Video. Bucarsi liberamente in vena di fronte al Palazzo di Giustizia. Ormai la normalità in tutta la città

13 aprile 2016

Il contesto è quello che sappiamo. E, come abbiamo spiegato e come molto prima di noi hanno spiegato fior di sociologi e antropologi, e il contesto che crea le azioni che vi si svolgono. Graffiti su un ponte storico, sui marmi dei muraglioni del Tevere, sporcizia, illuminazione scarsissima, zero controlli, zero videosorveglianza.
Siamo nel pieno della Teoria delle Finestre Rotte. Solo che questa pratica, applicata in tutte le città del mondo, a Roma viene considerata dalla vulgata terzomondista e idiota qualcosa di più vicina al "fascismo" piuttosto che qualcosa utile in primis per proteggere i deboli e gli onesti.

E così tutto viene livellato verso il basso e i nostri beni culturali, invece di rappresentare un elemento di ricchezza, si trasformano in rifugi per la sempre più considerevole schiera di quelli che, disperati e privi di opportunità in una città che non ne dà e non ne può dare, decidono di risolvere con la droga.

In questo video, girato ieri sera. Due tossici si bucano in piena tranquillità, visibili a turisti, pellegrini, romani e bambini, sulle scalette di Ponte Umberto I. Di fronte alla Suprema Corte di Cassazione del nostro paese. Ma hanno ragione loro: il contesto in cui fanno quel gesto è più coerente con i loro comportamenti che con il passaggio di turisti e cittadini.

63 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Adesso arriveranno le scimmie a dire che l'articolo der blogghe è farzo e il contesto non c'entra nulla con i fatti. Puoi citare gli studi sociologici di tutto il mondo ma purtroppo è quasi impossibile convincere gente ignorante come capre. E purtroppo sono queste capre-scimmie che decidono gli amministratori.
Scappate!

Anonimo ha detto...

dobbiamo stare attenti a divulgare queste cose perché qualcuno potrebbe proporre di abolire le scalette.....
:-) :-) :-) :-) :-) :-)

Anonimo ha detto...

E come hanno fatto a non pensarci prima? Basta ripulire i graffiti, togliere gli adesivi e raccogliere le cartacce ed ecco che abbiamo risolto il problema della tossicodipendenza. Si sa che i tossici amano farsi le pere nei posti più zozzi, mai e poi mai utilizzerebbero posti puliti, sicuri e dedicati alle loro necessità, dunque basta ripulire la città e loro smetteranno di bucarsi o se ne andranno altrove. Geniale!

Anonimo ha detto...


La droga libera non è un'ipotesi, è un fatto!
La mancanza di controlli genera mostri ...

Anonimo ha detto...

Teria delle finestre rotte anche sul web.

Anonimo ha detto...

"E come hanno fatto a non pensarci prima? Basta ripulire i graffiti, togliere gli adesivi e raccogliere le cartacce ed ecco che abbiamo risolto il problema della tossicodipendenza."

ECCOLOOO!!! Come previsto: prima scimmietta arrivata! Sotto col prossimo!

Anonimo ha detto...

articolo un po' forzato
degrado=tossicodipendenza non sempre è vero
illuminando il lungotevere a giorno cmq non risolvi il problema di quei 2 poveracci
che magari andrebbero a bucarsi da un'altra parte

Anonimo ha detto...

Seconda scimmia: ARRIVATA!

Attendiamo la terza! Chi si offre?

Julius ha detto...

Se la vostra teoria fosse corretta, Roma dovrebbe essere la città col più alto consumo di eroina d'Europa, giusto? posso avere cortesemente qualche dato, e soprattutto le fonti (la citazione delle fonti è ciò che distingue un articolo serio dalla chiacchera da bar).
Grazie

Anonimo ha detto...

"Se la vostra teoria fosse corretta, Roma dovrebbe essere la città col più alto consumo di eroina d'Europa, giusto?"

