La mega omissione d'atti d'ufficio di Via delle Mura Portuensi.L'avevamo risolta, sta tornando come prima

8 aprile 2016

Vi ricordate la storia assurda e incredibile di Via delle Mura Portuensi? Avevamo denunciato la faccenda con durezza qualche mese fa, con questo articolo e questo filmato, dopo qualche giorno anche grazie all'impegno di tutti voi ed alla serie di menzioni del problema su IoSegnalo, la situazione era molto migliorata; oggi è a quanto pare tornata quasi quella che era prima.

Lo scempio consiste nel fatto non solo che in un'area storica, potenzialmente bellissima, in pieno centro, si continui a parcheggiare come criminali su un marciapiede senza prendere contravvenzioni; lo scempio poi non è solo la presenza di un comodo ed economico parcheggio che rimane vuoto mentre restano pieni i marciapiedi sottratti ai pedoni; lo scempio inoltre non è anche soltanto la presenza di un centro AMA e dunque il sospetto che molte vetture facciano capo a dipendenti di una azienda pubblica. No. Non basta. Lo scempio consiste anche nel fatto che qui c'è una sede importante della Polizia Locale e che dunque i vigili transitano in zona, evidentemente non guardando o facendo finta di non vedere, diverse volte al giorno.
Speriamo che questo nuovo video vi invogli a riprendere in mano la faccenda inserendola, se passerete in zona, nelle vostre segnalazioni su IoSegnalo. E speriamo che faccia di nuovo svegliare dal torpore chi dovrebbe incessantemente e senza respiro tutelare pedoni, turisti, disabili e utenza leggera della strada.

18 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Che rabbia! C'è davvero troppa gente che per un parcheggio e per i loro porci comodi contribuisce a rendere questa città sempre più invivibile e al tempo stesso si lamenta di Roma non rendendosi nemmeno conto che sono loro i principali responsabili.

Anonimo ha detto...

camminare sui cofani delle auto sul marciapiede

Torquemada ha detto...

Fatevi un giro su Via di Donna Olimpia, davanti e nelle immediate vicinanze del comando del XII Gruppo di polizia municipale. Doppia fila, a volte anche con senso unico alternato, scivoli dei disabili ostruiti. Medesima situazione su via Fonteiana, subito dietro l'angolo.

Anonimo ha detto...

ma cosa avevate risolto?????

Anonimo ha detto...

REFERENDUM NO TRIV (CHE NOMI DEL *)VOTARE E VOTARE SI'PERCHE':

1) CON LA PROROGA DELLE CONCESSIONI ATTUALI LE COMPAGNIE RIESCONO A NON PAGARE LE ROYALTIES GRAZIE A UN ESCAMOTAGE DA 4 SOLDI, EVITANDO DI RAGGIUNGERE LA SOGLIA STANDARD ANNUALE DI ESTRAZIONE

2) LE ROYALTIES CHE EVENTUALMENTE DOVREBBERO PAGARE SONO COMUNQUE UNA BAZZECOLA

3) CON LE PROROGHE DEGLI ACCORDI ATTUALI LE SPESE DI DISMISSIONE POZZI TOCCHERANNO ALLO STATO ITALIANO E NON ALLE COMPAGNIE

4) PETROLIO E PROVENTI DELLE TRIVELLAZIONI NAZIONALI VANNO ALL'ESTERO, E' UNA BUGIA CHE COSTITUISCANO RICCHEZZA PER IL PAESE

5) CON LE PROROGHE SI CONCEDE L'APERTURA DI DECINE DI NUOVI POZZI GIA' IN PROGETTO A VISTA DELLE PIU' BELLE SPIAGGE ITALIANE

6) L'ENI DEVE MORIRE, CON TUTTO IL CUCUZZARO

Anonimo ha detto...

un altro marciapiede devastato dal peso delle auto, pronto per essere ricostruito con una generosa quantità di Vostri Soldi™.
Evidentemente ai residenti della zona sta bene così, dal momento che non vedo gomme tagliate e lunotti spaccati...

