Inaugurato meno di 2 anni fa, già in condizioni vergognose di abbandono. 50 foto dal terminal di Arco di Travertino

9 luglio 2015






























































Vi invio alcuni scatti relativi al parcheggio di scambio Atac Arco di Travertino, inaugurato a settembre del 2013 dopo 7 lunghi anni di lavori .
Ovunque escrementi umani, immondizie di ogni genere, piante secche, erba alta ed abbandono. L’area interna è praticamente deserta ed inutilizzata mentre doveva essere un centro di servizi. Il parco a ridosso del parcheggio oggetto di vandalismo e degrado. Fortunatamente alcuni cittadini, civile e coscienziosi, provvedono da soli (da soli!) allo svuotamento dei cestini ed alla pulizia degli spazi intorno alle panchine ( solo quelle intorno al parco giochi dei bambini ). L’area attrezzata per i bimbi è stata presa di mira dai vandali e danneggiata. Ovunque frammenti di vetro, conseguenza del lancio di bottiglie di birra ad opera di ragazzini scriteriati. L’interno della bellissima struttura in legno, ancora  in attesa di un utilizzo finale, è abbandonata a se stessa. Mancano numerose panchine oggetto di furto.
E così anche questa opera pubblica, pagata con i soldi dei contribuenti, versa in uno stato di totale abbandono, praticamente come il resto della nostra città.
Piero

66 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Questa è Roma.

Anonimo ha detto...

Terzo ? No .. quarto ? No Quinto mondo !!!!!

stefano ha detto...

se questa è una citta' se questa è una capitale VERGOGNA!

Anonimo ha detto...

E' meglio non costruire nulla di nuovo se questo è il risultato, soldi risparmiati e meno degrado. Chi dirige quel Municipio? Mettiamo nomi e cognomi per favore? Così la prossima volta ce ne ricordiamo ...

Anonimo ha detto...

Ma alameno un caxxo di spazzino in questa merda di città che faccia il suo dovere no ?

Pecora che si fa domande ha detto...

Io mi e vi chiedo... ai tempi del FASCIO sarebbe accaduto lo stesso, oggi in Ungheria, Russia o Polonia dove governa L'ESTREMA DESTRA accadrebbe lo stesso?

Anonimo ha detto...

Tutto lavoro per la RUSPA di SALVINI!

Anonimo ha detto...

Antifascismo militante, Anarchy, Autop, Attento Fascio che il vento fischia....ah cojone mo te sei accorto n'do fischia er vento?


Anonimo ha detto...

Ancora co' sti paragoni. Ti ricordo che il Duce era um socialista. Comunque no, non succederebbe ovunque ci sia un po' di controllo del territorio e pene certe. Non è una questione di destra o sinistra.

stefano ha detto...

ma perche non si mette alla gogna pubblica il presidente di quella circoscrizione?

Anonimo ha detto...

Nun e' competenza mia, li' e'del demanio, la' delle ferrovie, quel muro del comune, quella e' n'area verde ed io nun ce posso fa' nulla, laggiu' non potemo fa niente senza l'autorizzazione della sovrintendenza, li' ce sta un insediamento de zincari e non potemo interveni' senza la forza pubblica...ahooo che stai ancora a rompe er cazzo, guarda che faccio interveni' li sindacati !!1

Anonimo ha detto...

il problema è sempre lo stesso i dipendenti atac NON LAVORANO, i dipendenti AMA non lavorano, i vigili NON LAVORANO, i vigilantes NON LAVORANO, i dipendenti comunali NON LAVORANO......
ahi voglia a cambiare sindaco giunta, destra sinistra, finchè non si lavora e si RUBA lo stipendio sarà sempre tutto uno schifo

Anonimo ha detto...

La città è in mano alla feccia. Immigrati, sbandati, writers, zingari, spacciatori...

Se le autorità non intervengono sarà la gente dei quartieri costretta prima o poi ad organizzarsi ed intervenire. Non è una questione di destra o sinistra. La gente per bene si sta davvero rompendo il cazzo. E un quartiere intero di gente incazzata non andrà tanto per il sottile. E' solo questione di tempo ma un bel giorno la feccia sarà fatta a pezzi e scaricata nelle fogne da dove provengono. E con la feccia anche i maledetti buonisti che ci hanno portato a questa situazione.

A meno che questa classe politica incapace decida finalmente che bisogna fare le leggi contro la teppaglia, non contro la polizia. E che alle forze dell'ordine bisogna dare i mezzi necessari e lasciargli mano libera per intervenire, invece di tutelare i disadattati, falliti e mascalzoni da ogni dove.

Anonimo ha detto...

Ci vedrei bene uno spazio multifunzionale occupato e autogestito con palestra, sala teatro/proiezioni e una bella discoteca popolare. Il tutto con ovviamente servizi bar e ristoro per il mantenimento della struttura e un po' di reddito per chi se ne occupa. Speriamo che la gente, soprattutto i giovani, del quartiere si svegli e si riprenda ciò che è suo ed è lasciato al degrado.

