Dipendenti Atac barricati dentro ai gabbiotti. Malcostume assurdo, storia ridicola

5 giugno 2017


A poche ore di distanza dal tweet Atac procede alla bonifica

***********************************





21 maggio 2017
Ora ci sono le tendine fatte con le buste della spazzatura srotolate sui vetri e si continua ad appiccicare mappe una sopra all'altra...


Guardate la timeline e ridete. Anzi piangete. La scarsa dignità dei dipendenti Atac non conosce confini, remore e limiti. E in moltissime stazioni della metropolitana coloro che dovrebbero essere addetti ai controlli continuano a barricarsi nelle maniera più creative dentro ai gabbiotti. Così non vengono "disturbati" dai viaggiatori, così i viaggiatori non possono vedere cosa fanno e cosa non fanno, così possono fare quel che gli pare senza che questo venga documentato.

Proprio da questo è nato questo nuovo malcostume. Negli anni passati questo e altri blog presero a documentare l'atteggiamento poco professionale di gabbiotti dove gli addetti invece di osservare con scrupolo i monitor di sorveglianza (specie in anni di tensione dal punto di vista del terrorismo, a maggior ragione sui mezzi di trasporto di massa) se la spassavano davanti a pornazzi, film e videogiochi. Una volta sgamati, i dipendenti Atac e quelli delle società di sorveglianza potevano fare due cose: o piantarla di lavorare in maniera mediocre e mettersi a lavorare in maniera seria, oppure trovare il modo per barricarsi e non farsi più riprendere e vedere. 
Hanno scelto la seconda ipotesi.

Ma ora con i Cinque Stelle al governo della città dovrebbe essere cambiato tutto. Tantopiù che c'è un nuovo management in Atac che senz'altro avrà diramato delle linee guida chiare e stringenti su questo problema. 

E allora abbiamo fatto un esperimento. Abbiamo denunciato pubblicamente su Twitter il fatto. Atac non ha potuto fare altro che sistemare lo scempio confermandoci rapidamente il ripristino della dignità su Twitter. Dopo qualche giorno però siamo tornati a controllare e la situazione era quella che vedete. Chi ha vinto? Chi è più forte? L'azienda o i suoi assurdi dipendenti? Esistono i controlli? Esistono le ispezioni? Come è possibile che ciascuno possa fare come gli pare senza conseguenze e senza che l'azienda presidi come vengono utilizzati i suoi stessi beni? Basterebbe un ispettore che controlli come sono gestiti gli spazi comuni che scenda ad ogni stazione e faccia le sue considerazioni. Un costo nullo per tenere tutta la rete in ordine e segnalare agli uffici preposti chi si comporta male. Anche perché non esiste in nessuna metropolitana del mondo (ma davvero nessuna!) uno scenario simile.
Chissà cosa ne penserebbero i sindacati, quelli che con la precedente amministrazione di Atac stavano finalmente subendo una dirigenza che li teneva a bada e che invece oggi sono tornati protagonisti e padroni di una società prossima al fallimento...!?

Intanto non dimenticate che è in corso la raccolta firme per i referendum Radicali sulla privatizzazione di Atac. Probabilmente unica strada per interrompere questo genere di inquietanti siparietti. 

112 commenti | dì la tua:

bat21 ha detto...

A Milano questo non avviene, perciò dico sempre Milano è meglio di Roma!

Forza magica Roma ha detto...

Capitano ci mancherai!

Anonimo ha detto...

Ma perché ci hai detto di votare Raggi, Tonè!

Anonimo ha detto...

sono tutti protetti, altro che azienda...ma quale azienda, atac? Quella che fa girare quei bidoni di autobus, se si ricorda? Quella che fa girare le metro completamente imbrattate e piene di borseggiatrici?

Enrico Busalla ha detto...

Puoi dirlo forte caro amico bat!

Anonimo ha detto...

io, pur di non pagare più questa gente, viaggio con la rete trenitalia dentro roma, di sicuro sono più seri. Si può fare il biglietto pagando trenitalia e non atac.

Anonimo ha detto...

vogliamo pure parlare dei dipendenti atac con pettorina gialla? non si capisce bene cosa stiano li a fare, non controllori, forse dissuasori (in fermate e orari dove l'evasione è molto bassa), ma in pratica non fanno niente a parte assistere gli utenti perchè ai tornelli ogni volta è un terno all'otto, devo provare in media 3 tornelli per farmi riconoscere l'abbonamento. 4 persone per supplire al malfunzionamento di un macchinario che è continuamente aggiustato (forse male)...

bat21 ha detto...

Io vivo a Milano ancora meglio!

bat21 ha detto...

Pure a me a Milano capita che l'abbonamento magnetico non viene letto. Forse ti si sta smagnetizzando?

bat21 ha detto...

@1.09pm si, può darsi, anche io vivo a milano, può darsi di sì

bat21 ha detto...

I commenti di prima sono quelli di un trolletto. Io scrivo solo per ricordare che avete una occasione per riscattarvi e per licenziare tutti questi lavoratori http://mobilitiamoroma.it/ andare a firmare per la messa a gara del servizio di ATAC. Ve lo immaginate se con Arriva tedesca che gestisce le metro potreste vedere queste scenette? Questo referendum e' un banco di prova per la città, se non passasse vuol dire che i suoi abitanti sono troppo involuti per capire quali sono le priorità e le necessità e di conseguenza meriterebbe il default e il conseguente impoverimento da licenziamento di massa nelle amministrazioni. Fate vedere che non siete "meridionalizzati" stupite l Italia per mandare a casa questi 12000 dipendenti la cui qualità si desume bene da questo thread (ps Romafaschifo e' un blog preziosissimo, una fioca candelina accesa nelle tenebre, perché non fa pubblicità a questo fondamentale referendum?)

