Ecco la cooperativa incendiata per far sparire le carte di Mafia Capitale. A Roma si può perché non c'è videosorveglianza in città

1 luglio 2015







Incendio chirurgico quello della cooperativa di Viale Castrense. Se la guardi da fuori (un bellissimo edificio apparentemente degli anni Dieci o Venti che non si sa perché è stato devoluto al mondo limaccioso delle coop romane invece di essere reso in altro modo produttivo e utile alla collettività) non vedi nulla, nulla percepisci. Eppure all'interno qualche giorno fa è divampato l'incendio. Che è andato ad abbrustolire ed a carbonizzare proprio alcune prove di Mafia Capitale sulle quale, a quanto riportano organi di stampa, la Procura stava indagando.

Ora non si capisce come la Procura, indagando su alcuni importanti documenti, li lasci a marcire, accessibili a tutti (benché in una struttura posta sotto sequestro), e non li acquisisca agli atti. 

Anche perché, ed è di questo che volevamo parlare, a Roma non è che bastano dei sigilli per tenere isolato uno stabile. Soprattutto perché questa si avvia ad essere una delle poche città occidentali dove il territorio non è controllato da una seria rete di telecamere a circuito chiuso (e ad alta risoluzione). Tecnologicamente ormai si può, ma non si fa. Sia per sciatteria sia per motivi ideologici (la privacy e l'impostazione stracciona di mezza città che urlerebbe allo "stato di polizia"). E così i reati si continuano a compiere senza colpo ferire. Si dà fuoco alle prove e nessuno sa chi è stato, nessuno ha una ripresa video, nessuno può risalire al picciotto che ha aiutato la mafia a difendersi occultando dei docuementi; si arrota e si uccide il ciclista sulla ciclabile e non c'è un video per capire la dinamica dell'incidente; si stupra una ragazzina a Piazzale Clodio e proprio grazie a qualche immagine (sebbene non chiara, farraginosa) si sta riuscendo a fare terra bruciata attorno al bruto.

Da considerare, poi, che un sistema di CCTV (camere a circuito chiuso) sul modello londinese, non solo è utile a rintracciare i colpevoli dei reati, ma è ancor più utile per prevenire i reati stessi, ridurli. Se sai di essere ripreso e, al 99% acciuffato e identificato, devi essere proprio molto, ma molto, ma molto motivato per fare un reato. Chi non lo è rinuncia in partenza. Non lo abbiamo ancora capito: per cialtroneria e ideologia. 

17 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

ma che aspettiamo a riempire la città di telecamere ???? scommettiamo che non ci sarebbe più il crimine !!!

Riempiamo di twitter marino ...
visto il suo populismo cederà subito !

Anonimo ha detto...

Questo post é più adatto, al decerebrato, di quello precedente: troppa roba da leggere. Qui c'é il titolo e tre figure, se po trollà.

Anonimo ha detto...

I compagnucci in servizio permanente effettivo gia' li vedo gridare: deriva autoritaria !!!

Anonimo ha detto...

La cosiddetta videosorveglianza è totalmente inutile per reprimere i crimini. Prova ne sono gli attentati (assai sospetti a dire il vero) nelle capitali europee che si sono svolti in assoluta tranquillità. Le videocamere servono a controllare il cittadino medio, non a reprimere il crimine. Statene certi. Ciao

Anonimo ha detto...

....infatti a Londra il crimine non esiste...

Anonimo ha detto...

I TROLL alla fine soì arrivati, ma poca roba, niente di rilevante.
Se volete divertirvi andate su FB a leggere i commenti di quei fancazzisti dei conducenti ATAC. Il commento più rassicurante ti fa venire voglia di uscire di notte per Caracas gridando "tua madre è una troia" a chiunque incontri, così per sentirti più tranquillo.
Certi avanzi di galera hanno assunto 'sti papponi.

Anonimo ha detto...

telecamere che se non ci metti nessuno dall'altra parte con la volontà d'intervenire non servono a niente. A Torpignattara c'è una via piena di telecamere (peraltro costate una tombola), sotto ci spacciano tranquillamente e nulla accade.
Dunque, telecamere sì, ma come parte di un sistema più ampio che realizzi un progetto sicurezza degno di questo nome; se non si fa anche presenza sul territorio (e per territorio intendo tutto, non le quattro vie privilegiate del centro), poi non ci lamentiamo se ogni tanto in periferia spuntano le cellule jihadiste...

Anonimo ha detto...

C'è qualcosa che non torna. Le "carte" sulla cooperativa ed i computer stavano dentro allo stabile sequestrato e non in Procura?

Anonimo ha detto...

Ma va là, beato te, pensi che in Procura c'abbiano l'anello al naso? Glieli avranno lasciati là apposta per vedere chi entrava come un sorcio.
Ne deve passare di acqua sotto i ponti perché un branco di deficienti venga a dare lezione ai Ros.
Poi la videosorveglianza è inutile senza migliaia di costosi controllori, e basta un passamontagna o un clandestino per invalidarla.

Anonimo ha detto...

GLI SPIONI DEL QUARTIERINO
E' che noi a San Giovanni c'abbiamo la sede centrale degli hackeretti del quartierino, i nullafacenti spioni della mafia, il celeberrimo a...a...a...
Ma teniamoci le sorprese per il futuro prossimo:-)!

Giovanni ha detto...