Pecora che alla fine ha avuto il morto che cercava ha detto...

Notizia di adesso

http://roma.repubblica.it/cronaca/2015/07/09/news/roma_bambino_di_5_anni_cade_in_tromba_ascensore_metro_b-118726724

Bimbo di 4 anni morto nella Metro a Furio Camillo dopo essere caduto dentro l'ascensore.

Gli addetti avrebbero disattivato dalla centralina di gestione l'interruttore "contatto magnetico", quello che interdice l'apertura delle porte se l'ascensore non è al piano: si sono aperte le porte e il bimbo è volato di sotto per 20 metri,

QUESTI SONO I BRAVI LAVORATORI CHE DIFENDETE!

TUTTI AL MURO!

Anonimo ha detto...

Ho frequentato Roma per anni, almeno 2 volte al mese. Mi sono innamorato della vostra città, ogni passeggiata che facevo era una passeggiata nella bellezza e nella storia.
Purtroppo ho notato anch'io, negli anni, un netto peggioramento: sporcizia, incuria, traffico, vandalismo, indifferenza per le ferite di una città che tutto il mondo ci invidia.
Avete tra le mani un diamante, trattatelo come tale, non permettete a politici incapaci, lobby chiassose e volgari, cittadini (per fortuna una minoranza) incivili e inetti di portarvelo via.

Anonimo ha detto...

Notare bene il luminoso commento del 9 luglio, alle 17.19.
Notato? Bene.
Notate bene i luminosi articoli del Fatto quotidiano a sostegno delle occupazioni abusive, alcuni esilaranti come quello sulla fattoria "bene comune" toscana, di tre giorni fa.
Visualizzati?
Esaminate la proposta avanzata dall'ignobile sel per prendersi senza alcuna regola il patrimonio immobiliare del Comune di Roma, e pubblicata solo dal Tempo, come al solito, con l'arguto titolo "Il golpe immobiliare della sinistra".
Esaminata?
Bene, andiamo avanti.

Anonimo ha detto...

Notare bene il luminoso commento del 9 luglio, alle 17.19.
Notato? Bene.
Notate bene i luminosi articoli del Fatto quotidiano a sostegno delle occupazioni abusive, alcuni esilaranti come quello sulla fattoria "bene comune" toscana, di tre giorni fa.
Visualizzati?
Esaminate la proposta avanzata dall'ignobile sel per prendersi senza alcuna regola il patrimonio immobiliare del Comune di Roma, e pubblicata solo dal Tempo, come al solito, con l'arguto titolo "Il golpe immobiliare della sinistra".
Esaminata?
Bene, andiamo avanti.

Anonimo ha detto...

Ora, c'è tutto un meccanismo rodato dalla delinquenza organizzata che si fonda sulla pnl, ossia sulle tecniche di programmazione neuro linguistica.

Come ha ricordato di recente il Magistrato Roberto Scarpinato (e non a caso gli hanno messo a soqquadro l'ufficio, uno dei tanti interventi di sabotaggio previsti già dagli anni'70 contro i Tribunali e attivati adesso in forma dilazionata e diversiva) negli anni'70 Carlo Alberto Dalla Chiesa aveva scoperto che le strutture di controllo occulto m inun certo senso governative di gladio e di affini organismi, avevano preso in parte una deriva criminale.
Cosa vuol dire?

Anonimo ha detto...

Ora, c'è tutto un meccanismo rodato dalla delinquenza organizzata che si fonda sulla pnl, ossia sulle tecniche di programmazione neuro linguistica.

Come ha ricordato di recente il Magistrato Roberto Scarpinato (e non a caso gli hanno messo a soqquadro l'ufficio, uno dei tanti interventi di sabotaggio previsti già dagli anni'70 contro i Tribunali e attivati adesso in forma dilazionata e diversiva) negli anni'70 Carlo Alberto Dalla Chiesa aveva scoperto che le strutture di controllo occulto - all'epoca ancora comunque governative- di gladio e affini, avevano preso in parte una deriva criminale.
Cosa vuol dire?

Anonimo ha detto...

Vuol dire che dai meccanismi di spionaggio e controllo sviluppatisi con gli strumenti della Difesa internazionale si è affrancata in Italia attraverso un'ampia struttura criminale che, servendosi di parte della rete collusa, ampliandola fino a oggi e servendosi della avanzata tecnologia militare che la supportava, si è alleata con la mafia, anzi, possiamo dire che di fatto nasce contestualmente alla mafia in senso attuale.

Anonimo ha detto...

Scusate, correggo un paio di errori che modificano il senso.

Vuol dire che dai meccanismi di spionaggio e controllo sviluppatisi con gli strumenti della Difesa internazionale si è affrancata in Italia un'ampia struttura criminale che, servendosi di parte della rete collusa, ampliandola fino a oggi e servendosi della avanzata tecnologia militare che la supportava, si è alleata con la mafia, anzi, possiamo dire che di fatto nasce contestualmente alla mafia in senso attuale.

