Le affissioni abusive fake di Roma fa Schifo. Città coperta di manifesti deliranti per infangare il blog

19 marzo 2016




La rappresaglia criminale di chi sente minacciato il proprio sistema di potere, il proprio approvvigionamento economico e la pax camorristica entro la quale vive e sguazza ha compiuto quest'oggi un ulteriore salto di qualità. 

Non avendo il minimo argomento per replicare alle nostre riflessioni (ieri abbiamo spiegato incontrovertibilmente quale sia il legame a Roma tra movimenti e Mafia Capitale) e sentendosi per una volta accerchiati sia dalle istituzioni che dai cittadini (si veda l'episodio emblematico del muro di Porta Maggiore), i ras dei movimenti si sentono mancare la terra sotto ai piedi, per una volta l'immenso sistema fatto di prepotenze, ricatti, potere e denaro sul quale hanno poggiato negli anni viene raccontato in maniera differente dal solito. Destabilizzante. E non da parte di realtà da loro controllabili come i giornali gestiti dagli stessi poteri forti che sono i loro alleati da altri, bensì da semplici cittadini con un blog tirato su con zero euro e sempre più influente (non per proprio merito ma per mancanza di alternative e di attori onesti a contribuire al dibattito) nel racconto della città. 

Occorreva reagire, lo si poteva fare argomentando (come tentiamo ogni giorno di fare qui) e invece per la seconda volta - la prima fu la macchina del fango che venne attivata cercando di far credere ai lettori che questo blog fosse pagato dai costruttori della metro C - si è ricorso ai metodi tipici della criminalità organizzata: la calunnia, la diffamazione, la macchina del fango, la gogna pubblica. Ed ecco così l'ennesima mossa preparatoria (dopo l'attacco a Retake, dopo il re-imbrattamento del muro di Porta Maggiore) alla sempre più inquietante manifestazione prevista per quest'oggi a Piazza Vittorio. Quanti altri segnali preoccupanti debbono ancora avvenire?



La città si è svegliata stamattina ricoperta da migliaia di manifesti totalmente deliranti oltre che abusivi e affissi su muri storici, aree comuni, scuole, stazioni della metro che prefigurerebbero la discesa in campo tra i candidati sindaco di Massimiliano Tonelli, meramente uno dei tantissimi cittadini che contribuiscono a questo blog collettivo. Nel testo, giocato in paradosso, al "candidato" vengono attribuiti degli attacchi con argomentazioni eccessive, razziste, xenofobe, naziste, folli alcune categorie che spesso, ma ovviamente con ragionamenti ben diversi e con conclusioni dissimili, sono oggetto delle riflessioni del blog. In tutta evidenza un falso, ma solo a quei pochi che lo osservino con attenzione. Per tutti gli altri un danno di immagine in pieno stile mafioso: non replicare a chi ti critica, ma fai qualcosa per far sì che perda la sua credibilità e onorabilità. Ovviamente il can can sui social - parte integrante dell'operazione - è partito nell'immediato. Ci hanno anche rimesso la sveglia di sabato...



Questo succede oggi a Roma a chi prova a mettersi di traverso all'imponente sistema di potere rappresentato dall'inedito network criminale dei movimenti, dei centri sociali, delle occupazioni. Avete mai visto attacchi simili contro Buzzi, contro Carminati, contro un palazzinaro a caso? Non casuale il fatto che i manifesti siano comparsi nelle stesse aree solitamente illegalmente utilizzate dalla estrema destra: a Roma e solo a Roma i comportamenti dei neo fascisti e dei movimenti pseudo antagonisti o anarchici sono sovrapponibili e intercambiabili nelle modalità e nei messaggi, anche se lo stile contenutistico sembra provenire direttamente dalla galassia dei movimenti.
Siamo partiti, un anno fa, dalla macchina del fango su web utilizzando siti anonimi e firme finte, siamo giunti ai manifesti abusivi sarà interessante capire dove arriveremo. Ci vogliono soldi per fare queste campagne, la città è davvero piena di manifesti in ogni quartiere e l'opera di attacchinaggio è stata massiccia; ma i denari per armare guerre personali contro i nemici e la spregiudicatezza non sono davvero il loro problema. Come non è un loro problema la rete di protezioni politiche di altissimo livello: ciò che è successo in Regione dove un provvedimento ha optato per far passare avanti nell'assegnazione degli alloggi gli occupanti abusivi di case rispetto a coloro che avevano aspettato il loro turno è indice di quale sia la forza di fuoco e di ricatto di questa gente.