Anonimo ha detto...

1.40pm meglio il troll che quello che scrivi te, ti ricordo che TPL è privato e passa ogni 30 minuti, se pagano gli stipendi. La RATP ha preso in gestione un collegamento tra una località vicino roma ed il capolinea della metro c, e non è cambiato nulla di nulla, quindi di che parliamo.

Anonimo ha detto...

tanto, comunque, quel referendum non se lo filerà nessuno, tranquillo bat.

bat21 ha detto...

Allora se quel referendum non se lo filerà nessuno vorrà dire che Roma deve andare al default. Tiferò per quello perché gli abitanti se lo saranno meritato, il benekomunismo a spese della collettività (leggasi delle regioni che pagano il conto) e' una delle dimostrazioni più classiche del sottosviluppo quindi se proprio la popolazione romana vuole continuare in questo modo lo faccia a spese sue. Se invece di un tpl decente chiede il posto di lavoro per Gino o per il marito di Pina lo faccia con le sue risorse non con quelle degli altri. Non deludetemi vi prego fatemi ambite a diventare qualcosa di diverso rispetto ad un paesone del sud.

bat21 ha detto...

Scusa se per favore smetti di chiamarti come me, mi risolvi un problema, pure perché gli altri del blog pensano che ste cazzate le dico io! BASTA!

Anonimo ha detto...

Stupisci l'Italia, coglione vattene a fanculo.

bat21 ha detto...

Che idiota uno che usa il nome di un altro per fare lo spiritoso!

Anonimo ha detto...

È la privacy, stanno a caca'!! Che ora i dipendenti atac devono farla davanti a tutti???

Anonimo ha detto...

Secondo me questo tizio che si fa chiamare bat21 o chi per lui, visto che il vero qui su si è pure arrabbiato, ha qualche interesse particolare con qualche azienda di trasporto, visto che insiste da giorni con questo referendum, che se nemmeno RFS si fila!
A pensar male...

Enrico Busalla ha detto...

Ma bat, cosa ti frega di Roma, pensiamo a Milano!

Adaret ha detto...

Complimenti a te che vivi nella mitica Padania! Vi hanno costruiti I depuratori? Perchè fino a qualche anno fa, la merda la gettavate tutta nel Po!

Anonimo ha detto...

si vabbè, l'avrei pure firmata la richiesta di referendum, ma evidentemente neanche i radicali lo vogliono, 5 banchetti in tutta la città? Ma non potevano raccogliere le firme su internet?

Anonimo ha detto...

In ogni Ente pubblico esiste un Codice di condotta per tutti i dipendenti, e chi lo infrange è soggetto a provvedimenti disciplinari.
ATAC non è "formalmente" pubblica, ma non credo ci potrebbe obiettare, neppure davanti al Tribunale del lavoro, se fosse adottato lo stesso Codice di altri Enti pubblici.

Pertanto, il primo passo è quello di scrivere il Codice- ammesso che non esista già.
Il secondo è quello di affidare ai Dirigenti la responsabilità delle sanzioni. E', anche in tal caso, una specifica responsabilità dirigenziale, come da Contratto Nazionale dei Dirigenti, già da molti anni in vigore, firmato da tutti i Sindacati, riconosciuto in tutti i gradi di giudizio ecc. ecc.

Nel caso il cittadino registrasse una inottemperanza a tale Codice di condotta, dovrebbe segnalarlo per iscritto all'Ente/azienda. In caso di inerzia, può partire l'esposto denuncia.
In ogni caso, esistono le sanzioni interne, disciplinari, per dipendenti e Dirigenti.

Anonimo ha detto...

Dai non facciamo i pignoli, non lavoreranno tanto, ma i trasporti più o meno funzionano! Magari aspetti i mezzi 30 minuti, magari sono sporchi, certo qualche volta prendono fuoco, però più o meno....

Miro ha detto...

Io ho il cazzo grosso e tu il pisellino moscio, perciò dico sempre che roma é meglio di Milano.

Anonimo ha detto...

A piazzale agricoltura usano direttamente le serrande

Anonimo ha detto...

Dicesi sindrome VLZA=Voja de Lavora'Zompame Addosso

Anonimo ha detto...

Per giugno 05, 2017 2:47 PM
No perché vanno autenticate da un ufficiale pubblico, che sono pochi ed altrettanti sono i banchetti. "Casualmente" questi ultimi sono posizionati in punti strategici facilmente raggiungibili.
Quindi te che sei (presumo) romano e puoi firmarlo, prenditi tempo per farlo.
Noi della provincia, ahimè, siamo nelle vostre mani. E ricordo che noi siamo quelli che non prendendo la macchina evitiamo un po' di traffico sul e dentro il Gra.

fracatz ha detto...

ahahahahahahahahahahah
i referendum radicali
ahahahahahahahahahah
stamo ancora ad aspettà dal 1995 che la rai venga privatizzata
e dire che pannella ad un certo punto je riuscì puro de fasse nominà dar cavajjere, nun ricordo bene in quale ministero

Anonimo ha detto...

Secondo il M5S essendo pubblici sono automaticamente prossimi alla santita'.......
quindi di cosa stupirci?

Anonimo ha detto...

Ben detto Miro bat21 è un cojone!

Anonimo ha detto...

fracatz non privatizzano una ca**o, neppure il tuo tranquillo, resterà inmezzo alle orecchie dove è sempre stato. Leggiti il referendum almeno un dici idiozie senza senso,

Anonimo ha detto...

