50 foto per scoprire come si presenta ai turisti del Giubileo l'Eur. Dovunque al mondo sarebbe un gioiello

22 novembre 2015

















































75 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Ci vorrebbe proprio marino, con la sua splendida idea di inaugurare un parco prostitute, rigorosamente schiavizzate dalla mafia e contro la Legge.
Le benne iniziative del pd in favore della malavita, dove, dove sono finite?!
Marino, ritorna, i preservativi sono in fiore.

ste ha detto...

Del resto l'EUR nasce come esposizione universale....noi a Roma esponiamo solo le nostre eccellenze: la monnezza, la sciatteria, l'incuria e l'abbondono al limite del codice penale e il malaffare...il meglio di Roma....un modello da fiera...

Anonimo ha detto...

È la "normalizzazione" bellezza!

Anonimo ha detto...

So i palazzinari bellezza. Hanno decomposto la trama urbanistica perfetta dell'Eur, demolendo tutti i suoi monumenti simbolo, per fare posto alle porcherie di piano e di fuksas, pretesto per le solite ingerenze cementizie, e per le solite ditte mafiose, che lavorano al risparmio anche sulla sicurezza, tanto che di recente sono riusciti ad ammazzare una passante col solo cancello di cantiere mal fissato.
Quando cominci a deturpare l'ordine, vuoi arrivare alla solita kashba, per le ragioni che sappiamo, dette e ridette.
E poi volete votare marchini?

"Su Alfio Marchini invece andrebbe aperto un capitolo a parte, partendo dai legami con Caltagirone (non propriamente una brava persona) il capo dell’altra dinastia di palazzinari romani con cui si smezza gli affari, con Luciano Violante, Massimo D’Alema e con buona parte della destra moderata. - See more at: http://www.esseblog.it/2015/10/marino-game-over/#sthash.uydAb280.dpuf

Anonimo ha detto...

Marchini e caltagirone, ricordatevelo bene prima di inglobarlo in lista.
Non a caso si parla di quelle figure indefinite, apparentemente né di destra né di sinistra, ma che in realtà costituiscono l'avamposto di quella melma fatta di imprenditoria, abusi, connivenze, e pd, il tutto impastato dnto una polo ralph lauren e un paio di hogan.
Come renzi, è il letame laccato oro, il manifesto della sinistra italiana.

Anonimo ha detto...

Chernobyl:
http://www.quintinlake.com/data/photos/21_1Pripyat_QL_02.jpg

Anonimo ha detto...

Eccola la deriva autoritaria, neanche più la legge ci difende dalla demolizione di capolavori come le torri di Ligini o la teca di Morpurgo, o dalla distesa di extracomunitari che abusano del nostro territorio.
E ci vogliono far credere all'isis, il neo terrorismo in tutina di elastan che rompe i coglioni alla povera gente ma non riesce nemmeno per sbaglio a far saltare per aria un presidente.
Intanto renzi tenta di impostare la voce come churchill con l'unico esito di sembrare ceccherini, il muso a testicolo di hollande cerca di sembrare de gaulle, obama gode perché sta riuscendo a trasformare l'Europa in un paese di subumani come l'america, che si sa, è fatta con gli scarti dei paesi veri (e questo non ce lo hanno mai perdonato...).
In tutto questo vedete qualcuno che dichiari che è ora di rimandare ciascuno immigrato a casa sua? Ma per carità. Si sono tutti messi d'accordo nei famosi circoletti.
"Purché siano moderati, signora mia..."

Anonimo ha detto...

Evviva Tronca e il suo dream Team! Come faremmo senza di loro!

Anonimo ha detto...

che poi il bello, è che prima spendono 5k a metro quadro per vivere in una periferia post-nucleare e poi vanno anche a comprare il ciarpame alle bancarelle.

Basterebbe un pò di amor proprio...

Riccardo_C ha detto...

Che topaia... vergogna

Anonimo ha detto...

