Piangere dalla rabbia. La mafia dei movimenti imbratta di notte i muri che Retake aveva pulito sabato

16 marzo 2016

Quel murale, pieno di banalità da seconda liceo, brutto come una cambiale e realizzato senza chiedere alcun permesso, era lì dal 2014. Se le cose devono essere comuni e condivise perché realizzare un murale mascherati da palombari, da autentici conigli vigliacchi, nascosti nella notte, con l'odio di tutti i cittadini, i residenti, le persone oneste e per bene? Che razza di senso comune è questo? 

Quel murale era lì, nel punto pubblicitariamente più appetibile di Roma, a Porta Maggiore, snodo da decine di migliaia di vetture al giorno, e nessuno era stato in grado di scalfirne la maestosa strafottenza illegale. Non Ama, chiamata grazie ai tanti soldi versati da tutti a mantenere il decoro pubblico, non il proprietario del muro, presumibilmente le Ferrovie dello Stato. Era rimasto lì per mesi col suo sapore bolivariano, come in una città del Sudamerica di alcuni decenni fa (ma infinitamente più poraccio), solamente però di fronte ad uno dei monumenti più significativi della città. A comunicare a tutti i cittadini (ma soprattutto ai loro figli, a guardare dagli specchietti dal sedile di dietro) un messaggio non verbale devastante: in questa città se hai qualcosa da dire puoi fottertene di cosa pensano gli altri, puoi fottertene delle leggi, puoi scriverlo sui muri come si faceva nelle caverne centomila anni fa. È qualcosa che non si ripete da nessuna altra parte del mondo evoluto.


La scorsa settimana, marzo 2016, ci aveva finalmente pensato Retake Roma che nel quadro dell'evento WakeUpRoma aveva ripulito tante piazze inclusa quella di Porta Maggiore. Ieri notte i vigliacchi di cui sopra si sono presentati mascherati, facendosi tante foto ma mai apparendo con i loro connotati, come i camorristi o i trafficanti, e hanno completamente ri-imbrattato la parete scrivendo la solita scempiaggine tipica della borghesìa da centro sociale col padre notaio e la mamma grande avvocato. La feccia, della feccia, della feccia. 
Vorremmo vedere oggi, quando magari passeranno per andare a scuola, il volto dei tanti bambini che quel muro finalmente lo avevano pulito divertendosi e credendoci. In una mattinata dove per un istante le prepotenze hanno lasciato spazio alla legalità, unico denominatore comune (comune!) capace di far reggere una società. Una violenza profonda, subdola, spietata. È la violenza della criminalità organizzata, del racket. La violenza che sa perfettamente che non sarà punita. E dunque codarda alla potenza ennesima, la violenza senza rischi, facile, paraculata, protetta, raccomandata. Si sono presentati con un rullo all'ora di cena, l'incrocio pieno di macchine, il passaggio continuo delle forze dell'ordine, mascherati da carogne e da pagliacci. Carogne, meschini e pagliacci anche sotto le maschere. Anzi forse "infami", come usano dire loro a tutti coloro che la pensano diversa: utilizzando senza rendersene neppure conto il peggiore dei frasari della mafia. Nessuno ha detto loro nulla. Nell'anno del Giubileo, nell'incrocio più importante della città, con l'allerta terroristica ai massimi, puoi camuffarti, prendere dei rulli e fare una scritta larga un ettaro senza che nessuno ti possa dire nulla. È una roba umiliante per la quale in un paese normale si dimette il Ministro degli Interni. E, sempre in un paese normale, il giorno dopo si pulisce prontamente la sciocca provocazione.




Ma come ogni para-terrorismo che si rispetti, rigorosamente anonima arriva subito la rivendicazione. Appare sul profilo Facebook di un gruppo di violenti, stupidi, facinorosi impuniti mafiosetti di cui abbiamo già parlato in passato qui. Una delle tante costellazioni anonime di quella che è una autentica organizzazione camorristica che prospera a occupazioni, intimidazioni, macchina del fango per chi come noi - unici a mettere in cattiva luce questa brutta gente - racconta una storia differente. Gente che nel giugno dell'anno scorso con un'azione criminale in piena regola fatta di affissioni dovunque, mistificazione del logo ufficiale del Comune e occupazioni di spazi privati, aveva fatto il suo debutto in città. Ma leggiamo la rivendicazione.

CIÒ CHE È COMUNE NON SI CANCELLA
Azione di re-commoning a Porta MaggioreIn questi giorni è tutto un cancellare. Da nord a sud le città, i loro stessi muri, tornano ad essere terreno di contesa tra opposte visioni del mondo e dello stare assieme. Se a Bologna Blu distrugge le sue opere in protesta con i tentativi di appropriazione della loro natura comune, denunciando con una mano di grigio il grigiore di amministratori ed affaristi rapaci, a Roma sembra di assistere alla versione capovolta e tragicomica di quel gesto potente e visionario. Sabato mattina dei volontari in pettorina, armati di spugnetta e rastrelli, danno luogo alla fiera del decoro e del rancore urbano che porta il nome di Retake Roma. Sponsorizzati, tra gli altri, dalla LUISS (l'università di confindustria, da tempo attenta ai nuovi modi di sfruttare a fini privatistici le iniziative che nascono dalla società), se ne sono andati in giro con gli addetti di AMA a pulire e rassettare. Gratis, come impone il mantra del lavoro gratuito in tempi di tagli ai servizi, sorridenti, perché convinti così facendo di contribuire ad una nobile iniziativa di partecipazione e riqualificazione, ma soprattutto alla cieca: a subire la loro furia antidegrado non sono infatti solo le distese di cicche per terra e le merde di cane, ma ogni sussulto di vita che la città è stata in grado di produrre sul suo stesso corpo, ogni segno lasciato sulla sua superficie da chi la abita, la attraversa e la ama.Dal 13 dicembre del 2014 campeggiava a Porta Maggiore una grande scritta in vernice bianca, “Né pubblico / né privato / Comune”. Quella scritta era uno di quei segni, lasciata al termine di un corteo che rivendicava, nelle bufere appena sollevatesi dello scandalo di Mafia Capitale, il diritto alla città come diritto a viverla e a costruirla assieme. Era un segno che ci diceva che mentre il pubblico complottava assieme al privato per svendere tutto ciò che appartiene a tutti, per privatizzare i servizi e nutrire le filiere della sua corruzione, c'era sul territorio di questa città, dispiegata dai corpi che la praticavano, un'altra idea di Roma. Un'idea semplice e bellissima, che nessuna spugnetta può cancellare, e che parla e parlerà ancora a lungo di una città solidale e ribelle, aperta a tutti coloro che hanno a cuore il bene della comunità ed il suo diritto a governarsi da sé, in barba ai politicanti di turno ed ai manager dagli orologi d'oro. Oggi quella scritta abbiamo deciso di rifarla, perché di fronte all'azione di retakers intenzionati – come dice il loro nome - a prendersi ciò che è nostro, per confinarlo nei recinti della valorizzazione urbana dei “murales legali” o per ridurlo nuovamente a superficie bianca ed asettica, noi continuiamo e continueremo a produrre comunemente una città che invece di scacciarci ci somigli. È un'azione di re-commoning, perchè questo al contrario loro è quello che facciamo: rendere di tutti, e visibile a tutti, quello che altri vogliono recintare e saccheggiare, per poter vivere in una città più bella e più libera. E dove la decisione su come debba essere, fin nei suoi muri e nelle sue strade, sia per l'appunto né pubblica né privata, ma comune.

Deliri e contraddizioni senza appello (qui il link diretto, ma inutile mettere commenti: decine e decine di cittadini indignati sono stati prontamente censurati da questi alfieri del bene comune e della libera espressione): in relazione a testi come questo un'autogestione al liceo nei paciosi anni Novanta era una roba da Antonio Gramsci. Si parla di spazi comuni, ma il 90% del discorso parla di proprietà, parla di robbba, parla di "ciò che è nostro" che altri non possono prendersi e non possono toccare. Neppure hanno riletto cosa hanno scritto evidentemente avendo la testa altrove: a dove fare l'aperitivo o a dove organizzare il week end. Spaventoso davvero il vuoto pneumatico qui neppure riempito dalla cieca ideologia, semplicemente il nulla. Rileggete più volte questa rivendicazione perché ci intravedrete dentro tante cose, non solo un vuoto cosmico, ma anche paura, ignoranza, idiozia, prepotenza, impunità, conservatorismo, prevaricazione, fascismo, reazione, generone, medioborghesia romanoide della peggiore specie. Appare evidente però soprattutto quale sia il portato di violenza (esplicita e latente) di chi pensa che la città sia comune, sia di tutti, ma solo di tutti coloro che "somigliano". La città è di tutti, se sono amici miei. Una mentalità che fa più danni, lo abbiamo detto mille volte, di Mafia Capitale.
I volontari che, esausti da anni di degrado e di mafia - mafia nella quale queste nullità sguazzano da sempre - inscenano in realtà a loro detta una fiera del "rancore urbano". Osano ripristinare la dignità della città, ma soprattutto la legalità che chiaramente indica che sui muri non si scrive. Non si scrive per il semplice fatto che altrimenti chiunque potrebbe scriverci qualcosa visto che, a dispetto di quanto credono i nostri eroi, non sono loro a poter decidere chi può comunicare strumentalizzando la città come un post-it e chi no. "Quello che è comune non si cancella" dicono spiegandoci che sono loro a decidere cosa si può cancellare e cosa no. Vigilano al di sopra di tutto come fa la Ndrangheta in certi paesi dell'entroterra calabrese: se ti muovi nei limiti puoi fare, se superi i paletti loro intervengono, anonimi e incappucciati tra insulti, provocazioni e violenze. E mettono tutto apposto. 