Non è il caso è la solita fuffa dei radicali! I soliti amici dei poteri forti, come del resto i 5S

Anonimo ha detto...

@1.09
può essere che si stia smagnetizzando ma non sono l'unico ogni giorno la maggior parte di quelli che vedo devono provare almeno 2 tornelli

Anonimo ha detto...

Comunque è vero. Può essere odioso dirlo, ma a Milano non succede. Il personale ATM e AMSA si comporta molto diversamente, al di là del fatto che tutto, a partire dalle infrastrutture e dall'organizzazione del lavoro, è di diverso livello. Se vogliamo evitare rivalità, diciamo che non succede nemmeno a Madrid, a Lisbona, a Francoforte, a Helsinki, a Vienna, a Barcellona, a Londra, a Stoccolma, ad Amsterdam, e possiamo proseguire a lungo.

Anonimo ha detto...

Al posto dei gabbiotti ci starebbe bene un bel chiosco bar che in cambio della concessione potrebbe, che so, pagare un canone di 500.000 euro l'anno e curare la sicurezza e la pulizia della stazione.
Anzi, anche quella delle 2 stazioni adiacenti.

Naturalmente i dipendenti oggi "nascosti" verrebbero licenziati così si libererebbero altre risorse economiche...

Anonimo ha detto...

Il fiore all'occhiello di Roma.

Rocco Pitasi ha detto...

Concordo sul modo diverso di lavorare tra Atm e Atac. Sicuramente ci sono problemi dei lavoratori Atac che hanno strumenti inadeguati in alcuni casi, ma questo non giustifica il non lavorare.... Purtroppo a Roma le cose più importanti sono altre... Tipo Stadio, Roma, Lazio e Magnare ....

bat21 ha detto...


Mancano ancora 25000 firme. http://www.dire.it/30-05-2017/124638-atac-radicali-raccolgono-firme-referendum-gia-cinquemila/ forza Roma stupisci l Italia facendo vedere che vuoi efficienza e non posti di lavoro parassitari (redazione di rfs date una mano ai promotori , pensateci e' cruciale per tutti, anche per chi non abita a Roma). Se concordate sul buon servizio di Atm (e come non farlo) magari potrebbe essere lei a fare il servizio TPL a Roma dopo aver vinto la gara. Pensate autobus puntuali e puliti, metro puntuali e pulite e a costi inferiori per tutti i pagatori di tasse.

Anonimo ha detto...

E la Fiera dei luoghi comuni! Complimenti sei un grande! Potrebbe essere un ottimo blog, ma scade sempre in questi commenti standard che non portano a nulla di buono. Sono da condannare chi non lavora, sempre se 2 fogli attaccati sono sintomo di ciò, ma c'è anche tanta gente che lavora onestamente! Ma che lo dico a fare questo è il target della gente che scrive qui!

bat21 ha detto...

Sono bat21 e non ho scritto il post delle 7.14pm

Anonimo ha detto...

7.14 pm ripeto la mia domanda di prima, rimasta lettera morta! Che interessi ha in questo referendum? È di qualche azienda di trasporto che riceverà qualcosa? Se nessuno ha dato seguito a pubblicizzare questo referendum, se lo è chiesto perché?

Anonimo ha detto...

Cultura e mentalità del terzo mondo, che poi girando per il mondo mi rendo conto che queste cose accadono soltanto nel bel paese. Sicuramente questi impiegati puntano il dito verso gli altri.
In tutto il mondo i gabbiotti sono molto più piccoli, danno informazioni, controllano e danno vendono anche biglietti, se necessario. Qui tutti si mostrano belli a far NIENTE.

bat21 ha detto...

Dai non tutto il bel paese così, è stato qualche volta da noi qui a Milano?

Enrico Busalla ha detto...

Milano capitale d'Italia!

bat ha detto...

Non tutta Italia e' 19:36 così ma Roma. Per evolvere una firma http://mobilitiamoroma.it/. Potrebbero venire i francesi, i tedeschi, gli inglesi o la atm milanese ma di sicuro chi prenderebbe il posto di Atac non farebbe vedere questi spettacolini

bat21 ha detto...

Scusa ma che fai il pappagallo! Non usare il mio nome!

Anonimo ha detto...

Lasciando da parte per un momento la questione efficienza, va detto che persone cosi' fanno schifo dal punto di vista umano prima di tutto. Sono questi i rifiuti della societa', altro che gli immigrati.

bat ha detto...

Hai ragione questo perché a Roma non avete votato il PD come noi a Milano!

Anonimo ha detto...

non faranno mai controlli, farli vorrebbe dire schierarsi, schierarsi vorrebbe dire prendersi responsabilità e con quali palle potrebbero mai farlo?

A proposito di capacità faccio una domanda semplice semplice, ve lo immaginate di maio a colloquio con la merkel?

Anonimo ha detto...

Non tutta Italia è così ... la sua cultura mi sorprende sempre di più. Immagino che le sue deduzioni siano di un esperto del settore non certo di uno che si affida ai radicali o peggio ai giornali per farsi un opinione e poi con vari troll, ripetere allo sfinimento i soliti concetti

Sha ha detto...

