40 foto per un confronto con Lubiana. In 10 anni la piccola capitale slovena si è portata 50 anni avanti a noi. Come ha fatto?

10 agosto 2015

Questo qua sopra è il Lungotevere di Lubiana. Questa foto dice tutto su come si siano svolti gli ultimi 10 anni nella capitale slovena. Dal 2006 il sindaco è un signore che per una vita ha fatto carriera nel mondo del retail commerciale e ha deciso di trasformare la città - anche esagerando talvolta - in un luogo attraente, piacevole e ideale per shopping e tavolini all'aperto. La prima cosa che ha fatto, ovviamente (nel 2016 Lubiana sarà Green Capital Europea), è stata togliere di mezzo le auto private per lasciare spazio ai tavolini, ai posti di lavoro, agli investimenti immobiliari e di development urbano. Il progetto è riuscito a metà, nel senso che gli spazi pubblici sono stati migliorati e totalmente rivoluzionati, ma gli investimenti tardano ad arrivare perché nel frattempo è intercorsa la crisi economica. Questo non impedisce di poter godere - soprattutto per i turisti, ovviamente in aumento - di una città impeccabile dal punto di vista della fruibilità a piedi: si è fatto qui insomma, ma lo stesso è in tutta Europa, esattamente il contrario di ciò che si continua a fare a Roma dove ci si diverte a seviziare l'economia e il turismo togliendo tavolini e mettendo automobili parcheggiate al loro posto. Dovunque, perfino negli ex paesi d'oltrecortina, si è compreso che la strada da percorrere è opposta. 

La Slovenia è un paese corrotto e in crisi, purtroppo lontano dall'immagine di piccola Svizzera dei Balcani che si è voluto dare nei decenni passati. Il traino austriaco funziona poco, ma almeno nella capitale, come vedremo, il livello è più che dignitoso. 
Il riscatto è partito dal fiume. Riqualificandolo e dotandolo di argini ben disegnati e di lungofiume totalmente pedonalizzati. Notate il signore con la carrozzella che scende dallo scivolo a destra. Navigabilità ovviamente totale e crociere a gogo: qui non hanno dovuto interrompere il servizio fluviale per la vergogna di quello che si vedeva sugli argini.
Questi sono i lungoteveri di Lubiana. Beh, commentate voi. 
E questa, sul famoso ponte a tridente, è l'unica offerta di somministrazione alimentare ambulante in tutto il centro. Tale e quale al pannocchiaro velenoso e abusivo a Ponte Sisto...
La città storica e il centro moderno sono totalmente pedonalizzate. Pedonalizzazioni vere, non con un cartello: pilomat dappertutto sempre alzati. E alla bisogna si può fermare un veicolo elettrico e farsi portare dove si ha bisogno. Il bike-sharing, poi, copre tutto il centro a cifre correttissime: utilizza la stessa tecnologia di Parigi e Bruxelles.
Notare a tal proposito gli spazi pubblicitari: esclusivamente di dimensioni europee. Qualificano, non degradano, l'ambiente urbano e gli spazi comuni.


Questa è la piazza principale della città. Come hanno fatto a renderla pedonale con tanto di parco? Semplicissimo: hanno realizzato nel sottosuolo un parcheggio da oltre 500 posti ed ecco fatto! Le foto sono dedicate ai geni nostrani contrari ai parking interrati e a coloro che credono alle loro fandonie tipo "sopra i parcheggi non possono essere piantati alberi". Come si può ben vedere enormi alberi sono giusto a fianco della rampa di accesso al garage, utilizzatissimo da tutti i residenti.
E quando si esce dalla zona pedonale ottimi passi in avanti anche su arredi urbani e segnaletica. Strisce pedonali stinte? Mai! Prima dello stop non ci sono le macchine o i sguderoni sulle strisce ma il polmone per le biciclette. Piste ciclabili dovunque, posizionate anche in modo da scoraggiare la sosta selvaggia. E tanti attraversamenti pedonali rialzati per calmierare la velocità: efficacissimi. La seconda foto qui sopra si riferisce alla periferia: qui non è impeccabile solo il centro turistico, anzi. La penultima foto è una ciclabile leggera come quelle che da sempre auspichiamo per Roma: tanta sicurezza a costo zero. Mentre l'ultima foto è un altro dei "lungoteveri" di Lubiana, quelli non pedonalizzati. Paletti, attraversamenti rialzati, zero sosta in superficie perché le auto si mettono sotto terra.
Come vedete sulle strade non c'è una buca, ma per forza: ecco come sono fatte. Semplicemente come si deve come ci può insegnare qualsiasi esperto del settore. Ecco la sezione di una strada durante dei lavori. A regola d'arte come è impossibile trovarne a Roma.
Tutti gli attraversamenti pedonali sono dotati di segnalatore sonoro: a Lubiana i non vedenti non devono stare chiusi in casa.


E giusto per dare il contributo sloveno ad un dibattito romano degli ultimi giorni: come si pagano i bus a Lubiana? Che domande: si entra, si sfiora il lettore con la card salendo mentre l'autista controlla, e ci si va ad accomodare. Solo da noi questo semplice atto è considerato qualcosa di infattibile...
 
 La raccolta dei rifiuti fuori dal centro è tradizionale, ma in tutto il centro i cassonetti sono stati interrati per evitare odori, degrado, rovistaggi. Alcuni cassonetti interrati sono accessibili a tutti, altri esclusivamente tramite card.





Il livello e la cura delle aree verdi è semplicemente imparagonabile rispetto a Roma sia per quanto riguarda le ville, sia per il verde non di pregio. L'ultima foto rappresenta la Stazione Centrale e questi sono i giardini davanti dove la gente attende il treno prendendo il sole stessa sull'erba. Pensate all'area di Piazza Dei Cinquecento... Come faranno a Lubiana ad avere una stazione senza una quindicina di rivendite di mutande, pigiama e vestaglie dio solo sa!

 E quando vai a fare un giro al Museo d'Architettura capisci che tutto questo non è casuale, ma è frutto di una pianificazione lucida...
 
E la lucidità la vedi anche nelle persone, negli addetti comunali ad esempio. La signora in bianco caccia via dalle scale del palazzo comunale due mendicanti nell'esatto istante in cui si sono seduti. Forse troppo rigore (era pieno di turisti bivaccanti, ai quali non è stato detto nulla). Ma gli ordini erano di mantenere l'area pulita? E le indicazioni si seguono. D'altro canto Lubiana si sta apparecchiando sempre di più a misura di turista ergo i turisti si lasciano fare e i questuanti si allontanano. E la signora addetta comunale non dirà mai "non è di mia competenza". Poi risale, torna nel palazzo civico e continua a distribuire origami di carta ai bambini che entrano a visitare il cortile e le mostre.

99 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

A Lubiana passa il Tevere?

Anonimo ha detto...

A Roma siamo rimasti ancora agli anni 70. La stessa ideologia stracciona, piagnona, antimoderna, violenta. Il proletario ha sempre ragione e se provi a farlo lavorare come nel resto del Mondo ti blocca la citta'...

Anonimo ha detto...