Di certo non è nostra intenzione smettere di raccontare la verità sui motivi del coma profondo e senza speranze in cui questa città versa. Sperare di fermarci con queste intimidazioni si rivelerà come ovvio controproducente: anzi semmai grazie a questi violenti attacchi le nostre battaglie avranno paradossalmente ulteriore visibilità, ne farà le spese l'immagine di uno dei fondatori del blog, ma non certo la forza del progetto che anzi ne verrà accresciuta e godrà di una non richiesta ma efficace pubblicità gratuita.

Certo è che occorre considerare come questi vili attacchi personali possano esistere solo allorquando chi tenta una narrazione non conforme alle regole viene lasciato isolato. Se la verità la raccontano tutti, nessuno può essere preso di mira. Se la verità la racconta uno solo è chiaramente oggetto di attacchi. Anche a questo livello.



La falsa e abusiva campagna di affissioni è stata prontamente denunciata ai Carabinieri questa mattina stessa (una segnalazione per ripulire è stata inviata ai Pics con in copia il Comandante Clemente). Una semplice denuncia contro ignoti come ignoti sono i codardi autori del gesto. D'altro canto in una città in cui non esiste un sistema serio di sicurezza e di videosorveglianza integrata, tutti sono nelle condizioni di muoversi come sorci nella notte senza rischiare alcunché disponendo della città come una bacheca per ogni nefandezza.


Chiederemo con tutta la forza possibile tuttavia l'accesso ai dati delle telecamere (e anzi chiediamo a tutti i privati in possesso di filmati - banche negozi - di collaborare; molti lo stanno già facendo) visto che il commando che ha effettuato la ampia campagna affissoria ha girato per tutta la notte e per tutta la città, nella speranza che il Magistrato che si troverà il fascicolo tra le mani lo consideri una cosa seria come è: chissà che qualche immagine, qualche dettaglio e qualche targa possa aiutarci a potervi un giorno raccontare l'identità di questi vigliacchi. Vigliacchi forse per la prima volta, ed ecco la chiosa positiva di questa storia, veramente pungolati e messi in seria difficoltà.

85 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Basta partire dal grafico che ha fatto la locandina...

Anonimo ha detto...

Ahahah, meravigliose.

Anonimo ha detto...

Giusto, se gli inquirenti volessero veramente indagare per scoprire i colpevoli basterebbe partire dallo stampatore e su via via a salire. Ma questo vale per i milioni di affissioni abusive quotidianamente affisse, se non si fa un motivo ci sarà.

Anonimo ha detto...

Di' la verita' tone' ce stai a prova'.

bat21 ha detto...

Vuol dire che la feccia inizia a essere pungolata sul serio! Grandi continuate cosi!

Anonimo ha detto...

Magari te fanno la multa Tone'.

Anonimo ha detto...

ma n'è che te li sei fatti da solo pe presentatte da martire e davero a sindaco?

bat21 ha detto...

Adesso arriveranno le truppe cammellate troll in gran quantità. La feccia si adopera fisicamente e telematicamente.

Anonimo ha detto...

Che questo blog sia 'sempre più influente' me pare na stronzata
Che qualche volta affronti problematiche serie e vere é sicuro ma lo fa con argomenti da talebani lanciando anatemi e crociate che fanno sorridere.
Che infine sia confluito nella galassia grillina é la conferma della sua pochezza culturale e della sua anima intollerante e antidemocratica.
Solidarietà per i manifesti ma non confondiamo la cioccolata con la cacca

Anonimo ha detto...