Atac e la maggior parte dei dipendenti dovrebbe vergognarsi!
Oggi a piazzale partigiani, 35°,con una pensila microscopica che faceva ombra, una signora anziana con un bastone, quindi con un'invalidità visibile ad occhio nudo, si é permessa di chiedere con educazione e molta gentilezza all'autista a che ora partisse l'autobus e se poteva salire per sedersi visto il caldo asfissiante e lui con la gentilezza che caratterizza un sasso sotto il sole ha risposto con testuali parole:" Ah Signò! Io ho fatto la notte! So le 11 e ancora sto a guidà. L'auto riparte e se riapre quando m'arriva il cambio.. mo me vado a pia un caffé".
La signora ha ringraziato e si é rimessa nel centimetro quadro di ombra, aspettando con noi altri 40 minuti che il "cambio" arrivasse.

Ora mi chiedo, é colpa dell'autista che dopo turni asfissianti fa il coraggioso e se la prende con una povera anziana, é colpa dell'azienda che tiene omuncoli del genere ancora a contatto con una clientela CHE PAGA REGOLAMENTE IL BIGLIETTO, o é colpa della politica?

Resta il fatto che prendere i mezzi a Roma equivale ad andare al ristorante "la parolaccia"... pagare per essere mancati di rispetto e essere presi a parolacce!

bat ha detto...

A Milano non è così! Lasci Roma chi glielo fa fare!

Gli amici di Silvio ha detto...

Silvio Berlusconi unica speranza!

bat ha detto...

Come mai non ha vinto a Milano?

Enrico Busalla ha detto...

Bat non ti arrabiare, l'obiettivo Milano capitale, dobbiamo restare uniti!

Anonimo ha detto...

https://m.facebook.com/Expo-the-City-Milano-fa-Schifo
Non è seguito come Tonelli, ma è molto interessante

Anonimo ha detto...

Non conosco bene la situazione dei mezzi pubblici, vivendo in centro (attico e superattico) e spostandomi solo in bici. Anche i miei amici vivono tra Serpenti e Pantheon. Certo però sarebbe un peccato se non privatizzassero.
Il cugino di Rotafixa

Anonimo ha detto...

Sei un povero demente, sempre la stessa battuta. Altri argomenti?

Anonimo ha detto...

Anonimo 10.07pm mi ricordo di te lo sfigato che abitava nel monolocale, della squallida periferia milanese, che lavorava in un call-center, che non aveva più la ragazza e gli avevano rubato pure la bici.

Anonimo ha detto...

Visto, ma come Milano non ha i problemi di Roma!

Anonimo ha detto...

Secondo lei di cosa sarebbero sintomo quei 2 fogli attaccati?

Anonimo ha detto...

Io trovo anche ridicolo che non posso chiedere informazioni che vengo insultato, prendo la metro anche 4 volte al giorno, se ho bisogno di qualcosa tipo informazioni oppure perche cazz* su cinque macchinette non mi accetta i due euro io non posso rivolgermi al gabbiotto che l'operatore o m'ignora o mi risponde male.

bat21 ha detto...

http://formiche.net/2016/06/16/indagine-tpl-antitrust/ contenti di pagare tasse salatissime per tenere in piedi questo baraccone? giugno 05, 2017 11:38 PM ti becchi insulti inutilmente dato hai un modo per evitarli in futuro, andare a firmare per la liberalizzazione dei servizi ATAC.

http://mobilitiamoroma.it/
per il dossier
http://mobilitiamoroma.it/mobilitiamo-roma-il-dossier/

Adesso mettero' in firma questo appello, il troll che mi scrive sopra sarò costretto ad imitarmi perchè la sua azione sia un minimo realista e se non lo farà si qualificherà in quanto troll ;)

Anonimo ha detto...

per 10,27
e prima di rubargliela l'hanno buttata per terra, dura sembrare intelligirnte vero?

Anonimo ha detto...

A me non danno fastidio alcuno....sarò strano.....

Anonimo ha detto...

"Anonimo ha detto...
A me non danno fastidio alcuno....sarò strano.....

giugno 06, 2017 12:50 AM"
Quando poi si devono pagare le tasse promettimi che li pagherai per tutti noi, se a te non ti danno fastidio
Che mentalità. Per questa ragione qui NON cambia MAI nulla.

bat21 ha detto...

Senti ora hai stufato con sta storia del troll, ti ho chiesto di smettere di usare il mio nome!

bat21 ha detto...

Trolletto delle giugno 06, 2017 7:49 AM il vero bat21 fa campagna per la messa a gara del TPL romano cosa che ha sempre espresso come desiderio in anni di commenti su questo gruppo come ricorderanno gli avventori storici. Se non metti la firma sulla liberalizzazione dimostri solo di essere quello che sei, un trolletto che pensa di dare fastidio ;)

----
Fai mettere a gara il servizio di ATAC. Basta pagare per le tue tasse la mangiatoia della politica per non avere servizi.
VOTA E FAI VOTARE PER IL REFERENDUM
http://mobilitiamoroma.it/
----

Anonimo ha detto...

Zitto coglione, fai solo battute del cazzo. Non hai argomenti!

Anonimo ha detto...

Il vero bat21? Te l'ho detto tante volte pensa alla fogna dove vivi. La società per cui lavori non vincerà mai la gara!

Anonimo ha detto...

Bat21 o come ti chiami, al posto tuo mi batterei affinché molte stazioni della metro di Milano fossero accessibili alle persone meno fortunate, stesso dicasi per i tram, soprattutto al centro non sono accessibili da tutti!

bat21 ha detto...