In palestra ci dissero che Sanremo l'avrebbero vinto i jalisse, esattamente un anno prima che si sapesse che esistevano come duo canoro.
Se lorsignori hanno il vezzo di controllare scemenze come sanremo, figuriamoci se non dobbiam loro le progressive disfunzioni dell'eur, e dell'universo mondo.
Comunque, a tal fine hanno cooptato gran parte della popolazione, altrimenti da queste bertucce nessuno si comprerebbe nemmeno una molletta per capelli.

Anonimo ha detto...

>>poi vanno anche a comprare il ciarpame alle bancarelle.
i maggiori clienti vengono dalle poste dall'altra parte della strada

Anonimo ha detto...

Appunto. Queste cose succedono solo nei paesi popolati da cialtroni, mica in Ungheria o in Islanda.
C'è da dire che la crescita esponenziale dei cialtroni con la decimazione dei cittadini la dobbiamo a qualcuno, a cui non bastava usare la nostra terra come se fosse casa sua, ma voleva trasformarci da culla della civiltà nei piccoli stati uniti d'Italia.
e ci sono riusciti, manco china town è come piazza vittorio e dintorni, e manco brookin è come tor pignattara.

Anonimo ha detto...

Togliere quel mercato di mutandari e' il primo passo per recuperare quei luoghi. Dove ci sono loro c'e' automaticamente merda e degrado.

Anonimo ha detto...

i mercati cosi ormai li trovi solo nella fascia subsahariana (e a roma)
https://wazaonline2.global.ssl.fastly.net/sites/wazaonline.com/files/mbare_harare.jpg

Anonimo ha detto...

Sulle torri di Ligini posso essere pure d'accordo, ma la teca di Morpurgo...è stata semplicemente sostituita con un'altra teca con museo annesso (tra l'altro la zona del mausoleo di Adriano non brilla proprio per coerenza architettonica).
Piuttosto mi direte che la zona EurRoma2 + brutti grattacieli a caso poteva essere studiata un attimino meglio, guardate per esempio che splendore hanno fatto a Milano vicino Porta Garibaldi..

Fracatz ha detto...

senza li sordi nun se canta messa, ve lo dovete da ficcà ner cervello
e li sordi, daquanno non li ponno più stampà, fanno troppo gola ai caporioni

Secutor ha detto...

Sono pietrificato........semplicemente AGGHIACCIANTE, MOSTRUOSO, ALLUCINANTE....peggio del peggior incubo......da mostrare a MATTARELLA che vive in un pianeta astratto totalmente alienato dalla terrificante realtà rappresentata Presidente ma quale nuova generazione di italiani accetterà di vivere in una fogna del genere ? Preda di writer pandilleros cingalesi in un quadro di degrado e sfascio peggio del terzo mondo !!!!!!!

Anonimo ha detto...

la nuova generazione accetterà, dopo che papino gli avra comprato casetta, macchinina e trovato lavoro ammanicato da qualche parte...

Anonimo ha detto...

Immagini sconvolgenti e pietose. Dignità livello zero!

Anonimo ha detto...

Che brutta fine per questo quartiere ... Non che lo abbia mai amato, ma almeno prima era tutto tranne che degradato. Quel mercatino comunque e' prevalentemente frequentato da stranieri. Ci passo spesso per prendere la metro e non comprerei lì neanche una spilla. È' veramente il peggio del peggio....

Anonimo ha detto...

Non si deve trascurare che nel piano di distruzione della cultura occidentale c'è la destituzione del cattolicesimo.
E queste mandrie di primitivi sono una delle leve impiegate per sollecitare un improponibile paragone tra religioni monoteiste, scopo finale, la grande poltiglia dell'essere indistinto, con tante scimmie che adorano il grande monolite.
La raffinatezza infinita della formazione spirituale e intellettuale cattolica, che permea la superiorità della nostra cultura anche se atei, dà molto fastidio.

Anonimo ha detto...

