Caso Marino: il primo episodio autenticamente totalitario del regime renziano. Ecco le prove

1 novembre 2015

Riguardo a Roma e al Caso Marino, le dichiarazioni di ieri del Primo Ministro Matteo Renzi ai telegiornali non solo costituiscono una autentica vergogna per qualsiasi cittadino italiano, ma rappresentano il suggello finale a quanto avvenuto in questi giorni, ovvero alle vicende che hanno segnato il salto di qualità del renzismo da movimento di potere e di consenso non propriamente democratico (Renzi non è stato eletto per fare il Premier) a autentico regime totalitario. 


La sensazione è che, per lo meno a Roma, quanto è accaduto (un sindaco regolarmente e democraticamente eletto, cacciato via perché non simpatico al Presidente del Consiglio) possa essere solo l'inizio di una escalation autoritaria che porterà, con ogni probabilità, a rimandare il voto la prossima primavera. Votare a maggio o a giugno del 2016, infatti, appaleserebbe un Partito Democratico fermo su percentuali attorno al 15%, circa trenta punti in meno del 2013. E a quel punto dare la colpa a Ignazio Marino sarà durissima... Delle due l'una, dunque: o si rimandano le elezioni inventandosi scuse e sospendendo, ancora una volta, la democrazia; oppure si decide strategicamente di perdere e straperdere mandando qualche avversario politico a bruciarsi nella totale ingovernabilità di Roma.

Ma torniamo alle dichiarazioni di Renzi. Il sindaco dice che non c'è stata alcuna congiura e che semplicemente l'esperienza amministrativa è finita perché la città non funziona. Verissimo. La città non funziona, tra l'altro non è una grande scoperta perché non funziona da decenni, forse da cinquanta anni. Ma se la città non funziona ha iniziato a non funzionare in queste settimane e prima invece girava alla grande? No perché fino a 60 giorni fa le persone che Renzi aveva mandato a Roma a gestire la situazione dicevano che l'amministrazione andava forte e che il sindaco era intoccabile: cosa è successo nel frattempo?
Inoltre in quale norma è scritto che se una città non funziona i consiglieri di maggioranza, assieme a quelli di opposizione, si chiudono in una stanza e firmano le dimissioni di massa davanti al notaio? Questo l'aveva fatto prima d'ora solo la 'Ndrangheta nell'Aspromonte. In altri casi se una città non funziona lo decidono gli elettori alla fine del mandato del sindaco, come hanno fatto con Alemanno nel 2013 mandandolo a casa. Funziona così, altrimenti è dittatura o qualcosa di simile.

E poi c'è da dire che il Premier in qualità di Capo del Governo ha trascurato la capitale in maniera colpevole e patetica, facendo mancare gli opportuni finanziamenti per il Giubileo. In qualità di Segretario del PD ha ignorato la crisi politica assegnandone la gestione ad un commissario palesemente fuori luogo e inadeguato, dotato tra l'altro di clamorosi conflitti d'interesse in città. Renzi insomma non ha idea, perché se n'è sempre fottuto, di quale sia la situazione reale nella capitale del paese che governa.

Le frasi che seguono nelle dichiarazioni del Primo Ministro, poi, sono ancora più inquietanti. Inquietanti perché semmai -ed è per fortuna impossibile- il PD dovesse vincere le prossime elezioni, costituirebbero le indicazioni e la linea cui il futuro ipotetico sindaco PD dovrebbe attenersi: non ridurre i debiti, non rientrare in una normalità contabile, non tagliare gli appalti alle ditte mafiose, no. "Far girare due autobus, sistemare le buche, manutenere il verde pubblico". Lo ha detto davvero: è il Primo Ministro eh! Forse Renzi non sa - o magari lo sa, e allora è peggio - che il verde pubblico a Roma è al disastro per il semplice fatto che si è deciso di togliere le aggiudicazioni per la manutenzione del verde alle ditte ed alle cooperative implicate in Mafia Capitale. I bus non girano anche perché per la prima volta si è provato a fare un contratto serio sulla produttività che, dopo quarant'anni, punisce assenze poco giustificabili e malattie immaginarie. 