Ehm... e per quale stracazzo di motivo? Ah giusto! L'analfabetismo funzionale! Ragionamento ineccepibile:
- deduco una cosa senza alcun nesso con l'articolo
- critico l'assenza di fonti sulla cosa da me dedotta
- conclusione: l'articolo è farzo
Direi geniale cazzo!

Anonimo ha detto...

A parte il problema della tossicodipendenza - che è anche e soprattutto un dramma umano della persona interessata - avete notato lo schifo delle scritte sulla scalinata ? L'immondizia nelle scale che scendono alla banchina dilaga in tutti i ponti. Il 21 aprile vogliono inagurare con musica e luci l'opera di Kentridge tra Ponte Sisto e Ponte Mazzini. Nel lato di fronte ci sono tende dove le persone vivono !!!

Julius ha detto...


Che brutta cosa l'analfabetismo funzionale, davvero. Questo è l'incipit di questo articolo:

"Il contesto è quello che sappiamo. E, come abbiamo spiegato e come molto prima di noi hanno spiegato fior di sociologi e antropologi, e il contesto che crea le azioni che vi si svolgono"

Ora Il contesto che sappiamo, come RFS ci ha descritto in tutte le salse negli ultimi 6 milioni di post, è che Roma è la città più degradata d'Europa. Cosa se ne deduce? se il degrado determina la tossicodipendenza, allora Roma dovrebbe avere il tasso di tossicodipendenza più elevato d'Europa. Davvero, solo una persona con limitatissime facoltà mentali avrebbe potuto scrivere non vedere il nesso con l'articolo..

Anonimo ha detto...

Julius davvero, fare la figura dimmerda può capitare. Perseverare nella merda è ancora più umiliante per i tuoi 4 neuroni.

Il degrado favorisce la tossicodipendenza consumata per strada. Da qui a dedurre che questo includa anche tossicodipendenze di altri tipi, consumate in altre circostanze, ce ne vuole di analfabetismo funzionale.

Troppa pasta fa ingrassare -> In Italia si consuma tanta pasta -> In Italia sono tutti grassi.

Julius, fatti curare. Nell'attesa evita figure barbine come questa, solo per la smania di criticare er blogghe.

Anonimo ha detto...

Questi tossici almeno non passano la loro vita a commentare sul blog o ancora meglio a fare copia incolla dei commenti altrui definendoli scimmie. La loro vita per quanto drammatica e piena di sofferenza è molto piu interessante di tanti qui dentro che non hanno niente al di fuori di un articoletto da Blog da commentare. Di fronte ad un consumo massiccio di droghe e al ritorno dell' eroina in strada si crede che ripulendo i muraglioni il problema sparisca. Perchè è il contesto di impunitá che li fa bucare davanti al Palazzo di giustizia. Se metti le telecamere non si bucheranno piu. Almeno non davanti a voi. Ma vi rendete conto di quello che scrivete? Voi siete quelli che vi girate dall'altra parte e commentate schifati. Con la scusa dei bambini e dei turisti.

Anonimo ha detto...

la natura ha lavorato per secoli per fare della scimmia un uomo, poi leggi quello che scrive il contascimmie alfabetizzato e capisci che non è servito ad un cazzo.

Anonimo ha detto...

12.23
I bambini qualcuno coraggioso ancora li fa.
I turisti portano soldi a tutta la città, anche a te, purtroppo. (ma se insisti non ce ne sarà ancora per molto)

Julius ha detto...

Anonimo fatti curare te. Praticamente stai dicendo che il tuo problema non è la tossicodipendenza, ma solo il fatto che si buchino al centro di Roma. Ma non ti fai schifo?

Anonimo ha detto...

I tossici non hanno nulla a che vedere col degrado, quindi tenemose il i tossici e il degrado.

Anonimo ha detto...