Però il programma riportato sul manifesto è interessante...

Anonimo ha detto...

Fateci caso, in genere i troll all'assalto del fortino spesso scrivono come parlano, in romanaro. Vedrete che verso mezzogiorno, quando avranno passato la sbornia di alcol e cocaina del venerdì sera, arriveranno in massa a rincarare la dose di fango su Facebook.

Anonimo ha detto...

Che pena i mafiosetti, come si sono ridotti.......

Anonimo ha detto...

Queste cose tendo sempre a prenderle con molta attenzione e di certo non mi faccio condizionare dai media. Vi ricordate quando si parlò delle minacce a Marino ? fece la vittima, fece l'eroe ed intanto con la carta di credito del comune...vabbè la magistratura farà il suo corso!

Anonimo ha detto...

Dalla grafica sembrano quelli di casapound.

Sgt ha detto...

Avanti così, tenete duro contro queste merde vigliacche.

Anonimo ha detto...

Sono preoccupato visto che la descrizione sui manifesti calza alla perfezione al target di questo blog di cii faccio orgogliosamente parte.

Anonimo ha detto...


QUESTI VIGLIACCHI DA DUE LIRE SONO UNO DEI CANCRI DI ROMA.

Ora che la loro posizione di rendita AI DANNI DI ROMA viene messa per la prima in serio dubbio, ora che alcune fette della VERA SOCIETA' CIVILE cominciano ad aprire gli occhi ed a prendere le distanze dai loro metodi affaristico/mafiosi reagiscono con gli unici "strumenti" che conoscono.

I "BENI COMUNI " NON SI DIFENDONO DANNEGGIANDOLI ED IMBRATTANDOLI A VISO COPERTO O NASCONDENDOSI. QUALCOSINA NON TORNA E LA GENTE (ovviamente no i giornalisti, che se ci arrivano ci arrivano perché l'hanno sentito dire da qualcun altro)COMINCIA AD AVERNE LE PALLE PIENE.

MASSIMA SOLIDARIETA' A ROMAFASCHIFO.

Anonimo ha detto...

Dai Tonelli tieni duro, ti voteremo in tanti. Ahahah.

Anonimo ha detto...

Massimilia' ho un'idea: metti Tramvycius ai trasporti, bat21 al personale, Livia Astolfi (trovagli un uomo prima pero') comandante dei vigili e il segnalatore seriale come spia infiltrata nell'opposizione.

Anonimo ha detto...

Che è successo, i mafiosi hanno rosicato perché hai fatto notare che occupano dove gli dice il referente politico?

Sempre stando bene attenti a non toccare le case (vuote)dei palazzinari amici del referente politico di cui sopra?

E che chi prova a okkupare senza la protezione del circoletto viene sgomberato entro 24 ore?

Come mai, ieri su Twitter non dicevano che non valeva la pena di risponderti?

Anonimo ha detto...

E ar poro Antonio Privitera? Nun jelo damo un posto?

Anonimo ha detto...

Ottima gratuita pubblicità per RFS. Tanta parte di popolo rassegnato, inerte e ancora inconsapevole potrebbe finalmente aprire gli occhi grazie questa mossa che potrebbe rivelarsi uno dei più clamorosi autogol di certo perverso movimentismo antisociale e distruttivo.

Anonimo ha detto...


Qui si va sul penale ... questo comportamento vigliacco e diffamatorio è indecente, a scapito sempre di Roma, ovviamente.
Ecco chi comanda a Roma: una schiera di disperati rimbecilliti.

RFS, massima solidarietà e ancora grazie per il vostro lavoro. Non sono sempre in accordo con voi ma questa piattaforma di dialogo è importantissima ed utile, proprio per questo i degenerati vi attaccano ... che schifo, veramente!