Insomma, il vero motivo della cacciata di Marino non riesce ad emergere. Anche perché condizioni simili (bus che non girano, buche e malcontento popolare) ci sono anche in altre città - pensate alla Bologna di Merola - dove però il PD non si sogna neppure di attuare golpe o azioni eversive. Come mai?

Certo la pax mafiosa che c'era prima, anche e soprattutto grazie al Pd "pericoloso e cattivo" come lo ha raccontato Fabrizio Barca, faceva funzionare le cose un pochettino meglio, questo è indubbio. Tutti mangiavano e tutti stavano sazi e tranquilli. Felici, come piace a Renzi. D'altro canto se guardi a livello nazionale vedi che ci si predispone a fare enormi regali agli evasori fiscali alzando la soglia dell'utilizzo del contante e ridicole facilitazioni alla proprietà immobiliare tagliando le tasse sulla casa anche a chi non ne ha alcun bisogno e potrebbe pagarle magari anche più alte. L'importante non è governare bene e salvare il paese dal baratro, l'importante è raggiungere e mantenere il consenso il più tempo possibile. 

Ebbene in Italia (e a Roma soprattutto) è vero l'esatto contrario: stai governando bene solo se stai facendo cose profondamente impopolari. Perché solo così salvi una comunità che è stata drogata di malgoverno e malavita fin quasi al punto dell'overdose fatale. Un tossicomane in queste condizioni - com'è l'Italia, com'è Roma - non puoi far altro che isolarlo in un centro specializzato e legarlo ad una sedia affinché non assuma più sostanze dannose per il proprio organismo. Ti odierà, ma gli salverai le penne. Difficile spiegare questo ragionamento a Renzi e renziani: per loro a quanto pare, già ampiamente logorati da pochi mesi di potere che evidentemente non sanno gestire come classe dirigente matura, l'essenziale è il consenso e non intaccarne l'entità potenziale e la narrazione (je piace tanto, narrazione). Poco importa se a prezzo di corruzione, evasione, connivenze, collusioni, inefficienze, sprechi. Ecco perché ci aspettano mesi di commissariamento rispetto ai quali fare molta attenzione: la sensazione è che su tante cose si cercherà di tornare indietro. Un po' come fece Matteo Renzi quando diventò sindaco di Firenze: era la città dove si facevano - giustamente - più multe d'Italia, si smise. Mica vorrai fare la multa a chi parcheggia da furfante, poi non ti vota più! Per tacere del bilancio del capoluogo toscano sul quale la Corte dei Conti si è sbizzarrita. Uno così può capire la rivoluzione che ha rappresentato a Roma approvare un bilancio in tempo dopo 25 anni di emergenze?
La classe dirigente pronta a subentrare e ammantata di profumo di nuovo, d'altro canto, tendenzialmente la conosciamo. C'è il consigliere comunale turborenziano che ha fatto tutto e il contrario di tutto per ostacolare la riforma dei cartelloni favorendo di fatto mafie e malaffare; c'è l'assessorucolo che briga per favorire le terrificanti lobbies dell'ambulantato che vogliono riprendersi per 10 anni il mercatino di Natale di Piazza Navona. E così via snocciolando il "nuovo Pd" riformato dalla cura Orfini. D'altro canto, se cliccate sopra sull'intervista di Renzi al Tg1, vi accorgere che il nostro Capo del Governo considera "stile" ciò che in tutto il mondo considererebbero "volgarità", "cafonaggine", "codardia". E per cui tutto è possibile.

Forse su questa piattaforma gli unici interlocutori possibili stanno ormai all'interno del Movimento 5 Stelle. Rischiamo di doverci mettere a tifare per loro dopo averli tanto duramente criticati? Se saranno in grado di fare a loro volta pulizia (al loro interno non hanno disonesti, ma hanno gente stupida e profondamente impreparata, che è molto peggio) e di non cascare nelle trappole come stanno facendo su Atac allora probabilmente sì.

44 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Tonè, mo che hai raggiunto notorietà nazionale, nun sarà mica er caso de migliorallo sto sito de merda? Su mobile è scomodo parecchio.