Mi pare che il dibattito stia naufragando nel nulla. Il fatto che le banchine, le scale e i muraglioni siano in molti punti terra di nessuno non mi pare che aiuti ne' i cittadini ne' i tossicodipendenti. Li volete lasciare nello stato pietoso in cui stanno ? Fate pure e buona passeggiata.

Anonimo ha detto...

Julius il fatto che si buchino indisturbati davanti al palazzo di giustizia è più che altro il sintomo di un problema, sarebbe come organizzare una messa nera davanti a Piazza San Pietro. Puoi provare a farlo ma in un contesto normale ti caccerebbero a calci in un secondo.

Anonimo ha detto...

Quello che dice scimmie agli altri...hai rotto, dacci un taglio, abbiamo capito.
Articolo incredibilmente STUPIDO, rfs quando tocca temi sociali TOPPA sempre, sempre.
Negli anni 80, fine 70, era strapieno di persone con problemi di eroina, a due passi di li, beh oggi i PERBENISTI come molti di voi di questo blog di cosa si lamentano? Non vi preoccupate, che se fumate sigarette, rischiate di piu di quelli che si bucano...informatevi.
Oppure pensate a chi sniffa cocaina ai parioli o al centro...ah no, quelli lo fammo in casa, non ci importa!
Aggettivi per definirvi? No, non scendo al livello vostro...PERBENISTI.

Anonimo ha detto...

Quelli che ben pensano grande canzone di Frank Hi nrg...è perfetta per descrivere sta merda di blog.

Anonimo ha detto...

ho visto gente bucarsi in macchina nel parcheggio antistante la farmacia dove hanno preso il materiale mancante... per poi mettere in moto e sfrecciare a tutta velocità... il tutto alla luce del giorno !!!
ROMA allo sbando.. qualsia sia l'argomento !!!!!

Anonimo ha detto...

1.41 pm.perfetto.
Ancora chiedete telecamere...alla gentecnon frega nulla delle telecamere, continuano a fare quello che vogliono.
Vi do un consiglio, rfs, veramente, spesso con gli articoli generici ci azzeccate, ma quando parlate di gente senza lavoro, senza casa, o tossicodipendenti...lasciateli fuori. Pensate di cavarvela mettendoli ai margini, girandovi dall altra parte...faye scjifo quanto i colpevoli in giacca e cravatta di questo stato di cose e, non sapendolo, fate il gioco loro chiedendo sicurezza e telecamere. Poi intervengono i perbenisti, magari fumano venti sigarette al giorno, fanno un lavoro di merd a, responsabili spesso dello stato in cui ci troviamo, pero' non vogliono vedere e sapere di disoccupati e tossicodipendenti...
Su questo articolo parlate di farsi in vena...voi vi fate un naso o in bocca, con le sigarette, che differenza c e...ma piantatela con queste frasi schifose.

Julius ha detto...

Appunto, se il tossico viene cacciato a calci dal centro e va a crepare in periferia, tu sei più soddisfatto? ribadisco, il tema della tossicodipendenza è un tema importante, e mi sembra che qui sia trattato con estrema superficialità, per usare un eufemismo.

Anonimo ha detto...

Unico pezzo giusto dell articolo quando dite che.roma non offre niente...mica solo ai tossicodipendenti non offre niente, solo a chi conosce qualche mafioso offre qualcosa, gli altri possono pure morire senza casa e senza lavoro.
Molto ingenui quando credete che nasti pulire un muro per favorire i poveri...ma vi rendete conto di quello che scrivete?
Le societa' o funzionano nel complesso, come in austria, o non funzionano, le citta' che spesso descrivete come migliori, sono belle solo un centro, appena svolti l angolo in periferia, degrado a non finire...gettano lo sporco sotto il tappeto. Voi volete questo, quando dite che in centro NO, beh in periferia e' cosi da sempre, ma voi non ci venite e per questo non vi frega nulla. Ricordatevi, non basta pulire il centro per risolvere i gravissimi problemi di disoccupazione e tossicodipendenza, gli emarginati non ne avranno alcun beneficio.