Anonimo ha detto...

la grafica ricorda quella delle olimpiadi 2024 a roma......esaltante

Solo un brocco abboccherebbe alla storia dei manifesti.

rebelcrosis ha detto...

Cose del genere sono una medaglia al valore e attirano consenso da parte degli italiani con la testa sulle spalle (che sono la maggioranza, magari silenziosa, anche a Roma). Avanti con le proposte, con gli articoli ragionati, con la logica e affrontando le questioni della nostra città, senza buttarla in caciara (Mafia, Buzzi, Carminati e fesserie simili) per una vendetta personale. Meno complottismo e più contenuti, altrimenti perdete credibilità.

Anonimo ha detto...

Comunque il mio falegname con 30 mila lire le faceva meglio...

Anonimo ha detto...


Massima solidarietà a Romafaschifo e a Tonelli.
La Roma per bene è con Voi!

Anonimo ha detto...

poi dice che uno vota i cinquestelle...

Anonimo ha detto...

Ragazzi, li ha attaccati stanotte un certo Stefano Riccardi. Pero' lo ha fatto in buona fede perche' crede nel nostro blog e vuole Massimiliano in un ruolo esecutivo al comune contro sciatteria e degrado.

Giovanni ha detto...

La cosa più inquietante, però, è aver scoperto che somigli a Marco Prato.

Anonimo ha detto...

CON QUESTO PROGRAMMA TI VOTO.

Anonimo ha detto...

So per certo che tre gruppi di vigili urbani stanno redigendo i verbali per affissione abusiva. Cerchiamo di pagarli noi e doniamo.

Anonimo ha detto...

Imbecille, la cocaina te la prenderai tu visto come deliri

Anonimo ha detto...

ma guarda che a romafaschifo je fate schifo proprio voi, mica i ricchi radical del centro

Anonimo ha detto...

sembra tanto una genialata dei ragazzi di "ROMA FAI SCHIFO"
(il continuo riferimento ai poveri ne è la prova)

Anonimo ha detto...

la roma per bene ahahahaha

Anonimo ha detto...

Io sono malizioso. Non puo' essere che il blog li abbia fatti stampare ed attaccare per poi aprirci un post incentrato sulla spicciola persecuzione?

Anonimo ha detto...

Tone', hanno arrestato Salah, il terrorista col quale c'hai aperto post per mesi, facendo una foto ad una bancarella e scrivendo "allerta 2". A Bruxelles (che hai spompinato piu di una volta) i vicini del terrorista hanno fatto ostracismo per il suo arresto. Ora, se tu avessi un paio di gonadi, apriresti un post dal titolo: Bruxelles come Scampia. Siccome non le hai, non lo farai.

Anonimo ha detto...

sembra scritto con la mano "sinistra"...

Anonimo ha detto...

Quanti babbuini amanti delle fogne che delirano in questo spazio.
Massima solidarietà a Roma fa schifo e andiamo avanti.

Anonimo ha detto...

io ne ho visti pure un paio con la faccia di Moreno Cedroni, il grande chef.

Anonimo ha detto...

Pazzesco! La città è in balia di chiunque. Se al posto di attacchini abusivi e manifesti illegali ci fossimo risvegliati con migliaia di bombe piazzate nottetempo che esplodevano ovunque? Pazzesco!

Anonimo ha detto...

a Storace je sará preso un coccolone quando li ha visti. so fatti molto mejo. un lavoro de fino.

Anonimo ha detto...

se ti azzardi a difendere le ragioni del blog, la prima cosa che ti senti rimproverare è "aho, ma nun glielo damo un posto de lavoro a tizio..?"
E intanto loro condividono gli stessi obiettivi politici, usano le stesse tecniche di diffusione, fanno le stesse minacce in rete...le stesse cose di chi? ma di Casapound, ovvio... e detto ciò, se fossi comunista m'ammazzerei solo per questo...ma loro non sono comunisti...sono solo cialtroni figli di papà che sguazzano nel brodo di inciviltà di centri sociali e iniziative antirazziste. E la riprova del loro marciume la si avrà dopo la manifestazione di oggi...manco ad augurarsi che ve se carichino a tutti, tanto so tutti amici vostri quelli vestiti di blu...