Ignazio 2015 ha detto...


Al di la della redazione , spesso onnivora e con ospiti oltre i 3 giorni canonici o contro alcune categorie anche a fronte della evidenza che terminali del problema e non in grado di risolverli , in questa occasione in difesa del Sindaco onesto la ringrazio , perchè la voce dei più deboli non può prescindere dal ruolo .

Potrei dire Ignazio Falcone , Ignazio Impastato, Ignazio Borsellino, tutti accumunati da un primo lancio di fango e poi attaccati fisicamente ; a Ignazio 2015 dopo i proiettili gli è andata bene .

Hastag ignazio 2015 ha detto...


Se condividi chiamati anche te Ignazio 2015 e rendi virale questo concetto anche copiancollandolo ed aggiungendo tuoi pensieri in riguardo

Anonimo ha detto...

La vergogna di difendere le poltrone dei compari accostando gli eroi della nostra nazione a sto citrullo mangia pane a tradimento, bugiardo e al momento bi-indagato, servo dei regina e dei caltagirone, che per legge doveva sparire almeno sei mesi fa con tutta la giunta, rasenta la bestemmia.
Riuscire ad accostare Falcone e Borsellino e Impastato a marino indica la perdita completa di senso della realtà anche nel mentire, spiegabile soltanto col massiccio uso di droghe che si fa nell'area di sinistra del nostro paese.
La macchina del fango poi, manco avete un'idea di cosa sia.

Anonimo ha detto...

Ormai la macchina democratica mi pare svuotata di ogni funzione, resta lì come un corpo morto.
Il brutto è che questi sono pure ipocriti, subdoli, ti ingannano, almeno i dittatori veri li riconosci subito, ti arrivano coi carriarmati, e sai subito chi hai davanti. Loro no.

Anonimo ha detto...

Il golpe della sinistra è quello che ha di fatto eliminato il veicolo elettorale da ormai dieci anni, per obbedire ai diktat mafio-bancari della centrale. A questo golpe il mantenimento di marino era consustanziale, tanto che abbiamo visto le prefettizie acrobazie per tenerlo saldo in posizione, precedente inaudito.
Chiaro che il precipizio giudiziario, suo in primis, ma anche scenico - il re-cerino deve almeno saper recitare la parte del dignitoso reggente - fa traballare la macchina della tirannide sinistra, che si regge prima di tutto su una sorta di coro greco della frescaccia.
D'altronde, lo ricordava ieri Paolo Guzzanti, Falcone e Borsellino sono stati uccisi quando hanno cominciato a controllare il flussi del riciclaggio dall'unione sovietica al suino partito comunista italiano.
Vedete voi se non è chiaro che i partiti della sinistra sono composti da maiali.

Anonimo ha detto...

porelle le apette...

Anonimo ha detto...

per fare il sindaco a roma un minimo di intelligenza ci vuole la storia degli scontrini per pochi euro è una scusa per toglierlo dai piedi ( stesso film già visto con lo stesso personaggio in altre circostanze) un incrocio fra mister bean e Fantozzi non è degno della capitale.

Anonimo ha detto...

Poi, se vi serviva la conferma che la sinistra stia lavorando con bruxelles per far diventare l'Italia un'appendice del ghana, credo che la prospettiva della dieta a cavallette e bacherozzi dovrebbe risultare un chiarimento appropriato, anche in merito alla follia indotta da psicotropi, che guida il parlamento europeo.
Se hanno arrestato i sei di Casa pound che hanno difeso i cittadini di San Nicola, gli schifosi che hanno rubato, molestato, ammazzato, militarmente occupato la città dai centri sociali dovrebbero essere ghigliottinati.
E quella sderenata della fantino, che dopo aver fornito un avamposto d'oro alla criminalità organizzata aiutando i luridi di scup a occupare san Giovanni, si permette pure di spiegare lei a Vallini che è normale che il quartiere sia allo sfascio?
Bè, certo, lei è abituata al sud america.
E sud america la sinistra vuole far diventare l'Italia.
Chi ha visto con che modalità militari è stata occupata l'area della ex motorizzazione, e come sono state ignorate le segnalazioni di questi movimenti militari a ogni angolo nei tre giorni precendenti, sa bene di chesi sta parlando.

