"S'interverrà appena morirà qualche turista". Intervista ad una vigilessa sullo scempio-risciò

11 novembre 2015

A chi ci legge da fuori città la questione può sembrare di marginale importanza. Possibile che questi di Roma fa Schifo insistono così tanto per qualche risciò, che peraltro ormai esiste in qualsiasi area turistica di qualsiasi città del mondo? 
Possibile sì. Perché a Roma, come dimostrato dalla storia, è proprio nelle questioni apparentemente piccole che si è annidato il crimine più odioso e dannoso per la città. Bancarelle, ambulanti, cartelloni sono faccende che sembrano di poco conto, ma che in realtà cubano centinaia di milioni all'anno, se non miliardi, con un impatto diretto sui soldi illeciti che finiscono nelle tasse dei partiti.

E poi i risciò partono dalla grande ipocrisia del reinserimento degli ex carcerati, esattamente come è partito Salvatore Buzzi finendo per convincere tutti sulla sua buona fede che così buona fede forse non era. Ecco perché ci sembra assurdo, folle e pericoloso che la città abbia regalato le sue zone più belle alle mille cooperative di risciò che si spartiscono il mercato tra Colosseo, Fori, Venezia, Spagna, Vaticano e Navona. L'altro ieri, a Piazza Venezia, vedendo un risciò che si apprestava ad affrontare l'incrocio carico di ben quattro persone (due bambini) più il guidatore, ci siamo messi a parlare con una vigilessa che aveva voglia di sfogarsi. Il tutto alle 19 circa del giorno 9 novembre.

Ma si rende conto?
Mi rendo conto sì, presto su quella piazza qualche pullman turistico si caricherà un risciò e avremo tre o quattro turisti, magari qualche bambino, spiaccicati. Poi forse si deciderà di intervenire..

Ma voi non potete?
Non possiamo fare granché. Doveva essere approvato un nuovo regolamento, ma il Sindaco è stato dimesso poco prima di firmarlo.

E dunque non fate niente? 
No. Oltretutto la gente si sfoga con noi, non hanno capito che non possiamo muovere un dito. Però qualcosa lo facciamo.

Cosa?
Spesso diciamo ai turisti di non utilizzarli: quei mezzi sono pericolosi. Col Giubileo sarà un dramma.

Perché dice pericolosi?
Non sappiamo se chi li guida ha o non ha la patente, non sappiamo se sono idonei a guidare, se sono psicologicamente stabili o instabili, non sappiamo se conoscono i segnali stradali, non sappiamo se sono sobri o ubriachi. Ripeto: aspettiamo solo il primo incidente grave.

Ma il Commissario Tronca, che lì da oltre 10 giorni, non avrebbe potuto promulgare il nuovo Regolamento di Polizia Urbana? Manca solo una firma, no?
No comment...

Al Colosseo e a Piazza Venezia in attesa di adescare clienti sostano in mezzo alla carreggiata, pure lì non potete far nulla?
Qualche volte li facciamo spostare. In quel punto sono pericolosissimi e si è rischiato più volte un incidente con gli autobus. Ma è tempo perso. 

Multarli?
Eh. E chi multi? Non hanno targa, sono in qualche maniera "intestati" a delle sottospecie di cooperative, chi li guida è nulla tenente. Sa cosa le dico?

Cosa mi dice?
Che questi hanno fior di coperture politiche, credo a sinistra, probabilmente Sel e dintorni. E' l'unica spiegazione.

Avete capito quanto guadagnano? 
Un 350 euro al giorno. Spesso di più. Un sacco di soldi.

Senta ma al di là di queste famose "mani legate" che dite sempre di avere, non potete comunque mettere un po' i bastoni tra le ruote a questi signori? Chessò controllarli in continuazione, fermarli, chiedergli i documento. Rendergli un po' la vita meno facile insomma...
Guardi qui i bastoni tra le ruote a questi personaggi dovrebbero metterli i Carabinieri e la Polizia. Perché? Semplice: sono tutti pregiudicati e stanno facendo dei lavori che tutto sono meno che socialmente utili.

Vabè, ma tanto adesso ci penserà Tronca. Lui sta là per risolvere tutto. Figuriamoci che ci mette a mettere una firmetta...
Non mi faccia parlà. Buona serata.

93 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Vabbè, ma i carabinieri hanno le mani legate, i vigili hanno le mani legate, i giudici hanno le mani legate perché applicano la legge, i politici onesti hanno le mani legate perché sono tagliati fuori... io me so rotto er cazzo e mo me metto a fa' er criminale pure io. e vaffanculo!

Anonimo ha detto...

Bravo così te ingabbiano. Se voi fa l'illegale te devi prima iscrive alla mafia politica, allora si.

Anonimo ha detto...

se l'intervista è vera, 'sta tizia mente sapendo di mentire... per il trasporto di persone oltre alla patente ci vogliono altri 200 permessi... in più i mezzi dovrebbero essere a pedalata assistita, ma vogliamo scommettere che li hanno modificati in modo da renderli dei veicoli a motore a tutti gli effetti, ma senza targa e assicurazione? Tutte cose che i vigili possono e devono controllare, e in caso multone (che non pagheranno in quanto nullatenenti... ma non aveva appena detto che c'è dietro una cooperativa?), ma anche sequestro o confisca del mezzo (e qui la musica cambia).
Dietro tutte queste stronzate fumose falso/burocratiche per tenerti buono quando gli chiedi perchè non fanno un cazzo, al 99% si nasconde un funzionario fannullone, corrotto o peggio... ormai di vigili corrotti ne mettono dentro uno al giorno...

Anonimo ha detto...

Adoro leggere questi commenti a volte. Ovviamente pronti a scagliarsi contro la "corrottissima vigilessa" che ha avuto il coraggio di rispondere a queste domande.

Questi risciò non vengono catalogati dal regolamento stradale. La legge non impone al guidatore patente né targa o assicurazione (vi risulta che dovete avere la targa o l'assicurazione su di una bicicletta)? E' un vuoto legale nel quale, finché non si sistema, sguazzano questi soggetti.

"Ho le mani legate". Cos'altro dovrebbero fare se NON ESISTE REATO per quello che stanno facendo?

Prima di urlare al "vigile corrotto" chiedetevi davvero perché questo regolamento non viene aggiornato.

Anonimo ha detto...

