Ignazio Marino vuole riqualificare Piazza di Spagna insieme agli ambulanti abusivi. E che dire dei Fori Imperiali?

26 giugno 2013
Essendo il Sindaco intenzionato a riqualificare Piazza di Spagna coinvolgendo nella riqualificazione i venditori abusivi e gestiti dalla Camorra di fiori e ombrelli (Marino, dì che ti ti sei sbagliato a dire quella cretinata e la finiamo qui dai), abbiamo pensato di fornire altre idee di riqualificazione-abusiva.
Ad esempio guardate come sono ridotti i Fori Imperiali che il Sindaco vuole riqualificare e pedonalizzare. Riuscite a contare la quantità (oltre che a compulsare la qualità) degli abusivi presenti su uno solo dei due marciapiedi? Beh qui le cose potrebbero essere risolte coinvolgendo gli abusivi. Li si potrebbero riutilizzare come guide turistiche, si potrebbero fare dei chioschi fissi, un po' più bellini, che vendano roba contraffatta e lo spettacolo dei fachiri che se ne stanno sospesi nel vuoto potrebbe essere reso a pagamento con tanto di pagamento dei diritti SIAE. Magari i padroncini mafiosi di questi traffici potrebbero essere riutilizzati come facilitatori del traffico, per avvisare, con modi spicci, le auto che ormai bisogna girare solo su Via Cavour e molti abusivi potrebbero essere, in questo tratto, ospitati sugli autobus in transito, sia turistici che di linea, in modo tale che i nostri visitatori potranno acquistare torridipisa, magliettedetotti e daviddidonatello direttamente senza scendere dal torpedone.

Scherzi a parte, il Sindaco dovrebbe capire, quando sarà meno rintronato dal racket del suo stesso partito che gli impedisce di fare una Giunta degna di una capitale europea, che l'unico posto che si può trovare a degli ambulanti abusivi, come accade in tutto l'occidente civilizzato ed evoluto, è in galera.

Mandare il messaggio per cui se sei abusivo a Roma non solo nessuno ti torce un capello, ma quando qualcuno dovesse metter mane al territorio da te mafiosamente occupato la prima preoccupazione che avrà sarà quella di trovarti un lavoro, significa comunicare a tutti i derelitti del mondo di venire qui. L'unico paese dove le regole solo un optional e dove se sei illegale, abusivo e criminale hai molti più diritti dei cittadini normali. In Italia ci sono 6 milioni di disoccupati e una situazione di pre-guerra civile causa crisi, e il sindaco della principale città del paese pensa a trovare lavoro all'esercito degli abusivi... Ovviamente siam qui nella speranza che questo articolo venga smentito quanto prima.

38 commenti | dì la tua:

Stefano ha detto...

Peccato per un paio di considerazioni che non condivido, specie nel tono.
"Comunicare a tutti i derelitti del mondo di venire qui" non è razzista in senso stretto, ma pone già una differenza fra derelitto/io-che-invece-sono-raffinato. L'obiettivo di un paese (prima ancora che di una città) civile è proprio quello di dar lavoro a tutti, connazionali e immigrati, proprio perché le persone che vengano da fuori si trovino in un posto accogliente.
Certo, quello che avviene attualmente in Italia è che la mancanza di rispetto delle leggi fa sembrare il nostro paese un posto in cui si può fare tutto, invece che un posto in cui sono concessi dei diritti. Ma ciò non toglie che non è far entrare i "derelitti" il problema.

Altro dettaglio che mi lascia perplesso, un po' peggiore: "L'unico posto che si può trovare per i venditori abusivi è la galera". Veramente in galera in primis ci dovrebbe andare chi li gestisce, questi venditori: chi gli dà la roba da vendere, chi li posizione, chi prende loro i soldi a fine giornata. I venditori in sé sono sfruttati a un livello poco superiore alla schiavitù, e sono vittime quanto lo siamo noi che siamo costretti a sorbirceli.