La giustificazione è evidente: il murale era una reazione a Mafia Capitale. Ammettono così, dopo due anni, che questa è l'unica azione concreta fatta dalla ramificata pletora dei movimento contro la criminalità che strozza la città. La faccenda è scoppiata nel 2014, siamo nella primavera del 2016 e l'unica azione concreta di questa immondizia umana per reazione è una orripilante scritta su un muro. Basta. E lo ammettono loro stessi: se avessero imbastito qualche altra azione reale l'avrebbero rivendicata nel comunicato. In realtà il cancro di illegalità e idiozia che rappresentano, con le varie metastasi fatte di spazi occupati e aree sottratte alla legge è il brodo entro cui il plancton mafioso germina, cresce e si sviluppa. Senza il bubbone di caos rappresentato da questi signori molto più difficile sarebbe l'attecchimento di mafie e speculazioni. 

Ciò che 2000 volontari in una giornata di impegno civile avevano realizzato è stato mortificato e vanificato in pochi minuti da un gruppetto di 10 persone. Questa è davvero la avvilente metafora dell'Italia. Hanno provato a fermare la manifestazione sabato, come vi abbiamo raccontato, ma non essendoci riusciti sono tornati come rubbagalline, mascherati, di notte, come sorci di fogna, come cani rabbiosi alla ricerca di una piasciatina territoriale. Nella città che ha fatto penare per due anni William Kentridge, uno dei più giganteschi artisti del mondo che ora finalmente sta realizzando il suo murale al Lungotevere, puoi fare tutto questo senza conseguenze, senza interruzioni, senza rischiare nulla. Mascherato.

In una città normale, specie in campagna elettorale, una azione come questa fa venire giù il mondo. Con la politica costretta a schierarsi nettamente, con le squadre dell'Ama pronte a ripulire laddove i prepotenti e i violenti hanno sporcato e con la Questura che dopo questo ennesimo atto di intimidazione e di violenza decide finalmente di non concedere più l'autorizzazione per la manifestazione del prossimo sabato. Questi individui sabato prossimo faranno il loro corteo in un'altra piazza ripulita da Retake sabato scorso: Piazza Vittorio. Abbiamo idea di cosa potranno combinare? Vogliamo intervenire solo a valle sul latte versato?
Gli intenti squadristi sono chiarissimi da giorni: questa manifestazione si sta preparando all'insegna di atti provocatori, violenze, intimidazioni. La città si sta coprendo di abusi. Scuole, muri comuni (appunto!), mezzi pubblici sono imbrattati da scritte e manifesti illegali. Su web appaiono rivendicazioni vergate con lo stesso stile della criminalità organizzata. Squadracce di inquietanti fuorilegge girano per la città mascherate e fanno il loro comodo. Comprendiamo cosa significhi far intendere a questa nuova forma di nazifascismo che è padrone della città, che può fare tutto quel che vuole senza conseguenze? Dove è la Questura in tutto questo? Dove è il Prefetto? Tutti sono in attesa che questa forma di violenza si tramuti in qualcosa di più plateale come negli anni Settanta prima di intervenire con risolutezza? Non si capisce che lasciando un dito a questa melma umana si rischia di perdere il braccio? Sono andati in piazza a manifestare a volto coperto contro un gruppo di volontari e bambini che aveva ripulito un'area della città santo iddio, ma che altro di crudele, spietato e assurdo devono fare per essere fermati?
Davvero la strategia delle Forze dell'Ordine è un lasciar fare sperando che questo permetta ai facinorosi di sfogarsi sui muri evitando violenze maggiori sulle persone? È una strategia fallimentare. Il risultato è una città meschina, dove le persone normali e per bene non riescono più a vivere e si mobilitano, vedi Retake, chiedendo rispetto. Questo fa montare la rabbia nei prepotenti e nei violenti (che nel frattempo sono sempre meno, ma sempre più cattivi) con situazioni già oggi al limite. Gente a volto coperto per strada, gente che interrompe manifestazioni altrui. Lo scontro fisico è dietro l'angolo e il crescendo di violenze è percepibile. Non si capisce perché non lo si voglia fermare.



Dice: ma non avete in quella disgraziata città una stampa che si occupa di fare opinione su questa feccia? Ebbene sì che ce l'abbiamo, ma abbiamo una stampa che fa opinione a favore di questi farabutti. Questi individui si comportano da banditi, parlano come mafiosi, si atteggiano a fascisti e a prepotenti Banda della Magliana style, ma in realtà si tratta di borghesi, reazionari, figli di papà con la macchina nuova e di ritorno giusto domenica scorsa dalla settimana bianca. I giornali, specie il giornale che più di ogni altro fa opinione in città, Repubblica, è sotto sotto in piena sintonia culturale e intellettuale con loro. L'articolo che è uscito ieri sera dopo questa azione dimostrativa in stile camorristico, è emblematico. Ve lo riportiamo qui sopra. Ovviamente sullo scacchiere squallido degli opinion leader Repubblica è stata l'unica, ovviamente a favore dell'azione illegale. Per il resto il silenzio. Compreso quello, assordante, dei candidati sindaco. Troppo impegnati a proporre idiozie frutto di impreparazione e sciatteria: ieri abbiamo smontato pezzo pezzo alcuni "progetti" di Raggi e Giachetti, mentre lo facevamo - a riprova di una campagna elettorale di livello mortificante - Marchini prometteva che in caso di vittoria i Fori Imperiali sarebbero tornati l'autostrada di auto private e incidenti mortali che erano prima. Ma questo non merita neppure commento.

105 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

le distese di cicche e le merde di cane sono il sussulto della vita della città. Mi sono fermato qui, grazie.

Anonimo ha detto...

inutile fecciaglia.
verrebbero schifati pure dai maiali se fossero dati in pasto a loro.

Anonimo ha detto...

Immagino come le nostre solerti forze dell'ordine siano intervenute subito......

MARCHINI, FATTI UN BELLO SPOT ELETTORALE: PAGA LA RIPULIZIA DEL MURO....

Anonimo ha detto...

Basterebbe ripulire subito (al mio caseggiato dopo un po' di tira e molla con analoghi parassiti ho vinto io ), ma questa inutile mondezza umana la prenderebbe come sfida e finalmente troverebbe motivazione alla loro squallida inutile disgustosa esistenza.

Anonimo ha detto...

Sto piangendo. Sul serio.
Più leggo di questi articoli più certa gente vorrei trattarla con una corda di pianoforte. Se i loro genitori li riconoscono dai vestiti spero gli diano un bel po' di legnate.

Anonimo ha detto...

Grazie a RFS per il coraggio. Almeno fino adesso non ho ancora visto in nessun giornale o blog la notizia della disgustosa azione dei figli di papà mascherati a degradare quello che in qualsiasi parte del mondo sarebbe una bellissima piazza storica con al centro la Porta più importante delle Mura e degli Acquedotti, godibile da tutti ma certo non da chi forse i reperti li ha direttamente in casa portati dal papino avvocato di grido.
Con due volanti in un paio d'ore si identificava questa feccia e si condannavano (i papini) al risarcimento integrale del decoro della piazza (in un Paese normale....)

Anonimo ha detto...

Oggi Repubblica pubblica le foto e parla "di guerra sottile sui muri", sono veramente dei poveri mentecatti

Anonimo ha detto...

Vedi se dovessero lavorare come gli passerebbe la fantasia per 'ste cazzate...

Anonimo ha detto...