Ero a piedi, ho visto tre risciò parcheggiati sotto alla scalinata del Milite ignoto e, quattro passi più in là, un agente della municipale. Gli ho chiesto se non ritenesse pericolosa la loro sosta in mezzo alla strada. Mi ha risposto: "Tutto può essere pericoloso, anche un pedone", e ha continuato a fare altro (ovvero: niente).

Anonimo ha detto...

La sinistra ed in particolare la sinistra estrema sono sempre state la causa principale della rovina di Roma. Ma come cazzo si fa a votare SEL, dico io.........

Anonimo ha detto...

"NON ESISTE REATO per quello che stanno facendo?"

ma finiamola... secondo te trasportare persone senza autorizzazioni, su un veicolo a motore senza targa e assicurazione, evadendo pure il fisco si suppone, non configura alcun reato o illecito amministrativo?
Vai a farlo a Milano, e vedi che fine fai... dicevano le stesse cazzate per le zingare in metropolitana, non si può fare nulla, non c'è reato, non c'è la prova... certo, poi a Milano però con le stesse vituperate leggi italiane le hanno prese e gli hanno dato 3 anni, come la mettiamo?

Anonimo ha detto...

Tonè me sembri proprio depresso, fai attenzione!

Anonimo ha detto...

A chi mi ha risposto (sono quello del terzo commento e da adesso mi firmerò... "Farinata", così... suona bene).

Vi risulta che se prendete un risciò a villa borghese questi siano targati e assicurati?
Si tratta di Velocipedi. Non diversi da una bicicletta elettrica.

Vi risulta che le bici elettriche necessitino di assicurazione o patente? O che ci siano cavilli sul trasporto di persone?

Perché se è così invito voi sapientoni ad illustrare a tutti noi un riferimento legale.

Sia chiaro. io non so dicendo che questi orrori debbano girare.
Semplicemente puntualizzo come è facile urlare al "vigile corrotto" quando il problema sta molto più a monte.

Ma infondo a voi che ve ne frega... l'importante è urlare ai "Viggili ladracci e corrotti che nun fanno 'ncazzo e stanno sempre ar baretto" (e poi vi stupite per gli sterotipi eh?)

Farinata

Anonimo ha detto...

A Farirana!! ma va a fa le multe invece di scrivere nel blog a difesa del corpo più corrotto di questo schifo di Città! ;)

Anonimo ha detto...

E poi vi stupite se qualcuno sottovaluta le potenzialità reali di questo blog?

1. Post su Argomento PIPPO
2. Concetto A di commento a PIPPO
3. Concetto B con confutazione della tesi del concetto A ma sempre in accordo con argomento PIPPO
4. "Mortaccituaseinammerdaamicodelleguardie"


Farinata

Anonimo ha detto...

A Milano, Firenze, Torino, Bologna e Venezia non succede. Avranno leggi diverse dalle nostre, magari applicano il codice austriaco o tedesco. O magari è la vigilessa romana che non ha voglia di lavorare.

Anonimo ha detto...

Possibile che il codice della strada, che ogni vigile urbano dovrebbe conoscere a memoria, non offre gli strumenti per ostacolare questi risciò? Se c'è anche solo una piccola irregolarità che i vigili possono contestare lo DEVONO fare.

Anonimo ha detto...

Qualche mese fa uscì la notizia che i vigili avevano multato dei romani che trasportavano turisti per roma a bordo di vespe e pulmini VW. Se li sono bevuti in qualche modo, allora non è la stessa cosa per questi che trasportano turisti coi risciò. E namo su! o non sapete usare gli strumenti della burocrazia o non volete.

Anonimo ha detto...

A Milano, Torino, Bologna e Venezia forse hanno pensato differentemente. O hanno regolamenti MUNICIPALI aggiornati (se leggete il post la vigilessa lamenta proprio che il regolamento che avrebbe dovuto imporre una regola ai risciò è stato al momento bloccato dalle dimissioni).

Ma voi credete davvero che dietro tutto ciò ci siano dei perfetti idioti?

Qualcuno qui si è alzato una mattina, ha visto il successo avuto da una iniziativa di base (forse) corretta e si è detto "Ehi... guarda un po'. Al momento c'è questo divertente 'buco' legale. I Risciò non hanno bisogno, per legge, di autorizzazione, targa, patente o altro. Daje che ce famo i Big Money prima che sistemano"

Possiamo solo sperare (e premere) sul fatto che un nuovo regolamento venga varato ponendo fine a questo scempio.

Farinata

Anonimo ha detto...

Non è vero che esiste un vuoto normativo

Art.50 del Codice della Strada (modifica dell’art. 24/1 della legge 3.02.03 n.14)
“I velocipedi sono i veicoli con due ruote o più ruote funzionanti a propulsione esclusivamente muscolare, per mezzo di pedali o di analoghi dispositivi, azionati dalle persone che si trovano sul veicolo; sono altresì considerati velocipedi le biciclette a pedalata assistita, dotate di un motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 0,25 KW (250W) la cui alimentazione è progressivamente ridotta ed infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se il ciclista smette di pedalare.”

Anonimo ha detto...

Vespe e pulmini possono essere multati, perché previsto dalla legge sui taxi e le regole per i NCC.
Il problema è proprio che i risciò sono un altro tipo di veicolo non ben codificato.

Ma prego... se sto sbagliando invito a mostrare a tutti dov'è l'errore magari citando il regolamento/legge che i vigili dovrebbero applicare

Farinata

Anonimo ha detto...

Non è vero che esiste un vuoto normativo

Art.50 del Codice della Strada (modifica dell’art. 24/1 della legge 3.02.03 n.14)
“I velocipedi sono i veicoli con due ruote o più ruote funzionanti a propulsione esclusivamente muscolare, per mezzo di pedali o di analoghi dispositivi, azionati dalle persone che si trovano sul veicolo; sono altresì considerati velocipedi le biciclette a pedalata assistita, dotate di un motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 0,25 KW (250W) la cui alimentazione è progressivamente ridotta ed infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se il ciclista smette di pedalare.”


e dove questo articolo parla di obbligo di targa/assicurazione/divieto di portare persone/patente (gli argomenti che stiamo lamentando)?
Questa è la definizione di cosa sia un velocipede.

Farinata

Anonimo ha detto...