Anonimo ha detto...

voleva licenziare tutti.....alla fine licenziato lui per giusta causa ! ahahahahahhahhahhahahahhhahhahahahahaahahahahhahahahahaahhaahahahah

Anonimo ha detto...

Scusa ma se tua moglie dopo 3 anni dal matrimonio diventa una cozza, stronza e rompicoglioni e qualcuno ti venisse a rinfacciare: "è però 3 anni fa te piaceva, te andava bene!!!" che gli rispondi?

Anonimo ha detto...

Renzi è cretino, mi pare evidente, e non lo scrivo per il gusto di insultare un personaggio senza qualità, ma perché è davvero chiaro come abbia delle carenze espressive e intellettive.
Il fatto che tutti ne parlino come di un arrogante dittatore, invece che come nu poro scem' qual è, fa comprendere come in realtà ci sia un sostanziale assenso sul suo "governo". Nu scem va rimosso, un dittatore, bè, suvvia, fa quasi simpatia, l'uomo forte che risolleva le sorti della nazione.
Perché i renzi, i marino, le boschi, sono le marionette di un meccanismo che si vuole vada avanti coi minori ostacoli possibili. E l'assenza di critica ai diktat è garantita solo con una banda di scemi senza etica, che portano il testimone alla meta a testa bassa, senza senso dell'onore o dll'etica a inceppare la corsa.
Quindi non tirate fuori una presunta guerra a marino, figuriamoci se il pd non si voleva tenere l'uomo di paglia in una posizione strategica come il comune di Roma.
Ma hanno il senso della propaganda, e si rendono conto di quando i loro magheggi golpisti oltre a essere leggibili nella loro illiceità (poco grave) assumono in modo più netto la sfumatura del RIDICOLO. Ecco l'unico motivo per cui finalmente si rispetta la legge sciogliendo il comune.

Anonimo ha detto...

Renzi m'e' sempre stato sui marroni ma ora lo amo.

Anonimo ha detto...

Ma nun starai a esagera' un pochetto Tone'?

Anonimo ha detto...


Di GOLPE si è trattato, non ci sono dubbi.
Togliere a Roma un sindaco eletto dal popolo è miserevole ed indecente.

Ricordatevi che qui, chi comanda è la CHIESA DI ROMA!!!
Non la citate mai ma è come ignorare l'ELEFANTE IN UNA STANZA!
Finché non prenderemo atto di questa verità, non credo che faremo passi avanti nell'analisi politica/criminale ...

Nel 2016 c'è il GIUBILEO ... vedrete, non si andrà a VOTARE perché non è il caso, no? Non si voterà e ci terremo uno stantio commissario per due anni o più ...
Ricordatevi che Marino è stato sfiduciato dal PAPA (Pater Patrum) in persona!
Svegli regà, ciao

Anonimo ha detto...

Ma quando mai si è visto che la maggioranza si è alleata con l' opposizione (e che opposizione....) per fare cadere l'amministratore sostenuto dalla stessa maggioranza. Anche il messaggio è molto deleterio per chiunque voglia candidarsi in futuro con questi schieramenti: o fai come diciamo noi o te ne vai a casa - tanto i voti, in una maniera o nell'altra, li troviamo. Non sopporto la continua strumentale aggressività del M5S ma, dopo quello che è successo in questi giorni, è molto probabile che il mio voto vada a loro (e MAI più andrà al PD locale e nazionale, vera gentaccia). Povera Roma comunque, ridotta a semplice pedina strumentale alla raccolta di voti.

Anonimo ha detto...

Un po' come disse Berlusconi, anche lui era stato eletto.

Anonimo ha detto...

Sono sempre stato indeciso sul chi votare, ma da tre giorni a questa parte non ho dubbi: PD.

Anonimo ha detto...

i media nazionali sono maestri nel provocare paura del nuovo( non sono caaci, dilettanti, ecc.ecc) e tanto sono sicuro che per paura del cambiamento li rivoterete, come nel resto d'itaGlia

Anonimo ha detto...

