Il punto sulla situazione di Piazza Mancini. Potrebbe essere uno spazio pubblico di pregio, è una landa usurpata da alcolizzati

2 agosto 2015










Anche quest'anno torno a denunciare le pessime condizioni di piazza Mancini, uno dei principali snodi del trasporto di Roma Nord, nonché zona di pregio, nel cuore del Quartiere Flaminio, ubicata tra MAXXI e Foro Italico.

E' ormai noto che la piazza, da più di vent'anni, funge da ricettacolo di alcolizzati, debosciati ed incivili.

La comunità sudamericana la utilizza come spazio fisso per raduni non autorizzati, senza alcun rispetto per i cittadini che vi abitano o che prendono i mezzi pubblici.
Su alberi, muri e lampioni vengono affissi manifesti e volantini abusivi che pubblicizzano feste e concerti di musica latinoamericana o affitti di camere scritti in tutte le lingue. Perfino il marciapiede recita la scritta vandalica: "Piazza Mancini mi casa!".

E purtroppo è vero: Piazza Mancini ormai è casa loro! I residenti sono stati letteralmente espropriati di un luogo pubblico, uno spazio comune ormai allo sbando ed a completo appannaggio degli immigrati, che, non avendo altri punti di aggregazione, monopolizzano un'area pubblica.

Ovviamente il presidente del II° Municipio (Gerace) è perfettamente a conoscenza della situazione. Molti sono stati gli incontri e le proposte avanzate dalla cittadinanza. Proposte che ovviamente non hanno avuto seguito, a partire dalla richiesta di uno "snellimento dello snodo degli autobus" con smistamento di almeno 3 capolinea in aree limitrofe già individuate dall'Agenzia per la Mobilità.

A tal proposito, l'ass. alla mobilità del II° Municipio (Titty Santoriello), ha espresso il suo originale punto di vista, ossia: a seguito della recente soppressione da parte di ATAC di alcune linee provenienti da Roma Nord, la situazione, a suo avviso, si è già risolta da sé, non vi è dunque bisogno di trasferire altre 3 linee in spazi limitrofi...
Come se fosse tranquillo e salutare abitare a ridosso di uno snodo che ospita ben 9 capolinea, più svariati autobus che vi transitano abitualmente! E meno male che l'ass. Santoriello fa parte di Sinistra Ecologia e Libertà: alla faccia dell'Ecologia!

Ma questa non è l'unica chicca partorita in Municipio. Ce n'è anche un'altra: cioè ripristinare con quei pochi soldi a disposizione (che sicuramente sarebbero spesi meglio se venisse ascoltata la voce dei residenti che da anni chiedono la recinzione del giardino) un'area giochi per bambini proprio accanto allo spazio in cui si radunano le comunità etniche! Ciò infatti, secondo loro, servirebbe a spezzare il "monopolio etnico" e  a "far riappropriare i cittadini dei loro spazi"!? Eh sì, tutti i genitori sarebbero contenti di portare i propri figli a giocare in un posto dove gente ubriaca ed incivile mangia, beve, urina e defeca all'aperto! Complimenti!
Lettera Firmata

22 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

La lettera di un fascista infarcita di luoghi comuni

Anonimo ha detto...

3:07 pm
La risposta di uno dei tanti coglioni responsabili di tali situazioni

Anonimo ha detto...

Notare la particolarita' tutta romana che se qualcosa finisce in una zona verde anche se questa e' l'area minuscola circostante un albero non viene toccata e puo' rimanerci anche per anni, perche' non compete agli operatori ecologici.
Uno dei primi provvedimenti da fare e' quello di risolvere tale assurdita':
LA PULIZIA DELLE AREE VERDI, IL VERO SCANDALO DI ROMA !!!

Anonimo ha detto...

Se ci fosse un chiosco dei puffi che occupasse un terzo dell'aiuola sotto l'albero della prima foto gli altri due terzi sarebbero puliti

Anonimo ha detto...

LANCIAFIAMME...?

Antonio Mancini ha detto...

dire che la città è zozza, che i suoi abitanti, indigeni e stranieri, sono zozzi è un luogo comune e da fascisti?...boh!!allora la pulizia è fascista e la monnezza comunista...

Anonimo ha detto...