Ma non sarai mica tu la vigilessa, nana e grassa, dell'intervista? Invece di cercare scusa qui sul blog, che ne dici di dedicare qualche minuto della giornata anche al tuo mestiere? Mi devi spiegare cosa ci paghiamo a fare se i risciò abusivi non li potete toccare, se i Bangladesh che vendono cianfrusaglie non li potere toccare, se non potete toccare gli africani con la merce contraffatta, se non potete cacciare i centurioni che importunano i turisti e via dicendo...

Anonimo ha detto...

Non sono la vigilessa, né un vigile. Sono solo uno che sta provando a ragionare e centrare il problema invece di prendersela con il gradino più basso di una piramide.

"vigilessa nana e grassa"

Io vorrei solo farvi capire che sono offese come questa o accuse come quelle che mi state rivolgendo che fanno si che in molti considerino RfS non più un blog di denuncia reale ma solo una bacheca di livore in cui tutti sono solo alla ricerca di un capro espiatorio senza avere il coraggio di alzare lo sguardo e vedere i veri mali di questa città e dove bisogna realmente intervenire.

Il prossimo post me lo aspetto del tipo "Farinata fai $chifo caccapupù amicodelleguardie"

Farinata

Anonimo ha detto...

Il codice della strada non c'entra nulla. Non bisogna mica fare le multe per eccesso di velocità a questi signori, bensì va impedito il prosperare di un'economia abusiva, sommersa, in nero. Come si fa a dire che non serve autorizzazione per svolgere un servizio di trasporto nel centro di Roma?!? Ma stiamo scherzando?

Anonimo ha detto...

Semplicemente il sequestro del mezzo se non rispetta quanto dice l'articolo 50. E non trovo info, ma i motori che vedo non mi sembra che siano 250W.

Anonimo ha detto...

Per Farinata, art.85 CDS. Come vedi, anche i VELOCIPEDI (comma 2, punto b-bis) se usati per il trasporto di persone sono soggetti alla normativa vigente sul NOLEGGIO CON CONDUCENTE (si, proprio come le mercedes nere), e se non viene rispettata c'è la multa e il ritiro della carta di circolazione. Non c'è carta di circolazione perchè è un velocipede? Dato che lo scopo della sanzione è privare il trasgressore della disponibilità del veicolo per il periodo previsto dalla legge, per analogia si provvederà qui al sequestro del mezzo, rispettando perfettamente la volontà del legislatore. Ovvero vengono i vigili col camion, li multano, poi fanno il carico e li sbattono tutti in un deposito giudiziario.

Posso dire ora che se un vigile sa che sono abusivi e non fa un cazzo, o è un fannullone o è un corrotto?


TITOLO III - DEI VEICOLI

Capo III - VEICOLI A MOTORE E LORO RIMORCHI

Sezione II - DESTINAZIONE ED USO DEI VEICOLI

Art. 85. Servizio di noleggio con conducente per trasporto di persone.

1. Il servizio di noleggio con conducente per trasporto di persone è disciplinato dalle leggi specifiche che regolano la materia.

2. Possono essere destinati ad effettuare servizio di noleggio con conducente per trasporto di persone:
a) i motocicli con o senza sidecar;
b) i tricicli;
b-bis) i velocipedi
c) i quadricicli;
d) le autovetture;
e) gli autobus;
f) gli autoveicoli per trasporto promiscuo o per trasporti specifici di persone;
g) i veicoli a trazione animale. (1)


3. La carta di circolazione di tali veicoli è rilasciata sulla base della licenza comunale d'esercizio.

4. Chiunque adibisce a noleggio con conducente un veicolo non destinato a tale uso ovvero, pur essendo munito di autorizzazione, guida un'autovettura adibita al servizio di noleggio con conducente senza ottemperare alle norme in vigore, ovvero alle condizioni di cui all'autorizzazione, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 168 a euro 674 e, se si tratta di autobus, da euro 419 a euro 1.682. La violazione medesima importa la sanzione amministrativa della sospensione della carta di circolazione per un periodo da due a otto mesi, secondo le norme del capo I, sezione II, del titolo VI. (2)

4-bis. Chiunque, pur essendo munito di autorizzazione, guida un veicolo di cui al comma 2 senza ottemperare alle norme in vigore ovvero alle condizioni di cui all'autorizzazione medesima è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 83 a euro 329. Dalla violazione consegue la sanzione amministrativa accessoria del ritiro della carta di circolazione e dell'autorizzazione, ai sensi delle norme di cui al capo I, sezione II, del titolo VI. (3)

(1) Comma modificato dalla legge 29 luglio 2010, n. 120 ( G.U. n. 175 del 29 luglio 2010 suppl. ord.). (2) Comma modificato dalla legge n. 214 del 1° agosto 2003, di conv. del decreto-legge n. 151/2003. (3) Comma inserito dalla legge n. 214 del 1° agosto 2003, di conv. del decreto-legge n. 151/2003.

Anonimo ha detto...

Ma quali guardie... Massimo rispetto per polizia e carabinieri che il loro mestiere lo fanno anche con troppa professionalità. Voi vigili siete dei miracolati che non avreste nemmeno i requisiti psicofisici per svolgere compiti di polizia.

Anonimo ha detto...

E smonto la tua tesi dicendoti che è proprio nella carta di circolazione il problema. La carta (il libretto) deve riportare scritto se il veicolo è ad uso privato o no.

Per questo se io con la mia macchina privata faccio servizio di NCC o Taxi vengo multato.
E' lo stesso discorso per cui gli NCC necessitano di una revisione per la modifica della carta.

IL problema sta nel fatto che i nostri merdosi risciò NON HANNO la carta di circolazione. Quindi si crea un buco legislativo.

Tale buco si risolve in due modi:
- o si aggiorna la legge (o si vara un regolmento municipale) che richiede una specifica autorizzazione per i risciò
- o si inseriscono i risciò tra i mezzi che richiedono il libretto (e quindi anche targa, assicurazione ed eventualmente patente).

Arrivate a capire quello che sto dicendo o siete troppo ancorati al voler flammare?

Ad oggi non è stato mai multato un risciò, proprio perché non esiste modo legale per farlo. Ma voi pensate davvero che esista una sorta di cospirazione tra TUTTO il corpo dei vigili di Roma per non fare multe ai risciò? O pensate davvero che non esista UN SOLO VIGILE LAVORATORE in tutto il corpo?

Tra un po' mi aspetto la cospirazione rettiliana dai..

Farinata

Anonimo ha detto...