Poco fa a Porta Maggiore mercatino del RUBATO che ostacolavo addirittura salita/discesa dai mezzi pubblici. Scene da incubo con peraltro tantissima gente che acquistava. Porta Maggiore è peraltro un monumento tra i più importanti della città. Dove cazxo stanno i vigili, dove le forze dell'ordine. Dove stanno i 'E poi questi 'ragazxxotti' dalla cervello bruciato da droghe e canne li difendono pure. Sembra tutto un incubo

Anonimo ha detto...

Questi non sono fascisti ma di estrema sinistra.

Anonimo ha detto...

ma che je frega a questi... l'unico obiettivo è rimedià un po' de fumo o de erba pe fasse le due/tre cannette quotidiane....

Anonimo ha detto...

Penso che non avete proprio un cazzo a cui pensare.....fare una guerra per un muro, per una scritta come se la nostra società ha come problema fondamentali queste cagate....mentre blu da una lezione grossa a tutti i metodi di pensiero e di ambizioni voi lottate tra poveri dove vi affannate per arrivar prima a farsi inculare dal primo più menefreghista di voi e dei vostri futili problemi....la libertà di scrivere su un muro, la libertà di pulirlo, ma de che cazzo state a parlà che non semo manco più liberi de parlà....ridicoli e anacronistici guerrieri sui muri che hanno portato a 'ste tristi lotte e realtà!

Anonimo ha detto...

Questi non sono fascisti ma di estrema sinistra.
Li si chiama fascisti proprio per insultarli.

Anonimo ha detto...

Ma stiamo ancora al fascismo e al comunismo??? ossignur.....sono solo delle teste di cazzo patentate....

Anonimo ha detto...

10:29
i probbblemi sò "altri" se sa,

ma la MERDA scarabbocchiala in casa tua o, meglio, sul SUV del tuo papino

Anonimo ha detto...

I muri puliti sono il simbolo dei popoli muti!
Viva la libertà, se sarà necessario si scriva su tutti i muri della città!

Anonimo ha detto...

10:55
povere piccole gonadi presuntuose...

aaa libbbertà non è farsi i c. tuoi e rendere invivibile e orrenda la città sguazzando nella m. cui ti senti non a torto simile

la Libertà è concetto nobile di condivisione delle opportunità della vita per tutti, anche di chi è COSTRETTO a vivere tra quei muri luridi e non nell'attico pariolino del tuo papino

Anonimo ha detto...

scrivere o non scrivere non è questo il problema....si è liberi di farlo o no, la cosa grave è che si scende a pulire per fare un torto ai "movimenti" antagonisti e loro scendono a scrivere per fare un torto ai retakers...in pratica na lotta tra sorci a dir tanto...tristezza per i retakers che sono schiavi del sistema e altrettanta tristezza per i riottosi che se credono matti pe na scritta......aripiateve!! se volete scrivete senza rompe er cazzo e se volete pulite senza rompe er cazzo a chi "sporca" perchè sennò che ve pulite....Svejateve

Anonimo ha detto...

attico pariolino di tuo papino....ma come cazzo scrivete e chi cazzo ve credete de esse...boh

Anonimo ha detto...

11:07
aaa libbbertà non è farsi i c. tuoi e rendere invivibile e orrenda la città sguazzando nella m. cui ti senti non a torto simile

Appunto

Anonimo ha detto...

Poverini, lasciategli l'illusione che la loro vita abbia un senso!
Magari abbiamo sì una scritta di merda in più, ma tanti meno depressi, frustrati...magari così non vanno a ammazzare la gente per gioco come quell'altro tizio

Anonimo ha detto...

Una citta' molto sorvegliata, non c'e' che dire.......Alfano, cosa ci dici ?

Anonimo ha detto...

cioè da una scritta s'arriva a ammazzà? a sto punto me pento pure de avè scritto qua sopra....datevefoco tutti ultimi consiglio

Anonimo ha detto...

La maggior parte dei serial killer cominciano con lucertole e gatti.
Da qualche parte si comincia sempre...

Anonimo ha detto...

E' vergognosa la resa delle forse dell'ordine.
Piuttosto che intervenire e riportare l'ordine a beneficio dei cittadini più deboli e impossibilitati ad affrontare simili orde di delinquenti, preferiscono il disordine controllato dai medesimi delinquenti.
Lasciate pistola e tesserino e, ancora prima, lo stipendio che vi regalano, con le nostre tasse, per non intervenire.

Anonimo ha detto...

... forze ... ops refuso!

Anonimo ha detto...

Ste zecche de merda! ma beati loro che non c'hanno un cazzo a cui pensare nella vita che a un sudicio muro! ma fatevi una scopata..andateve a pizzica nei centri sociali! luridi!

Anonimo ha detto...

Siete dei poveretti, voi e quegli idioti sfruttati de retake

Anonimo ha detto...

Bambocci ignoranti figlidipapà viziati

incapaci di vedere la bellezza e l'armonia di una piazza che

per quanto massacrata da traffico e scelte urbanistiche demenziali (ingresso treni in città di metà'800-terribile il sottopasso automobilistico) è cmq potenzialmente ricca di arte di ogni epoca che potrebbe essere valorizzata e godibile con un buon progetto architettonico..



I ragazzi di retake sono una delle poche cose buone di Roma in questo momento, forse solo per questo bersagli di dileggio e pippe ideologico-mentali senza senso (vergognatevi a usare terminologia della sinistra- penosi FASCIO-CAMORRISTI) di chi è a suo agio solo negli escrementi che gli ricordano la sua squallida esistenza.

Anonimo ha detto...

Siete dei poveretti, voi e quegli idioti sfruttati de retake.

Quindi secondo te se qualcuno fa qualcosa di volitivo è uno sfruttato?
Quelle persone non misurano se stesse sulla base di quanto guadagnano o di quanto ce l'hanno lungo come fai tu. Ecco perché non gli importa di essere pagati per farlo perché non è una cosa che fanno per dovere. A lavoro ci si va per dovere, perché a questo mondo per campare ci vogliono i picciuli ma quando esci da la quello che fai lo fai per te. Per stare meglio dentro e non dentro il portafoglio.

Con il tuo ragionamento quando qualcuno mi chiede indicazioni stradali mi dovrei far pagare. Assurdo. Qualche giorno fa ho aiutato un bambino ad allacciarsi la scarpa (era piccolo) dovevo farmi pagare?

Poi la cosa della pagina bianca che non è nulla è veramente idiota. Una volta riempita una tela è quello che è ma quando è bianca è il contenitore perfetto per metterci tutto. Una tela bianca è in potenza qualsiasi cosa e chiunque può immaginarci un dipinto diverso sopra. Ma quando c'è un dipinto quello è e rimane.

Anonimo ha detto...

QUESTI TROGLODITI CHE SI PENSANO MASCHERATI DA RIVOLUZIONARI SONO TRA LE DISGRAZIE CHE INCHIODANO ROMA AD UN DEGRADO SENZA FINE.

Anonimo ha detto...

Si, dei COMUNISSIMI coglioni!

fracatz ha detto...

intanto co' tutte 'ste belle passate e ripassate de vernice quei mattoni senza intonaco diventano più resistenti alle intemperie

Anonimo ha detto...

AGGIORNAMENTO SCIMMIE DA FACEBOOK
===================================

Allora ragazzi, 4 o 5 scimmiette dei movimenti, che probabilmente erano nella foto a volto coperto, si sono date un gran da fare per portare simpatia al loro movimento, con frasi tipo:

Mauro Staralfur oh povero brutto muro imbrattato da una scritta, come faremo a vivere adesso? senza quel muro splendente pulito da retake.
Fosco Batini se volete potete comodamente chiamare gli sbirri, questuare du barattoli di vernice da qualche palazzinaro o far sgobbare un po quei boy scout sfigati di retake..
Paolo Quinta Colonna Davide Santoro Come te che hai studiato da Nicolo Cusano e fai retake, ti hanno dato un muro da ripulire, non denigrarli e datti da fare...suvvia.
Chiara Marchione I volontari di retake sono gente che ha troppo tempo libero, testa di cazzo!
Diego Sabbagh ottimo lavoro retake! siete stati bravissimi a fare spazio per loro : ) non c'era più un angolino su quel muro...
Massimo Zapata Imbrattare??? Negate l'evidenza di un messaggio politico? Negare anche davanti all'evidenza? Roma fa schifo riesce a corrompere la corruzione.
Massimo Zapata Muri puliti, popolo muto.
Emianz Alberti Incitazione all'odio
Lidia Proietti Quel muro da anni rappresenta una voce per piccoli grandi messaggi di libertà provenienti dal basso. Sono ben altre le cose e gli spazi da pulire!
Valentina D'Amore Ma ditemi un po...prima de facebook i retakardati come voi..dove si incontravano??
Franco Puntellato Muri puliti popoli muti,
Emiliano Gentili Ah,ma per te che hai scritto l articolo questo è il degrado? I muri sporchi?