Vorrebbero insomma farvi credere che l'Italia delle grandi cerimonie solenni e curatissime, cantata da secolo di Grand Tour anche dai protestanti, dell'educazione "borghese", sempre sia lodata, del decoro ambientale e del costume, sia il nemico da abbattere e che si debba arrivare al grande mercato arabo universale, ossia questa spazzatura sociale, gente che non vuole distinguere il luogo in cui si trova, che urla ovunquee in maniera scalmanata, che dichiara a pieni polmoni la propria nullità, e anche con un certo compiacimento, sapendo che il potere approva.

Anonimo ha detto...

Quanto alla teca di Morpurgo, signori, era l'opera di un grandissimo architetto, e per legge non andava toccata. Questa legge serve a evitare che il cattivo gusto di qualcuno, o semplicemente l'opinabile gusto personale, o l'ignoranza o la violenza ideologica di chi gestisce il denaro e lo spazio pubblico, possa privare la collettività di opere d'arte o tracce della storia comune.
Ma, che dire, la legge a quanto pare si è fatta creativa, secondo i deplorevoli auspici di certi giuristi americani.

Anonimo ha detto...

Gli attuali amministratori italiani riescono ad autodemolire tutto ciò che avevano faticosamente ocstruito generazioni precedenti. Tuttavia non noto proteste così vibranti come ci si aspetterebbe in altre località più civili. Ciò indica che i residenti e coloro che lì lavorano non ritengono sufficientemente degradato l'ambiente. Contenti loro...

Anonimo ha detto...

Non cogli la profondissima connivenza che lega gli italiani attuali a tutto questo, e la radicalissima pazzia che li organizza.
E continua a non coglierla, che ti fa onore.

Anonimo ha detto...

Comunque il lavoro di manipolazione a fini bellici del costituendo stato arabo è cominciato ai tempi della prima guerra mondiale.
La stupenda storia di Lawrence d'Arabia, da lui narrata nel terzo libro più bello di tutti i tempi, contiene in nuce tutti i miserabili sviluppi della sceneggiata musulmana a oggi in corso, ma all'epoca era ancora la storia di un magnifico e doloroso semitradimento del popolo arabo, interpretata da uomini di altissima caratura.
E siccome Lawrence d'Arabia era ancora un eroe romantico e non riuscì a essere il traditore che gli si chiedeva di essere, è stato fatto fuori, sempre con le modalità viscidelle di quello che crede di essere il potere, fatto di ometti.
Poco a che vedere con le mezze calze doppio giochiste e impastate di cocaina che usano la divisa per meglio fare i mercanti degli innocenti.

Anonimo ha detto...

Meno male che c'è Tronca a far rigare dritto i dipendenti comunali.

Anonimo ha detto...

quanto li odio quei parapedonali bianchi e rossi
sia come design che come colori, tipici da mafia style , stile tronca o alemanno ma anche veltroni, uno peggio dell'altro

Anonimo ha detto...

E io che pensavo che l'Eur fosse un quartiere di lusso.. Che schifo, sembra Nairobi o Joahnnesburg

Anonimo ha detto...

The horror, the horror!

Anonimo ha detto...

Sicuri che non si tratti di un set cinematografico di qualche film post disastro nucleare?

Anonimo ha detto...

Ma avete rotto con questo giubileo .
I turisti verranno a roma per il giubileo e vredranno com è roma PUNTO .

Questo è roma da anni , perchè ci si dovrebbe presentare diversamente per 4 pellegrini del piffero che arrivano ?

Roma è un merdaio , che si sappia nel mondo non ci trovo nulla di male

Se deve cambiare che cambi perchè ci si vive uno schifo , non si deve mettere la polvere sotto il tappeto solo perchè arriva qualcuno

Anonimo ha detto...

La gente ha la memoria corta: in questo caso il degrado ha nome e cognome.
Ricordate chi ha ricostruito con 760.000 euro la terrazza sopra la fermata metro? E poi ricordate anche chi ha permesso l'installazione dell'osceno ed illegale mercatino che ha distrutto la pavimentazione appena restaurata?
Perchè non chiamare a rispondere i vari Alemanno, Veltroni, Calzetta ecc che si sono succeduti alla guida di comune e municipio del disastro.
Aggiungerei anche alcuni residenti dell'EUR, che quando si stava protestando risposero che era comodo avere questo scempio vicino casa....

geremia ha detto...

