VIa Petroselli. L'unica strada di Kisinau collocata nel cuore di una capitale europea

27 gennaio 2013









La settimana scorsa mi sono trovato a passare su via Petroselli, solitamente il divieto di sosta non viene rispettato su entrambi i lati. Ma ormai i posti in divieto non sono più sufficienti quindi si è soliti parcheggiare anche in doppia fila...
Ovviamente siamo a una passo dal campidoglio e a un passo dal comando dei VV.UU di via della Greca. In quel momento ho notato sempre in zona un posto di blocco da parte dei VV.UU. a Piazza Ugo La Malfa (direzione FAO), un posto di blocco su via dei Fori Imperiali direzione piazza Venezia) e una pattuglia dei VV.UU. ferma a controllare il corretto funzionamento del semaforo di Via della Greca angolo Santa Maria in Cosmedin.

Allego qualche foto dello spettacolare evento...
Si possono notare veicoli in sosta e doppia fila davanti all'Hotel 47:
in sosta con divieto di FERMATA, sosta sulle strisce, sosta sulla fermata dei Bus:
in sosta e doppia fila davanti all'anagrafe:
In sosta vietata davanti all'anagrafe c'è addirittura una Punto dei VV.UU.
In meno di un minuto di reportage ho inoltre immortalato una Golf grigia proveniente da via dei Cerchi che svoltava (non potendo) a sinistra (verso Bocca della Verità):
e una Toyota Aygo che faceva inversione di marcia con doppia striscia continua:
Il non plus ultra è arrivato con la Punto dei VV.UU. che transitava in direzione Teatro Marcello incurante di tutto e tutti!!!

Insomma, anarchia unica via.
Sampei78

6 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Quello che, tra l'altro, mi manda veramente in bestia riguardo alla plateale impunità di queste infrazioni è che concorrono a rafforzare la convinzione dell'impunità nell'incivilissimo e cafonissimo utente motorizzato medio romano.

Anonimo ha detto...

Il livello di legalità a Roma ha raggiunto livelli tali che la stessa Presidenza della Repubblica, che risiede nel bel centro della città, non può più far finta di niente.
Il sindachetto de noantri merita che qualcuno lo butti giù dal Campidoglio a calci nel sedere e chi meglio del colle più alto per tale indispensabile atto di civiltà.

Anonimo ha detto...

Come fa Roma Capitale a non vedere? http://studiorome.wordpress.com/2012/10/01/via-petroselli-roma-capitale/

Anonimo ha detto...

più che la sosta selvaggia di questa via mi mandano più in bestia 2 cose:
malgrado la larghezza della carreggiata non sono riusciti a fare uno straccio di pista ciclabile e questo è di una gravità inaudita;
la carreggiata fa schifo perchè i sanpietrini sono tutti imbrattati di asfalto e dissestati e inoltre generano un rumore infernale e vibrazioni nei palazzi al passaggio dei veicoli;
per queste vie ad alto scorrimento dovrebbero usare asfalto fonoassorbente e i selci metterli sui marciapiedi; ma questi bastardi quando ci arrivano a capirlo

Anonimo ha detto...

Ragazzi,sapete cosa c'è all'interno del palazzo di fronte agli uffici anagrafici(quello con le bandiere)??????????
C'E' L'ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI.
Buon divertimento

Anonimo ha detto...

se poi evitassimo di scomodare il nome di una bellissima città come Chisinau (o Kishinev), sareste molto piu' simpatici.

Qui i livelli sono proprio di Nassirya, altrochè

ShareThis