Il problema di questi mentecatti è uno solo: Retake. Hanno una fottuta paura di gente che si organizzi sotto altri ideali, che tolga loro terreno. Il livello intellettivo è questo eh? Ragazzini con profili fake che insultano perché qualcuno li critica. Nessuna voglia di coinvolgimento popolare, nessuna proposta, niente. Armamentario di termini tipo: borghesi, proletari, fasci, sbirri ecc. Insomma roba che negli anni '70 cominciava a puzzare di stantio.

Chiudiamo con delle scimmiette che ci danno il sorriso coprendosi di ridicolo:

Cristina Sebastianelli Ma invece di postare le foto di questa bravata, perché il tuo telefono non l'hai usato per chiamare il 113 e denunciare la cosa? Tutti Riccardo Cuor di Leone o mi sbaglio?
Fulvio Perrotti Chiamare la polizia invece di fotografare?
Nico D. Castaldo Ma oltre che fotografare e riprendere non potevate anche chiamare le forze dell'ordine?




Giulio Paz ha detto...

si ripulisce e si aspetta... e poi li si lascia in loco

Anonimo ha detto...

la loro logica è sempre la stessa, di quaranta anni fa, stantia: nel degrado ci sguazzano, vogliono fare la revolucion ma sono solo dei manichini che ripetono slogan in mano a un paio di vecchi sedicenti intellettuali frustrati. Grave che la Repubblica non stigmatizzi anzi li sostenga, grave che nessun giornalista "de inkiesta" all'italiana faccia luce su queste realtà, gravissimo che le forze dell'ordine se ne fottano bellamente.

Anonimo ha detto...

Ma qualcuno riesce a tradurmi la "narrazione" pubblicata dal Volturno? Non ha molto senso, vero?
In ogni caso non capisco: se un gruppo di cittadini si organizza autonomamente per prendersi bene di un bene COMUNE su base volontaria, e la terribile LUISS privato cattivone decide di sponsorizzare l'evento fornendo magari i materiali che altrimenti sarebbero stati comprati con ulteriore aggravio finanziario dei volontari, che cazzo di problema hanno questi? Se non sono d'accordo sulla gestione del BENE COMUNE perche' poi si comportano come se Porta Maggiore sia un bene PRIVATO, il loro bene privato? Perche' non manifestano il dissenso confrontandosi con Retake anziche' fare dispettucci da quinta elementare? E allora io ti risporco il muro, pappappero!
Seppure alcune delle loro lotte possano avere una finalita' giusta o delle premesse sacrosante, non si rendono conto che cosi' si squalificano automaticamente solo ricorrendo a questo linguaggio stantio e autoreferenziale che dice tutto e non dice un cazzo, per non parlare dei gesti che lo accompagnano? Boh

Anonimo ha detto...


Mafia? Magari, si tratta di mafiette da pollaio, porcherie, quaquaraquà!

Anonimo ha detto...

TRASPORTI
Atac, il 15% non paga il biglietto
«Perdiamo 40milioni all’anno»

di Carlotta De Leo
Il dg Rettighieri ha passato una mattinata da controllore a piazzale Flaminio: «C’era chi pagava e chi no». E sulla Roma-Lido ammette: «Carenza di gestione, ci sono treni troppo vecchi per cui non troviamo nemmeno i pezzi di ricambio»

Anonimo ha detto...

Corsie preferenziali: la lezione a Giachetti
Sul blog Romafaschifo una lectio magistralis di trasporto al candidato Roberto Giachetti: "La smetta di dire cacchiate, la riga rossa non è prevista dal Codice della Strada"

Anonimo ha detto...

Ad Anonimo marzo 16, 2016 12:56 PM
c'han provato a confrontarsi, aggredendoli ma son stati respinti. Il problema probabilmente è più la rosicata che la scritta in se. Poi la cosa della LUISS è la solita retorica contro le multinazionali che per loro sono cattive (ed uso un termine infantile come "cattive" non a caso).

Anonimo ha detto...

Questi quattro coglioni, invece di fare casino davanti al governo per cose sensate....es democrazia in mano alle banche, pensano di essere "rivoluzionari" imbrattando un muro antico!
Questi appartengono alla peggior feccia del genere umano, sono così omoologati ignoranti e privi di personalità che un giorno non mi stupirei se dall' estrema sx/anarchia, passassero all'estrema dx......
ma questi quattro coglioni, non sanno neanche che differenza c'è tra i due pensieri............credono di combattere il "sistema" senza sapere che con la loro ignoranza rendono "il sistema" più forte!

Anonimo ha detto...

Rivoluzionari che indossano giacche da 250 euro e non hanno neanche il coraggio di metterci la faccia ma si mettono la mascherina! Siete il nulla.

Anonimo ha detto...

"I muri puliti sono il simbolo dei popoli muti!
Viva la libertà, se sarà necessario si scriva su tutti i muri della città!"

e poi votano i soliti

ci vorrebbe hitler solo per voi

Anonimo ha detto...

A 'sti imbecilli pseudo-rivoluzionari da salotto, il muro lo farei ripulire con la lingua. Siete la feccia della società.

Anonimo ha detto...

Cose gratis per tutti! Basta con questa storia che chi lavora può avere tutto e chi non lavora non può avere nulla!!! Il Popolo deve insorgere, ma che ne sapete voi capitalisti!

Anonimo ha detto...

Certo perché la Roma che ti mangi si coltiva/alleva e trasporta da sola mica perché c'è qualcuno che lavora? Il pc da cui scrivi mica qualcuno l'ha progettato, costruito e trasportato perché tu potessi acquistarlo (con i soldi di papà, tu non lavori e sempre che non sia rubato). Stessa cosa per il cellulare (che non so perché penso sia l'ultimo uscito).

figurati le cose vengono se da se. Non so se ridere o piangere. Si accettano suggerimenti.

Anonimo ha detto...

Comunque non è molto corretto accanirsi con questo razzismo verso persone che hanno gravi e visibili problemi di ritardo mentale! Questa pagina andrebbe chiusa, manco i nazisti si comportavano così!

Anonimo ha detto...

quanto fa schifo Roma? Ma anche se fosse pulita, a parte il centro....l'avete mai vista Madrid?
https://www.google.it/maps/@40.4203367,-3.6866751,3a,75y,75.69h,81.51t/data=!3m6!1e1!3m4!1svnxhgDBcpoE-4Np4PRhFqQ!2e0!7i13312!8i6656!6m1!1e1

Fatevi un giro, la città più bella di sta minchia!! Gli cagano in testa almeno una 15ina di città europee e non

Anonimo ha detto...

Questi qua, sono quelli che non pagano il biglietto, buttano la merda loro dovunque si trovano, si sfondano di canne dalla mattina alla sera (quando va bene), studiano per far contenti i genitori (o sono ripetenti o fuoricorso), si rifiutano di fare lavori umili (perchè sono anche altezzosi), sono così annoiati che ogni tanto fanno qualche marachella (come imbrattare i muri).
Quando cresceranno (40/50 anni), i figli di papà avranno il cuo coperto, gli "sfigati" si risveglieranno di colpo e scopriranno di essere falliti (ovviamente daranno colpa al sistema) non saranno più considerati dai più giovani, saranno sempre più soli e si butteranno nell' alcol, nei psicofarmaci..........(le droghe gli costerebbero troppo)!
I futuri barboni di Roma!

Anonimo ha detto...

haoooooooooooo, semmio gommunisdi, famo er sogialeh, famo l'indegrazioneh, ge dovede da li spazzih! famo a kurturah!!!

datece i posti comunali!!! mordassgi vosdrih!!!!

Criss ha detto...

C'è una cosa che questi coglioni stanno sottovalutando. Contrariamente a quanto pensano i più, ovvero che avranno sempre il culo coperto dai genitori, questi coglioni non si rendono conto della fine che faranno: tutti camerieri dei padroni che tanto disprezzano. Perchè non ci sarà più nessuno a coprirgli il culo e gli toccherà lavorare.. ma, da che mondo è mondo, chi non ha studiato ed è vissuto alzando il dito medio è condannato a traslocare pianoforti e servire ai tavoli!

Criss ha detto...

Ma chi è il coglione anonimo del commento delle 2:55! Il primo dei servitori di cui sopra.

Anonimo ha detto...