Di solito condivido sempre al 100x100, ma stavolta va detto che la popolazione di Lubiana è 270.000.....
Per fare un discorso cosí servirebbe un cambio di mentalità globale delle amministrazioni e dei poteri, si tratterebbe di studiare un piano urbanistico a lunga scadenza, armonizzando le scelte di tutti i dipartimenti, una sinergia tendente a quell'unico obiettivo, coraggiosa, geniale, e incurante della impopolarità iniziale di certe scelte.

Per dire, servirebbe pestare i piedi a mezza città, potenziare del 200% i mezzi pubblici per scoraggiare l'uso dell'auto, ristudiare la viabilità di tutto il centro, rifare totalmente gli argini, dotare eventuali zone di verde di un servizio di tutela continuo e efficente, controlli a manetta, parcheggi sotterranei tipo Piazza Cavour ma piu economici.....
Insomma tipo la rivoluzione culturale di Mao in Cina, e a parte la voglia che manca non credo neppure che abbiamo sti geni in grado di farlo

Anonimo ha detto...

Anche perchè poi se la città è in mano a bande e corporazioni, pubbliche e private, in guerra tra loro, come si fa?

Anonimo ha detto...

Il problema è che troppi romani si sono adagiati sulla credenza errata che 'Roma è la città più bella del mondo' sia un mantra che da solo sorregge la città, il turismo, il decoro e la viabilità. Non si vuol capire che l'unico vero grande pregio di Roma è la sua storia, il suo passato. Oggi, Roma non regge il confronto con nessuna città moderna, piccola o grande che sia. Direi che è solo l'emblema dell'Italia intera: se prima eravamo il posto più visitato al mondo, adesso ci hanno superato paesi impensabili anche solo 10 anni fa. Il sorpasso è avvenuto. Se non si cambia il sistema Italia, la sua mentalità e la sua gente, ben presto saremo solo un bel paese che fu.

Anonimo ha detto...

Sul confronto Roma- città dell'est sono preparato:

Iniziamo con un classico:
"Ahò ma sta scittà è grande come un quartiere de Roma!"

E poi giù di ignoranza:
"Ahò li campeno co 100 euri armese. Perché nun ce vai?"
"Ahò mi cuggino conosce uno che abita di fronte ar cognato de uno che na vorta c'è stato! Nun te crede pure li ce stanno nsacco de pobblemi"
"Ahò li li ghei l'aresteno pe strada, mejo npo' de monnezza ma democratica!"
"Ahò ettecredo la nun ce stanno li zingheri!"
"Ahò so capaci tutti a mette e foto belle, tiè so capasce puro io!" < inserisce foto aerea di Roma negli anni 70 >
"Ahò ammè sta scittà me sembra smorta, nse vede NISUNO"

Chiudiamo con una cannonata sulla Croce Rossa.
"Ahò a Roma è diverzo! Noi c'avemo er COLOSSEOOOH!"

Anonimo ha detto...

Bellissima città, ma niente di strano e/o eccezionale.
Chiunque viaggi un minimo sa che questa è la situazione di tutte le capitali europee, a prescindere dale dimensioni.
Solo una è una ignobile fogna, ridotta cosi dai suoi stessi abitanti.

justonecaptain ha detto...

e ancora con questi confronti senza senso...lubbiana c ha 272 mila abitanti!!
é na cittadina!!!!caruccia ma solo che nelle altre città fate sempre le foto coi filtri!!

ma che confronti fate??

Anonimo ha detto...

Guarda, basta andare a Marino, o in un qualunque paesetto, nemmeno cittadina, del Lazio, perché il paragone sia impietoso.
Vogliamo parlare di Frosinone?

Anonimo ha detto...

Che scatole questi confronti. Vi garba vincere facile, nevvero? Che si trovi il coraggio di illustrare l'habitat del bonobo, poi ne riparliamo.

Anonimo ha detto...

Dinamopress.it, a noi Stakanov ce fa na pippa!

Anonimo ha detto...

Roma è fin troppo piena di turisti, è evidente, e "moderno" non significa assolutamente niente, e soprattutto non signnifica "migliore", anche la droga è "moderna". Se vi piace la modernità, intesa come assenza di storia e deserto civile e culturale, casermoni nuovi di zecca, cantieri sempre aperti, natura zero, antichità zero, cafonaggine e depressione, andate a vivere a Dubai, senza cercare di rovinare oltre Roma.
Il motivo dell'impossibilità di reggere alcun confronto con un civile paese europeo è sempre lo stesso.
Quattro lordi palazzinari, quattro luridi burini arricchiti, quattro avanzi di galera ripuliti, e neppure del tutto, si comprano persone e istituzioni.
Al vigggile o aaa segretaria del comune di Roma non gli compete perché il vigggile o a segretaria del comune di Roma in molti casi sono stati assunti grazie a uno dei suddetti quattro palazzinari, che è responsabile di uno dei quattrocento campi rom, che foraggia le cooperative di accoglienza immigrati, che distribuisce i sussidi tra gli amici, che per campare i suddetti immigrati li organizza nello spaccio, che li presta ad altri amici come teste di legno, che... che...che...di che in che arrivate a coprire tutto lo sconcio italico.
Poi, en passant, ci sono le corruzioni free lance, per esempio l'ultima sui vigili e i presidenti di quattro municipi (Solo di quattro? Solo vigili? Mh...) che cambiavano l'età dei profughi per ottenerci sopra l'indennità.
Capito perché "non gli compete"?
E' un paese, questo, ormai popolato di gente ignorante, senza dignità, e che soprattutto pensa di campare in eterno.

Anonimo ha detto...

Ragazzi perdiamo tempo. A Roma non ci sono speranze. Con Marino alla guida della città scordiamoci di poter vedere la città migliorare, ormai è assodato. Non ne ha azzeccata una. Aspettiamo le prossime elezioni e cerchiamo nel frattempo di non farci troppo del male con questi confronti...

Anonimo ha detto...

Insomma, il problema è sempre zerìn calcarau, il deficiente in calzoncini e ciavatte, magna e bevi e stai carponi in attesa dell'imbeccata del mafioso di turno.

Anonimo ha detto...

Questo è il vero motivo per cui nella cucina di ogni ristorante usato dalla mafia per il riciclaggio c'è sempre un immigrato. Li riconoscete anche da quello. Aprono, chiudono, cambiano continuamente gestione, e hanno l'immigrato in cucina.
Vedere cosa sta succedendo a Prati, in particolare tra Piazza Cavour e Piazza Mazzini, e nel quartiere Appio, in particolare tra Piazza Re di Roma e Furio Camillo.

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con 12:31 pm. Essere "moderni" non significa giocoforza essere migliori. Roma potrebbe pure puntare sull'essere "old faschioned" ma ci dovrebbe puntare con tutte le sue forze, investire soldi, tempo e fatica per diventare la regina del turismo. Roma c'ha provato ad essere moderna, e guardate che scempi ha fatto: Tuscolano, Laurentina, Corviale, Marconi, le varie Toretc., tutti quartieracci di merda schifosi senza verde, case costruite con materiali scadenti senza piani regolatori (tanto che quando spunta nei posti summenzionati un edificio di prima degli anni '50, la differenza in termini di pregio salta subito all'occhio, come per esempio nel caso dei bellissimi lotti del Quadraro dei primi del 900 e l'orrore a pochi passi dei casermoni della Tuscolana). Il problema è di mentalità, come sempre: provinciale, indolente, superficiale, etc. etc. etc. Guardate che schifo che fa il Lungotevere in estate, sembra la fiera degli orrori.