Tranquillo giugno 06, 2017 8:34 AM io lavoro in altro settore.
Quello che voglio vedere dalla collettività romana è 1) consapevolezza dei gap con le realtà evolute, 2) voglia di cambiamento in senso positivo, 3) a valle di 1) + 2) messa in atto dei provvedimenti che allineano la città alle realtà evolute. La presa di coscienza che il benekomunismo è insostenibile, sbagliato ed immorale sarebbe il segnale più importante del fatto che la recovery è possibile. Questo il trolletto non lo scrive, il vero bat21 lo scrive da anni su queste pagine ;). Non mi pare vero di avere un referendum che realizzerebbe quanto penso, e dopo ATAC sarebbe stupendo il turno di AMA e ACEA e la dismissione di tutto quanto in mano al comune.

----
Fai mettere a gara il servizio di ATAC. Basta pagare con le tue tasse la mangiatoia della politica per non avere servizi.
VOTA E FAI VOTARE PER IL REFERENDUM
http://mobilitiamoroma.it/
----

Enrico Busalla ha detto...

Bat ha ragione anonimo 8.54 pensiamo a Milano. Tanto tra poco diventerà capitale!

Anonimo ha detto...

Bat21 non credo che sei disinteressato, io sinceramente dei problemi di un altra città non mi interesso, perché non ci vivo! Esci allo scoperto!

woolincedember ha detto...

ma anche al nove

Anonimo ha detto...

non c'è speranza contro questi........chi se lo può permettere fa a meno dei mezzi pubblici che sono diventati carri da bestiame per cittadini di serie B

Anonimo ha detto...

Pur non condividendo i toni di bat e men che mai la politica dei radicali, colpevoli insieme a tutta la politica, della vergogna Atac, sono favorevolossimo alla liberalizzazione con gara europea, del servizio tpl romano. Voglio un servizio pulito ed efficiente, commisurato alle tasse, che pago più alte di Italia, oltre che con più metropolitane. Ovviamente anche gli altri servizi vanno messi a gara. Sono stanco di essere preso in giro, per i servizi che abbiamo a Roma e tutti devono lavorare non scaldare la sedia dietro fogli di giornale. Devono avere paura come me, di perdere il posto di lavoro, se non fanno quanto richiesto dalla propria mansione.
Paolo Manzi, cittadino romano

Anonimo ha detto...

Si, non ho capito cosa c'entrino i radicali con la vergogna Atac, magari poi ce la spieghi.

Anonimo ha detto...

Piu' leggo i commenti qui dentro, al netto di quelli dei frustrati di turno che devono ammazzare il loro tempo con trollate varie, più osservo quotidianamente i comportamenti abitudinari ed incivili dei cittadini romani (per cui, si, faccio di tutta l'erba un fascio, compreso ahimè anche il sottoscritto che non può certo scagliare la prima pietra) più mi convinco che per gli italiani non c'è oramai più nessuna speranza. E che chi ci governa sono semplicemente il nostro riflesso. Siamo un popolo bieco, diviso, interessato solo al proprio tornaconto, incapace, terremoti a parte, di un minimo senso di collettività e rispetto verso il prossimo. Il rispetto delle regole, anche quelle "basic" del vivere civile, non è nel nostro dna. Punto. ed è inutile stracciarsi le vesti di fronte a questa fotografia, basta il quotidiano prontuario di piccole inciviltà in cui tutti, nessuno escluso, incorriamo, a cominciare dal parcheggiare la macchina in seconda fila (prova a farlo all'estero), diritto oramai acquisito di default, come il parlare al telefonino mentre si guida, sicuri della nostra arrogante immunuità. Non è colpa degli immigrati, nè dei 5stelle, nè del PD. Solo nostra. Facciamo semplicemente schifo.

Anonimo ha detto...

Se le cose non vanno, è colpa sia di chi governa, sia di chi non fa opposizione!
Paolo

Anonimo ha detto...

Roma protettorato giapponese fino al 2099, vedi poi come tutto fila liscio!!!

Anonimo ha detto...

Guarda che i radicali hanno insegnato a tutti gli altri come si fa opposizione, anche con tre o quattro deputati in parlamento. In questa circostanza poi sei proprio fuori strada. Hanno proposto un referendum. Più di così che vuoi?

bat22 ha detto...

A Bolzano questo non avviene, perciò dico sempre Bolzano è meglio di Milano!

Anonimo ha detto...

Si, indubbiamente c'è un diffuso senso di maleducazione, però ad esempio nel mio caso, mi muovo solo con i mezzi pubblici, posso assumere un atteggiamento maleducato, non sono un santo, ma se l'autobus non passa o la metro è lurida, ho colpa di questa situazione. Anche a Milano ho incontrato gente maleducata, ma li ci sono, ad esempio, 4 linee di metropolitana, nel 2022 saranno 5, i servizi funzionano lo stesso anche se c'è gente maleducata.
Paolo

Anonimo ha detto...

Sei sicuro? Il sig. Magi, radicali Roma, intervistato di recente, al tg3 sul tpl romano, non era ancora a conoscenza dell'apertura della metro C, il cui primo tratto è stato aperto nel 2014, sinceramente la cosa la reputo grave! Poi a me non interessa niente dei radicali, il concetto è che non si può continuare così.
Paolo

bat21 ha detto...

Allora domani si firma qui in queste fasce orarie!

– Piazza Crati 09:00-11:00
– Metro Colli Albani 18:00-20:00
– Metro Libia 18:00-20:00
– Piazza di San Calisto 20:00-22:00

----
Fai mettere a gara il servizio di ATAC. Basta pagare con le tue tasse la mangiatoia della politica per non avere servizi.
VOTA E FAI VOTARE PER IL REFERENDUM
http://mobilitiamoroma.it/
----

Anonimo ha detto...

Mi associo anch'io nuovamente, andiamo a firmare!
Paolo

Anonimo ha detto...