Ma a parte queste derive, posto ovviamente del tutto condivisibile; nell'attesa che Marino spieghi meglio cosa diavolo voleva dire con quella frase...

Anonimo ha detto...

D'accordo con il senso del tuo discorso.

Ora vogliamo parlare di te che vai sui marciapiedi in motorino con una mano sola mettendo più volte a rischio i pedoni?

Anonimo ha detto...

Stefano le tue posizioni sono condivisibili ma c'è un concetto che non hai considerato, che è il concetto "di limite". Un paese, civile o incivile che sia, non può dar lavoro a "tutti". L'obiettivo di un paese civile è quello di far convivere civilmente le persone al suo interno nei limiti delle sue possibilità. Nel mondo ci saranno centinaia di milioni di disoccupati, mica possono venire tutti qui. Anche volendo non c'entrano.
Stefano2

Guido Costantini ha detto...

Ma perchè, voi veramente credevate che Marino divenisse il sindaco dell'ordine e della legalità, lui che vuole fare di Roma, parole sue, la capitale dell'accoglienza? Mica si riferiva ai turisti...

Anonimo ha detto...

Ma davero il video l'hai fatto col motorino sul marciapiede?

Anonimo ha detto...

Stefano
Noi Italiani ci siamo dati delle normative fiscali e contributive per la gestione delle attività commerciali e tutti dobbiamo rispettarle altrimenti Salta Tutto.
Il punto chiave è che le Istituzioni che hanno fissato quelle regole sono le sole che possono e debbono farsi carico del rispetto di quelle normative e questo a prescindere che l'evasore sia o no italiano.
Comunque è sotto gli occhi di tutti che l'abusivismo nel commercio romano è in gran parte esercitato da non italiani.
La dimensione mostruosa che negli anni ha assunto l'abusivismo nel commercio romano è tale da aver causato la chiusura di Migliaia di Piccoli Negozi di quartiere e da rendere quasi impossibile la nascita di attività commerciali che vogliono essere rispettose delle normative fiscali e contributive.
P.S. E' il caso che ci ricordiamo tutti che se questa situazione non viene stroncata presto e tutta di qui a breve i negozi manderanno a casa i loro commessi e rimarranno solo gli abusivi. A questo punto ti chiedo: sai dirmi chi alla fine di ogni mese verserà quei contributi che servono a pagare le pensioni di milioni di italiani??
DottorPav

Anonimo ha detto...

stefano2
vorrei chiedere al sindaco se posso piazzare un banchetto di pesce fresco in piazza di spagna, ancor meglio se mi concedesse l'uso abusivo di quella fontanella di tal bernini ove potrei far sguazzare i miei pescetti fornendo così prova certa della loro qualità.... ovviamente non emetterò scontrini, per quelli ci sono i commercianti delle vie limitrofe ai quali anzi applicherei una sovrattassa a sostegno dell'illegalità diffusa

Massimiliano Tonelli ha detto...

Motorino sul marciapiede???

Anonimo ha detto...

Come fai a lamentarti degli abusivi quando stai facendo un video andando con una mano, in bicicletta o motorino che sia, sul marciapiede? Onestamente in galera dovresti andarci tu.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Se andare a passo d'uomo in bici sul marciapiede è reato penale vado volentieri in galera, a patto che ci vengano insieme a me tutti coloro che in questo firmato stanno compiendo reati. Affare fatto?

Ambiorix. Bruxelles. ha detto...

