27 foto dell'orrore per impressionarsi su come hanno ridotto la Garbatella. Rione magico, oggi luogo inguardabile e sciatto

26 luglio 2015




























54 commenti | dì la tua:

Euro ha detto...

Purtroppo realtà da diversi anni grazie a "persone" incivili e mancanza di manutenzione e controlli sul territorio

Euro ha detto...

Purtroppo realtà da diversi anni grazie a "persone" incivili e mancanza di manutenzione e controlli sul territorio

Anonimo ha detto...

Pecora vieni a vomitare le tue stronzate

Anonimo ha detto...

Su una di quelle erbacce e'' inciampato rovinando a terra il grande chef Moreno Cedroni, dopo che aveva degustato una cacio e pepe.

Anonimo ha detto...

A quei luridi dell'ama le dovete fa vede' ste foto. Ama un altro carrozzone de ruba stipendi né più né meno di atac

Anonimo ha detto...

Aò me so andato in Provenza e c'era a stessa monnezza, hanno bloccato er trafico der paesello per fa un mercato de monnezza uguale uguale a Garbatella, ma non c'erano l'antichi romani dei tempi de Cesare che ha portato a civiltà delà e c'è la semo persi de qua. Ma me so vestito d'antico romano cor costume de mi cugino che lavora ar Colosseo e gliho fatto vède io a sti franciosi zozzoni.

Anonimo ha detto...

10 anni di regime e manganello....e vedi come torna a splendere Roma. ....

Anonimo ha detto...

GARBATELLA: OLTRE 3000 €/MQ, LA STESSA CIFRA CHE SERVIREBBE PER IL CENTRO DI MADRID, QUASI COME IL CENTRO DI BERLINO, POCO PIU' DI COPENHAGEN .

PERO A GARBATELLA GE'R BAR DII GESARONI!!!

Anonimo ha detto...

Ma lo sapevate che erano gli equipaggi dei mezzi ama a decidere quale percorso fare?
Ossia dove andare e dove non andare a pulire.

Anonimo ha detto...

Anche a Londra, dove vivo, la gente abbandona divani e mobilia fuori casa, ma solo per dire chi li vuole li prenda, dopo un giorno pero' vengono rimossi. In quelle foto c'e' il fallimento totale di una citta': strade che non vengono ripulite da immondizia, graffiti ed erbacce da anni....

Anonimo ha detto...

Gli "equipaggi" dei mezzi AMA?! E cazzo so' vascelli?

Anonimo ha detto...

Da notare che in questi giorni si è riproposto, come un peperone mal digerito a cena, er Sor Malagrotta.
Hahahahahah Avrà fatto 'na donazione via PayPal a RFS per fare pressione e riaprire quello scempio.

claudio ha detto...

quello con la tanica fuori per il condizionatore ha vinto :D

Luigina Dolzi ha detto...

Mio marito da che ha iniziato a seguire questo blog è diventato la parodia di quello della pubblicità dell Conto Aranci(d)o.

È una specie di amorfo isterico, non gli piace più fare nulla; ad esempio è frustrato perché dopo aver tolto tutti gli adesivi abusivi dal palo della luce di fronte a casa nostra, ne ha trovati più del doppio il giorno dopo.

Va in giro a fare foto alla monnezza, una volta le faceva a me nuda e ci partecipava a dei concorsi che alle volte addirittura vinceva.

Una volta ha alzato il tergicristalli di uno parcheggiato male, quello è sceso e lo ha corcato di botte, ho rischiato di prenderle anche io.

Da qualche tempo ho deciso di intraprendere una relazione extraconiugale. Non sono mai stata così, ma non ce la faccio veramente più. Con mio marito anziché fare l'amore, si passa la sera a studiare il piano migliore per piazzare i camion bar, e le domeniche a rimuovere erbacce per strada, anziché farlo fare a chi di dovere, o facendo una semplice colletta con gli altri abitanti per pagare un paio di volenterosi extra comunitari che lo farebbero in maniera eccelsa.

diego ha detto...