Io non difendo quelli che scrivono sui muri, ma qui dentro certa gente fa proprio schifo, ignorante anche adesso che dovrebbe essere chiaro dove sta il problema, altro che sistema. Insomma per voi chi e' disoccupato lo e' per propria colpa....quanto fate schifo? Quelli che la pensano come voi sono IL problema, la pensate ancora come negli anni 50. ma tanto oggi come oggi, qualsiasi lavoro di merda che ancora fate e' a rischio, domani vi ritroverete disoccupati e poi vediamo chi ride, ve lo auguro. Voi il problema, altro che quelli che scrivono sui muri, voi fate ancora piu schifo, PERBENISTI.

Anonimo ha detto...

Leggi i commenti tipo criss...e poi ti meravigli di quanto sia schifosa questa citta'...lo specchio di chi la abita.

Anonimo ha detto...

Ok 5:46 PM, ma mi spieghi come lasciare un "messaggio politico" su di un muro (di un certo pregio storico tralaltro) aiuta a combattere la disoccupazione? O a risolvere i problemi che questo movimento si prefigge di risolvere? Non capisco. A me sembra solo rosicata misto a marcare il territorio.

Anonimo ha detto...

O quello delle 4.09...malati di mente

Anonimo ha detto...

E allora mi devo mettere a criticare chi fa il trasportatore il cameriere lo spazzino, tu stai FUORI.

Anonimo ha detto...

e adesso per fare la rivoluzion, APERITIVO + DJSET !!!

Siegfried ha detto...

Il fatto è che i movimenti e i centri sociali, e tutto ciò che "producono", sono ampiamente tollerati e trattati niente più che come fastidiose zanzare, controllabili con qualche zampirone e spruzzatina di Autan (ovvero qualche denuncia e qualche arresto ogni tanto) alla bisogna. Di fatto, nonostante cerchino di rompere i coglioni urlando a voce più o meno alta, non hanno alcuna presa sul 99% della popolazione, quindi per chi muove i fili del sistema politico e amministrativo non costituiscono alcun pericolo. Diverso sarebbe il discorso se gli appartenenti al movimento avessero reali capacità e competenze tali da creare un movimento, VERO però!, in grado di cambiare in meglio la città, ma così non è. Centri sociali, manifestazioni, scritte sui muri e via dicendo sono così l'inutile armamentario dei falliti della società realmente partecipativa, quindi tirate un bel respiro e pazientate, con gente come questa di più non si può fare.

Anonimo ha detto...

Il riferimento alla teoria antigiuridica dei beni comuni qualifica perfettamente la natura radicale chic delle famiglie dei vandali.

Anonimo ha detto...

Sono teste di MINCHIA!!!

Anonimo ha detto...

Personalmente ritengo il volontariato, tutto il volontariato, non solo retake, socialmente ininfluente se non accompagnato dalla Politica. E intendo qui quella con la P maiuscola, quella che punta ad organizzare la società in un modo piuttosto che un altro. Distribuire pasti ai poveri è certamente una cosa buona, ma è sostanzialmente inutile se non si fa nulla per combattere il sistema economico che genera povertà. Nello specifico di retake quello che viene contestato non è l’azione in sé, ma la filosofia che sta dietro l’operazione “Wake Up”. Provo a spiegarmi meglio, domenica mattina chiunque sia passato per porta maggiore avrà notato l’immondizia tornare ad accumularsi nelle aiuole. Tempo qualche giorno e la situazione non potrà che essere quella di prima, e questo perché la manutenzione di una città non può che essere un’attività ordinaria, quotidiana. La logica della straordinarietà, dell’evento, non porta da nessuna parte. Bisogna quindi rendersi conto, come riconosce lo stesso Tronca sul DUP, che questa manutenzione ordinaria non funziona come dovrebbe perchè la macchina comunale è strutturalmente sottorganico. E qui arriviamo all’ineludibile punto “Politico”, perché AMA (ma anche Atac, ecc. ecc) è sottorganico? Perché negli ultimi decenni in questo Paese ha prevalso una logica privatistica accompagnata da una vera e propria controrivoluzione culturale, quella secondo cui anche le aziende dei servizi pubblici devono produrre profitti o, al massimo, chiudere i bilanci in pareggio. Quindi se davvero si voleva la piazza pulita, sempre, tutti i giorni, quei sacchi di spazzatura andavano presi e scaricati davanti al Campidoglio chiedendo a gran voce l’assunzione di nuovi operai. Poi è ovvio che nessuno vuole la proliferazione della lottizzazione della cosa pubblica a cui siamo stati abituati, che bisognerebbe organizzare tutto in maniera diversa con un controllo dal basso e congiunto tra lavoratori e “utenti”. Ma qui il discorso si complica e diventerebbe lunghissimo. E proprio in riferimento alla relazione di Cantone andrebbe aperto un ragionamento su quale verminaio abbia generato la progressiva dismissione ed esternalizzazione del servizio pubblico. Vogliamo parlare della 29 giugno e degli appalti per la raccolta dei rifiuti organici? O nel caso dell’Atac la dismissione delle linee periferiche alla TPL? O lo scempio dei punti verde qualità? Potremmo andare avanti per giorni.

Anonimo ha detto...

retake??? ppppppppppppppppppppppppppppprrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

Anonimo ha detto...

Porcodddio TONELLI ma chi sei MARTINA DELL'OMBRA?Usi la sua stessa tecnica, lei però fa satira, tu sei solo un povero coglione, UN MITOMANE FRUSTRATO. Ma come parli?Come scrivi?Ma ti rendi conto degli aggettivi che hai usato per descrivere una scritta su un muro: UN GESTO CRUDELE SPIETATO E ASSURDO?La cosa peggiore è che non sei ritardato come vuoi far credere, la cosa peggiore è il veleno che c'hai in corpo. L'unica cosa spietata e assurda è che esiste gente come te senza cuore, l'unica cosa spietata e assurda è che ci sta gente che perde il lavoro e si trova in mezzo a una strada e se riesce a campare e grazie a QUEI MOVIMENTI PER LA CASA CHE TANTO ODI, CERTO CHE LI ODI TU INCARNI PERFETTAMENTE IL PROTOTIPO DEL FACCHINO DEL POTERE, DEL BORGHESE ARRICCHITO TRAMITE CONOSCENZE!Cosa fate voi oltre a sfruttare gente INGENUA come I VOLONTARI DI RETAKE?Fai finta di non capire che la POLEMICA APERTA NON è CONTRO I RETAKERS (che convinti di far del bene vengono sfruttati da gente senza scrupoli come TE) La polemica aperta è contro chi SFRUTTA L'INGENUITà DI QUELLE PERSONE, O FA LEVA SULLA FRUSTRAZIONE DI ALTRE per diffondere odio, rancore e per reprimere OGNI FORMA DI DISSENSO.
Io grazie ai centri sociali ho partecipato a dibattiti interessanti, ho conosciuto scrittori, ho visto documentari e bellissimi film, ho approfondito delle questioni di politica estera che non conoscevo. Sì, ho anche ballato, ho fatto anche APERITIVI a un prezzo ACCESSIBILE. (MA PER TE SOLO I RICCHI POSSONO AVERE DIRITTO ALLO SVAGO VERO?) Tu che cosa cazzo fai per questa città, PER ROMA, oltre a sputare veleno come una serpe?TU/ VOI COSA AVETE FATTO CONTRO MAFIA CAPITALE?Loro il corteo e una scritta, e voi?VOI NIENTE, voi SERVI E MUTI. INOLTRE, IN GIRO SI DICE CHE NEMMENO PAGATE I GIOVANI CHE SCRIVONO PER ART TRIBUNE!!! Perché vi piace che si LAVORI GRATIS VERO AMMERDE?TI DOVRESTI SOLO VERGOGNARE E FARESTI MEGLIO A TAPPARE QUELLA FOGNA DI BOCCA CHE TI RITROVI.

Anonimo ha detto...

Muro ripulito!

Anonimo ha detto...

Cazzo, j'hanno ripulito il muro!!! E mo' chi je lo dice agli stra-fatti che non possono comprarsi il fumo perchè devono compra' 'n artro bidone de vernice p'annà a rifa' er muralesse

Anonimo ha detto...

Cioè l'hanno ritolta la scritta?! Ogni tanto una bella notizia.

Anonimo ha detto...

Vandali miserabili figli di papà violenti solo perché in gruppo e fidanti nella sostanziale impunità in un Paese allo sbando.

Se gli facessero RISARCIRE il danno (ai loro papini avvocati pariolini)

od obbligarli a RIPULIRE ( sempre se ne fossero capaci, vista la totale inattività di mani e cervello)

ci penserebbero bene prima di devastare luoghi e beni pubblici.

Anonimo ha detto...

Ma già che c'erano non potevano obbligare il proprietario del muro (F.S:?) a pulire tutto il muro? sarebbe un buon inizio di riqualificazione...

Anonimo ha detto...