NO, ma vi prego, questo tizio che gira in motorino, con una mano e sui marciapiedi è un perfetto esempio di quello che è Roma. Cittadini che si lamentano, della casta, degli stranieri, di tutto ma sempre gli altri, lo Stato "altro", il Sindaco "altro", sono quelle persone che credono che le loro siano eccezioni. Parcheggio solo questa volta in doppia fila perché é un emergenza, vado in motorino sul marciapiede perché devo fare un video sugli abusivi, e così in ogni momento della giornata si regolano con le piccole o grandi eccezioni che però nel caso degli "altri" diventano regole. Vivo in Belgio, un paese dove la regola è regola, non é tollerata alcuna eccezione, a volte anche con una rigidità snervante e ridicola, sopratutto per un italiano, ma è l'unica cosa che tiene insieme questo paese, che fa si che non ci siano coglioni che girano con i motorini sui marciapiedi.

Unknown ha detto...

Comunque che sia bici o (addirittura) motorino il marciapiedi si chiama così perché è destinato a chi va a piedi... Daje su, proprio voi che dite di portare avanti battaglie per la legalità!

Ambiorix. Bruxelles. ha detto...

Massimiliano, ti conosco, ci conosciamo, so che tu non sei il personaggio ritratto qui nel mio precedente commento, non è un motorino ma una bicicletta, ecc... Il discorso fatto però vale comunque benissimo per tante situazioni da cui sono fuggito.

Concordo anche con Stefano riguardo l'accoglienza. Il punto non è l'accoglienza ma il rispetto delle regole da parte di tutti e sopratutto uno stato che faccia rispettare queste regole.

P.S. comunque trovo discutibile anche il fatto di andare in bici sul marciapiede.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Certi video è necessario purtroppo farli in bicicletta. Sia perché altrimenti, a piedi, il filmato è troppo lungo e invece in bicicletta è perfetta la velocità, sia perché è necessario poter fuggire via il più rapidamente possibile in caso di necessità: l'ultima volta che ho fatto un video a piedi sono stato accerchiato, aggredito, hanno cercato di sfilarmi il cellulare. Trovate tutta la storia (e il relativo filmato) su Degradoesquilino.com

Detto questo non si deve andare in bici sui marciapiedi, sono pronto a pagare la multa. Speriamo che i marciapiedi dei Fori vengano liberati dalle bici e dai venditori abusivi.

Peccato che si scambi una bici per un motorino solo per un piccolo parabrezza. Ho il parabrezza perché con la bici ci porto mia figlia a scuola, anche d'inverno con meno cinque e la neve. E nonostante il parabrezza è ancora mocciolona ora che è giugno!!! Quasi quasi il prossimo inverno compro il suv e lo posteggio sulle strisce come fanno tutti fuori dall'asilo, che dite?

Anonimo ha detto...

Spettacolare, uno va sul marciapiede con il motorino o bicicletta e poi ha anche il coraggio di parlare!?!?!?! Ma un pochina di vergogna la prova???

Anonimo ha detto...

Bici? Con il parabrezza??? Per me è un motorino (e me vergognerei) oppure tiene il parabrezza sulla bici (e me vergognerei lo stesso)
Bellissimo il "purtroppo alcuni video bisogna farli in bici" vero, altrimenti si fatica troppo a camminare .... poi dovessi prenderci gusto e portare il figliolo sotto casa a scuola senza il suv .....
Purtroppo questo post, come altri sono la perfetta fotografica del "pensiero romano" anche chi si sdegna poi fa esattamente come cacchio gli pare.

Caterpillar ha detto...

Io invece, guarda un po', noto che ora che è cambiata la giunta comunale, il sito si è riempito di commentatori, con un'abbondante percentuale di persone che guardano il dito quando si indica la luna....

Andrea2001 ha detto...

Ahò vi state attaccado alla storia della bici sul marciaciapiedi per cambiare discorso?

La frase pronunciata da Marino è obiettivamente ambigua ed è necessario che sia chiarita. Se significherà legalizzare gli abusivi allora questo sindaco sarà veramente partito male.

Anonimo ha detto...

Non so se sono peggio i troll mutandari che vogliono cambiare discorso oppure i piddini che dopo un mese dal primo turno delle Comunali ancora non sono riusciti a formare una Giunta.

