5 passaggi illustrano perché domenica non bisogna assolutamente votare alle primarie-farsa del PD

4 marzo 2016

Il Partito Democratico è il peggior ambiente politico che oggi si possa trovare nella nostra città, bisognerebbe starne alla larga anche solo per evitare il rischio di essere contaminati da illegalità, corruzione e - peggio - incompetenza e impreparazione. Il Partito Democratico ha dimostrato di non avere alcuna considerazione e alcun riguardo per il parere dei suoi elettori espresso alle primarie, lo dimostrano le primarie precedenti. Qui qualche motivo per dare l'unico grande segnale di cambiamento possibile a beneficio della città: non andare a votare e far sì che le primarie di domenica siano un clamoroso flop. Un invito a non essere masochisti, a non farvi infinocchiare un'altra volta, a capire con chi si ha a che fare.

1. LE PRIMARIE CI SONO GIÀ STATE
Le primarie per questa consiliatura ci sono già state. Ne è scaturito un candidato sindaco che - tra l'altro dimettendosi da senatore! - si è candidato ed ha stravinto le elezioni. Lo stesso PD che organizzò quelle primarie fece poi dimettere il sindaco dopo avergli fatto opposizione per due anni come mai aveva fatto contro il predecessore Alemanno. Il PD così ha dimostrato che le primarie non servono a nulla, sono invalidabili in qualsiasi momento per qualsiasi bieco motivo: bisogna essere veramente citrulli a tornare a votare domenica quando il partito vi ha fatto chiaramente capire che a contare non siete voi, ma come gli gira a Renzi.

2. DOVE SONO FINITI I 200MILA EURO?
Le scorse primarie il PD le ha organizzate incassando un tot di denaro: ogni persona pagava per votare 2 euro quando non di più, il risultato finale è stato superiore ai 200mila euro. Però poi quelle primarie, alle quali la gente è affluita per scegliere un uomo che governasse 5 anni, sono state rese inutili. I soldi però il partito se li è tenuti. Ora davvero volete tornare a rivotare consegnando altri soldi a questi signori? Dovete essere proprio dei fedelissimi di partito incapaci di guardare la realtà se lo fate. E dunque lasciate che siano solo loro a votare: i tesserati (ovviamente crollati a dir poco negli ultimi mesi) e qualche attempato raggirato, visto che i gruppi di anziano sono il target preferito dei candidati.

3. MA LI AVETE VISTI I CANDIDATI?
Lo scenario dei candidati è raggelante. Nelle primarie del 2013 c'era Gentiloni, con un programma eccellente, tra l'altro sostenuto da Matteo Renzi, che diventò poi ministro degli Esteri; c'era Marino un prestigioso professore e senatore; c'era il parlamentare europeo Sassoli. Oggi i candidati fanno spavento e raccapriccio. Un generale che punta sulla paura della sicurezza, una ragazza disabile pressoché strumentalizzata, un riciclato cronico, un tipo che faceva il girotondino e ora gira sistematicamente con un peluche. Il circo Togni. E poi i due candidati principali che sembrano residuati bellici di un'altra era geologica. Hanno entrambi amministrato in passato la città ponendo le basi del disastro e del disagio irraccontabile che viviamo oggi. Morassut ha dimostrato di avere un briciolo di preparazione in più, ma il tutto ammantato di una tristezza profonda e mostruosamente noiosa. Lo stesso dicasi per Giachetti il quale, figura politica di altro profilo e di specchiata moralità, è stato mandato a sporcarsi in mezzo al raccapricciante PD romano, forse il peggior ambiente politico italiano in assoluto. Giachetti, peraltro, ampiamente favorito nonostante una grinta non zero ma sotto zero, appare quasi sempre largamente impreparato e fuori luogo nei dibattiti. Come se qualcuno si diverta a mandarlo allo sbaraglio senza prepararlo adeguatamente. Una scena pietosa che umilia un uomo politico che con fatica si era costruito un pedigree elevato: oggi lo vedi girare municipio per Municipio sotto braccio al peggio del peggio del partito: come voler dare la sicurezza che, in caso di sua vittoria, tornerà il vecchio partito, torneranno i vecchi favori, torneranno le vecchie facce. Ogni ras del peggior PD (sono gli stessi di pre-Mafia Capitale, non vi potete sbagliare) appoggia Giachetti, senza che questo imbarazzi Giachetti: vincerà le primarie, ma devono essere primarie-flop in modo che la sua candidatura perda portata, lo diciamo per il suo bene.

