Video. Alla metro Termini chiedo agli addetti di fermare chi entra abusivamente e loro minacciano di picchiare me

4 novembre 2015

Ore 20:30 dello scorso 2 novembre 2015. Mi trovavo ad uscire dalla metro di Roma Termini per prendere il treno, ai tornelli dove esco entra un ragazzo scavalcando, il vigilante lo vede, lo chiama, ma quello non se lo fila e in tutta tranquillità se ne va. Il vigilante non prova nemmeno a prenderlo.
Alla mia domanda se quello fosse tutto l'impegno che mettono per prendere la gente che non paga lui risponde che non può far niente. Sono lì a tutelare i "beni mobili" dell'azienda? E chi gli dice che i beni mobili non siano in pericolo dal momento che entra un evasore? Potrebbe essere lì per danneggiare tutto, no?

Vado al box dell'Atac, dove c'erano un vigilante Italpol ed un addetto Atac a cui ripeto la domanda, questo mi dice che non sa cosa può fare il vigilante. Alla fine mi ritrovo con quello che mi minaccia di botte ("io a questo je spacco la faccia"), l'altro che mi invita ad entrare senza pagare anche a me, l'addetto Italpol se la rideva e poi ne arriva un quarto che mi controlla l'abbonamento e poi, con fare minaccioso, mi intima di andarmene. Non capisco perché tutti aggrediscano e controllino me e lascino passare gli evasori...
Colui che mi ha minacciato "de menamme" era talmente sicuro di se che si è fatto fare tranquillamente e liberamente il video, sapendo di essere inquadrato: ecco perché vi chiedo di pubblicarlo senza paura di commettere alcun illecito. Tanto non stiamo parlando di chissà quali reati e non stiamo accusando nessuno di chissacché, solo di interpretare in maniera poco condivisibile il proprio impegno e il proprio lavoro. Tutti continuavano a ripetere "se non fai il biglietto fai bene". Un inferno.
Alessandro B.


*Ragazzi, diciamolo una volta per tutte: non-è-vero che questi individui non possono fare niente. Semplicemente non è vero. Basta una presenza visibile e vigile di fronte ai tornelli e l'evasione si riduce quasi del tutto o si azzera. Non serve intervenire, serve esserci e dare il senso di presenza e di presidio. Punto. Dunque, ogni volta, ogni giorno, in ogni stazione, rompete le palle a questi personaggi affinché, semplicemente, decidano di mettersi a lavorare e decidano di riversare la loro aggressività non contro i passeggeri onesti come fanno con regolarità, ma contro gli evasori. Bravo Alessandro!
-RFS


UPDATE DELLE 16.21

Buonasera,
In relazione al post di cui in oggetto da voi pubblicato poco fa, vi saremmo grati se poteste inserire nel pezzo che Atac, avuta contezza dell'accaduto, ha immediatamente attivato un'indagine interna che è il necessario prologo all'avvio di un procedimento disciplinare nei confronti del personale responsabile.
Nel ringraziarvi per l'attenzione, vi inviamo cordiali saluti
Comunicazione e Relazioni Istituzionali
Ufficio stampa
Atac  S.p.A

91 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

A Londra e' impossibile passare i tornelli sia in ingresso che in uscita senza timbrare il biglietto EPPURRE CI SONO SEMPRE 2 O 3 ADDETTI IN PIEDI ATTACCATI AI TORNELLI PERCHE' NESSUNO FACCIA IL FURBO. Cosa ci vuole a fare lo stesso anche a Roma, tra i 13000 dipendenti ATAC nessuno disposto a tale sacrificio immane ?

Anonimo ha detto...

Di cosa ti stupisci, questa e' l'etica del lavoro ed il senso del rispetto a Roma

http://www.lastampa.it/2015/11/04/italia/cronache/appia-antica-pedonalizzata-e-piena-di-macchine-fFk1b23rNrgu76MjoxGbzO/pagina.html

Anonimo ha detto...

Io non capisco chi ve lo fa fare .... prima o poi qualcuno vi spacca la faccia e poi vi denuncia pure.
Gente così a roma è libera di fare quello che vuole , se non gli fa niente chi gli paga lo stipendio , potete pensare di risolvere qualcosa voi ?

Io dico da tempo di fare pattuglioni di cittadini , se questo lavoratore diversamente diligente fosse stato sollecitato da una cinquantina di cittadini indignati , avrebbe avuto benaltro atteggiamento, o le sue minacce gli sarebbero costate una denuncia .

Da soli non avete speranze , mi sembra che non comprendiate che voler cambiare certe abitudini è uno s c o n t r o e i rapporti di forza ( anche fisica ) devono essere tutti a favore del cittadino per bene , non del mascalzone.

Pattuglione di decine di persone , telecamere , megafoni e tanto di legale al seguito , per educare o denunciare chi si comporta male .

Che cosa ha risolto scazzarsi così con quel sorvegliante ? Vi siete fatti il sangue amaro in 2 , tu hai rischiato di farti menare e tutto continua esattamente come prima.
O si può intervenire in modo concreto per risolvere un problema , o così, siete solo dei rompipalle

Anonimo ha detto...

Scusate ma dove sarebbe questo fantomatico video?
Non c'é un link ma solo una foto di un tizio.

Marco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

I dipendenti pubblici sono intoccabili, fatevene una ragione. Ieri il ministro Madia ha PROPOSTO il licenziamento per coloro che fanno assenteismo... Come se ci fosse bisogno di pensarci anche solo per un momento. "Eh ma tengono famigghia, poverini". Amen. Ormai la mentalità meridionale è entrata nel tessuto della città.