Caterpillar ha detto...

aggiornati che l'hanno formata

Anonimo ha detto...

Basta co ste cretinate pusillanimi della bici e della mano. Piuttosto usatele le mani per salvare un minimo di decoro che potrebbe ancora restare a Roma ( come fa Tonelli eroicamente da anni!). Ritengo anche io che Marino debba riflettere bene prima di proporre qualcosa di veramente sensato Gestire Roma e' difficile e bisogna avere-fin da subito-presenti le conseguenze di qualunque atto o proposta intavolata. NON SI PUO' PIU' IMPROVVISARE E ROMA HA URGENTEMENTE BISOGNO DI SERIE RISPOSTE CONCRETE PER GOVERNARE I MOLTEPLICI CAOS IN CUI E' SPROFONDATA.
Mc Daemon

Prv ha detto...

Noto con dispiacere che si è messa in moto la "macchina del fango".

Anonimo ha detto...

Relativamente all'anarchia romana la bici sul marciapiedi, se si procede con cautela, è accettabile, il motorino no. Comunque non stiamo discutendo la morale dell'autore del video ma la situazione schifosa ai fori.

Riccardo_C ha detto...

Tra cartelloni abusivi e mafia bancarellara Roma è ormai una città in mano alla criminalità organizzata...sono veramente indignato, è una schifezza da quarto mondo...
Di cartelli pubblicitari con gli orologi, al centro c'è ne uno ogni 5 metri. Per non parlare di quelli con il nome delle vie che si trovano negli angoli delle strade...ma in quale altra città del mondo?
Le bancarelle sono ovunque...su tutte le vie consolari e in tutti i luoghi di interesse turistico 24h su 24h. Roma è diventata un suk in cui la bruttezza la fa da padrona.
Che schifo, credo che ormai non ci siano più speranze...la situazione non cambierà mai, anzi sembra essere destinata a peggiorare.

diego ha detto...

al minuto 1:25 si vede chiaramente che sta pedalando, polemiche inutili. Piuttosto concentrate le vostre energie sui delinquenti che hanno ridotto Roma in questo stato.

fracatz ha detto...

parole, parole, parole
parole, parole, parole
parole, parole, parole.......
ma quanto je piacciono le chiacchiere all'immaginifico e valoroso bobbolo tajano
E ce dovrà pur essere il caporione a distribuirle, dietro lauto compenso

donata ha detto...

I commenti sull'autore del post che va in bicicletta sul marciapiede sono veramente ridicoli e dimostrano il "limite" di certe menti deviate che non distinguono i diritti dai doveri, la legalità dall'illegalità, l'estetica dalla bruttezza.
Qui si denuncia lo squallido degrado imperante in luoghi che appartengono alla storia e all'umanità, che dovrebbero essere preservati, protetti e valorizzati...vorrei tanto che al posto di questo desolante suk ci fossero invece altrettanti "cittadini" in bicicletta che possano godere visivamente di un patrimonio unico al mondo libero dalle schifezze che lo circonda.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Non esageriamo: hanno ragione a dire che non si va in bici sul marciapiede. Ho spiegato i vari motivi per i quali ho compiuto questa infrazione, ma di infrazione si tratta...

Anonimo ha detto...

Sei stato fortunato che non ero di pattuglia ai fori in quel momento, se no l'articolo lo facevi contro i vigili urbani...

Massimiliano Tonelli ha detto...

Se eri tu di pattuglia il problema non si sarebbe posto perché gli ambulanti non ci sarebbero stati. Giusto?

Anonimo ha detto...

SCONVOLGENTEMENTE PREOCCUPANTE

Anonimo ha detto...

assurdo in bici sul marciapiede e con una mano ! Ma scusa se investivi qualche bimbo ?
Donata vergognati ! Poteva venir investito tuo figlio !!! poi voglio vedere se pensavi ancora ai vù cumprà !

Silvano Manganaro ha detto...

