oppure fare una bella passeggiata con la bicicletta ammirando la Porta e l'attiguo Lungotevere? Io vorrei una città più bella e vivibile al di là della destra o sinistra

Anonimo ha detto...

Eco, Umberto:"...I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli. La tv aveva promosso lo scemo del villaggio rispetto al quale lo spettatore si sentiva superiore. Il dramma di Internet è che ha promosso lo scemo del villaggio a portatore di verità..."

Anonimo ha detto...

Basta commenti di pecora e amici simili che buttano tutto in caciara.

W le rimozioni. basta buonismo, a forza di buonismo da miserabilsiti (stile papa francesco) roma e' diventata una fogna indecente.

Pulizia contro zingari, italiani, immigrati, indeni. Non conta chi sei, conta quello che fai. E quello che fa schifo va ripulito. Punto

Anonimo ha detto...

Periferia...siamo qusi fuori gra

Anonimo ha detto...

Molto semplicemente, la legge deve essere osservata da tutti, qualsiasi età, razza e sesso. Tutto il resto è fuffa. Se non vi è giustizia applicata e fatta rispettare da chi in Italia vive e nasce, figuriamoci se lo fanno gli stranieri.

Anonimo ha detto...

Molto semplicemente sono tutti d'accordo. Siete veramente duri di testa.

Anonimo ha detto...

Anonimo 3:51 tu si che conosci Roma.

Anonimo ha detto...

per questi mafiosi trogloditi ci vorrebbe qualche campo di rieducazione stile pol pot

Anonimo ha detto...

E dimme tu dove rimane.....per centro per prassi comune si intende il municipio....me voi ddi che sta' a c' entro de roma via portuense? Quante fernate de metro c' e' stanno con piazza venezia e quante coi mezzi.....ci abito da 25 anni in quella zona.

Anonimo ha detto...

E ndo sta scritto che questo tratto di Portuense, che peraltro è praticamente parallelo a viale Trastevere, sarebbe "centro"? Quindi Porta Portese è quasi fuori GRA? Allora anche Trastevere, no? Manco sai ndo abiti, pensa che soggetto.

Anonimo ha detto...

hahahahah, cazzo (sorry) allora io sono nel comune di pomezia e non lo sapevo

Anonimo ha detto...

Mentalità affaristica romana: procurarsi una posizione di privilegio tramite conoscenze e ungimenti vari; incancrenirsi sulla propria posizione e lasciarla immutata a tempo indeterminato; tramandare ai figli quanto ottenuto. Nessuna inventiva, nessuna capacità di sviluppo o trasformazione, nessuna intelligenza affaristica. Le baracche di via Portuense sono l'esempio perfetto, e non si riesce a fare capire a queste capre ignoranti che ci guadagnerebbero pure loro a riqualificare tutto.

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 9 e 25 sei un mito, non smettere mai di scrivere! :)

ShareThis