Anonimo ha detto...

In realtà se la prendono col blog perché in questi giorni è successo di tutto a danno dei loro mentori.
Nessuno ha letto niente?

Anonimo ha detto...

Breve e incompleta sinossi, limitandosi a Roma.
Verdini alla sua prima-e non ultima-condanna.
Moretti spennato dalla Finanza (dopo anni di virtuoso e strenuo boicottaggio alle aziende italiane, si stringe il cuore).
L'inchiesta bonifaci si allarga a macchia d'olio, fino all'eur di caltagirone...
Tangenti e cocaina alle coop dell'Umberto I.
Scandalo tpl.
Su repubblica pubblicizzato un altro libro sullo spionaggio illegale dell'eni.
Poi, con diabolica arguzia, subito sopra, un articolo su moretti urlante mentre le strepitose Fiamme Gialle gli levano il cellulare.
Lo vogliamo dire che la P3 col suo corteo di avanzi di fogna comincia a sudare freddo?
E siccome non possono far saltare per aria il comando di Via Cadorna, sfogano su Tonelli.
Ma i pobbblemi che c'hanno so'altri.

Anonimo ha detto...

Massima solidarietà al blog e a Tonelli. Se i responsabili non dovessero essere puniti sarebbe la conferma delle protezioni politiche di cui godono.

Anonimo ha detto...

Sono chiare anche le coperture politiche da una parte e dall'altra, tra qualche mese ci saranno le votazioni, bisogna saper scegliere.

Anonimo ha detto...

Questi attacchi vili sono il segnale che dovete andare avanti, perchè li state colpendo e forse un giorno riuscirete ad affondarli. Romafaschifo e Massimiliano Tonelli, grazie, grazie veramente per quello che state portando avanti.

Alessandro

Paolo ha detto...

Solo degli sciocchi potevano pensare che Tonelli fosse il mandante di queste affissioni abusive. Spero solo che questa prepotenza venga punita. E naturalmente grazie al blog e a Tonelli per il loro impegno civico.

Anonimo ha detto...

Ovvio che siano quelli figli di papà di casapound.

Anonimo ha detto...

La galassia piddina é tollerante e democratica?

Anonimo ha detto...

Me sa che stavolta gli zero pregi hanno pisciato fuori dal vasino...io ve lo dico, ve farete delle grosse risate quando ve sveleranno chi c'è dietro al capetto de twitter ahahahahahah

Anonimo ha detto...

Ma come? Nella sua denuncia il Sig. Tonelli afferma "non ho sospetti su alcuno" e poi, sul blog, accusa "i ras dei movimenti" ma, mafiosamente, senza fare alcun nome. Tutto un "dico non dico", tenendosi sul generico apparente... Mah...

Anonimo ha detto...

Le "minacce a Marino di cui si parlò" sono vere. Tanto vere che gli fu assegnata la scorta. Poi è vero la magistratura farà il suo corso: ad occhio e croce gli chiederanno un rimborso vista la gravità delle insormontabili cifre che gli vengono imputate..

Patrizia Molina ha detto...

Il peggio di Roma,quello di Carminati,buzzi,mafia capitale,spera di riprendersi Roma.Stiamo correndo un gravissimo pericolo a Roma,con queste orde nere che sperano di scorazzare ancora per Roma come nel 2008-2013

Anonimo ha detto...

Salve! Sto tornando ora dall'inquietante manifestazione di oggi: tutto bene, parecchia bella gente, nessuna devastazione, nessuno scontro, molti giovani. Insomma, c'è vita a Roma e le speranze non sono perse, alla faccia di chi si rode nel suo rancore. Ciao! :-))

Antonio Privitera ha detto...