4. LI AVETE LETTI I PROGRAMMI?
Ecco qui bisognerebbe avere semplicemente la serenità e la freddezza di passare oltre. Solo, però, segnalare l'umiliazione estrema e ulteriore che l'accolita di nemici della città che va sotto al nome di PD ha voluto infliggere alla Capitale. Una città che si ferma per una pioggia, per dei topi, per dei ladri dei rame o per le cacche di uccello vive oggi le sue prime primarie senza programmi, senza idee, senza visioni. Un insulto: neppure il tempo di realizzare dei programmi veri hanno voluto investire. Andando a votare avallate questo modo di comportarsi, vidimate questa spocchia, validate questo stile, molto PD, di pensare gli altri inferiori e sudditi che non meritano neppure una spiegazione. Solo per nascondere impreparazione e stupidità. I partiti civili non sono così, ma visto che non lo capiranno mai da soli neppure se a dirglielo dovesse essere Gesù Cristo in persona, l'unico messaggio che si può recapitare è quello dell'astensione.

5. IL PARTITO NON È CAMBIATO, ANZI
Non sappiamo se il lavoro fatto da Fabrizio Barca sul Partito Democratico era un copertura per far vedere che pur si faceva qualcosa oppure se era un lavoro serio ed è stato accantonato proprio per quello (propendiamo per questa seconda ipotesi). Sta di fatto che il PD ha deciso di non cambiare, neppure di rifarsi il trucco. Niente. È tutto come prima. Come se nelle prime elezioni dopo la Seconda Guerra Mondiale si fosse presentato, sperando peraltro di vincere, il Partito Nazionale Fascista. Il loro motto è fare-come-niente-fosse. Stessi volti, ma soprattutto stessi e identici modi di fare e atteggiamenti di prima. Più che schifo, fanno rabbia. E stessi cervelli vuoti, stessi crani lobotomizzati, stessa lucidità zero e stesso disinteresse al bene comune in nome del potere per il potere. Ovviamente ci sono tante belle eccezioni e tante persone per bene, ma ci sono anche in Forza Italia o nella Lega, che discorso è!? Quello che si vede oggi nei circoli è riprovevole, tra l'altro con una litigiosità ed una divisione in correnti feroce e spietata che renderà impossibile qualsiasi azione amministrativa realmente riformatrice nel caso il sindaco fosse malauguratamente del PD. Questo è lo stesso PD che ha condannato la città negli anni Novanta e negli anni Zero; lo stesso PD di Mafia Capitale; lo stesso PD che non ha fatto neppure mezz'ora di opposizione durante 5 anni di Alemanno; lo stesso PD che ha silurato Marino. Ma poi avete visto i Municipi? Al 100% in mano al centrosinistra nella consiliatura precedente, sono stati amministrati in maniera pietosa sotto tutti i punti di vista, ciononostante, proprio per farci capire che nulla deve cambiare, quasi tutti sono stati riconfermati. Cioè, per capirci, Sabrina Alfonsi e Jacopo Pescetelli (vi ricordate Piazza Navona?) saranno di nuovo ad amministrare il Centro Storico. Il tutto in una spartizione tra uomini di Orfini, uomini di Renzi, uomini di Marroni. Il potere per il potere, dovunque. Tutto come prima, tutto come sempre, zero differenze con le solite modalità, le modalità che hanno generato i presupposti di Mafia Capitale.
Negli staff dei due candidati principali a queste primarie da disertare senza se e senza ma chi c'è? Due rappresentanti che hanno messo fine alla precedente legislatura dal notaio: Michela Di Biase per Giachetti, Valeria Baglio per Morassut: significa che andando a votare i due candidati principali date il vostro benestare sull'operazione-notaio di ottobre 2015, una operazione che prima di Roma si era vista soltanto nelle montagne della Calabria, quando la 'Ndrangheta volle far saltare un sindaco e una giunta particolarmente scomode.

'Ndrangheta o no, il consiglio e l'auspicio è di non partecipare e convincere quante più persone possibili a non farlo. Per il bene della città e, paradossalmente, anche per il PD.

30 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

perchè tra i candidati fa paura "la ragazza disabile"? state scherzando?

Anonimo ha detto...

Ma io manco il sindaco vado a votare, avete fatto l'elenco dei candidati Pd ma perché gli altri chi sono? stendiamo un velo pietoso, il mio miglior sindaco è la valigia e un biglietto aereo per l'espatrio appena posso!

Anonimo ha detto...

Tonelli, quando fai Torquemada mi mandi ai pazzi!!
Ti stimo troppo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

"Oggi i candidati fanno paura. Un generale che punta sulla paura della sicurezza, una ragazza disabile, un riciclato cronico "

Una ragazza disabile farebbe dunque paura?

Tonelli, cerca il primo angolo e vai, faccia al muro, a vergognarti. E' la gente come te che fa paura.

Anonimo ha detto...

