Prendere il mezzo pubblico è cosa da sfigati solo da noi. Guardate questi straordinari spot della compagnia di trasporti danese Middtrafik. La dicono lunghissima

24 febbraio 2015

34 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Il romano firma due kili di cambiali per 'a maghina mentre questi gli danno fuoco...scontro di civiltà .

Rolando ha detto...

Un altro mondo... Non possiamo capirlo.

Anonimo ha detto...

Be' da appassionato di TPL (oramai mi conoscete) cosa dire?

Che l'unico augurio che possa fare a questo paese è che domani mattina e poi dopodomani e dopodomani ancora il prezzo del petrolio aumenti in maniera esponenziale.

Mi piacerebbe un'Italia dove i "Signori Ciolamaghinamìa" fossero costretti non tanto a dare fuoco alla loro automobile (non lo farebbero mai) quanto a guardarla così, come un pezzo da museo, impolverato da anni perché sono anni che è ferma.

E poi... epoi.... e poi binari tramviari dappertutto, pure dentro a S. Pietro!

Adavenì quer giorno, macché ISIS e sgozzamenti...ve deve capità de peggio!!!!



Tramvinicyus

Trasporto Pubblico Urbano come primo Social Network della storia

Anonimo ha detto...

Divertente, originale. I BUS romani purtroppo sono zeppi di persone in piedi appiccicate come sardine. Sono spesso poco puliti. Non sono molto puntuali. Come biasimare chi 'c'ha la maghinasua'?

bat21 ha detto...

Tram la nostra e' una economia basata sul petrolio sarebbe suicida chiedere questo. Sarebbe invece realistico e auspicabile chiedere una municipale killer di chi parcheggia male e utilizza la strada come fosse una propria dependance privata. Se avessimo una cosa simile non avremmo problemi...

Anonimo ha detto...

Madonna mia a bat, e che cazzo t'avranno fatto mai sti vigili che li metti sempre in mezzo? Me li fai diventare simpatici.

Giada ha detto...

I romani non li scollerai mai dalla macchina, nemmeno con i prezzi del carburante alla stelle, l'unica via è spaventarli con le multe a ripetizione, ma la mentalità non la potrai mai cambiare, perché continueranno sempre a pensare che è colpa del vigile o del segnalatore infame e mai della loro maleducazione. Comunque il "terrore" potrebbe essere sufficiente a tutelare le persone educate, il problema è che con questa municipale rimarrà un sogno.

Anonimo ha detto...

Falso,a roma mancano i PARCHEGGI,i mezzi pubblici fanno pena,pieni di gente che puzza..zingari accattoni..e Io Cittadino vessato di tasse dovrei pure sbattermi per aspettare mezzi inesistenti..sempre in ritardo..che fanno SCHIFO?
Ma andatevene và..siete i soliti radical chic figli di papa che non hanno bisogno di lavorare per vivere...
PS. Ex (purtroppo) possessore di tessera ATAC,ora felice possessore di Una comodissima,pulitissima silenziosissima Berlina Nuova fiammante ;)
La tessera fatevela voi và...accomodatevi ,io ho dato...

Anonimo ha detto...

Ho la fortuna di non vivere più in Italia da tempo ed il problema non e' solo Roma. Con rarissime eccezioni e il paese che e' morto. Da tempo. Paragoni non sono assolutamente possibili con nessuna Nazione civile. Ma veramente nessuna. Prima di salutare il gentile pubblico e partire ho potuto girare l'Italia in lungo e in largo e - a parte rarissime eccezioni (Potrei dire Verona per esempio) il resto e una fogna.
Il problema e' fondamentalmente culturale. Un popolo di individualisti sostanzialmente piccoli approfittatori senza nessun rispetto per gli altri o la cosa pubblica.
Altro che i personaggi di Alberto Sordi che almeno a volte erano capaci di tirare fuori barlumi di umanità. L'icona nazionale e' il Geometra Calboni. Quello di Fantozzi. Un servile viscido forte coi deboli/debole coi forti pezzente e approfittatore.
Un paese - ma che ve lo dico a fare!- mai diventato Nazione e che si e' pure messo a spalancare le porte a una immigrazione priva di senso e incontrollata di individui che nel migliore dei casi hanno una mentalità' Bizantina vecchia di 50 anni. Altro che moderna Europa...
Vi auguro veramante con tutto il cuore di trovare il coraggio, i soldi, i canali giusti - qualunque cosa/stimolo vi serva- per poter andare via o almeno far partire i vostri figli.

Cali Dude

Anonimo ha detto...

Ma vi piacciono così tanto questi autobus di Roma ? Il vero problema dell' Italia non sono le macchine,è la vostra invidia verso chi cerca di vivere meglio .
Se è per la benzina fatevi un impianto a gas e risolvete il problema. ( Se vi piace la Danimarca andatevi a congelare le chiappe lì )
DEL.