Anonimo ha detto...

Ecco il link al "fantomatico video":

https://www.youtube.com/watch?v=csvUoX6Tnt4

Ci sono già un paio di commenti di scimmie che dicono che è un video senza senso e che non vuol dire un cazzo.

Si vede solo un dipendente pubblico che pur sapendo di essere ripreso tratta con arroganza un cittadino colpevole di avergli fatto una domanda, a parte questo tutto ok. Se fosse stato dipendente di un supermercato o di un ufficio sarebbe stato già cacciato a calci in culo. Invece è la e fa il mafioso sapendo di essere intoccabile.

Quello che controlla l'abbonamento poi è il migliore: come i pizzardoni quando gli chiedi perché non fanno le multe pur avendo una infrazione sotto gli occhi e loro ti rispondono "favorisca er documentoooo..."

Ma lo volete capire che vivete in mezzo a scimmie mafiose?

Anonimo ha detto...

Fagli fare i gradassi, quando l atac fallirà (e manca poco PER FORTUNA) e non pagherà gli stipendi a questi geni incompresi come questo nel video che non capisce che gli evasori danneggiano i dipendenti in primis, io mi farò 4 risate alla faccia loro, chi è causa del suo male pianga se stesso.

Antonio Panella ha detto...

Si i dipendenti pubblici sono intoccabili, finche non glie meni!

Vittorio Cirillo ha detto...

Il bello è che questi vigilantes li paghiamo noi con soldi pubblici e se non servono a un cazzo allora è inutile pagarli e cominciamo a tagliare i costi... vedrai tu se poi faranno gli sacconi

Fracatz ha detto...

mentre una volta valeva homo sine pecunia imago mortis
oggi tutti coloro che non hanno nulla possono permettersi di evadere, tanto anche se il vigilante li piglia, poi come agli zingari ed agli immigrati cosa gli fanno, cosa gli prendono se non sono proprietari di nulla??
Triste è per morti di fame che un lavoro ce lo hanno, perchè gli tocca pagare il biglietto per tutti
Ma non ricordate che al tempo della liretta er bjjetto costava 1000 lire ????
oggi a 1,50 euri è semplicemente triplicato, peccato che gli stipendi sono rimasti al tempo della liretta ed il tutto per aderire alla globalizzazione.
I vigilantes stanno lì proprio per vigilare che quelli che vanno a lavorare paghino il biglietto per tutti

Anonimo ha detto...

Cosa ne sapete voi di cosa vuol dire fare quel lavoro? Anche voi siete perennemente giudicati a caso dagli altri quando state lavorando?

Gli addetti ai varchi non hanno possibilità di bloccare fisicamente gli evasori e se i tornelli sono un colabrodo e l'azienda disorganizzata non è responsabilità loro mettere a repentaglio la propria sicurezza per fermare un evasore, non più di quanto non sia responsabilità di noi cittadini che paghiamo e che dovremmo umiliare pubblicamente questi ladri, invece di lamentarci come dei bambini con chi cerca di svolgere il proprio lavoro senza rimetterci la salute. Invece di prendervela con gli ultimi (perché uno che viene messo lì ai tornelli di sicuro non ha uno stipendio milionario) muovete il culo e andate a lamentarvi con i dirigenti dell'azienda che guadagnano cifre pazzesche per non risolvere i problemi e usano i dipendenti come parafulmini.

Anonimo ha detto...

Non so quale film tu abbia guardato, ma nelle stazioni che frequento io, gli addetti sono nei gabbiotti a farsi gli affari loro (giornale, chiacchiere, caffè, cellulare, ecc) o non ci sono proprio.

Se vuoi vedere come si lavora, fai un salto nella metro di una qualsiasi città europea.

Anonimo ha detto...


hahoooh, ma mordassggii vosdrih, ma ghe'n lavoro'nge lhaih??? berghe devi romb'er gazz'ammhe,nhoggabidaaoooh!!!

Eppoi hahoh, ngabisgo, berghe ve doved'akkollah,go sda sdoria der bietto, mordassgii vosdrihaooh! er servizzio è bubbligo, miga deve generà udilih!!! Dev'esse'nservizzio sogialeh!!!

Se volede vede a robbbbah ghe funziona 'nnateven'a'hosloh!!!

Diego ha detto...

Invece del solito lento macchinoso e probabilmente inconcludente "procedimento disciplinare" sarebbe ora di rivedere TUTTI I CONTRATTI dei dipendenti atac addetti alle stazioni, nonché le regole d'ingaggio degli addetti di Italpol.
La sensazione di tutti gli utenti onesti che pagano il servizio di metropolitana (la GRANDE MAGGIORANZA) è che alle stazioni metro vi sia una pletora di addetti pagati da ATAC (coi soldi nostri) per stare li ore a NON FARE UN BENEMERITO CAZZO. Scusate l'espressione.
E' intollerabile, scandaloso e grida vendetta.

Anonimo ha detto...

per fare una bella scrematura basterebbero dei banalissimi tornelli ad altezza completa, di quelli che ti fanno entrare ed uscire solo se hai il biglietto...

http://imageshotfrogmx.blob.core.windows.net/companies/Torniquetes-de-Acceso-y-Control-Tornicontrol/images/Torniquetes-de-Acceso-y-Control_9522_image.jpg

ma il fancazzismo catto-comunista a roma è istituzionalizzato...

Anonimo ha detto...

non dico di fare all'americana sbattendoli a terra e battendoli, ma come dice l'anonimo sopra queste scene gridano vendetta, succede il contrario, ma come abbiamo fatto a ridurci cosi? povera italia

Anonimo ha detto...