è un idea che sostengo da sempre: sebbene la situazione di degrado sia peggiorata negli ultimi mesi, c'è un problema di fondo che riguarda l'assetto amministrativo di Roma dal dopo guerra ad oggi, ovvero l'estensione immensa del Comune di Roma che equivale di fatto a una media provincia italiana. Questa estensione smisurata rende di fatto ingestibile il comune di Roma. Ingestibile perché si rompe il legame tra elettori ed eletti, il controllo sociale e l'etica pubblica.
La presenza dei "municipi" è del tutto inefficace. Quanti cittadini della Garbatella, ad esempio, conoscono il nome del mini sindaco che dovrebbe governarli?? Credo pochissimi....questo significa che chiunque viva a "Roma" crede di dover chiedere conto al Campidoglio, ma questo è impossibile! Nessun sindaco di Roma puo' essere in grado di controllare tutto cio' che avviene all'interno della città, ne consegue il venir meno del rapporto tra elettori ed eletti e alla fine gli elettori, si convincono di vivere in un luogo dove regna l'anarchia, dove nessuno è responsabile di nulla con le conseguenze che vediamo tutti i giorni.
Una riforma essenziale dell'assetto amministrativo di Roma sarebbe la netta separazione tra la Roma vera e propria ( che dovrebbe avere più o meno le stesse dimensioni del comune di Milano, ovvero più o meno l'anello ferroviario) e i comuni dell'interland, che devono diventare VERI COMUNI AUTONOMI con un nome ben riconoscibile, ad esempio "Tuscolano" "Monte Mario" "Centocelle" ecc. ecc. con un logo e una bandiera ben riconoscibili, in maniera da far funzionare nuovamente il rapporto tra amministratori ed elettori.
Problemi comuni come trasporti urbani o smaltimento dei rifiuti possono benissimo essere gestiti dal nuovo ente "città metropolitana" che prenderà il posto della provincia. Tutto il resto, compreso la semplice pulizia delle strade e dei guardini, dovrebbe rimanere in capo ai comuni.

Anonimo ha detto...

Ahahah, Luigina Dolzi number one, sono caduto dalla sedia per le risate.

Luigina Dolzi ha detto...

Ciao Anonimo, mi trovi su bakeka incontri: mi piace cornificare mio marito. Voglio essere presa in modo selvaggio sopra ai materaZZi abbandonati di fianco ai cassonetti.

E poi diaciamocelo: a me l'uomo è sempre piaciuto un po' sporco, trasandato, con la barba di tre giorni, un po' di pancetta, e della ricotella quanto basta dove più piace a me.

Anonimo ha detto...

Sei grande Luigina! D'accordo con te per la meta morosi che si rischia a leggere e frequentare questo blog.
Io ogni volta prima di leggerlo mi gatto le palle per allontanare la iella che portano Tonelli e suoi scugnizzi.

DeManganello Ungarico ha detto...

Non so voi, ma io chiamerei Orban e gli farei tagliare tutte le erbacce, riassettare i cassonetti, e poi lo farei abbeverare dalla tanica bianca usata per le acque di condensa dei condizionatori.

Non sono un robot:
Clicca tutte le immagini con pecore

Pecora che anche oggi ammira un altro intervento di Orban che ha riportato ordine e disciplina ha detto...

A Józsefváros ai tempi della democrazia avevano dato i vecchi depositi delle ferrovie a cinesi, zingari e altra feccia clandestina che ci avevano fatto una specie di mercato della monnezza.

POI E' ARRIVATO ORBAN....

Ha chiuso definitivamente il mercato cinese di Budapest, nel cuore dell’VIII distretto. Era sorto nel 1997 nei pressi di Kõbánya út su terreni affittati dalle ferrovie dello stato (la MÁV), lungo i binari che portavano alla prima stazione di Pest. Sono bastati pochi giorni e circa 80 agenti della Rendőrség in assetto antisommossa per procedere all’evacuazione di questa istituzione del quartiere più multietnico di Pest. Noto con il nome di "4 tigri", questo immenso capannone pieno di container e banchi orientali era considerato il più grande mercato cinese dell’Europa centrale. Orban ha giustificato l'intervento con l’elevato numero di crimini commessi al suo interno e l'evasione fiscale dei commercianti cinesi.


