Clamoroso. I mercatini del rubato e della monnezza romani finiscono sul canale televisivo franco-tedesco Arte. Ecco come passa l'immagine della capitale all'estero grazie a questo scandalo

1 febbraio 2015

Qui il link all'articolo se non visualizzate correttamente il video. 

25 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

C-L-A-M-O-R-O-S-O AL CIBALI....



fateve nà vita.

Riccardo_C ha detto...

Il terzo mondo - è questo a cui ci ha portato la nostra classe politica corrotta e l'ingnoranza della gente. Ma ogni critica è superflua. la mediocrità mentale di chi abita a Roma non permette di capire in che condizione riversa la città.

Anonimo ha detto...

Quanto sappiamo venderci bene.... appena tornato da un giro per la Laurentina ed Ardeatina fuori Roma, neanche nel piu' squallido e povero Paese del terzo mondo ho visto un tale accumulo di rifiuti per le strade.....

Anonimo ha detto...

ho capito, ma con un sindaco che latita che dovemmo fa!?!

Anonimo ha detto...

Oggi sono stato a fare un giro per le chiese di Roma...non ho mai visto tanto splendore in vita mia. Per un attimo mi sono dimenticato di tutto: degli zingari, dei riommanari, dei suk, dei graffittari. Poi, per tornarmene nel mio quartiere di periferia, prendo la metro...ed ecco che mi ripiove tutto addosso come al solito, il che fa ancora più incazzare, perché vedi la differenza abissale tra la Roma del passato e quella di oggi. Mi spiace, ma è inutile che tanti romani si vantino di Roma Caput Mundi. Quest'ultima, quella del passato, non ha assolutamente NULLA a che fare con la Roma miserabile di oggi. E l'errore più grosso è stata anche farla capitale.

PXT ha detto...

@ 9:49 PM

No, l'errore è stato -ed è- credere di poter vivere di rendita, senza adeguarsi al mondo che cambia, senza cambiare mentalità, senza continuare incessantemente a lavorare perché la gloria del passato prosegua, adeguando la città ai nuovi standard che la vita moderna impone, riuscendo a preservare e rispettare le antichità, integrandole col nuovo.
Roma è solo un esempio macroscopico di quel che accadrà al resto d'Italia se la politica e le istituzioni non scnderanno dal piedistallo delle cazzate e metteranno mano ai problemi della vita reale.
Ancora piu brutto di tutto lo schifo cui assistiamo oggi è il nostro lassismo. Mai uniti davvero, facciamo il gioco di questi politicanti di merda. Fintanto che non ci tocca da vicino, ce ne freghiamo di tutto: del cinese che fa concorrenza sleale, dello zingaro che rovista nei cassonetti, dell'immondizia che trabocca sulle strade, delle aziende che chiudono e delocalizzano, delle tasse assurde, dei servizi di merda. Sappiamo solo piangere quando tocca a noi. Salvo dimenticarcene nel momento in cui riusciamo a risollevarci. Consapevoli del fatto che niente e nessuno verrà in nostro aiuto, quando sono altri ad averne bisogno voltiamo la testa dall'altra parte: anche stavolta l'abbiamo svangata.

Francesco Grieco ha detto...

Se ognuno nel suo piccolo facesse il suo per rendere questa città un posto migliore, già saremmo a buon punto e senza neanche dare troppo lavoro a chi ci governa.
Quando i romani capiranno questo, allora si potrà sperare in un cambiamento

Anonimo ha detto...

Nel margine estremo del grande mercato ai pulci parigino di Porte de Montreuil esiste qualcosa di simile, ma si trova in una posizione davvero periferica e ogni due ore passa il camion della polizia con lancio di idranti (!)

Lorik ha detto...

il problema a roma NON si affronta proprio perché non è considerato un problema

Anonimo ha detto...

Mediocrità mentale...il suo commento dice tutto.
Il problema sono i ROMANI sono i cittadini che buttano le cose come capita, sono i ragazzi romani che sporcano i muri... e via dicendo...gli altri si sono adeguati di conseguenza.
Roma FA SCHIFO per colpa dei cittadini che la abitano.

Anonimo ha detto...

Di quello che dicono i romani mi interessa fino a un certo punto, vorrei invece sapere che dicono Marino e gli assessori competenti di questa roba.
RFS d'ora in poi ogni volta che affronti un problema manda l'articolo per conoscenza a Marino e chiedigli il suo parere. Vediamo se risponde.

Francis Drake ha detto...


Anonimo febbraio 02, 2015 10:58 AM


Anonimo ha detto...
"Mediocrità mentale...il suo commento dice tutto.
Il problema sono i ROMANI sono i cittadini che buttano le cose come capita, sono i ragazzi romani che sporcano i muri... e via dicendo...gli altri si sono adeguati di conseguenza.
Roma FA SCHIFO per colpa dei cittadini che la abitano.".