Anonimo ha detto...

Infatti i paesi considerati "moderni" in un'accezione positiva, sono quelli dove si costruisce pochissimo e SENZA CEMENTO.
Per esempio i paesi scandinavi.
Ma loro non g'hanno da mandené qualche decina de dinaschdie de MAFIOSI PALAZZINARI.

Anonimo ha detto...

Lubiana è più decorosa di Roma
PERCHE'
a Roma ci sono troppi turisti
PERCHE'
ci sono i palazzinari
PERCHE'
c'è la corruzione.

ANAGABIDO NO????
Discorso logico perfetto.

Però il mio database lo cataloga sotto la tipologia "Confronto con opere architettoniche di altre città".

E' li che devi sparare:
"Ahòòò ma li palazzinari sce fanno a golada de scemento de a sbegulazzzione de a cattedrale ner deserto aahhòòò"
e
"Ahòòò noi sciavemo la storia, eee cose moderne nu e volemo. Sintepiasce perché nun vai a Dubai?"

Si impegna ma non va. Voto 5-.

Anonimo ha detto...

Del resto riempire l'Italia di scimmie conniventi da ogni parte del mondo serve anche a creare l'humus umanoide adatto a questi scenari horror della periferia romana. L'idea, mi par di aver capito, è portare la periferia in centro, invece del contrario, da ogni punto di vista.
Anche questo coltivato gusto per il brutto, per l'asimmetrico, per il deforme, per il puzzone, non è casuale. Addirittura nella moda.
Negli anni'80 c'erano modelle come Claudia Schiffer, adesso c'è cara delevrigne, è ho detto tutto.
Al cinema prima c'era Mastroianni, e ora giorgio tirabassi. Sofia Loren versus alba rorhwacher.
Si esaltano figure al limite del ridicolo come fedez.
E' la ricerca di un progressivo disfacimento del gusto, spacciato per "modernità".

Anonimo ha detto...

Quello che mi colpisce è come in Italia, benché avessimo tutte le carte in regole per fare bene, siamo riusciti a fare solo edilizia orripilante dalla seconda guerra mondiale in poi. Casermoni schifosi come a Roma li vedi solo nella Germania Est e nell' Est-Europa, i cosiddetti "Plattenbauten". Però là c'era un problema di dittatura comunista, noi eravamo teoricamente un paese occidentale che stava venendo ricostruito. L'unico esempio di scempio architettonico così vasto che mi viene in mente, sono gli esempi di Londra e Parigi, ma là c'era un'emergenza immigrazione dalle ex-colonie che noi allora ci sognavamo. Hanno popolato Roma di poveri disgraziati provenienti dal Sud e dal Centro Italia e l'hanno resa un cesso inabitabile, stipandoli in palazzi costruiti a cazzo di cane con materiali di merda. Finché nevicavano soldini, la merda poteva nascondersi sotto la neve, ma oggi che siamo in crisi nera, ecco venire fuori tutto lo schifo di anni e anni di malaffare. Quando infatti si dice che Roma è la città più bella del mondo, direi che questo vale solo per il centro e qualche sprazzo qua e là, come la Garbatella, l'Eur e il quartiere Coppedé o il Quadraro e il Pigneto.

Anonimo ha detto...

Quanto sia falsa la teoria per cui l'economia del turismo dovrebbe trovare stimolo in questo ricercato disfacimento, lo dimostrano i confronti col passato.
Quanti sono i turisti che oggi vanno a Tivoli o ai Castelli?
Fino all'avvento degli scempi palazzinari la provincia romana era considerata un soggiorno da principi.
Tivoli, non so se ve ne rendiate conto, ha una villa romana unica al mondo, una villa rinascimentale unica al mondo, una villa ottocentesca unica al mondo. E queste tre meraviglie non costituiscono che una parte dei suoi tesori.
Una cittadina che da sola basterebbe a catalizzare il turismo in qualunque paese del mondo, viene ormai bistrattata anche dai romani perché sommersa, praticamente cancellata, dalla spazzatura palazzinara.
Al massimo i turisti si spostano da Roma per vedere Villa Adriana, mentre prima non finivano mai di girare per il Lazio.

Anonimo ha detto...

Ragazzi sono pienamente d'accordo con voi!

Il grosso pobblema di Roma è che è troppo moderna!

Dovrebbe un po' ritornare all'antico. Ho capito che i turisti vengono qui perché siamo all'avanguardia tecnologica, architettonica e sociale in Europa ma direi anche nel mondo.

Però dovremmo valorizzare di più alcune costruzioni storiche tipo ad esempio ER COLOSSEO.
Mi piacerebbe che i turisti venissero per visitare quello anziché venire qui perché non c'è criminalità, perché si vive bene, perché abbiamo le università più importanti del mondo, per i nostri grattacieli ecocompatibili, per i nostri mezzi di trasporto impeccabili, per la nostra classe politica onesta, o più semplicemente perché acqua e cibo costano pochissimo e sono di qualità eccellente nei locali turistici.

Insomma: meno modernità, più arretratezza e basare tutto sulla storia di 2000 anni fa! Questa è la ricetta che vince, o che perlomeno va in cempionz.

Anonimo ha detto...

Ma siccome er palazzinaro trova lavoro anche ar giornalista, ecco che er giornalista vi spiega quant'è figo fare er writer, perché er writer fa er writer su er muro del palazzo palazzinaro che è un water.

Anonimo ha detto...

Capite come stiamo. La storia è diventata "arretratezza".
Non si capisce più se sono ancora almeno un po' in malafede o se sono stati resi del tutto imbecilli.
Comunque, per te, che chiameremo "Qualcuno volò sul nido del cuculo", e per i tuoi amici lobotomizzati da questa società, il giappponese non si fa venti ore d'aereo per vedere i "palazzi ecocompatibili" (quali poi? quelli di parco Leonardo?), quelli se li vede a casa propria.
Tu viaggi per vedere palazzi ecocompatibili?
Sì? Qui l'urbanista alza le mani e passa la palla allo psichiatra.

Anonimo ha detto...

Comunque ragazzi, grazie a Qualcuno volò sul nido del cuculo delle ore 13.10 adesso abbiamo una dritta da non perdere: via il colosseo, via villa Borghese, via le Terme di Caracalla, via sto vecchiume arretrato indegno di un paese "moderno".
Preparate i pullman da Fiumicino per Parco Leonardo e Case Rosse, pare che i texani ne vadan matti.
Quanta droga.

Anonimo ha detto...

Anzi, propongo il varo di una legge che vincoli i sostenitori della "modernità" a vivere nelle case "moderne" - e noi vieti adoratori del bello negli attici del centro storico.
Facciamo così, e voi vi scatenate a tor bella monaca insieme co er ruspa.

Anonimo ha detto...

@1:20: Guarda che la "modernità" non è solo quella spazzatura romana di Tor bella merda e Tor Tre Froci, non credi? Possibile che la vostra visione del mondo si ferma a Fidene al massimo? Il fatto che Roma abbia edifici di merda moderni (e che intendi per moderni poi? Perché pure l'Eur rientra nell'architettura moderna e non mi sembra per niente male) e un passato invidiabile non implica conseguentemente che non si debba cercare di fare architettura decente ed ecosostenibile. Siamo arrivati al paradosso che bisogna ringraziare la crisi per aver fermato il settore edile romano, che di moderno non ha proprio un cazzo di niente.