Cominciamo a togliere quelle decine e decine di bancarelle, con i loro camioncini scalcinati e i loro cartoni, e vedrete che d'incanto la situazione comincerà già a migliorare

Torino72 ha detto...

Quando andavo a Roma negli anni 80', questo per me era uno dei quartieri più belli del mondo, ed avrei fatto salti mortali per andarci a vivere.
Ora purtroppo non riesco nemmeno a paragonarlo al quartiere più degradato di Torino.

Roma mia, Roma mia come ti hanno ridotto!

Bastardi!

Anonimo ha detto...

Che cesso di città, che cessi di cittadini, c'è voluto il terrorismo per far sparire gli indicibili BESTIE che rubavano i portafogli nella metropolitana.

Ai Romani sta tranvata ci voleva! E spero proprio che i militari rimangano li dove sono perché se no le BESTIE ritornano. (per non dire zingari)

Anonimo ha detto...

O MIO DIO!

E questo sarebbe il quartiere modello di roma??!?!?!

ma meglio il Bangladesh!!

Anonimo ha detto...

ma il cartello " sottopassaggio pedonale" quanti anni ha? come minimo una cinquantina, e quel passagio non è mai stato aperto. ammazza che schifo di città e di cittadini per i quali tutto questo schifo è normale.

Criss ha detto...

esattamente quello che succederà a Milano nell'area Expo.

Anonimo ha detto...

Perché quel bel giardino della Basilica San Paolo ??? Come lo mettiamo in classifica? oltre all'assenza di manutenzione è diventato il giardino dei cani ed i bambini che non possono giocare nella merda degli animali, li portiamo al centro commerciale.

Merdosi Romani!!!! Ci vogliono militari in questa città.

Anonimo ha detto...

mi fanno ridere quelli che si indebitano per 40 anni o indebitano i genitori pur di avere 100 m2 all EURe....o a prati.......tra ostia e centro di roma la differenza ormai è minima.....purtroppo i valori del mercato immobiliare riflettono la cultura troglodita e pecoreccia dei romani....

Anonimo ha detto...

Il bello è che per far posto a 'ste cavolo di bancarelle per i pezzenti hanno anche qualche anno fa spostarono anche la fermata dell'autobus sulla stradina di fronte all'uscita della metro.

Anonimo ha detto...

Nelle foto si vedono due cose: le discariche prodotte da innumerevoli sbandati e senza tetto che (con carità cristiana!) accogliamo, e gli ettari di stracci venduti dai bancarellari (in gran parte "legalizzati" e divenuti massa di manovra politica-elettorale negli anni in cui alcune "famiglie" erano ben rappresentate anche nell'Assemblea capitolina) al sottoproletariato dei dipendenti pubblici (Poste ecc.).
In altre città del mondo, dice il post, un luogo come l'EUR sarebbe tenuto benissimo.
Vero, ma questo perché in altre città del mondo OCCIDENTALE sarebbe il luogo perfetto per le sedi di multinazionali, centri di ricerca, grandi banche e società di finanza.
Invece a Roma abbiamo fatto di tutto per rendere l'ambiente ostile al capitalismo, e propugniamo un modello "sociale" - tanto da parte della sinistra cattocomunista, quanto da parte della destra post-missina - che non trova uguali nel resto del mondo occidentale, e che invece va tanto di moda in alcune realtà dell'America latina, dell'Africa e del Medio Oriente.
E, guarda caso, oggi le strade di Roma assomigliano da vicino a quelle di Caracas o di Lagos.

Anonimo ha detto...

Guarda che l'eur era già un centro economico culturale, prima che si avviassero a disfarlo.
Siccome siamo a Roma e non ancora in texas o a dubai, il nostro polo economico e culturale era costituito da centri di ricerca del mibact e da un insieme di musei unico al mondo.
Che stanno svendendo.

Anonimo ha detto...