Anonimo ha detto...

Ora, gli strumenti che ha sempre usato sono solo in ultima istanza quelli canonici delle armi.
Oltre ai mille altri modi di uccidere (basta un finto ubriaco che passa col rosso per far fuori qualcuno), questa associazione segreta a scopo criminale ha applicato in larga scala tecniche psichiatriche, psico sociali e neuro psichiatriche a fine di condizionare l'opinione pubblica e di armare" concettualmente i propri adepti, che di solito erano e sono delle emerite nullità, anche perché ovviamente sennò a fare il burattino dei mafiosi non ci vai, ça va sans dire

Anonimo ha detto...

Le basi sono due: la prima è la vessazione linguistica sviluppata dalla pnl in ambito militare: per capire di che si tratta basta osservare le pratiche sopraffattorie dei comunisti durante le discussioni politiche, o la violenza belluina e teatralizzata dei centri sociali; ma volendo potete semplicemente acquistare uno degli infiniti libri in commercio su questa "scienza" che dovrebbe trasformare un fantozzi in un manipolatore di coscienze.
Queste tecniche vengono insegnate in seminari di varia natura, poiché vengono applicate in vari settori non (troppo) criminali, come la vendita: ma in molti casi questi incontri diventano momenti di pre-reclutamento mafioso.

La seconda base del sistema clandestino di supporto criminale affonda nelle formule retoriche della filosofia classica, perfettamente sintetizzate nel noto ed economico manualetto di Schopenauer "L'arte di avere sempre ragione", che vi consiglio caldamente di leggere e in cui troverete la sintesi di tutta la furia mistificatoria di decenni di vita criminale italica, che spesso passa attraverso i media, le cui proprietà...e vabè, un'altra volta.

Anonimo ha detto...

I "signori" di quel municipio dovrebbero andare tutti a casa.

Anonimo ha detto...

Naturalmente ci sono mille risvolti ora inaffrontabili, per esempio la tecnica del coro greco: ossia l'ossessiva ripetizione da parte dei vari affiliati in vari canali, dall'editoriale infingardo sul quotidiano alla piazzetta sotto casa al commento sul blog, della approvazione o riprovazione condizionata nei confronti di un individuo o di un concetto da veicolare o da riprovare.
Oppure ancora la teatralizzazione delle nullità: ossia la creazione di personaggi tutti modellati su alcuni tipi standard (vestiti, barbette, calzoncini, occhiali, è sufficiente guardare per strada ma soprattutto nei contesti di sinistra per vedere zombie-sosia tutti uguali) e addestrati a ripetere alcune modalità comportamentali indirizzate a scopi vari.

Anonimo ha detto...

Poiché la guerra sfianca anche chi la vince, lor signori non possono usare solo e sempre la violenza aperta, ma arrivano a imporre il proprio crimine inculcando abitudini criminali alla stessa società, con una modificazione infida e inavvertita del linguaggio: per esempio, l'occupazione abusiva, ossia il furto, diventa "gestione virtuosa del patrimonio bene comune nelle veci delle istituzioni" , e come se fosse antani quaqquaraqquà piglia in culo e porta là.

Anonimo ha detto...

Per cui, per arrivare ad appropriarsi di tutta la città, facendo un'occupazione che oltre a essere furto e copertura mafiosa, comporta la creazione di luoghi franchi in cui la Legge non vale più, come i campi nomadi o appunto i centri sociali, dei quali si è deciso, da lor signori, che vadano considerate parti del pubblico territorio conculcate agli italiani, e persino vietate alle forze dell'ordine e agli ordinari controlli.
Diciamo che con questi metodi hanno dato un avvio soft dell'anarchia criminale, al punto che ora tocca alle forze dell'ordine difendersi se torcono un capello a uno di codesti ceffi, mentre vengono da costoro presi a bastonate, estintorate o bottigliate.
o peggio, siamo al reato d'opinione, per cui uno non può neppure esprimere un parere veemente che la "polizia" del pensiero scatena l'inesistente indignazione popolare, quando magari ci sarebbe altro di cui occuparsi che dei personali commenti di un poliziotto su un social network.
Sarebbe invece da auspicare invece proprio il calcio in culo d'ordinanza contro la zecca manifestante.
Ma andiamo avanti.

Anonimo ha detto...

Uno dei mezzi per rendere meno vistosamente criminale l'occupazione abusiva è il degrado indotto, accuratamente concordato con rappresentanti delle istituzioni appartenenti al circuito criminale in oggetto.
E che minchia, non lo vedi com'è sporca, abbandonata, decadente e inutilizzata quella palestra? Quella ex stazione ferroviaria? Quel palazzetto all'Aventino?
Ma adesso arriviamo noi, cazzuola alla mano e maglietta del Che, e rimettiamo tutto a posto, così diventa il nostro "bene comune", in barba a ogni Diritto, e guai a chi ce lo toglie.

Anonimo ha detto...