All'anonimo delle 11:11 AM. Il posto ce l'ho già, sono addetto a rispondere agli stronzi, in questo caso tu.

D'altra parte queste reazioni dimostrano che il terreno comincia a mancare da sotto i piedi a sta gentaccia...

Anonimo ha detto...

Questa è MAFIA, accusare chi denuncia qualcosa, con la stessa accusa.
Sono segnali molto pericolosi!

Anonimo ha detto...

Ahahah. Daje Anto', manco n'assessorato voi?

Fitzcarraldo ha detto...

solidarietà a Romafaschifo e a Tonelli. I sorci squittiscono dalle loro fogne

Anonimo ha detto...

Un po' di considerazioni sparse su questa intimidazione mafiosa:

1. Come le altre migliaia di affissioni abusive: nessuno ha commissionato, nessuno ha stampato, nessuno ha attaccato, nessuno ha visto. Vi sembra possibile?

2. Denuncia contro ignoti. Immagino che le FFOO staranno già alacremente lavorando in indagini affannose per capire chi mai sarà stato! Ecco perché Roma è solo 5a in Italia per reati commessi: nessuno denuncia nulla.

3. Rassegnatevi: per anni ci sarà gente che dirà "Aaaahhh Tone' te ricordi quanno te sei candidato e hai riempito aaa scittà de manifesti abbusivi?" Già su FB le scimmiette hanno cominciato a ipotizzare un auto-calunnia der blogghe per farsi pubblicità. Insomma tutto pur di non ammettere di essere nella mafia fino al collo.

4. Il testo è chiaramente redatto sotto consiglio di qualche avvocato. Se mai dovesse uscire fuori il nome di qualcuno, gli basterà dire che era "satira" (il jolly per giudici compiacenti) e non gli potranno fare nulla, al massimo una multa per affissione abusiva (mentre ci sarebbero almeno 2/3 reati: intimidazione, furto d'identità e violazione delle leggi sulla pubblicità elettorale). Avete ancora dubbi sulla natura di organizzazione criminale che c'è dietro questo?

5. Ovviamente questa azione conferma in pieno le tesi dell'articolo di qualche giorno fa: i movimenti pseudo politici sono il braccio della mafia nella capitale d'Italia. Quale miglior conferma che tappezzare la città di manifesti (informatevi quanto costa una cosa del genere) per lanciare un avvertimento mafioso? E' un ulteriore salto di qualità dopo gli articoli diffamatori (ovviamente senza seguiti giudiziari) di dinamopress.

Anonimo ha detto...

Hahaha!!! Che poracci! Pensa i soldi (e il tempo) che c'hanno da buttare!!!!!
Guarda, mi erano già calati a 5, ora sono a -60

Anonimo ha detto...

tie'!

Anonimo ha detto...

scrivecela na cazzata

Anonimo ha detto...

Non ce rimedio per i romani!!! Una cultura che appartiene al pianeta Pluto.
Portare i criminali nel deserto e costruire una recensione alta 50 metri!!!

Anonimo ha detto...

"Hahaha!!! Che poracci! Pensa i soldi (e il tempo) che c'hanno da buttare!!!!!"

Guarda che i soldi che c'hanno da buttare sono soldi presi da rimborsi elettorali, elargizioni pubbliche a onlus amiche, contratti di consulenza ad amici di amici ecc. Cioè soldi TUOI. Soldi che potevano servire a fare una palestra in una scuola o a riparare le strade. Invece sono finiti in manifesti abusivi.
Dovresti incazzarti anziché ridere.

Anonimo ha detto...

Incazzarsi non serve, vanno smantellate alcune dinamiche esistenti che però sono durissime perchè fanno mangiare sul pubblico una caterva di gente.

Anonimo ha detto...