Hahoooo, mordassgi vosdriih!!!, ma ghe ge frega dee bangarelleh.

G'ho er suv bargheggiado zoddo gasah, l'aifon, l'abbonamento a sgaih, l'abbardamendo

al guindo biano senz'asgenzorheh, ma ghe me frega ammeh.

Eppoi'n amerigah, se magnano l'amburghe e n'channo er bide'.

Nnate a vive ha hosloh gh'è mejoh!!!

Anonimo ha detto...

E' tutta colpa dell'ISIS!

Anonimo ha detto...

Che stanno svendendo.

Ma chi se li compra!? Chi e' quello scemo che viene a buttarci i soldi?

Anonimo ha detto...

Cmq alcune foto sono scattate in tempi diversi: alcune provengono da Mogadiscio prima della guerra e altre da Mogadiscio dopo la guerra

Anonimo ha detto...

@ anonimo 12.15 PM
Non serve essere il Texas o Dubai per avere banche, multinazionali, centri di ricerca (non musei....) ecc. ecc. Non serve avere il petrolio, che peraltro è indirettamente una delle cose che abbiamo, tanto è vero che proprio l'ENI "resiste" con la sua sede all'EUR.
Serve un sistema giuridico e fiscale che favorisca lo stabilirsi da noi delle sedi delle grandi aziende.
Se queste ci fossero, in numero adeguato, allora l'EUR si popolerebbe di funzionari e dirigenti ad alto reddito, di servizi di sorveglianza privati, di servizi di qualità pagati in massima parte da utenti benestanti.
Avremmo grandi progetti urbanistici di riqualificazione e di sviluppo, perché investire in tali zone renderebbe molto.
Invece abbiamo creduto di poter rigettare il "modello capitalista" che fa funzionare le belle città occidentali, per rifugiarci in un ibrido fra il peronismo e la "teologia della liberazione".
E così, guarda un po', ci ritroviamo in America latina.

Anonimo ha detto...

Ah ah genio! Hai proprio ragione. Citta di pezzenti avviata alla pezzenteria

Anonimo ha detto...

Magari fossimo in America Latina...siamo in Africa...quella nera..!!!

Anonimo ha detto...

@2,29 pm il tuo discorso non fa una piega, ma qui purtroppo mancano proprio le basi, infatti:
tu citi i benestanti, i dirigenti i soldi ecc..., ma nelle città dove c'è un minimo di dignità (perchè di questo si tratta) che siano in europa est, in scandinavia ,in spagna/portogallo o nell'europa centrale, il decoro urbano è sempre tenuto a uno standard accettabile, Sia nei quartieri ricchi, che in quelli popolari.

E' Anzi soprattutto in questi ultimi che vengono attuati i progetti di riqualificazione.


Anonimo ha detto...

Che puzza de negro de merda...i negri all'Eur... no dico i negri all'Eur...comunista der cazzo magari te fanno salta in aria a san lorenzo mentre leggi l'unità...o te mitragliano mentre te prendi l'aperitivo ar bar de li frocioni al colosseo....poi vojo vede se la bandiera della pace te la ficchi ar culo...o rompi ancora er cazzo.

PUSSA VIA SCIO ... NEGRACCIO DE MERDA!!!

Anonimo ha detto...

Er fanfara e tutto il PD ha 400 milioni di euro di buco per quella CAGATA di EXPO a Milano ha speso una vagonata di soldi per un evento di 6 mesi che non è servito ad un cazzo, ora o ci fanno una discarica o ci fanno un campo rom.
Quando il Regime costruiva l'Eur, quartiere studiato dagli architetti di tutto il mondo il radical chic je puzzava perchè era bianco e pulito, non lo capiva, diceva ma la puzza de merda che se respira a San Lorenzo ?? io senza la puzza de piscio mica me ce ritrovo...magari me do na grattata me levo na piattola e ce rifletto.

MORTACCI VOSTRA NANTRA VORTA !!!

Anonimo ha detto...