Ma quale multa??? Multa di cosa??? Stiamo parlando di abusivismo, mica di eccesso di velocità o di parcheggio in doppia fila. Come fai a dire che non serve autorizzazione per svolgere un servizio di trasporto nel centro di Roma? Se hai coraggio metti nome e matricola, così vediamo cosa ne pensa il comandante Clemente.

Anonimo ha detto...

Ma se di questo si stava parlando sopra.....

si parlava di richiesta di patente, libretto, targa o assicurazione.

Ma è ovvio che ora il cattivo sia io. Quando siete divertenti

Farinata

Criss ha detto...

@Farinata
Siete tanto bravi a spulciare le persone quando volete fargli una multa (non solo per quanto riguarda il traffico, ma anche per i negozianti) e non trovate una cazzata per multare questi? Tu fagli la multa amico mio, e poi rifagliela e rifagliela ancora, per un motivo e per un altro, e vedrai che quelli cambiano mestiere oppure andranno a piangere dalla loro mamma-cooperativa. Poi partiranno ricorsi e storie varie, ma intanto quelli per strada non cel i vediamo più.

Anonimo ha detto...


I Risciò fanno schifo e ci portano direttamente alla Bombay degli anni cinquanta (si perché oggi Mombay è meglio di Roma!). Detto ciò, non è che vogliono mettere la targa a tutte le biciclette con la pedalata assistita? Così, tanto per fare un po' di multe in più?
Potrebbe darsi, no? un bel decretino legge e via!
Tutti con la targa, monitorati e tassati, anche chi ha scelto la bici elettrica come mezzo intelligentissimo per circolare in città.
No? Mi sbaglio? Vedremo...

Anonimo ha detto...

"IL problema sta nel fatto che i nostri merdosi risciò NON HANNO la carta di circolazione"

la legge dice che anche col velocipede senza carta di circolazione se fanno trasporto persone devono avere una licenza comunale NCC. Come si fa? Cazzo ne so, si trova un modo, nelle altre città lo fanno.
Questi non hanno un cazzo, ed evadono tasse e contributi. E solo per questo c'è il carcere, mica bruscolini...

Anonimo ha detto...

che poi basterebbe fermarli appena scaricano il turista.
Quanto ha speso? 30 euro. Mi mostra la ricevuta? Ah non c'è? Pronti: denuncia per evasione fiscale ed omesso versamento di contributi. Basterebbe una settimana così, problem solved.

Anonimo ha detto...

Leggo sempre più commenti sull'onda de

"non trovano un cazzo per fargli una multa?"
"Cazzo non so come ma perché non li multano per qualcosa???"

E poi questo è un blog che richiama alla legalità...

QUANDO, finalmente, verrà varato un regolamento municipale (dal SINDACO o sostituto) allora ci sarà una LEGGE alla quale potersi appellare e che permetterà ai vigili di multare/sequestrare (e a noi di lamentarci quando i vigili non lo fanno).

Ma finché questa norma non c'è serve a poco "trovate qualcosa".

Serve una legge
Serve un regolamento
Serve che il Campidoglio vari qualcosa

Io non so proteggendo i risciò, il contrario. Io li vorrei devastati quanto voi.
Solo che voglio puntare il dito su chi DAVVERO non sta facendo niente per risolvere questo problema.

ma forse, per qualcun'altro, è più facile (e crea meno sensi di colpa) prendersela con i vigili.


Farinata

Anonimo ha detto...

MA IL PREFETTO TRONCA QUANDO LA VUOLE METTERE QUESTA FIRMETTA?

COSA ASPETTA?

Anonimo ha detto...

Veramente ti stiamo dicendo di combattere abusivismo, servizio di trasporto senza licenza, evasione fiscale. Le multe magari falle alle maghine in doppiafila... se non sei troppo impegnato/a a osservare il panorama.

Anonimo ha detto...

a Farinata, sei de coccio, fosse per te pure l'omicidio volontario avrebbe il vuoto normativo :-)

Anonimo ha detto...

"Farinata caccapupù...
non leggo nemmeno quello che hai scritto perché stai dalla parte dei Viggilicattivicorrotti..."

Farinata

Anonimo ha detto...

Il prefetto Francesco Paolo Tronca, commissario del Campidoglio, parte annunciando una novità: «Non ci sarà un delegato alla Legalità», dice Tronca, smentendo le indiscrezioni di questi giorni. Il perché lo spiega ai rappresentanti sindacali: «La delega alla Legalità — spiega Tronca — non significa niente. La legalità deve essere diffusa, legalità sono io, legalità siamo tutti noi». Insieme al «disgelo» coi vigili e anche coi sindacati, è l’ennesimo segnale di inversione di tendenza rispetto al predecessore.

Tanto Marino cercava sempre lo scontro («devi farti un nemico al giorno», era una delle sue massime, mutuata dal collega newyorchese Bill de Blasio), quanto Tronca è calato su Palazzo Senatorio con un input preciso da parte di Palazzo Chigi: fare il «normalizzatore», abbassare i toni della città, smussare i conflitti sociali, almeno fino alla fine del Giubileo straordinario che inizia tra 28 giorni. Lo ha ribadito anche Matteo Renzi: «Moratoria di sei mesi alle polemiche».

Se poi la «pax» reggerà, ovviamente, è tutto da vedere. Perché comunque, finora, siamo allo scambio di convenevoli. Lunedì coi Municipi, ieri con i sindacati. Tronca, infatti, si è limitato ad indicare chi saranno i suoi delegati alle trattative (i sub-commissari Rolli, Taucer e Castaldi) e a chiedere alle sigle di «inviare le loro priorità». Quando basta a Claudio Di Berardino (Cgil) a parlare di «un buon inizio», a Mario Bertone (Cisl) di «impressione positiva» e ad Alberto Civica (Uil) di «rottura col passato».

Come di rottura, ma in peggio per i romani, è la decisione del prefetto di vietare la circolazione — nella prossima domenica ecologica, il 15 novembre — anche agli «euro 5» che finora erano esentati. Michele Anzaldi, deputato renziano, già lo bacchetta: «Tronca riveda l’ordinanza, scongiuri il blocco del traffico»



Evviva!
Tornerà tutto come prima!
Evviva MAFIA CAPITALE E MONDO DI MEZZO!

Ecco raggiunto l'obiettivo di Renzie..
Adesso mi spiego perchè TRONCA quella firmatta non la mettera' mai..