Un ulteriore esempio dell'inarrestabile declino di questa città. Cristo non c'è un Municipio, o per un motivo o per l'latro, che si salvi.
Piazza Mancini, che si trova a due passi dal Maxxi, e un'area sporca, puzzolente e vandalizzata, non di certo a causa dei residenti che non la frequentano, anzi non la possono frequentare, roba da prendersi una malattia... Le Istituzioni che si riempono tanto la bocca di integrazione cominciassero ad organizzare corsi di educazione civica e comportamentale ai frequentatori della piazza.
Comunque sarebbe meglio farci un bel parcheggio tanto così è solo un'inutile latrina di cui il quartiere non ha bisogno.

Anonimo ha detto...

:-) Esatto.

Anonimo ha detto...

Eppure si sta ripetendo da anni quale complessità di mafia c'è alla base della disgustosa arroganza degli immigrati.
Perché dunque non parte la rivolta degli italiani, denunce alla mano? Paura? Ma per carità.
Semplicemente perché questo è un paese in cui pur di trovare un posto di lavoro da cameriere alla figliola o da spazzino al figliolo o da "cooperante" all'amante, si va a fare il tirapiedi n'importe à qui, che si tratti del parroco, del sindacalista del caf o del capo clan, le tre cose nel momento attuale possono coincidere.
Annunci di lavoro? Ma siete matti? Prendersi una responsabilità da cittadini onesti e adulti?
Quindi il motivo per cui c'è una indifferenza di fatto, è la cattiva coscienza della gran massa della popolazione, che con chi copre e sfrutta questa marmaglia ci fa affari, sebbene di infimo livello.
Per questo non esiste nessuna "società civile" a Roma, solo una massa di code di paglia intervallate da qualche inascoltato Savonarola.
Almeno i mafiosi in grande stile commettono crimini per dirigere bankitalia o farsi la villa con piscina, la disperazione qui è che al romano medio piace proprio stare a quattro zampe, fosse pure per settecento euro al mese e tenendosi gli effluvi corporali di una banda di scimmioni sudamericani e filippini.

Anonimo ha detto...

Nella società italiana viene protetto ed esaltato il modello di zerin calcarau, canotta, bermuda, ciavatta, bestemmia a vapore ma solo contro la moglie in leggins e dr. scholls, figli sguaiati come babbuini deficienti, il rutto libero, il volume del televisore alto, la play-station a quarant'anni, obbedienza totale ai diktat globalizzanti dei grandi vertici mafio-politici, ignoranza assoluta, ripudio dell'informazione, non si sa mai che a forza di leggere ti venga qualche aspirazione spirituale o - per carità - un filo di spirito critico, e lasci la casa occupata a centocelle per tornartene in romania a fare la persona seria, coi pantaloni alla caviglia e i calzini lunghi nelle scarpe, possibilmente, grazie.
L'ambiente di conseguenza deve agevolare l'imbestiamento generale, affinché siano le persone a modo a trovarsi in difficoltà e i sub umani a peerfetto agio.
Vedere le case occupate, le riconosci subito: sette parabole sul balcone, mutande stese in file di ettometri, cagnacci zozzi che vagano, senso di decadimento assoluto, stile ultimo giorno di vita dell'uomo sulla Terra. E' proprio una filosofia che qui in Italia cercano di imporre.

Anonimo ha detto...

Ahio so rommmmannno io e vado orgoglioso de sta merda....altro che li prati fioriti de Dubbbllino,,....so mejo io che me piscaino in testa gli extracom.....viva la Riommmma

Anonimo ha detto...

Sì zerin calcarau, lo sappiamo che sei importante per la società di sterco che vogliono costruire, tranquillo. La mondezza alla base del nuovo pomerio, altro che Romolo.

Anonimo ha detto...

Voglio protestare contro chi critica i personaggi che popolano sel, squisite creature un po' colorite ma dotate di un finissimo senso dll'umorismo.
Riporto la rettifica di smeriglio - vice presidente regione Lazio poveri poi! - ad articolo di V. bisbiglia su "casetta rossa", articolo già più che conciliante visto l'oggetto: secondo sme la struttura non è di sel ma è "un luogo associativo autonomo (... consultare codice civile per la decifrazione)", nonché "luogo importante di produzione culturale" (uah-ah-ah-ahaaaaaaaa! geniale). "Se venissero riscontrati problemi d'ordine amministrativo (non pubblico, le parole pesano!) spero possano essere risolti (cacchio, bontà sua, mica da loro levandosi dalle balle, no)". poi naturalmente tira in ballo i bambini, ste zecche se li portano sempre dietro ai rave e a delinquere, perché sai, se c'è il fanciullo il cassonetto in fiamme non è che un trastullo.
Vate a ripone!!!!