Ma ancora con sta storia di destra e sinistra, ancora con sta storia di PD PDL AN comunisti, fascisti ecc.., ma non avete ancora capito che non esistono più e che non contano più niente, non avete ancora capito che chi comanda e la UE (banche), non avete ancora capito che l'invasione incontrollata degli extracomunitari serve per abbassarci il salario e renderci più schiavi di prima........quando finirete di farvi prendere per il culo?

Anonimo ha detto...

aldilà degli scenari geopolitici, non sperate in una città a misura d'uomo.

ROMA E' UNA CITTA' A MISURA DE MAGHINA!!!

EDDAJE CHE MO ME LA SCOATTO CO L'X6!!!!

Anonimo ha detto...

@ anonimo 3.17 PM
Quello che propone è, ancora una volta, l'intervento pubblico, cioè soldi di tutti noi per rimediare al disastro prodotto... da tutti noi, votando o comunque favorendo le scelte politiche ed economiche che portano al degrado che vediamo (e che leggiamo in tanti altri interventi, su questo stesso post!).
Quello che le dico io è di fare il contrario, ovvero:
1) modificare radicalmente le scelte politiche-economiche che basano il nostro modello su un mix di provvedimenti populisti e socialisti, per poi rincorrere il degrado con altra spesa pubblica (magari per qualche coop che intervenga a ripristinare il decoro o "integrare" gli emarginati), e adottare, molto semplicemente, un vero modello capitalista, come esistente nel resto dell'Occidente;
2) favorire l'intervento del PRIVATO, per riqualificare le aree degradate. Come? Facendo in modo che ci guadagni, permettendo di fare investimenti consistenti, con alti margini di guadagno. Lo Stato e il Comune devono garantire la tutela giuridica (basse tasse; difesa della proprietà ecc. ecc.); il privato deve poter investire in sicurezza e guadagnarci molto.
E allora vengono le Società e i dipendenti ricchi, che spendono tanto per il decoro (è parte integrante del loro brand, l'operare in un contesto "classy"), tanto per la sicurezza (videosorveglianza; guardie private vere;) e tanto anche per i consumi.
Quindi, via le bancarelle, e arrivano ristoranti, boutique, ma anche palestre, musei, biblioteche ecc.
In questo stesso blog, tempo fa, si stigmatizzava il fatto che l'affidamento di luoghi pubblici fosse attuato dal Comune SOLO a favore di progetti rigorosamente no-profit.
Questa è la cultura anti-capitalista che ci governa, e che forma la base per il pauperismo imperante, per lo strapotere delle cooperative e degli ambulanti.
Rimuoviamo questa cultura; adottiamo le buone prassi dei modelli socio-economici occidentali, e la melma di incapaci e nullafacenti che appesta Roma poco alla volta sarà cacciata via, semplicemente perché non troverà più da mangiare, da occupare, da graffitare.

Anonimo ha detto...

quello che volevo dire, è che qui manca proprio l'impostazione, nel senso che l'intervento nr'2 qui non sarebbe possibile per un problema di mentalità.
Infatti non esiste proprio il concetto di riqualificazione, le uniche cose che devono funzionare sono solo quelle all'interno della casa di ognuno, e visto che la città non viene concepita come casa, viene lasciata allo stato di parcheggio/latrina a cielo aperto.

Anonimo ha detto...

Hahooh, ma sdi gazzih daa rigualifigah, vojo di, gua mi fijo po girà tranquillo kaa minicar, poi la sera p'uscì va dar bangla, se compra na bira e spende na gazzata, gosì je posso gombrha le sgarbe firmade.
Mo vojo vede se sdava a hoslo, doveva pija er bus e je partivano 3 euri, poi na bira jaa facevano paga 6 euri ,je toccava comprasse le scarpe daa caritas e gira kor telefono dell'anno scorso.

Bhe pero haho, a hoslo c'hann'e piste ciclabili, ma mordassgi vosdrih e dell'europa.

Anonimo ha detto...

Caro Benito torna, che qui stamo nella merda :(

Anonimo ha detto...