>> quando l atac fallirà e non pagherà gli stipendi a questi geni

agli onesti saranno aumentate le tasse per pagare i geni.

Anonimo ha detto...

Caro Alessandro, io al posto dell'addetto ti avrei menato veramente. Poi ti spaccavo il telefono.

Anonimo ha detto...

Disse l'anonimo cuor di leone delle 6:14 PM

Anonimo ha detto...

hahoh, nun me gombedeh!!!!| mhotespakkaafascsciaa!!!!

Anonimo ha detto...

Non serve un procedimento disciplinare.
Basta la dolcezza.
Farli ingoiare una scatola intera di Dolce Euchessina, poi vedi come abbassa la cresta.

Anonimo ha detto...

Oops, viso totalmente oscurato ora. Ahahah.

Anonimo ha detto...

@4:35 Ma ancora non hai capito che il 99,9% dei commentatori di questo commentario sono dei cacasotto frustrati? Rompono il cazzo (a sproposito) alle ultime ruote del carro ma mica si azzardano a presentarsi davanti ai capoccioni veri responsabili dello sfascio. Fanno la segnalazione anonima e si sentono leoni. Sparano cazzate e luoghi comuni a nastro travestiti da buon senso d'accatto e si sentono urbanisti, sociologi e raffinati legislatori. Non parliamo poi di organizzarsi e mettere in pratica le boiate che scrivono, a partire dai fans del lanciafiamme contro borseggiatori per finire ai vendicatori delle merde di cane. Gente innocua, tutto sommato, buona per farsi due risate, perché qualche scempiaggine divertente ogni tanto la scrivono.

Anonimo ha detto...

Non so se ci fai o ci sei, ma se gli addetti nei gabbiotti dei tornelli non servono a controllare l'ingresso nella metro, per cosa sono pagati a fare? Per respirare?

Giampiero Ascenzi ha detto...

Leggendo l'articolo sui furbi alla stazione della metro e che atac ha disposto una indagine interna, vorrei dire ai signori dell'atac che: minacciare un cittadino il quale ha giustamente chiesto l'intervento di un addetto, quest'ultimo è OBBLIGATO ad intervenire, altrimenti scatterebbe una denuncia per tentata rissa, oltre ad una denuncia per abuso in atti oltre l'aggravante di concedere l'acceso a chiunque senza i necessari controlli. Vorrei anche ribadire che nelle rarissime occasioni che vado a Roma, non vi sono controlli sufficienti per debellare il fenomeno del portoghese, detto anche che salgo senza biglietto. Atac non deve fare nessuna indagine, ma deve solamente licenziare in tronco il dipendente, il vigilante e chiunque e preposto al controllo dei biglietti e degli accessi alle stazioni della metropolitana. Vorrei aggiungere che quando prendo il treno e cerco il capotreno per farmi annullare il biglietto non obliterato correttamente dalla macchinetta, si meravigliano della mia solerzia e delle mie scuse.

Anonimo ha detto...

qui c'è la sintesi dell'appalto dell'ATAC alla ITALPOL:

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/contratti/caricaDettaglioAtto/originario;jsessionid=H0P49xgI7b4mtu87ROEuVg__.ntc-as1-guri2b?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2015-04-29&atto.codiceRedazionale=TS15BGA6430

Faccio notare:
IV.1) Tipo di procedura: negoziata senza pubblicazione del bando.
IV.2) Criteri di aggiudicazione.
IV.2.1) Criteri di aggiudicazione: prezzo piu' basso.
IV.2.2) Informazioni sull'asta elettronica: Ricorso ad un'asta
elettronica: no.

V.1.2) Informazioni sulle offerte: Numero di offerte pervenute: 1.

Servono ulteriori spiegazioni circa la qualità del servizio?

Anonimo ha detto...

Ho avuto anch'io questa assurda, illogica ed irrazionale comportamento. Vanno cacciati via se non fanno il loro lavoro ne il loro dovere.

Anonimo ha detto...

7:21 pm ha detto tutto

bat21 ha detto...

Io ormai sono pessimista http://www.lettera43.it/politica/pubblico-impiego-perche-licenziare-e-tanto-complicato_43675221708.htm la guerra tra parassiti e ceti produttivi e' persa da anni. La barca e' alla deriva da molto tempo e i migliori sono scappati (aziende e privati) giustamente. La cosa che mi fa arrabbiare e' che quando la barca terminerà la sua corsa contro gli scogli si faranno male tutti i passeggeri i parassiti e gli efficienti. L unica consolazione e' che chi e' abituato a lavorare potrebbe riuscire a nuotare per mettersi in salvo gli altri affogheranno. Declinando il tutto al caso in esame, non illudiamoci che Atac non la privatizzeranno come non licenzieranno nessun dipendente pubblico. Come sempre preferiranno aumentare le tasse sui produttori o sulle persone fisiche rendendo la vita ancora piu difficile e avvicinando ancora di piu il momento dello schianto. Ormai sono rassegnato.

Secutor ha detto...

Oggi 4 nov. h.1500 gruppo 4 zingarelle battevano stazioni flaminio barberini a/r le osservavo divertito come lavoravano con dedizione e abilità....in un contesto di sfascio degrado devastazioni totali di writer/vandali. Ebbene questa volta non mi sono arrabbiato in inutili e tediose pippe contro i rom borseggiatori ma vedendo le facce idiote e inespressive dei romani a voce alta le ho invitate e proseguire nel loro lavoro e avvertivo gli astanti di stare tranquilli in quanto le operatrici sono regolarmente autorizzate da anni a borseggiare come evento folkloristico della città. Pensare i romani idioti che mi osservavano stupiti e diverti intanto le zingarelle compiaciute si avventavano su un turista inglese anziano e VAI !