Anonimo marzo 04, 2016 9:12 AM
Essere disabile non è la qualità richiesta per essere un buon sindaco.
Magari lei è anche competente ma se tutto quello che rimane è che sei disabile, che vuoi accaparrarti voti con la pietà, che il tuo unico programma è un delibera per
levare quei quattro soldi rimasti al comune indebitatissimo e darli ai malati beh forse tanto competente non sei.

Anonimo ha detto...

Aspettiamo con ansia schiere di robottini piddini politicamente corretti.

Anonimo ha detto...

Colpa nostra, societa' civile, che abbiamo abbandonato la politica: loro ne hanno approfittato. Il Circo Togni, quindi, decide delle nostre vite......

Anonimo ha detto...

Allora a parte la battuta sui disabili...motivata perchè disabile. Il problema del tradimento a "Marino" non esiste. Anche il tanto sbandierato prip e il relativo appoggio popolare manca. Vedi il tuo post sulle strumentalizzazioni verso i reatekers!
Questo per dirti di finirla di "convincere", come ha dimostrato Stefàno con le primarie...in realtà non solo non manovri nemmeno un voto ma addirittura li fai perdere! Probabilmente, anzi sicuramente, il tuo invito a non votare le primarie del PD può portare solo nuove adesioni !

Anonimo ha detto...

Non è disabile alle gambe, ma alla testa (autismo).

Anonimo ha detto...

Mi sembra abbastanza evidente che il PD vuole perdere le elezioni per impallinare il M5S. Renzi è un furbacchione!

Anonimo ha detto...

Praticamente viene confermata la teoria della tavernicola c'è il gombloddo per far vincere la praticante de Previti!
Ma chi le scrive ste farneticazioni Casaleggio!
Ma vatti a studiare il programma farsa della praticante de Previti ci troverai solo slogan buoni per i fessi e neppure una soluzione concreta per realizzarli!
Vergognosa propaganda

Anonimo ha detto...

Invece ammirate i solidi programmi del circo pd-Togni, ammirateli!
Meno traffico, meno tasse, zingari più ordinati e gentili, meno giornate di pioggia! E Roma rinascerà!
Ah, e esche personalizzate sui gusti dei topi, dimenticavo!

Anonimo ha detto...

Secondo me vincerà a mani basse la ragazza affetta da autismo.

Anonimo ha detto...

Questa storia dei 2 euro fa un po sorridere , il PD romano e il suo circo hanno messo le mani su un gruzzolo ben più consistente.

Anonimo ha detto...

Anche il grande chef Moreno Cedroni sta boicottando le primarie del PD.

Anonimo ha detto...

Roma fa Shifo, apprezzo molto le vostre denunce sulla città più bella e incivile del mondo (a causa dei cittadini: i politici locali ne sono solo una conseguenza) , ma quando fate politica siete poco obiettivi: è chiaro state con Marino ma visto che prenderebbe il 2 pct se si presentasse ora vi siete schierati acriticamente coi grillini, che hanno un programma fatto di soli slogan. Certo il PD a Roma è fatto essenzialmente di vecchia guardia bettiniana(veltroniani, dalemiani e bersaniani) che andrebbe rottamata ma può darsi che Giachetti - poco brillante però sembra onesto e competente - si creerà una squadra nuova e valida. Alternative ?Bertolaso/Marchini/Fassina/Drone di Casaleggio mi sembra siano peggiori. Astensione ? chi si astiene ha sempre torto. In realtà servirebbe un commissario straordinario con leggi speciali contro i cittadini incivili.

Anonimo ha detto...

Credo che il potere per il potere seleziona solo incapaci, che possono anche essere onesti, come Giachetti, ma sempre incapaci. Il PD è lobotomizzato da anni di servilismo al suo interno, da anni di mancanza di idee politiche e amministrative.
Pensare che una persona onesta possa, solo perchè onesta, risolvere i problemi è assurdo !
E Marino ? I suoi "compagni" di partito lo hanno destituito solo perchè aveva una coscienza, seppur minima. Votate PD ! E il nulla andrà avanti !

Anonimo ha detto...

Anonimo 11:10
"....i grillini hanno un programma di soli slogan"
mi scusi, ma gli altri non hanno nemmeno quello!!!!

Comunque senza una adeguata riforma del foglio di via (carcere "senza passare dal via" in caso di inottemperanza....) e delle sanzioni amministrative ai nullatenenti (oggi i finti nullatenenti la fanno sempre franca perchè non pagano mai. Forse se andassero in carcere allora preferirebbero pagare....), questa città non si salverà mai.
Peccato che sono interventi da fare a livello di Stato Cenrale, sigh

Criss ha detto...