Sono dovuto arrivare alle ultime righe e rileggere la testata perché mi sembrava di ascoltare un discorso di Alessandro Di Battista. E non è un complimento. Siete anche voi passati dalla parte di chi grida sempre al GOMBLOTTOOOO!!!!????????

Anonimo ha detto...

Tonelli sei forse stato inghiottito da carte in regola? Prima ci mostri una Roma che fa schifo poi se. Qualcuno prova a cambiarla parli di regime sei molto confuso o ti hanno rincretinito i sostenitori del lasciamo tutto com'è tanti fa schifo insieme ad un sindaco che di schifo che ha mostrato molto. Ps uno che in bicicletta come te non ci può andare perché vivo in periferia .

Anonimo ha detto...

Per legge la giunta doveva cadere subito.
Il golpe della sinistra consiste nell'ignorare la legge e il parlamento, arrivando a tenersi il sindaco di una giunta decimata dalla mafia e a distruggere la Costituzione senza rispettare la procedura rinforzata.
Questa è la dittatura.
Il resto dei commenti sono:
il refrain pubblicitario del gruppo assunto da marino a tal fine, che dichiara di lavorare soprattutto sui blog;
le provocazioni di Tonelli, che lancia assurdità per istigare le fiere nell'arena, e fare statistica sugli id, in puro stile maria de filippi.

Anonimo ha detto...

I cinque stelle sono una sinistra ripulita, Giorgia Meloni sarebbe un sindaco d'oro, così come Salvini, ma per la loro incolumità sarebbe ideale candidarsi solo con i rispettivi partiti al governo.
Perché la sinistra è mafia, e per reggere alla mafia ci vogliono le spalle coperte.
Se hanno abbastanza pelo sullo stomaco da candidarsi ora comunque, vincono.

Anonimo ha detto...

Se uno vede solo quello che fanno Salvini e Meloni con le affissioni (sempre abusive, sempre non autorizzate), c'è da evitarli come la peste.

Anonimo ha detto...

Le stronzate (passatemi il termine) che si leggono su questo sito, articoli e commenti alla pari, sono impagabili. Questo è il sito più spassoso d'Italia, senza dubbio.
Continuate così :)

Anonimo ha detto...

E' bello perché loro credono veramente di padroneggiare l'arte della delegittimazione, ripetendo SEMPRE LE STESSE COSE, dal 2011 a oggi.
Ah ah ah, la mafia nel pd, il golpe anti democrazia, ah ah ah, spassoso.
niente da fare, i centri sociali sono ideale terreno di coltura per coglionidi (anonymi of course).

Anonimo ha detto...

Disse l'anonimo che criticava i vili anonimi.

Anonimo ha detto...

Ora che è morto, anche se lo accostano a...marino - vade retro delirio - dovrebbero lasciarlo parlare.
Capitolo "Profitti e perdite" di cose di cosa nostra, potrebbe essere scritto oggi e sembrare innovativo, tanta censura c'è e c'è stata sui legami sulla nuova impostazione internazionalista, politica e imprenditoriale della mafia, con il suo "esercito" (p. 128) di nullità, con lavvento di internet scatenate anche sui blog, e con "stipendio" (p. 128) garantito ogni mese.
Ecco perché cala l'occupazione, e la protesta contro lo sfascio delle garanzie del lavoro regolare: perché il lavoro regolare non lo cerca quasi più nessuno, se non i mafiosi come copertura.

Anonimo ha detto...

Non critico gli anonimi, critico gli anonymi. Dio è nei dettagli.

Anonimo ha detto...

avete letto questa bellissima e drammatica intervista !
http://roma.repubblica.it/cronaca/2015/10/31/news/_marino_ci_ha_mentito_fino_all_ultimo_cosi_il_pd_si_e_compattato_contro_di_lui_-126363061/

Comincio a pensare che sia tutto il contrario...che il clientalismo difende Marino ! Altrochè !!!

Anonimo ha detto...