ECCO COME FARE SE NON VOLETE IL DEGRADO!

Anonimo ha detto...

Cazzo di troll pervertito mo pure da luigina ti travesti, hai rotto veramente li còglioni, vai a farti incularw tu il tuo presunto marito, da un paio di negroni sbarcati da poco e che so accampati in qualche giardino pubblico, prendi due piccioni con una fava: dai prova concreta di quello di cui blateri cioé li ospiti e non rompi le palle agli altri e poi te c'è sollazzi pure. Baciuzz luigina

Anonimo ha detto...

Trollino e pecora perché non vi mettete insieme e fuggite in Siria? Forse vi accoppano insieme, noi pingeremmo sicuramente calde lacrime.

Anonimo ha detto...

Il problema è che mi scopo tua madre, pecorella

Pecora cinese che ha assaggiato il manganello di Orban ha detto...

Ricapitoliamo:

1. democrazia: questo era Négy Tigris piac, il mercato delle 4 tigri, in mano ai cinesi che lo avevano ridotto a una fogna per la gioia dei multiculturalisti

2. con l'estrema destra al potere, il problema del degrado si risolve così

3. Dove passa la Rendőrség non cresce più nemmeno l'erba! In pochi giorni l'intera zona è stata completamente ripulita dalla merda cinese!

3. questo sarà Négy Tigris piac con l'estrema destra, una volta tolto alla feccia e restituito da Orban ai cittadini ungheresi: un centro sportivo con campi di calcio e tennis, il palazzetto dello sport, ristoranti e servizi. Un luogo di aggregazione civile e non più il degrado del multiculturalismo!


FERMARE IL DEGRADO E' POSSIBILE, BASTA VOLERLO!

VIVA ORBAN CHE HA RIPORTATO ORDINE E DISCIPLINA!

VIVA SALVINI CHE ALLO STESSO MODO RIPULIRA' ROMA!

Anonimo ha detto...

Ammazza come rosichi Massimilia' ma nun te rilassi mai? Nun scopi mai? E' domenica, e poi, se non fossi tu a scrivere ma i tuoi scagnozzi, figli di rilassarsi ogni tanto.
Pecora e' un babbeo, ma te sei un cojone.

Giangiacomo Perzolli ha detto...

Salve, volevo condividere con voi anche io la mia esperienza.

Mio padre e mia madre è dal 2008 che seguono RFS. All'inizio la mettevano sul gioco, mi facevano riassettare la stanza e poi mi davano 2 euro per uscire a comprare il gelato. Poi, piano piano, la cosa si è amplificata, fino al punto che mi mandano a fare le ronde ai cassonetti per evitare che vengano depredati da degli accattoni. Una volta mi hanno lasciato tutta la notte in strada, immobile e vestito di stracci con una carota attaccata al naso ed un cappello di paglia liso, a fare da spaventapasseri ai numerosi gabbiani che si cibavano ai cassonetti.

È passato, per mia fortuna, un signore molto gentile, un certo Spartaco. Mi ha visto che venivo attaccato dai gabbiani, ha preso il suo fucile a canne mozze e li ha eliminati fisicamente. Poi mi ha soccorso, mi ha fatto lavare e cambiare, e mi ha portato con lui in una località vicino Roma, dove mi ha presentato quattro ragazze molto carine dall'accento un po' strano e vestite succintamente. Mi hanno rimesso al mondo. Grazie Spartaco.

I miei genitori invece, da che sono fuggito, ho saputo hanno finito per spararsi a vicenda in una torrida giornata di Luglio. Le cause ancora non sono note, ma nel quartiere si vocifera abbiano litigato su come sarebbero dovute essere rifatte le segnaletiche orizzontali su Via di Tor Marancia.


Non sono un robot:
Clicca tutte le immagini con piselli di pecora

Risolvi di più per la verifica!

Anonimo ha detto...

Ah, comunque porco dio aa tutttutti

Anonimo ha detto...