Anonimo ha detto...

Si’ se il tossico va a morire in periferia (e idealmente, dentro una casa) gia’ mi sembra un miglioramento.

Adesso abbiamo due problemi: tossicodipendenza e degrado degli spazi pubblici

Cosi’ ne avremmo solo uno, la tossicodipendenza. Che e’ una tragedia, ma presente anche altrove e un po’ piu’ difficile da risolvere che non ripulire i graffiti.

Non e’ che siccome la tossicodipendenza e’ un problema difficile allora dobbiamo accettare di vivere tutti in un mezzo porcile. Ma davvero uno ve le deve spiegare queste cose?

Anonimo ha detto...

2.27 Pm ancora nel 2016, c e gente che la pensa come te...ho gia' sprecato troppo tempo con te.

Anonimo ha detto...

Niente Julius, non c'è un cazzo da fare. Tu dici che togliere il degrado non aiuta il tossicodipendente. Ma l'articolo non parla di come si possano aiutare i tossicodipendenti. L'articolo parla di come il degrado inneschi altri problemi molto più grandi, tra cui il consumo di droghe in luoghi pubblici.
Non c'è consequenzialità tra l'argomento dell'articolo e la tua risposta. Il fatto che tu non riesca a capirlo svela il tuo analfabetismo funzionale. Hai risposto con parola appena più elaborate, allo stesso modo della prima scimmia "Ahò e che mo basta puli li graffiti e se risorve er pobblema de li tossisci?". No non basta farlo, ma l'articolo NON parla di questo. Questo fa di te la tanto attesa terza scimmia. Sei in buona compagnia comunque.

Anonimo ha detto...

2.27 Ipocrisia fatta persona, non dire tragedia, perche a te dei tossicodipendenti non frega nulla, quelli che la pensano come te sono il vero problema, e non lo sanno, fanno il gioco di chi vuole che le cose vadano cosi'...

Anonimo ha detto...

Quello che perla di scimmie ed analfabeti funzionali...guarda chr pure tu sei un analfabeta funzionale, il guaio e' che invece credi di stare nel giusto, ma rileggi quello che scrivi? roma fa schifo anche per colpa di gente come te.

Julius ha detto...

"Si’ se il tossico va a morire in periferia (e idealmente, dentro una casa) gia’ mi sembra un miglioramento" è proprio questo il problema, a me non sembra per niente un miglioramento, anzi. Questo modo di pensare è il cancro della nostra società, che andrebbe sradicato.

Anonimo ha detto...

Niente, non c’e’ niente da fare.

La situazione del singolo tossico e il problema della tossicodipendenza generale rimangono identici. Ma intanto migliora la pulizia dei lungoteveri.

Ma mi sa che e’ un concetto troppo difficile.

Anonimo ha detto...

Sì lo sappiamo tutti che il consumo di droga è un problema, e per fortuna su questo blog ci sono persone di ampie vedute che lo hanno sollevato. Ma nel post si parla di come il degrado urbanistico favorisca, tra altre cose, l'uso di droga in pubblico.

Anonimo ha detto...

Famoje pulì i muraglioni e in cambio je damo la dose. Così so tutti contenti. Sto Blog é na pajacciata

Anonimo ha detto...

Un figlio, un fratello, un nipote tossicodipendente arriva quando meno te l'aspetti; ne ho visti tanti che stavano sempre col ditino puntato, sempre a giudicare e pontificare, convinti che i problemi fossero sempre degli altri, svegliarsi all'improvviso per una diagnosi, per una telefonata dall'ospedale, per due carabinieri che bussano alla porta e mettono a soqquadro la casetta linda e pinta. Ecco che tutto d'un tratto la prospettiva cambia e viene la voglia di spaccare i denti sul filo del marciapiedi a chi spara cazzate un tanto al chilo o si permette di giocare coi video riprendendo un povero Cristo per incasellarlo come parte del "degrado". Un figlio tossico però no, quello non lo auguri nemmeno al più infame dei benpensanti pulitini fuori ma con il cuore pieno di merda.