Il luogo di aggregazione della neo-gladio criminale è ANONYMOUS, ossia quel sito di "attivisti anti - mafia", a chiacchiere, ma che in realtà sono il nerbo del sistema di spionaggio mafioso e di molestia organizzata e trasversale che infesta le nostre strade, i nostri palazzi, le nostre radio, le televisioni e i nostri uffici pubblici; spionaggio a ci vengono addestrati questi cumuli di letame antropomorfo muniti di smartphone, cui si è insegnato che, per rendersi interessanti agli occhi del mondo, devono compiere gesti ben precisi (capitolo pnl, che rinvio a occasione più pertinente) e azioni di documentazione audio- video in forma persecutoria, che vengono riversate sui social network e soprattutto su peryscope.
Anonymous è distribuito nella rete dei centri occupati, ma la sede centrale è nel VII municipio.
Mo', fate vobis.

Anonimo ha detto...

Correzioni...

Il luogo di aggregazione della neo-gladio criminale è ANONYMOUS, ossia quel sito di "attivisti anti - mafia", a chiacchiere, ma che in realtà sono il nerbo del sistema di spionaggio mafioso e di molestia organizzata e trasversale che infesta le nostre strade, i nostri palazzi, le nostre radio, le televisioni e i nostri uffici pubblici; spionaggio a cui vengono addestrati questi cumuli di letame antropomorfo muniti di smartphone, cui si è insegnato che, per rendersi interessanti agli occhi del mondo, devono compiere gesti ben precisi (capitolo pnl, che rinvio a occasione più pertinente) e produrre documentazione audio- video a scopo persecutorio e di analisi del soggetto da stalkerare, che vengono riversate sui social network e soprattutto su peryscope.
Anonymous è distribuito nella rete dei centri occupati, ma la sede centrale è nel VII municipio.
Mo', fate vobis.

Anonimo ha detto...

il controllo del territorio è il lavoro ordinario, di tutti i giorni, per sindaco, prefetto, e ogni agentucolo a partire dai più pagati. Se questo è il risultato significa solo che costoro rubano lo stipendio.

Anonimo ha detto...

QUESTA CITTA' HA BISOGNO DI UNA PRESA DI COSCIENZA INNANZITUTTO DEL CITTADINO ROMANO POI DELLE ISTITUZIONI
PRIMA IL CITTADINO ROMANO
E' UNA QUESTIONE DI ETICA

SIAMO CITTADINI DI SERIE B.
MA SOPRATTUTTO DENTRO DI NOI!!!

Anonimo ha detto...

complimenti all'anonimo che parla della pnl sopra, ogni tanto è bello illudersi che qualcuno riesca a squarciare il velo che avvolge il 99,9 periodico% delle menti del popolo.

Anonimo ha detto...

Occhio agli zombie dietro i vasi!

Pecora programmata neurolinguisticamente ha detto...

La PNL ve l'hanno fatta ma a voi cervelli che votate sempre la sinistra!

Altrimenti non si spiega nemmeno con la pecoronaggine più assoluta che ci sia ancora un 30% buono di cittadini che continua a sostenere il PD nonostante il baratro in cui hanno fatto sprofondare Roma e l'Italia.

A SALVINI non serve la PNL, perchè niente è forte come LA VERITA' delle cose che dice!

E comunque lui preferisce LA RUSPA!

Anonimo ha detto...

Minchia! Un'ora intera di post per spiegare lo psigogomblotto anarghigo zincaresco communista dei centri sociali gestiti dalla mafia... Tra questo soggettone la nazipecora Hinkel c'è da avere paura ad andare in giro: metti di incontrare uno dei due quando si è dimenticato di prendere le gocce, altro che Kabobo o De Santis...

Anonimo ha detto...

marino devi morire male... siamo all'esasperazione, libera questa città dannato babbuino in bicicletta senza sellino
dati alla mano 8 cittadini su 10 ti schifano...che altro dobbiamo fare per non vederti piu?

Anonimo ha detto...

GRAN PARTE DEI CITTADINI ROMANI LAVORA NELLE P. A.
GRAN PARTE DEI CITTADINI ROMANI HA LA CASA POPOLARE
GRAN PARTE DEI CITTADINI ROMANI LAVORA IN ATAC AMA COMUNE
GRAN PARTE DEI CITTADINI ROMANI LACORANO CC O POLIZIA
chi dovrebbe ribellarsi? quei 4 gatti onesti non corrotti che non hanno mai avuto una raccomandazione?

Anonimo ha detto...

beh... comunque non è che ci si possa lamentare del tutto. Se guardate bene le foto la lastra in marmo con la scritta "Largo Lorenzo Cuneo" è ancora intonsa!!! forse è sfuggita ai writers!! Dai ragazzi datevi da fare se no ci fate una brutta figura!!! ecchediamine!!!

Criss ha detto...

solo le ronde vi salveranno

Anonimo ha detto...

Manca ancora la parte —più classica— inerente la forma giudaico-messianica—massonica dell'elucubrazione del pecorello. Mi auguro per lui abbia scelto di fare altro oggi piuttosto che prendersi a cintate con altri omosessuali repressi o trascrivere qui sopra queste flatulenze mentali.