Anonimo ha detto...

Anche queste foto con quasi assenza di vita umana e probabilmente fatte alle ore più disperate.
Ma questi fotografi di RFS non è che saranno tutti asociali e vogliono vivere come degli orsi solitari.
Foto senza vita, non traspare aria di serenità e gioia, che schifo!

Mia bella Roma non ti cambierei con nessun'altra città!

Giorgio

Anonimo ha detto...

AHAHAHAHAHAHAH

Non te pare vero che t'ho risposto eh TROLL? :D

Qua si parla di Lubiana vs Roma e tu ce butti dentro i palazzinari: l'arte del trollaggio messa in pratica :D Tempo di sgamo: 0.2 secondi

Oh che te devo dì? Buona permanenza nella maggica e storica capitale! La scittà piùbbella dermonno co tanta tanta storia millenaria! E tanta diossina ma vabbè, pure a storia millenaria! :D

Purtroppo alla trollata non ha abboccato nessuno (io t'ho dato un po' di spago per farti uscire allo scoperto, ce sei cascato alla grande), per cui, che dire?, sei una nullità pure oggi.

Senti, salutame Dino Mopress e cerca de crepà in fretta, te conviene!

Ciao merda! :D

Anonimo ha detto...

Eeeeh?
Un valium al tre, subito.

Anonimo ha detto...

Le foto senza persone si fanno per rispetto delle persone, che non hanno l'obbligo di finire su Romafaschifo.
E voi, smettettela di pensare per parole, vi mettono in testa le parolette e voi partite a molla.
A modernità, a modernità, ma invece di farvi rintronare di parole d'ordine a cui rispondete sbattendo i tacchi e con la mano sul cuore, usate il vostro avanzo di cervello: una città come Roma si conserva com'è, ciò che è bello e unico si conserva, a prescindere dal turismo, che della modernità di migliaia di moderne città americane se ne sbatte, e cerca Firenze, e cerca Roma, a prescindere da tutto.
Se anche tutta la popolazione mondiale fosse composta di zulu modernofili, e grazie al cielo non è così, ancora, Roma e la storia e la bellezza hanno diritto di esistenza a prescindere.
Sennò, ripeto, andatevene in uno dei milioni di posti "moderni" tutti uguali che sono al mondo, senza inneggiare alla rovina di quello che resta della civiltà, solo perché vostro zio vi ha trovato un posto da miscelatori di calcestruzzo da pacchiarotto er pappone dell'impalcatura.

Anonimo ha detto...

Eh certo, meglio la sfilata di fighe di legno, di coatti, pariolini, barboni e zingari per le strade di Roma, una città che favorisce lo scambio sociale e culturale tanto quanto un ibrido tra Catanzaro, Caracas o Hanoi durante la guerra. Roma è vita! E che vita...

Diego ha detto...

Non c'è bisogno di andare fino a Lubiana, in qualsiasi medio-piccola cittadina italiana, da nord a sud, si possono raccogliere foto simili a queste.
Roma, a confronto, sembra un cesso.

Anonimo ha detto...

Dunque a Lubiana non ci sono:
strade groviera ovunque
macchine parcheggiate a cazzo ovunque
camion bar ovunque
venditori abusivi ovunque
questuanti ovunque
barboni ubriachi ovunque
rom/sinti/camminanti ovunque
insediamenti abusivi ovunque
baraccopoli sul lungo Tevere ovunque
cassonetti sfondati e non svuotati ovunque
discariche ovunque
monnezza nelle strade ovunque

e grazie che è migliore.

Adesso per ognuna delle voci elencate provate a vedere che soluzione ci vuole e poi ditemi come con le leggi attuali si può venire a capo di una situazione incancrenita come quella romana.

A proposito, oggi è piovuto e Viale dei Romanisti (rotfl) si è allagato perché i tombini sono ostruiti da aghi di pino e rifiuti. Situazione segnalata ad aprile dal M5S

Tanto per tornare a parlare di paesi seri, in Giappone le strade cittadine assorbono senza problemi acqua come qui non si può neanche immaginare, altro che le pioggerelle romane. In Giappone d'estate ci sono i monsoni, mica storie.

Anonimo ha detto...

Ahoooo noi sciavemo asssoriaaaa!! Er colosseeeooohhh! Sintepiasce vattene nei possi dermonno tutti uguali e moderni!! Noi volemo vive immersi ne a ssoria fino ar collo!!1!Tr0ll!!!

Anonimo ha detto...

Ah, tanto per dire che il problema troppe volte in Italia sono le leggi o la loro applicazione, ecco cosa succede da giorni ad Albano

http://castelli.romatoday.it/albano/senzatetto-ubriaco-aggressione-donne-parco-rimembranza.html

e paragonate la situazione a quella della donna che caccia i due mendicanti che neanche avevano avuto il tempo di fare qualcosa. Li basta una donna, qui non bastano le bottigliate in testa per smuovere qualcuno.

Anonimo ha detto...

Il motto in Italia " magni tu che magno pure io" .

Anonimo ha detto...

Caruccia, ma resta pur sempre Lubiana in Slovenia. Con tutto il rispetto, parliamo di uno di quei Paesi "emergenti" dove sono fuggiti parecchi capitali, ovvero disinvestiti —se non rubati— anche da qui.

Dubito fortemente lo "slovanaro medio doc" sia equivalente di un lord inglese e tanto migliore e più educato del vostro "picantropo romanaro".

Comunque la bonifica, riqualificazione, ripulita etc. del fiume Tevere (e dell'Aniene), sarebbero auspicabili, così come il ripristino della navigazione.

Anonimo ha detto...

Breve lezione di lettura in trasparenza dei giornali per capire come alla fine magna tu che magno anch'io ore 2. 16 pm sia tutto sommato la migliore delle interpretazioni.
Il venerdì di repubblica, 7 agosto, riporta un articolo di curzio maltese che vivamente vi consiglio di leggere per capire quanto mafia capitale sia Roma stessa, anzi, l'Italia in essenza, di cui Roma è una sorta di dado concentrato.
E' almeno il ventesimo articolo che leggo di questo tenore, cominciando da un vecchio fondo di deaglio sulla stessa rivista, passando per un gratuito patinatissimo magazine distribuito al flaminio, arrivando alle strane omissioni di notizie di alcuni giornali, planando sull'editoriale di augello sul Tempo, di un paio di giorni fa, comprensivo di indiretto ingiuntorio appello alla Cassazione affinché riveda la foga accusatoria dei PM (Cassazione che ovviamente già si è espressa a favore della tesi dell'accusa, ovvero che OVVIAMENTE, AD EVIDENZA, SI TRATTA DI MAFIA).
Ma per i giornalisti no, questa non è mafia. E'...mafietta!

Anonimo ha detto...

Tutto giusto. Tuttavia converrai che —purtroppo— in questa città —ma anche nel resto del Paese— l'architettura in stile contemporaneo è per lo più vista come un corpo estraneo, quindi perde la sua funzione di fare da traino per il resto degli edifici degradati ove viene realizzata.

