"Diritto a parcheggiare in sosta selvaggia sulla Togliatti sennò blocchiamo tutto". Sistemiamoli con IoSegnalo

26 marzo 2016

Molto interessante, seppur da analizzare con attenzione, la notizia apparsa ieri su RomaToday riguardante le proteste di un sedicente Comitato di Cittadini che richiedeva a gran voce la possibilità di continuare a parcheggiare auto in divieto di sosta minacciando in caso contrario manifestazioni e proteste.

Ormai nulla di nuovo in una città dove ci si avventa contro i Carabinieri che arrestano gli spacciatori e dove i genitori manifestano per tutelare il diritto per i figli minorenni di drogarsi come fiidenamignotta a scuola invece di studiare e costruirsi un futuro dignitoso. Tra un po' nasceranno i sindacati  dei vu cumprà, le associazioni dei lavavetri e le confederazioni dei parcheggiatori abusivi per il diritto costituzionale a taglieggiare chi posteggia. Anche gli usurai, i trafficanti di droga e gli evasori fiscali avranno chi manifesterà per il loro diritto a delinquere: siamo a Roma!

Le motivazioni del Comitato sono le solite che sentite a Roma in qualsiasi barbiere o bar che si rispetti. "Aho io pago er bollo e posso fa quello che me pare". Per giustificare un modo di fare incivile e pericoloso, che crea ogni anno decine di morti e migliaia di feriti, tutto vale. Perfino scambiare una tassa di possesso, una assicurazione sui danni o la revisione dell'auto come diritto a posteggiare illegalmente su suolo pubblico. La mentalità malata che ha ridotto la città come tutti la possiamo vedere: il posto più atroce dove uscire di casa in Europa.


Qui si fa un salto di qualità ulteriore, simile ad altri episodi inquietanti occorsi nelle ultime settimane in città: il Comitato infatti, benché l'articolo non lo dica, è totalmente inventato. Non esiste. E' nato esclusivamente per orchestrare questa intimidazione ridicola. L'articolo parla poi di parcheggi utilizzati dai pendolari per prendere il tram e allo stesso tempo di Comitato di cittadini dell'area. Delle due l'una: sono pendolari o sono residenti? Si tratta semplicemente di un'ennesima minaccia direzionata con ogni probabilità contro un comandate dei Vigili che ha deciso, cosa inaudita e destabilizzante a Roma, di far rispettare le regole e il Codice della Strada. Apriti cielo.

A noi il compito non solo di dare la massima solidarietà al V Gruppo, ma di aiutarne l'azione contro gli incivili. Quello spartitraffico speriamo diventi presto, grazie al cantiere in partenza, qualcosa di civile e riqualificato che possa dare lustro a questo pezzo di strada oggi ingrigito da lamiere e degrado. Giusto dunque che, in attesa di un arredo urbano che impedisca fisicamente la sosta, si proceda con le multe. Per sostenere i vigili in questa attività abbiamo in mano un'arma formidabile che si chiama IoSegnalo: chiediamo dunque ai cittadini che abitano in zona e che vedano ancora vetture posteggiate su quello spartitraffico di Viale Palmiro Togliatti tra la Via Prenestina e Via delle Palme. Segnalate senza pietà: darete così ai Vigili Urbani una spinta in più che li aiuterà&li obbligherà ad intervenire. E' l'unica reazione, perfettamente civile e legale, che si può opporre a minacce ridicole e gravi intimidazioni che speriamo trovino un colpevole.

67 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Stavolta non hai bisogno di fomentare a fare la spia Tone', ci ha gia' pensato il vicecomandante del V casilino. Magnate la corallina sereno.

Anonimo ha detto...

Toneli infame,io talio gola a tuo gato e tuo cane :D

Anonimo ha detto...

Il diritto non è quello di drogarsi a scuola, ma quello di non vedersi arrestare il figlio perché si è fatto una canna. E nemmeno quello di vedere la polizia militare (leggi carabinieri) irrompere in un liceo come se stessero cercando Totò Riina, mettendo tutti al muro gambe divaricate. Roba da paese del terzo mondo sudamericano o mediorientale. Ma d'altronde cosa possiamo aspettarci da forze dell'ordine composte perlopiù da terroni senza un briciolo di cultura liberale?

Anonimo ha detto...

Solo applausi per te.

Anonimo ha detto...

I vigili non vogliono il vostro sostegno, fatevene una ragione.