Chi non distingue un motorino da una bicicletta o è sordo (non si sente nessun motore) o è in cattiva fede, per non dire altro... Chi parla di bambini investiti (a rischio della vita? Da una bici che va a 10 km l'ora?) nemmeno lo commento. Ridicoli.

Anonimo ha detto...

Ed ecco che tutti i fedeli alla linea del pd scendono in campo a difendere l'apparato impresentabile di un sindaco che dalle sue prime esternazioni pensa di risolvere i problemi di roma con il buonismo dell'accoglienza forzata e con lo stile dell'integriamo tutti tipico degli anni 90/2000 e di chi vive fuori dal mondo, immerso nelle sue ideologie e non capace di leggere la realtà. Ragazzi, io ve lo dico dall'estero in un paese dove gli immigrati esistono, ce ne sono tanti, ma lavorano alla crescita del paese e non per rovinarlo; ve lo dico dall'estero dove sono stato costretto ad andare perché l'attività dei miei è fallita(vendevano ombrelli a roma, pensate un po' che con l'abusivismo era diventato come vendere sabbia nel deserto!!!!); ve lo dico dall'estero ascoltando anche le impressioni dei media locali e di chi a eoma era stato e purtroppo per lui di recente tornato: ROMA È FINITA (altro che bicicletta).

Anonimo ha detto...

AMEN

Anonimo ha detto...

Comunque, basterebbe a salvaguardare la propria incolumità, e quella della eventuale figlia, portare a mano la bici e inforcarla in caso di necessità (si parla di accerchiamenti e dio solo sa cosa, ma io aspetterei di vedere la testimonianza filmata, che onestamente non trovo) , salvaguardando capra e cavoli. Comunque questo sito (sempre e comunque poco trasparente in fatto di proprietà e di eventuali guadagni) non è nuovo a riprese del genere (parlar bene e razzolar malissimo).
Per inciso, per quanto concorde con molte delle cose che qui vengono dette, la metodologia d'azione e risoluzione (giustizia fai da te) che viene proposta e, in taluni casi applicata, a mio modo di vedere, è del tutto sbagliata.
Poi se scatta la denuncia, c'è poco da fare, se sei controla legge, per quanto iniqua, lotti per cambiarla, non la infrangi solo eprchè SECONDO TE non va bene.
Oppure ne paghi, con serenità, le conseguenze.

Paolo ha detto...

il problema è che i venditori abusivi (come i parcheggiatori abusivi ecc.) nessuno li tocca...non li ha toccati Alemanno (che anche per questo ha perso le elezioni) nè li toccherà Marino, che addirittura auspica che i negozianti gli trovino lavoro (incredibile...mi viene da ridere, con la crisi che c'è).
Forse si ha paura, appunto, di dare fastidi alle camorrette che ci stanno dietro?
Io almeno posso dire di essere uno di quei numerosi romani che non hanno votato nessuno dei due, nè quello che ha promesso e non ha fatto, nè quello del "volemose bene"

Anonimo ha detto...

Ma quale macchine del fango!
Indignazione per commenti approssimativi!
Si diano a questo paese leggi giuste ed efficaci e poi basterà poco e niente a ripristinare l' ordine!
Commercio abusivo?
Un mese a disostruire tombini!
Denunciare chi sfrutta l' immigrazione clandestina?
Regolarizzazione con permesso di soggiorno!
Transito sul marciapiede con qualsiasi veicolo (targa anche per le biciclette)?
Un punto di decurtazione sulla patente di guida!
Mi dispiace per chi pensa ad un incontro con le associazioni (MAH!) di senegalesi e bangladesi (clandestini!!!)...a questo punto la voglio pure per dipendenti pubblici assenteisti e parcheggiatori in doppia fila...oppure facciamo il "razzismo al contrario"???
Mi sa che l' allegro chirurgo mi darà tantissime soddisfazioni....

ShareThis