Giangiacomo sei un mito! Bat21 penso che sia uno che ronda vicino ai cassonetti mentre l'amministratore del blog, forse l'ho incontrato una volta per Roma in via Cola di Rienzo, e' già tipo clochard.

Romolo Prosperi ha detto...

anche io all'inizio leggevo le pagine dei blog di Tonelli: camion bar, cartelloni, svuotacantine, manifesti elettorali abusivi, risciò senza licenza.erano quelli che piu mi facevano inviperire. credevo fosse informazione e servisse ad una percezione maggiore dei reali problemi della città.
avevo una strana sensazione: ho cominciato a credere che fosse solo un po di disgusto ed un po di depressione. semplicemente non volevo essere assuefatto al degrado. Ma è stato solo dopo che ho cominciato a notare dei serissimi problemi di erezione che ho collegato le cose. oltre a non fare piu tante piccole cose con la scusa delle bancarelle avevo perso anche il desiderio sessuale.
la mia compagna, ovviamente insoddisfatta e quindi fedifraga, mi ha ovviamente sputtanato davanti agli amici e poi mi ha tradito piu volte con un certo Spartaco, aitante giovanotto tatuato amante delle automobili modificate. una volta si è pure presentato a casa mia e mi ha detto che me ne dovevo andare perchè doveva rimanere da solo con lei e poi mi ha rivolto testuali parole: "stai a diventà un frocione, occhio che te manno pe stracci coo amichi tua".
sono sprofondato in una crisi di valori profondissima: continuare a staccare adesivi e segnalare la doppia fila con il mio smartphone oppure riprendere in mano la mia vita che era lentamente scivolata via. oggi sto facendo un percorso, che sarà molto lungo e difficile mi ha detto un bravo specialista. prendo delle pasticche carissime ma ho anccora una speranza.
vi prego non fate il mio stesso errore. non entrate in questo tunnel senza uscita.

non sono un robot:
clicca tutte le immagini con i centurioni abusivi

Anonimo ha detto...

Forse non sarebbe necessario nemmeno indicare di quale quartiere si tratta: sono tutti COSI'

Pecora che legge l'Economist ha detto...

ECCO L'IMMAGINE DELL'ITALIA NEL MONDO GRAZIE AI COMUNISTI

"È semplicemente un disastro". Antoinette Nikolova, corrispondente dalla Capitale per l'Economist, non ci va molto per il sottile: "Un mio collega appena tornato da Atene mi ha detto: neanche in un paese fallito come la Grecia c'è la sporcizia che si trova qui a Roma".

Intervistata dal Tempo, la giornalista racconta la propria visione della Città Eterna: "Sporcizia, abbandono, immondizia ovunque, addirittura cornacchie che scorazzano e fanno banchetti di piccioni nei parchi pubblici. Mi sembra di essere arrivata al Cairo".

MARINO VATTENE!

VIVA SALVINI E ORBAN!

Anonimo ha detto...

Ci abita mio fratello, il quartiere di Roma in assoluto con più cacche di cane sui marciapiedi

Raniero Voloetti ha detto...

Maledetto Spartaco! Si è ciulato anche mia moglie quel figlio di puttana. Una notte l'ho sentita addirittura invocarlo nel sonno. E noi eravamo solo di passaggio per un paio di giorni a Roma, siamo di Oslo. Gestiamo un blog, OsloSucks.net ed eravamo venuti qui per un raduno di raccoglitori di guano abusivo.
C'era anche un'interessante workshop tenuto da un tale Pecora, sull'impego della ruspa per scorticare quello più ostico e cristallizzato sul travertino. Non me ne sono accorto, mentre armeggiavo con il manganello che il sig. Pecora mi aveva lasciato in custodia, mia moglie è sparita per una ventina di minuti. Quando è riapparsa, l'ho vista tutta sudata e non capivo perché, lei si era giustificata dicendo che aveva visto uno squadrone di zingari e non voleva perdere l'occasione per fotografarli e metterli nel suo archivio personale di stampo Lombrosiano.
Poi l'amara verità è venuta fuori quando, di fronte alla mia insistenza sull'assenza di un paio di sue mutandine, è sbottata e mi ha detto tutto di Spartaco, e che gliele aveva lasciate in pegno.