Anonimo ha detto...

Le frasi "sostenere i vigili" e"obbligandoli ad intervenire" stridono...scrivere bene no eh?

Anonimo ha detto...

L'unico sostegno che vogliono i vigili è quello di poter passeggiare in santa pace, senza lo stress di dover lavorare e di doversi guadagnare la pagnotta.

Anonimo ha detto...

Bravo, e' l'esatto concetto di ogni lavoratore italiano, pubblico o privato che sia, il massimo risultato col minimo sforzo.

Anonimo ha detto...

l'illegalità diffusa che c'è sotto le finestre del V gruppo non è una novità, cos'è cambiato il comandante? del resto c'è da capire questi poveri impiegati dovrebbero far rispettare la legge in un quadrante come quello del quarticciolo, una zona dalla quale si tengono alla larga anche polizia e carabinieri, provare per credere.

Anonimo ha detto...

Ma voi pensate veramente che con iosegnalo siano obbligati ad intervenire? Amo i sognatori.

Anonimo ha detto...

"Sostenere i vigili" E' pura comicità...

Anonimo ha detto...

Specialmente se a scriverlo e' questo blog.

Anonimo ha detto...

La differenza è che al privato non viene permesso perché un servizio inefficiente vuol dire far perdere soldi al datore di lavoro. Il dipendente pubblico invece viene pagato coi soldi di tutti.

Anonimo ha detto...

Oddio, dipende. Io lavoro nel privato. Se non faccio nulla c'e' qualcuno pronto a fare anche il mio. Esattamente come il.pubblico.

Anonimo ha detto...

Probabilmente chi ti paga lo stipendio è Babbo Natale.

Anonimo ha detto...

Se suo figlio non infrange la legge non ha nulla da temere, stia tranquillo. Se in un luogo si infrange la legge, anche se è una scuola, è corretto che le Forze dell'ordine intervengano. E spesso l'ignoranza delle gente del nord e del centro è molto superiore a quella delle persone che lei chiama "terroni"

Anonimo ha detto...

No, ho buoni colleghi, come i dipendenti pubblici.

Anonimo ha detto...

Anonimo 11:56 AM

Però si tengomo lontani anche gli zingari....

Anonimo ha detto...

Ma quanto fanno schifo quelli che scrivono "se ti comporti bene non hai nulla da temere"? Sono esattamente il prototipo di persona che guarderebbe compiaciuta il vicino di casa ebreo portato via (ovviamente secondo tutti i crismi della legge vigente) dalle SS. Probabilmente, in un impeto di coraggio patriottico e legalitario, farebbero pure la spiata, rigorosamente anonima, ça va sans dire. "Infame" farà anche parte del gergo malavitoso, ma è difficile trovare un termine più appropriato.

Anonimo ha detto...

Buona triangolazione a tutti voi!!!! A presto!!!!

Anonimo ha detto...

Ma che ci mettiamo a rispondere ai mafiosi? Quelli che siccome hanno figli adolescenti che sono avanzi di fogna, quegli orrendi adolescenti strafatti che si vedono per strada, orrendi, bavosi, squilibrati, urlanti, e criminali, pretendono pure di insultare i tutori dell'ordine?
E si mettono a fare paragoni supercazzolanti tra gli ebrei nei lager e i figli spacciatori? E perché no fra riina al 41 bis e Giovanni Falcone?
La prossima volta fate la cortesia di pubblicare NOME E COGNOME dei drogati e degli spacciatori arrestati.
Avete figli DROGATI E SPACCIATORI, è inutile che cerchiate di farli passare per ragazzi trendy.
Patetici falliti.

Anonimo ha detto...

La cultura liberale consisterebbe nel non rispettare le leggi?
E' anche inutile rispondere ai soliti P2isti disturbatori che cercano di sdoganare il modello lapo Elkann, il figlio di papà drogato e nullafacente, che non sarebbe una pedina del narcotraffico internazionale e assassino, ma na pora creatura che si prende qualche distrazione.
Avete i figli che ancora minorenni sono dei delinquenti e dei falliti, e siete dei falliti pure voi. Bisogna accettare la realtà, anche perché la realtà non si fa cambiare dalle supercazzole.
La prossima volta che la "Polizia militare" - oooh, che paura! Il golpe! - "irromperà" in una scuola per liberarla dai delinquenti, ci facciano sapere prima così andiamo a fare il tifo, e un bel filmato a futura memoria.
Forza "Polizia militare", attendiamo che venga penalizzato quanto prima il reato di coglionaggine aggravata e mafiosa, cosicché possiate quanto prima bonificare questo paese.