Anonimo ha detto...

sta feccia di ladri che magna a sbafo all'atac (sulle spalle nostre) finirà de non fa un cazzo e inizierà a preoccuparsi solo quando quel vergognoso carrozzone di miracolati andrà FALLITO
poi quanno li manderanno TUTTI a casa rimpiangeranno i bei tempi

Anonimo ha detto...

Dai sono quisquilie! Chi di noi non ha minacciato di "spaccare la faccia" a un collega antipatico o un cliente difficile... O qualcuno che ci chiedeva di fare il nostro lavoro. Non prendiamocela sempre con le ultime ruote del carro, è colpa dei capoccioni, i politici, l'euro

Anonimo ha detto...

Tranquilli, regà, non avete letto l'aggiornamento? ATAC ha avviato un'indagine interna... da domani cambia tutto! Oslo ci farà una pippaaaaa

Anonimo ha detto...

Ma siamo sicuri della storiella raccontata??? 7 secondi di video insignificante e ci si apre un indagine interna hahahahaha vedendolo bene quando si sposta si intravede una divisa giacca blu pantaloni grigi e cinturone bianco (forse 113!!) Il vigilantes indossa una mimetica e l'istituto italpol penso sia l'unico a non avere la mimetica per il servizio in metro o forse non c'è l'ha proprio.... ma sei sicuro di quello che dici o è solo per alzare un polverone contro coloro che non contano un benemerito???? Se solo il 10% di quelli che scrivono senza azionare il cervello farebbe quello che poi scrive sicuramente saremmo una società più sana e con meno problemi... comunque continuate a scrivere almeno dopo una giornata di lavoro uno si fa una risata.GRAZIE

ste ha detto...

prego iddio che ve privatizzino...

Anonimo ha detto...

Basta mettere delle barriere - gabbie intorno ai tornelli all uscita. Senza biglietto non si esce. Ma proprio come i leoni al circo. Due giorni di caos e poi pagano tutti. Costo tra in10 ed i 15 mila euro a stazione. Ma l italia e' il paese dove le soluzioni ledono i diritti dei furfanti.im

Anonimo ha detto...

Gli zingari fanno schifo. Ma questi parassiti italioti ancora di piu perche si credono di essere pure superiori.
Gli zingari sul lavoro ci mettono piu professionalita e passione

Anonimo ha detto...

Continuo a pensare che l'unica è la temporanea sospensione (diciamo per un paio d'anni) dello statuto dei lavoratori per i dipendenti comunali, delle partecipate e di tutte le imprese che con queste hanno a che fare, in modo da fare piazza pulita di tutta quella parte di mondezza di lavoratori inutili, nullafacenti o, peggio, corrotti, poi dopo si può forse ricominciare a ragionare.

Anonimo ha detto...

Tra evasori che non pagano e gente che prende stipendio a sbafo quanto potrà ancora durare.

Patrizio ha detto...

"Continuo a pensare che l'unica è la temporanea sospensione (diciamo per un paio d'anni) dello statuto dei lavoratori per i dipendenti comunali, delle partecipate e di tutte le imprese che con queste hanno a che fare, in modo da fare piazza pulita di tutta quella parte di mondezza di lavoratori inutili, nullafacenti o, peggio, corrotti, poi dopo si può forse ricominciare a ragionare."

E chi dovrebbe farla la pulizia? i grandissimi manager che fin'ora si sono rotolati nel fango insieme ai cosiddetti "ultimi"? Ma giusto se interessa ad un magistrato volenteroso questa storia si puó risolvere.

Anonimo ha detto...

Ovviamente il disco è sempre lo stesso...."è colpa dell'azienda. ..chi sta ai tornelli è l'ultimo. ..ecc.ecc.". Certo che ATAC è uno scandalo. ..ma non contribuiscono anche i dipendenti?

Anonimo ha detto...

Che genio. ..speriamo lo facciano a te al più presto...

Anonimo ha detto...

Ecco qua il Grillino

Anonimo ha detto...

Scusate ma.... dov'e' andato Nerone quando serve?

Anonimo ha detto...

Ingresso fermata metro Laurentina , capannello QUATTRO vigilantes con tanto di pistola fuori a fumare e chiaccherare , nel gabbiotto una persona intenta a leggere , nessuno che controllasse tornelli o telecamere .Tutti i giorni vedo gruppi di extracomunitari che si infilano ai cancelletti accodandosi a qualcuno che paga il biglietto.

Anonimo ha detto...

Posso capire che siano impossibilitati a fare qualcosa , quello che non capisco è perchè gli si paghi lo stipendio per non fare nulla . Gli mettessero almeno una scopa in mano e gli facessero dare una mano a pulire quel porcile che sono le stazioni metro.
Almeno quello potranno farlo

Anonimo ha detto...

"Rompono il cazzo (a sproposito) alle ultime ruote del carro ma mica si azzardano a presentarsi davanti ai capoccioni veri responsabili dello sfascio"

e tu invece che sei tanto fico scommetto che domani andrai ad impiccare tutti i dirigenti in piazza venezia... fallo, e vedrai che non cambierà un cazzo, perchè anche gli impiegati sono la feccia della feccia.
Fallimento ATAC - licenziamento in massa - gara d'appalto europea - vincerà una ditta poniamo olandese, che ci darà finalmente un servizio decente a 1/4 del prezzo.

Anonimo ha detto...