Non confondiamo il messaggio con il messaggero: i radicali possono pure non piacere ma il referendum è giustificato e formulato bene.
ùVal bene la pena perderci un pomeriggio per andare a firmare!

Anonimo ha detto...

Alcuni giorni fa, prendo un bus della linea 69. La corsa era effettuata con un moderno autosnodato IVECO Urbanway, da poco entrato in servizio. L'aria condizionata era accesa, ma un po' forte, tanto che alcune viaggiatrici hanno chiesto al giovane autosta di abbassarla. La risposta di quest'iltimo è stata la seguente: "Su s'sto mezzo nun è regolabile, tutt'arpiù aaa posso spegne" (e la spegne). Poi continua: "...sì, però nun me potete cacà er cazzo così...". Ora, io dico: a parte il fatto che dubito non sia regolabile il condizionatore su un bus moderno (ma tutto è possibile), mi chiedo e vorrei chiderlo anche ai capi di questa azienda: ma è questo il modo di parlare di un dipendente di un'azienda di trasporto della Capitale d'Italia? In una qualsiasi altra azienda degna di tanto nome, uno che si rivolge così ai viaggiatori verrebbe minimo minimo richiamato la prima volta, licenziato in tronco la seconda. Qui, anche se si segnalasse la cosa, sicuramente non gli farebbero manco una lavata di capo. Ma la colpa la do anche alle numerose associazioni dei consumatori romane (Asso questo, Asso quest'altro, ecc.), che non fanno un cazzo contro questi fenomeni.

Anonimo ha detto...

...tra l'altro, aggiungo che il soggetto in questione (parlo dell'autista del 69 dianzi citato) dovrebbe avere, oltre alla patente DE, anche la CQC (Carta di Qualificazione del Conducente), obbligatoria per chi svolge un servizio pubblico di linea. Mi chiedo come diavolo l'abbia presa, comportandosi così. E, comunque, come si faccia ad assumere soggetti del genere. Ma forse andrebbe chiesto ai signori Sindacati, tra i maggiori responsabili dello sfascio dell'Italia e di Roma, in special modo.

Anonimo ha detto...

Come dicevo sopra, non c'e' niente da fare, ce l'abbiamo nel dna. Chi si scandalizza per il comportamento dell'autista poi magari parcheggia sui posteggi riservati ai disabili perche' c'ha fretta (sto generalizzando, ovviamente, non parlo del caso specifico). Siamo senza speranza, almeno fino a quando cominceremo a guardare oltre il nostro orticello e ad interessarci davvero degli altri

Anonimo ha detto...

Comunque, riguardo a questa azienda, ci sarebbe una sola cosa da fare: portare i libri contabili in tribunale e dichiararla fallita (perchè questo è, con la valanga di debiti che si ritrova), azzerare tutto e ricominciare dall'inizio. Ma nessuno lo vuole fare. Forse lo stava per fare il precedente Sindaco, non so con esattezza questo punto. Per farlo, ormai, occorrerebbe un commissariamento duro e deciso di tutto il comune di Roma. Non c'è altro modo. Ormai il degrado è tale che, qualunque dirigente metti, non può fare nulla, in una situazione di ordinaria gestione.

Anonimo ha detto...

Ma infatti, il portare i libri in tribunale lo si stava per fare. Ma poi..comunque, ecco un link alla notizia:

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/roma-atac-passo-da-fallimento-senza-200-2238139/

Bat21 ha detto...

Scusa anonimo delle 12:04 am finalmente possiamo farla portare i libri in tribunale, basta una firma oggi in questi posti e in queste fasce orarie!

– Piazza Crati 09:00-11:00
– Metro Colli Albani 18:00-20:00
– Metro Libia 18:00-20:00
– Piazza di San Calisto 20:00-22:00

Finalmente possiamo agire! Facciamolo.

----
Fai mettere a gara il servizio di ATAC. Basta pagare con le tue tasse la mangiatoia della politica per non avere servizi.
VOTA E FAI VOTARE PER IL REFERENDUM
http://mobilitiamoroma.it/
----

Anonimo ha detto...

Poveracci dovessero lavorare troppo...atac deve essere smantellata e privatizzata al 100%, non lavori? via licenziato! Con tutto l'organico che ha dovrebbe essere più che efficiente!
MI SONO ROTTO IL C@$$0 DI PAGARE LE TASSE PER IL NULLA!!!

Anonimo ha detto...

I radicali sono l'unico caso documentato di "opposizione" compatta della maggioranza contro la minoranza, per difendere il main stream.
Hanno sempre propugnato "battaglie" che corrispondevano in toto ai desiderata della grande industria legata alla finanza.
Funzionano da pressa liberticida: dalla mattina alla sera sulla loro radiola ripetono come un mantra quattro slogan consegnati da jp morgan nel 1974 come le tavole della Legge, e fanno discorsi all'aria fritta su paesi ignoti di cui non frega niente a nessuno, loro compresi, per fare commenti subliminali sulla cronaca giudiziaria.
Dicono le cose che dicono tutti, e poi pretendono i rimborsi dallo Stato per la censura.
Avvoltoi furbastri.

Anonimo ha detto...

Sono passato per Roma per caso (per sfortuna). Ho preso la metro B, roba da vomitare al solo vederla, borseggiatori incorporati; sono sceso al Colosseo, cioè in un suk di stracci, di piscio e di cenciume. Me ne sono andato la sera. La prossima volta, per andare in Sicilia, piuttosto faccio scalo a Tripoli (di Libia): è meno repellente. Raggi VATTENE!!!