Caro 7'49 am, le iniziative dei centri sociali saranno anche culturalmente valide.... Ma vuoi forse negare che i capetti ( e non mi negherai certo l'esistenza dei capetti) alla fine gli accordi li chiudono sempre con i padroni? Vuoi forse negare che alla fine per quanto antagonisti siete sempre scesi a compromessi (piu vantaggiosi per loro che per voi) con la politica ufficiale? Vuoi forse negare che per qualche capetto, il salto dallo squat alle poltrone comunali e' stato piuttosto breve? Vuoi forse negare che da quasi 40 anni che esistete non avete apportato nessun miglioramento tangibile per la collettività? Siete la forza piu conservatrice in assoluto, sappiatelo

Anonimo ha detto...

Uno che inizia un commento con una bestemmia la dice tutta sulla profondità del proprio sentire e la validità delle proprie argomentazioni!
Sta teppaglia dannosa è il vero male per la comunità "civile", altro che "beni comuni" di cui si riempiono la bocca...

Anonimo ha detto...

Uno che si attacca alla bestemmia e non legge le argomentazioni ha la profondità di una pozzanghera e farebbe meglio a tacere invece di sparare cazzate.

Caro 12'55 a me i centri sociali mi hanno dato tanto, non solo a livello di formazione culturale, ma anche a livello umano. Un arricchimento che non si ferma alla fruizione di film, mostre, documentari, o alla semplice possibilità di avere accesso allo svago (che altresì mi sarebbe stato negato); Ma anche l'aver compreso TRAMITE LA LORO PASSIONE E UMANITà, tramite tutte le iniziative interessanti che propongono, QUANTO SIA IMPORTANTE la costante difesa degli ultimi, degli sfruttati e degli oppressi CHE IN ITALIA NON VENGONO RAPPRESENTATI DA NESSUNO!MAGARI TUTTI I FIGLI DI PAPà SI SPENDESSERO DAVVERO PER QUESTO. Roma sarebbe un posto migliore, più giusto, più equo. Ridurre i movimenti all'aberrante descrizione che ne fa TONELLI significa ESSERE IN MALAFEDE, DIRE BUGIE, STORPIARE LA REALTà. Significa perseguire senza scrupoli UN PRECISO DISEGNO POLITICO DI INTOLLERANZA, OPPRESSIONE E REPRESSIONE DEL DISSENSO. I CAPETTI?FORSE INTENDEVI I LEADER?(c'è UNA DIFFERENZA ENORME) Se i leader dei movimenti RIESCONO A CONCLUDERE UN DIALOGO CON I "PADRONI" c'è solo da essere contenti, PERCHé QUEL DIALOGO AVRà CONTRIBUITO a migliorare le VITE DI MOLTE PERSONE E NON A CREARE PROFITTI DI MERDA PER POCHI ELETTI. NESSUN MIGLIORAMENTO TANGIBILE?PARLA CON LE PERSONE CHE HANNO PERSO il lavoro e sono rimaste SENZA CASA e solo GRAZIE AI MOVIMENTI SONO RIUSCITI A CAMPARE E A NON FINIRE COME QUELLI CHE FOTOGRAFATE E SCHIFATE IN MEZZO A UNA STRADA. CONSERVATORI? sì CONSERVIAMO L'UMANITà CHE TONELLI HA BARATTATO CON L'OSSESSIONE PER IL DECORO! LA LEGALITà?ANCHE L'OLOCAUSTO ERA "LEGALE", ANCHE L'APARTHEID ERA "legale" ANCHE LA PENA DI MORTE è LEGALE. IMPARATE CHE LEGALE NON SIGNIFICA SEMPRE GIUSTO!(E DITE A TONELLI CHE LI DEVE PAGARE QUELLI CHE SCRIVONO PER ART TRIBUNE, CHE NON SONO RETAKERS!)

Anonimo ha detto...

Troppa importanza a questa immonda feccia.
Bisognerebbe insistere perché siano condannati al risarcimento dei danni come normale in tutto il mondo.

Anonimo ha detto...

3.02 INIZIAMO A CHIEDERE I RISARCIMENTI DEI DANNI A CHI CI SFRUTTA, A CHI NON PAGA I LAVORATORI, ALLE MAFIE CHE AVVELENANO I TERRITORI,(la lista è lunga mi fermo qui) E POI LI CHIEDIAMO A CHI SI è ROTTO IL CAZZO E SCRIVE SUL MURO IL PROPRIO DISSENSO O LA PROPRIA IDEA, CHE NE PENSI?QUAL è LA TUA PRIORITà PICCOLO IMPOSTORE? MA POI COME CAZZO PARLI?IMMONDA FECCIA?Ma SEI FRATELLO DI TONELLI, TONELLI STESSO O LO SPETTRO DI HITLER?AHAHAHHAHA.

AH tonè paga pure i FACCHINI CHE FAI LAVORARE A ROMA FA SCHIFO CON MILLE ACCOUNT FACEBOOK FALSI CHE SI FANNO I BOCCHINI A VICENDA E TI SPINGONO STA PAGLIACCIATA DI BLOG CHE PORTI AVANTI!IO NON CI CREDO CHE SCRIVI TUTTO TU, SEI MANIACALE Sì, MA NON PUOI AVERE TUTTO STO CAZZO DI TEMPO LIBERO!

Fabio Nardocci ha detto...

Roma è talmente putrida che quelli che erano dei valori universali piu' o meno condivisi vengono stravolti a fini distruttivi, portando ad una fusione tra elementi di estrema destra, estrema sinistra e mafia. Siamo arrivati che il lavoro delle famiglie che dovrebbe essere fatto da chi è pagato viene distrutto da delinquenti impuniti sempre dalla stessa autorità che dovrebbe reprimere.

Anonimo ha detto...

E solo un cretino. Manco l'ho letto il commento mi basta vedere che usa il maiuscolo fisso, che per chi non lo sa equivale ad urlare, per non averne voglia. Chi ha bisogno di urlare non ha nulla o quasi da dire.

Anonimo ha detto...

BRAVO FABIO NARDOCCI! TONELLI FA PROPRIO QUESTO!CONFONDE, STRAVOLGE, PROVOCA!è IN cattiva FEDE. chiama MAFIOSI CHI SI BATTE CONTRO LE MAFIE, CHIAMA FASCISTI CHI SI BATTE CONTRO I FASCISTI, CHIAMI VIOLENTI CHI SI BATTE CONTRO LA VIOLENZA E L'OPPRESSIONE DI UNO STATO brutale E DI UNA POLITICA COLLUSA ED ESTREMAMENTE VIOLENTA VERSO GLI INDIVIDUI PIù DEBOLI! Tonelli DIFENDe I VERI VIOLENTI, I COSTRUTTORI SENZA SCRUPOLI, LA MAFIA DIETRO lo scandalo della METRO C!. IN PRIMIS IL LINGUAGGIO DI TONELLi è violento: "FECCIA IMMONDA" (E MILLE ALTRI AGGETTIVI DA PELLE D'OCA) FINO AD ARRIVARE ALLE PROPOSTE DI "TOLLERANZA ZERO" COME IN AMERICA Vè? dove LE FORZE DI polizia HANNO UNA VIOLENZA IMMONDA E AMMAZZANO LE PERSONE COME SE STESSERO BEVENDO UN CAMPARI?QUESTA è L'ITALIA CHE VUOLE TONELLI?la ROMA CHE VOLETE VOI? uno STATO DI POLIZIA?CHE SE SCRIVI SUL MURO TI SBATTO IN GALERA MA SE SEI UN MAFIOSO CRIMINALE SPADRONEGGI NELLA CAPITALE?FATE RIDERE PORCODDDIO!

Anonimo ha detto...

3.33 AMMERDA!! URLA CHI SI è ROTTO IL CAZZO DI LEGGERE LE PUTTANATE CHE SCRIVETE QUI. URLA CHI è STANCO E VUOLE FARSI SENTIRE. SERPI!

Anonimo ha detto...

@2.56 PM
come gia è stato detto, sulla validità culturale nulla da eccepire, ma negare che la base politica sia sostanzialmente collusa con i padroni (e il tempo lo ha dimostrato svariate volte), significa avere il prosciutto sugli occhi in senso letterale, non cercare di cambiare discorso.

Se i centri sociali avessero questa forza innovatrice e rivoluzionaria che rivendichi, fidati che non godrebbero di tutte le libertà che hanno.

Apri gli occhi.


Anonimo ha detto...