Certo che la dirigenza Atac è davvero scadente per dialogare con un blog privato che vorrebbe vederli a casa.
Certo comodi i Dirigenti Atac nel venir a dire, su un blog privato, che apriranno una inchiesta per verificare eventuali responsabilità dei dipendenti, atteggiamento tipico di chi scarica le responsabilità.
Una azienda seria e dei dirigenti seri e responsabili avrebbero aperto una inchiesta ma non sarebbero venuti a sputtanarlo su un blog privato che vorrebbe vedere la loro azienda distrutta.
Cari Dirigenti Atac non siete proprio capaci di gestire l'azienda e considerando che quando un pesce puzza l'odore sgradevole inizia dalla testa dico che dovreste prima voi andare a casa e poi quelli che non vogliono lavorare ammesso che ce ne siano veramente.
A casa tutti dirigenti Atac!

Anonimo ha detto...

È sarcastico

Anonimo ha detto...

ma i biglietti falsi stampati da ATAC non ne parla più nessuno? BUFFONI

Anonimo ha detto...

Dirigenti Atac buffoni!

Francis Drake ha detto...

Non va distolta l'attenzione dal caso concreto.
Rimane sempre valida la regola del "colpirne uno per educarne cento".
Sparare a zero (anche giustamente) contro la compagine dirigenziale ATAC non serve a nulla.
I problemi vanno risolti CASO PER CASO.
Il cialtrone che non fa il proprio lavoro va IMMEDIATAMENTE licenziato, senza se e senza ma. Ma non da solo. CON lui anche il dirigente (o quadro) direttamente preposto al controllo dell'operato di quest'ultimo.
Il fatto che un'azienda sia gestita male non legittima da parte di ALCUNO dei dipendenti, dal primo all'ultimo, un comportamento sciatto, cialtrone o menefreghista, e comunque scorretto nei confronti in primis dell'utenza.
Che dite, cari (si fa per dire) amministratori delle municipalizzate: cominciamo a cacciare a calci in culo qualcuno ?
E poi, per l'ormai endemica patologia dell'evasione del pagamento del biglietto, iniziamo a colpire duro ?

Anonimo ha detto...

Il tipo si è comportato come uno st.... , merita un severo provvedimento disciplinare ,ma arrivare ad auspicarne il licenziamento è delirare .

Anonimo ha detto...

Sì certo, immagino che un semplice richiamo scritto che gli pregiudicherà irrimediabilmente la carriera (quale ?) sia meno "delirante".
Avanti così, complimenti !

Anonimo ha detto...



Quasi quasi m'indigna di piu' la risposta dell' Atac che il comportamento indecente del personale e questo perche' sono anni che leggo queste risposte e sono anni che non succede nulla, mai un licenziamento ma una punizione esemplare.

Questo lassismo in Atac e' generalizzato, anch'io ho dovuto ascoltare risposte del genere, altre volte ho visto vigilantes aprire le porte a immigrati senza biglietto, francamente l' Atac ha rotto il cazzo, se non gli interessa a loro che ci lavorano far pagare il biglietto cosa me ne deve fregare a me ?

O l' Atac cambia radicalmente registro oppure le alternative sono due: o non paghiamo piu' nessuno oppure e' meglio che fallisca, che i suoi lavoratori tutti vengano licenziati e che si riparta da zero con una nuova proprietà e con nuovi lavoratori.

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

Ma infatti forse hai ragione.
In fondo se non interessa nemmeno ai lavoratori ATAC far pagare il biglietto non capisco perché dovremmo sforzarci noi a mantenergli lo stipendio.
Ma che fallisse l'azienda che procura debiti su debiti.
Il fallimento lo cercano giorno dopo giorno con questi comportamenti.

Si faccia come per alitalia.
Si lasci fallire e si crei una nuova azienda di trasporto per la città.
In quel caso può fare nuovi colloqui di lavoro e personaggi come quelli del video non li riassumiamo.
Tanto meglio assumere giovani disoccupati meglio del personaggio in esame.
Loro sanno cosa vuol dire tenersi stretto un lavoro e fare il proprio dovere.

Francis Drake ha detto...

"O l' Atac cambia radicalmente registro oppure le alternative sono due: o non paghiamo piu' nessuno oppure e' meglio che fallisca, che i suoi lavoratori tutti vengano licenziati e che si riparta da zero con una nuova proprietà e con nuovi lavoratori."

L'ATAC è una persona giuridica, quindi non può "cambiare" e non può "rispondere" alle ormai pressanti e disperate richieste di un salto di qualità dei servizi offerti all'utenza.
Possono invece rispondere a questa richiesta di efficientamento gli oltre 12000 dipendenti (DODICIMILA!!!!) attualmente in forza all'ATAC. Cazzo, una vera e propria divisione militare !!!!
Chi più di loro dovrebbe avere interesse a far sopravvivere un'azienda che dà loro il pane quotidiano ?
Siete Voi che dovreste isolare i cialtroni, non proteggerli o voltarvi dall'altra parte, alla romana....
SALITE A BORDO, CAZZO !!!!

Anonimo ha detto...

Ma cosa vi aspettate da persone che coso entrate con un calcio nel culo, che non hanno mai studiato o lavorato in vita loro, dove tutto è dovuto!

Per me, oltre il licenziamento a questi individui, la prima cosa da rivedere è il concorso nel pubbligo impiego, dove una volta scoperto sia il "paraculante" che il paraculato, si applichi un pena che va dai 5 anni in su!

Allora vedrete che nei posti pubblici, ci va gente più competente che passa realmente il concorso perchè più vogliosa di lavorare e preparata!