AGENTI DI STAZIONE SOTTO SALE ha detto...

ANCORA UNA VOLTA DIPENDENTI ATAC BEN PAGATI SINDACALIZZATI E FANNULLONI , DANNO COLPE AL SISTEMA ED ALLA DITTA CHE LI PAGA PUR DI CONTINUARE A FARE IL PROPRIO COMODO AL LAVORO, CHI A LEGGERE I GIORNALI, CHI A CHATTARE , CHI CON IL TABLET A VEDERSI I FIL E SI COCCIANO PURE SE GLI DICI QUAL COSA . GABBIOTTI AL BUIO PER NON ESSERE VISTI, SEDIE ABBASSATE PER NON VEDERE , CITOFONI STACCATI PER NON SENTIRE E ADESIVI E AVVISI INUTILI E RIPETUTI PER COPRIRSI TIPO POMICIO O TIPO CUCCIA, VEDETE ANCHE GABBIOTTO DI PIRAMIDE NUOVA ( IN QUELL'ALTRO L'ADDETTO NON C E' MAI O STA AL CHIOSCO ) , VEDI AL COLOSSEO E A CONCA D'ORP PER NON PARLARE DI S.AGNESE DOVE I VETRI SONO COPERTI DA UNA PELLICOLA GRIGIA A PROVA DI CITTADINO . IL MALCOSTUME IN CASA E NON SI RIESCE A STANARLI ; SINDACALLIZZATI E COPERTI A DOPPIO FILO . VERGOGNA, VERGOGNA E SONO PURE GIOVANI E SENZA SCUSE SE NON AVER TROVATO IL POSTO PARASTATALE . UNA COSA LA SANNO FARE , GIRARSI SE NON GLI CONVIENE E ANDARSENE SE CI SONO PROBLEMI .
SONO ANNI CHE SE NE PARLA MA NESSUNO CHE LI FA LAVORARE DAVVERO .
LEVATEGLI I VETRI COSì NON CI ATTACCANO NULLA E MAGARI POSSIAMO CONOSCERLI PURE NOI .

OPERATORI DI STAZIONE O CIOME SI FANNO CHIAMARE ha detto...

MA NON DEVONO PORTARE GLI ABITI DA LAVORO CON LA SCRITTA ATAC ? NE VEDI UNO CON I CALZONI VERDI MA CON LA MAGLIETTA SUA O CON LA CAMICIA CON LA RIGHETTA ROSSA MA SONNO CIà I CALZONI DA SAINT TROPEZ; OCCHIALONI DA SOLE , DECOLTE E DETERANI ; ECCO LA METRO FATTA DA CHI LA DOVREBBE RAPPRESENTARE ; CHE TRISTEZZA , VEDI A PIETRALATA SEMPRE A TESTA CHINA , SEMPRE A CHATTARE MA AUTISTICI BERSO IL PROPRIO DATORE DI LAVORO CHE RICORDANO SOLO IL 27 .

E IO PAGO ha detto...

VENERDI SCIOPERANO PURE ! HANNO FINITO LA CARTA PER I VETRI E LE CARTOLERIE SI RIFIUTANO DI FORNIRGLIENE ALTRA , VEDRAI VENERDI COME SI RICORDANO DI ESSERE ATAC E SQUAGLIARSELA CON IL WEE KEND LUNGO . MA PURE A CASA HANNO I FOGLI SUI VETRI ?
IO PASSO SULLA TRATTA CONCA D'ORO , HO ! STANNO SEMPRE DENTRO ACCUIUCCIATE ALL'ANGOLETTO SOPRATTUTTO LE DONNE E SE NON PUOI USCIRE DAL TORNELLO CON VIDIMAZIONE ELETTRONICA PUOI PURE AMMMAZZARTI ; PER0' STANNO SEMPRE ACCONCIATE COME MISS ITALIA , FORSE E' PER NON SPETTINARSI .

che differenza con gli agenti di stazione di FS ha detto...

io passo da tiburtina per prendere il treno sopra la metro, a parte la sporcizia e l'odore verso Teodorico e gli ascensori che lasciamo perdere, però è vero, voglia di lavorare di queste persone zero zero carbonella, levateglieli sti gabbiotti , fateli stare fuori e se serve per spingere un bottone entano il tempo di farlo, ormai sono delle seconde case ci vedi amici, figli, comitive per andare a ballare, insomma purtroppo tutto vero; poi sali di un piano e trovi quiello di FS in divisa, che saluta e che ci sta, che non si nasconde e che non ti dice non mi compete ma come posso aiutarla . vanno rieducati e fatte saltare le coperture .

Anonimo ha detto...

Vorrei ricordare che gli agenti di stazione non usufruiscono di ""weekend lunghi" e che lavorano la fine settimana sino alle 2 di notte, mentre qualche commentatore idiota si gode il sabato sera e la domenica

Anonimo ha detto...

Ed è vero che certi gabbiotti siano impresentabili e inguardabili, ma i medesimi aggettivi si possono applicare alle precarie condizioni lavorative, scevre di adeguate tutele di sicurezza per cose e persone. Per interloquire basta un vetro visibile, non serve un acquario. Si lavora in una terra di nessuno e soprattutto ci sono tanti lavoratori onesti che lo stipendio se lo sudano. Ma è sempre comodo guardare i difetti del prossimo per esorcizzare i propri. E sottolineo che non giustifichi affatto gabbiotti ridotti a baracche d'infratto.