ADESSO AVETE CAPITO PERCHE' HANNO FATTO DIMETTERE IGNAZIO MARINO??
CHIARO COME IL SOLE.
E' STATO INVIATO DA RENZIE E DAL PD ROMANO UN
"MANCHURIAN CANDIDATE"

Anonimo ha detto...

Tonè, questa si vede che è finta lontano un miglio !!

Anonimo ha detto...

Provate col 117: usate un risciò, prima di pagare pretendete una ricevuta regolare e quando ve la negano chiamate la Guardia di Finanza, che è più brava di chiunque altro a trovare cavilli e ad interpretare le norme quando vuole bastonare.

Anonimo ha detto...

>>>Insieme al «disgelo» coi vigili e anche coi sindacati, è l’ennesimo segnale di inversione di tendenza rispetto al predecessore.

Questo non avrei proprio voluto leggerlo. Da dove viene l'articolo? Mettete sempre il link.

Anonimo ha detto...

Farinata si vede che stai a trollà, tu nun sai neanche chi sono i vigili.
Tutti commenti sono un flop.
Farinata è l'infarinato! Indovinate chi è che vi sta stuzzicando?

Anonimo ha detto...

"Provate col 117: usate un risciò, prima di pagare pretendete una ricevuta regolare e quando ve la negano chiamate la Guardia di Finanza"

see vabbè... un po' come i retakers: ma perchè mai dovrei fare il lavoro di un altro, che sta lì apposta già addestrato, armato e pagato? Chi sono io, l'ispettore Callaghan?

Anonimo ha detto...

Ma quale multe, finanza o cazzate varie, lo volete capi' che so nullatenenti, sai che gli frega.
Questi possono infrangere qualsiasi norma del codice stradale, civile ed anche penale (tanto nessuno va in galera), PERCHE' SONO NULLATENENTI e pure pregiudicati quindi neanche devono preoccupare di vedere la propria fedina penale sporca !!!

Ringraziamo i legislatori !!


Anonimo ha detto...

A milano ci sono i risciò ! Che raccontate ?

Anonimo ha detto...

Uno stato che non è nemmeno in grado di cacciare quattro straccioni pregiudicati dall'area più pregiata della sua capitale... È uno stato che farebbe bene a scomparire.

Stranamente, però, di vuoto normativo si sente parlare solo da Roma in giù.......

Anonimo ha detto...

Certo, ma non sono ABUSIVI.

Eccoli qua quelli di Milano: http://static2.blog.corriereobjects.it/sociale/wp-content/blogs.dir/196/files/2015/05/expo_milano_2015_slow_riscio_tour-632x355.jpg

Anonimo ha detto...

Ecco come si fa

http://www.milanotoday.it/green/mobilita/riscio-elettrici-expo-2015.html

dato che c'è un limite del Codice della Strada, il comune autorizza con precise regole.
Quello che vorremmo anche noi. Dei risciò controllati (con regole, un numero ristretto, autorizzazioni e scontrini) non sarebbero male e sarebbero meno pericolosi

Farinata

Anonimo ha detto...

Credo sia molto sbagliato dire che tutti i vigili romani siano corrotti, nonchè una forma di superficialità senza confini.
Molti sono corrotti, ma anche molti ci credono e lavorano al loro meglio.

Il problema è che Tronca sembra interessato solo a "gestire" i fondi del Giubileo e non a smuovere il fango romano.
Che cazzo gli frega, gli arrivano soldi a pioggia, perchè si deve andare a compromettere, tanto finito il Giubileo se ne ritorna ai fatti suoi.

'sto supereroe dell'Expo...

Anonimo ha detto...

Ammazza che intervista fake. Non un nome, non una firma, nulla praticamente.

Anonimo ha detto...

C'è la mafia
C'è la maleducazione dei romani
C'è il vuoto normativo

E intanto loro passeggiano.
Intorno: il caos.

Anonimo ha detto...

ho fatto tanta cella ma i delinquenti sono quelli incensurati come i commenti di questo blog. non è vero che facciamo 350 euro al giorno. al massimo si arriva a 200 quando te va bene.

Anonimo ha detto...

Che spettacolo. Gente che fa copia incolla con articoli del codice della strada, chi parla do vuoto normativo, chi di abnegazione e senso del dovere (mentre magari sta al lavoro e scrive su questo blog) e tutto per merito del nulla. Il nulla! Come al solito. Si inventa un'intervista di un vigile senza identita', l'estensore non si firma e la gente si scanna. Risultato ottenuto.

Anonimo ha detto...

Viva il comandante Clemente!

Piazza pulita di questi fannulloni.

Anonimo ha detto...


TOGLIETE QUELLE ZOZZERIE DALLE STRADE!
NON SO COME MA TOGLIETECELE DI MEZZO!
FANNO SCHIFO E BASTA, COME LE BARACCHETTE DELLE BIBITE A 6 EURO L'UNA OPPURE COME LE MIGLIAIA DI SCHIFEZZE DEI VENDITORI AMBULANTI ED ABUSIVI!
TOGLIETELE CON UNA DECISIONE UNILATERALE DEL SINDACO PER IL MINIMO DI DECORO DOVUTO ALLA CAPITALE DI UNO STATO EUROPEO!!!
AIUTO!

Anonimo ha detto...

Se qualcuno sta a lavoro mentre scrive su questo blog sono problemi suoi e/o del suo datore di lavoro. Al contrario il vigile urbano percepisce del denaro pubblico, quindi frutto del nostro lavoro, e la sua negligenza influisce su tutta la città.

Anonimo ha detto...

Quindi chi lavora dal privato puo' non essere indefesso e un vigile invece lo deve sempre essere? Strano concetto.

Anonimo ha detto...

a conferma del lurido populismo di questo sito, si continua ad attaccare anche oggi il commissario Tronca imputandogli pure la mancata firma sul provvedimento dei risciò, dopo le scritte sotto la metro e i mendicanti .... tutta colpa di Tronca!
ve meritate peppe grillo tutta la vita

Anonimo ha detto...

ho fatto tanta cella ma i delinquenti sono quelli incensurati come i commenti di questo blog. non è vero che facciamo 350 euro al giorno. al massimo si arriva a 200 quando te va bene.

Facciamo due conti.