Anonimo ha detto...

sono anni e precisamente dal 2008 che prendo la metro b a piramide e sono 7 anni che scrivo all'atac per far presente che pochissimi pagano e tantissimi scavalcano.
Non c'e' quasi mai nessun vigilantes e nessuno dell'atac ai tornelli (ultimamente erano rotti e quindi erano aperti. Io sono stata quasi malmenata da un'energumeno perche' non lo facevo passare. E' una vergogna da parte dell'atac e mi faro' delle belle risate quando questa partecipata fallira' e tutti i dipendenti andranno a spasso............. io mi arrangero' riprendero' la macchina.Mi dispiace per quei pochissimi dipendenti che onestamente lavorano.

Anonimo ha detto...

Se l'azienda fallisce e si mandano a casa i dipendenti, non vuol dire che devi tornare a prendere la macchina, perché metro e bus non spariranno. Verrà assunto nuovo personale, possibilmente secondo metodi meritocratici, e la gestione dell'azienda verrà affidata ad altri, possibilmente soggetti privati che avranno RESPONSABILITÀ DIRETTA delle loro azioni (cioè vuol dire che ci perdono soldi dalle loro tasche se l'azienda va male, al contrario di adesso che paga lo stato con i soldi di tutti).

Anonimo ha detto...

Onestamente ATAC non può pretendere di essere sempre salvata con i SOLDI nostri se si comporta in questo modo dimostrando di non aver ALCUN RIGUARDO nei confronti dei soldi che abbiamo dato loro per manetere il LORO POSTO di lavoro e non finire ad inviare curriculum.

...
Ma come si fa ad avere così tanto menefreghismo e arroganza e spavalderia e non tutelare i soldi dell'azienda, quando essa è già fallita ed è già stata salvata...

NON SALVIAMO PIU ATAC.
basta.
Non c'è rigurado verso chi gli da i soldi per tenerli in piedi..
Neanche la decenza di fare lo sforzo di far finta di avere a cuore i soldi che gli sono stati dati...

Usque tandem?

Anonimo ha detto...

COn il fallimento non ci sarà enssuna perdita di posti di lavoro.

Solamente verranno SOSTITUITI con dei disoccupati che MERITANO di più di questa gente quì.
Poi a casa avranno tutto il tempo per riflettere se era meglio muovere il culo dal gabbiotto e mettersi a fermare tutte quelle persone ceh non fanno il biglietto.

Ma a quel punto ci penseranno degli ex disoccupati che avranno trovato posto di lavoro tramite concorso e/o selezione..

Anonimo ha detto...

Buonasera, In relazione al post di cui in oggetto da voi pubblicato poco fa, vi saremmo grati se poteste inserire nel pezzo che Atac, avuta contezza dell'accaduto, ha immediatamente attivato un'indagine interna che è il necessario prologo all'avvio di un procedimento disciplinare nei confronti del personale responsabile -
MA FATEMI IL PIACERE MILIARDI DI VOLTE SONO STATI SEGNALATI QUESTI COMPORTAMENTI DA PARTE DEL PERSONALE DELL'ATAC CI PRENDETE ANCORA IN GIRO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Sono tornato oggi da un'esperienza lavorativa a Londra e confermo quanto appena scritto, sebbene non ritenga chr il.
servizio londinese sia il top europeo, almeno per rapporto qualità/prezzo, dato che i treni chr arrivano in ritardo non sono una rarità e dato che un biglietto parte da 2£.
Comunque sia, anche qualora i tornelli fossero aperti in entrata, furbescamente sono chiusi in uscita e quindi non validare la oyster card all'ingresso comporta pagare all'uscita anche 8£. Direi un bel deterrente.
Ah, e i tornelli sono dei pannelli verticali, non certo la sbarretta di ferro alta mezzo metro.

Anonimo ha detto...

Meritocrazia con questo governo? Fate ridere I polli! Dell'Atac cambierei solo tutti i dirigenti in quanto incapaci nel gestire il personale tutta l'azienda è nel rapporto con il pubblico che prendono per il culo ( vedi update ultimo ). Ma chi è il dirigente che ha mandato l'update? A casa subito!

Anonimo ha detto...

1.44 pm...Meritocrazia con questo governo? Fate ridere I polli! Dell'Atac cambierei solo tutti i dirigenti in quanto incapaci nel gestire il personale tutta l'azienda e il rapporto con il pubblico che prendono per il culo ( vedi update ultimo ). Ma chi è il dirigente che ha mandato l'update? A casa subito!

Anonimo ha detto...

Meritocrazia con questo governo? Fate ridere I polli! Dell'Atac cambierei solo tutti i dirigenti in quanto incapaci nel gestire il personale tutta l'azienda è nel rapporto con il pubblico che prendono per il culo ( vedi update ultimo ). Ma chi è il dirigente che ha mandato l'update? A casa subito!

Anonimo ha detto...

Il Dirigente Atac dell'update deve essere uno che ama il karakiri, ha scritto " certo prendendo per il culo " al blog che vuole mandare a casa tutta l'azienda Atac.
Il dirigente che ha inviato l'update sarà colui che cura i rapporti esterni, un grande! Lo assumereste nella vostra azienda? Io no, tipo pericoloso potrebbe mandare l'azienda in fallimento.

Anonimo ha detto...

1.44 pm...Meritocrazia con questo governo? Fate ridere I polli! Dell'Atac cambierei solo tutti i dirigenti in quanto incapaci nel gestire il personale tutta l'azienda e il rapporto con il pubblico che prendono per il culo ( vedi update ultimo ). Ma chi è il dirigente che ha mandato l'update? A casa subito!

LDM ha detto...