Secutor ha detto...

GRANDE ! Dici: cerchi di vivere meglio..a Roma ma sei un profeta ? Com la macchina a farti ore di code...imbottigliato in ingorghi perenni e poi quando appena piove si sprofonda nel kaos generale su strade ammassate di buche e poi quando finalmente arrivi a casa dai a fare giretti demenziali per il parcheggio com multazza del comune rapace inclusa, ...ma sei apocalittico romano ? questo significa vivere meglio? Io non ti invidio anzi mi sembrate dei poveretti richiusi in file perenni dentro scatole inquinanti e costosissime.

bat21 ha detto...

Grazie Giada hai risposto per me a 21:04...

bat21 ha detto...

Purtroppo non hai torto. Speriamo che il paese possa trovare le risorse per evolvere (c'è una parte di Italia che combatte nell agone globale nonostante tutto con successo) altrimenti non avremo futuro. Tu hai fatto bene in ogni caso a fuggire e a costruirti qualcosa in un paese senza questi enormi problemi e zavorre.

bat21 ha detto...

Eccovela ben rappresentata l Italia delle zavorre e quella virtuosa http://scenarieconomici.it/dati-regionali-2012-shock-residuo-fiscale-saldo-attivo-per-95-miliardi-al-nord/ sono dati che preferisco a quelli della cgia perché secondo me calcolano male il residuo come dimostrato da noisefromamerika. Se non si risolve la vera questione italiana (quella settentrionale) saremo tutti morti.

Anonimo ha detto...

Questa mattina in servizio sul territorio: 205 pattuglie per la viabilità e 141 per i servizi vari, 25 motociclisti e 160 agenti a piedi.

Direttamente dal tweet dei vigili.
Un totale di 595 vigili in strada in tutta Roma.
Ma dove vogliamo andare?

Anonimo ha detto...

sinceramente questi spot sono ridicoli. Mi ricordano gli spot antidroga del Comune di due Natali fa (quelli con lo zucchero a velo al posto della cocaina).
Mi fanno venire voglia di comprare la terza macchina.

Guido Costantini ha detto...

"It has its own lane"
"it drives even at night"

Ecco, appunto.

Guido Costantini ha detto...

@9:16
Sono 877 (le pattuglie sono costituite da due persone, di solito), ma sempre una miseria sono, in effetti.

Anonimo ha detto...

va be ma a rioma nun ze poffà, qui ciavemo a smartina er suvvone pe distinguerci dai poveracci, e poi i mezzi li pijeno solo l'albanesi, tanto si nun trovo posto a metto in doppia n'attimino a MAGHINA MIA BELLA.

Anonimo ha detto...

Le 141 non le devi contare, ci sono comopresi i servizi di posta, edilizia, commercio in sede fissa e ambulante, tutela ambiente, ater, assistenza emarginati piu' i nuclei speciali. Praticamente di tutto si occupano tranne che di codice della strada.

Anonimo ha detto...

Il fatto è che l'italiano viene da un popolo che fino al 1945 era contadino e povero. L'automobile esibita è un modo per togliersi di dosso la puzza e la paura di povertà. Del mondo da cui proviene. Per dimostrare agli altri che non è un pezzente. Paure primordiali. I popoli del nord Europa non hanno bisogno di dimostrare di non essere pezzenti quindi guidano macchine meno visibili oppure prendono i mezzi pubblici senza complesso di inferiorità. Non hanno bisogno di dimostrare niente. Nei paesi ex poveri tutti vogliono i macchinoni per compensare il complesso di fuga e di inferiorità. Mentre i ricchi da molto tempo in nord europa sono diventati sobri.

Anonimo ha detto...

condivido in pieno il commento delle 11:39 AM.

I mezzi pubblici non sono il massimo della comodità e dell'efficienza ma qui in Itali c'è effettivamente una mentalità, una cultura che porta ancora a comprarsi un auto per sfoggiare un certo benessere. La macchina è ancora uno status symbol.
Se non ce l'hai sei uno sfigato.