Anonimo ha detto...

ma come fate, sistematicamente, a parlare a sproposito di cose che non conoscete? Non è Roma a fare schifo, ma l'umanità! peccato che i Maya si siano sbagliati... Per chiudere il discorso: a Londra, ma anche a Stoccolma tanto per citarne solo due, l'equivalente dell'operatore di stazione lavora in una stanza INVISIBILE all'utenza, esce solo quando e se ce ne è bisogno... punto... e basta... e come questa potrei smontare ognuna delle vostre accuse capziose e puerili. siete una massa di ignoranti, forcaioli e pecore... vi fate guidare da un'informazione in mano ai poteri forti e ad una controinformazione (ah ah ah... raccontatelo ad un altro) che è sempre al servizio di qualcuno... in una guerra fra poveri che, di volta in volta, si tramuta in crociata contro questa o quella categoria, senza capire che tutto ciò serve solo a svendere beni pubblici ai privati per i loro interessi... ma quello che è successo, e sta succedendo, in Alitalia l'avete seguito o no? Cosa ha risolto la privatizzazione? una beneamata minchia! chi li paga i danni? noi! L'ultima ciccia vicina all'osso l'hanno spolpata i soliti noti invece di politici e traffichini sindacalisti! Ecco l'unica cosa che è cambiata! Ed ora sotto con Atac! Daiiiii alla mangiatoia! che tristezza... ma come fate a essere così idiot/ingenui? Ma tanto ciò che ho scritto è oltre il livello medio di intelletto... quindi non penso nemmeno che un decimo degli utenti arriverà in fondo. Ammazzateve tutti cor gas.

Anonimo ha detto...

OFFERTA DI PRESTITO VELOCE CONTATTO: prestitovlcal@gmail.com


Un'opportunità di finanziamento, è ora possibile ottenere un prestito per risolvere le vostre difficoltà finanziarie.
Hai bisogno di prestito? Offerta di Prestito disponibili per chi hanno bisogno di soldi urgentemente per finanziamento di progetti, o bisogno di prestito personale. Un prestito che facilita la vita, semplice e veloce, per informazioni recapiti via mail a questo indirizzo:

prestitovlcal@gmail.com

Distinti saluti
Alessandro Lucarini.

Ben detto , ma cambiare ha detto...

Per anonimo del 9 giugno 11.23 ; hai ragione che c'è chi apprifitta di errori dei lavoratori e delle categorie esposte e vulnerabili, visto che dentro gli uffici dirigenziali e dei controllori non ci si puo entrare , pero sti fogli leviamoli sono davvero offensivi verso nonna e mamma e nipoti italiani, uniche categorie a pagare biglietto e multe ed avranno pure diritto alla accoglienza .
La tua è stata l'unica risposta seria e non pilotata da sindacati faziosi e in cerca di notorietà a tutti i costi .


spoiler ha detto...


si però a quella quintiliani, dietro ospedale intitolato al grande Pertini, i fogli non ci sono, ma era meglio se c'erano visto che il lavoratore di stazione o la signorina, si guardano tutte le serie tv; speriamo solo che non facciano spoiler a chi paga il biglietto altrimenti gli rovinano pure il finale della serie tv preferita.

Flavia C ha detto...

L'Atac è una società ridicola e lo sanno tutti i romani...hanno anche avuto il coraggio di bloccarmi su Twitter perché mi lamentavo del disastroso stato dei mezzi pubblici. Cioè, l'utente paga, gli viebe offerto un servizio indecente e se si lamenta voene pure bloccato. Andrebbero fatte rotolare un bel po' di teste nella dirigenza e magari, lo dico con rammarico e vergogna, andrebve chiamato qualche manager ATM che gli insegni come si lavora.

Flavia C ha detto...

Ma stai seriamente dicendo che TFL (Transport for London) è paragonabile all'ATAC? forse a londra sei stato 2 giorni, non so, altrimenti non si capisce come possa anche solo passare per la mente un paragone del genere. A parte i gabbiotti, è evidente per chiunque abbia un po' di dimestichezza con le altre capitali europee che il trasporto pubblico a Roma è ben al di sotto della soglia di decenza. Io ho vissuto a roma per 33 anni, sono stata 1 anno e mezzo a Londra, vado spesso a Berlino e ora vivo a Milano da 2 anni,pur venendo spesso a Roma, e ti garantisco che in queste 3 città ci si sposta senza problemi. Sotto natale alla fermata del Colosseo, dunque non in periferia, e senza manifestazioni il cartellone indicava come tempo di attesa dell'autobus 87...54 minuti!!! E hanno pure il coraggio di scriverlo!!! Per non parlare del 62, che alle 12.30 p.m. di un normale giorno feriale veniva indicato come "nessun autobus in arrivo" sulla app. Ecco, tutto questo a Berlino, Londra e Milano, molto semplicemente, non succede MAI.

Flavia C ha detto...

Invece a Roma c'è grande attenzione per i disabili...Milano non sarà perfetta ma non c'è neanche paragone e chounque sostiene il contrario lo fa per campanilismo o per malafede o per ignoranza, nel senso che proprio a milano non ci ha mai nesdo piede.
Ah, sono romana, anche se vuvo a milano da 2 anni, a Roma vengo molto spesso e, ogni volta, resto basita dal livello del trasporto pubblico che non è nai stato granché ma negli ultimi anni è totalmente a pezzi.

Flavia C ha detto...

Peraltro hi visto con i miei occhi disabili in carrozzella che vengono aiutati a scendere e salire sui tram. La scelta dei tram in centro è molto sensata, essendo tutte stradine oppure credi che gli autobus che nel centro di Roma non riescono a fare manovra siano meglio?

ShareThis