Anonimo ha detto...

Comunque la natura punisce nella prole, non c'è niente da fare.
Questi mafiosotti del generone romano hanno tutti figli compresi in un range che va dallo schizoide al drogato, dal demente all'alienato, negati per lo studio o scimmieschi, non a caso hanno dovuto inventare paroline edulcoranti come "dislessico" o "antagonista" per sollevare dalla gogna pubblica figli deficienti o delinquenti.
Fanno i salti mortali per dare a questi figlioli sfigati una qualche collocazione, o addirittura si ingegnano per tentare di cambiare la percezione sociale di certi reati, di certe goffaggini o di certe inettitudini, ma è inutile.
Se prendi un idiota ipertiroideo e lo metti a fare il segretario in un ministero o la comica su raitre, è come se tu mettessi una scimmia su un piedistallo, si vede ancora meglio quanto è idiota.

Anonimo ha detto...

E' la solita retorica di Carlo Giuliani, l'eroe lancia estintori, ucciso dai genitori lassisti, non dal Carabiniere che si è difeso.

Anonimo ha detto...

Guarda, è molto semplice.
Per chi è a posto con la coscienza i controlli delle forze dell'ordine sono una auspicabile tutela.
Per chi commette reati sono un illiberale spauracchio.
Per Falcone i Carabinieri alle costole erano gli angeli della scorta.
Per Riina i Carabinieri alle costole erano una iattura.
Ognuno tira l'acqua al suo mulino, chi per figlio si ritrova il Trota, cerca di difenderlo come può.
Basta sentire come straparlano i padri degli assassini di Luca Varani. Se non vanno loro all'ergastolo, ma chi ci deve andare.

Anonimo ha detto...

Ma che ca**o c'entra il fumare e spacciare a scuola con le orrende leggi razziali?

Anonimo ha detto...

Io sono ben contento che a scuola di mio figlio ci entra la "polizia militare" ma magari ci entrasse tutti i santi giorni a scovare quei luridi idioti che hanno come loro obiettivo solo rimediare la cannetta quotidiana...
Siete falliti come genitori ed avrete dei figli futuri falliti se continuate così....

Anonimo ha detto...

Nessuno parla del fatto che questi studenti coinvolti nel traffico di stupefacenti sono molto pericolosi, per la società e per i compagni.
Non si tratta solo di effettuare una ferma repressione sui reati, ma si tratta anche di tutelare ragazzini che si ritrovano il Bronx a scuola: bullizzati, provocati, irrisi, perché non si lasciano coinvolgere nell'assunzione di droghe.
Il sistema criminale fa leva su giovani che, privati dei freni inibitori tramite fumo e cocaina, vengono addestrati a vessare in modo coordinato i compagni, non coinvolti nel mercato degli stupefacenti, proprio perché si mira ad ampliare lo smercio quanto più possibile, e a farlo diventare normalità sociale.
Il bullismo e l'induzione al suicidio sono strettamente legati al narcotraffico, e hanno una portata particolarmente grave nell'adolescenza.

Anonimo ha detto...

C'è tutta una classe dirigente, che è più appropriato definire digerente, che viene dal '68 e che si ritrova con dei figli imbarazanti che riempiono i centri sociali e i sert, e che devono continuamente salvare dall'arresto facendo peregrinare di commissriato in commissariato l'avvocato di famiglia.
E' per questa classe digerente '68 ina che renzi ha depenalizzato tutti i reati inerenti al prototipo del debosciato ozioso figlio di papà.
E io ci vedo anche una non troppo latente invidia per quei fortunati e capaci genitori che si ritrovano per figlio un Carabiniere, invece che un panzone ruttante e cocainomane, fatto laureare a colpi di mazzette e acconciato a fatica in qualche studio legale.

Anonimo ha detto...

Non hanno mai ricevuto una lezione migliore in quel liceo.
Il provocatore disturbatore prezzolato delle ore 11.33 ci faccia avere il manuale della perquisizione politically correct, così, per farci ridere un po'.
Gratitudine infinita a quei rappresentanti delle Forze dell'ordine che tutelano i più deboli dalle prepotenze del sistema criminale, malgrado le sue mistificazioni.

Anonimo ha detto...