Anonimo ha detto...

"viene la voglia di spaccare i denti sul filo del marciapiedi a chi spara cazzate un tanto al chilo"

Ce credo che tu' fijo se droga!

Anonimo ha detto...

E niente, le scimmiette urlatrici proprio non ce la fanno. Se parli di degrado che rende facile spaccio e consumo allora sei contro i tossicodipendenti. Se parli di mafia delle occupazioni allora sei contro i poveri. Se parli di riqualificazioni edilizie sei a favore de a sbegulazzione. Se parli di chi scrive sui muri dei reparti maternità e fattela na sgobada. Se parli dei writers i pobblemi so artri. Se parli deee maghine er trasporto pubblico fa schifo. Se parli che er trasporto pubblico fa schifo allora oooo vedi? Se esponi un problema nun dai mai a soluzzione, se dai a soluzzione allora torna a parlà deeee bughe. Se parli dei centri sociali sei fascio. Se parli dei fasci sei na zecca.
Ma sinceramente, con elementi del genere che so scesi ieri dall'albero, ma ndo cazzo volete annà?
SCAPPATE!

Anonimo ha detto...

No ma infatti e’ la paura del cambiamento. Terrorizzati da qualunque cambiamento. Comitati di quartiere, soprintendenze, negozianti, centri sociali, automobilisti, tutti unitissimi in questo.

Si vede che la situazione attuale tutto sommato non gli dispiace tanto.


Anonimo ha detto...

Che poi vorrei proprio vedere, se avessero davvero un figlio tossico questi sarebbero i primi a chiedere strutture, assistenza, sicurezza. Col cavolo che lo lascerebbero bucarsi per strada.

Anonimo ha detto...

Magari era un turista diabetico che non sapeva dove farsi l insulina :)

Anonimo ha detto...

Infatti il cambiamento si fa così con i Che Guevara da tastiera. Rivoluzionari urlanti sui blog

Anonimo ha detto...

A romafaschifo piacciono le teorie sociologiche. Infatti sono fenomeni nell'utilizzare quella dell'agenda setting-

Anonimo ha detto...

Beh intanto dai blog sono partite iniziative che hanno ripulito pezzetti di citta’. Roba micro eh, che cercava di attaccare problemi spicci di ordinaria amministrazione. Mica risolvere il problema della droga.

Eppure hanno dato fastidio lo stesso a qualche persona sensibile e dal cuore d’oro. Che nel nome del bene comune ha sentito il dovere di rifarci sopra un bel graffito. Per riportare tutto come prima, appunto. Vedi tu.

Anonimo ha detto...

Evidentemente è pieno di gente che a Roma si trova benissimo, nell'immondizia e nell'inefficienza. L'orchiestrina del Titanic, poveretti

Anonimo ha detto...

niente, questa e' gente cosi' tonta che occupa edifici, indice assemblee di coordinamento locale per difendere l'accesso ai LIBERI SAPERI e poi quando e' il momento di ascoltare cosa stracazzo hanno da dire i LIBERI SAPERI (nelle vesti di scienze sociali), non gliene frega un cazzoooooo! Ma solo perche' la scienza dice cose che non gli piacciono, tipo che il contesto ambientale concorre a determinare i comportamenti (sopratutto quelli devianti), che la propensione al littering e' data principalmente dalle condizioni in cui si trova l'ambiente di riferimento! Ma che cazzo gliene frega a loro che lottano per i LIBERI SAPERI.

Anonimo ha detto...

Dovrebbero esserci delle Aree Eroinomani, dove questi amanti del buco potrebbero tranquillamente farsi, un po' come le Aree Fumatori, magari dei giardinetti con dei contenitori per raccogliere e riciclare le siringhe.