4.35 Cosa significa essere COLLUSA?DIALOGARE?Quali sono le tue fonti?I circoli di Bridge?Ci sei mai stato in un centro sociale?Io parlo da semplice frequentatore e fruitore, mica li difendo perché sono un attivista oppure ho qualcosa da guadagnare. Io mi baso sui fatti e sull'esperienza diretta e personale che mi dà la convinzione che i centri sociali e i movimenti siano una risorsa importantissima per il Paese tutto in generale, e per Roma in particolare (visto che abito qui). A me personalmente hanno arricchito sia a livello culturale che umano. Come ho già detto ritengo che la loro azione sia molto importante, rivoluzionaria non so ma sicuramente INDISPENSABILE in ITALIA. Quando mi fornirai delle fonti attendibili e delle inchieste verificabili dialogheremo di altro. Fino a quel momento continuerò a credere che sia solo fuffa usata per screditarli e per far vincere la logica del PROFITTO, DELLO SFRUTTAMENTO, e della REPRESSIONE DEL DISSENSO. Io gli occhi li tengo fin troppo aperti, e tu?

Anonimo ha detto...

gli occhi allora li avrai anche aperti, ma il prosciutto ancora non lo hai tolto.

Ebbene caro mio, anche io ho frequentato centri sociali, realtà occupate e movimenti, sono una grande risorsa, si ma PER I PARTITI.

Già perchè quello che tu chiami DIALOGO, è in realtà COLLUSIONE dal momento in cui (almeno a parole) i partiti sono il male da combattere, quindi i padroni.

E se il dialogo è con loro, ecco che si attua lo sfruttamento di poveri ragazzotti ingenui che credono di fare qualcosa di rivoluzionario e idealista, ma che fondamentalmente non fanno altro che contribuire affinche qualcuno possa sprofondare il proprio culo in una poltrona amministrativa.

I nomi è inutile che te li faccio, ma in ogni elezione municipale/comunale c'è qualche antagonista candidato, ed è pieno di realtà prima "occupate" che magicamente sono diventate comunali (piu tutte le altre che restano occupate ma si chiude un occhio poichè portano bei voti).

Nel frattempo i poveri sono sempre trattai da miserabili, le strutture pubbliche fanno sempre cagare, gli spazi pubblici inesistenti, e le prospettive di sviluppo umano e culturale sono quelle di un paese travolto da uno tsunami tossico.

Se viviamo nella stessa città dovresti essertene accorto.

Anonimo ha detto...

Se hai gli occhi aperti cerca di vedere lo schifo in cui si sguazza ritenendolo "rivoluzionario".
Qualsiasi "rivoluzionario" ci terrebbe se non proprio alla bellezza dei luoghi dove si vive a un minimo di decenza nella vita quotidiana delle persone.
Il diluvio orgoglioso di merda a Porta Maggiore rivela invece lo squadrismo violento fascistoide di troppi figli di papa senza un cazzo da fare che qualsiasi vero rivoluzionario prenderebbe sonoramente a calci in culo.

Anonimo ha detto...

5.09 Non ce l'hai fatta a esprimerti decentemente, sei diventato subito un troglodita senza argomentazioni e mi hai solo dimostrato che a dialogare non ci tieni ma sei un facchino di TONELLI E SEI QUI SOLO PER DIFENDERE QUESTO BLOG DIMMERDA. Spero che ti paghino almeno, per tutto il tempo che ci perdi e il lavoro che fai. Non farti sfruttare da Tonelli, io purtroppo ho perso il lavoro da poco e ho tempo di scrivere, tu stai lavorando gratis?MALE MALE MALE.(Non sei un RETAKER ;)

NON MI SPAVENTA LA "MERDA" DI UNA SCRITTA A PORTA MAGGIORE, CHE è STATA CANCELLATA CON UNA SOLERZIA DEGNA DI NOTA (PECCATO CHE GLI STESSI SOLDI POTEVANO ESSERE USATI PER DARE DIGNITà E DECORO VERO A TANTI CITTADINI) MI SPAVENTA CHI LA MERDA LA MANGIA E LA INGOIA OGNI GIORNO SENZA MAI DISSENTIRE ANZI DIFENDENDO I PIù FORTI. MI SPAVENTATE VOI. SABATO SARò ALLA MANIFESTAZIONE GRAZIE A QUELLI COME TE, CHE MI FANNO CAPIRE IL GRANDE VALORE DEI MOVIMENTI.

Anonimo ha detto...

Poi quando qualche capetto te lo ritrovi a fare "l'assesore" in giro con la mercedes a raccattare mazzette ci fai uno squillo eh?

Anonimo ha detto...

bravo bravo andate alla manifestazione,così dopo all'assemblea potete parlare delle "pratiche" sperare di finire in prima pagina su repubblica, e poi tutti a fasse le canne all'aperitivo+djset!!!

Anonimo ha detto...

TONELLI E TUTTI Voi invece continuate a difendere i mafiosi, a predicare lo sfruttamento della manodopera, a fare i vernissage con i soldi del comune e dj set al pastificio cerere, a far scrivere i giovani aggratisse su ART TRIBUNE, a difendere lo scempio della metro C, a parlare di arredo urbano quando ci sono giovani senza lavoro che non riescono nemmeno a pagarsi un affitto, a fotografare i barboni che schifate perché la povertà a voi borghesotti amici dei poteri forti vi ripugna, a infangare i movimenti che sono l'unico supporto a una POLITICA ASSENTE, COLLUSA E CORROTTA, a sparare merda su chiunque non si piega alle vostre logiche del cazzo, a SPERARE in uno STATO DI POLIZIA CHE UCCIDA I PERICOLOSI WRITER, a invocare forni per I ROM, a tentare di reprimere QUALSIASI FORMA DI DISSENSO...Potrei continuare all'infinito, siete la PARODIA di voi stessi, che poi magari scrive sempre uno eh...Ma si spaccia sempre per qualcun altro. AHAHAHA, SALUTI EROE!

Anonimo ha detto...

AH 5.07 sei anche tu in mala fede. Ti ho riportato esempi di esperienza diretta, di quanto i movimenti siano stati una risorsa e un arricchimento fondamentale, sia umano che culturale e di quanto gli stessi movimenti aiutino le persone in difficoltà che magari hanno perso il lavoro e si trovano in mezzo alla strada, e tu che rispondi?Che i movimenti sono una risorsa per i PARTITI?AHAHHAAH i partiti le risorse le trovano da altre parti. TIPO DA QUELLI COME TONELLI CHE si SONO CANDIDATI CON RUTELLI E HANNO cercato IL BEL POSTO IN COMUNE E CHE, oggi invece, TRAMITE LA RETORICA DEL DEGRADO CERCANO DI ACQUISTARE VISIBILITà E POTERE. Sei ridicolo, stai zitto che fai più bella figura. Al massimo rispondi: SI BADRONE TONELLI!AAHAHHAAH!

Anonimo ha detto...

mh, prova a dimostrare che quello che dice 5:07 è falso se ci riesci...

Anonimo ha detto...

@6.34
Basta che ci credi, ti auguro una lunga carriera all'interno di collettivi e centri sociali affinchè tu possa usare il cervello.

Probabilmente avrai al massimo 20 anni, e non hai potuto vedere che le facce all'interno della realtà antagonista sono le stesse da sempre,i capetti sempre i soliti, non hai potuto vedere quanti hanno chiuso accordi solo per ottenere privilegi (nello stile piu berlusconiano.)

Il tempo mostrerà anche a te la realtà delle cose.

Anonimo ha detto...

6.36 è falso nella misura che non è verificabile. Il fatto che TONELLI SIA STATO CANDIDATO PUOI BENISSIMO VERIFICARLO OVUNQUE! Il fatto che ci sia qualcuno che nella politica difenda i movimenti è solo UN BENE, PERCHé SIGNIFICA DEMOCRAZIA. Ma voi siete DEMOCRATICI?Voi che invocate tolleranza ZERO, STATO DI POLIZIA,FORNI PER I ROM, SCHIFATE LA POVERTà CHE INVECE HA UNA DIGNITà UMANA, voi (che poi forse è sempre solo uno che scrive eh) che volete REPRIMERE QUALSIASI FORMA DI DISSENSO, VOI CHE CON IL LINGUAGGIO CERCATE DI RIBALTARE QUALSIASI LOGICA SPERANDO NELL'IGNORANZA DEGLI ITALIANI, VOI CHE IL MARKETING ALLA LUISS VI HA DATO ALLA TESTA e sperate che le persone non capiscano gli sporchi trucchetti che usate nella realtà 2.0...VOI CHE DOVETE RICORDARVI CHE NON SIAMO TUTTI INGENUOTTI. Tonelli vai a riposarti che ti sto stressando tanto, lo so. ahahhahahahah!

Anonimo ha detto...