Leggo testalmente sul manifestino appeso ad un tronco d'albero..."Comitato cittadini quartiere Palmiro Togliatti"...A distanza di quasi 50 anni dalla morte di questo spregevole individuo assassino di italiani,esistono ancora strade e vie intitolate al Sig.Ercoli?Ma annatevene a fanculo.

Anonimo ha detto...

il mattino ha l'oro in bocca il mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in boccail mattino ha l'oro in bocca

Anonimo ha detto...

Oh, Anonymous h 7,07, che parrucca aveva ieri sera? Glielo hai portato il valium n° 59? Ma alla fine vi sgomberano o no? Non sarà che vi ribeccano a lanciare bombe carta? Il video della coppietta è ancora su youtube. Tranquilli, la Polizia postale non capisce niente delle vostre astutissime mosse, sono io che sono di una intelligenza estrema.

Anonimo ha detto...

@ 7:07 sei un grande, solo che il 90% di chi legge i commenti su questa fogna (io lo faccio per motivi di studio) non ha gli strumenti per capire. "Questa città ha bisogno di un clistere" (Jack ne il joker).

Anonimo ha detto...

Visto che questa continua tiritera polemica contro la polizia costringe la gente a spiegare che le foglie sono verdi, riassumendo le mille ragioni che hanno portato a formulare il reato di detenzione di stupefacenti, le classi di un liceo come il Virgilio sono piene di persone ciondolanti, intontite, ridanciane, moleste e completamente ingovernabili a causa delle canne.
Ne basta uno per creare una situazione ingestibile, negando il diritto allo studio.

Anonimo ha detto...

Ore 7.57, tentata toppa stroppia.
Quando uscite dal cancello zaino in spalla e aria furtiva, mi raccomando, testa bassa, in incognito. Shhh...shhh...troppo, troppo furbi per la Polizia!!!

Ps il venerdì sera parrucca rossa, vero?

Anonimo ha detto...

Parrucca rossa la trionferà.
Una LEGIONE di parrucche rosse, sonnambule.
Stai bene, e sempre testa bassa.

Anonimo ha detto...

A termini pestaggio di africani contro la polizia.
con queste premesse, alla fine vien da sé.

Anonimo ha detto...

Giusto, le foglie sono verdi, ma sono le cime che contano.

Anonimo ha detto...

Anonimo 11:14 e soprattutto anonimo 11:33 siete lo schifo di questa società di merda.

Anonimo ha detto...

Io Segnalo è fasullo. Fumo negli occhi. I vigili dovrebbero girare di più ma non si vedeno. soprattutto di notte, quando potrebbero girare e sanzionare coloro che parcheggiano come capita infischandosene di chi ha difficoltà. Bisognerebbe cominciare a portare via le macchine ma questa è pura utopia.


Anonimo ha detto...

Società di merda in cui i padri difendono i figli drogati, ma che li mandate a fare, a scuola, dormono sul banco dopo che si sono drogati come ogni mattina... la canna quotidiana che li rincoglionisce a quindici anni... gli spacciatori ingrassano, sui vostri figli, che spacciano anche loro per rimediare la loro cannetta quotidiana, poveri falliti, già nella merda a quindici anni, un futuro da scimmia mantenuta da papà... che merde i genitori che non aprono gli occhi, ma solo il portafoglio. Svegliatevi, il glorioso Sessantotto è finito, per i vostri figlioli adorati ora c'è solo la disoccupazione o il lavoro al call center

Anonimo ha detto...

Non mi sembra un'arma formidabile di Io Segnalo. Troppo burocratica e con tanti utenti che lamentano problemi dopo le segnalazioni. Andrebbe rivista. Così non va.

Anonimo ha detto...

Ben vengano i Carabinieri a scuola, a limitare i danni, almeno. Voi del nord non volete i terroni ? Eh, già, sono gente per bene, i terroni, voi volete i magrebini che spacciano, a quelli gli fate anche scopare vostra figlia, in cambio delle canne e della coca... ma sì, droghiamoci tutti, stiamo imbambolati tutto il giorno, pisciamo e cachiamo per strada, rotoliamoci nella cacca come i maiali.
Questo Paese è finito, perchè quando un genitore difende il figlio che si droga a scuola, significa che si droga anche il padre, e che non fa una cazzo tutto il giorno, perchè vive di intrallazzi e ruberie varie.
I ragazzi del Virgilio sono figli di ricchi che sono diventati ricchi rubando a chi si fa un culo così tutti i giorni, oppure rubando allo Stato, cioè a tutti noi.
Viva i Carabinieri e la libertà, per chi vuole, di studiare in un ambiente che non sia degradato come una favela, tra tossici e spacciatori.