Anonimo ha detto...

a tutte le mamme col passeggino, prendete un crick e sfondategli il parabrezza, se qualcuno avra' il fegato di dirvi qualcosa rispondetegli che x colpa loro avete dovuto camminare in mezzo alla strada.....

Anonimo ha detto...

Deve essere un vizio dei dipendenti AMA o una vera e propria politica aziendale. Infatti anche lì dove si trova il "presidio" AMA di Lungotevere in Augusta/Passeggiata di Ripetta, l'area di sosta dei mezzi AMA è occupata dalle auto private dei dipendenti mentre i mezzi sostano tra doppia fila e marciapiede.

Anonimo ha detto...

L'ENI è il primo gruppo industriale italiano, di proprietà del Ministero dell'Econonia e delle Finanze. Se crolla lui, si porta dietro tutta l'economia italiana.

Massimo ha detto...

La realtà purtroppo è che è un vizio di TUTTI i Romani. In più come ha giustamente sottolineato qualcuno, c'è parecchia omertà, oltre a chi parcheggia male ci sono anche tutti gli altri che fanno finta di nulla. Negli altri paesi oltre a più educazione c'è anche quello che viene dopo pronto a riprenderti. qui invece se ci buttano un sacchetto di immondizia in faccia tra un po' porgiamo pure l'altra guancia!

Anonimo ha detto...

Risegnaliamo a Iosegnalo.

Anonimo ha detto...

Grandissima idiozia.
L'eni porta ricchezza all'eni e ai gruppi esteri con cui stringe associazione a delinquere.
L'economia italiana sta implodendo proprio grazie all'eni, e alla sua mafia.
Il caso delle trivelle lucane è illuminante. Chi è in buona fede porta dati concreti, dai quali risulta che l'Italia con questi "investimenti" perde in salute e in ricchezza, e regala fette di territorio agli estrattori francesi, inglesi e arabi.

Anonimo ha detto...

Chi è in malafede la prende alla larga e parla di concetti vaghi come "ricchezza, investimenti, finanziamenti esteri", quando la realtà è cessione quasi aggratise della nostra salute, del nostro ambiente e del nostro petrolio, alla concorrenza.
Non a caso oltre alla sentenza Total è appena uscita la sentenza di condanna per i vertici dell'altro baluardo del crimine nazionale, che è finmeccanica, e soprattutto una seconda indagine in corso su eni, nella quale risulta coinvolto il faccendiere bisignani.
E qui si spalanca un universo.

Anonimo ha detto...

In ogni caso l'economia reale si regge anche su mafia e narcotraffico. Non è un motivo sufficiente per salvaguardarli.
Idem per l'eni, che peraltro non regge proprio niente, ma disfa.

Anonimo ha detto...

Lo sapete di chi e' la colpa? Daaagamoraaaaaaahrghhhhh...

Anonimo ha detto...

Bè, realtà come l'eni nei decenni senza l'accordo con mafia e camorra avrebbero avuto molto meno appeal.
Basti vedere come dietro ogni grande commessa internazionale sbuchi sempre qualche sacrificio umano.

Anonimo ha detto...

Eni come altri. Vedere i poveri Marò, ceduti in cambio della vendita di 25 carriole volanti al paese dei macachi, per farlo sentire il nuovo potere imperialista che mette in scacco l'evoluta Italia.

chenlina ha detto...

chenlina20160421
cheap ugg boots
cheap jerseys
kobe 9
ray ban wayfarer
insanity workout
jordan 13
mont blanc pens
tory burch outlet online
louis vuitton handbags
christian louboutin shoes
oakley sunglasses
adidas shoes
cheap nfl jerseys
coach factory outlet
hollister kids
oakley sunglasses outlet
ray ban sunglasses
kevin durant shoes 7
ray bans
toms wedges
juicy couture
michael kors purses
adidas superstars
air jordans
ralph lauren outlet
coach outlet online
pandora outlet
michael kors outlet
michael kors purses
kobe bryant shoes
christian louboutin shoes
louis vuitton outlet
kids lebron shoes
nike air jordan
christian louboutin outlet
coach factorty outlet
celine outlet
nike uk
fitflops
coach factory outlet
as

ShareThis