Mi sono trovato coinvolto in un episodio simile 3 giorni fa.
Metro Anagnina ore 8, passo con l'abbonamento e 2 persone passano dietro di me.
Lo faccio notare al vigilante, ma questo mi aggredisce sostenendo che volessi spiegargli qual è il suo lavoro... Ho replicato che volevo solo far segnalare cosa fosse appena successo, ma, quando il vigilante ha risposto che non era compito suo, ho lasciato stare, battaglia persa in partenza... Cosa possiamo fare noi cittadini ? ?

Non credo che l'indagine ATAC partita dall'episodio su riportato arriverà a qualcosa... Teneteci informati comunque!

Anonimo ha detto...

Se l'Atac vuole fare davvero un'operazione "seria" dovrebbe poi comunicare pubblicamente gli estremi del dipendente sanzionato e la sanzione data.
Se poi magari lo pubblicizza tra i suoi dipendenti, magari quelli fanno qualcosa in più per guadagnarsi lo stipendio.

Anonimo ha detto...

Visti i tanti posto attestanti il fatto che ai vigilantes non compete il controllo degli ingressi, mi piacerebbe sapere direttamente dall'Atac le mansioni e i compiti precisi dei vigilantes, così sapremo una volta per tutte a che c***o servono!!!

Anonimo ha detto...

se atac volesse fare qualcosa di serio, tutta la dirigenza dovrebbe andare a raccogliere i pomodori per i prossimi 10 anni (con rispetto per i pomodori...)

Anonimo ha detto...

Mica si capisce che lo scemo che grida contro il "dirigente dell'update" e ha scritto 3-4 volte lo stesso commento è un dipendente ATAC. Parassita vai a lavorare.

Anonimo ha detto...

penso che l'atac se chiudesse i battenti sarebbe solo cosa buona e giusta. non è corretto prendere per il culo la gente che paga e che la mattina si alza all'alba per andare a lavorare. Sono 3 mesi che da pendolare come tanti altri a Ponte Mammolo la mattina alle 6 tocca aspettare 25 -28 minuti per una metro. Ci si alza alle 4 di mattina per andare a lavorare e seriamente una metro 25 minuti rompe i coglioni aspettarla o forse si deve pensare che hanno trovato traffico e attraversamento sorci ......

Anonimo ha detto...

Gente, è inutile! è inutile perdere le forze a sperare!

finchè l'atac guadagnerà dai soldi dei contribuenti tutti (vedi gli svariati salva atac), e non dai biglietti venduti e dal servizio erogato

NON CAMBIERA' UN' EMERITA CEPPA!!!

L.P ha detto...

Innanzitutto tu non paghi proprio un c....
Sicuramente sarai uno fra i tanti evasori fiscali che non paga nemmeno il canone rai, cmq, prima di fare l'eroe da tastiera vai a leggerti le competenze di una guardia giurata e poi, solamente poi scrivi le tue minchiate...
Noi siamo li per fini assicurativi e beni immobili, non per ordine pubblico, quello NON POSSIAMO FARLO, come non possiamo chiedere documenti, non possiamo fermare, non possiamo arrestare ( solo in fragranza di reato ma come ogni libero cittadino), non possiamo chiedere biglietti, e se qualcuno scavalca, noi, possiamo solo invitarlo a fare il biglietto, (e se quello dice che non vuole farlo?) non avendo poteri di ordine pubblico devo lasciarlo andare, e dal momento che in metropolitana oramai i personaggi che non pagano e sono alle volte anche maneschi oppure malati ( tosdicodipendenti, senzatetto) li conosciamo tutti, alle volte è meglio fare scorrere che prendersi un pugno o un vaffanculo davanti a tutti e fare una figuraccia clamorosa davanti alla clientela con la consapevolezza di non poter far niente...
I tagli io verrei a farli al tuo negozietto mentre invece di lavorare ti Whatsappi con la tua ragazza ( sempre che tu l'abbia) o qualche amico cazzarone che ti invia porno...

Tom Major ha detto...

Ponte mammolo con mio figlio e mia madre faccio tre biglietti interi. Una zingara con bambino cerca di aiutarmi a fare il biglietto, io le dico che sono capace da solo. Lei impreca e entranin metro davanti all addetto al controllo. Quando vidimo i miei tre biglietti l addetto interviene e mi dice: "che hai fatto er bijetto pure pe lui?", Indicando mio figlio, poi aggiunge: "ma quant anni c ha" io dico: "dieci" e lui: "famo che ce n ha nove cosí nun paga". Vivo all estero da 27 anni, a Roma ci sono nato! Aiutatemi. Ma cosa è successo in questo anni?

bat21 ha detto...

La risposta Dell operatore di Lp mi convince sempre di più che Atac debba diventare privata al più presto possibile. Speriamo che Tronca abbia questo mandato da Renzi, ma sono scettico, sono voti non li vuole perdere il fiorentino.

Anonimo ha detto...

7.55 am, grande trollata.

bat21 ha detto...

A questo video che fa capire piu di mille studi e analisi cosa sia Atac contrappongo questo link http://www.linkiesta.it/it/article/2015/11/05/la-lombardia-scopre-la-fuga-dei-cervelli-in-svizzera-da-noi-troppe-tas/28087/ due immagini plastiche che delineano lo scenario che ho detto sopra: Ormai il mondo dei parassiti in Italia ha vinto alla stragrande la guerra civile con i produttivi. Ma attenti mondo della PA e pensionati, la rotta di chi produce vuol dire sempre meno speranze di avere lo stipendio/pensione immeritata di cui fruite!

Anonimo ha detto...