Anonimo ha detto...

E' una banale campagna occulta della sinistra per far apparire la liberalizzazione delle droghe come il male minore. Non a caso il servizio è andato in onda su rai tre.
Sicuramente c'è qualche industrialone dei soliti che mira alla gallina dalle uova d'oro, e renzi dà una mano come può.

Anonimo ha detto...

Tempo due mesi, e in Parlamento arriverà il canguro per l'"urgenza liberalizzazione droghe leggere". Tempo sei mesi, e lo Stato al 49 %, salini con l'emiro del Kazakistan al 51 %, produrranno cannoni per il bene della nazione.
Sennò a che servono i centri sociali? Le grandi menti della finanza li lasciano berciare continuamente in piazza proprio per portare a casa queste belle conquiste.

Anonimo ha detto...

I commenti idioti o parodistici soprastanti vengono tutti dai "300 spartani".
Brrrrr...

http://veritaquotidiane.com/2015/05/blitz-polizia-sul-forum-troll-del-pd-organizzavano-azioni-mirate-contro-il-blog-di-beppe/

http://www.qelsi.it/2014/i-troll-del-pd-influencer-che-si-autodefiniscono-spartani/comment-page-1/

Anonimo ha detto...

Ma nunò capito è pe' la Togliatti sto post oppure pe' i 19enni 'mbriachi de pippette e de canne? Aho famose a capì

Trammy

Anonimo ha detto...

Hai ragione, i commenti sono completamente fuori asse.
Il motivo è che alla radice dei problemi di Roma c'è sempre la stessa istanza anarcoide programmata in alte sfere.
Che si tratti di rivendicare il diritto all'occupazione abusiva, alla droga, al parcheggio in divieto e fra un po' al terrorismo.
D'altronde, che c'è da dire di più rispetto al post?
"Ci saranno i sindacati per gli abusivi". Con ciò tutto è detto.

Anonimo ha detto...

Fatemi capire, vogliamo una città amministrata come i paesi civili d'Europa e poi sosteniamo i carabinieri nei licei alla ricerca di qualche cannetta? Ma lo sapete che in Inghilterra la polizia non è armata? Lo sapete che in Olanda e Spagna farsi le canne è legale? Lo sapete che in Svezia al poliziotto viene insegnato a chiedere "per favore" quando si rivolge ad un privato cittadino? È nei paesi del terzo mondo che succede quello che voi esaltate e ci augurate.

Anonimo ha detto...

Che sparaminchiate.
A Londra la Polizia ha fatto fuori a colpi di pistola un cittadino solo perché non si è fermato a richiesta durante un controllo sotto la metro.

antonio ha detto...

Con la popolarità, questo blog ha visto scendere il livello dei commenti.
1. Non sono d'accordo ma farsi una canna è illegale. Invece di proteggere i vostri figli dall'eventualità di andare in galera perchè beccati a farsi una canna, fate legalizzare la canna. I carabinieri devono e possono entrare in una scuola, perchè se poi in quella scuola si inculano vostro figlio, vi incazzate che non c'è controllo.

2. In un paese civile, quindi non a Roma, il cartello che minacciava di bloccare la Togliatti sarebbe stato qualificato come quello che è "MAFIA". VOGLIO FARE UNA COSA NON CONSENTITA E NON MI DOVETE ROMPERE IL CAZZO. il fatto che, parcheggiando in quel modo, si può mettere a rischio la vita di "MOLTE" persone, non interessa minimamente.

Se il comandante del gruppo mantiene il punto, gli vado a fare i complimenti.


Anonimo ha detto...

Oh, meno male che è arrivato Heidegger a sollevare la qualità del dibattito.
"Invece di proteggere i vostri figli dall'eventualità di andare in galera perchè beccati a farsi una canna, fate legalizzare la canna".
Questa è mafia, con la sua mentalità del condono.
Invece di giustificare i figli bestiali che vi ritrovate, provate a educarli.

Anonimo ha detto...