Non sono un robot:
Clicca su tutte le immagini senza aria condizionata

Anonimo ha detto...

sai che ce vorrebbe a Garbatella per tutto quello schifo? na bella ruspa. via tutto. pure il bar dei Cesaroni.
comunque è tutta Roma che è lercia. e non è che in centro è meglio. solo il Vaticano si salva perchè li la gente non puo entrare eheheh :-)
a me però piacerebbe vedere al posto dell'obelisco a piazza San Pietro un grande, ma che dico grande, gigantesco manganello marmoreo di 30 e passa metri. sarebbe l'immagine migliore di Roma per i turisti nell'anno del giubbileo. un segno tangibile che finalmente l'aria sta cambiando. che i comunisti qui non li vogliamo piu. che vogliamo seguire il modello dell'ungheria di Orban. o di Putin. oppure i PUP di Tonelli. poi vedi gli articoli del new york post come usano un registro diverso quando parlano della capitale.

Rolando ha detto...

Ho abitato alla Garbatella nella metà degli anni 90 ed era una chiavica già all'ora. La gente camminava in mezzo alla strada perchè i marciapiedi erano pieni di merda.
Luigina Dolzi number one! Un pò di ironia fa bene alla salute.

Anonimo ha detto...

Giangiacomo trollino se potevano anmazzà davvero, ma prima di metterti al monno, li genitori tua quelli veri.

Anonimo ha detto...

Rolando. Tu a Garbatella nun l'hai vista manco in foto tuti trombavi luigina ar Acilia mentre giàngiacomo te lo appoggiava didié e facevate il trenino con prosperi al torrino. Intanto vi riprendevate co o smartfone é postavate tutto su trombamici.com

Luigina Dolzi ha detto...

Ciao Rolando,
Ero anche su Ashley Madison, ma il sito è stato hackerato e dei cyber pirati mi hanno ricattata per 5.000 euro in bitcoins oppure avrebbero rivelato tutto a mio marito.

Ho dovuto prosciugare il nostro Conto Aranci(d)o, ed ora non possiamo più permetterci il posto auto nel PUP.
A lui ho detto che li ho investiti in una società privata di TPL, la bat21 S.p.A

Credo che dovrò avviarmi al mestiere più antico del mondo per continuare a pagare le rate del mutuo, oppure divorziare da mio marito e farglielo pagare solo a lui prendendomi io la casa. Forse così gli faccio pure un favore: invece di staccare adesivi gli toccherà iniziare ad attaccarli lui per i 4 lavori che dovrà fare per mantenere entrambi.

Anonimo ha detto...

ma di magico veramente la garbatella non ha mai avuto nulla. è solo un quartiere pieno di coatti tatuati e di trucide burine che gli vanno dietro. e infatti vivono come si meritano. cioè in mezzo alla m... gli frega piu del murales di Totti che di mantenere la zona in maniera civile e pulita. e ho detto tutto.

Anonimo ha detto...

A TUTTI QUELLI CHE COMMENTANO: BASTA CON I COMMENTI ...BAAASTAAAA!!!! MUTI E COMPOSTI...VI DICO...MUTI E COM-POS-TI...
NON SONO UN ROBOT - SONO UN CAZZARO...BIP ...BIP

Anonimo ha detto...

ma la Garbatella è sempres stato un quartiere merdoso, tipo testaccio....pieno del popolino e di burine basse e tozze...la popolarità òìha trovata con una fiction di merda piena di coatti e parassiti romani....ve meritate la merda e nella merda sguazzate finchè Dio non vi solleverà da sta sofferenza burina

Anonimo ha detto...

epperò la Garba è antifa'.....e so' soddisfazioni. Ma perchè poi ai kompagni je piace la zozzeria, giuro non me lo sono mai spiegato.

Anonimo ha detto...

Io so' Tonelli e ho fatto er maste in communicazione e gestione enogastronomica...che ne sapete voi. Poi, visto che nella vita nun c'ho un cazzo da fa', ho decido de creamme un esercito de nerd che fanno foto alle merde de cane. So' soddisfazioni.
Un bacio al maestro e grande scef Moreno Cedroni.