È un peccato, ma un certo punto uno deve anche vederle pragmaticamente determinate cose, ed ammettere che un determinato tipo di interventi qui vengono ripudiati, non compresi, etichettati come veniali e sprechi inutili.
In molti casi poi, questi interventi purtroppo non hanno poi nemmeno visto la luce, addivenendo occasioni di malaffare ed inefficienza: la città dello sport progettata da Calatrava, la nuvola di Fucksas, arrivando alla Maddalena in Sardegna.

Anonimo ha detto...

Perchè la conversazione è passata subito da:

"Come si potrebbe fare ada avere a Roma un lungofiume decoroso e pulito dove passeggiare sull'erba sorseggiando un birra, ammirando i monumenti in pace e non dover confrontarsi con un traffico veicolare ingestibile?"

a:

"Moderno contro antico: chi la spara più grossa?"
?

Anonimo ha detto...

D'altronde, se travaglio può continuare a ripetere che le intercettazioni negli atti giudiziari non sono soggette al segreto d'ufficio - lo sono, ma la lobby dei giornalari è riuscita a condizionare il legislatore in modo tale che della divulgazione eventuale venga ritenuto responsabile solo l'impiegato infedele, che non si trova mai, e non il giornalista (come se chi acquista un quadro rubato non sia colpevole come chi lo ruba) - perché mai maltese non può dire che mafia capitale è mafietta? In fondo, che sono mai omicidi, estorsioni, patti con la'ndrangheta, la presenza sempre più dilagante della banda della Magliana, corruzione capillare, turbativa d'asta, ricatti, spaccio, intimidazioni, persecuzioni, falsificazioni in atti giudiziari, complicità in divisa?
Se travaglio può dire che divulgare atti giudiziari non è contro la legge, perché mai deaglio non può parlare della "disperazione" dei rom contro cui - cattivone - se la prende il cittadino medio!
Capito il giochetto? Te la prendi con mafia capitale, ergo, te la prendi col povro zingarello nghè nghè.
E ciò deaglio ha la faccia di scriverlo dopo che è è stato rivelato l'ovvio, ossia che i rom stringono patti criminali con la malavita (visto che non la si vuole chiamare mafia) e che i capi zingari prendono le indennità di trasferimento campo da capi cooperative ex ergastolani!
Cose evidenti, del resto, da tempo, per chi VOLESSE vedere.
Ma, chissà perché, c'è tanta, tanta gente che non vuole proprio vedere. Mah, misteri del giornalaro italiano.

Anonimo ha detto...

LUBIANA:
Coordinate 46°03′19.8″N 14°30′29.88″E
Altitudine 298 m s.l.m.
Superficie 163,8 km²
Abitanti 274 826[1] (2013)
Densità 1 677,81 ab./km²

Anonimo ha detto...

Perché qui sopra operano TROLL in servizio permanente effettivo, il cui unico scopo è sviare la discussione per trasformare tutto in merda.
Se vuoi fare qualche commento fallo sulla pagina FB.

PS: pugnettini da quando si è ripulito, è irriconoscibile! Manco più una citazione di sheldon, un petto di pollo, un pem pem pem... Solo trollare e via, freddo e cinico lavoro :(

Anonimo ha detto...

E così, leggendo maltese scoprirete come si fa a minimizzare un'inchiesta eclatante ancora agli inizi, fingendo di deplorare la mancanza di "grandezza" dei suoi protagonisti.
Come se "grandezza criminale" (patetico ossimoro) sia far saltare per aria Falcone e Borsellino, come se non si tratti sempre della stessa ditta che ha cambiato insegna.
Poi, che caso curioso, maltese interviene sulla faccenda di Fiumicino - come l'emerito Furio Colombo! riducendo a "incuria" atti evidentemente DOLOSI.
Ma chissà perché, chissà perché.

Anonimo ha detto...

Quindi, Lubiana batte Roma duecento a zero, perché a Lubjana c'è criminalità, corruzione, ma una società civile per contro.
A Roma c'è la mafia, e la mafia è tutto, anche commenti da ritardati che cercano di distogliere l'attenzione dal punto, che è sempre lo stesso.
Gente da venerdì di repubblica.

Anonimo ha detto...

ROMA:
Coordinate 41°53′35″N 12°28′58″E
Altitudine 21 m s.l.m.
Superficie 1 287,36[3] km²
Abitanti 2 873 212[4] (28-02-2015)
Densità 2 231,86 ab./km²
Frazioni Vedi categoria
Comuni confinanti Albano Laziale, Anguillara Sabazia, Ardea, Campagnano di Roma, Castel Gandolfo, Castel San Pietro Romano, Ciampino, Città del Vaticano (SCV)[2], Colonna, Fiumicino, Fonte Nuova, Formello, Frascati, Gallicano nel Lazio, Grottaferrata, Guidonia Montecelio, Marino, Mentana, Monte Porzio Catone, Monte Compatri, Monterotondo, Palestrina, Poli, Pomezia, Riano, Sacrofano, San Gregorio da Sassola, Tivoli, Trevignano Romano, Zagarolo

Anonimo ha detto...

Mai visto confrontare formica e leone ma su questo blog succede anche questo, ricoli ed incoscienti tipico atteggiamento di bambini o ragazzi immaturi della serie l'erba del vicino è sempre la migliore oppure di quelli che ripeto lo voglio anche io lo voglio anche io lo voglio anche io.
Fate ridere!
LUBIANA:
Coordinate 46°03′19.8″N 14°30′29.88″E
Altitudine 298 m s.l.m.
Superficie 163,8 km²
Abitanti 274 826[1] (2013)
Densità 1 677,81 ab./km²
ROMA:
Coordinate 41°53′35″N 12°28′58″E
Altitudine 21 m s.l.m.
Superficie 1 287,36[3] km²
Abitanti 2 873 212[4] (28-02-2015)
Densità 2 231,86 ab./km²
Frazioni Vedi categoria
Comuni confinanti Albano Laziale, Anguillara Sabazia, Ardea, Campagnano di Roma, Castel Gandolfo, Castel San Pietro Romano, Ciampino, Città del Vaticano (SCV)[2], Colonna, Fiumicino, Fonte Nuova, Formello, Frascati, Gallicano nel Lazio, Grottaferrata, Guidonia Montecelio, Marino, Mentana, Monte Porzio Catone, Monte Compatri, Monterotondo, Palestrina, Poli, Pomezia, Riano, Sacrofano, San Gregorio da Sassola, Tivoli, Trevignano Romano, Zagarolo

Anonimo ha detto...