200€ (esentasse) X 20gg.lavorativi = 4000€ (esentasse)
---------------------------------------
(se poi calcoliamo che uno essendo lavoro illegale lavora tutti i giorni..)

200€ (esentasse) X 30gg.lavorativi = 6000€ (esentasse)
---------------------------------

Credo che il problema sia:

-pagare le tasse che possono essere usate per l'arredo urbano della zona Colosseo
-imporre DECORO DEI RISCIO'



Anonimo ha detto...

Il vuoto normativo esiste eccome, purtroppo.
Il Codice della Strada regolamenta sì il "trasporto di piazza", ma solo per i veicoli a trazione animale e slitte (art. 70), o i veicoli a motore (art. 82-86).
I velocipedi cascano nel mezzo, nel senso che per il Codice esistono, ma non sono regolati per il servizio di piazza o di noleggio con conducente.
Questo spiega perché servirebbe un Regolamento comunale, che possa disciplinare la circolazione dei velocipedi nelle aree pedonali.

Ciò detto, non è vero che i Vigili non possano fare nulla. Quando i risciò transitano per le vie, sono veicoli a tutti gli effetti e, come tali, possono essere sanzionati per tutta una serie di manovre o comportamenti illeciti. Il punto è che nessuno si ricorda più dell'esistenza di tantissimi divieti!
Ad esempio, chi si ricorda che vige l'obbligo di dare la precedenza ai pedoni che "si accingono" ad attraversare? Si accingono, non che sono già sulle strisce!(art. 191).
E chi si ricorda che i velocipedi ammessi a circolare nelle aree pedonali (art. 3) devono essere condotti a mano ogni volta che siano d'intralcio o di pericolo ai pedoni? (art.182)

Non regge, insomma, la scusa dell'assenza di norme. Il problema è che da millenni i Vigili a Roma non fanno più rispettare molte regole del Codice (vedi sopra), al punto che probabilmente non ne ricordano più neppure l'esistenza.

Non regge, infine, la richiesta di far intervenire PS o CC. I "pregiudicati" devono essere semmai tenuti sotto controllo, e proprio dai Vigili che (forse l'intervistata non ricorda neppure quello) sono agenti di Pubblica Sicurezza al pari dei poliziotti.

Anonimo ha detto...

All'anonimo dell'intervento
novembre 11, 2015 2:50 PM

Memo male che non hai messo una firma... ma presto altri arriveranno ad accusare anche te di esser agente nascosto o semplice amicodelleguardieladreelpueblounito

Comunque, nella mia analisi mi riferivo proprio a questo in risposta agli scandalizzati delle domande "ma perché non gli fanno la multa? perché non devono avere l'assicurazione? perché non devono avere la patente? Perchè non devi avere autorizzazioni per fare questa cosa?"


E' ovvio che, a fronte di un comportamento criminale, i vigili dovrebbero intervenire nel rispetto della legge. E' anche vero che (e questo non riguarda solo Roma) le norme sui velocipedi vengono spesso ignorate.

Il velocipede è un VEICOLO, quindi a norma del codice della strada DEVE muoversi secondo le medesime regole degli altri veicoli:
- bicicletta che attraversa le strisce? -> MULTA (dovrebbe usare la strada e non le strisce per i pedoni)
- bicicletta che passa su un marciapiede? -> MULTA
- bicicletta in zona pedonale? -> MULTA (ovviamente a meno che non sia previsto il transito velocipedi ovviamente)
- bicicletta che sorpassa a destra? -> MULTA

Quindi tutto quello che AL MOMENTO si può fare ad un velocipede è multarne il transito se infrange delle regole come quelle sopra elencate.

Non si può multare un velocipede perché ESISTE. Né perché CIRCOLA SENZA ASSICURAZIONE, Né
perché chi guida è senza patente

Farinata

Anonimo ha detto...

Almeno quelli lavorano...ste vigilesse che nun servono a un cazzo quanto ce costano?


Anonimo ha detto...

Se uno lavora nel privato sono problemi del suo datore di lavoro, che immagino prenderà misure adeguate per salvaguardare i suoi investimenti.

Se il vigile non lavora chi ci pensa?! Il politico? Il sindacato? Sto grandissimo cazzo?

Anonimo ha detto...

"I velocipedi cascano nel mezzo, nel senso che per il Codice esistono, ma non sono regolati per il servizio di piazza o di noleggio con conducente."

l'art.85 CDS è stato recentemente aggiornato apposta per i risciò, vedi il punto b-bis: i velocipedi possono effettuare servizio NCC, con i conseguenti diritti e doveri.

Giovanni ha detto...

Non me ne frega un cazzo se sei un povero detenuto da riabilitare che deve pur mangiare.
Io non voglio che Roma diventi come Calcutta, queste puttanate le lascio a SEL che con la scusa del buonismo ci sta facendo precipitare nel medioevo.

Anonimo ha detto...

Farinata sei un fake e stai facendo un bel favore a questo blog da strapazzo, vai avanti così almeno la fuffa aumenta e poi .......... QUESTO E' UN BLOG TANTO SEGUITO .......
Ma de che?

Anonimo ha detto...

Si... m'avete scoperto.

In realtà sono uno di RomaFaSchifo, di giorno faccio il Vigile e di notte mi pagano per fare il fake. Il mio scopo è coprire la cospirazione rettiliana voluta dai massoni che fa si che nessun vigile della capitale si metta a multare i risciò.
Strumenti con i quali governeremo il mondo.

Farinata

PS. tranquillo. Finora il commento più divertente è stato un altro:
"Farinata... dicci un po' chi sei se hai coraggio!

Firmato
Anonimo"

Anonimo ha detto...

e la Finanza? Ron-fiiiiiiiii, ron-fiiiiiiiii, ron-fiiiiii
E pensare che l'evasione fiscale è stato l'unico modo con cui sono riusciti a mandare al gabbio Al Capone, mica pizza e fichi..........

Anonimo ha detto...

Non lo so chi ci pensa ma, a quanto vedo, neanche il privato controlla piu' di tanto.

Anonimo ha detto...

La Finanza ha cose più importanti a cui pensare. I risciò nel centro storico sono responsabilità della Polizia Municipale... E infatti ci sono loro a presidiare quelle zone, solo che guardano dall'altra parte. Il bello è che non lo fanno perché sono corrotti, ma proprio perché non gli va di lavorare. "Vivi e lascia vivere" è il loro motto.