@ 4.54 PM
Lei dice che "manca la mentalità". Allora faccio un esempio, nella stessa città e nello stesso quartiere. Parlo del centro commerciale EUROMA2, realizzato malgrado una feroce opposizione da parte di tantissimi, dai "soliti noti" a difesa del commercio stile XVII secolo al WWF.
Bene, non è certo un modello assoluto di pregio architettonico, però in quello spazio "privato" - ma fruibile da tutti e gratuitamente - c'è sicurezza (videosorveglianza; sicurezza privata ecc. Quante bande di borseggiatrici si possono trovare?), decoro (quanti graffiti o quanta spazzatura si trova?), servizi di qualità (ci sono ambulanti? questuanti? topi o gabbiani?).
Pagati da chi? Da chi fa affari, ci guadagna e quindi tutela la sua fonte di guadagno. Molto semplice.
EUR non può diventare un enorme centro commerciale, ma il "modello" del mall - cioè uno spazio privato ma aperto a tutti - si può riproporre anche in senso meno commerciale, ad esempio con aree o edifici che offrono spazio per le sedi delle grandi società e contemporaneamente servizi culturali (teatri, musei ecc.).
Si può fare!
Però bisogna prendere davvero a calci nel didietro quelli che in nome dei valori "sociali" (di destra o di sinistra non importa) impediscono all'Italia, e a Roma, di svilupparsi come una normale città dell'Occidente.

Anonimo ha detto...

Per Criss...

I Padiglioni dell'Expo a Milano sono già in via di smaltimento perchè ci sono numerosi investitori pronti a comprare e inoltre verrà creato uno dei centri di ricerca più all'avanguardia del Mondo.
Mi informerei prima di scrivere cavolate.

La differenza tra l'EUR e il sito Expo è notevole. A partire dalla posizione e dalle infrastrutture...
L'EUR è in mezzo alla campagna, il sito di Rho è fuori Milano, ma comunque quasi al centro della più vasta area metropolitana milanese.

All'EUR ci arriva la linea B (il che è tutto dire) e la Colombo. Nulla più.

A Rho-Fiera arriva la M1, le linee regionali (R) per Varese, Domodossola, Torino, Lugano ecc..., tre linee suburbane (S5, S6 ed S11) che in futuro diventeranno 5 (con S14 riattivata ed S15), il TGV (alta velocità MILANO-Torino-Lione-PARIGI), Freccia Rossa e in futuro il Malpensa Express. Inoltre è situato in mezzo a due Autostrade (A4 e A8) e tra la tangenziale Ovest e la Nord...
C'è inoltre da dire che proprio lì accanto è situato il Polo Fieristico più grande d'Europa e quindi c'è molto interesse per investire in quella zona!
Dire che il paragone è molto azzardato, è dire poco...

Anonimo ha detto...

Il fatto è che su milano (almeno come la descrivi tu) sembra esserci una visione nell'ottica dello sviluppo, a Roma c'è solo una visione nell'ottica delle mazzette


Per l'amministrazione roma è composta da terreni paludosi, inedificabili, per i quali qualcuno dovra smazzettare per renderli edificiabili,costruire cose degne di tirana nel 95 e poi specularci sopra come se vendesse ville a Montecarlo.

John John ha detto...

Qualsiasi commento è superfluo, tranne: L'AMA DEVE PULIRE. PUNTO. NON SOLO SVUOTARE I CASSONETTI. LAVORARE O A CASA.

Lorenzo ha detto...

basta firmare una petizione per togliere le bancarelle
https://www.change.org/p/via-le-bancarelle-da-roma-sospensione-sine-die-delle-concessioni-di-nuove-licenze-e-modifica-delle-leggi-in-materia-di-commercio-ambulante?recruiter=66822312&utm_source=share_petition&utm_medium=copylink

Anonimo ha detto...

roma = rom

Anonimo ha detto...

Dire che Expo diventerà come l'Eur è una cosa che solo un romano poteva dire.

Purtroppo abituati alla putritudine e all'inqficienza non riuscite nemmeno a capire le potenzialità di una cosa.