Mai visto confrontare formica e leone ma su questo blog succede anche questo, ridicoli ed incoscienti tipico atteggiamento di bambini o ragazzi immaturi della serie l'erba del vicino è sempre la migliore oppure di quelli che ripetono in continuazione lo voglio anche io lo voglio anche io lo voglio anche io.
Fate ridere!
LUBIANA:
Coordinate 46°03′19.8″N 14°30′29.88″E
Altitudine 298 m s.l.m.
Superficie 163,8 km²
Abitanti 274 826[1] (2013)
Densità 1 677,81 ab./km²
ROMA:
Coordinate 41°53′35″N 12°28′58″E
Altitudine 21 m s.l.m.
Superficie 1 287,36[3] km²
Abitanti 2 873 212[4] (28-02-2015)
Densità 2 231,86 ab./km²
Frazioni Vedi categoria
Comuni confinanti Albano Laziale, Anguillara Sabazia, Ardea, Campagnano di Roma, Castel Gandolfo, Castel San Pietro Romano, Ciampino, Città del Vaticano (SCV)[2], Colonna, Fiumicino, Fonte Nuova, Formello, Frascati, Gallicano nel Lazio, Grottaferrata, Guidonia Montecelio, Marino, Mentana, Monte Porzio Catone, Monte Compatri, Monterotondo, Palestrina, Poli, Pomezia, Riano, Sacrofano, San Gregorio da Sassola, Tivoli, Trevignano Romano, Zagarolo

Anonimo ha detto...

un municipio di roma è grosso come lubiana ?

Anonimo ha detto...

Guido De Angelis hai veramente rotto er cazzo.

Secutor ha detto...

E' possibile vedere qualche servizio dove Roma finalmente vince lo scudetto ? Mi riferisco a paragoni con capitali dove Roma possa far velere la sua bellezza ed efficienza suggerisco: Il Cairo, Dacca, Calcutta; Chernobyl, Mogadiscio, Port au Prince; almeno con queste spero ardentemente di fare bella figura nel mondo !

Cesaretto Lombroso ha detto...

I famosi "geni nostrani contrari ai parking interrati" forse sono contrari ai PUP, fogne interrate vendute a 70mila euro al gabbato di turno e quindi ad uso esclusivo di pochi.
L'unica iniziativa lodevole e pratica sono i parking pubblici, come quello del galoppatoio o quello di piazza Cavour che permettono a tutti di parcheggiare senza accendere un mutuo.
In ogni caso il degrado di Roma è solo colpa dei suoi abitanti, quindi un problema puramente antropologico irrisolvibile in un contesto democratico.

Anonimo ha detto...

che cazzo di paragoni, provate a salire sul bus a lubiana non pagate il biglietto anzi date una sberla all'autista o controllore e poi fate la stessa cosa in italia e confrontiamo le differenze P.S. ne sanno qualcosa i tifosi della lazio quando vanno in ( fortunatamente rare volte) trasferta all'estero!!

Anonimo ha detto...

Benvenuti ai microcefali che insistono sul tasto "ahò, ma rroma é grande cento vorte lubbiana"
grazie sopratutto per il vostro contributo alla distruzione di questa città
quando metterete il naso fuori dal vostro quarterucolo vi accorgerete di quanto vi sbagliate
me che ve lo dico a fare, per i paragoni ci vuole cervello ed istruzione...
ed io sto sprecando tempo

Anonimo ha detto...

Fra quarche giorno, parola de frate indovino, arriverà er confronto tra Roma e Vienna e poi sò cazzi.
Ma chi va, d'estate, a Lubiana o a Vienna?

Frate indovino

Anonimo ha detto...

Eh certo… a Lubiana sono tutti laureati con master annesso, viaggiano in tutto il mondo per lungo e per largo (cazzo incroci più Sloveni che Giapponesi e Americani in giro per il mondo), cagano petali di rose, pisciano acqua di colonia, e sudano chanel nº5.

È ora che vi rendete conto che non siete antropologi, ma solo casi psichiatrici.

Anonimo ha detto...

Boh! Se pensi che ci sono gente che vanno a Madjugorie…

Peppone

Anonimo ha detto...

Quelli sor viaggi de curtura per poi scrive sur brog, ao ma voi non uscite mai dar raccordo anulare ma e ferie e fate solo a li castelli.
Noi de RFS non semo gente de borgata ma de curtura.

Sora Assunta

Fracatz ha detto...

si tratta solo di fame
è la fame che aguzza il cervello

Criss Seregni ha detto...

Veramente, fra i posti che ieri magnavano monnezza ed oggi sono secoli avanti a noi, non c'è solo la Slovenia ma anche la Croazia. Se poi guardiamo all'Istria, che in fatto di pulizia e business sembra San Francisco o Vegas, vien da dire che è stato meglio per tutti che non è rimasta italiana.

Anonimo ha detto...

MWUAHAHAHAHAAHAHA

Ma avete visto su FB RfS ha pubblicato la foto di un tombino COMPLETAMENTE ricoperto di asfalto, che a mala pena si vede. E già so partite le scimmie che non hanno capito che c'è un tombino e pensano che il "pobblema" sia una mezza bottiglia infilata dentro una caditoia.

Che rintronati perdio!

Ma ancora pensate che questa città possa salvarsi? Ma lo vedete il livello degli abitanti? Prepotenti, ignoranti e fieri d'esserlo! A OGNI POST di RfS, anche se si parla di fame nel mondo, c'è sempre la risposta accazzo di un branco di TROLL con tanto di nome e cognome.

Ma come potete pensare di fare funzionare sto branco de mentecatti che chiamate romani? Ma quanto possono esse stupidi?

Anonimo ha detto...

"Simone Lorizio coglionazzo....sempre di meno...raccoji sta bottiglia...e fanne buon uso.."

Simone Lorizio, ma quanto poi esse stupido per scrivere na cazzata del genere, facendoti ridere dietro da tutti? Puntini di sospensione accazzo, minaccette mafiose, ironia da terza elementare.
Pora creatura guarda, che padre demmerda!

Anonimo ha detto...

Vivo in una città di pitecantropi.

Anonimo ha detto...

Beh pensa se erano pitecantropi mannari… te toccava compratte er calendario de Frate Indovino pè vedè le fasi lunari…

Anonimo ha detto...

5.34 pm, prrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

5.13 pm, leggi tanti, troppi, dépliant turistici e fai bene aiutano a viaggiare con la mente e a non affrontare le realtà della vita.
Interessante anche Alle falde del kilimangiaro, li ti fanno vedere quanto è bella Roma la città dove tutti i turisti vorrebbero visitare e viverci.

Anonimo ha detto...

Allora, cittadina carina il cui reportage fotografico non rende affatto giustizia. Prima di tutto perché effettuato in HDR: come re Mida trasformava in oro tutto ciò che toccava, ciò che viene fotografato in HDR diventa merda automaticamente. Uno degli obbrobri del nuovo secolo, fa il palio probabilmente con il color salmone in voga a fine anni '80 inizio '90. So cose brutte, perdonali Dio dell'Helvetica perché non sanno ciò che fanno.

Tuttavia preme anche sottolineare:
Foto 1: che cazzo è quel cavo penzoloni sulla colonna?!?
Foto 4: cartello stradale scarabocchiato

In diverse foto si vedono adesivi attaccati su pali e paletti vari.

Foto 26: graffito su muro.

Non ci siamo. Chiamare Orban e Putin per punire a manganellate le pecore slovene, trapiantare i lubinarai medi quadratici in gulag siberiano fino a nuovo ordine.

Anonimo ha detto...

Cazzo fammi andare a cliccare su un po' di link pubblicitari su dinamopress.it
PEM PEM PEM!

Anonimo ha detto...

Totti merda porco dio

Accademia della Crusca ha detto...