Anonimo ha detto...

4:07 PM, caxxo hai risposto proprio come gli amministratori di questo blog! stupefacente! devi essere uno di quelli che questo blog lo conosce proprio bene.

Anonimo ha detto...

Vi seguo sempre sulle vostre battaglie ma stavolta non capisco. Pubblicate un'intervista che potrebbe benissimo essere stata inventata, non ci sono riferimenti a nulla. Non c'e' neanche il nome dell'intervistatore oltre a quello della pseudo vigilessa.

Anonimo ha detto...

Vedi? Ti avvicini alla Verità.
Io e gli amministratori condividiamo la Unica Mente Rettiliana. Ci serve per portare avanti il piano del nostro Signore e Padrone Gozer il gozeriano.

Presto i vostri figli saranno tramutati in statali nullafacenti.

Battute a parte, ti risponderò con una citazione che probabilmente non comprenderai mio "caxxuto" amico.

CHITTESENCULA

Farinata

ste ha detto...

certo perchè la colpa è di tronca che sta li da dieci giorni.....mica di marino che invece di stare a perdere tempo con la pedonalizzazione dei fori potevi utilizzare i suoi ultimi giorni di mandato di fare qualcosa di buono per questa città...invece niente.....

ste ha detto...

e intanto qualcosa si muove a differenza di marino ....

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/centurioni_colosseo_roma_regolamento/notizie/1672856.shtml

Anonimo ha detto...

E io ti ripeto che non sono problemi tuoi. Tu cosa ci perdi se un dipendente privato passa il giorno a cazzeggiare? Viceversa se lo fa un vigile urbano io ci perdo sia SOLDI che il SERVIZIO.

(Comunque, visto che non ci arrivi, ti comunico che sono libero professionista).

Anonimo ha detto...

A infarinato è na caxxo de giornata che stai a scrive ma quando caxxo lavori?

Anonimo ha detto...

Anch'io pensa. Mi fa solo sorridere questa discrepanza di vedute tra il privato e il pubblico nel dover assolvere i propri doveri. Ma tanto parliamo del nulla, quest'intervista e' piu' falsa di una moneta da tre euro. Abbiamo sprecato inutilmente spazio web.

Anonimo ha detto...

potevate intervistare Maria di tor Sapienza, stessa cosa.
Che scoop è intervistare un vigile anonimo?

Anonimo ha detto...

L'intervista non è palesemente vera: nessun vigile (ti assicuro) parlerebbe con nessun cittadino o peggio ancora giornalista in detti termini avendo addosso una divisa, pena il licenziamento...Il Comando del Corpo ci mette 10 minuti a sapere quale vigile donna era in quel giorno in servizio di vigilanza in quel posto: credete sul serio che - anche nascosta dall'anonimato - una persona normale rischi il licenziamento per parlare con voi? Suvvia. L'anonimato che le avete garantito non citando il suo nome e cognome neanche puntati è pari al nulla infatti: esistono ordini di servizio giornalieri con nomi e cognomi. Il Comandante del Corpo se volesse arriverebbe a lei in un battibaleno.
Nulla da eccepire, invece, in merito a quanto scritto.

Anonimo ha detto...

Farinata hai fatto na figura de ............

Barone Cicala ha detto...

A sta storia delle mani legate non ci crede piu' nessuno, dicessero la verita', non sono addestrati per andare sotto a un pregiudicato che non ha niente da perdere e il suo gruzzolo da difendere. Hanno paura, a ragione.

Farinata ha detto...

A infarinato è na caxxo de giornata che stai a scrive ma quando caxxo lavori?

Al di là della divertente allitterazione e della mancanza di apostrofo nell'uso dialettale dell'articolo indeterminativo, trovo sempre un gran piacere a leggere i rosiconi.
Mi paga il blog no? Vengo pagato per eseguire gli ordini della grande cospirazione dei Vigili Fannulloni & amicideivigili annessi

Detto questo posso dirmi lieto della conclusione della suddetta antologia di vedute.
A quanto pare, oltre alle offese agli "amicidelleguardie" nessuno è riuscito a confutare quanto ho detto e cioè, lo ripeto per i nuovi giunti che non vogliono sorbirsi tutto, il fatto che è necessario un regolamento comunale aggiornato che illustri le regole per i risciò. Finché non ci sarà nessuno potrà fare niente davvero.

Questo perché l'articolo 85 tanto citato permette l'uso di un velocipede come NCC ma non ne approfondisce le regole (che per gli altri veicoli sono implicite essendo legate alla presenza di una carta di circolazione).

Ora, potete credere a quello che vi dico e controllare.
Oppure potete pensare che esista una cospirazione malvagia che faccia si che di TUTTI i vigili del corpo di Roma non ne esista UNO SOLO tanto onesto da fare UNA multa.

Indovinate un po' quale fa più ridere?

Farinata

PS. per i rosiconi: sempre un grazioso "chittesencula"

Anonimo ha detto...

a ricaxxo l'infarinato è ritornato!
4:02 PM lo hai sgamato alla grande, ammazza come ha rosicato Farinata.

Farinata ha detto...

chittesencula

lorenzo baruffi ha detto...

Leggo commenti di tuttti i tipi. Ovviamente finchè non c'è una legge che regolamenti i risciò le cooperative che li gestiscono se ne approfitteranno. Mi fa ridere che ve la prendiate con sel o la sinistra solamente o magari con Marino, quando gli "amici" di Alemanno hanno fatto il porco del loro comodo in questa città. A me non frega di chi sia colpa, destra o sinistra chi ha colpa deve pagare ma se una legge non c'è resta tutto soggettivo. Io ad esempio penso che sia più pericoloso un tassista ex galeotto che circola, seppur con permessi, e pensa di essere il padrone della città. Non credo che il problema più grande siano i risciò, semmai sono i pulman che non dovrebbero entrare in città. Basterebbe pedonalizzare tutto il centro e fare una legge per regolamentare il traffico senza lasciare tutto al caso. Come siamo messi oggi, ognuno continuerà a tirare acqua al suo mulino. Nessuno pensa a fare un progetto di utilità pubblica per far sentire il cittadino felice di passeggiare o prendere mezzi pubblici in questa città!

Anonimo ha detto...