Pagare per votare è come pagare la tv per vedere calcio e film,... lo fanno solo i COGLIONI !!!!!

Anonimo ha detto...

Pensa che quelli almeno votano. C'e' chi paga per sostenere spese giudiziarie di terze persone (che spiottano on line) contro casapound e neanche sanno che fine fanno i loro soldi. Meglio i primi no?

Anonimo ha detto...

"Un generale che punta sulla paura della sicurezza"

Ma questo sito non si lamenta sempre di questo?

Anonimo ha detto...

Virginia Raggi è disarmante per la ragionevolezza quasi lapalissiana delle cose che dice a nome dei 5 stelle.
Il pd?
E' un'associazione a delinquere. C'è poco altro da dire. Verrà votato come al solito da mafiosi, grande imprenditoria, africani, zingari e anarcoidi.
Non sono mica pochi.

Anonimo ha detto...

Uh bè, anche narcotrafficanti, banchieri massoni e assassini vari.
Pardon.
Vincono loro!

Anonimo ha detto...

PS E grandi obesi, per solidarietà con renzi.
Le primarie sono del tutto ininfluenti.
La selezione è per le teste di legno de sta tornata.
Ma loro sono esperti di cittadinanza partecipata e simulata.

Anonimo ha detto...

La democrazia a Roma ha piu’ o meno le stesse chance di funzionare che in Iraq.

Anonimo ha detto...


E' un dato di fatto che dietro il PD di Renzi ci siano banchieri e massoni, sull' Unit' da un po' di tempo scrive anche il capo del grande Oriente d' Italia ovvero la piu' potente obbedienza italiana, e come dimenticare che il padre della Boschi ha avuto rapporti con Flavio Carboni ?

Per non parlare di Unipol e Monte dei paschi di Siena, tutte banche legatissime al PD e con gravi scandali al loro interno.

Senza parlare della Rai che è diventata l' Istituto Luce di Renzi.

Ovviamente però i robot del PD andranno a votare in massa come sempre e c'e' il serio rischio che il PD rivinca anche le elezioni comunali cosi' finirà di distruggere definitivamente Roma

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

Voi pensate che una giunta M5S sia capace di governare Roma meglio del peggior PD, filorenziano o non ? Che la Raggi potrebbe essere un sindaco migliore di Giachetti o Morassut ? Che un partito come il M5S che sceglie il proprio candidato sindaco tramite una selezione via web effettuata da poco di piu' di 1700 votanti iscritti al sito grillino sia in fondo migliore di un candidato uscito fuori dalle (seppur criticabili) primarie del PD ? Il complotto per far decadere Marino, insieme ai Renziani non fu effettuato con il pieno sostegno del M5S (gli scatoloni in procura con gli scontrini delle cene di Marino li portarono proprio i 4 consiglieri comunali pentastellatii tra cui proprio la Raggi) ? I Massoni (vedere Enrico Sassoon e lo stesso Casaleggio) non stanno dietro (anzi ne sono proprio l'ossatura) anche al M5S ? Che un partito telematico come quello grillino che e' il piu' sanguisuga verso i propri militanti (vedere maxi-penale da versare alla Casaleggio & Associati da parte degli esponenti che non seguono il programma) sia un' esempio di onesta' e affidabilita' maggiore di un partito , comunque pieno di difetti, come il PD ? Giudicate voi.

Anonimo ha detto...

Va bè, a parte sempre le stesse chiacchiere - fondatissime - sul fatto che il pd sia la peste, che tutto sarebbe meglio votare al posto del pd (tranne marchini e Bertolaso), è insopportabile questo modo di insolentire persone dignitose a causa della loro mancanza di scenicità patinata. Anzi. Almeno il pd non propone il solito i patatone stile rutelli.
Giachetti e morassut sono tristi? E te credo. Lo sanno di far parte di un partito rovinoso. Vuol dire che hanno un minimo di coscienza.
E Domenico Rossi che ha che non va? Gli rimproverano di impostare la campagna elettorale sulla sicurezza: e allora? Legalità e sicurezza in questo contesto sono la base della ricostruzione. E' l'unico del pd attendibile.
Virginia raggi sembra una candidatura opportuna perché apparentemente ha la disinvoltura di chi davvero non deve rendere conto a poteri forti, non perché è giovane e telegenica.
Ma questo ingiusto tentativo di ridicolizzare tutti i candidati pd deve far seriamente riflettere sulla stranezza del plebiscito sollevato dalla candidatura della grillina.

Anonimo ha detto...

La lettura di argomenti tanto banali mi convince che quasi quasi è meglio andarci a votare, domani.

Anonimo ha detto...

la lettura di certi commenti mi convince che quasi quasi è inutile andarci a votare, domani.

ShareThis