Comunque non vorrei fare troppo il precisino, ma gli origami sono fatti di carta e basta. Non è che li fanno in pelle, in plastica, in asfalto… sono di carta, punto.
Proprio la parola stessa è formata dai vocaboli piegare+carta.

Anonimo ha detto...

De sto passo sor Tonelli ce pubblicherà il confronto Roma con Zagarolo.

Anonimo ha detto...

E sti cazzi?

Anonimo ha detto...

Ahahaha, tua madre puttana

Anonimo ha detto...

Lubianca grande quasi come Ostia con numero cittadini quasi come Fiano.
Paragone improponibile quello Roma con Lubiana, altra cantonata per RFS però un obbiettivo è stato raggiunto tanti tanti commenti e quelli si che contano e quanto contano.

Anonimo ha detto...

Lubiana grande quasi come Ostia con numero cittadini quasi come Fiano.
Paragone improponibile quello Roma con Lubiana, altra cantonata per RFS però un obbiettivo è stato raggiunto tanti tanti commenti e quelli si che contano e quanto contano.

Anonimo ha detto...

LubianCa!

MWUAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAAH

Sciatti pure nelle trollate! Scimmie immonde :D

Bootleg Addiction ha detto...

...mmmm... Lubiana è più piccola di Roma, quindi non si possono fare paragoni...mha!
Stronzata buona per i gonzi. (ed i troll)
A Norimberga c'è la metropolitana. Norimberga è grande come la Garbatella.
Perchè farci la metropolitana? Perchè serve.
Lasciate perdere la macchina, prendete l'aereo e vedete il mondo. Con i low cost con trenta euro vi allargate la mente.
L'ignoranza è una brutta bestia.
O forse vi piace grufolare sempre nella stessa merda?

Anonimo ha detto...

Gli sloveni si trasferiscono in Italia e RFS ci vuol vendere che hanno il paradiso.
A questo punto o gli sloveni son tutti matti o RFS vende fumo per stordirci.

Anonimo ha detto...

Ciao frate indovino, pensi che fra poco oltre al confronto con Vienna ci sarà anche quello con Ladispoli?
Certo a Ladispoli c'è il mare e a Roma no, potrebbe essere na bella sfida tipo: a Roma non abbiamo il mare ma potremmo averlo se ............
Facci sapere caro frate.

Anonimo ha detto...

Secutor, non si capisce più un cazzo di quello che vuoi.
Prenditi un periodo per curarti, stai cannato peggio de Bob Marley all'ultimo stadio.

Anonimo ha detto...

A Lubiana non ci sono i romani + l'esercito di extracomunitari + le legioni di zingari + le torme di turisti che devastano, consumano, stuprano ogni giorno la città, 24 ore su 24, 365 giorni l'anno... Comunque è 'na battaglia persa, temo che anche un confronto con Jakarta o Phnom Penh farebbe uscire Roma con le ossa spezzate...

Anonimo ha detto...

la scusa che roma è piu grande non regge. E' piu grande ma ha anche l'apparato amministrativo piu grande e costoso d'italia, quindi dovrebbe essere anche IL PIU' EFFICIENTE.
...il confronto sarebbe impietoso anche con BAMAKO (Mali)!!!.

http://www.visitcapitalcity.com/imagens/city/Bamako/Garden-in-Bamako.jpg
http://www.akdn.org/assets/3/1279.jpg
https://everythingspossible.files.wordpress.com/2008/08/dscn9093.jpg

Anonimo ha detto...

ripeto, perfino in realtà POSTBELLICHE SUBSAHARIANE c'è più rispetto degli spazi pubblici
http://c0027112.cdn.cloudfiles.rackspacecloud.com/28907.jpg
credo che roma costa qualcosina piu del mali o no?

Anonimo ha detto...

Vengo da una vacanza in Austria. Ho visto finalmente cosa sono le ciclabili, la pulizia, le regole...Ecco se uno volesse stringere il discorso per arrivare al punto focale del problema è che qui regna semplicemente l'anarchia ed è fin troppo palpabile l'idea che non vi sia alcuna forma di controllo. Lo capisce chi vuole fare "affari" cosi come il poveraccio che viene a crearsi il suo posto di lavoro. Lavori illegali ma tollerati a tal punto da permettere a chiunque di pensare che questa sia una città dove "se pò fa!". Non è che in Austria non ci siano ladri e farabutti, ma li, come in altri paesi civili, ci pensano cento volte prima di sgarrare. Quale stregoneria non permette che ciò accada anche per Roma? Come dargli torto poi, se tra tante località ne scelgono una dove i controlli sono ridotti al minimo e dove se ti beccano (SE) di certo non ti scoraggiano nel continuare le tue attività. Prendere la metro a Luglio non è stato solo un inferno, ma è stato profondamente umiliante doversi sentire trattati come bestie dalla tua città a cui paghi tutto, anche il bit da 1.50 per fare un viaggio di merda dove di nuovo senti di essere stato derubato legalmente. Certo che fa rabbia il grupp di ragazzini organizzati che rubano portafogli in metro a turisti totalmente impreparati ma ti fa più rabbia sapere che rivedrai le stesse scene il giorno dopo e il giorno dopo ancora perchè capisci che non esistono conseguenze per gli altri e subisci solo tu cittadino il risultato di queste mancanze. E ti devi pure sentir dire che sei anche un pò stronzo a prendere la macchina ed inquinare quando ci sono i mezzi di trasporto o le ciclabili... eh! Contentini, ecco cosa cosa ci propone questa città e dobbiamo pure ringraziare! Ripartire da 0 vuol dire stanare i veri responsabili e fargli capire una volta per tutte che fare affari a Roma non conviene, perchè ti fanno un mazzo tanto! Basterebbe questo principio base per avere un punto di partenza serio da cui ripartire. Basterebbe avere un'informazione libera, solo allora la gente saprebbe con chi prendersela sul serio.Cercare i veri responsbili, sputtanarli quotidianamente e quotidianamente informare i cittadini. Voglio vedere ogni santo giorno le facce e i nomi di chi ci mangia sul serio ed ha permesso che una città come ROMA (oooh, sveglia! Roma!!) si riducesse ad una fogna a cielo aperto. Nomi e cognomi, foto e video ogni santo giorno non del poveraccio/ladro/rom di turno, ma dei signori ben vestiti che permettono tutto questo. I romani saranno cafoni, lavativi, sporchi brutti e cattivi, ma voi giornalisti avete una responsabilità enorme su tutto questo ed è il momento che qualcuno ne prenda seriamente atto. POI posso anche accettare di sentirmi stronza perchè prendo la maghina invece della metro o fessa perchè non faccio niente per migliorare la mia città. Non ho problemi a raccogliere cartacce di altri, ma devo almeno percepire che serva realmente a qualcosa a lungo termine e questo me lo può garantire solo una città che funziona ed il suo funzionamento dipende molto dall'informazione che arriva e che canalizza questo senso di rabbia verso i veri obiettivi. La denuncia fatta fino ad oggi è di facciata e non permette di vedere oltre lo schifo che il romano già vede e conosce. Serve solo ad innervosire e svilire e non porta ad altro se non a lamentele da bar. Il romano è brutto,sporco e cattivo, ma ha ancora una dignità, cosa che non si può dire di chi ha in mano il vero potere di cambiare le cose..