"Non è nemmeno l'Italia infingarda e smidollata, l'Italia che per Libertà intende licenza ("Io - faccio - quel - che - cazzo- mi pare"). L'Italia che ignora il concetto di disciplina anzi di autodisciplina, e ignorandolo non lo connette al concetto di libertà: non capisce (finge di non capire) che la libertà è anche disciplina, anzi autodisciplina. In Italia si parla sempre di Diritti e mai di Doveri. In Italia si finge di ignorare che ogni Diritto comporta un Dovere, che chi non compie il proprio dovere non merita alcun diritto".

Anonimo ha detto...

Farsi le canne non è un diritto; in un contesto sociale non esiste il diritto a perdere intenzionalmente la coscienza rendendosi molesti e pericolosi per sé e per gli altri, come non esiste il diritto a concorrere ai guadagni della mafia senza risvolti penalmente rilevanti.

Anonimo ha detto...

Ma il commento delle ore 8.48 conferma che tutta questa pluridecennale manfrina e la sollevazione organizzata di anarcoidi, rai tre e ragazzini finiti prima di cominciare, è solo una forma di condizionamento per ottenere la legalizzazione.
Per le stesse ragioni sono sempre stati perseguitati coloro che hanno intrapreso una lotta seria al narcotraffico.
Bravi, a sinistra c'è veramente la crème de la crème.

Anonimo ha detto...

Io non giustifico i ragazzini che si fanno le canne. Per me in un liceo non dovrebbe entrare nemmeno una birra, seppur assolutamente legale. Quello che contesto è la risposta autoritaria di uno Stato che è la cosa più lontana da un moderno Stato liberale. Prendiamo esempio dai paesi civili d'Europa e non solo per quanto riguarda l'urbanistica. Anche perché una cosa non esclude l'altra: finché ci sarà uno Stato mammone e paternalista, il cittadino non prenderà mai coscienza dei suoi diritti e doveri. In Italia purtroppo manca la cultura liberale; da noi la destra è come la sinistra, solo un po' più violenta. Da noi destra non vuol dire individuo e libertà, ma vuol dire sempre socialismo (quindi lo Stato che si occupa di tutto).

Anonimo ha detto...

"Ti guardano con la pupilla spenta e la lingua pendula. In compenso sanno drogarsi, sprecare il sabato notte nelle discoteche, comprare jeans che costano quanto il salario di un operaio. Sanno farsi mantenere fino a 30 anni da genitori che ancor più inetti di loro gli hanno regalato il telefonino quando avevano nove anni.
Sanno anche nasconder la faccia dietro i passamontagna per divertirsi a recitar la parte dei guerriglieri in tempo di democrazia cioè quando non vi sono i carità e i Pinochet e i plotoni di esecuzione, questi rivoluzionari del cazzo. I molluschi. Gli eredi dei sessantottini che sbordellavano nelle università e che oggi gestiscono wall Street o la borsa di Milano.
E queste cose disgustano in maniera feroce perché la disobbedienza civile è una cosa seria, non il pretesto per divertirsi e far carriera. Il benessere è una conquista della civiltà, non il pretesto per vivere a sbafo."

Anonimo ha detto...

"Mio padre lavorava già a nove anni. Mia madre a dodici. E prima di morire mi disse: "Sai, son tanto contenta di aver visto cancellare tante ingiustizie". Eh! Credeva che a non far lavorare più i bambini si fosse risolto tutto, povera mamma. Credeva che con la scuola obbligatoria e l'università accessibile a tutti (meraviglia da lei mai conosciuta, nemmeno concepita) i giovani imparassero le cose che lei non aveva imparato e avrebbe tanto voluto imparare. Credeva d'aver vinto, che avessimo vinto, povera mamma.
Perché abbiamo perso, caro mio, perso.
Anziché giovani colti ci ritroviamo i somari che ho detto. Anziché futuri leader, i molluschi che ho detto."

Anonimo ha detto...

Il ruolo della Polizia, ovviamente, è quello di essere autoritaria.
Come insegna il diritto, la legge esiste solo laddove c'è coercizione; senza coercizione contro l'abuso non c'è legge, non c'è libertà, non c'è tutela dei deboli. C'è solo l'arbitrio dei prepotenti.

Anonimo ha detto...