“Le mie parole hanno il senso della libertà –continua Saviano- come quelle del fotoreporter Christian Poveda, ucciso per aver realizzato il film “La vida loca” su Le Maras, i narcotrafficanti del Salvador. Si è parlato poco di questo fatto perché si pensa che la gente sappia già tutto, ma non è così e le mafie sono terrorizzate dall’idea che la gente leggendo capisca. La responsabilità maggiore per chi racconta queste cose è arrivare alle persone. Nulla di ciò che scrivo fa paura, loro hanno paura di chi legge”. Il “Loro” che indica indistintamente i responsabili della morte di Poveda come di Anna Politkovskaja, il piccolo Giuseppe di Matteo o Don Peppe Diana. “L’ho difeso dalle calunnie –aggiunge Saviano sul prete ucciso dalla Camorra- per una questione d’onore e per fortuna Pecorella ha chiesto scusa. Spesso il destino è fra la morte e la delegittimazione, la calunnia, come per Padre Puglisi a Palermo. Falcone diceva che la calunnia si distrugge da sola, ma non ci sono mai pallottole senza denigrazioni”. La vergogna della gente nell’aver a che fare con qualcuno che ha “infangato” la propria terra: “La mia è una vita noiosa –aggiunge- ma mi ha permesso di vivere situazioni impensabili, come con i padroni delle case che abbiamo cercato, felicissimi di ospitare i Carabinieri ma non il sottoscritto. Quando ti occupi di certe cose ti si crea un deserto intorno, ma quando parli alle persone le parole cambiano, diventano concrete e i miei lettori hanno deciso che il meccanismo si rompesse. Le mafie sono terrorizzate dalla parole perché sono abituate alla penombra. Non puoi permetterti di scoraggiarti –sottolinea trasmettendo tutta la malinconia di una vita vissuta sotto scorta- ma mi capita spesso perché Gomorra mi ha rovinato la vita per sempre, però lo rifarei”. 

Anonimo ha detto...

ma si è capito quanti hanno partecipato alla manifestazione di ieri? sui quotidiani gli articoli che ne parlano riportano solo foto rigorosamente dal basso...

Anonimo ha detto...

Io vorrei rivolgermi ai giovani, stasera, nella prima puntata di "Vieni via con me", per spiegare che la macchina del fango non è nata oggi, ma lavora da tempo. Quando si dà fastidio a chi comanda si attiva un meccanismo fatto di dossier, di giornalisti conniventi, di politici faccendieri che cercano attraverso media e ricatti di delegittimare i rivali.

Qualunque sia il tuo stile di vita, qualunque sia il tuo lavoro, qualunque sia il tuo pensiero, se ti poni contro certi poteri questi risponderanno sempre con un'unica strategia: delegittimare. Delegittimare il rivale agli occhi della pubblica opinione, cercare di renderlo nudo raccontando storie su di lui, descrivere comportamenti intimi per metterlo in difficoltà, così che le persone quando lo vedono comparire in pubblico possano tenere in mente le immagini raccontate e non considerarlo credibile.
Questa è disinformazione, più sottile della semplice calunnia che agisce soprattutto con i nemici. La disinformazione invece punta a distruggere le vittime nel campo degli amici, seminando quei dubbi e quei sospetti che proprio gli amici debbono temere.

Anonimo ha detto...

Caro Tonelli, da fastidio, eh ? Pur condannando le vigliaccate alle tue spalle, è lo stesso trattamento che riservi ad alcune categorie, quando tramite il blog infanghi senza sapere, o senza informarti, o sapendo o facendo finta di non sapere, istigando la pubblica opinione ad esasperarsi contro le medesime categorie oggetto di considerazioni generiche e ingiustificate. Ora sai come ci si senta e vedrai che forse sarai tu stesso oggetto ex novo di denuncia. Tra l'altro non sarebbe la prima condanna per istigazione. Ribadendo che, quella perpetrata alle tue spalle, è un'infamata.

Anonimo ha detto...

grazie da vero per questo blog.

