Il video che vi fa capire perché aiuole, marciapiedi e segnaletica sono ridotti così a Roma

25 giugno 2013

Muro Torto angolo Via Pinciana. Mega pullman turistico che pretende di fare una curva a gomito come se fosse un'Ape Piaggio. Tra l'altro angolo di curvatura umiliato dalla presenza di auto in sosta vietata sulla destra. Risultato? Il bestione da una parte sale sulla aiuola (i cui cigli sono stati già precedentemente devastati da altri colleghi che evidentemente han fatto altrettanto), dall'altra un collaboratore dell'autista cerca di divellere la segnaletica verticale e si dà una calmata solo quando vede la nostra telecamera. 
Ora avete capito perché a Roma molte aiuole a bordo strada (che in tutto il resto d'Europa, da Londra a Istanbul sono gradevoli spazi verdi) sono distrutte, incolte, vandalizzate. E perché molti pali della segnaletica se ne stanno lì in diagonale...

17 commenti | dì la tua:

Ostia ha detto...

Beh, davvero una bella idea quella di Alemanno di riportare i pullman nel centro storico..

MARINO DEVI COMINCIARE A LAVORARE

Emanuele ha detto...

Indovinate da dove viene quell'autobus?

Anonimo ha detto...

Da dove viene importa poco, dacché gli autisti nostrani fanno spesso di peggio. Si dia un'occhiata alle targhe dei torpedoni in criminale sosta sotto il traforo...

Anonimo ha detto...

Ecco perché spesso anche i semafori sono storti!

Anonimo ha detto...

Quello ha dovuto fare quelle manovre per colpa dei veicoli in divieto di sosta prima e dopo della curva. Ha fatto bene come ha fatto.
Che doveva fare? Lasciare il gruppo a piedi nel frattempo che arrivavano i vigili a fare finta di fare le multe e rimuovere le macchina messe male?

Emanuele ha detto...

E certo. le macchine mi bloccano la strada e io demolisco quello che c'è intorno per passare. E' con questa mentalità che non si risolveranno mai i problemi di Roma.

Pierpaolo D'Aimmo ha detto...

Se a Londra delle auto in divieto di sosta ti bloccano il passaggio, sali con l'autobus sul marciapiede?

Provaci, poi vedi che succede.

Cmq quando chiami la polizia, in molte altre nazioni, arriva subito.

Mi è capitato di chiamare la polizia negli USA, più di una volta. Arrivano talmente in fretta che ti viene da pensare non sia la volante che hai chiamato tu.

diego ha detto...

non è l'unico motivo ma mettiamoci anche questo nella lista dei motivi.
Comunque Marino sta cominciando veramente male il suo mandato, forse non ha capito che la mole di lavoro che lo attende se vuole dare un minimo di decoro e vivibilità a questa città è tale che non può permettersi di perdere tempo nei giochetti della politica di palazzo, come quello di offrire posti più o meno "avvelenati" a destra o a manca.
La smetta di perdere tempo coi giochetti di palazzo e cominci a lavorare.

massimodangeli ha detto...

Secondo me il problema non è tanto la singola persona, ma Roma stessa. Il problema è il Comune di Roma, i cialtroni che si fanno pagare per giocare a Tetris, i vigili sempre assenti, gli amministratori e il sindaco.

Anonimo ha detto...

ma con che coraggio la colpa la date all'autista???quella curva se non ci fossero le macchine in DIVIETO DI FERMATA si fà benissimo.....quindi prendetevela con i vigili che non ci sono MAI

Nerio ha detto...

Il primo problema è sempre che a Roma le sanzioni non esistono.

Vedo senza stupore che il troll pagato per difendere i vigili in campagna elettorale e addossare ogni colpa al concorso fatto da Rutelli e Veltroni è sparito...

Emanuele ha detto...

La colpa all'autista la do senza vergognarmi per come è passato. Non toglie nulla alla colpa di quelli che parcheggiano in posti vietati. Rispondere a un torto con un torto fa due torti, almeno in un paese civile. Ma a leggere certi commenti comincio a capire perché Roma è ridotta così.

Chiara ha detto...

Ho assistito a una scena simile: l'autobus svoltava a sinistra da via dei due macelli a via di propaganda, passando per piazza di spagna. era a metà curva e sbatteva sul lampioncino attaccato al muro di via di propaganda. era salito sul marciapiede bloccando pure il passaggio dei pedoni ma non credo sia comunque riuscito a girare, suppongo abbia fatto marcia indietro anche perchè se si fosse intestardito e fosse davvero riuscito ad infilarsi lì, fracassando il lampione e trascinando con sé un paio di macchine e scooter in sosta quasi regolare sulla sua sinistra, non so poi come sarebbe riuscito ad uscire dalle ben peggiori stradine semi-pedonali intorno a fontana di trevi :-O andavo a lavoro e non potevo attendere la fine dell'episodio, peccato.

fracatz ha detto...

ora più che mai è chiaro che con NOI, del patito degli uder 70.000, tutto ciò non accadrebbe, ma siccome l'essere umano non è mai soddisfatto, poi troverebbe il modo per lamentarsi di altre cose

Anonimo ha detto...

è una vergogna che i turisti debbano arrivare in centro col torpedone super inquinante.
c'è la metro il tram l'autobus i taxi almeno loro (i turisti), cavolo almeno loro li possono usare senza mettere la scusa degli appuntamenti, del lavoro ecc.

Anonimo ha detto...

non è colpa dell'autista oramai che si triva li,il fatto è che non ci doveva troprio arrivare un 15 m di autobus a v.pinciana!basta i turisti devono esser portsti ai parcheggi di scambio e muoversi col tpl.....stessimo a frosinone capirei ma siamo ARoma in pieno centro.... e che dire della sosta dei Gt al colosseo a villa borchese alla conciliazione e quando non trovano posto,si fanno il lungotevere vuoti,intasando le strade del centro,per passare in un secobdo momento a riprendere i turisri

Anonimo ha detto...

Tranquillo il troll che invochi sta sempre nei campi...ed è molto contento del tuo attaccamento alla ricerca di "funghetti".....
Anzi:mai come adesso è curioso di vedere le difese ad oltranza e di capire perchè un comandante dei vigili che fa operazioni di rilievo sia giudicato "troppo interventista" dal centro-sinistra....
Mah.....
Tra quanto si vota?
La vedo complicata x l' allegro chirurgo...

ShareThis