Anonimo ha detto...

Tanta paura eh? Poi adesso che hanno scoperto il furto di milioni di dati su internet...la parte giudaico-massonica-esoterica delirante è quella che aggiungete voi a tutte le inchieste della Magistratura nel tentativo di far passare per inattendibili le denunce che vi riguardano. Si chiama mistificazione, ossia unire frescacce alla realtà così da invalidare la realtà stessa.
Quello che viene fatto da sempre per confondere le acque di attentati, stragi, assassini ostentati e mascherati a seconda del fine da raggiungere, per far credere che dietro la semplice, insindacabile associazione a delinquere di stampo mafioso su scala nazionale ci sia la cia, l'fbi, la nasa e gli alieni, insieme a satana e il garnde puffo.
Anche in questo caso è semplice, ributtante MA-FI-A.
Però magari riuscirete a tirar fuori che Carlo Alberto Dalla Chiesa faceva parte di una setta satanica, dopo avergli dato del golpista.

Ciao anonymi, ciao, ci si vede sulla cronaca giudiziaria quanto prima.

Anonimo ha detto...

Tanta paura eh? Poi adesso che hanno scoperto il furto di milioni di dati su internet...la parte giudaico-massonica-esoterica delirante è quella che aggiungete voi a tutte le inchieste della Magistratura nel tentativo di far passare per inattendibili le denunce che vi riguardano. Si chiama mistificazione, ossia unire frescacce alla realtà così da invalidare la realtà stessa.
Quello che viene fatto da sempre per confondere le acque di attentati, stragi, assassini ostentati e mascherati a seconda del fine da raggiungere, per far credere che dietro la semplice, insindacabile associazione a delinquere di stampo mafioso su scala nazionale ci sia la cia, l'fbi, la nasa e gli alieni, insieme a satana e al grande puffo.
Anche in questo caso è semplice, ributtante MA-FI-A.
Però magari riuscirete a tirar fuori che Carlo Alberto Dalla Chiesa faceva parte di una setta satanica, dopo avergli dato del golpista.

Ciao anonymi, ciao, ci si vede sulla cronaca giudiziaria quanto prima.

Anonimo ha detto...

Quanto alla massoneria, non c'entra proprio niente con la mafia. La piramide massonica in ambito mafioso non è altro che il legame mafioso tra i vari livelli della società, dal vertice che può essere rappresentato da qualche mega industriale o alto rappresentante delle istituzioni corrotto fino a voi avanzi di fogna, coi vostri auricolari da deficienti e la faccia sogghignante nel tentativo di nascondere la vostra vita infelice, così come vi insegnano agli addestramenti nei vari centri sociali.
O come quando vi spiegano che dovete digitare i tasti del telefono con la faccia vogliosa nel tentativo di far credere che la vostra vita vuota sia in realtà ricca di avvincenti attività.
E' la pnl bellezza!
Così effettivamente sembrate i coglioni che siete con dei ghigni da coglioni, è tutta un'altra cosa.
Nella piramide mafiosa ognuno ha il suo ruolo, dal fruttivendolo bengalese al presidente di municipio, dallo spacciatore allo studente, e così è possibile controllare non solo tutto il territorio anche grazie alle occupazioni abusive, ma anche coprire furti, atti vandalici, omicidi, fornire alibi falsi, compiere atti di sabotaggio contro i "nemici" - ossia tutti quelli migliori di voi- anche a distanza di centinaia di chilometri grazie ai complici...quante belle cose si possono fare mettendo insieme una mandria di frustrati in cerca di riscatto.

Anonimo ha detto...

PS se non volete che i segretucci vengano divulgati dovete fare un po' di selezione all'entrata dei vari circoli del golf tipo acrobax, sennò basta vestirsi da strapponi ritardati per scoprire tante gioconde verità sulla nostra storia patria.
Magari tocca farsi qualche canna, ma il risultato è assicurato :-)
Anonymi loro!

Anonimo ha detto...

E soprattutto, sarà difficile continuare a far credere che le stragi sono "di Stato".
Le stragi sono di voi DENTRO lo Stato, che è molto diverso.

Anonimo ha detto...

Comunque, per chi è interessato a questi dementi sotto psicofarmaci, consiglio anche di andare a consultare il loro blog, in cui, scemi come sono, di fatto dichiarano senza rendersene conto di essere un'associazione a delinquere di stampo mafioso con "legioni" di decerebrati al lavoro per danneggiare, sabotare, truffare, rubare e all'occorrenza ammazzare - si vendicano loro! -
Ma di che vi volete vendicare, della natura? Ella è incolpevole, agisce nell'inconsapevolezza, può fare giacomo Leopardi e può fare un fallito, ossia un...anonymo!
Ciao ciao, mariccomanno l'auricolare e la finta telefonata a voce alta con la fotocamera in loop cui si immortala il ministro che mangia il gelato!
Che fighi loro, loro si vendicano!