Anonimo ha detto...

Mi dite perché solo noi abbiamo una cosa come sel? No, dico, quale altro paese ha qualcosa di minimamente paragonabile a sel, un gruppo di individui debosciati riuniti in partito che riesce a entrare nelle istituzioni e a diventare forza di governo, caldeggiando illeciti.
"Le persone sono più importanti delle leggi", o quale altissimo concetto.
Idioti che vi credete furbi, le leggi vanno rispettate appunto per evitare che qualcuno, come voi, si faccia i beati affari propri con la cosa pubblica, nella fattispecie riempiendo di delinquenti nostrani e internazionali gli immobili della capitale d'italia, facendoli campare sulle spalle degli italiani per bene alla canna del gas, nella speranza di trovarsi una fucina di voti di criminali favoriti dai privilegi da voi concessi, disposti oltretutto a commettere qualunque schifezza per favorirvi al potere.
Perché sel, perché non lo si dichiara anti costituzionale, perché...

Anonimo ha detto...

E ringraziate che a Roma i latinos si limitino a bere e insozzare le piazze: ricordate che a Milano formano simpatiche bande che girano con i machete per amputare le braccia dei controllori dei treni!

Anonimo ha detto...

Famiglia calabrese trapiantata in Liguria, Cretarola fa il personal trainer con più impegno di quanto richiederebbe una semplice copertura (a Luana, la fidanzata, non va giù. Sognava un killer non un allenatore: «Allora me dovevi dì “Ciao, piacere so’ Gianni e me piace fa’ il trainer” ... no “faccio il malavitoso» sbotta in un’intercettazione).
This is Italy.

Anonimo ha detto...

Sgomberi via Caltagirone e via Carlo Felice, i gang stalker dei "servizi segreti ebraici" (? vedere commento di pazzo 1 agosto ore 5, 03 pm, post sul parcheggio dell'auditorium)sono in fibrillazione:

CIAO CIAO OCCUPAZIONEEE
UN BACIO ANCORAAAAA
E POI PER SEMPREEEEE
TI SCORDEROOOOO'
VORRI TROVAREEEEE
PAROLE NUOVEEEE
MA PIOVE PIOVEEEE
SUL MIO SMARTPHOOONNNEEEEE

Anonimo ha detto...

Comunque grazie per le preziose informazioni, ore 5.03 pm, e curatevi, lì in zona centri sociali, mi raccomando, il litio fa venire l'alito pesante, la cocaina le froge da scimmia e lo smartphone l'indice come una spatola.

Anonimo ha detto...

A proposito di spazi pubblici di pregio, ma com'è che a Santa Maria in cosmedin e al Circo Massimo i tredicine non solo sono tornati ma sono anche raddoppiati?

Anonimo ha detto...

come fa a non salirti l'isis quando ti arriva la busta paga, e i soldi che potresti mettere da parte per tuo figlio ti vengono tolti in voci come "addizionale comunale" ,"addizionale regionale" e dopo ti guardi intorno e c'è il degrado postbellico di mogadiscio...

Anonimo ha detto...

Ma scusate, allora siete proprio fascisti, non vi piace il multiculturalismo, gente di tutti le nazioni che vive insieme e si diverte sbevazzando all'aria aperta e lasciando la monnezza on the road?
Vuoi mettere con quei tristi parchi di Dublino?
Allora non vi piace nemmeno il naturismo? Gente di tutte le nazioni che piscia e caca all'aria aperta in compagnia? Questa é fratellanza, cazzo di parchi di Dublino non c'era nessuno che si divertiva una tristezza. Guarda invece che foto di gioia e divertimento che trovi a Roma non capisco perché all'estero non vogliono copiarci. Noi siamo un modello.

Tramvinicyus due ha detto...

Ma se sò più morti de fame che cittadini normali dentro a sta città ma che pretennete che se ne stanno tutti bòni tumulati dentro casa? Ma beati avvoi....


Contraccezioneeeeeeeeeeeeeee.....7 miardi de persone belli....artro che World war Zombie III...ve usciranno pure dal lavandinoooo!!


Ancora co' "la destra" sì, quella de quer Big Jim de Casapound, fate ride....


ShareThis