Bisognerebbe crocifiggere chi ha permesso l'assunzione di questa gente e di chi ancora gli permettere di mantenere il proprio posto di lavoro. Punto

Anonimo ha detto...

...ma voi pensate che col privato le cose cambierebbero ? Le due cose che devono cambiare sono la volontà di voler azzerare l'evasione e il senso civico della cittadinanza. Due cose che oggi sono quasi inesistenti. Il resto son solo chiacchiere

Anonimo ha detto...

L'unico modo serio per abbattere l'evasione tariffaria è riempire le stazioni con almeno due persone per turno, cambiare il fallimentare sistema dei tornelli, dare un segnale di cambio di mentalità. Magari molti di quelli che si lagnano e che non hanno mai le palle di andare a lamentarsi nelle sedi opportune, sarebbero i primi a storcere la bocca in caso di controlli capillari, nel più puro stile italico attuale. Vogliamo le regole, ma sempre per il vicino, mai per noi. Volete il privato ? Poi quando avrete il servizio, pagando 5 euro a biglietto e per ogni linea o 500 euro per abbonamento o le multe per ogni dimenticanza, impensabile all'estero ("devo fare solo una fermata", "ho dimenticato a casa la tessera", "l'ho messa in lavatrice" e cazzate simili), beh, nessuno dovrà fiatare. E certo che è vergognoso che un'Azienda con decine di milioni di euro di evasione se ne freghi di porre un serio freno al fenomeno, ma siam sicuri che lo status quo non piaccia, oltre ai nomadi, anche a molti italiani, per poter continuare a far come cxxxo pare a loro ? Ripeto, la combinazione dei due elementi esposti prima racchiude tutte le decine di casistiche in ambo gli aspetti. E rappresentano il cancro del sistema.

Anonimo ha detto...

Ho letto con attenzione i post dei lettori e concordo con la maggior parte di loro.
Sono circa 32 anni che per motivi di lavoro sono "costretto" ad usare la metro a Roma, ma indecente come negli ultimi anni non è mai stata. In questo nostro bellissimo Paese esiste un modo di pensare che "tutti possono fare tutto". Si può salire a piedi sulla scala mobile ed infastidirsi se quelli che stanno fermi attenendosi alle regole non "tengono la destra" come dicono le avvertenze senza però continuarle a leggere dove dicono che è severamente vietato salire o scendere a piedi sulla scala mobile. Tutti scendono o salgono nelle direzioni vietate perchè la strada è più corta. Gli addetti di Stazione a Termini sostano a gruppi senza minimamente sorvegliare nè gli ingressi nè il pubblico ma limitandosi a guardare il via vai di giovani ragazze più o meno vestite e a commentare. Qualcuno ha detto che l'ATAC fallirà e queste persone si troveranno senza stipendio; ma il problema non sarà il loro ma sempre e solo il nostro: dovremo cercare comunque una soluzione per raggiungere il posto di lavoro e dovremo pagare e salato per permettere a questi furbetti di continuare a non fare niente. Poveri noi viaggiatori onesti e rispettosi delle regole.

Anonimo ha detto...

@9.28
gia se ci fosse un sistema decente di tornelli, appunto, avresti una bella scrematura di soggetti molesti,e gli introiti aumentati per l'azienda (pregando iddio che non sia atac). Il prezzo dei biglietti dovrebbe tendere a farti comprare l'abbonamento piuttosto che le singole corse....

Anonimo ha detto...

Avevo già provato a segnalare il 4 novembre ore 7.21, il contenuto dell'appalto di ATAC a favore di ITALPOL, ma forse è sfuggito ai più.
Risulta che il 23 gennaio 2015 ATAC abbia affidato a ITALPOL, con possibilità di subappalto, un "servizio di vigilanza armata, di portierato e di ronda da espletarsi nei siti Atac". Potrebbe trattarsi del contratto che ha portato i "vigilantes" nelle stazioni.

Segnalo alcuni articoli dell'appalto:

IV.1) Tipo di procedura: negoziata senza pubblicazione del bando.
(in pratica, chi "doveva sapere" è stato informato dell'appalto, ma altri potenziali concorrenti no)

IV.2.1) Criteri di aggiudicazione: prezzo piu' basso.
(quindi, se ci fossero stati tanti concorrenti, si sarebbe potuto ridurre il costo per l'ATAC; ma senza pubblicazione dell'appalto...)

V.1.2) Informazioni sulle offerte: Numero di offerte pervenute: 1.
(sorpresa!!! senza bando, è giunta una sola offerta!)

V.1.4) Informazione sul valore dell'appalto:
Valore totale inizialmente stimato dell'appalto:
€ 15.460.553,71 I.V.A. esclusa;
valore finale totale dell'appalto: € 15.460.553,71 I.V.A.
esclusa.
(sorpresa n.2!!! il "prezzo più basso" proposto dall'unico partecipante alla gara coincide alla virgola col valore inizialmente stimato!!!)

Con queste premesse, chi può credere che il servizio appaltato possa servire a tutelare ATAC, o meglio i suoi conti, che sono anche i conti nostri?

Tutto i dati li trovate qui:

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/contratti/caricaDettaglioAtto/originario;jsessionid=H0P49xgI7b4mtu87ROEuVg__.ntc-as1-guri2b?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2015-04-29&atto.codiceRedazionale=TS15BGA6430

Anonimo ha detto...

azz! se ATAC fa il prologo, allora stiamo tranquilli!!

Alessio78xxx ha detto...

e alleluja, vi siete svegliati presto. Il classico lassismo romano, da manuale.

romamia ha detto...

Ma quando c....o lasciano fallire questa azienda? Basta! L'unica soluzione è privatizzare !

ShareThis