Beh, quelli che si sono adeguati "di conseguenza", come dici tu, a mio avviso fanno ancora più schifo dei presunti romani che li hanno ispirati (o contaminati).
E' a quel 20-25% di romani che differenzia bene, che non ha figli che deturpano i muri, che raccoglie puntualmente le deiezioni canine, che paga le tasse, che non parcheggia sui marciapiedi e che litiga quasi quotidianamente con quel restante 75-80% di concittadini incivili....è a coloro che è legato il futuro di Roma.
Gli "adeguati di conseguenza", invece, sono il vero cancro della città.

Anonimo ha detto...

Aho, ma che dite!? Noi semo li mejo!
I francesi nun se lavano e li tedeschi so nazisti (cit.)

Anonimo ha detto...

"Anonimo Anonimo ha detto...
Aho, ma che dite!? Noi semo li mejo!
I francesi nun se lavano e li tedeschi so nazisti (cit.)
febbraio 02, 2015 12:04 PM"


Tipico esempio di autostima romana. In fondo un'ammissione di colpa da parte di chi sberleffa i romani.
Poi ci chiediamo perché Roma fa schifo... Questo è il livello medio

Anonimo ha detto...

puzza sotto al naso di francesi e tedeschi. roma è bella anche per queste cose caratteristiche come i mercatini.

romano orgoglioso

Anonimo ha detto...

Quel 20-25% di civili sa leggere, scrivere e vivere in un mondo civile e moderno. Giunti al punto che la vita quotidiana diviene una guerra civile, il civilizzato che sa stare al mondo se ne va anche perche' e' culturalmente in grado di farlo (solo chi ha legami fissi qui puo' volervi rimanere).

Roma ormai e' avvitata nella selezione avversa: puo' attrarre solo i peggiori, i migliori che possono se ne vanno

Anonimo ha detto...

Chiedete ai francesi residenti nelle "banlieu" cosa pensino dell'amministrazione parigina.
Tralascio anche di menzionare quello che potrebbe essere il pensiero dei residenti dei sobborghi londinesi in merito a quella che è l'amministrazione di Londra.
Non è tutto oro quel che luccica.

Anonimo ha detto...

Ma almeno li qualcosa luccica. L'unica cosa che luccica a Roma sono le pozze di piscio sui marciapiedi in pieno centro sotto il sole mattutino.

Francis Drake ha detto...

"Roma ormai e' avvitata nella selezione avversa: puo' attrarre solo i peggiori, i migliori che possono se ne vanno"


In parte è vero, purtroppo.
E l'idea di mandare a quel paese tutto e tutti credo che prima o poi venga a chiunque faccia parte di quel 20-25%, vista la lotta impari (almeno per adesso) contro quest'ammasso informe di incivili che assediano Roma.
Chi resiste e combatte all'interno di comitati, associazioni o di blog come questo, però, consentimi, probabilmente ha indiscutibilmente più coraggio di chi scappa via senza aver neanche provato a dare qualcosa alla propria città.
E chi ha più coraggio è sicuramente migliore, a mio avviso.

Francis Drake ha detto...

OPS, è rimasto un "probabilmente" di troppo, scusate.

Anonimo ha detto...

Beh, lì (a Parigi) ultimamente ha luccicato qualcosa di più pericoloso e fastidioso del piscio in pieno giorno (cfr i kalasnikov degli attentatori in pieno centro).

Anonimo ha detto...

A Parigi vogliono comandare e c'è chi si oppone. A Roma chi si oppone?

Anonimo ha detto...

Sì infatti. 88.000 uomini per catturarne due...dopo 3 giorni...e dopo tutti quei morti ammazzati. Però, che opposizione efficace !
Se fosse capitato in Italia, quelli com te avrebbero sbeffeggiato le forze dell'ordine. Lì invece sono compatti, di questo diamogliene atto !

Anonimo ha detto...

febbraio 02, 2015 1:01 PM

Non hai capito che a Roma gli islamici non fanno attentati perché conoscono la città e non la considerano Occidente come sono considerate Parigi, Londra, Madrid. Le città islamiche sono molto più ordinate di Roma. Fare un attentato a Roma è come sparare sulla croce-mezza luna rossa. Roma si autodistrugge ogni giorno da sola, non è necessario che venga colpita.

Anonimo ha detto...

Oggi a bruxelles c'e' stato un allarme bomba al Parlamento Europeo perche c'era un'automobile parcheggiata male vicino al Parlamento.

Ora immaginate la situazione dietro il Parlamento Italiano, dietro la Sinagoga, vicino alla stazione termini e via discorrendo con una miriade di potenziali obiettivi.

Ha ragione l'amico: i terroristi islamici non percepiscono Roma come occidente

ShareThis