Anonimo ha detto...

C'è un coglione che ha detto che fumare sigarette è più pericoloso di iniettarsi eroina (quella schifosa di strada per giunta...)

Anonimo ha detto...

secondo me rendere legale ogni stupefacente, magari con vendita controllata dallo stato che con i proventi finanzia programmi di recupero, non farebbe sparire i tossicodipendenti, ma sul lungo termine li farebbe diminuire.
Ma qui si parlava di "decoro", e mi pare innegabile almeno come tendenza che maggiore l'incuria, maggiore l'indifferenza di fare una cosa anche lontanamente sconveniente (dal punto di vista del tossico) in un luogo che forse potrebbe essere valorizzato altrimenti.
Sono questioni un po' correlate, ma che non andrebbero mischiate.
Ultima cosa: l'eroina in sé è più devastante della nicotina nella singola dose (per svariate ragioni), ma nella vita di una persona, a dosi ripetute, l'esito tende ad assomigliarsi. Se poi prendiamo in esame la totalità delle persone, il "coglione" non aveva neppure torto (contiamo i morti...).

Anonimo ha detto...

Tutti? Anche shaboo, flakka e altre porcherie che inventeranno in futuro?

Anonimo ha detto...

Quello che ha dato del coglione....tu continua a fumare! Guarda...a me fai solo un favore, e rimani nelle tue convinzioni! Auguri di buona salute!

Anonimo ha detto...

I conti si fanno alla fine...

Anonimo ha detto...

Ah cosi' c e pure eroina non schifosa di casa?

Anonimo ha detto...

Dovrebbero esserci delle aree per rinchiudere quelli come te

Anonimo ha detto...

Siamo un popolo di dementi, l'articolo denuncia degrado a due passi dal tribunale, luogo in teoria controllato, e tutti si accapigliano sul tema "droga si, droga no".

francesco schietroma ha detto...

l'unico modo per salvare lungotevere è mettere cancelli alti e inespugnabili a ogni ingresso, e chiuderli con lucchetto al calar del sole. a via di ripetta, in questo stesso modo, è stata salvata l'accademia delle belel arti, che versava in condizioni analoghe.

Anonimo ha detto...

Ma mettersi una giacca e una cravatta costituisce una colpa?
Sarà una colpa andare in giro come gli scampati del Titanic.
Le persone decorose possono avere lo stesso cappotto dal '34.
E che dire degli strali contro il perbenismo?
Ci mancano solo i sostenitori del permalismo, adesso.
Siete peggio di papa (finto) Francesco.

Anonimo ha detto...

E' tipico di chi ha profittevoli rapporti con la droga e la malavita in generale esaltare una inesistente uguaglianza tra le persone, colpevolizzare la gente per bene, irridere le forme, fare dei delinquenti pecorelle smarrite, attaccare i giudici, manipolare le parole del Vangelo, come fanno di questi tempi molti, che vedono in via di crollo tante "strutture di peccato", per dirla con l'impostore, su cui gran parte della società civile e della Chiesa mangiano a ganasce spiegate, sotto braccio a mafia e finanza.

Anonimo ha detto...

Prescindendo quindi dalla retorica manipolativa di certa massoneria, è chiaro che le persone sono tutte differenti tra di loro per mille motivi, e per qualità umana. In comune hanno solo diritti e doveri davanti alla legge, a parità di condizione (i diritti di un maschio non sono quelli di una femmina, quelli di un bambino non sono quelli di un adulto, quelli di uno straniero non sono quelli di un cittadino).
E per uno che finisce a drogarsi, consapevolmente e colpevolmente, ci sono milioni che coprono lo spaccio, ovunque, e anche all'interno degli uffici pubblici.
Se non hai morale, non hai nemmeno estetica, e chissà quanti di coloro che vedono queste scene si fregano le mani.
Molti di più di quelli che si indignano, comunque.

Anonimo ha detto...