Anonimo ha detto...

Sono romanisti e sono comunisti, e tutto è detto.
Ha ragione amendola, niente Salvini: a loro je piace la zzella, la Lega ha poco a che fare con la garbatella.

Pecora che ammira le statue romane ha detto...

Mi piace l'idea dell'obelisco a forma di manganello in piazza San Pietro.

Anche se ci vedrei bene pure una statua di LVI a cavallo o in tenuta militare con l'elmetto

Anonimo ha detto...

Vorrei tanto sapere chi dice che la Garbatella è un quartiere merdoso dove abitano i lor signori

Pecora che si è rotto i coglioni di parcheggiare la macchina a San Paolo che è troppo lontano e schivare le merde dei cani e le siringhe sul marciapiede per tornare a casa ha detto...

una serie di ruspe a garbatella. via tutta la merda comunista. ar posto del letame prodotto da quelle zecche famo un PUP grande quanto tutto er quartiere.

Anonimo ha detto...

aò ve dovete da sciacquà a bocca quanno che parlate daa Garbadella. rione storico de roma fin daa antichità. pieno de cchiese medievali. e poi er murales der Capitano aa Garbadella me sa chè è pure mezzo patrimonio dell'unesco aò. informateve mortacci vostri invece de di cazzate.

Anonimo ha detto...

Adoro Pristina in questa stagione, specie l'odore che pervade l'aria dei suoi vicoli e scalinate.

Anonimo ha detto...

Anche a me piace la puzza di merda di cane e di piscio di primo mattino… profuma di vittoria!

Secutor ha detto...

E' la verità quella descritta da pecora...l'Ungheria con orban vive un nuovo RINASCIMENTO è sconvolgente vedere la trasformazione di questo paese e il paragone impietoso a nostro disdoro all'Italia faro civiltà ridotta a una immensa FOGNA dove vivere è diventato un incubo ! Il 20 agosto avrò l'onore di sfilare per le vie di Budapest con i Camerati dello Jobbik insieme alla Magyar Garda.....con la piccola speranza che quello che accade oggi in Ungheria si avveri anche in Italia ormai al momento travolta dal degrado organizzato più sfrenato...invivibile per le persone che solo desiderano ordine rispetto pulizia e disciplina e liberi di affermare NON VOGLIO IN ITALIA PROFUGHI NON VOGLIO IN ITALIA IMMIGRATI SENZA MA E SENZA SE !

Giacinto ha detto...

la Garbatella è bella, so' l'abbitanti che fanno schifo....Roma è bella so' l'abbitanti che fanno schifo....

Claudio A. ha detto...

alla Garbatella ce sto' bene, lavoro ner cinema e guadambio un botto de sòrdi, ho aperto un bare e me godo la vita....so' compagno e me ne vanto....alla Garbatella semo tutti rossi, meno qua fascista da a Meloni, ma che ce frega....

Anonimo ha detto...

Abito alla Garbatella, i miei nonni ci abitavano dal 1937. E' un quartiere abitato da gente incivile, sporca e maleducata che non ha alcun rispetto per il territorio. Non ci facciamo mancare niente, un "centro sociale" punto di incontro di sottosviluppati mentali che invadono il quartiere con manifesti abusivi. Immigrati che con i loro negozi fanno apparire il quartiere come un luogo del terzo mondo. Dovunque ci sono adesivi pubblicitari abusivi, le piante invadono i marciapiedi e la mondezza è ovunque. I parchi pubblici fanno schifo, se ne salva solo uno mantenuto da dei volontari. Le automobili sono ovunque e se chiami i vigili per segnalare che sono anche sul tuo passo carrabile rischi che ti bucano le gomme. Giri e vedi ovunque brutta gente... Alcune belle palazzine cadono a pezzi...
GARBATELLA FAI PROPRIO SCHHFO, ABITANTI DELLA GARBATELLA FATE ANCORA PIU' SCHIFO

ShareThis