L'Esercito italiano ai tornelli. L'esercito di ladri in banchina. Ancora un video dalla metro Barberini

24 novembre 2015

Nella stazione metro Barberini: ai tornelli l’esercito (militare) e giù in banchina l’esercito (di ladri).
Nel mio video semplicemente passeggiando sulla banchina della metro di Barberini, come ogni giorno, si scorgono circa una decina di ladre e ladri (ma in realtà ce n’erano almeno il doppio).
Viene spontaneo fare una riflessione: se le solite e conosciute ladruncole (sono sempre le stesse) riescono ad accedere e piantonare le banchine di Barberini e Spagna per ore, tutti i santi giorni, rubando, bloccando le porte dei treni e minacciando indisturbate ed impunite i passeggeri anche sotto le (inutili) videocamere di sorveglianza… quante difficoltà avrebbe un anonimo e camuffato kamikaze per accedere e fare una carneficina mentre vigilantes e militari contemplano i tornelli?
E intanto Atac per fare credere ai giornali che sta intensificando i controlli se ne sta uscendo, di nuovo, con la storia delle 3000 telecamere di sorveglianza e con la ricerca di volontari che, aggratis, aiutino i vigilantes (che a loro volta non fanno nulla visto che non è di loro competenza fare altro dal nulla).
Andrea

17 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Quousque tandem abutere, Rea Publica Italiana, patientia nostra?

Anonimo ha detto...

finalmente c'è un nome e cognome. bisognerebbe che i fenomeni che hanno assediato marino per mesi fino a farlo dimettere (i vari mss, fratelli d'italia, forza italia, marchini e compagnia cantante) riservino lo stesso trattamento a questo funzionario dell'atac, mangiapane a tradimento, fino a farlo dimettere per i disastri che ha combinato.
grazie tante
e non girate la frittata dicendo che è stato il pd a far dimettere marino, quello è accaduto alla fine quando marino pretendeva di ritirare le dimissioni già date con una marcia indietro ridicola e illogica

Anonimo ha detto...

per non parlare dei musicanti sempre presenti nei vagoni e dei questuanti fissi all'interno delle stazioni dell'atac.
sembra che alcuni tipi di crimini non interessino in genere, come ad esempio i ladri che rubano le monete dentro la fontana di Piazza della Repubblica in pieno giorno nonostante la massiccia presenza di turisti e di... vabbè lasciamo stare

Unknown ha detto...

Anch'io prendo tutti i giorni la metro a Barberini infestata da questi ladruncoli...i militari all'esterno della metro che fanno i piacioni con le ragazze, invece di guardare chi entra in metro, guardano verso la fontana del Tritone!!!, io non mi sento affatto sicuro, ogni giorno che scendo dalla metro ringraziò il Signore...

pino celesti ha detto...

Anch'io prendo tutti i giorni la metro a Barberini infestata da questi ladruncoli...i militari all'esterno della metro che fanno i piacioni con le ragazze, invece di guardare chi entra in metro, guardano verso la fontana del Tritone!!!, io non mi sento affatto sicuro, ogni giorno che scendo dalla metro ringraziò il Signore...

Anonimo ha detto...

Continuate a svergognarli con filmati quotidiani. A Colosseo siamo riusciti così a far si che l'Atac e l'Italpol mettessero personale serio e con cani a controllare: è già qualche mese che questi ladri non si vedono più. Idem per Termini, dove sono spariti quasi del tutto dopo mesi e mesi di pubblicare i filmati di quello che succede sotto il naso dei vigilantes e dipendenti ATAC.

Anonimo ha detto...

Ci vorrebbe LUI

Anonimo ha detto...


Divisa dei ladri: coda di cavallo, capelli neri corvini, apparente pulizia, zainetto o borsone a tracolla, scarpe da ginnastica non di marca, abiti attillati, sguardi all'infinito. Colori preferiti: bianco e nero (chissà perché?).
Ormai li riconoscono tutti tranne i grandi fancazzisti della sicurezza.
Ma la sicurezza un tempo erano pochi euri rubati, oggi qualche morto ammazzato!
Dimissioni immediate di tutti i responsabili della sicurezza della metro!!!
DIMISSIONI!
Ciao

Anonimo ha detto...

Mamma, quanto sono brutte.

Anonimo ha detto...

siamo i peggiori nemici di noi stessi......in tutti i posti presidiati che ho visto , agenti a chiacchierare o giocare col telefonino......alcuni con delle panze.......me li vedo a fare un pronto intervento.....con le scarpe di vitello e la divisa col pantalone largo tipo clown...nn parliamo poi dei vigili, si muovono solo a gruppi di 3 (almeno)....

Anonimo ha detto...

Ma che volete, quei poveracci stanno facendo un servizio da 10 e lode, fanno dei furti a campione e rischiano di rubare uno zainetto con la dinamite o una cintura esplosiva. Grazie del servizio!

Anonimo ha detto...

Se l'ATAC fosse gestita dall'Isis dopo 2 giorni avrebbero finito le mani ...

Secutor ha detto...

Luridi vermi tossicomani

Micheal ha detto...

Grazie per il lavoro e il servizio che fate. Solo continuando a tenere l'attenzione alta, forse, dico forse, le istituzioni si degneranno di intervenire.
Non possiamo fare molto altro.

Anonimo ha detto...

Potremmo far girare foto segnaletiche sui social networks, così almeno i romani li riconoscono.

Anonimo ha detto...

Vi è da domandarsi se i signori del supercaliffato islamico possano servirsi di questi borseggiatori per portare a compimento eventuali attività dinamitarde.

Anonimo ha detto...

DA VIAGGI :

Secondo un sondaggio del Daily Telegraph la metropolitana più bella del mondo è quella di Napoli, con la sua fermata di Toledo. La linea sotterranea supera addiririttura l’elegantissimo metrò di Mosca, con le sue stazioni costruite nell’era Stalinista, ricche di affreschi e decori, con candelieri, marmi e arredi di lusso. A novembre del 2015 ha persino vinto una sorta di Oscar delle metropolitane, dedicato alle opere pubbliche sotterranee di ogni continente. La fermata Toledo della linea partenopea, inaugurata nel 2012 e progettata dall’architetto catalano Oscar Tusquets Blanca, è stata premiata dall’ International tunnelling association”, nella categoria “Uso innovativo degli spazi”. La metrò di Napoli ha superato in nomination Sydney e Gerusalemme.

In stile British e molto antica è la metropolitana di Londra, che è la più vecchia del mondo: è entrata in funzione nel 1863.

E come non citare la metropolitana di Stoccolma, definita la più lunga galleria d’arte del pianeta. Ognuna delle sue cento stazioni contiene installazioni di arte contemporanea realizzate da 140 artisti provenienti da tutto il mondo. La subway della capitale svedese è stata progettata 35 anni fa.

Ci sono poi la U-Bahn di Monaco di Baviera, colorata e luminosa, la metropolitana di Lisbona, che è la prima e più importante di tutto il Portogallo ed è molto caratteristica perché percorre un ponte sul fiume, e quella di Parigi, che risale al 1900.

Anche Madrid ha una metropolitana molto moderna, che è la seconda più estesa d’Europa dopo quella di Londra e la sesta del mondo.

A differenza di molte metropolitane del mondo, quella di Berlino ha la caratteristica di avere lunghi tratti in superficie. La metrò di Francoforte, invece, è aperta quasi 24 su 24.

ShareThis