Anonimo ha detto...

La tua lettura è perfetta, ma credo che tu abbia avuto una svista nella citazione. Non mi pare che l'eccellente Scarpinato abbia mai parlato di questo ricordo di Dalla Chiesa, che è una chicca, una riscoperta fondamentale, se vuoi, e che compare, a mie nozioni per la prima volta, nel libro di Limiti-Provvisionato, COMPLICI, per la casa editrice Chiarelettere.
E se sicuramente da gladio è uscita qualche deviazione anti-governativa, perché, ricordiamolo, deplorevole o meno, gladio nasce come istituto governativo di salvaguardia dell'ordine, anche se lo hanno fatto passare per una sorta di setta esoterica, per le ragioni di mistificazione che dicevi appunto tu.
Ma gladio stessa secondo le geniali indagini di Dalla Chiesa, era sorta da una costola delle strutture segrete della seconda guerra mondiale, ora non ho tempo di illustrarvi tutte le fonti, ma mi fa piacere citare il bellissimo libro in oggetto.

Anonimo ha detto...

La tua lettura è perfetta, ma credo che tu abbia avuto una svista nella citazione. Non mi pare che l'eccellente Scarpinato abbia mai parlato di questo ricordo di Dalla Chiesa, che è una chicca, una riscoperta fondamentale, se vuoi, e che compare, a mie nozioni per la prima volta, nel libro di Limiti-Provvisionato, COMPLICI, per la casa editrice Chiarelettere.
E se sicuramente da gladio è uscita qualche deviazione anti-governativa, perché, ricordiamolo, deplorevole o meno, gladio nasce come istituto governativo di salvaguardia dell'ordine, anche se lo hanno fatto passare per una sorta di setta esoterica, per le ragioni di mistificazione che dicevi appunto tu.
Ma gladio stessa secondo le geniali indagini di Dalla Chiesa, era sorta da una costola delle strutture segrete della seconda guerra mondiale, ora non ho tempo di illustrarvi tutte le fonti, ma mi fa piacere citare il bellissimo libro in oggetto.

Anonimo ha detto...

Parla Nicolò Bozzo, braccio destro di Dalla Chiesa, pp. 276-277: "il generale mi invitò in più occasioni ad approfondire questa ipotesi che, a suo parere, si fondava sull'esistenza di una struttura segreta paramilitare, con funzioni organizzative anti-invasione MA CHE POI AVEVA DEBORDATO IN AZIONI ILLEGALI E CON FUNZIONI DI DESTABILIZZAZIONE DEL QUADRO INTERNO".
E li vediamo all'opera ogni giorno.
L'identificazione con l'attuale Anonymous poi è un colpo d'ala, complimenti, per di più sono già abbondantemente ricercati.
La cosa buona di internet è che prima erano di meno, più discreti ma irrintracciabili. Con internet resta tutto, ad aeternum.

Anonimo ha detto...

Ti direi di cambiare spacciatore, ma credo il consiglio migliore ti possa dare è quello di trovare prima un bravo psichiatra.

Anonimo ha detto...

Secondo Dalla Chiesa era una struttura risalente all'organizzazione Franchi, e riteneva che fosse passato al controllo atlantico, ma io credo invece l'internazionalizzazione presunta di questa associazione segreta eversiva a copertura della criminalità organizzata rientri in quelle forme di inquinamento dei dati obiettivi che la mafia ha sempre usato per ingigantire la propria portata e lasciare negli inquirenti e nella popolazione un senso di inesistente arcano, di soggezione psicologica, di impotenza.
Sulla base di questo principio di terrore ogni tanto si è ritenuto opportuno dare il via a omicidi, ad attentati e a stragi totalmente insensati.
Anche l'assassinio di Moro, secondo me, non aveva altro senso che creare un panico indistinto, una sensazione di arcano e di terrore, disarmare la politica e sparigliare i criteri di giusto e di ingiusto, teoria peraltro sposata da persona assai più qualificata di me a giudicare i fatti di allora,ossia il carabiniere che lo accompagnò fino alla fine e che pure ha scritto di recente un libro importante.
L'unico punto su cui ho dubbi è il riferimento a una "centrale militare" da cui parte tutto. I militari c'entrano per forza, avendo il controllo dei mezzi di sorveglianza e comunicazione, ma mi sembra strano che sia UNA centrale e non, come in tutti gli altri settori, di corruzione di singoli.
Ma alle indagini l'ardua sentenza.

Anonimo ha detto...