Su questo stesso sito prima dell'Expo hanno detto che sarebbe stato un flop enorme, uno spreco di soldi, una figuraccia internazionale ed invece è stao un successo enorme, filato tutto liscio come l'olio, nessun attentato, nessun episodio particolare ed il 95% e dico 95% dei visitatori soddisfatti!!!

roma mafia capitale e i rom romani sono bangladesh punto e basta.

Anonimo ha detto...

Bhe esclusa la zona di viale pasteur tutto l'euro e' nel pieno degrado almeno da 25...30 anni....con gli ormai famosi viali del sesso a pagamento e molto altro..

Anonimo ha detto...

e cosa centra con l'Expo??

mica a Milano non ci sono quartieri degradati!!

La differenza tra Milano e roma e che roma è TUTTA degradata. Milano ha solo alcuni quartieri

Anonimo ha detto...

Che pianto di città

Anonimo ha detto...

La cosa bella è che alcuni se la prendono con quelle 4 bancarelle, le cui foto sono le uniche sono le uniche che non sanno di degrado ma di ricerca di un minimo di organizzazione e compostezza. Che non sia il posto adatto a fare un "mercato" del genere ve la passo, ma non penso abbiano scelto loro di stare lì. Come non penso che sia loro la monnezza che si vede nelle foto... Se baglio mi "corrigerete".

Anonimo ha detto...

Per quanto riguarda l'expo milano ha poco da sorridere: l'eventuale successo, che numeri e guadagni alla mano non c'è stato, sarebbe da attribuire allo sforzo enorme di TUTTA L'ITALIA (tasse comprese), con il suo governo di persone in cerca di notorietà, la quale ha messo in campo ogni ultimo centesimo per farlo funzionare! Semmai sono tutti milanesi gli appalti truccati, le spese sforate e la mancanza dell'80% delle opere scritte a progetto. Opere che, ricordiamolo, hanno fatto si che vincesse la gara. I famosi viali navigabili, la nuova metro e altre cose che ora non ricordo. Come la chiamate questa se non TRUFFA???

Roberto Gaspari ha detto...

Io vivo ad Oslo, e vedendo queste foto, francamente, la malinconia di casa mi passa deø tutto.

Vado a togliere il ghiaccio dalla macchina, devo tornare a casa.

Anonimo ha detto...


Per anonimo delle 4:37 P.;M

Ti ricordo (e ricordo a tutti gli altri romani) che la città di Milano come la regione Lombardia dà all'ItaGLIA la modica cifra di quasi 54 MILIARDI di euro (qualcosina come 108 MILA MILIARDI delle vecchie lire se non capite bene) come ''fondo di solidarietà''!!!

Non è che l'Itaglia ha contribuito, è tutto nostro!! Qualsiasi cosa facciamo è nostra! I soldi dell'Expo sono nostri, i soldi per fare treni ed infrastrutture sono nostri, qualsiasi cosa che viene fatta o prodotta in questo paese è nostra perchè NOI PAGHIAMO (insieme alle altre regioni del nord) e voi mangiate, mangiate mangiate mangiate.

Quindi stai zitto: roma è una nostra proprietà perchè abbiamo pagato! Abbiamo persino le fatture!!

E' ovvio e chiaro come il sole che dell'Expo ha beneficiato solo la Lombardia e Milano! E perchè cavolo dovevamo mandare altri soldi in altre parti d'Italia?!?!

Ogni volta che c'erano turisti per strada e mi chiedevano informazioni su dove andare in Italia li facevo rimanere tutti qui: Milano, Como, Brescia, Torino, Verona, Venezia, Garda etc. Anzi, consaigliavo di non andare oltre e così continuo a fare.

Per me roma può pure bruciare, non me ne frega un beneamato cavolo.

Noi produciamo, noi paghiamo noi pretendiamo. Voi siete i sudditi e noi comandiamo

e adesso che approveremo la Lombardia regione autonoma voi piangerete e noi rideremo!

ShareThis