Mi sembrate un tantino ingenui.
Le telecamere sono utili per riprendere stupratori, scippatori e rapinatori.

Quando si tratta di riprendere terroristi, mafiosi, emissari di politici corrotti, le telecamere non funzionano mai. Neanche al Pentagono.

Anonimo ha detto...

LA COSA INTERESSANTE E' CHE QUELLI DI "A..." NON SONO AFFATTO HACKER, VISTO CHE NON SONO IN GRADO NEMMENO DI INFILARSI I CALZINI.
QUANDO RIESCONO A VIOLARE UN SISTEMA INFORMATICO, E' PERCHE' HANNO UNO SPIONE AFFILIATO NELL'UFFICIO INFORMATICO CHE DA' LE PASSWORD.

Anonimo ha detto...

TERRORISTI, MAFIOSI, EMISSARI DI POLITICI CORROTTI, CONFLUISCONO TUTTI AD UNUM QUINDI NON SOLO SI SA GIA' CHI SONO MA SONO ANCHE FACILMENTE RICONOSCIBILI.
LE "MENTI RAFFINATE" INFATTI, CHE IN REALTA' SONO DEI POVERI SCEMI, TALMENTE SCEMI CHE UNA TESTA DI MEDIA INTELLIGENZA HA DIFFICOLTA' A DECIFRARE IL LIVELLO DI FOLLIA CHE ESSE ESPRIMONO, HANNO AVUTO UNA GENIALE TROVATA.
ED E' LA SEGUENTE:
CHI SI FA SERVO DELLA MAFIA?
SOLO GENTE CON DEI PROBLEMI PSICO-CEREBRALI, SENZA ARTE NE' PARTE.
COME SI FA A UTILIZZARE GENTE RIPUGNANTE?
BISOGNA SFRUTTARE PROPRIO LA SUA CAPACITA' DI ESSERE DISGUSTOSA E RACCAPRICCIANTE.
QUINDI, E' STATO VAGLIATO TUTTO UN PROTOCOLLO MOLTO PRECISO DI FORME ESPRESSIVE E AGGRESSIVE, CHE RENDE PERFETTAMENTE IDENTIFICABILI I SERVASTRI DELLE MAFIE.
IL PROBLEMA E' DI TIPO SQUISITAMENTE GIUDIZIARIO: OSSIA, UNA VOLTA IDENTIFICATI, COME ASSOCIARLI NEL 416 BIS.
FACCIAMO UN ESEMPIO: DAL MIO PUNTO DI VISTA I NAPOLETANI CHE HANNO BLOCCATO IL LAVORO DEI CARABINIERI CHE ARRESTAVANO CUCUZZA O COME SI CHIAMA, ANDAVANO IDENTIFICATI PER RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE, E SIMILI.
ED E' EVIDENTE CHE GENTE COSI' HA UNA PARTE IN CAUSA FONDAMENTALE NELLA RETE DELL' ASSOCIAZIONE MAFIOSA.
PURTROPPO IL CODICE E' COSI' CONGEGNATO DA NON DARE RILIEVO SUFFICIENTE AL SOSPETTO DI FIANCHEGGIAMENTO, LE INDAGINI SUL QUALE PORTEREBBE A BLOCCARE LE RETI, E NON I SINGOLI BOSS, COSA CHE SERVE FINO A UN CERTO PUNTO, VISTO CHE MORTO UN PAPA SE NE FA UN ALTRO.

Anonimo ha detto...

COMUNQUE INSISTO, IL SEGRETO STA IN...A!
IL SEGRETO DEI POVERI SCEMI IN COMPLESSA ARTICOLAZIONE...

Anonimo ha detto...

PER ESEMPIO, PENSATE AI SORRISETTI DEMENTI DEI BOSS QUANDO VENGONO ARRESTATI, CHE VORREBBERO MANIFESTARE INDIFFERENZA AGLI EVENTI E COMUNICARE UN SENSO DI INESISTENTE TRIONFO MALGRADO TUTTO, NOTERETE CHE SONO UNA TATTICA COMUNICATIVA MOLTO DIFFUSA ANCHE IN ALTRI BASSIFONDI...E NON CASUALE.
MA NON ANTICIPIAMO I TEMPI, COSI' VI DIVERTITE UN PO' DA SOLI.

Anonimo ha detto...

Vi segnalo un piccolo indizio per identificare il gruppo di poveri sderenati di "A", e i suoi veri intenti: lo troverete graffito in un autolavaggio su via della Cecchignola, guardate con attenzione a cosa rifa il verso...
Buona caccia al tesoro :-)

Yuanyuan Lin ha detto...

7.19lllllyuanoakley sunglasses
louboutin pas cher
kate spade handbags
hollister clothing
links of london jewellery
toms shoes
longchamp outlet
versace sunglasses on sale
toms outlet
tory burch outlet
air max uk
ferragamo shoes
michael kors handbags
cartier watches for sale
mulberry handbags
tods shoes
tods outlet online
tiffany jewellery
coach outlet online
toms outlet
ray-ban sunglasses
oakley sunglasses wholesale
rolex watches
ferragamo shoes
ferragamo shoes
michael kors outlet online
burberry outlet sale
lebron shoes
fitflops outlet sale
true religion jeans
coach outlet store
coach outlet
juicy couture tracksuit
michael kors factory outlet
oakley sunglasses sale
7.19

ShareThis