Gli psichiatri, giustappunto, sono pedine essenziali di questo sistema, composto di psicotici riaddestrati, e premiati con la droga di stato: gli psichiatri sono quelli che vi organizzano, sono quelli che fanno uscire i mafiosi di galera, con perizie false che lasciano fuori i pazzi, usati per atti eversivi, tipo quello che ha sparato al carabiniere di guardia al Senato, o quello che ha lanciato il souvenir sulla faccia di Berlusconi, ecc. ecc..
Per dirla con De Gregori, "i pazzi siete voi", solo che voi, naturalmente, terrorizzati all'idea che si smonti la decennale mafietta, cercate di dire che chi riconosce la totale follia e imbecillità della vostra esistenza di sorci di fogna, è pazzo perché vede la vostra pazzia.
Un po' come dire che se uno vede che Claudia Schiffer è bella, è bello egli stesso perché lo nota.
D'altronde avete dato dei pazzi a Falcone, a Borsellino, e allo stesso Dalla Chiesa, state provando a dare del mafioso ad Ayala e rompete il cazzo a tutti quanti da mezz secolo per cui, non so, ho il sospetto che abbiate vita breve, ma magari mi sbaglio, in fondo siete tanti, drogati e senza niente da perdere...
Mica vorremo mettere Stefania Limiti con Nunzio D'Erme e i suoi, no? :-)

Anonimo ha detto...

In gergo militare si chiama manutenzione della paura.
Ogni tanto bisogna rinfrescarla con qualche omicidio, attentato o furto completamente irragionevole, che farà discutere per anni senza che se ne venga mai a capo.
Ma la base da cui partire è che questa gente è non solo idiota, ma si tratta di pazzi veri e propri, e che le sofisticate ragioni che si cavano da decenni di sangue e misteri sono del tutto sproporzionate ai tavoli intorno ai quali si decide per la morte di una o più persone.
MANUTENZIONE DELLA PAURA, questo è il grande segreto di tutta la mafia stragista, e anche della guerriglia camuffata in atto al momento.

Anonimo ha detto...

Quando Riina insiste nel rivendicare il "merito" di certe azioni, non è perché esista l'orgoglio corleonese, ma semplicemente perché ha paura di essere ammazzato in carcere.
Il sistema della piramide mafiosa è strutturale allo Stato - pur non coincidendo con esso, come cercano di far credere vedremo poi perché.
Di questi "anonymi" esistono affiliati in ogni settore, monasteri compresi, e, come si diceva, gli stessi hacker di anonymous per introdursi nei sistemi informatici si servono di complici all'interno di ogni struttura violata, e non di particolari abilità tecniche.
Poiché questa società segreta interna allo Stato permea ovviamente anche le carceri, è ovvio che possono far "suicidare" chi vogliono. Perciò Riina se ne guarda bene dal dire la verità.
Primo rimedio a questa omertà sarebbero le telecamere a circuito chiuso obbligatorie nelle celle.

Anonimo ha detto...

LA TECNICA DELL'ISTRICE

Perché la piramide mafiosa vuole far credere alle stragi "di Stato"? Perché parlare di stragi di Stato vuol dire far credere che le stragi siano qualche cosa di incontrollabile, che non esista un contraltare all'arcano del nemico interno allo Stato perché è lo Stato stesso a essere contaminato e nemico.

Anonimo ha detto...

LA TECNICA DELL'ISTRICE

Una società segreta che copre il crimine e che è strutturale allo Stato e alla mafia, di quali elementi può essere composta? Ovviamente, si è detto, di scarti umani. Ma perché il meccanismo regga questi scarti umani devono ramificarsi in ogni diverticolo della società. E' quindi necessario che vengano "armati" dal punto di vista dialettico e gestuale. Di qui gli addestramenti pnl.
Cosa fa l'istrice quando deve attaccare o difendersi? Alza gli aculei, ossia fa la voce grossa, ossia cerca di farsi più grande e temibile di quanto non sia. Questa di farsi più "grossi" è la modalità di moltissimi animali, e anche i mafiosi non fanno eccezione, e neppure la loro struttura segreta.

Anonimo ha detto...

Una società segreta organizzata in modo militare costituisce la mafia vera e propria, presente in ogni angolo d'Italia e in tutti gli strati della società, ma soprattutto, ed è qui il bandolo, ORGANIZZATA IN MODO CENTRALIZZATO, con risvolti deliranti.

Anonimo ha detto...

Sui retroscena di follia che sottendono il meccanismo mafioso si sono espressi tutti quelli che lo conoscono, Giudici che hanno scavato a fondo e pentiti; tutti parlano di una follia tale che si corre il rischio di essere presi per pazzi solo a tentare di spiegarlo.
Si è attivato allora un paradosso: in Italia quasi tutti sanno di che si tratta: metà lo sa perché fa parte del meccanismo, metà perché ne è vittima.
Ma nessuno ne parla, chi è mafioso perché è mafioso, chi è vittima perché teme di non essere creduto o se ne parla ne parla male, perché confuso dalla tecnica mistificatoria regolarmente praticata dai mafiosi.
La mistificazione mafiosa tende a confondere ma soprattutto a dare colore misterico e inattendibile a dinamiche criminali oltremodo chiare, sebbene evidentemente concepite da squilibrati.
Ecco allora le finte rivelazioni stile kazzinger, con ufo, stregoni e insetti parlanti.
si tratta invece solo di criminali da manicomio.

Anonimo ha detto...