Anonimo ha detto...

A chi ha detto basta vedere chi l'ha stampata: mi spiegate chi può essere tanto frollo da mettere il nome della propria azienda su manifesti chiaramente abusivi? Semmai se ne deduce che sull'asse cartellonai-pubblicità abusive-palazzinai-dementiCheSiCredonoArtistiPerchèSannoFareTreLettereConLoSpray Tonelli c'aveva visto giusto, eccome! Daje Tonè che ti sosteniamo noi!

Anonimo ha detto...

"Tra l'altro non sarebbe la prima condanna per istigazione..."

Istigazione a impedire che la città fosse sommersa di cartelloni.

Nessun cartellonaro condannato, invece, per il degrado vergognoso e pericoloso, nemmeno i responsabili delle morti per incidente.

Una vera allenza fra (pochi) mafiosi e corrotti e (troppi) IGNAVI: i cittadini.

Grazie RFS.


Anonimo ha detto...

manifesti bellissimi 10 e lode

Anonimo ha detto...

ahahahahah!!!! e' vero!!! tutti i coglioni sono arrivato dopo le 12,30..... dopo smaltito la sbronza e la cocaina..... ahahahahah.....

Anonimo ha detto...

Beh, diciamo che non ci vuole tanto a capire che siano falsi!
Una vendetta un po' idiota e cafona, anche perché va a sporcare i muri, ma in parte geniale.
Un gesto gravemente scorretto ma non più di quel che fate voi ogni giorno insultando e istigando alla violenza contro i romani spesso senza rendervi conto delle situazioni.
Daje!

Anonimo ha detto...

Vendetta ?

Delle varie disgustose mafie e mafiette più o meno camuffate (male in questo caso)?

Anonimo ha detto...

e mentre qualcuno si diverte ad affiggere cartelloni fuffa...

...Sulle addizionali regionali si consuma la vera punizione per i romano/laziali, a causa dell'insipienza amministrativa de noantri.

Aliquota del 3.3% con esenzione sotto i 15k noi.

Aliquota massima del 1.73% per redditi sopra i 75k Loro.



Sono soldi veri eh,

centinaia e centinaia di euro che ogni anno noi paghiamo in più,rispetto all'italiano medio.


Ottimo anche il raffronto fiscale.

Noi paghiamo lo 0.9% di addizionali comunali sull'Irpef, e sono esenti i redditi sotto i 12mila euro.

I meneghini pagano lo 0.8%, e sono esenti i redditi sotto i 21mila euro.

La differenza imponibile esenta a Milano - de facto - le classi medio piccole - operai, impiegati, commessi, la working class vera.

Da noi sono esenti solo pensionati al minimo ed evasori fiscali...pagamo tutti.

Anonimo ha detto...

Su, movimenti de sta michia, preparatevi la valigetta per la galera, senza blaterare inutilmente.
Magnifiche le ultime ragioni avanzate per giustificare una vita di ozi e furti sulle spalle della società: "Semo 20000, ahò".
Ah bè, allora. Se si contano i mafiosi di Reggio vi battono della grossa, non per questo vanno in piazza a rivendicare i crimini.

Anonimo ha detto...

Semmai (SE MAI) la denuncia ai CC avesse l'esito sperato (e facilmente prevedibile) vi pregherei di pubblicarne con evidenza la sentenza.

Che schifo 'sta mafietta squadrista che offende la nobile ideologia socialista ugualitaria

Anonimo ha detto...

Mazza però Tonè quanto sei bono
!!!!

lele leli ha detto...

Daje tonè magari nun lo avrai scritto te ma co tutte e fregnacce che scrivi stacce no ?...
quello che esce da sto blog nun me pare tanto diverso da sti manifesti
stacce daje stacce

Franz ha detto...

ahahah, visti dalla Germania fate ancora più ridere, rom-anazzi cari...come state ridotti, davvero se uno prova a criticarvi siete capaci di tutto.

ShareThis