Le tesi deliranti e ricattatorie secondo cui la polizia italiana deve andare in giro con le ghirlande di fiori nei capelli suonando l'ukulele, invece che con la pistola nella fondina e la cintura nera di karate, hanno uno scopo eversivo ben preciso.
Grazie a queste tesi per esempio, noi non abbiamo più alcuna difesa costiera:
"Da noi gli immigrati sono cominciati ad arrivare nonostante i Finanzieri che cercavano di rimandarli indietro. Ora no. Per non passar da razzisti i Finanzieri gli immigrati sono costretti a raccattarli, a prendere i pargoli in braccio. ANZICHE' FINANZIERI SEMBRANO DAME DI SAN VINCENZO DE'PAOLI A CUI MANCA SOLO IL CAPPELLINO CON LA VELETTA. Più che d'una emigrazione s'è trattato dunque d'una invasione condotta all'insegna della clandestinità".
Ecco a che serve invocare la Polizia peace & love, che non esiste da nessuna parte, se non forse in Belgio

antonio ha detto...

@ Anonimo marzo 28, 2016 1:47 PM

Io non sarò Heidegger ma tu prova a connettere il cervello: condono (a cui sono culturalmente lontanissimo) è annullamento totale o parziale di una pena, io suggerivo la rimozione del REATO. Sai una cosa? in questo paese la giustizia non è MAI (DICO MAI) uguale per tutti: per esperienza personale ti dico che se beccano il figlio di un primario con la cocaina in tasca chiudono entrambi gli occhi, ma se pizzicano il figlio di un povero cristo .... lo mettono in croce... e se entrano in una scuola non lo fanno certo per il figlio di un primario.

Ma chiedere di chiudere un occhio è FOLLE perchè lo chiuderanno solo quando fa comodo a loro.... e un povero cristo (e suo figlio) saranno sempre a tiro.

Anonimo ha detto...

Ma la faccia finita. La legge si rispetta punto, non si va a fare l'inventario dei presunti casi in cui ipotetici "altri" non la rispettano. La mentalità del condono è quella per cui si tenta di legittimare un illecito, in questo caso un reato gravissimo, in recidiva, commesso per aggravante al riparo delle mura scolastiche.
Suo figlio non ha il "diritto" di spacciare (ci riesce ad arrivare?), mentre mio figlio a scuola ha il diritto di non essere circondato da cannaroli e spacciatori.
Se suo figlio ha di queste velleità spericolate si può attivare altrove, per esempio in piazza o nelle discoteche, a suo rischio e pericolo.
Ma naturalmente a 19 anni suonati, fuori dall'edificio scolastico, non potrebbe tentare di far leva su questo becero pietismo con cui vi state ridicolizzando in tutta Roma da una settimana.

Anonimo ha detto...

Grande STIMA a chi tenta finalmente con coraggio e senso del dovere di multare l'immonda plebaglia arricchita che idolatra il feticcio sbracato dovunque.

Roma degradata e offesa da tanti corrotti e mafiosi, ma i c.d. comitati cittadini per la libbbbertà di farsi i c. propri sono parte protagonista del panorama vomitevole che l'ha resa invivibile

Anonimo ha detto...

Finalmente.

Anonimo ha detto...

siccome nessuno l'ha detto allora lo dico io:

In Spagna la droga si è legale ma: se hai 21 anni, in luoghi appositi, e uno solo perché c'è un registro nazionale che ti impedisce di farlo, una quantità limitata e controllata, non sono droghe pesanti, non hai nessuno da vessare a tiro, non puoi uscire da là fintanto che non hai smaltito tutto (quindi nada maghina quando si è fatti), non ci puoi portare alcol né entrarvi ubriaco (niente miscele strane) e nessuno ci fa i soldi perché le cooperative devono denunciare ogni singola pianta che coltivano e dire a chi la daranno.
Non mi pare sia lo stesso che spacciare ai minorenni "oltraggiando" quelli che rifiutano di omologarsi per fare i soldi facili, sballarsi in discoteca e farsi a propria volta.

Altro esempio. In Giappone, dotato di cultura nota per l'importanza delle buone maniere, se ti avvicini ad un poliziotto e non appari troppo lucido (es. hai esagerato con il saké) ti ritrovi spalmato sul marciapiede in tempo zero in quanto molti poliziotti li se ne intendono di tecniche di atterramento.

Anonimo ha detto...

Punire la sosta selvaggia sarà giusto quando i cittadini avranno la possibilità di fare diversamente.
Non volete le auto in doppia fila? Giusto! Fate però in modo che la gente non ne abbia bisogno.
I parcheggi non bastano per tutte le auto circolanti. Servono dunque più posti auto ed un trasporto pubblico che ci consenta di avere meno automobili. Non ci vuole tanto a capirlo.

ShareThis