Questa società segreta non ha come unico scopo il potere classico o il denaro, che ovviamente sono il primo punto: ma ha attivato una volontà di controllo collettivo, e in particolare di coloro che si oppongono ai loro piani, con metodiche deficienti ma potenzialmente distruttive per chi non le conosca, basate sull'esame dei presunti punti deboli delle vittime.
Qui già c'è un elemento di grottesco, perché il concetto di desiderio o punto debole varia a seconda della qualità umana, per cui di solito capita che queste bestie applichino a persone eccellenti i propri criteri.
La vittima è costantemente osservata tramite una surreale attività di spionaggio, completamente sgangherata, e sulla base dei dati ricavati cominciano le persecuzioni e poi i "premi", secondo il metodo del bastone e della carota.
Di questo sistema di "sensibilizzazione" fanno parte comici, cantanti, attori...
Per cominciare vi suggerisco di porre attenzione alla programmazione di radio Subasio in queste settimane, e al contenuto delle canzoni che passano.
Tenete radio Subasio fissa e vedrete la stranezza.
E poi seguite due noti comici su una certa radio Rai...
Ci torneremo.
Il principio applicato in generale è la vessazione al fine di eliminare la resistenza e creare un altro clone del gruppo di invertebrati: diversamente la vittima deve in un modo o nell'altro essere eliminata.

Anonimo ha detto...

Vi lascio un episodio poco noto, accaduto circa un decennio fa ad Albano.
Una ragazza jugoslava di nome Yashna, erasmus perfettamente inserita alla terza università, spigliata, divertente, ottima studentessa, viene ricoverata d'urgenza in una clinica psichiatrica dei Castelli, dopo una notte passata a "una festa" ad Albano.
La vulgata vuole che abbia partecipato a uno dei tanti festini satanisti della zona e sia rimasta sconvolta.
Lei non lo ha potuto raccontare perché è uscita dall'ospedale irriconoscibile. Occhio spento, aria innaturalmente mite, sempre accompagnata dalla mamma venuta appositamente dalla Jugoslavia, e a sua volta terrorizzata da non si sa cosa.
Una settimana di ingiustificabile clinica psichiatrica ha avuto facoltà di distruggere una ventenne.
Perché?

Anonimo ha detto...

NESSUNO VESTITO DA NIENTE: IL RITRATTO DELL'AFFILIATO DI ANONYMOUS

Come disse un pentito, prima di diventare mafioso "ero nessuno vestito da niente". E su questo nessuno vestito da niente fa leva la psicologia dei reclutatori. Non a caso gran parte dei reclutamenti mafiosi delle basi di spioni e molestatori si fanno nelle comunità di "recupero" di drogati e psicotici, come la tanto decantata nuovi orizzonti.
Scopo dell'organizzazione mafiosa non è solo di pagare gli affiliati della base ma anche di valorizzarli, compensare le loro frustrazioni sociali, convincerli di essere importanti munendoli di strumenti per danneggiare tutto quel mondo da cui si sono sempre sentiti disconosciuti.
Per identificarli non ci vuole molto.
Di solito border line, vengono istruiti su tecniche fisse di molestia e dossieraggio, soprattutto attraverso l'uso dei cellulari.
Tengono sempre gli smart phone in modo innaturale, perché fanno video fingendo di parlare e devono centrare l'obiettivo senza rischiare di farsi menare. Perché la visuale sia buona sono costretti a camminare lentamente e con il cellulare immobilizzato rigidamente vicino all'orecchio, inoltre parlano urlando per attirare l'attenzione di chi devono video riprendere.
Sostanzialmente vengono istruiti a diventare fastidiosi scarafaggi, e in questo diventare ancora più degradati agli occhi della società trovano una forma di affermazione di sé, perché con il loro essere disgustosi esercitano un potere.

Anonimo ha detto...

Parentesi, i video confluiscono tutti sullo stesso account di anonymous attraverso vari passaggi, quindi, come già detto, sono perfettamente rintracciabili, loro e i loro archivi audio e video.

Anonimo ha detto...

IL RUGGITO DEI CONIGLI

I colpi di tosse gutturali e grassi sono pertinenti a questo concetto: l'unica forza esercitabile da una massa di inetti è quella di potenziarne l'inettitudine.
Si creano pertanto dei linguaggi elementari, che loro non faticano ad assimilare e con cui possono sentirsi sopraffattori invece che sopraffatti. E' come se li si addestrasse a ragliare: vecchi, sciancati, bambini, disabili, non importa, il raglio bavoso li fa tutti uguali e tutti, finalmente nella vita, in grado di esprimere la rabbia e l'infelicità che si portano dentro.
Il raglio catarroso è un po' il ruggito del coniglio.

Anonimo ha detto...

Condivido in pieno, e di radio subasio si sa da un pezzo: sempre le stesse cinque canzoni sui problemi...del sonno...e a buon intenditor...
D'altronde malika ayane, la finta italiana con la carota in gola, si spiega solo in quella funzione.
Per il resto complimenti.

ShareThis