"nessuno è riuscito a confutare quanto ho detto e cioè, lo ripeto per i nuovi giunti che non vogliono sorbirsi tutto, il fatto che è necessario un regolamento comunale aggiornato che illustri le regole per i risciò"

Farinata, famo a capisse: c'è il CDS che dice: per fare NCC sui velocipedi si deve avere la licenza comunale e obbedire agli obblighi corrispondenti, pena multa e sequestro.
Non c'è ancora il regolamento comunale sulle licenze? Bene: i risciò che fanno NCC sono tutti senza licenza, quindi tu vigile preposto ad applicare il CDS, appena ne vedi uno sul territorio comunale lo devi fermare, multa e sequestro. Fine delle trasmissioni.

Anonimo ha detto...

Quondi anche bla bla car e scooterino sono abusivi. Gli autisti non hanno licenza, a monte c'e' un'app e basta e gli stessi autisti non versano un euro di tasse.

Anonimo ha detto...

Grazie Marino per come ci hai lasciato i Fori!

Anonimo ha detto...

Bla bla car non è NCC perchè non genera profitti.
Se leggi il loro regolamento, sono stati molto scaltri: bla bla car è un servizio di COMUNICAZIONE tra chi deve fare la stessa strada, e i soldi che il conducente riceve sono un mero rimborso delle spese per il veicolo, senza alcun profitto (in sostanza, i soldi devono essere tutti per la macchina, e chi guida lavora gratis).

cito il regolamento bla bla car:

"Gli utenti si impegnano a utilizzare il Servizio esclusivamente a fini di comunicazione, a titolo non professionale e non commerciale, con persone che desiderano viaggiare su un Itinerario condiviso.
Blablacar non potrà in alcun caso essere ritenuta responsabile di un utilizzo professionale o commerciale dei servizi proposti dal Sito.

Potrà essere considerata come attività professionale qualsiasi attività sul sito che, in virtù della natura degli itinerari proposti, della loro frequenza o del numero di passeggeri trasportati, comporti un profitto per il conducente.

Il Contributo alle spese richiesto dal Conducente ai suoi passeggeri deve infatti avere esclusivamente il carattere di rimborso spese e il Conducente non deve in alcun caso trarne profitto. Pertanto, il Conducente si impegna a calcolare tutte le sue spese (compresi carburante, pedaggio, manutenzione, riparazioni, controllo tecnico, usura e assicurazione del veicolo) e a determinare il contributo al rimborso delle stesse in via forfettaria e preventiva, garantendo che l'importo richiesto ai suoi passeggeri non comporterà alcun profitto."

Anonimo ha detto...

Vorrei proprio vederli sti rimborsi spese, come vengono quantificati? C'e' un perito che lo fa? Oppure l'autista spara la cifra che vuole lui? Che ne sai che l'autista non lo faccia per professione?

"Gli utenti si impegnano a utilizzare il Servizio esclusivamente a fini di comunicazione, a titolo non professionale e non commerciale, con persone che desiderano viaggiare su un Itinerario condiviso."

Questa e' la piu' bella poi. Dice tutto e niente. Praticamente non c'e' controllo neanche qui.

Lanzo ha detto...

La Finanza ha mandato sul lastrico gente che aveva regalato al nipotino un cono gelato senza ricevuta fiscale... Si appostavano come sciacalli fuori da bar e ristoranti.
Con i riscio' - e li' potrebbero incularsi TUTTI, clienti senza ricevuta in primis, e poi il trabiccolo lo sequestri.
Ma non e' che la GF sia poi sta specchiatissima istituzione. So' peggio dei viggili, i comandanti, generali stranamente sono sempre moolto benestanti a fine carriera.

Anonimo ha detto...

Certo, secondo voi è stato mandato via il sindaco che avrebbe risolto questi problemi, quando la maggior parte di essi sono iniziati o sono peggiorati proprio durante il suo mandato!

Anonimo ha detto...

Salvatore Buzzi,
un imbroglione ASSASSINO: imbrogliava la banca in cui lavorava con assegni falsi (o qualcosa del genere) insieme a un complice; nel momento in cui quest ultimo decise di ricattarlo o denunciarlo (o qualcosa del genere) il Salvatore Buzzi del buonismo cialtrone italiota cosa fa? LO AMMAZZA con ben 34 coltellate (TRENTAQUATTRO). Capito? Non una sola scappatagli per la rabbia del momento, ma studiate e volutissime TRENTAQUATTRO!
Poi studiava di fuggire ma per sua sfortuna un piccolo disguido fece in modo che dovette rendere conto alla giustizia (notizie più precise le trovate in rete).

UN ASSASSINO PIù ASSASSINO DI COSTUI è DIFFICILE A TROVARSI!

Quale paese serio e RESPONSABILE seriamente, riterrebbe riabilitabile un assassino di tal guisa?

Cosa fa l'Italietta mafiosa fin nei gangli di tutto il suo essere a partire dalla schifosissima POLITICA? L'Italietta dello sciattume perenne e canceroso. L'Italietta del perdonismo, del buonismo, del facilismo? L'Italietta dell'etica di principio a discapito dell' "etica della responsabilita'" ?
L'Italietta dei comunisti alla vendola, quello del cumulo di più vitalizi, o alla veltroni, quello della casa popolare in centro di Roma e poi coi soldi si va a comprare casa a New York, tanto a Roma gliel'abbiamo regalata noi contribuenti la casa "popolare" (comunisti a sinistra ma il portafoglio, rigonfio di vitalizi e case in centro, è sempre a destra).
Cosa fa quest'italietta?
Gli elargisce (a Buzzi) fior di denaro pubblico per cooperative parassite, per un sistema parassitario e ladro, per finanziare sistemi cialtroni il cui unico obiettivo è NON RISOLVERE i problemi ma anzi incancrenirli perchè così saranno fonte perenne di altri fiumi di denaro sottratto ai contribuenti!

E così avanti tutta con altri assassini e imbroglioni di ogni genere!!! L'Italia è solo così. E per ogni boiata di questo genere "incolpano" sempre la Costituzione! Se la nostra Costituzione potesse parlare e difendersi urlerebbe "NON IN MIO NOME"!

Alla ghigliottina bisogna mandarci più che i pidocchi succhiasangue alla salvatore buzzi e massimo carminati, i POLITICI schifosi, ideologizzati e CORROTTI fin nelle ossa, delinquenti loro per primi, che con leggi da accattoni e porci, fanno di questo paese una fogna in cui sguazzano felici vermi e solo vermi.

ShareThis