Anonimo ha detto...

anonimo 11:11 PM, quoto in pieno. quando i mezzi pubblici saranno:
a) affidabili
b) puliti
c) non pieni di gente di merda tipo zingari
d) frequenti
allora sarò la prima buttare l'auto che mi costa un patrimonio. per ora preferisco fare ore di coda nella mia pulitissima auto, ecologica, piccolina e che mi premuro di parcheggiare SEMPRE bene. E quando vedo alla fermata mucchi e micchi di gente mischiata alla merda di barboni e zingari, mi fanno una gran pena perché probabilmente non possono permettersi neanche un motorino e se offrissi loro un passaggio salirebbero subito!!! a ipocritiiii

Anonimo ha detto...

xkè la MAGHINA è fondamentale per rimorchiasse le bravissime donne italiote....

ad Amsterdam se prendi la Maghina sei ritenuto uno sfigato....se una donna ti incontra in Italietta sul bus o sulla metro ti guarda come un appestato....

e poi c'è la legenda della famiglia Agnelli che non voleva la costruzione delle metro per vendere le loreo maghine di latta, che a ogni sputo se sfaldano....

e daje con i tortellini della nonna....il paese è fracico fatevene una ragione...non guardiamo alla CIVILTA' del Nord Europa

Anonimo ha detto...

a Roma chi usa i mezzi pubblici o è costretto economicamente o è costretto perché lavora in centro o è un pazzo masochista ecco perché ritenuto "sfigato", chiunque potesse non sottoporsi a: attese sotto sole/gelo per ore, barboni, zingari, scippatori, gente che puzza, gente con i pidocchi, mezzi sudici chiunque potesse non si sottoporrebbe a tutto questo per questo sei sfigato. e basta con lo stereotipo degli anni 60...certo se negli altri paesi i mezzi sono affidabili, puliti, e certa gente non ci sale sei un cretino a spendere migliaia di euro per l'auto, lo volete capì o no che qui non siamo a Berlino (PURTROPPO). Avete rotto i coglioni e mi fate venire voglia di parcheggiare sopra la barcaccia!! ahahahahahah ipocritiiii!!!!

Anonimo ha detto...

Leggendo un povero commento più sopra non ho potuto fare a meno di pensare a un ex ambasciatore mio vicino di casa - nei pressi di piazza S. Ignazio - che non era raro trovare alla fermata di via del Corso ad attendere l'autobus. Ovviamente mischiato alla merda umana, secondo l'elegante terminologia altrove riportata.

Anonimo ha detto...

E' che sulla macchina mia non ci salgono gli zingari... ve pare poco?

Anonimo ha detto...

tranquilli stanno arrivando le macchine ad aria compressa della citroen o peugeot , i romani avranno sempre a maghina anche se aumenta il petrolio!

Anonimo ha detto...

Infatti.Pare che per Roma si stia sperimentando un modello speciale a flatulenze (che poi ci sarebbe poco da scherzare, dacché la Fiat una quarantina di anni fa sperimentò un motore - quello della 127 - più o meno a letame suino, per farla breve). Comunque, quand'anche dai tubi di scarico uscissero essenze floreali e aromi di Chanel N. 5, l'arrogante occupazione di spazio e l'inquinamento visivo rimarrebbero ineliminabili. Quindi, cambierebbe poco o nulla.

Francesco Grieco ha detto...

Dopo due anni a Stoccolma non riesco più a capire il nostro di mondo.....bisogna essere davvero degli idioti ottusi per continuare così

Anonimo ha detto...

Dai molti commenti che leggo, noto che i romani non cambieranno mai. Essi non hanno la benché minima idea di "pubblico" o "regola", vivono solo pensando al benessere di sé stessi fregandosene altamente di chi gli sta intorno. Se Roma e' ridotta in questo stato pietoso, la colpa non e' degli zingari o di Marino, ma di questo modo di fare arrogante e cafone, di questa finta ricchezza sciatta ed esibizionista, provinciale, che serve forse ad esorcizzare un passato poco glorioso. Il problema di Roma e' culturale prima di tutto. Se nessuno sarà disposto a sacrificare un pezzetto della propria libertà per il bene di tutti non andremo da nessuna parte. Ma se continueremo a occupare i marciapiedi con la macchina per andare a prendere il caffè al bar e a lamentarci degli zingari che rovistano nei secchioni o del fatto che la città è sporca mentre chi deve imporre le regole lavora essenzialmente per aspettare il 27 del mese, allora credo che ci vorranno intere generazioni per cambiare qualcosa in questa città. Sto per finire un'esperienza lavorativa, e credo proprio che, se potrò scegliere, lascerò questa città per vivere in un posto migliore. (Attendo commenti stupidi tipo "si nun te piace Roma vattene")

bat21 ha detto...

Io ti quoto invece. Hai pienamente ragione.

Anonimo ha detto...

Stamattina 451 vigili in srada su Roma, evvai

Anonimo ha detto...

Io ho figli e una macchina bellissima, se posso viaggiare per Roma con mezzi pubblici tanto meglio, ma alla macchina non rinuncerei mai.
Fanno sorridere i commenti dei Talebani in Chat che considerano la Maghina fonte di ogni male
Non sono dissimili dai vegani nel fanatismo

ShareThis