6.49 20 ANNI???AHAHHAHAHAHAHAHA!Forse li hai tu ventanni che ti sei fatto mettere sotto da Tonelli e gli fai lo schiavetto 2.0 magari pure aggratisse( oh perché i giovani di ART TRIBUNE NON LI PAGA, QUELLI DE ROMA FA SCHIFO NON SO, SPERO PER VOI DI Sì) ...Dai, non farmi ridere per piacere. Basta, siete uno spasso.

Anonimo ha detto...

ah 6.49 altra cosa, tu invece perché sei qui a difendere Tonelli se non lavori per lui?Che privilegi ti ha promesso?VISTO CHE PER TE è INCONCEPIBILE CHE QUALCUNO FACCIA QUALCOSA PER SOLIDARIETà!Seguendo la tua logica quindi anche tu sei qui perché ambisci a qualcosa o sbaglio?AHAHAHAHHAHA. Ma quanto siete sciocchi?Ma ancora con sto giochetto del ribaltamento del linguaggio?Ma vedete che è roba vecchia. Alla grande Luiss non sono riusciti a insegnarvi nient'altro? Mannaggia.

Anonimo ha detto...

guarda a me di tonelli non frega un cazzo,e non difendo ne lui ne il blog.

Però di anni nei movimenti ne ho passati, conosco la realtà dei fatti, e se anche tu nei fai parte, non dovresti aver paura di ammettere che ci sono stati e continuano ad esserci episodi di collusione poichè l'autocritica sarebbe l'antidoto.

Dal momento che però ignori alcuni nomi (peraltro piuttosto famosi dell'antagonismo romano) di gente che è scesa a patti con la politica istituzionale, continuo a pensare che sei un ventenne trollino.

Anonimo ha detto...

Chissà perchè sui muri delle ville dei Casamonica, dei Carminati e compagnia mai una scritta di denuncia sociale a favore delle vittime delle loro malefatte,,,,,,

Anonimo ha detto...

7.14 Ventenne trollino?TI HO PORTATO MILLE ARGOMENTAZIONI, MA FAMMI IL PIACERE!SEI RIDICOLO!E POI CHE CAZZO C'ENTRA QUELLO CHE DICI TU?Che discorso è il tuo?Che qualunquismo di merda racchiude?Tipo: i siciliani sono tutti MAFIOSI! Un essere umano può sbagliare, cambiare, farsi ammaliare dal potere. CHE CAZZO C'ENTRA?Mi sembri TU un ragazzino che ragiona a compartimenti stagni!Il fatto che qualcuno abbia ceduto alle lusinghe del potere NON SIGNIFICA CHE SI PUò BUTTARE MERDA IN TUTTI I MOVIMENTI SENZA DISTINZIONI!Quanti anni hai 15?E poi se davvero fossi stato vicino ai centri sociali, o ai movimenti, sapresti invece che c'è tanta gente che ci crede davvero e ci spende tempo ed energie, volontà e pazienza. Perché sai siamo tutti bravi a sentenziare, meno a impegnarci quotidianamente per la giustizia sociale e per vivere in un posto un tantino MIGLIORE. stammi bene, ex compagno! (minchia cmq per non fottertene un cazzo di Tonelli di energie ne spendi tante a difenderlo ;) peccato che non stai parlando con un ingenuotto sprovveduto)

Anonimo ha detto...

7.20 Chissà perché Tonelli invece di parlare dei Casamonica e denunciare le LORO tremende malefatte, O PARLARE DEI RISTORANTI DELLA NDRANGHETA A ROMA, parla di arredo urbano, difende scempio metro C, e attacca i PERICOLOSISSIMI WRITER!!!AHAHAHHAHA MI FATE SBELLICARE DALLE RISATE!I MOVIMENTI E I CENTRI SOCIALI ALMENO UN CORTEO E UNA SCRITTA CONTRO MAFIA CAPITALE L'HANNO FATTE, VOI?SERVI E MUTI, MUTI E SERVI!AHAHAHAHHAHA!

Anonimo ha detto...

DAI CUOR DI LEONI, ORGANIZZATE LA MANIFESTAZIONE IN PIAZZA "ROMA FA SCHIFO" CONTRO LA MAFIA ROMANA. IO VENGO, GIURO! ah no! Voi siete tutti TROPPO impegnati a lavorare sul webbe 2.0 per dare visibilità al TONELLI PER FARGLI ACQUISIRE UN PO' DI POTERE...TROPPO IMPEGNATI A FARE PROFILI FAKE A RAFFICA, A SPINGERE LE CONDIVISIONI DEL QUI ILLUSTRISSIMO BLOGDEMMERDA. SCENDETE IN PIAZZA, RIVOLTATEVI DAVVERO. Subite la violenza della POLIZIA ANCHE QUANDO STATE SEDUTI A TERRA COLLE MANI ALZATE, E POI...SOLO POI DATE LEZIONI IMPEGNO E ATTIVISMO AGLI ALTRI! BUFFONI PARACULI.

Anonimo ha detto...

Tutti quelli che hanno ridotto Roma cosi' (da mafia capitale ai finti rivoluzionari, italiani e stranieri) li vorrei vedere tutti indistintamente al muro!

Anonimo ha detto...

8.15 Sì bravo!Soprattutto il primo tra i finti rivoluzionari: Tonelli.

Anonimo ha detto...

forse dovresti guardarti un pò più da dentro, questa per te è una lettura molto interessante http://www.militant-blog.org/?p=12773

Anonimo ha detto...

@9:12
intervento secco e preciso. Sono andato a leggermi il post, di una chiarezza esemplare. Interessanti anche i due commenti che lo integrano efficacemente.

Intendiamoci: a sua volta tutto questo non nega, ma integra le posizioni del grintoso militante. E' una vexata quaestio quella della condotta antagonista divisa tra "resistenza" e "proposta" (entrambe inevitabili), tra "principio" e "caso particolare", tra "concertazione dell'azione" e "azione".
E' chiaro che, marxianamente, chi ha il potere della struttura in genere determina anche la sovrastruttura e quindi purtroppo chi è antagonista deve fare un lavoro bestiale per "produrre" antagonismo vero e vissuto non solo da sé (coerentemente con le scelte fatte, e ci mancherebbe, per cui chi poi saluta e se ne va in mercedes lascia sempre anche un po' l'amaro in bocca) ma si spera anche da altri che prima non ci pensavano proprio, e magari riescono così a migliorare la propria vita.
In un modo o nell'altro.
E nel lavoro bestiale, una vera e propria pena di Sisifo, basta poco per rovinare in parte o del tutto il bel lavoro fatto.
Militante grintoso, secondo me ha ragione 9:12...

Buona giornata a tutti

Anonimo ha detto...

@8:34
Vorrei vederci anche a te...insieme ad altri.

Torino72 ha detto...

A Torino, c'è un centro sociale che si chiama askatasuna, ideologicamente di sinistra che nel quartiere fa le seguenti cose:

- Essendo il CSO confinante con le scuole elementari, i bambini che escono dal doposcuola ma hanno i genitori che lavorano fino alle 7 di sera, vengono presi dagli esponenti di questo centro sociale, fino a quando il genitore non li viene a prendere (li fanno giocare e fare i compiti), il quale gli lascia un euro simbolico per l'aiuto

- Organizzano un carnevale nel quartiere
https://www.youtube.com/watch?v=UdYc5PvkSCU

- Ogni tanto puliscono i parchi del quartiere, più altre cose utili (di certo non imbrattano i monumenti).

Quando la municipale a provato a chiuderlo, le mamme del quartiere si sono messe di traverso per non farlo chiudere, e ci sono riuscite.

Ora, a me stanno sul culo tutti i centri sociali (di qualsiasi estrazione), però se facessero qualcosa di concreto, come il gruppo retake o l'askatasuna, forse avrebbero più consensi, che con delle banali scritte sui muri (STORICI).

Secutor ha detto...

Quando finirà questo incubo di degrado di sfascio di vandalismo dove questi scarti di fogna hanno preso il sopravvento su Roma e l'Italia LIBERI di taggare imbrattare devastare vandalizzare muri treni metro stazioni.........QUANDO AVRA' FINE QUEST'INCUBO di devastazioni senza freni.........lavoro tutta una vita pago tasse per cosa ? Per vivere nella merda evacuata da questi scarti umani che si fanno anche le foto autoreferenziali e vengono giustificati a autorizzati a tenere la città sotto pressione vandalica. Ormai solo il FASCIO può salvarci volete la guerra ? Allora giù a manganellate, detenzione, schedature caccia aperta ai writhers senza pietà identificarli e sbatterli in campi di rieducazione.....ci deve pensare l'esercito con le retate, e i campi di identificazione modello Bolzaneto vi devono togliere il vizio con manganellate oli di ricino e acqua salata in abbondanza !

ShareThis