Anonimo ha detto...

la magistratura sta indagando sulle strade e sui numerosi incidenti dovuti alle buche. tutti gli anni pochi giorni prima di natale la ditta che ha in appalto la manutenzione delle strade al municipio XI° (ex XV°)si presenta davanti all' ufficio tecnico, in via m. mazzacurati, con un furgoncino carico di cesti con prodotti alimentari, sono uno per ogni dipendente dell' ufficio tecnico, in totale 85 cesti. da dove deriva tutta questa generosità?

Anonimo ha detto...

Ma che paragoni fate, Lubiana 200 mila abitanti capitale di uno stato sottosviluppato la potresti paragonare a Trento o Trieste e ci avrebbe da perdere di sicuro. Non fate demagogia e qualunquismo italiota, ve date la zappa sui piedi!

Anonimo ha detto...

Ahhòòò nun ze po paragona Lubianka co a maggica capitalee ahhòòò!! Li scianno e pezze arculo è npaese sottosviluppato è logico che stanno mejo de noi nooo?? Cioè poi Lubbianka c'ha meno abbitanti de npalazzo de a maggica capitale, te credo che è tutto pulito! Che poi mi cuggino scè stato nel 1979 e ha visto uno che buttava la carta pettèra!
MA ALLORA VE DATE A ZAPPA SU LI PIEDI NO? ERBLOGGHE E' FARZO! A MAGGICA CAPITALE E' PERFETTA COSI!!!1!!!

Criss ha detto...

al coglione anonimo delle 12:27, faccio presente che Trieste e Trento sono altrettanto pulite, eppure stanno in Italia. Quindi è una questione culturale, non di numero di abitanti (il fatto che sono 200mila in tutti i casi, non sussiste)

Anonimo ha detto...

Per chi dice che i paragoni con città meno popolose non si possono fare volevo ricordare una cosa.

I 15 municipi in cui roma è suddivisa, muovono milioni di euro ciascuno, si avete capito bene Milioni ogni anno.

Per tanto il paragone con realtà piu piccole è validissimo.

Anonimo ha detto...

Dopo questo reportage, ancora una volta, mi vergogno di essere romano.


P.S. Aspetto con impazienza la solita risposta del romanaro/troll: "Aoh si nun te piasce sta a Roma te ne poi pure annà"...

Anonimo ha detto...

Non so se vi va bene, ma New York mi pare un confronto all'altezza dimensionale, e New York è seicentomila volte più pulita, ordinata ed efficiente persino ad Harlem.
Ossia è una città normale, perché sono tutte così le grandi e piccole città, fuori dall'Italia.

claudio ha detto...

ao ma voi di RFS pompate i colori solo sulle foto che volete far vedere piu belle ?

Daniele ha detto...

smettetela di scrivere puttanate... Ljubljana non sta più avanti di Roma ANZI... se volete vedere le strade belle e pulite non vi serve di andare a Ljubljana vi basta un altro posto in Italia meno affollato...
Se avete da ridire, fatevi un anno di vita nella piccola capitale Slovena come la chiamate voi... andateci con una qualifica professionale, piangerete perché non trovate lavoro, alla fine dopo tanti sforzi lo troverete, vi farete sfruttare... verrete pagati 99€ per un MESE intero di lavoro, rischierete carcere,infarto,embolia,sindrome da supersayan ecc dopodiché tornerete a Roma e direte... ma lo sai che te dico MAVAFFANCULO A TE E A LJUBLJANA... true story amici miei... prima de scrive sti articolini fatevi un esperienza di vita sul posto... a Ljubljana campi (ma proprio tiri a campare) se sei uno studente...Sloveno per giunta... altrimenti come si dice a Roma.. Te la pii nder C*** ... saluti

ciccio ha detto...

Eccerto aoh, si nun avete gabido, er probblema è che Roma è grande e affollata. E poi all'estero te sfrutteno, 'nvece a Roma staggisti e lavoratori stanno 'na favola aoh. In particolare i pendolari e li immigrati. A Roma nun te sfrutteno mica, se lavora 'na favola, dicheno pure che qua a Roma nun ce sta 'a mafia.

Daniele ha detto...

Non ho detto questo, vi ho solo raccontato un esperienza di vita personale non positiva... parte della mia famiglia é Slovena quindi se so piu di te...
Tu piuttosto DOVRESTI andarci all'estero... magari impareresti a parlare e scrivere in una lingua che non é quella del posto in cui sei nato e con la quale hai fallito miseramente..
a Ljubljana ti direbbero.. Jebi se kurac glava... iote lo posso dire in Italiano se vuoi.. ma non sono sicuro in ogni caso che lo capiresti! buonaserata "uomoniente"

ciccio ha detto...

Provi a rigirare la frittata ma:

1) Hai esordito ribadendo il concetto di Roma sporca perchè affollata\grande\turistica blah blah. Sciocchezza smentita dai fatti e dai confronti con città molto più affollate, ma che viene riproposta in un commento ogni due. Perchè continuate a farlo?

2) Hai continuato parlando genericamente di problemi di integrazione\lavoro. Ma l'articolo parla di arredi urbani, per il resto specifica comunque che "la Slovenia è un paese corrotto e in crisi". Inoltre la Roma contemporanea non è da meno in quanto a corruzione, mafia e problemi di integrazione.

3) Dovrei andare all'estero? Hai assolutamente ragione. Ci sono stato, ci vado quando posso e sto seriamente pensando di lasciare Roma e l'Italia definitivamente.

Anonimo ha detto...

"Situata nel centro del paese, la città possiede una popolazione di circa 274.826 abitanti"....(Fonte Wikipedia)..percui che cazzo di articolo hai scritto?è come se volessi che i banani crescessero nel cesso di casa tua, coglione "articolaro del web"!!!
Roma fa schifo.....purtroppo a livello morale stai regredendo tanto pubblicando confronti ed esempi che non centrano un cazzo con la realtà di merda romana

Ivan ha detto...

Roma la sporcano in maggior parte i turisti, giovani che comprano pizze le mangiano per strada in piazza, lasciano gli involucri ovunque (nella maggior parte dei casi), anche se ha due passi ci sono i contenitori , genitori che non badano se i bambini gettano la carta. Per non dimenticare la vita noturna in piazze (fino all' una, le due di notte, con bottiglie ed altro rimaste in piazza. Al tempo dell' Unione Sovietica, non si trovava una cica per strada. Se ti vedeva qualcuno gettare un foglietto di carta ti ricchiamava. Eh, gia', "era il comunismo (sic!)".
Suggerrisco alla Sindaca di riguardare un po' il traffico di Roma: Carico e scarico merci, negli orrari come in altre citta' di rispetto! Certe vie sono un labirinto; La via dei Serpenti per esempio e' "squartata" in 3 (tre) direzioni. E poi le bucche per strada..
Invece per quanto riguarda gli autobus, scrivere sulle tabelle, alle stazioni di partenze l' orario di partenza; all' ora e 10 min, a 20, 40 etc. Fare entrare i passeggeri all' ENTRATA, e alle fermate di partenza (particolarmente il 64 mettere le transene perche' i passeggeri mettano in fila...Naturalmente far scaricare qualche metro prima quelli che arrivano! Etc,etc... Ivan

ShareThis