L'ideologia dello scampato al naufragio, varata nel '68, serve solo a garantire l'impunità alle più svariate categorie.
Il contenuto sganciato dalla forma non esiste, così come non esiste alcuna pietas senza ordine di valori.
"Tradire la Giustizia è il male peggiore che esista".
Lo scriveva Euripide, e il Nuovo Testamento, coi suoi anatemi contro i malvagi, lo conferma.

Anonimo ha detto...

Tossicodipendenza e degrado sono due problemi distinti ma sono figli della stessa madre: la crisi
La città non offre nulla ed è lasciata al totale degrado come è stato detto nonostante abbia la più alta tassazione
La mancanza di risorse è diventata purtroppo endemica anche con le tasse al massimo
Ci sono gli sprechi e le ruberie ma ci sono sempre state
Qualcosa una buona amministrazione potrebbe fare ma nulla di definitivo
Evidentemente il problema va cercato altrove
Abbiamo le stesse difficoltà di Atene e Lisbona
Gli stessi di Madrid e Parigi anche se come città stanno un po' meglio

Anonimo ha detto...

Senza peli sulla lingua. Diciamocelo. Dei tossici in generale non frega niente a nessuno qui. Quelli che si infervorano tanto sono quelli che ne hanno uno in famiglia o comunque nella propria cerchia personale. Gli frega solo di quel tossico. Quello lo conosce ed è un figlio, un amico, ...
Però la tossicodipendenza non è una cosa che arriva dal cielo, come anche il tabagismo o i troppi caffè (come succede a me). É la conseguenza di una scelta personale lucidamente fatta la prima volta che hai deciso di farti n canna perché è meglio stare con gli altri ed essere omologati che stare da soli. O illudersi che qualunque sia il problema tirarsi su qualcosa dal naso lo farà sparire.

I bambini che vedono uno che si buca invece non fanno una scelta consapevole, gli viene imposta un immagine, un esempio di comportamento, che neanche capiscono, gli viene detto che è ok farlo implicitamente. Quello lo fa davanti a tutti senza che nessuno dica nulla e per un bambino, una mente semplice, è il segno che è una cosa che è accettabile perché l'indifferenza è un concetto complesso, da adulto.

E sia chiaro che compassione, pietà ed indifferenza non sono e non saranno mai la stessa cosa. Io pago le tasse anche perché so che c'è il SERT che aiuta questa gente. sono contento che le mie tasse servano anche a questo, non solo alle strade o ai servizi di cui potrei usufruire personalmente. E il fatto che quel ragazzo sta li mi fa rabbia non è perché lo voglio sapere nascosto. Vedo una vita sprecata, e me ne dispiace, ma ne vedo tante altre che lo saranno se lo seguono.

L'ordine che abbiamo fuori è l'immagine di quello che abbiamo dentro e viceversa. Se vivo in un ambiente caotico, degradato, sarò più portato ad esserlo dentro ed ad intraprendere comportamenti caotici e degradanti per me, autodistruttivi. Ecco il punto. Altro che perbenismo, siete voi benaltristi il problema!

chenlina ha detto...

chenlina20160421
hollister
michael kors outlet
ray ban sunglasses discount
louis vuitton outlet
toms shoes
michael kors handbags
gucci outlet
air jordans
michael kors outlet
air jordans
kate spade handbags
ralph lauren outlet
coach outlet
ralph lauren outlet
ray ban sunglasses
tory burch outlet
nike air huarache
louis vuitton handbags
nike air max
tory burch handbags
ugg boots
louis vuitton outlet stores
nike free runs
coach factory outlet
michael kors outlet
coach factorty outlet
burberry outlet
coach outlet store online
coach factory outlet
gucci belts
jordan 8
air huarache
adidas uk
nike roshe runs
burberry bags
ralph lauren
burberry scarf
louis vuitton handbags
louboutin
ray ban wayfarer
as

ShareThis