Leggetevi la bellissima lettera della Meloni ieri al Fatto, e la risposta del menga di colombo.
E vedrete che più diventa brava e più cercheranno di farla passare per "impresentabile".
Lei!
Non serve che siano intelligenti o convincenti i sinistri, fanno massa, e credono di continuare a tenere il potere così, ciechi e sordi bruti e inerti come materia inanimata.

Anonimo ha detto...

Puoi mettere il link dell intervista?

Anonimo ha detto...

interessante editoriale di Tonelli e ancor più i commenti ché uno non immagina proprio cosa pensa la gente. Comunque la conclusione di guardare ai 5S, mah! dopo il livore di Di Battista su You tube con cui parlava degli scontrini di Marino, mi ha fatto cancellare lui e i 5S
dalle mie intenzioni di voto. Se mai ci sarà un voto!

Anonimo ha detto...

Il problemino è che per come la vedo io, la moglie è la mia.

E quindi bella o brutta o rompicoglioni se qualcuno cerca di inchiappettarsela la cosa mi da come dire leggermente fastidio

Anonimo ha detto...

Che paura, per la miseria. Lui ha cancellato i 5 stelle perché livorosi contro il peculato di marino.
Porco boia, roba da incensare marino tutta la vita per il terrore di venire cancellati da anonimo ore 1.37 pm, appassionato di peculato e di falso in atti d'ufficio.
Quando si dice la propaganda a tappeto.

Anonimo ha detto...

Ma guarda ci pensa da sola

Anonimo ha detto...

Libero peculato in libero Stato.
Doppia fattura e passa la paura.
Atto falsificato, giudice gabbato.
Se a buzzi dici "o caro", dei suoi crimini dichiarati ignaro.
Giunta mafiosa, sceglie sindaco onesto a iosa.
Assunzione millantata, sul sottoposto riversata.
Nega l'evidenza, che della poltrona non puoi fare senza.
Marino, italiano vero, sei tutti noi...loro, diciamo.

Anonimo ha detto...

epoche ancora in cui la dinamica moderata ancora non aveva preso il sopravvento...
https://www.youtube.com/watch?v=HNV8EVBVCJQ

Anonimo ha detto...

Oh, ma un bel post sugli undici nuovi indagati per metro C, e sulla sublime variante dei 18 metri sotto il livello della A? C'è pure chiccone testa nazionale.
Corte dei Conti, let's dream ooooon...

Giovanni ha detto...

Renzi non è un dittatore, è un pupazzo.
I dittatori della finanza EU hanno scoperto che non serve un colonnello coi carri armati per sottomettere un popolo, basta invece qualche fesso corruttibile (non si corrompe solo coi dané, ma anche con lo sbatter di tacchi e i voli privati) e una stampa che grida al miracolo qualunque cosa lui faccia.
Una parte della popolazione si ritrae disgustata, una parte gli vota contro ma una parte sufficiente se la beve, ed è quanto basta per continuare a farlo governare.
Per questo credo che nessuno abbia paura delle elezioni. La risicata minoranza che andrà a votare sarà o collusa o cogliona, quindi stanno tranquilli.

Anonimo ha detto...

La massoneria ha occupato il PD ...ma non ha fatto una gran fatica , c'era un terreno molto favorevole , dato principalmente da un elettorato e militanti che militano in un partito o lo votano con lo stesso criterio con cui si tifa una squadra di calcio.

Una massa di pecoroni che segue il pastore qualunque esso sia e qualunque cosa faccia.

Rendetevi conto che dei consiglieri non c'e' stato UNO che abbia tenuto la schiena dritta , e in parlamento o al senato la situazione non è molto migliore.

E ora il prossimo sindaco sarà eletto dal Partito della Nazione.

Metrixlab Italy ha detto...

Non è il primo, in Calabria stanno facendo la stessa cosa, stanno mettendo i bastoni tra le ruote al governatore perché è della sinistra PD, poi Letta ha subito lo stesso trattamento e secondo il prossimo nel mirino è Visco...

Maurizio Pieroni ha detto...

Il nuovo logo sarà PDM,
la emme stà per Massone.

Polìscor ha detto...

Ma 'n'do' cazzo eravate fino al 2011? Ben svegliati, eh.

ShareThis